L'informazione è il diffondere, il far conoscere quello che qualcuno non vuole che si sappia, il resto è solo propaganda. L'informazione è un diritto. L'informazione come possibilità di scelta.
Con il termine mafia si intende un sistema di potere esercitato attraverso l’uso della violenza e dell’intimidazione per il controllo del territorio, di commerci illegali e di attività economiche e imprenditoriali; è un potere che si presenta come alternativo a quello legittimo fondato sulle leggi e rappresentato dallo Stato.


Un sistema di contro-potere dunque (a volte chiamato anti-Stato proprio per questa sua caratteristica), con una gestione gerarchica e verticistica, basata su regole interne a loro volta fondate sull’uso della violenza e dell’intimidazione.


È questa la vostra politica? Se avete un minimo di cervello usate gli attributi per un confronto Sui programmi. Ma vedo che alla fine usate i soliti mezzucci utilizzando i soliti servi sciocchi meschini e accattoni per cercare di fermare le persone.
Bene sappiate che io vado avanti lo stesso a testa alta e con schiena dritta e che voi siete sot
tocontrollo.



"Bisogna sempre avere il coraggio delle proprie idee e non temere le conseguenze perché l’uomo è libero solo quando può esprimere il proprio pensiero senza piegarsi ai condizionamenti " (Charlie Chaplin).























martedì 10 dicembre 2019

2019 2 DICEMBRE Determina a contrarre – procedura negoziata ex art. 63 ai sensi dell’art. 36 comma 2 lett. C-bis del D. Lgs. 50/2016 per l’affidamento con carattere di urgenza dei lavori di adeguamento sismico della scuola materna di via San Giovanni Bosco a ridotto

COMUNE DI ISOLA DELLE FEMMINE
(Provincia di Palermo)
5^ SETTORE LAVORI PUBBLICI
DETERMINAZIONE N. 820 DEL 02-12-2019
Proposta n.895/2019
Oggetto: Determina a contrarre – procedura negoziata ex art. 63 ai sensi dell’art. 36 comma 2 lett. C-bis del D. Lgs. 50/2016 per l’affidamento con carattere di urgenza dei lavori di adegua-mento sismico della scuola materna di via San Giovanni Bosco a ridotto

IL RESPONSABILE DEL 5^ SETTORE LAVORI PUBBLICI
RICHIAMATA la determinazione 764 del 12/11/2019 del Comune di Isola Delle Femmine (Pa) e la determinazione 170 del 12/11/2019 del Consorzio CEV, che opera in qualità di Centrale di Committenza, con la quale si provvedeva ad avviare la procedura negoziata ex art. 63 ai sensi dell’art. 36 comma 2 let. C-bis del D. Lgs. 50/2016 per l’acquisizione dei lavori di adeguamento sismico della scuola materna di via San Giovanni Bosco a ridotto impatto ambientale – DM 11/10/2017 tramite avviso pubblico d’indagine di mercato;
RITENUTO pertanto di procedere all’affidamento dei lavori mediante procedura negoziata ai sensi dell’art. 36 comma 2 lett. C-bis del Codice invitando n. quindici operatori economici individuati tramite sorteggio sulla base della indagine di mercato effettuata tramite il sistema telematico CEV https://eprocurement.consorziocev.it e in possesso dei requisiti richiesti, come da verbale del 29/11/2019;
RICHIAMATE le linee guida ANAC n. 4 attuative del codice degli Appalti, nelle quali si prevede, per le pro-cedure negoziate per l'affidamento di contratti di cui all'art. 36 comma 2 del Codice, l'articolazione della procedura in tre fasi:
a) lo svolgimento di indagini di mercato o la consultazione di elenchi per la selezione di operatori economici da invitare al confronto competitivo;
b) il confronto competitivo tra gli operatori selezionati ed invitati e scelta dell’affidatario;
c) stipulazione del contratto;
VISTO l’art. 192 del D. Lgs. n. 267 del 2000, rubricato “Determinazioni a contrattare e relative procedure”, il quale statuisce che: “1. La stipulazione dei contratti deve essere preceduta da apposita determinazione del responsabile del procedimento di spesa indicante:
a) il fine che con il contratto si intende perseguire;
b) l’oggetto del contratto, la sua forma e le clausole ritenute essenziali;
c) le modalità di scelta del contraente ammesse dalle disposizioni vigenti in materia di contratti delle pub-bliche amministrazioni e le ragioni che ne sono alla base.
2. Si applicano, in ogni caso, le procedure previste dalla normativa della Unione europea recepita o comunque vigente nell’ordinamento giuridico italiano.”
CONSIDERATO che l’intervento è finanziato con Decreto MIUR n. 2 del 03 Gennaio 2019, registrato alla Corte dei Conti in data 12 Marzo 2019
RICHIAMATO il carattere di urgenza, alla luce del finanziamento ricevuto, al fine di rispettare le modalità e le tempistiche dettate dal Decreto sopra citato
RITENUTO di stabilire, per l’esecuzione del suddetto contratto, che:
- l’aggiudicazione avvenga con il criterio del prezzo più basso, ai sensi dell’art. 36 comma 9-bis) e dell’art. 95 del D. Lgs. n. 50 del 2016;
- il valore stimato dell’affidamento è pari a € 646.490,79 I.V.A. esclusa di cui € 25.014,86 quali costi per la sicurezza non soggetti a ribasso;
- l’importo a base di gara è pari a € 621.475,93 IVA esclusa;
- l’affidamento avrà la durata di 180 (centottanta) giorni naturali e consecutivi decorrenti dalla data del verbale di consegna dei lavori;
- che l’Amministrazione si riserva di non procedere all’aggiudicazione qualora l’offerta non dovesse risul-tare congrua economicamente;
PRESO ATTO che il CIG dell’intervento è il seguente: 80991405C2, il CUP è E64H15001420006;
VISTI:
- il D. Lgs. 50/2016, come modificato dalla L. 55/2019 di conversione del D.L. 32/2019;
- il Regolamento dei contratti dell’Ente vigente;
- il Regolamento di contabilità dell’Ente vigente;
- il D.P.R. n. 207 del 2010 e s.m.i. per le parti ancora vigente a seguito dell'entrata in vigore del Codice;
- il progetto esecutivo approvato con Delibera di Giunta n. 157 del 06/11/2019
- Gli atti allegati al presente provvedimento, che ne formano parte integrante e sostanziale anche se non materialmente allegati, e ritenuto di approvarli (lettera di invito, disciplinare di gara, atto unilaterale d’obbligo, modulistica fac simile);
DETERMINA
1. DI AUTORIZZARE il ricorso alla procedura negoziata ex art. 63 ai sensi dell’art. 36 comma 2 lett. C bis, ai fini dell’individuazione dell’impresa a cui affidare con carattere di urgenza i lavori di adeguamento sismico della scuola materna di Via San Giovanni Bosco a ridotto impatto ambientale DM 11/10/2017 come da offerta che dovrà pervenire per mezzo di procedura telematica nel sistema telematico del Consorzio CEV https://eprocurement.consorziocev.it;
2. DI INVITARE alla procedura negoziata, nel rispetto dei principi di trasparenza, rotazione e parità di trat-tamento, quindici operatori economici, individuati tramite sorteggio sulla base della indagine di mercato effettuata tramite il sistema telematico https://eprocurement.consorziocev.it e in possesso dei requisiti richiesti, come da verbale del 29/11/2019;
3. DI PRECISARE, ai sensi dell'art. 192 del D. Lgs. 267/2000, che:
- il fine che si intende perseguire con il contratto è quello di fornire all'Ente i lavori di cui all'oggetto;
- l'oggetto del contratto sono i lavori di adeguamento sismico della scuola materna di via San Giovanni Bosco a ridotto impatto ambientale – DM 11/10/2017;
- le clausole essenziali sono contenute nel Capitola speciale d’appalto, in particolare: termine per realizza-re i lavori 180 (centottanta) giorni naturali e consecutivi decorrenti dalla data del verbale di consegna dei lavori;
- la forma del contratto è il contratto stipulato con l’ufficiale rogante e repertoriato presso la segreteria dell’Ente;
- la modalità di scelta del contraente è quella della procedura negoziata ex art. 63 ai sensi dell’art. 36 comma 2 let. C-bis del Codice tramite sistema telematico del Consorzio CEV https://eprocurement.consorziocev.it, per le considerazioni in premessa richiamate;
- il contratto sarà perfezionato dopo aver esperito, con esito positivo, tutti i controlli sull’autocertificazione prodotta dall’impresa in sede di gara, la quale non dovrà incorrere in alcuna delle cause ostative previste dall’art. 80 del D. Lgs. 50/2016 ed avere tutti i requisiti di ordine tecnico – professionale ed economico –organizzativo richiesti dal citato Decreto e dai documenti di gara.
4. DI DARE ATTO che la spesa è finanziata con D.D.G. n. 1385 del 12/06/2019 dell’Assessorato delle Infra-strutture e della Mobilità e verrà impegnata con successivo atto;
5. DI IMPEGNARE al capitolo 148003 € 273,00 ed al capitolo 223000 € 104,00 la spesa relativa al contribu-to ANAC (complessivi € 377,00) che sarà anticipato dal Consorzio CEV e rimborsato allo stesso dietro pre-sentazione di fattura, inclusi € 2,00 a titolo di imposta di bollo;
6. DI DISPORRE la pubblicazione di tutta la documentazione di gara:
- sull’Albo Pretorio Comunale;
- sul profilo di committente: www.comune.isoladellefemmine.pa.it
- sul sito informatico del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti;
- sul sistema telematico CEV https://eprocurement.consorziocev.it;
7. DI PRECISARE che il criterio di aggiudicazione di gara è il prezzo più basso ai sensi dell’art. 36 comma 9-bis del D. Lgs. 50/2016;
8. DI DARE ATTO che all’intervento è stato assegnato il codice CIG 80991405C2, il codice CUP E64H15001420006;
9. DI DARE ATTO che l'elenco degli invitati alla procedura di gara verrà reso noto unitamente alla pubbli-cazione dell’esito della procedura negoziata ai sensi dell'art. 32 della legge n. 190/2012;
10. DI AVER NOMINATO con determina 756 del 31/10/2019 quale Responsabile Unico del Procedimento l’arch. Gerlando Mallia per le attività specificatamente di propria competenza, ai sensi dell’art. 31 del Co-dice, il quale ha un livello di inquadramento giuridico adeguato in relazione alla struttura del Comune e possiede le competenze professionali adeguate in relazione ai compiti per cui è nominato;
11. DI AVERE INDIVIDUATO per la fase di affidamento come Responsabile del Procedimento CEV l’arch. Gerlando Mallia, ai sensi dell’art. 31 del Codice, il quale ha un livello di inquadramento giuridico adegua-to in relazione alla struttura del Comune e possiede le competenze professionali adeguate in relazione ai compiti per cui è nominato, come da determina comunale n. 764 del 12/11/2019;
12. DI PRECISARE che si procederà alla liquidazione all’impresa su presentazione di regolare fattura al protocollo dell'Ente e previo riscontro di corrispondenza, per qualità e quantità, della fornitura effettuata con quanto pattuito e di concordanza degli importi fatturati con quelli stabiliti.
IL RESPONSABILE DEL V Settore
Arch. Gerlando Mallia
Visto di regolarità contabile
In ordine alla regolarità contabile, il sottoscritto, ai sensi dell’art. 151, comma 4, del T.U. delle leggi sull’ordinamento degli enti locali (DLgs n. 267/2000) attesta la copertura finanziaria, la registrazione con il seguente impegno di spesa: 02-12-2019 INSIMP 2019 S 00148003 20190001354/0 273,00 02-12-2019 INSIMP 2019 S 00223000 20190001355/0 104,00.
Si attesta altresì che il programma dei pagamenti conseguenti alla presente determinazione è compatibile con i relativi stanziamenti di bilancio e con le regole di finanza pubblica, ai sensi dell’art. 9, comma 1, del D. L. n. 78/2009, convertito dalla legge n. 102/2009.
Isola delle Femmine lì, 02-12-2019
Il Responsabile del Settore
Economico Finanziario
Dr. Antonio Croce
Relata di pubblicazione
Si attesta che copia della presente determinazione viene affissa all’Albo pretorio on-line di questo Comune da oggi 02/12/2019 e vi rimarrà pubblicata per quindici giorni consecutivi.
Il Responsabile del servizio
Firmato digitalmente da
gerlando mallia

CIG 80991405C2,CUP  E64H15001420006,
COMUNE DI ISOLA DELLE FEMMINE
V SETTORE – UFFICIO TECNICO
Pag. 1 a 1
AVVISO PUBBLICO
procedura negoziata con carattere di urgenza ex art. 63 ai sensi dell’art. 36 comma 2 lett. C-bis del D. Lgs. 50/2016, per l’affidamento dei lavori di adeguamento sismico della scuola materna di via San Giovanni Bosco a ridotto impatto ambientale – DM 11/10/2017 CIG 80991405C2 - CUP E64H15001420006
A seguito della chiusura dell’esame delle manifestazioni di interesse, con la presente si comunica che il giorno 29 novembre 2019 alle ore 10:00 in seduta pubblica avverrà il sorteggio, tramite la piattaforma telematica del Consorzio CEV, di quindici operatori economici a cui verrà inviato l’invito alla procedura negoziata ex art. 63 ai sensi dell’art. 36 comma 2 lett. c del D. Lgs. 50/2016, per l’affidamento dei lavori di restauro architettonico e pittorico della chiesa Maria Santissima delle Grazie di Isola delle Femmine (Pa).
Il sorteggio avrà luogo presso gli uffici Comunali di Via Palermo s.n.c. – 90040 Isola delle Femmine (Pa).
Isola delle Femmine, 26/11/2019
Il RUP per la fase di affidamento
Arch. Gerlando Mallia

COMUNE DI ISOLA DELLE FEMMINE
(Provincia di Palermo)
5^ SETTORE LAVORI PUBBLICI
DETERMINAZIONE N. 764 DEL 12-11-2019
Proposta n.835/2019
Oggetto: Determina a contrarre – indagine di mercato con procedura di urgenza ai sensi dell’art. 36 comma 7 propedeutica all’espletamento della procedura negoziata ex art. 63 ai sensi dell’art. 36 comma 2 lett. C-bis del D. Lgs. 50/2016 per l’affidamento dei lavori di adeguamento sismi-co della scuola materna di via San Giovanni Bosco a ridotto impatto ambientale – DM 11/10/2017 - CIG 80991405C2 - CUP E64H15001420006
IL RESPONSABILE DEL 5^ SETTORE LAVORI PUBBLICI
CONSIDERATO che si rende necessario avviare una procedura di gara per l’acquisizione dei la-vori di adeguamento sismico della scuola materna di via San Giovanni Bosco a ridotto impatto ambientale – DM 11/10/2017 in quanto l’edificio scolastico necessita di lavori di manutenzione straordinaria e ristrutturazione;
CONSIDERATO che si rende necessario procedere all'individuazione dell’impresa a cui affidare i lavori in oggetto;
CONSIDERATO che l’intervento è finanziato con decreto MIUR n. 02 del 03/01/2019 per l’importo di € 876.972,43;
CONSIDERATO che lo stesso decreto di finanziamento detta dei tempi stretti per l’affidamento dell’appalto, costringendo questa Amministrazione a procedere restringendo i tempi di pubblica-zione dell’avviso di manifestazione di interesse a sette giorni;
VISTA E RICHIAMATA la normativa vigente relativa agli appalti pubblici e alla semplificazione delle procedure di acquisto;
VISTO l’art. 37 del D. Lgs. 50/2016;
VISTA la Deliberazione della Giunta Comunale n. 240 del 30/12/2014 con la quale è stato deci-so di utilizzare il sistema telematico del Consorzio CEV, raggiungibile all’indirizzo https://eprocurement.consorziocev.it, approvando il regolamento che disciplina l’attività di com-mittenza;
PRESO ATTO del Regolamento del Consorzio CEV denominato “REGOLAMENTO DELLA CENTRALE DI COMMITTENZA ED UTILIZZO DELLA PIATTAFORMA ACQUISTI DEL CON-SORZIO ENERGIA VENETO” con i relativi allegati e del conferimento di mandato al Consorzio CEV per la gestione delle procedure di gara;
RITENUTO di procedere all’acquisizione dei suddetti lavori avvalendosi del CONSORZIO CEV in qualità di Centrale di Committenza, utilizzando il sistema telematico https://eprocurement.consorziocev.it;
VISTO l’art. 36, comma 2, lett. C bis, del D. Lgs. n. 50/2016 (d'ora in poi Codice), rubricato “Con-tratti sotto soglia”, il quale prevede che “per affidamenti di lavori di importo pari o superiore a 350.000 euro e inferiore a 1.000.000 di euro, mediante la procedura negoziata di cui all’articolo 63 previa consultazione, ove esistenti, di almeno quindici operatori economici, nel rispetto di un criterio di rotazione degli inviti, individuati sulla base di indagini di mer-cato o tramite elenchi di operatori economici. L’avviso sui risultati della procedura di affi-damento contiene l’indicazione anche dei soggetti invitati;
RITENUTO pertanto di procedere all’affidamento dei lavori mediante procedura negoziata ex art. 63 ai sensi dell’art. 36 comma 2 lett. C-bis previa consultazione, ove esistenti, di quindici opera-tori economici individuati sulla base di indagini di mercato o tramite elenchi di operatori economi-ci nel rispetto del criterio di rotazione degli inviti;
RICHIAMATE le linee guida ANAC n. 4 attuative del codice degli Appalti, nelle quali si prevede, per le procedure negoziate per l'affidamento di contratti di cui all'art. 36, comma 2 del Codice, l'articolazione della procedura in tre fasi:
a) lo svolgimento di indagini di mercato o la consultazione di elenchi per la selezione di operatori economici da invitare al confronto competitivo;
b) il confronto competitivo tra gli operatori selezionati ed invitati e scelta dell’affidatario;
c) stipulazione del contratto;
DATO ATTO che l'avviso di avvio dell’indagine di mercato deve contenere almeno il valore dell’affidamento, gli elementi essenziali del contratto, i requisiti di idoneità professionale, i requisi-ti minimi di capacità economica/finanziaria e le capacità tecniche e professionali richieste ai fini della partecipazione, il numero minimo ed eventualmente massimo di operatori che saranno invi-tati alla procedura, i criteri di selezione degli operatori economici, le modalità per comunicare con la stazione appaltante;
RITENUTO di procedere alla pubblicazione di tale avviso sul profilo del committente (albo preto-rio on line e sezione Amministrazione Trasparente – Bandi di gara), nonché sul sistema telemati-co del Consorzio CEV e sul sito informatico del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti;
RITENUTO di stabilire che si procederà all'invito di quindici operatori economici che presente-ranno la dichiarazione di interesse tramite il sistema telematico https://eprocurement.consorziocev.it e in possesso dei requisiti previsti nell’avviso;
VISTO l’art. 192 del D. Lgs. n. 267 del 2000, rubricato “Determinazioni a contrattare e relative procedure”, il quale statuisce che: “1. La stipulazione dei contratti deve essere preceduta da ap-posita determinazione del responsabile del procedimento di spesa indicante:
a) il fine che con il contratto si intende perseguire;
b) l’oggetto del contratto, la sua forma e le clausole ritenute essenziali;
c) le modalità di scelta del contraente ammesse dalle disposizioni vigenti in materia di contratti delle pubbliche amministrazioni e le ragioni che ne sono alla base.
2. Si applicano, in ogni caso, le procedure previste dalla normativa della Unione europea recepita o comunque vigente nell’ordinamento giuridico italiano.”
RITENUTO di stabilire, per l’esecuzione del suddetto contratto, che:
- l’aggiudicazione avvenga con il criterio del prezzo più basso, ai sensi dell’art. 36 comma 9-bis) e dell’art. 95 del D. Lgs. n. 50 del 2016;
- il valore stimato dell’affidamento è pari a € 646.490,79 di cui € 25.014,86 per costi della sicu-rezza non soggetti a ribasso;
- l’importo posto a base di gara è pari a € 621.475,93;
- l’affidamento avrà la durata di 180 (centottanta) giorni naturali e consecutivi decorrenti dalla da-ta del verbale di consegna dei lavori;
- che l’Amministrazione si riserva di non procedere all’aggiudicazione qualora l’offerta non do-vesse risultare congrua economicamente;
PRESO ATTO che il CIG dell’intervento è il seguente: 80991405C2;
VISTI: - il D. Lgs. 50/2016, come modificato dalla L. 55/2019 di conversione del D.L. 32/2019; - il Regolamento dei contratti vigente; - il Regolamento di contabilità vigente;
- il D.P.R. n. 207 del 2010 e s.m.i. per le parti ancora vigente a seguito dell'entrata in vigore del Codice;
- il progetto esecutivo approvato con Delibera di Giunta n. 156 del 06/11/2019;
- Gli atti allegati al presente provvedimento, che ne formano parte integrante e sostanziale anche se non materialmente allegati, e ritenuto di approvarli (avviso pubblico di indagine di mercato, modello di istanza di manifestazione di interesse, informativa privacy);
DETERMINA
1. DI AUTORIZZARE il ricorso alla procedura negoziata in via d’urgenza ex art. 63 ai sensi dell’art. 36 comma 2 lett. C-bis, ai fini dell’individuazione dell’impresa a cui affidare i lavori di adeguamento sismico della scuola materna di via San Giovanni Bosco a ridotto impatto ambien-tale – DM 11/10/2017 come da offerta che dovrà pervenire per mezzo di procedura telematica nel sistema https://eprocurement.consorziocev.it;
2. DI SVOLGERE preventiva indagine di mercato, ai sensi dell'art. 36 comma 2 lett. C-bis e dell'art. 36 comma 7 (Linee Guida A.N.A.C. n. 4) del Codice ai fini della individuazione degli ope-ratori economici da invitare, prevedendo la relativa pubblicazione sul profilo del committente, sul sito informatico del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti e sul sistema telematico del Con-sorzio CEV;
3. DI INVITARE alla procedura negoziata, nel rispetto dei principi di trasparenza, rotazione e pa-rità di trattamento, almeno quindici operatori economici, ove esistenti, a norma dell'art. 36, com-ma 2, lett. C-bis, del D. Lgs. n. 50/2016 che avranno manifestato interesse e in possesso dei re-quisiti richiesti nell’avviso;
4. DI PRECISARE, ai sensi dell'art. 192 del D. Lgs. 267/2000, che:
- il fine che si intende perseguire con il contratto è quello di fornire all'Ente i lavori di cui all'ogget-to;
- l'oggetto del contratto sono i lavori di adeguamento sismico della scuola materna di via San Giovanni Bosco a ridotto impatto ambientale – DM 11/10/2017;
- le clausole essenziali sono contenute nel capitolato speciale d’appalto; in particolare termine per l'esecuzione della prestazione: 180 giorni naturali e consecutivi decorrenti dalla data del ver-bale di consegna dei lavori;
- la forma del contratto è pubblica, repertoriata da notaio o Segretario Comunale;
- la modalità di scelta del contraente è quella della procedura negoziata ex art. 63 ai sensi dell’art. 36 comma 2 lett. C-bis del Codice tramite sistema telematico del Consorzio CEV https://eprocurement.consorziocev.it, per le considerazioni in premessa richiamate;
- il contratto sarà perfezionato dopo aver esperito, con esito positivo, tutti i controlli sull’autocertificazione prodotta dall’impresa in sede di gara, la quale non dovrà incorrere in alcu-na delle cause ostative previste dall’art. 80 del D. Lgs. 50/2016 ed avere tutti i requisiti di ordine tecnico – professionale ed economico –organizzativo richiesti dal citato Decreto e dai documenti di gara.
5. DI dare atto che la spesa, comprensiva del contributo ANAC pari a € 375,00 che sarà anticipa-to dal Consorzio CEV e rimborsato allo stesso dietro presentazione di fattura, oltre a € 2,00 a ti-tolo di imposta di bollo, verrà impegnata con successivo atto, dando atto che per la realizzazione dei lavori è stato concesso un finanziamento con decreto n. 33666 del 27/03/2019 dell’Assessorato Regionale dell’istruzione e formazione professionale.
6. DI APPROVARE l'allegato avviso pubblico e DISPORRE la pubblicazione dello stesso:
- sull’Albo Pretorio Comunale;
- sul profilo di committente: www.comune.isoladellefemmine.pa.it;
sul sito informatico del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti;
- sul sistema telematico CEV https://eprocurement.consorziocev.it;
7. DI PRECISARE che il criterio di aggiudicazione di gara è il prezzo più basso ai sensi dell’art. 36 comma 9-bis del D. Lgs. 50/2016;
8. DI DARE ATTO che all’intervento è stato assegnato il codice CIG n. 80991405C2 e CUP E64H15001420006
9. DI DARE ATTO che l'elenco degli invitati alla procedura di gara verrà reso noto unitamente al-la pubblicazione dell’esito della procedura negoziata ai sensi dell'art. 32 della legge n. 190/2012;
10. DI AVER NOMINATO con determina 756 del 31/10/2019 quale Responsabile Unico del Pro-cedimento l’arch. Gerlando Mallia per le attività specificatamente di propria competenza, ai sensi dell’art. 31 del Codice, il quale ha un livello di inquadramento giuridico adeguato in relazione alla struttura del Comune e possiede le competenze professionali adeguate in relazione ai compiti per cui è nominato;
11. DI INDIVIDUARE per la fase di affidamento come Responsabile del Procedimento CEV l’arch. Gerlando Mallia ai sensi dell’art. 31 del Codice, il quale ha un livello di inquadramento giuridico adeguato in relazione alla struttura del Comune e possiede le competenze professio-nali adeguate in relazione ai compiti per cui è nominato.
IL RESPONSABILE V DEL SETTORE
Arch. Gerlando Mallia
Relata di pubblicazione
Si attesta che copia della presente determinazione viene affissa all’Albo pretorio on-line di questo Comune da oggi 12/11/2019 e vi rimarrà pubblicata per quindici giorni consecutivi.
Il Responsabile del servizio

COMUNE DI ISOLA DELLE FEMMINE

(PROVINCIA DI PALERMO)

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE

N. 157 del 06-11-2019

IMMEDIATAMENTE ESECUTIVA

OGGETTO: Approvazione del progetto esecutivo di interventi urgenti sul patrimonio scolastico finalizzati alla messa in sicurezza e alla prevenzione e riduzione del rischio connesso alla vulnerabilità degli elementi, anche non strutturali, dell’Istituto Scolastico comprensivo di Isola delle Femmine Scuola Materna. - Codice– CUP E64H15001420006”.

L’anno 2019, il giorno 06 del mese di Novembre, con inizio alle ore 13,10 nella sala delle adunanze della Sede Comunale, si è riunita la Giunta Comunale convocata nelle forme di legge.

Previa l’osservanza delle formalità prescritte dalla vigente normativa, vennero oggi convocati a seduta i componenti la Giunta Comunale.

All’appello risultano:

Presenti:

Assenti:

BOLOGNA STEFANO

MANNINO ANGELO

PUCCIO ROSSELLA

CALTANISSETTA GIUSEPPE

LUCIDO ANNA MARIA

Riscontrata la validità della seduta dal numero degli intervenuti, il SINDACO BOLOGNA STEFANO, assume la Presidenza, dichiara aperta la seduta ed invita la giunta a deliberare sull’argomento di cui all’oggetto sopra indicato.

Partecipa il Segretario comunale AVV. ERNESTO AMADUCCI, il quale provvede alla redazione del presente verbale.

Il responsabile del settore V, arch. Gerlando Mallia, sottopone all'approvazione della Giunta Comunale la seguente proposta di deliberazione avente per oggetto:

“Approvazione del progetto esecutivo di interventi urgenti sul patrimonio scolastico finalizzati alla messa in sicurezza e alla prevenzione e riduzione del rischio connesso alla vulnerabilità degli elementi, anche non strutturali, dell’Istituto Scolastico comprensivo di Isola delle Femmine Scuola Materna. - Codice– CUP E64H15001420006”.

Importo complessivo: € 876.972,43

Progettista: SA&GI ENGIRING ARL

RUP: Arch. Gerlando Mallia

IL RESPONSABILE DEL SETTORE

Premesso che:

Con Determina n. 03 del 21/01/2014 del Responsabile del settore V, è stato incaricato l'arch. Sergio Valguarnera progettista e D.L mentre Responsabile Unico del Procedimento l’arch. Sandro D’Arpa;

L'Arch. Sergio Valguarnera ha redatto il progetto esecutivo costituito dai seguenti elaborati:

• Relazione tecnica e quadro economico

• Computo metrico estimativo

• Elenco prezzi unitari

• Analisi dei prezzi

• Capitolato speciale

• Schema di contratto

Con D.D.G. n. 490/Istr. del 22/2/2016 è stato approvato l’Avviso pubblico per l’aggiornamento del Piano Regionale di edilizia scolastica in attuazione dell’art. 10 del D.L. 12 settembre 2013, n. 104, convertito in legge 8 novembre 2013 n. 128, recante misure urgenti in materia di Istruzione, Università e Ricerca, individuando le risorse economiche per il finanziamento di progetti volti alla realizzazione di lavori su nuovi edifici o su edifici esistenti destinati alla pubblica istruzione.

Visto il progetto predisposto dall’arch. Sergio Valguarnera, con i seguenti elaborati:

• Relazione tecnica

• Computo metrico estimativo

• Elenco prezzi unitari

• Analisi dei prezzi

• Capitolato speciale

• Schema di contratto

e con il seguente quadro economico:
1 LAVORI SUDDIVISI IN:
A1 - Lavorazioni € 650.501,81
2 A2 - per oneri sicurezza non soggetti a ribasso il 2% € 13.010,04
A3 - Incidenza manodopera ( 28%) € 182.140,51
3 A4 - importo lavori soggetti a ribasso d'asta € 455.351,27
B) - SOMME A DISPOSIZIONE
1 B1 IVA al 22% su "A1" € 143.110,40
2 B2 incentivo art. 18 legge 109/94 € 13.010,04
3 B3 -Imprevisti ed arrotondamenti 10% € 65.050,18
4 B3 - Assicurazioni funzionari e spese gara € 5.000,00
5 b5 - contributo autorità di vigilianza € 300,00
€ 226.470,62 € 226.470,62
TOTALE PROGETTO € 876.972,43
QUADRO ECONOMICO
Con Delibera di Giunta n. 28 del 08/03/2016 veniva approvato il progetto inserito nell'elenco di cui all'Allegato n. 2 al D.D.G. n. 1207/Istr. del 31/3/2016 - Aggiornamento annuale del Piano del fabbisogno regionale in materia di edilizia scolastica per il triennio 2015-2017, e la conferma dell’attualità del Piano Annuale 2016, di cui all’art 10 del D.L. 12 settembre 2013, n. 104.
Con Decreto MIUR n. 2 del 03 Gennaio 2019, registrato alla Corte dei Conti in data 12 Marzo 2019, è stato finanziato l'intervento indicato nell'allegato "Q -Regione Siciliana" giusta comunicazione effettuata dall'Unione Europea, Regione Siciliana - Assessorato delle Infrastrutture e della Formazione Professionale - Dipartimento dell'Istruzione e della Formazione Professionale - Servizio XI - Intervento per l'edilizia scolastica ed Universitaria - p.llo n. 33666 del 27.03.2019, introitato al protocollo del Comune di Isola delle Femmine, in data 28.03.2019 - con il numero 3595;
Successivamente alla redazione del progetto già oggetto di finanziamento, sono state  reperite le agevolazioni PO FESR SICILIA 2014-2020 ASSE PRIORITARIO 10 Istruzione e Formazione obiettivo Specifico 10.7 Aumento della propensione dei giovani a permanere nei contesti formativi e miglioramento della sicurezza e della fruibilità degli ambienti scolastici Azione 10.7.1, grazie alle quali sono state eseguite le prove di laboratorio e le indagini strutturali i cui esisti hanno manifestato delle carenze qualitative sul manufatto di via San Giovanni Bosco;
Vista la nota del Sindaco, protocollo n. 7660 del 17.07.2019 con la quale viene evidenziata la necessità di procedere alla classificazione del rischio sismico degli edifici scolastici e disporre che l’Ufficio LLPP si adoperi a mettere in campo qualsivoglia iniziativa atta a preservare il finanziamento ottenuto, autorizzandolo, qualora ne riscontrasse la necessità, all’affidamento di incarichi a professionisti esterni;
Vista la nota protocollo n. 7691 del 25/07/2019 del Responsabile del V settore LLPP con la quale viene affidato l’incarico professionale per la classificazione sismica del manufatto di Via San Giovanni Bosco.
Vista la nota Prot. 10266 del 04/10/2019 del Responsabile del V Settore LLPP con la quale viene avviata la procedura per l’affidamento del servizio di progettazione esecutiva, direzione dei lavori e coordinamento in fase di esecuzione per i lavori di adeguamento sismico della scuola materna di via San Giovanni Bosco e miglioramento sismico del plesso di via Garibaldi;
Visto il verbale di gara protocollo n. 10526 del 11.10.2019 con il quale l’aggiudicatario è risultata la società Sa&Gi Engineering s.r.l. con il 13,04% pari ad € 7.861,73 sull’importo posto a base di gara; con un importo di aggiudicazione è quindi pari ad € 52.427,62 oltre IVA ed oneri previdenziali come per legge.
Vista la Determina del Responsabile del V Settore LLPP n.765 del 31/10/2019 di sostituzione RUP;
Vista la relazione istruttoria del Rup – p.llo n. 11259 del 31.10.2019;
Visto il verbale di validazione e verifica sottoscritto dal RUP e dal Progettista dell’intervento p.llo n. 11262 del 31.10.2019;
Visto il rapporto conclusivo di verifica del progetto - p.llo n. 11260 del 31.10.2019;
Visto il progetto esecutivo redatto dalla SA&GI ENGIRING A.R.L con i seguenti elaborati:

ENGIRING ARL, costituito dagli elaborati e con il quadro economico riportati in premessa, e che costituiscono parte integrante e sostanziale del presente atto;

Dare atto che l’importo complessivo di € 876.972,43 compreso IVA, necessari per l’esecuzione degli “interventi urgenti sul patrimonio scolastico finalizzati alla messa in sicurezza e alla prevenzione e riduzione del rischio connesso alla vulnerabilità degli elementi, anche non strutturali, dell’Istituto Scolastico comprensivo di Isola delle Femmine Scuola Materna. - Codice– CUP E64H15001420006” risulta finanziato con Decreto MIUR n. 2 del 03 Gennaio 2019, registrato alla Corte dei Conti in data 12 Marzo 2019, giusta comunicazione effettuata dall’Assessorato delle Infrastrutture e della Formazione Professionale - Dipartimento dell'Istruzione e della Formazione Professionale - Servizio XI - Intervento per l'edilizia scolastica ed Universitaria – con Pec protocollo n. 33666 del 27.03.2019, introitato al protocollo del Comune di Isola delle Femmine, in data 28.03.2019 - con il numero 3595;

Dare mandato al Responsabile dell’Ufficio Finanziario di prevedere le necessarie poste in entrata e di spesa, nel redigendo bilancio di previsione 2019/2021;

Dare mandato al Responsabile del Settore 5° - LL.PP. per quanto di competenza a provvedere a tutti gli adempimenti consequenziali, incluso l’assunzione dell’impegno di spesa;

Dichiarare immediatamente esecutiva la proposta di che trattasi, stante l’urgenza;

Dare mandato all’ufficio segreteria generale di trasmettere il presente atto anche al Responsabile dell’Ufficio AA.GG. quale responsabile del sito istituzionale e dell’accessibilità informatica e del complessivo procedimento di pubblicazione dei contenuti sul sito web istituzionale ai fini dell’obbligo di pubblicazione on-line nel sito dell’Amministrazione Trasparente del Comune di Isola delle Femmine ai sensi di quanto disposto dal Regolamento in materia di trasparenza e anticorruzione ai sensi del D.Lgs. n.33/13 e della Deliberazione di G.M. n.6 del 26/01/2018;

Dare, infine, mandato all’Ufficio di Segreteria Generale di trasmettere il presente atto al Responsabile per la pubblicazione per estratto dei contenuti sul sito web istituzionale ai fini dell’obbligo di pubblicazione on-line in ottemperanza agli obblighi previsti dalla L.R. n.11/2015.

Il responsabile del settore tecnico

F. to Arch. Gerlando Mallia

LA GIUNTA MUNICIPALE

Vista la superiore proposta di deliberazione, corredata dai pareri che si riportano in sintesi;

Ritenuta la stessa meritevole di approvazione;

Con votazione favorevole unanime eseguita nei modi e nelle forme di legge.


DELIBERA

Di approvare la superiore proposta di deliberazione: “Approvazione del progetto esecutivo di interventi urgenti sul patrimonio scolastico finalizzati alla messa in sicurezza e alla prevenzione e riduzione del rischio connesso alla vulnerabilità degli elementi, anche non strutturali, dell’Istituto Scolastico comprensivo di Isola delle Femmine Scuola Materna. - Codice– CUP E64H15001420006”.

Indi, con separata votazione favorevole unanime espressa per alzata di mano, accertata dal Sindaco Presidente, dichiara la presente deliberazione Immediatamente Esecutiva.



COMUNE DI ISOLA DELLE FEMMINE
(Provincia di Palermo)
Proposta n. 168 del 31-10-2019
PARERE TECNICO
In ordine alla regolarità tecnica della presente proposta, ai sensi dell’art. 49, comma 1, TUEL – D.Lgs. n. 267 del 18/08/2000, si esprime parere: PARERE FAVOREVOLE
Isola delle Femmine lì, 31-10-2019
Il Responsabile del Settore
F.to - MALLIA GERLANDO -
______________________________________________________________________________
PARERE CONTABILE
In ordine alla regolarità contabile della presente proposta, ai sensi dell’art. 49, comma 1, TUEL – D.Lgs. n. 267 del 18/08/2000, si esprime parere: PARERE FAVOREVOLE
Isola delle Femmine lì, 06-11-2019
Il Responsabile del Settore
F.to -Dott. Antonio Croce -


ELEZIONI AMMINISTRATIVE ISOLA DELLE FEMMINE 2014,CAPRITTI MICHELE,BOLOGNA STEFANO,SA&GI ENGIRING ARL AGRIGRENTO,MALLIA GERLANDO,APPALTI,TAG, SERGIO,D'ARPA SANDRO,RUP,SCUOLA MATERNA 


SCUOLA MATERNA ISOLA FINANZIAMENTO 289 MILA EURO PAG 27  GIUGNO 2006





D.D.G.. n 811

R E G I O N E S I C I L I A N A

ASSESSORATO DEI LAVORI PUBBLICI

DIPARTIMENTO LAVORI PUBBLICI

_______°_______

IL DIRIGENTE GENERALE

VISTO lo Statuto della Regione Siciliana;

VISTA la legge 11 febbraio 1994 n. 109, nel testo coordinato con le norme delle leggi regionali 2 agosto 2002 n. 7, 19 maggio 2003 n. 7 e successive modifiche e integrazioni;

VISTA la deliberazione di Giunta n. 248 del 24 luglio 2002, con la quale la Giunta Regionale ha approvato la rimodulazione e programmazione dei fondi dell’edilizia residenziale pubblica ed agevolata;
VISTA la deliberazione di Giunta n. 398 del 7 dicembre 2004;
CONSIDERATO che nelle suddette deliberazioni, è prevista la predisposizione di un bando pubblico per edilizia scolastica finalizzato ad opere di recupero di edifici scolastici esistenti, di ogni ordine e grado;
VISTO il D.A. n. 214 del 14/02/2005, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della Regione Siciliana dell’ 11/03/2005 n. 10, con il quale è stato approvato ed emanato il bando pubblico di selezione per l’esecuzione di opere di recupero e ristrutturazione di edifici scolastici esistenti, di ogni ordine e grado;
VISTO il D.A. n. 627 del 14/04/2005, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della Regione Siciliana del 22/04/2005 n. 17, con il quale sono state approvate le modifiche al bando pubblico di selezione di cui sopra e, per effetto di tali rettifiche è stata concessa una proroga al termine di presentazione delle istanze;
VISTA la nota Dirigenziale n. 468 del 20/09/2005 con la quale è stata costituita la Commissione incaricata di procedere alla valutazione delle istanze di finanziamento e della relativa documentazione allegata, così come previsto dal punto 9 del bando sopra citato ;
VISTO l’esito dell’istruttoria relativa alla selezione preliminare, effettuata dalla sopra citata Commissione, dal quale si evincono gli interventi non ammissibili alla valutazione atteso che le modalità di trasmissione dei plichi non risultavano conformi alle prescrizioni di cui ai punti 5 e 6 del bando (allegato “A”);
VISTO l’esito dell’istruttoria relativa alla valutazione dei progetti ammissibili, effettuata dalla sopra citata Commissione, dal quale si evincono gli interventi ritenuti esclusi (allegato “B”) con a fianco indicati i motivi di esclusione ed i progetti ammissibili al finanziamento (allegato “C”) con a fianco il punteggio assunto in base ai criteri di valutazione;
CONSIDERATO che l’esito dell’istruttoria effettuata dalla Commissione di cui sopra, su tutti i plichi pervenuti, è stata formalizzata nei verbali numerati dal n. 1 del 26/09/2005 al n. 39 del 16/01/2005;
CONSIDERATO che il bando in argomento prevede nelle sue finalità un equa ripartizione territoriale dei finanziamenti;
VISTA la deliberazione della Giunta Regionale n. 83 dell’8 marzo 2006 (CdP del POR Sicilia 2000/2006) con la quale sono state determinate le percentuali per ogni provincia ai fini della ripartizione delle risorse finanziarie;
RITENUTO di doversi applicare quali coefficienti percentuali per la ripartizione territoriale su base provinciale le percentuali di ripartizione totale sopra citate;
CONSIDERATO che con l’applicazione dei criteri sopra esposti è stata determinata la seguente ripartizione territoriale su base provinciale delle risorse di cui al bando in argomento:
Importo finanziamento
Provincia regionale assegnato
AGRIGENTO
€ 3.801.000,00
CALTANISSETTA
€ 2.310.000,00
CATANIA
€ 7.329.000,00
ENNA
€ 2.306.500,00
MESSINA
€ 4.270.000,00
PALERMO
€ 8.043.000,00
RAGUSA
€ 1.697.500,00
SIRACUSA
€ 2.408.000,00
TRAPANI
€ 2.835.000,00
TOTALE
€ 35.000.000,00
CONSIDERATO che si procederà al finanziamento dei progetti ammissibili (allegato “C”) nel rispetto dell’ordine di graduatoria e sino alla concorrenza della disponibilità finanziaria sul capitolo 672089 del bilancio della Regione Siciliana;
VISTO che in funzione delle risorse disponibili per ciascuna provincia, in alcuni casi non possono finanziarsi progetti per l’intero importo previsto;
CONSIDERATO che si ritiene opportuno utilizzare interamente le risorse disponibili;
RITENUTO pertanto di dovere destinare le somme residue e le disponibilità assegnate a ciascuna provincia, eventualmente non sufficienti a coprire l’intero ammontare del finanziamento richiesto, per il cofinanziamento degli interventi progressivamente inclusi in graduatoria sulla scorta del punteggio attribuito;
AI SENSI della legge e del regolamento sulla contabilità generale dello Stato
DECRETA
Art.1) E’ approvato l’elenco delle proposte ritenute non ammissibili in sede di valutazione preliminare pervenute a seguito del bando pubblico di selezione per l’esecuzione di opere di recupero e ristrutturazione di edifici scolastici esistenti, di ogni ordine e grado, atteso che le modalità di trasmissione dei plichi non risultavano conformi alle prescrizioni di cui ai punti 5 e 6 del bando stesso (allegato “A” che fa parte integrante del presente decreto).
Art.2) E’ approvato l’elenco delle proposte ritenute escluse in sede di valutazione pervenute a seguito del sopra citato bando con a fianco indicati i motivi di esclusione (allegato”B” che fa parte integrante del presente decreto) rilevabili dalla relativa legenda (allegato “D”)
Art.3) E’ approvato l’elenco delle proposte, pervenute a seguito del sopra citato bando, valutate positivamente con a fianco indicato il punteggio assunto in base ai criteri di valutazione, ammissibili al finanziamento nel rispetto dell’ordine di graduatoria e della disponibilità finanziaria del relativo capitolo di spesa (672089) del bilancio della Regione Siciliana, (allegato “C” che fa parte integrante del presente decreto).
Art.4) Le risorse relative ai progetti utilmente inseriti in graduatoria saranno rese disponibili con appositi provvedimenti.
Art.5) Le risorse provenienti da eventuali revoche, esclusioni, economie dei finanziamenti o ulteriori disponibilità finanziarie verranno utilizzate per il cofinanziamento di ulteriori interventi inclusi nelle stesse graduatorie attraverso lo scorrimento progressivo .
Art.6) Le somme residue e le disponibilità assegnate a ciascuna provincia, eventualmente non sufficienti a coprire l’intero ammontare del finanziamento richiesto, saranno utilizzate per il finanziamento degli interventi progressivamente inclusi in graduatoria sulla scorta del punteggio attribuito, a condizione che gli enti si dichiarino disponibili a coprire la differenza tra la somma risultante dalla proposta progettuale e la somma residuata e/o disponibile per ciascuna provincia.
Art.7) Le eventuali maggiori spese rispetto a quelle ammesse a finanziamento che si rendessero necessarie, per ogni singolo intervento, resteranno a carico dei rispettivi Enti;
Art.8) Il presente decreto sarà pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale della Regione Siciliana ed altresì sul sito ufficiale della Regione Siciliana www.regione.sicilia.it/lavori pubblici .
Palermo, lì. 21 giu. 2006
IL DIRIGENTE GENERALE
(CASARUBEA)





2009 20 OTTOBRE DELIBERA G.M. 96 RISTRUTTURAZIONE SCUOLA MATERNA 440 MILA EURO  2010 20  OTTOBRE RDS 2535 S7 01 389 MILA PIU' 51 MILA EURO CASSA DEPOSITI PRESTITI


Il Responsabile del Settore Tecnico, arch. Sandro D’Arpa, sottopone all'approvazione della Giunta Comunale la seguente proposta di deliberazione:
Approvazione nuovo quadro economico del progetto esecutivo dei lavori di "Ristrutturazione e adeguamento del corpo A della scuola materna di Isola delle Femmine Importo: € 440.000,00
Progettista: Ing. Nicolò Navarra
Responsabile unico del procedimento: arch. Sandro D’Arpa
LA GIUNTA COMUNALE
Relazione istruttoria:
Premesso che:
con Del.G.C. n° 104 del 09/06/2005 è stato approvato il progetto esecutivo dei lavori di “Ristrutturazione e adeguamento del corpo A della scuola materna di Isola delle Femmine” dell’importo complessivo di € 289.000,00 redatto dall’ing. Nicolo Navarra ,costituito dai seguenti elaborati:
1 Cartografie
2A Stato di fatto - planimetria generale
2B Progetto - planimetria generale
3A Stato di fatto - planimetrie
3B Progetto - planimetrie
4A Stato di fatto - prospetti e sezioni
4B Progetto - prospetti e sezioni
5 Relazione tecnica
6 Documentazione fotografica
7 Elenco prezzi
8 Analisi prezzi
9 Computo metrico estimativo
10 Capitolato speciale
11 Schema di contratto
12 Piano di manutenzione
13 Piano di sicurezza e di coordinamento
14 Cronoprogramma
15 Incidenza percentuale della manodopera
E1 Quadro fessurativo
E2 Particolare del puntellamento dei pilastri - pianta con indicazioni dei tipi di intervento
E3 Intervento sui pilastri
E4 Intervento sui pilastri
E5 Relazione geologica
E6 Relazione geotecnica
E7 Relazione di calcolo
E8 Tabulati di calcolo - verifica stato di fatto
E9 Tabulati di calcolo - verifica intervento
I1 Relazione tecnica impianto elettrico
I2 Schemi unifamiliari e particolari costruttivi della carpenteria
I3 Calcolo delle linee elettriche
I4 Verifica di protezione dalle scariche atmosferiche
I5 Calcoli illuminotecnici
e con il seguente quadro economico:
LAVORI A MISURA
Opere edili € 248.788,46
- impianto elettrico € 31.003,33
Totale lavori al lordo € 279.791,79 € 279.791,79
Oneri sicurezza (non soggetti a ribasso) € 8.393,75
Totale lavori da assoggettare a ribasso d’asta € 271.398,04
SOMME A DISPOSIZIONE
a- Imprevisti 5% ed arrotondamento € 13.071,28
b- Allacciamento a pubblici servizi (rete gas) € 4.000,00
c- Spese tecniche progetto e direzione lavori € 34.125,26
d- Spese tecniche coordinamento sicurezza € 8.957,88
e- Incentivo art.18 comma 1 1,5% € 4.196,87
f- CNPAIA + Ordine Professionale € 1.421,74
g- Spese di pubblicità € 6.000,00
h- I.V.A. lavori 10% € 27.979,18
i- I.V.A. 20% su c), d), e) € 9.456,00
Totale somme a disposizione € 109.208,21 € 109.208,21
Importo totale del progetto € 389.000,00
Con D.D. n.1314/S2 dell’Assessorato Lavori Pubblici è stato concesso il finanziamento della somma di €. 389.000,00 per la realizzazione dei “Lavori di ristrutturazione e adeguamento del corpo A della scuola materna”;
Con Deliberazione di G. M. n. 90 del 13/10/2009 sono state accettate le condizioni riportate nel suddetto Decreto Dirigenziale n. 1314/S2;
Che l’art. 4 del suddetto Decreto Dirigenziale recita “ogni maggiore onere necessario, a qualsiasi titolo, per il completamento dell’opera resta a carico del Comune di Isola delle Femmine”;
Considerato che:
è necessario provvedere all’aggiornamento dei prezzi del progetto esecutivo redatto nel 2005 ai prezzi contenuti nel vigente prezzario generale per le OO.PP. della Regione Siciliana, approvato
con D.P. 16/04/2009 e che il nuovo quadro economico risulta il seguente:
LAVORI A MISURA
- Opere edili € 306.245,29
- impianto elettrico € 32.259,56
Totale lavori al lordo € 338.504,85 € 338.504,85
Oneri sicurezza (non soggetti a ribasso) € 10.155.00
Totale lavori da assoggettare a ribasso d’asta € 328.345,00
SOMME A DISPOSIZIONE
a- Spese tecniche progetto e direzione lavori € 34.125,26
b- Spese tecniche coordinamento sicurezza € 16.500,00
e- Incentivo art.18 comma 1 1,5% € 5.077,50
f- CNPAIA + Ordine Professionale € 1.572,50
h- I.V.A. lavori 10% € 33.850,00
Totale somme a disposizione € 101.500,00 € 101500,00
Importo totale del progetto € 440.000,00

il progetto applica i prezzi contenuti nel vigente prezzario generale per le OO.PP. della Regione Siciliana, approvato con D.P. 16/04/2009 , oltre a nuovi prezzi, ritenuti congrui sulla base delle
analisi;
il maggiore onere verrà reperito con la devoluzione del mutuo della CC.DD.PP. posizione n° 4418035/00 approvato con determinazione del Responsabile dell’Ufficio Tecnico n° 106 del 02/10/2009;
il progetto risulta inserito nel programma triennale delle OO.PP.;
Occorre approvare lo schema di bando di gara per l'affidamento di lavori Ristrutturazione e adeguamento del corpo A della scuola materna di Isola delle Femmine;
Occorre indire pubblico incanto per l'appalto dei lavori da esperirsi ai sensi della Legge 109/94 nel testo coordinato con le norme della LL.RR. 7/2002 e successive modifiche ed integrazioni;
DELIBERA
di approvare il nuovo quadro economico del progetto esecutivo di "Ristrutturazione e adeguamento del corpo A della scuola materna di Isola delle Femmine ", scaturito dall’aggiornamento ai prezzi contenuti nel vigente prezzario generale per le OO.PP. della
Regione Siciliana, approvato con D.P. 16/04/2009;
approvare lo schema di bando di gara per l'affidamento per i lavori di Ristrutturazione e adeguamento del corpo A della scuola materna di Isola delle Femmine;
indire pubblico incanto per l'appalto dei lavori da esperirsi ai sensi della Legge 109/94 nel testo coordinato con le norme della LL.RR. 7/2002, e successive modifiche ed integrazioni;
dichiarare, vista l'urgenza, la presente deliberazione immediatamente esecutiva.
Si esprime parere favorevole sulla regolarità tecnica della superiore deliberazione
Il Responsabile del Settore
F.to arch. Sandro D’Arpa
Pareri ed attestazioni resi ai sensi e per gli effetti dell’art. 49 del t.u. sull’ordinamento degli enti locali, approvato
con D.lgs. 18/08/2000, n° 267, relativi alla proposta indicata in oggetto:
Si esprime parere favorevole sulla regolarità contabile della superiore deliberazione
Il Responsabile del Settore Finanziario
F.to rag. Biagio Fontanetta
LA GIUNTA COMUNALE
Vista la superiore deliberazione, corredata dei pareri prescritti;
Ritenuta meritevole di approvazione;
Con voti unanimi, espressi per alzata di mano, accertati e proclamati dal Sindaco
DELIBERA
Di approvare la superiore proposta di deliberazione, corredata dai prescritti pareri.
E considerata l'urgenza, con voti favorevoli espressi per alzata di mano, dichiara la presente


deliberazione immediatamente esecutiva


COMUNE DI ISOLA DELLE FEMMINE
Provincia di Palermo
Settore III - Servizio II
LL.PP., Manutenzioni, Dlgs.626/1994, Protezione civile, Patrimonio 1DETERMINAZIONE DEL RESPONSABILE DEL SETTORE III N 122 DEL 19/11/2009
Oggetto: Lavori di ristrutturazione ed adeguamento del corpo B della scuola materna di Isola delle Femmine - Redazione della documentazione tecnico-progettuale da allegare alla domanda di parere di conformità alla normativa antincendio relativa alla scuola materna corpo B - Liquidazione fattura n. 2 del 09/06/2008 – ing. Andrea Antonino Navarra.
Relazione istruttoria:
Premesso che:
con Del. G.C. n° 112 del 20 settembre 2001, è stato approvato il progetto di massima dei lavori di ristrutturazione ed adeguamento dei due complessi della scuola materna di Isola delle Femmine redatto dall'arch. Alberto Catalano, per l'importo complessivo di € 798.827,00;
con Del. G.C. n° 153 del 7 dicembre 2001 è stato affidato l'incarico di progettazione esecutiva, DL, misura e contabilità e coordinamento per la sicurezza agli arcch. Giacomo Collura e Ugo Madia;
la somma di € 342.000,00 per finanziare il lavori di cui all'oggetto, è così ripartita:
1. con fondi della regione siciliana, per l'importo di complessivi € 195.390,44, risultanti dalla somma di € 142.000,00 concessi con D.D.G. 1050 del 13 dicembre 2002, e di € 53.390,44 concessi con D.D.S. 867 del 13 ottobre 2003;
2. per l'importo di € 81.100,20 tramite mutuo con la CDP (pos. 4440001/00), risultante dalla devoluzione dei residui dei mutui pos. n° 4308874 e n° 4283268, concessa con determina del direttore generale della CDP del 16 settembre 2003;
3. .per l'importo complessivo di € 65.509,36 grazie all'utilizzo del residuo dei mutui CDP pos. n° 4247035, per l'importo di € 14.916,03, e pos. n° 4317308 per l'importo di € 50.593,33, concessi con autorizzazione n° 2128/03 del dirigente del servizio edilizia scolastica ed universitaria della regione siciliana, pervenuto all'Amm. comunale con nota ns. prot. 13128 del 16 settembre 2003, e relativamente ai quali si stanno perfezionando le procedure di concessione con la CDP;
 Con Del. G.C. 163 del 6 ottobre 2003 è stato approvato il progetto dei lavori di ristrutturazione e adeguamento dei due complessi della scuola materna di Isola delle Femmine - II stralcio esecutivo.
Con Del. G.C. n° 178 del 22 ottobre 2003 è stato approvato il relativo bando di gara dell'intervento in oggetto;
 I lavori sono stati affidati all'ATI costituita dalle imprese Cottone Marco, con sede in via duca degli Abruzzi, 151, S.Giuseppe Jato (PA) (capogruppo) e AERTECNO, srl (PA), con contratto repertorio 822/2004 del 13 aprile 2004;
L'impresa si è aggiudicata i lavori con il ribasso del 18,88% quindi per l'importo contrattuale di € 187.397,74, dati dalla somma di € 175.979,74 per lavorazioni oltre ad € 11.418,00 per sicurezza;

in data 26/04/2004 gli archh. Ugo Madia e Giacomo Collura, nella qualità di direttori dei lavori, consegnavano i lavori di ristrutturazione all’A.T.I. Impresa Geom. Marco Cottone e Aertecno s.r.l. aggiudicataria dell’appalto;
in data 03.06.04 è stato redatto dalla D.L. processo verbale di sospensione lavori, a causa del grave stato di conservazione delle strutture in cemento armato;
con la nota del DL ns. prot. n° 7093 del 9 giugno 2004, a seguito del grave degrado rilevato in sede di effettuazione dei lavori, si è chiesto di effettuare le indagini strutturali per l'importo presunto complessivo di € 6.295,01, IVA compresa al 20%;
Le indagini strutturali in sito e in laboratorio sono state eseguite dalla ditta Geolab srl, con sede a Palermo in via Guamaschelli n. 7 su incarico della D.L., che ha predisposto la realizzazione delle seguenti indagini: prelievi di campioni da sottoporre a prova meccanica, misura della profondità di carbonatazione, prove non distruttive col metodo combinato sclerometrico – ultrasonico che hanno evidenziato una situazione di degrado generalizzato delle parti strutturali dei due edifici.
Seguivano le dimissioni degli arcch. Madia e Collura, accettate con Del. Di G.M. n° 49 del 10/03/2005;
Con successiva Del. Di G.M. n° 95 del 19/05/2005 è stato conferito l’incarico di direttore dei lavori, misura, contabilità, liquidazione e assistenza al collaudo, coordinamento sicurezza dell’esecuzione dei lavori di cui sopra, all’ing. Nicolò Navarra che, in data 06/06/2005 prot. 6401 ha trasmesso un progetto di variante del corpo B individuando gli interventi e le tecnologie da porre in atto per il risanamento degli elementi costituenti la struttura, interventi da realizzare, insieme a quelli precedentemente previsti nel secondo stralcio esecutivo, solo su uno degli edifici che costituiscono il complesso scolastico, in particolare quello in cui sono già stati avviati i lavori, cioè quello indicato come corpo “B”;
 Quindi i lavori sono stati sospesi in data 01/02/2006, in attesa che il D.L. proponesse la perizia di variante e suppletiva di che trattasi;
In data 13/04/2006 il Sindaco con nota prot. n. 5324 ha trasmesso all’Assessorato Pubblica Istruzione la 2° perizia di variante e suppletiva di cui in oggetto, trasmessa dall’ing. Nicola Navarra in pari data;
La 2° perizia di variante, approvata con Deliberazione di G.M. n. 54 del 28/04/2006;
Visti:
la Del. di G.C. n. 92 del 03/09/2007, con la quale è stato approvato il conto finale e il certificato di regolare esecuzione;
la fattura n. 01 del 07/05/2007 dell'A.T.I. Cottone - Aertecno s.r.l. part. IVA 05306400820, con sede in via Duca degli Abruzzi, 151 a San Giuseppe Jato (PA), relativa al saldo finale di complessivi € 1.236,64, di cui € 1.124,22 imponibile ed € 112,42 per I.V.A. al 20%, acquisita al prot.n. 5374 del 08/05/2007  la fattura n. 9/07 dell'ing. Nicolò Navarra, relativa al saldo per la DL e per il coordinamento in fase di esecuzione, di complessivi € 34.077,10 da cui detrarre la ritenuta d'acconto del 20% pari ad €. 5.429,52, acquisita al prot.n. 8158 del 13/07/2007;
Considerato che :
lavori sono stati ultimati in tempo utile e corrispondono alle registrazioni fatte nei registri contabili dei quali è stata eseguita la revisione;
i lavori sono stati eseguiti a regola d’arte;
i lavori sono stati eseguiti in base ai termini contrattuali;
non risulta al responsabile del procedimento che l’impresa abbia fatto cessione di crediti a favore di terzi;
Sia la ditta esecutrice dei lavori che il professionista sono stati regolarmente pagati Per definire la pratica occorre richiedere il parere di conformità alla normativa ntincendio di cui all'art. 2 del DPR 12/01/1998 n. 37;
il personale tecnico dell'Amministrazione è indisponibile, poiché l'organico comunale è già interamente impegnato per i compiti istituzionali; 
Con Deliberazione di G.M. n. 29 del 19/03/2008 è stato affidato l'incarico per la redazione della documentazione tecnico-progettuale da allegare alla richiesta di parere di conformità alla normativa antincendio relativa alla scuola materna corpo B" all’ing. Andrea Antonino Navarra nato a Palermo il 14/06/1978 e residente in Palermo Via Castelforte n. 98 iscritto all’Ordine degli Ingegneri della Provincia di Palermo sez. A al n. 7118;
Con nota prot. n. 430 dell'8/01/2009 è stato emesso il parere di conformità antincendio relativo alla scuola materna corpo B ;
Vista la fattura n. 02 del 09/06/2008 presentata dall'Ing. Andrea Navarra, tecnico incaricato per la redazione della documentazione tecnico-progettuale da allegare alla domanda di parere di conformità alla normativa antincendio relativa alla scuola materna corpo B, pari ad € 3.000,00 compreso la ritenuta d'Acconto del 20% pari a € 588,24;
Vista la determina n. 25 dell’11/02/2009 del responsabile del settore III;
DETERMINA
Di revocare la determina n. 25 del 11/02/2009 del responsabile del settore Tecnico, in quanto il capitolo non presenta la disponibilità sufficiente alla liquidazione della fattura;
Di impegnare la somma di € 3.000,00 comprensivi di oneri accessori sul capitolo 2098 “incarichi a professionisti finanziati con gli oneri concessori”;
effettuare la liquidazione della fattura n. 02 del 09/06/2008 all'ing. Andrea Antonino Navarra, relativa al saldo per la redazione della documentazione tecnicoprogettuale da allegare alla domanda di parere di conformità alla normativa antincendio relativa alla scuola materna corpo B , di complessivi € 3.000,00 da cui detrarre la ritenuta d'acconto del 20% pari ad 588,24 acquisita al prot. n. 14516 del 28/11/2008, imputando la spesa sul capitolo 2098 “incarichi a professionisti finanziati con gli oneri concessori”;
di trasmettere copia del presente atto al responsabile del servizio finanziario, per l’emissione del mandato di pagamento, in favore dell'ing. Andrea Antonino Navarra, relativa al saldo per la redazione della documentazione tecnicoprogettuale da allegare alla domanda di parere di conformità alla normativa antincendio relativa alla scuola materna corpo B , di complessivi € 3.000,00 da cui detrarre la ritenuta d'acconto del 20% pari ad €. 588,24, mediante bonifico sul C/C della Banca INTESA San Paolo, con Codice IBAN IT35A0306904632615313326434. 
Il Responsabile del Settore
arch. Sandro D'Arpa
imp. 1320/09
Si esprime parere favorevole sulla copertura finanziaria.
Il Responsabile del Servizio
Finanziario
Rag. Biagio Fontanetta

2009 30 NOVEMBRE BANDO DI GARA LAVORI DI RISTRUTTURAZIONE CORPO A SCUOLA MATERNA CIG 0377366445  ISOLA DELLE FEMMINE D'ARPA SANDRO 


COMUNE DI ISOLA DELLE FEMMINE
Provincia di Palermo
RETTIFICA DEL BANDO DI GARA PUBBLICO INCANTO
Avvertenze: Ai fini del presente bando e dell’allegato disciplinare di gara di intende per “testo coordinato” il testo della legge 11 febbraio 1994 n. 109, recante la “Legge quadro in materia di lavori pubblici” coordinato con le norme della legge regionale 2 agosto 2002 n. 7 e successive modifiche
ed integrazioni nonché con le norme della legge regionale n. 16 del 29 novembre 2005 e della legge regionale n. 20 del 21/08/2008 e per “Codice “ il D. Lgs 13/014/2006 n. 163 e successive modifiche ed integrazioni. CODICE CIG 0377366445
1) Stazione appaltante: Comune di Isola delle Femmine, Largo C. Colombo n. 1, telefono 0918617217 – fax 0918617209
2) Procedura di gara: pubblico incanto ai sensi dell’art. 20, comma 1 del “testo coordinato”
3) Luogo, descrizione, natura e importo complessivo dei lavori, oneri per la sicurezza e modalità di pagamento delle prestazioni:
3.1) luogo di esecuzione: Isola delle Femmine;
3.2) descrizione: Lavori di ristrutturazione ed adeguamento del corpo A della scuola materna;
3.3) importo complessivo dell’appalto: €. 440.000,00 (quattrocentoquarantamila/00); categoria prevalente 0G1 classifica II
3.4) Importo a base d’asta: € 328.345,00 (diconsi Euro trecentoventottomilatrecentoquarantacinque/00)
3.5) oneri per l’attuazione dei piani della sicurezza non soggetti a ribasso: euro 10.155,00 (diconsi diecimilacentocinquantacinque/00);
3.6) somme a disposizione dell’Amministrazione : euro 101.500,00
3.7) lavorazioni di cui si compone l’intervento:
Lavorazioni Categoria Importo lavori (euro)
OPERE EDILI OG1 €. 328.345,00
La categoria prevalente OG1 è subappaltabile per una quota non superiore al 30%
3.8) modalità di determinazione del corrispettivo:
appalto con corrispettivo a misura ai sensi di quanto previsto dal combinato disposto degli artt. 19, comma 14 e 21, comma 1, del “testo coordinato”;
4) Termine di esecuzione: giorni 240 (duecentoquaranta) naturali e consecutivi decorrenti dalla data di consegna dei lavori.
5) CONTRIBUTO ALL’AUTORITA’ PER LA VIGILANZA SUI CONTRATTI PUBBLICI,
ai sensi dell’art.1, comma 67 della legge 23 dicembre 2005, n. 266 e della delibera dell’Autorità medesima dell’01/03/2009.
Per la partecipazione alla gara è dovuto, a pena di esclusione, il versamento di € 20,00 ( euro venti/00).
Le imprese partecipanti dovranno effettuare il suddetto pagamento con le seguenti modalità:
a) Versamento online, collegandosi al Servizio riscossione disponibile in home page sul sito web dell’autorità all’indirizzo http://www.avcp.it, seguendo le istruzioni disponibili sul portale, tramite: carta di credito ( Visa o MasteCard), carta poste pay, conto Banco Posta On Line oppure conto Banco Posta Imprese On Line. A riprova dell’avvenuta pagamento, l’impresa deve allegare all’offerta copia stampata dell’e-mail di conferma, trasmessa dal Servizio riscossione contributi e reperibile in qualunque momento mediante la funzionalità di “archivio dei pagamenti”;
b) Versamento sul conto corrente postale n. 73582561, intestato a “AUT. CONTR. PUBB.” Via di Ripetta, 246, 00186 Roma, presso qualsiasi ufficio postale. A riprova dell’avvenuto pagamento, l’impresa partecipante deve allegare all’offerta la ricevuta in originale del versamento ovvero fotocopia dello stesso corredata da dichiarazione di autenticità e copia di un documento di identità in corso di validità.
La causale del versamento deve riportare esclusivamente:
- Il codice fiscale del partecipante;
- Il CIG che identifica la procedura.
Gli estremi del versamento effettuato presso gli uffici postali devono essere comunicati al Servizio riscossione contributi disponibile all’indirizzo http://www.avcp.it. La stazione  appaltante è tenuta, ai fini dell’esclusione dalla gara del partecipante, al controllo, anche tramite l’accesso al SIMOG, dell’avvenuto pagamento, dell’esattezza dell’importo e della rispondenza del CIG riportato sulla ricevuta del versamento con quello assegnato alla procedura in corso.
6) Documentazione:
il disciplinare di gara contenente le norme integrative del presente bando relative alle modalità di partecipazione alla gara, alle modalità di compilazione e presentazione dell’offerta, ai documenti
da presentare a corredo della stessa ed alle procedure di aggiudicazione dell’appalto, nonché gli elaborati grafici, il piano di sicurezza, il capitolato speciale di appalto, l’elenco prezzi e lo schema di contratto sono visionabili presso l’ufficio LL.PP. di Isola delle Femmine nei giorni da lunedì a venerdì e nelle ore 10.00 – 12.00, è possibile acquistarne una copia, fino a 7 giorni antecedenti il termine di presentazione delle offerte, presso il medesimo Ufficio nei giorni feriali dalle ore 10.00 alle ore 12.00, sabato escluso, previo versamento di €. 50,00 (cinquanta) a tal fine
gli interessati ne dovranno fare prenotazione a mezzo fax inviato, cinque giorni prima della data di ritiro, alla stazione appaltante al numero di cui al punto 1); il bando di gara, il disciplinare di gara, sono, altresì, disponibili sul sito informatico dell’Osservatorio regionale dei lavori pubblici TUwww.osservatorio.lavoripubblici.sicilia.itUT. e sul sito www.comune.isoladellefemmine.pa.it;
7) Termine, indirizzo di ricezione, modalità di presentazione e data di apertura delle offerte:
7.1) termine di presentazione entro le ore 12,00 del 30/11/2009;
7.2) apertura delle offerte: prima seduta presso l’Ufficio LL.PP. alle ore 9.30 del giorno 01/12/2009;
7.3) indirizzo: Comune di Isola delle Femmine – Settore V- LL.PP. ;
7.4) modalità: secondo quanto previsto nel disciplinare di gara;
8) Soggetti ammessi all’apertura delle offerte: i legali rappresentanti dei concorrenti di cui al successivo punto 11, ovvero soggetti, uno per ogni concorrente, muniti di specifica delega loro
conferita dai suddetti legali rappresentanti.
9) CAUZIONE:
L’offerta dei concorrenti deve essere corredata di una cauzione provvisoria e dall’impegno di un fideiussore per il rilascio della garanzia fidejussoria, nella misura e nei modi previsti dai commi 1,2, 2-bis -2 ter dell’art. 30 del “testo coordinato”;
I contratti fideiussori ed assicurativi devono essere conformi allo schema di polizza tipo approvato dal Ministero delle Attività produttive con Decreto 12/03/2004, n. 123 ( G.U.R.I. n. 109 del 11/05/2004 S.O.), tenendo conto delle norme di cui al testo coordinato;
10) FINANZIAMENTO E MODALITA’ DI PAGAMENTO
Il finanziamento è stato assegnato al Comune di Isola delle Femmine con Decreto Direttoriale n. 1314/S2 dell’assessorato Lavori Pubblici.
11) Soggetti ammessi alla gara: i concorrenti di cui all’art. 10, comma 1, del “testo coordinato”,
costituiti da imprese singole di cui alle lettere a), b) e c), o da imprese riunite o consorziate, di cui alle lettere d), e) ed e-bis), ai sensi degli artt. 93, 94, 95, 96 e 97 del D.P.R. n. 554/99, ovvero da imprese che intendano riunirsi o consorziarsi ai sensi dell’art. 13, comma 5, del “testo coordinato”. E’ ammessa la partecipazione delle imprese di cui all’art. 34, comma 1 lettera f bis), del “Codice”.
12) Condizioni minime di carattere economico e tecnico necessarie per la partecipazione: (caso di concorrente stabilito in Italia):
i concorrenti all’atto dell’offerta devono possedere attestazione rilasciata da società di attestazione (SOA) di cui al D.P.R. n. 34/2000, regolarmente autorizzata, in corso di validità, che documenti il possesso della qualificazione in categorie e classifiche adeguate ai lavori da assumere ed essere in possesso o della certificazione relativa all’intero sistema di qualità o della dichiarazione della presenza di elementi significativi e tra loro correlati del sistema di qualità, rilasciata dai soggetti accreditati ai sensi delle norme europee della serie UNI CEI EN 45000, riportata nell’attestazione rilasciata dalla suddetta SOA, ai sensi del combinato disposto dell’art. 8, comma 3, lett. a) e b), del “testo coordinato” e dell’art. 4 del D.P.R. n. 34/2000, con le esenzioni e le cadenze di cui alla tabella requisito qualità, allegato B, al D.P.R. n. 34/2000; (caso di concorrente stabilito in altri Stati aderenti all’Unione europea): i concorrenti devono possedere i requisiti previsti dal D.P.R. n. 34/2000 accertati, ai sensi dell’art. 3, comma 7, del suddetto D.P.R. n. 34/2000, in base alla documentazione prodotta secondo le norme vigenti nei rispettivi paesi.
13) Termine di validità dell’offerta: 180 giorni dalla data di presentazione.
14) Criterio di aggiudicazione:
L’aggiudicazione sarà effettuata mediante il criterio del prezzo più basso inferiore a quello posto a base di gara al netto degli oneri per l’attuazione dei piani di sicurezza di cui al punto 3.4) del presente bando; il prezzo offerto deve essere determinato, ai sensi dell’art. 21, commi 1 e 1-bis, 1-bis2, i-bis3 ed 1-bis4 del “testo coordinato” mediante offerta espressa in cifra percentuale di ribasso, con 4 cifre decimali, sull’importo complessivo a base d’asta, applicabile uniformemente a tutto l’elenco prezzi posto a base di gara secondo le norme e con le modalità previste nel disciplinare di gara secondo le norme e con le modalità previste nel disciplinare di
gara. Si precisa che non si terrà conto delle eventuali cifre oltre la quarta.
L’aggiudicazione avverrà con le modalità di cui all’art. 21 commi 1 bis), 1 bis 1), 1 bis 2 ), 1 bis 3), 1 bis 4), del “testo coordinato”.
Nell’ipotesi che non si riesca ad addivenire all’aggiudicazione per effetto dell’applicazione del correttivo del decremento dello scarto aritmetico, si applicherà il procedimento previsto dalla Circolare dell’assessorato Regionale Lavori Pubblici del 03/10/2007, pubblicata sulla G.U.R.S.
n. 48 del 06/10/2007;
15) Varianti: non sono ammesse offerte in variante.
16) Altre informazioni:
a) non sono ammessi a partecipare alle gare soggetti privi dei requisiti generali di cui all’art. 75 del D.P.R. n. 554/99 e successive modificazioni e di cui all’art. 38, comma 1, lettere m) ed m/bis), m-ter) del “Codice en di cui alla legge n. 68/99;
b) non sono ammessi a partecipare alla gara soggetti che, al momento di presentazione dell’offerta, non dimostrino, con le modalità previste dal disciplinare di gara, la regolarità contributiva nei confronti degli enti previdenziali ed assicurativi INPS, INAIL e Cassa edile: 
c) non sono ammessi a partecipare alle gare soggetti che, al momento di presentazione dell’offerta, non dimostrino di aver versato la somma dovuta a titolo di contribuzione di cui al precedente punto 5);
d) saranno esclusi dalla gara i soggetti che non di attengono alle condizioni tutte previste dal presente bando, dal disciplinare di gara e dalla dichiarazione denominata “Clausole di Autotutela e Patto di Integrità” allegati allo stesso;
e) si procederà all’esclusione automatica delle offerte di maggiore e minore ribasso secondo le modalità previste dall’art. 21, comma 1-bis, del “testo coordinato”; nel caso di offerte in numero inferiore a 5 non si procede ad esclusione automatica ma la stazione appaltante ha comunque la facoltà di sottoporre a verifica le offerte ritenute anormalmente basse;
f) si procederà all’aggiudicazione anche in presenza di una sola offerta valida sempre che sia ritenuta congrua e conveniente;
g) in caso di offerte uguali si procederà immediatamente al sorteggio ai sensi dell’art. 21 comma 1. bis 3) del “testo coordinato”;
h) l’aggiudicatario deve prestare la garanzia fidejussoria definitiva nella misura e nei modi previsti dall’art. 30, comma 2, del “testo coordinato” e la garanzia di cui all’art. 30, comma 3, del “testo coordinato” e all’art. 103 del D.P.R. 554/1999 e s. m. , relativa alla copertura dei seguenti rischi:
- danni di esecuzione (CAR) con un massimale pari a € 210.000,00 (Euro duecentodiecimila/00) e con una estensione di garanzia di € 300.000,00 (Euro trecentomila/00) a copertura dei danni ad opere e impianti limitrofi;
- responsabilità civile (RCT) con un massimale di € 500.000,00 ( Euro cinquecentomila/00);
I contratti fideiussori ed assicurativi devono essere conformi rispettivamente allo schema di tipo 1.2 e 2.3 approvati dal ministero delle Attività Produttive con Decreto 12 marzo 2004 n. 123 ( GURI n. 109 dell’11/05/2004 S.O.), tenendo conto delle norme di cui al “testo coordinato”;
i) si applicano le disposizioni previste dall’art. 8, comma 11-quater, del “testo coordinato”;
j) le autocertificazioni, le certificazioni, i documenti e l’offerta devono essere in lingua italiana o corredati di traduzione giurata;
k) nel caso di concorrenti costituiti ai sensi dell’art. 10, comma 1, lett. d), e) ed e-bis), del “testo coordinato”, i requisiti di cui al punto 11 del presente bando devono essere posseduti, nella misura di cui all’art. 95, comma 2, del D.P.R. n. 554/99, qualora associazioni di tipo orizzontale e nella misura di cui all’art. 95, comma 3, del medesimo D.P.R. qualora associazioni di tipo verticali; i concorrenti possono essere costituiti in forma di associazione mista;
l) gli importi dichiarati da imprese stabilite in altro Stato membro dell’Unione europea, qualora espressi in altra valuta, dovranno essere convertiti in euro;
m) la contabilità dei lavori sarà effettuata:
ai sensi del titolo XI del D.P.R. n. 554/99, sulla base dei prezzi unitari di progetto; agli importi degli stati di avanzamento (SAL) verrà detratto l’importo conseguente al ribasso offerto calcolato, per fare in modo che l’importo degli oneri per l’attuazione dei piani di sicurezza di cui al punto 3.4) del presente bando non sia assoggettato a ribasso, con la seguente formula:
— [SAL*(1-IS)*R] (dove SAL = Importo stato di avanzamento;
IS = Importo oneri di sicurezza/Importo complessivo dei lavori;
R = Ribasso offerto); le rate di acconto saranno pagate con le modalità previste dall’art. 2 – Capo IV del Capitolato Speciale d’appalto;
n) i corrispettivi saranno pagati con le modalità previste dall’art. 2 – Capo IV del Capitolato
Speciale d’appalto;
o) gli eventuali subappalti saranno disciplinati ai sensi delle vigenti leggi mentre i noli e le forniture sono regolati dall’art. 21 della L.R. 20/99 e s.m.i.;
p) i pagamenti relativi ai lavori svolti dal subappaltatore o cottimista verranno effettuati dall’aggiudicatario che è obbligato a trasmettere, entro 20 giorni dalla data di ciascun pagamento effettuato, copia delle fatture quietanzate con l’indicazione delle ritenute a garanzie effettuate. Nell’ipotesi di cui all’art. 37, comma 11, del “Codice” la Stazione Appaltante provvederà alla corresponsione diretta all’appaltatore dell’importo delle prestazioni eseguite dallo stesso, nei limiti del contratto di subappalto. Si applica l’art. 18, comma 3, ultimo periodo del “Codice”;
q) ai sensi dell’art. 2 della Legge Regionale 20/11/08 n. 15 e s. m. ed integrazioni, l’aggiudicatario è obbligato ad indicare un conto corrente unico sul quale la Stazione Appaltante farà confluire le somme relative all’appalto e del quale l’aggiudicatario medesimo dovrà avvalersi per tutte le relative operazioni, compresi i pagamenti delle retribuzioni al personale da effettuarsi esclusivamente a mezzo di bonifico bancario o assegno circolare non trasferibile. Il mancato rispetto dei suddetti obblighi da parte dell’aggiudicatario comporterà la risoluzione del contratto per inadempimento. Il contratto verrà risolto anche nell’ipotesi che il legale rappresentante o uno dei dirigenti dell’impresa aggiudicataria siano rinviati a giudizio per favoreggiamento nell’ambito di procedimenti relativi a reati di criminalità organizzata ;
r) la stazione appaltante si riserva la facoltà di applicare le disposizioni di cui all’art. 2, comma 1, della legge regionale n. 16/2005, secondo la quale si applicano i commi 12, 12-bis, 12-ter,
12-quater e 12 quinquies dell’art. 5 del decreto legge 14 marzo 2005, n. 5, convertito con modifiche dalla legge 14 maggio 2005, n. 80;
s) ai soli fini di cui all’art. 10, comma 1-ter e ai sensi dell’art. 2, comma 1 L.R. 16/05, la Commissione di gara, dopo l’individuazione dell’aggiudicatario e del secondo in graduatoria, in caso di ribassi uguali, procederà a sorteggiare le imprese fino al quinto migliore offerente per l’applicazione delle disposizioni di cui alla precedente lettera r);
t) è esclusa la competenza arbitrale;
u) responsabile del procedimento: Arch. Sandro D'Arpa c/o Comune di Isola delle Femmine – Settore V Tecnico - Largo C. Colombo n° 1, tel. 091 8617216;
18) INFORMAZIONI PREFETTIZIE:
Per gli appalti di opere e lavori pubblici di importo pari o superiore a € 250.000,00 il Comune di Isola delle Femmine si riserva di acquisire sia preventivamente alla stipulazione dell’appalto, sia preventivamente all’autorizzazione dei sub contratti di qualsiasi importo le informazioni del Prefetto ai sensi dell’art. 10 del D.P.R. 252/98.
Qualora il Prefetto attesti, ai sensi dell’art. 10 del D.P.R. n. 252/98, che nei soggetti interessati emergono elementi relativi a tentativi di infiltrazioni mafiosa, la Stazione Appaltante procede all’esclusione del soggetto risultato aggiudicatario ovvero al divieto del subcontratto e nell’ambito delle gare d’appalto, sia in forma di procedure aperte, che ristrette e negoziate tutti gli uffici, e in particolare i responsabili dei procedimenti, nell’ambito della propria autonomia decisionale, dovranno considerare eccezionali, e
pertanto soggetti a obbligo di ampie e stringenti motivazioni, i provvedimenti di conferma della aggiudicazione di appalti di opere pubbliche in presenza di informative “supplementari atipiche” delle competenti prefetture.
19) TRATTAMENTO DATI PERSONALI:
Ai sensi dell’art. 13 del D. Lgs. 30/06/2003 n. 196 e s.m. ed integrazioni, i dati personali verranno raccolti per lo svolgimento delle funzioni istituzionali della Stazione Appaltante. I dati verranno trattati in modo lecito e corretto per il tempo non superiore a quello necessario agli scopi per i quali sono raccolti e trattati. Il trattamento dei dati personali avverrà nel rispetto delle norme di cui al Titolo III Capo II del D. Lgs. 196/03. L’interessato può far valere, nei confronti dell’Amministrazione Comunale, i diritti di cui all’art. 7, ai sensi degli artt. 8, 9 e 10 del D. Lgs. N. 196/2003.
F.to Il Dirigente
( Arch. Sandro D’Arpa)

























2010 20 OTTOBRE DRS 2535-2010 s7 (1) 2009 20 OTTOBRE DELIBERA G.M. 96 RISTRUTTURAZIONE SCUOLA MATERNA 440 MILA EURO  2010 20  OTTOBRE RDS 2535 S7 01 389 MILA PIU' 51 MILA EURO CASSA DEPOSITI PRESTITI



D.R.S. n. 2535/S7.01

Unione Europea

Repubblica Italiana

Regione Siciliana

Assessorato delle Infrastrutture e della Mobilità

Dipartimento delle Infrastrutture e della Mobilità e dei Trasporti Servizio 7° - Politiche Urbane e Abitative U.O. S7.01

Il Capo Servizio

VISTO lo Statuto della Regione Siciliana;

VISTA la legge regionale n. 12 del 12/05/2010 con la quale è stato approvato il bilancio della Regione Siciliana;

VISTA la legge 11 febbraio 1994 n. 109, nel testo coordinato con le norme della legge regionale 2 agosto 2002 n. 7 e successive modifiche ed integrazioni;

VISTO il decreto legislativo 18 giugno 1999 n. 200;

VISTA la legge regionale n. 19 del 16/12/2008;

VISTO il D.P.R.S. n. 12 del 5/12/2009;

VISTO il D.D.G. n. 3 del 20/01/2010 del dipartimento Regionale delle Infrastrutture, della Mobilità e dei Trasporti;
VISTO il D.D.G. n. 4 del 20/01/2010 del Dipartimento delle Infrastrutture, della Mobilità e dei Trasporti;
VISTO il D.P.R.S. n. 249 del 21/05/2010;
VISTO il D.D.G. n. 1712 del 26/07/2010;
VISTO il D.A. n. 214/12 del 14/02/2005 con il quale è stato approvato ed emanato il bando pubblico di selezione per l’esecuzione di opere di recupero e ristrutturazione di edifici scolastici esistenti, di ogni ordine e grado;
VISTO il D.A. n. 627/12 del 14/04/2005 con il quale sono state apportate modifiche al citato D.A.214/12 del 14/02/2005;
VISTA la nota n. 468 del 20/09/2005 con la quale il Dirigente Generale pro-tempore di questo Dipartimento Regionale LL.PP. ha nominato una Commissione per l’esame e la valutazione delle richieste pervenute;
VISTO il D.D.G. n. 811/12 del 21/6/2006, con il quale è stato, fra l’altro, approvato l’elenco delle proposte ritenute ammissibili al finanziamento secondo l’ordine di graduatoria determinato dal punteggio attribuito dalla Commissione di cui alla nota dirigenziale n. 468 del 20/09/2005;
VISTA la determina del Dirigente Generale pro-tempore di questo Dipartimento n. 113/E del 22/01/2008 relativo all’avviso di revoca della sospensione dell’esecutività del decreto n. 811/12 del 21/06/2006;
VISTO il D.D. n. 2612/S2 del 19/11/2008, vistato alla Ragioneria Centrale LL.PP. al n. 946 in data 27/11/08 e pubblicato nella G.U.R.S. n. 57 del 12/12/2008 con il quale, tenuto conto delle intervenute decisioni dell’Autorità giurisdizionale e delle determinazioni assunte dalla citata Commissione di valutazione, sono state apportate modifiche al D.D.G. n. 811/12 del 21/06/2006;
VISTO il D.D. n. 282/2009 dell’Assessorato Regionale Bilancio e Finanze con il quale è stata
iscritta la somma di euro 15.000.000,00 sul capitolo 672089; VISTO il D.D. n 741/2009 dell’Assessorato Regionale Bilancio e Finanze con il quale è stata iscritta la somma di euro 20.000.000,00 sul capitolo 672089;

VISTO il D.D. n. 767 del 24/05/2010 dell’Assessorato dell’Economia con la quale è stata iscritta la somma di €. 8.288.060,28 ( 35.000.000,00 – 26.711.939,72 ) al capitolo 672089,
considerato che nell’esercizio 2009 è stata finanziata e prenotata la somma di €. 26.711.939,72;
VISTA la determina sindacale del 10/06/2005 con la quale è stato nominato l’Arch. Sandro D’Arpa responsabile unico del procedimento ai sensi del comma 1 dell’art. 7 della legge 109/94, nel testo coordinato con le norme della legge regionale n. 7/02 e s.m.i., relativamente ai lavori di ristrutturazione ed adeguamento del corpo A della scuola materna;
VISTO il D.D. n. 1314 del 10/08/2009, vistato dalla Ragioneria Centrale LL.PP. al n. 20 – scheda n. 20 con il quale è stata prenotata la somma di €. 389.000,00 sul capitolo 672089 in favore del Comune di Isola delle Femmine per lavori di ristrutturazione ed adeguamento del corpo A della scuola materna;
VISTO il D.D. n. 2525 del 18/12/2009, vistato dalla Ragioneria Centrale di questo Dipartimento al n. 44 – scheda n. 20 – con il quale è stata mantenuta in bilancio, quale residuo di stanziamento, in favore del Comune suddetto la somma di €. 389.000,00 sul capitolo 672089;
VISTA la nota dell’Amministrazione Comunale prot. n. 12569 del 20/09/2010 con la quale, a seguito dell’aggiornamento dei prezzi al vigente prezziario regionale, trasmette il nuovo Q.T.E. così distinto:
LAVORI A MISURA
Totale lavori al lordo €. 338.500,00
Oneri sicurezza (non soggetti a ribasso) €. 10.155,00
Totale lavori da assoggettare a ribasso d’asta €. 328.345,00
Somme a disposizione dell’Amministrazione
a Spese tecniche progetto e direzione lavori €. 44.500,00
b Spese tecniche coordinamento sicurezza €. 16.500,00
c Incentivo art. 18 comma 1 – 1,5% €. 5.077,50
d CNPAIA + Ordine Professionale €. 1.572,50
e I.V.A. sui lavori 10% €. 33.850,00
Totale somme a disposizione €. 101.500,00
Importo totale del progetto €. 440.000,00
VISTO il Verbale di gara del 2/02/2010, dal quale si evince che i lavori sono stati aggiudicati  all’impresa Coci Antonino con sede in Sinagra (ME) via Santa Maria Xilona con il ribasso d’asta del 7,3152 pari ad €. 24.019,09;
VISTO il contratto rep. n. 872/2010 tra il Comune di Isola delle Femmine e l’impresa suddetta;
CONSIDERATO che il Comune di Isola delle Femmine ha assunto l’onere di partecipare alla spesa con fondi propri per un importo di €. 51.000,00 e che per tale finalità ha contratto un mutuo con la Cassa DD.PP. giusta delibera di G.M. n. 96 del 20/10/2009 (440.000,00 – 389.000,00 = 51.000,00);
RITENUTO di dovere detrarre, dall’importo complessivo del nuovo Q.T.E., l’88,41 del ribasso d’asta pari ad €. 21.235,27 quale quota spettante a questa Amministrazione Regionale e la somma di €.  1.000,00 (440.000,00 – 389.000,00 = 51.000,00) quale quota spettante all’Amministrazione Comunale, quest’ultima determinata dalla differenza dell’importo totale del Q.T.E. rimodulato e la somma finanziata con D.D. n. 1314 del 10/082009;
CONSIDERATO pertanto, che per quanto sopra evidenziato, il finanziamento regionale si riduce ad €. 367.764,73 (440.000,00 – 21.235,27 - 51.000,00 = 367.764,73);
RITENUTO di dovere assumere l’impegno definitivo della somma di €. 367.764,73 per i lavori di  he trattasi sul cap. 672089 del bilancio della Regione Siciliana per l’esercizio in corso;
AI SENSI della legge e del regolamento sulla contabilità generale dello Stato DECRETA
ART.1) Sulla scorta del progetto presentato e con riferimento alla graduatoria degli interventi, approvata con D.D. n. 2612/S2 del 19/11/08, è impegnata la somma di €. 367.764,73 in favore del Comune di Isola delle Femmine, tale somma è decurtata del ribasso d’asta pari ad €. 21.235,27 e dell’importo di €. 51.000,00 che l’Amministrazione comunale ha impegnato mediante l’accensione di mutuo con la Cassa DD.PP. per la realizzazione dei “lavori di ristrutturazione e adeguamento del corpo A della scuola materna;
ART.2) alla spesa di €. 367.764,73, che graverà sul capitolo 672089 del Bilancio della Regione Siciliana per l’esercizio in corso, si farà fronte con la somma mantenuta in bilancio, quale residuo di stanziamento, giusta D.D. n. 2525 del 18/12/2009;
ART.3) il Comune di Isola delle Femmine è responsabile di tutti gli adempimenti necessari per pervenire alla realizzazione dell’opera secondo le disposizioni della L. 109/94, nel testo recepito con L.R. 7/02 e s.m.i.;
ART.4) ogni maggiore onere necessario, a qualsiasi titolo, per il completamento dell’opera resta a carico del Comune di Isola delle Femmine ;
ART.5) il presente decreto sarà trasmesso alla Ragioneria Centrale delle Infrastrutture e Mobilità per il visto di competenza.
Palermo, lì 20/10/2010
Il Dirigente della U.O. S7.01 Il Capo Servizio
Frisina arch. Natale Dott.ssa Belinda Vacirca




















2011 6 APRILE DETERMINA D'ARPA 35 FATTURA NAVARRA NICOLO SCUOLA MATERNA

COMUNE DI ISOLA DELLE FEMMINE
Provincia di Palermo
DETERMINAZIONE DEL CAPO DEL SETTORE 5° - TECNICO-MANUTENTIVO
N. 35 DEL 06/04/2011
Oggetto: Liquidazione della fattura n. 05 del giorno 11/11/2009 all’Ing. Nicolò Navarra per l’incarico di progettazione, direzione lavori, contabilità, misura, liquidazione ed assistenza al collaudo, coordinamento sicurezza dei lavori di “Ristrutturazione ed adeguamento del corpo A della scuola materna “-.
Codice CUP: E63B05000120006
IL RESPONSABILE DEL V SETTORE
Premesso che:
• Con Deliberazione di G.M. n° 95 del 19/05/2005 è stato affidato l'incarico di DL, misura contabilità, liquidazione ed assistenza al collaudo, coordinamento per la sicurezza in fase di progettazione ed esecuzione dei lavori di ristrutturazione dei due plessi della scuola materna di Isola delle Femmine, all'Ing. Nicolò Navarra;
• In data 06/06/2005 con nota prot. n. 6401 il professionista incaricato ha trasmesso un progetto di ristrutturazione ed adeguamento del corpo A della scuola materna del Comune di Isola delle Femmine;
• Con Deliberazione di G.M. n° 104 del 09/06/2005 è stato approvato il progetto esecutivo Dei lavori di "Ristrutturazione ed adeguamento del corpo A della scuola materna di Isola delle Femmine" dell'importo complessivo di € 289.000,00 redatto dall'Ing. Nicolò
Navarra costituito dai seguenti elaborati:
1 Corografie
2A Stato di fatto - planimetria generale
2B progetto - planimetria generale
3A Stato di fatto - planimetrie
3B progetto - planimetrie
4A Stato di fatto - prospetti e sezioni
4B Progetto - prospetti e sezioni
5 Relazione Tecnica
6 Documentazione fotografica
7 Elenco prezzi
8 Analisi prezzi
9 Computo metrico estimativo
10 Capitolato Speciale
11 Schema di contratto
12 Piano di manutenzione
13 Piano di sicurezza e di coordinamento 
14 Cronoprogramma
15 Incidenza percentuale della manodopera
E1 Quadro fessurativo
E2 particolare del puntellamento piastri - pianta con indicazione dei tipi di intervento
E3 Intervento sui pilastri
E4 Intervento sui pilastri
E5 Relazione geologica
E6 relazione geotecnica
E7 Relazione di calcolo
E8 tabulati di calcolo - verifica stato di fatto
E9 tabulati di calcolo - verifica intervento
I1 Relazione tecnica impianto elettrico
I2 Schemi unifamiliari e particolari costruttivi della carpenteria
I3 calcolo delle linee elettriche
I4 verifica di protezione dalle scariche atmosferiche
I5 calcoli illuminotecnici
E con il seguente quadro economico:
A € 271.398,04
A1 Opere edili € 248.788,46
A2 Impianto elettrico € 31.003,33
A3 Oneri per la sicurezza € 8.393,75
B Somme a disposizione € 109.208,21
B1 Imprevisti 5% ed arrotondamento € 13.071,28
B2 impreAllacciamento a pubblici servizi € 4.000,00
B3
Spese tecniche progetto e direzione
lavori
€ 34.125,26
B4
Spese tecniche coordinamento
sicurezza
€ 8.957,88
B5 Incentivo art. 18 comma 1 € 4.196,87
B6 CNPAIA +Ordine professionale € 1.421,74
B7 Spese di pubblicità € 6.000,00
B8 IVA lavori 10% € 27.979,18
B9 IVA 20% su B3,B4, B5 € 9.456,00
Totale € 389.000,00
Lavori, suddivisi in:
• Con D.D. n. 1314/S2 dell'Assessorato Lavori Pubblici è stato concesso il finanziamento della somma di € 389.000,00 per la realizzazione dei lavori di "Ristrutturazione ed adeguamento del corpo A della scuola materna di Isola delle Femmine"
• Con Deliberazione di G.M. n. 90 del 13/10/2009 sono state accettate le condizioni riportate nel decreto Dirigenziale n. 1314/S2;
• Con Deliberazione di G.M. n.80 del 22/07/2010 è stato approvato il quadro economico del progetto scaturito dall'aggiornamento dei prezzi al vigente prezziario regionale delle OO.PP. della Regione Siciliana approvato con D.P. 16/04/2009 che risulta essere il seguente: A € 338.500,00
A1 Opere edili € 306.245,56
A2 Impianto elettrico € 32.259,56
A3 Oneri per la sicurezza € 10.155,00
B Somme a disposizione € 101.500,00
B3
Spese tecniche progetto e direzione lavori
€ 44.500,00
B4
Spese tecniche coordinamento sicurezza
€ 16.500,00
B5 Incentivo art. 18 comma 1 € 5.077,50
B6 CNPAIA +Ordine professionale € 1.572,50
B8 IVA lavori 10% € 33.850,00
B9 Totale € 440.000,00 Lavori,
• Che in data 22/01/2010, a seguito di pubblico incanto esperito ai sensi della Legge 109/1994 così come modificata ed integrata dalla L. Regionale n. 7/2002 e successive modifiche ed integrazioni, si è proceduto all'aggiudicazione provvisoria dell'appalto dei lavori di "ristrutturazione ed adeguamento del corpo A della scuola materna " in favore della Ditta COCI ANTONINO con sede in Sinagra (ME), che ha offerto il ribasso percentuale del 7,3152%;
Con Determinazione del Responsabile del Settore Tecnico n. 22 del 09/03/2010 si è aggiudicato definitivamente l'appalto di che trattasi alla ditta COCI ANTONINO con sede in Sinagra (ME), Partita IVA 01648970836, che ha offerto il ribasso percentuale pari al 7,3152%, per l'importo complessivo netto pari ad € 304.325,90 oltre € 10.155,00 per oneri di sicurezza non soggetti a ribasso;
• Che con verbale del 13/05/2010 il direttore dei lavori, ha proceduto alla consegna dei lavori in via d'urgenza;
Che in data 06/05/2010 si è stipulato il contratto Rep. N. 872/2010, con la ditta Coci Antonino relativo ai lavori di "ristrutturazione ed adeguamento del corpo A della scuola materna";
• La ditta Coci Antonino ha trasmesso una nota con l'indicazione del conto corrente unico relativo ai lavori di cui all'oggetto;
• Vista la nota prot. 17913 del 24/12/2010 con la quale il Direttore dei Lavori ha chiesto la proroga del termine fissato per l'ultimazione dei lavori, vista la difficoltà di alcune delle lavorazioni eseguite;
• Vista la proroga concessa dal R.U.P. di ulteriori giorno 120 (centoventi);
Visti:
• la fattura n° 05 del giorno 11/11/2009 emessa dall'Ing. Nicolò Navarra per le competenze di progettazione, direzione lavori, contabilità, misura, liquidazione ed assistenza al collaudo, coordinamento sicurezza dei lavori di "Ristrutturazione ed adeguamento del corpo A della scuola materna di Isola delle Femmine", dell'importo di € 34.272,00 di cui € 28.000,00 come imponibile, € 560,00 come CNPAIA 2%, € 5.712,00 per IVA al 20% a cui vanno detratti € 5.600,00 quale ritenuta d'acconto al 20%;
• la L.109/1994, come introdotta e modificata dalla L.R. 7/2002 e dalla L.R. 7/2003, il DPR 554/1999; 
DETERMINA
di liquidare all'Ing. Nicolò Navarra la fattura n° 05 del giorno 11/11/2009 emessa dall'Ing. Nicolò Navarra per le competenze di progettazione, direzione lavori, contabilità, misura, liquidazione ed assistenza al collaudo, coordinamento sicurezza dei lavori di "Ristrutturazione ed adeguamento del corpo A della scuola materna di Isola delle Femmine", dell'importo di € 34.272,00 di cui € 28.000,00 come imponibile, € 560,00 come CNPAIA 2%, € 5.712,00 per IVA al 20% a cui vanno detratti € 5.600,00 quale ritenuta d'acconto al 20%, imputando la spesa sul capitolo 672089 della Tesoreria Regionale da parte dell'Assessorato Infrastrutture e Mobilità, pagabile mediante ordinativi;
di trasmettere copia del presente atto al responsabile del servizio finanziario, per l'emissione del mandato di pagamento, in favore dell'Ing. Nicolò Navarra con studio in Palermo Via Castelforte 98, Partita IVA 00569120827, mediante bonifico sul C/C presso BANCA INTESA SAN PAOLO Filiale Favorita Palermo, Piazza Vittorio Veneto 2/d - con Codice IBAN IT 84G03069 04632 018646470181.
Il Responsabile del Settore

arch. Sandro D'Arpa

2011 7 GIUGNO V SETTORE N 85 SCUOLA MATERNA D.D. 1334 S2  CIG 0377366445 DITTA COCI ANTONINO  389 MILA FINAZIATO  GARA  LAVORI MUNICIPIO NAVARRA

COMUNE DI ISOLA DELLE FEMMINE
Provincia di Palermo
DETERMINAZIONE DEL CAPO DEL SETTORE 5° - TECNICO-MANUTENTIVO
N. 85 DEL 07/06/2011
Oggetto: liquidazione a saldo della fattura n. 03 del 23/05/2011 relativa al II SAL dei lavori di “Ristrutturazione ed adeguamento del corpo A della scuola materna “- Ditta Coci Antonino.
Codice CUP: E63B05000120006
IL RESPONSABILE DEL V SETTORE
Premesso che:
• Con Deliberazione di G.M. n° 95 del 19/05/2005 è stato affidato l'incarico di DL, misura contabilità, liquidazione ed assistenza al collaudo, coordinamento per la sicurezza in fase di progettazione ed esecuzione dei lavori di ristrutturazione dei due plessi della scuola materna di Isola delle Femmine, all'Ing. Nicolò Navarra;
• In data 06/06/2005 con nota prot. n. 6401 il professionista incaricato ha trasmesso un progetto di ristrutturazione ed adeguamento del corpo A della scuola materna del Comune di Isola delle Femmine;
• Con Deliberazione di G.M. n° 104 del 09/06/2005 è stato approvato il progetto esecutivo Dei lavori di "Ristrutturazione ed adeguamento del corpo A della scuola materna di Isola delle Femmine" dell'importo complessivo di € 289.000,00 redatto dall'Ing. Nicolò Navarra costituito dai seguenti elaborati:
1 Corografie
2A Stato di fatto - planimetria generale
2B progetto - planimetria generale
3A Stato di fatto - planimetrie
3B progetto - planimetrie
4A Stato di fatto - prospetti e sezioni
4B Progetto - prospetti e sezioni
5 Relazione Tecnica
6 Documentazione fotografica
7 Elenco prezzi
8 Analisi prezzi
9 Computo metrico estimativo
10 Capitolato Speciale
11 Schema di contratto
12 Piano di manutenzione
13 Piano di sicurezza e di coordinamento
14 Cronoprogramma
15 Incidenza percentuale della manodopera
E1 Quadro fessurativo
E2 particolare del puntellamento piastri - pianta con indicazione dei tipi di
intervento
E3 Intervento sui pilastri
E4 Intervento sui pilastri
E5 Relazione geologica
E6 relazione geotecnica
E7 Relazione di calcolo
E8 tabulati di calcolo - verifica stato di fatto
E9 tabulati di calcolo - verifica intervento
I1 Relazione tecnica impianto elettrico
I2 Schemi unifamiliari e particolari costruttivi della carpenteria
I3 calcolo delle linee elettriche
I4 verifica di protezione dalle scariche atmosferiche
I5 calcoli illuminotecnici
E con il seguente quadro economico:
A € 271.398,04
A1 Opere edili € 248.788,46
A2 Impianto elettrico € 31.003,33
A3 Oneri per la sicurezza € 8.393,75
B Somme a disposizione € 109.208,21
B1 Imprevisti 5% ed arrotondamento € 13.071,28
B2 impreAllacciamento a pubblici servizi € 4.000,00
B3
Spese tecniche progetto e direzione
lavori
€ 34.125,26
B4
Spese tecniche coordinamento
sicurezza
€ 8.957,88
B5 Incentivo art. 18 comma 1 € 4.196,87
B6 CNPAIA +Ordine professionale € 1.421,74
B7 Spese di pubblicità € 6.000,00
B8 IVA lavori 10% € 27.979,18
B9 IVA 20% su B3,B4, B5 € 9.456,00
Totale € 389.000,00
Lavori, suddivisi in:
• Con D.D. n. 1314/S2 dell'Assessorato Lavori Pubblici è stato concesso il finanziamento della somma di € 389.000,00 per la realizzazione dei lavori di "Ristrutturazione ed adeguamento del corpo A della scuola materna di Isola delle Femmine"
• Con Deliberazione di G.M. n. 90 del 13/10/2009 sono state accettate le condizioni riportate nel decreto Dirigenziale n. 1314/S2;
• Con Deliberazione di G.M. n.80 del 22/07/2010 è stato approvato il quadro economico del progetto scaturito dall'aggiornamento dei prezzi al vigente prezziario regionale delle OO.PP. della Regione Siciliana approvato con D.P. 16/04/2009 che risulta essere il seguente:
A € 338.500,00
A1 Opere edili € 306.245,56
A2 Impianto elettrico € 32.259,56
A3 Oneri per la sicurezza € 10.155,00
B Somme a disposizione € 101.500,00
B3
Spese tecniche progetto e direzione
lavori
€ 44.500,00
B4
Spese tecniche coordinamento
sicurezza
€ 16.500,00
B5 Incentivo art. 18 comma 1 € 5.077,50
B6 CNPAIA +Ordine professionale € 1.572,50
B8 IVA lavori 10% € 33.850,00
B9 Totale € 440.000,00
Lavori,
• Che in data 22/01/2010, a seguito di pubblico incanto esperito ai sensi della Legge 109/1994 così come modificata ed integrata dalla L. Regionale n. 7/2002 e successive modifiche ed integrazioni, si è proceduto all'aggiudicazione provvisoria dell'appalto dei lavori di "ristrutturazione ed adeguamento del corpo A della scuola materna " in favore della Ditta COCI ANTONINO con sede in Sinagra (ME), che ha offerto il ribasso percentuale del 7,3152%;
• Con Determinazione del Responsabile del Settore Tecnico n. 22 del 09/03/2010 si è aggiudicato definitivamente l'appalto di che trattasi alla ditta COCI ANTONINO con sede in Sinagra (ME), Partita IVA 01648970836, che ha offerto il ribasso percentuale pari al 7,3152%, per l'importo complessivo netto pari ad € 304.325,90 oltre € 10.155,00 per oneri di sicurezza non soggetti a ribasso;
• Che con verbale del 13/05/2010 il direttore dei lavori, ha proceduto alla consegna dei lavori in via d'urgenza;
• Che in data 06/05/2010 si è stipulato il contratto Rep. N. 872/2010, con la ditta
Coci Antonino relativo ai lavori di "ristrutturazione ed adeguamento del corpo A della scuola materna";
• La ditta Coci Antonino ha trasmesso una nota con l'indicazione del conto corrente unico relativo ai lavori di cui all'oggetto;
• Vista la nota prot. 17913 del 24/12/2010 con la quale il Direttore dei Lavori ha chiesto la proroga del termine fissato per l'ultimazione dei lavori, vista la difficoltà di alcune delle lavorazioni eseguite;
• Vista la proroga concessa dal R.U.P. di ulteriori giorno 120 (centoventi);
• Vista la determinazione del responsabile del V settore n. 33 del giorno 05/04/2011 relativa alla liquidazione a saldo della fattura n. 04 del 07/10/2010 per il I SAL dei lavori di che trattasi;
• Vista la fattura n. 01 del 14/02/2011 relativa al II SAL dei lavori di ristrutturazione ed adeguamento del corpo A della scuola materna di Isola delle Femmine;
• Considerato che in fase di esecuzione dei lavori di adeguamento degli edifici scolastici, si è ravvisata la necessità di redigere una perizia di variante, con alcune lavorazioni differenti rispetto a quelle inizialmente previste nel progetto originario;
• Vista la Deliberazione di G.M. n. 67 del giorno 03/06/2011 con la quale è stata approvata la variante ai lavori di "Ristrutturazione ed adeguamento del corpo A della scuola materna di isola delle Femmine"
Visti:
• la documentazione relativa al II° SAL ed il Computo metrico delle lavorazioni eseguite al 14/02/2011;
• il certificato di pagamento del RUP n° 2 del 14/02/2011 per l'importo di € 65.420,00 per lavorazioni IVA esclusa;
• la fattura n° 01 del 14/02/2011 dell'impresa Coci Antonino, relativa al II SAL, per l'importo di € 65.420,00 per lavori più € 6.542,00 per IVA al 10% e quindi per la somma complessiva di € 71.962,00;
• la nota dei credito relativa alla fattura n. 01 del 14/02/2011 introitata al protocollo di questo Comune in data 23/05/2011 al n. 8467;
• Vista la fattura n. 3 del 23/05/2011 relativa al II SAL dei lavori di ristrutturazione ed adeguamento del corpo A della scuola materna di Isola delle Femmine dell'importo complessivo di € 71.962,00 di cui € 65.420,00 come imponibile ed € 6.542,00 per IVA al 10%;
• la documentazione relativa al pagamento agli enti previdenziali;
• la L.109/1994, come introdotta e modificata dalla L.R. 7/2002 e dalla L.R. 7/2003, il DPR 554/1999;
DETERMINA
di liquidare alla ditta Coci Antonino, con sede in sede in Sinagra (ME), Partita IVA 01648970836 la fattura n. 03 del 23/05/2011, relativa al II SAL dei lavori di "Ristrutturazione ed adeguamento del corpo A della scuola materna di Isola delle Femmine", per un importo complessivo di € 71.962,00 di cui € 65.420,00 per lavori ed € 6.542,00 per IVA al 10% imputando la spesa sul capitolo 672089 della Tesoreria Regionale da parte dell'Assessorato Infrastrutture e Mobilità, pagabile mediante ordinativi;
di trasmettere copia del presente atto al responsabile del servizio finanziario, per l'emissione del mandato di pagamento, in favore della ditta Coci Antonino mediante bonifico sul C/C della Banca Credito Siciliano agenzia di Sinagra, Codice IBAN IT 96 V
03019 82570 000008112461.
Il Responsabile del Settore

arch. Sandro D'Arpa

2011 17 GIUGNO V SETTORE N 92 SCUOLA MATERNA D.D. 1334 S2  CIG 0377366445 DITTA COCI ANTONINO  389 MILA FINANZIATO  GARA  LAVORI MUNICIPIO NAVARRA

COMUNE DI ISOLA DELLE FEMMINE
Provincia di Palermo
DETERMINAZIONE DEL CAPO DEL SETTORE 5° -  TECNICO-MANUTENTIVO N. 92 DEL 17/06/2011
Oggetto: liquidazione della fattura n. 05 del 10/06/2011 relativa al III SAL dei lavori di “Ristrutturazione ed adeguamento del corpo A della scuola materna “- Ditta Coci Antonino.
Codice CUP: E63B05000120006
Codice CIG: 0377366445
IL RESPONSABILE DEL V SETTORE
Premesso che:
• Con Deliberazione di G.M. n° 95 del 19/05/2005 è stato affidato l'incarico di DL, misura contabilità, liquidazione ed assistenza al collaudo, coordinamento per la sicurezza in fase di progettazione ed esecuzione dei lavori di ristrutturazione dei due plessi della scuola materna di Isola delle Femmine, all'Ing. Nicolò Navarra;
• In data 06/06/2005 con nota prot. n. 6401 il professionista incaricato ha trasmesso un progetto di ristrutturazione ed adeguamento del corpo A della scuola materna del Comune di Isola delle Femmine;
• Con Deliberazione di G.M. n° 104 del  9/06/2005 è stato pprovato il progetto esecutivo
Dei lavori di "Ristrutturazione ed  deguamento del corpo A della scuola materna di Isola delle Femmine" dell'importo complessivo di € 289.000,00 redatto dall'Ing. Nicolò Navarra e con il seguente quadro economico: 
Lavori, suddivisi in: € 271.398,04
A1 Opere edili € 248.788,46
A2 Impianto elettrico € 31.003,33
A3 Oneri per la sicurezza € 8.393,75
B Somme a disposizione € 109.208,21
B1 Imprevisti 5% ed arrotondamento € 13.071,28
B2 impreAllacciamento a pubblici servizi € 4.000,00
B3
Spese tecniche progetto e direzione lavori
€ 34.125,26
B4
Spese tecniche coordinamento sicurezza
€ 8.957,88
B5 Incentivo art. 18 comma 1 € 4.196,87
B6 CNPAIA +Ordine professionale € 1.421,74
B7 Spese di pubblicità € 6.000,00
B8 IVA lavori 10% € 27.979,18
B9 IVA 20% su B3,B4, B5 € 9.456,00
Totale € 389.000,00
Lavori, suddivisi in:
• Con D. D. n. 1314/S2 dell'Assessorato Lavori Pubblici è stato concesso il finanziamento della somma di € 389.000,00 per la realizzazione dei lavori di "Ristrutturazione ed adeguamento del corpo A della scuola materna di Isola delle Femmine"
• Con Deliberazione di G.M. n.80 del 22/07/2010 è stato approvato il quadro economico del progetto scaturito dall'aggiornamento dei prezzi al vigente prezziario regionale delle OO.PP. della Regione Siciliana approvato con D.P. 16/04/2009 che risulta essere il seguente:
A € 338.500,00
A1 Opere edili € 306.245,56
A2 Impianto elettrico € 32.259,56
A3 Oneri per la sicurezza € 10.155,00
B Somme a disposizione € 101.500,00
B3
Spese tecniche progetto e direzione lavori
€ 44.500,00
B4
Spese tecniche coordinamento sicurezza
€ 16.500,00
B5 Incentivo art. 18 comma 1 € 5.077,50
B6 CNPAIA +Ordine professionale € 1.572,50
B8 IVA lavori 10% € 33.850,00
B9 Totale € 440.000,00
Lavori,
• Che in data 22/01/2010, a seguito di pubblico incanto esperito ai sensi della Legge 109/1994 così come modificata ed integrata dalla L. Regionale n. 7/2002 e successive modifiche ed integrazioni, si è proceduto all'aggiudicazione provvisoria dell'appalto dei lavori di "ristrutturazione ed adeguamento del corpo A della scuola materna " in favore della Ditta COCI ANTONINO con sede in Sinagra (ME), che ha offerto il ribasso percentuale del 7,3152%;
• Con Determinazione del Responsabile del Settore Tecnico n. 22 del 09/03/2010 si è aggiudicato definitivamente l'appalto di che trattasi alla ditta COCI ANTONINO con sede in Sinagra (ME), Partita IVA 01648970836, che ha offerto il ribasso percentuale pari al 7,3152%, per l'importo complessivo netto pari ad € 304.325,90 oltre € 10.155,00 per oneri di sicurezza non soggetti a ribasso;
• Che in data 06/05/2010 si è stipulato il contratto Rep. N. 872/2010, con la ditta Coci Antonino relativo ai lavori di "ristrutturazione ed adeguamento del corpo A della scuola materna";
• Vista la determinazione del responsabile del V settore n. 33 del giorno 05/04/2011
relativa alla liquidazione a saldo della fattura n. 04 del 07/10/2010 per il I SAL dei lavori di che trattasi;
• Vista la determinazione del responsabile del V settore n. 85 del 07/06/2011 relativa alla liquidazione a saldo della fattura n. 03 del 23/05/2011 relativa al II SAL dei lavori di che trattasi;
• Vista la Deliberazione di G.M. n. 67 del giorno 03/06/2011 con la quale è stata approvata la variante ai lavori di "Ristrutturazione ed adeguamento del corpo A della scuola materna di Isola delle Femmine";
• Vista la fattura n. 05 del 13/06/2011 relativa al III SAL dei lavori di ristrutturazione ed adeguamento del corpo A della scuola materna di Isola delle Femmine;
Visti:
• la documentazione relativa al III° SAL ed il Computo metrico delle lavorazioni eseguite al 30/05/2011;
• il certificato di pagamento del RUP n° 3 del 30/05/2011 per l'importo di € 92.298,67 per lavorazioni IVA esclusa;
• la fattura n° 05 del 10/06/2011 dell'impresa Coci Antonino, relativa al III SAL, per l'importo di € 92.298,67 per lavori più € 9.229,86 per IVA al 10% e quindi per la somma complessiva di € 101.528,53;
• la nota di credito relativa alla fattura n. 01 del 14/02/2011 introitata al protocollo di questo Comune in data 23/05/2011 al n. 8467;
• Vista la determinazione del responsabile del V settore n. 85 del 07/06/2011 relativa alla liquidazione a saldo della fattura n. 03 del 23/05/2011 relativa al II SAL dei lavori di che trattasi dell'importo complessivo di € 71.962,00 di cui € 65.420,00 come imponibile ed € 6.542,00 per IVA al 10%;
• la documentazione relativa al pagamento agli enti previdenziali;
• la L.109/1994, come introdotta e modificata dalla L.R. 7/2002 e dalla L.R. 7/2003, il DPR 554/1999;
DETERMINA
di liquidare alla ditta Coci Antonino, con sede in sede in Sinagra (ME), Partita IVA 01648970836 la fattura n. 05 del 10/06/2011, relativa al III SAL dei lavori di "Ristrutturazione ed adeguamento del corpo A della scuola materna di Isola delle Femmine", per un importo complessivo di € 101.528,54 di cui € 92.298,67 per lavori ed € 9.229,87 per IVA al 10% imputando la spesa sul capitolo 672089 della Tesoreria Regionale da parte dell'Assessorato Infrastrutture e Mobilità, pagabile mediante ordinativi; di trasmettere copia del presente atto al responsabile del servizio finanziario, per l'emissione del mandato di pagamento, in favore della ditta Coci Antonino mediante bonifico sul C/C della Banca Credito Siciliano agenzia di Sinagra, Codice IBAN IT 96 V 03019 82570 000008112461.

Il Responsabile del Settore arch. Sandro D'Arpa

2015 3 APRILE GIUNTA 56 ARCH MINAFRA MANUTENZIONE STRAORD SCUOLA MATERNA VIA BOSCO PROGETTISTA VALGUARNERA RUP D'ARPA ARCH SANDRO 596.380,43




2019 5 FEBBRAIO 1 SETT 114 SCUOLA MATERNA LIQUIDAZIONE TANSAZIONE GIOACCHINO STEFANIA NAVARRA ANDREA ANT NAVARRA NICOLO'





ISOLA DELLE FEMMINE NO FINANZIAMENTO SCUOLA MATERNA VIA GARIBALDI AREA A VERDE 596MILA 380 EURO 43 CENTESIMI APRILE 2015 








2010 14 DICEMBRE La ferrea legge del pizzo al 3 per cento per i cantieri di case, scuole e caserme



ARRIVANO pochi giorni dopo l' apertura del cantiere e chiedono: «Che state facendo?». E subito dopo: «Da dove venite?». Non si presentano e non aggiungono altro. Salutano e se ne vanno lasciando l' interlocutore con una certezza: qualcun altro, prima o poi, verrà a incassare direttamente. Un contributo a Natale e a Pasqua o, se il lavoro è di una certa rilevanza, un' una tantum, il 3 per cento sull' importo complessivo. Prezzi fermi al vecchio tavolino degli appalti, quello che l' allora ministro dei lavori pubblici di Cosa nostra, Angelo Siino, gestiva con successo negli anni Ottanta, spartendosi la torta degli appalti pubblici con politici e imprenditori. Ma qui a incassare sono solo i mafiosi, gli esattori della cosca che ha monopolizzato il racket del pizzo su ogni genere di attività imprenditoriale: dall' edilizia allo spettacolo. Storie parallele quelle dei Conigliaro, padre e figlio, imprenditori edili, titolari della "Comat" che ha pagato per il complesso di 18 ville nella zona di via dell' Olimpo, per le due palazzine di Carini e per 45 alloggi a Capaci, e quella di Emerico Lino, dipendente regionale, funzionario già in forza agli Enti locali (e oggi alla Presidenza) che ai mafiosi lasciava i soldi in una busta nella portineria dell' assessorato. Una sorta di "obolo" per la sua seconda attività, quella di organizzatore degli spettacoli della sua compagna, l' attrice teatrale Luciana Turina. Non ci voleva molto a farsi dare i soldi da lui, la paura era troppa: il primo faccia a faccia minaccioso, la macchina bruciata. Alla fine, appena sentiva la voce degli esattori al telefono che gli chiedevano un incontro, Emerico Lino anticipava i tempi e chiedeva subito quanto "doveva" pagare. Da 150 a 750 euro alla volta, e chi incassava spesso ci pagava solo l' affitto di casa. Per ottenere il pagamento del pizzo per un grosso lavoro da un milione di euro per la ristrutturazione di Villa Amari-Bonocore-Maletto, ai mafiosi bastò non fare mai arrivare nel cantiere la gru a torre fornita da un' impresa subappaltatrice. Quando all' imprenditore Armando Fecarotta il titolare della ditta spiegò che «non poteva» mandare la gru, per sbloccare i lavori bastò promettere un "regalo". «Da lì a pochi giorni - racconta l' imprenditore - venne montata la gru e nell' arco di alcuni mesi, in due, tre rate, consegnai 12.500 euro». Un altro imprenditore, Antonino Candela, che si era aggiudicato alcuni lavori all' interno dell' aeroporto "incontrò" i suoi esattori per strada. Un tale, presentatosi come Roberto, lo fermò a Carini mentre attraversava il paese in macchina e gli chiese di «regolarizzare la sua posizione» con l' organizzazione. «Almeno facciamo una cifra ragionevole», implorò l' imprenditore. «Il 3 per cento», fu la risposta. E tanto pagò. Alla regola, naturalmente, non sfuggirono i lavori di un altro appalto, quello per la caserma militare Bichelli a San Lorenzo, andati sempre alla Sicania servizi srl. Per la costruzione della scuola materna di Cinisi, la famiglia mafiosa di Gaspare Di Maggio pretese, oltre ai soldi, anche assunzioni e lavori in subappalto per alcune ditte artigiane del paese, a cominciare da quella del fabbro Alberto Evola. Un surplus di tangente che consentì all' imprenditore aggiudicatario della costruzione della scuola, Luigi Spallina, di ottenere uno sconto sul previsto 3 per cento. Spallina pagò ventimila euro e cedette a ditte segnalate dai mafiosi i lavori di movimento terra, la realizzazione di infissi e impianto elettrico. Al titolare della discoteca "Goa" e del locale "Baia del corallo" di Sferracavallo, due luoghi cult delle notti palermitane, le cosche mandarono un estorsore ragazzino. «Aveva tra i 16 e i 22 anni - racconta Marcello Barbaro - mi avvicinò mentre mi dirigevo verso il locale. Pensavo che si trattasse di uno dei tanti giovani che frequentano la discoteca e che chiedono di poter accedere al locale. Invece mi disse che era stato mandato per informarmi della necessità che mi mettessi a posto. Mi disse che erano necessari cinquemila euro a Natale e cinquemila a Pasqua. Gli dissi che non avevo mai pagato e che non volevo pagare adducendo, tra l' altro, che fra i miei soci vi era anche un poliziotto. Il ragazzo mi rispose: "Quelli vengono a sapere tutto..."». Un dialogo, quello tra il gestore del "Goa" e il baby-estorsore, interamente registrato dal cellulare dell' imprenditore, una formidabile testimonianza audiovideo finita agli atti dell' inchiesta della Procura. E il questore Nicola Zito dice: «L' attività estorsiva c' è,è evidente, ma confidiamo nei risultati di oggi e del passato perché si volti definitivamente pagina. Denunciare non è solo questione di coraggio, ma di convenienza».  
Per il movimento terra c’erano i Di Maggio di Carini, per gli impianti elettrici Pietro Cinà di San Lorenzo, per gli infissi bisognava rivolgersi all’azienda di Alberto Evola, fabbro di Cinisi. La mafia che si fa impresa. Alla faccia del libero mercato e della concorrenza. Il vecchio sogno di Bernardo Provenzano era stato realizzato dal clan Lo Piccolo. Una rete di aziende a disposizione di Cosa Nostra, inserite con la forza nell’organizzazione degli appalti. L’obiettivo, non era solo quello di chiedere il pizzo, ma creare una vera e propria economia mafiosa. L’esempio più eclatante, emerso dall’operazione Addiopizzo 5, riguarda la realizzazione di una scuola materna a Cinisi ed i pesanti taglieggiamenti subiti dall’imprenditore Luigi Spallina. I boss secondo la ricostruzione della procura, gli imposero una tangente di 20,000 euro ma sopratutto, fu obbligato a rivolgersi alle aziende vicine alla mafia. Nelle dichiarazioni del costruttore compare il boss di Cinisi Gaspare di Maggio: “si presentò a chiedere l’assunzione di qualche operaio e di fare lavorare qualche artigiano di sua conoscenza” afferma l’imprenditore. “così mi consigliò di rivolgermi al fabbro di Cinisi, Alberto Evola. La mafia aveva monopolizzato il mercato. Per gli impianti elettrici bisognava andare da Pietro Cinà, per gli scavi invece c’erano Francesco Puglisi e Lorenzo Di Maggio.
Per convincere l’imprenditore a collaborare, un giorno gli bloccarono l’entrata del cantiere con dei camion. Spallina fu così costretto a mandare a casa i dipendenti di una ditta, che non era sponsorizzata da cosa nostra.
Le indagini che hanno portato all’arresto di 63 persone, partono dai circa 800 documenti sequestrati a Giardinello, il 5 novembre del 2007, quando furono catturati i Lo Piccolo. Nel covo infatti, fu trovata una lettera di dodici pagine scritta a mano, un lungo elenco di lavori, le lamentele di un paio di soci. A scriverla erano stati Mario e Antonio Lucia. Volevano che i destinatari sapessero tutto di tutto. E così sono venuti fuori i lavori al centro commerciale Ferdico di Tommaso Natale e la costruzione di circa 40 appartamenti a Carini.
Sono nove in tutto, i lavori avviati dall’impresa di cui facevano parte anche Filippo Zito e Giuseppe Lo Cascio, pure loro arrestati lunedì scorso. Almeno fino al 5 giugno 2006, quando Mario Lucia decide di prendere carta e penna e scrivere a Sandro Lo Piccolo. Dalla lettere si apprende che i Lucia si sentivano raggirati da Zito e Lo Cascio e volevano che i boss catturati poi a Giardinello, sapessero la storia. “C’è chi lavora e chi fa bella vita”. Nella missiva si leggono una serie di lavori realizzati per conto di cosa nostra. Fra questi, interventi a 6 appartamenti a Isola delle Femmine, 40 a Carini insieme a tanti altri appalti a Palermo. In pratica i Lucia, erano in società con Zito e Lo Cascio ma lamentavano l’incoerenza dei due nel dividere i profitti. I cantieri più grossi li avevano tra Carini e Tommaso Natale. Il primo riguardava la realizzazione di due palazzine, una quarantina di alloggi sociali in tutto, in via Sturzo. L’altro invece riguardava un intervento di ristrutturazione da due miliardi di lire al centro commerciale Ferdico di Tommaso Natale.
Dall’inchiesta non emergono soltanto vicende di estorsioni e appalti gestiti dalla mafia, ma si riapre anche il caso di un duplice delitto avvenuto a Carini
Quello di Salvatore Cataldo, 61 anni, carinese, sembrava un nome tra i tanti ma invece porta con se, un curriculum di tutto rispetto. Da sempre vicino ad Enzo Pipitone, reggente della locale famiglia mafiosa, porta con se una sfilza di precedenti e un verbale chilometrico redatto da Gaspare Pulizzi, pentito di Carini, che gli attribuisce addirittura quattro delitti: oltre alla lupara bianca di Bonanno, quella di Lino Spatola nel 2006 e il duplice omicidio di Antonino Failla e Giuseppe Mazzamuto nel 1999. Pulizzi spiega che aveva occultato il cadavere di Giovanni Bonanno, proprio nel terreno di Salvatore Cataldo. Sul posto era stata preparata una grossa buca, il cadavere era stato avvolto in sacco nero e poi bruciato da Pino Pecoraro. Cataldo, secondo le dichiarazioni di Gaspare Pulizzi, ha ospitato a casa sua l’eliminazione dei Failla e Mazzamuto. A loro si addebitava la scomparsa di Luigi Mannino di Torretta, parente dei Lo Piccolo e per questo dovevano essere uccisi. Il delitto, secondo la ricostruzione del collaboratore, fu commesso proprio a casa di Cataldo, in via dei Limoni. Ma Gaspare Pulizzi è l’unico a parlare e per gli investigatori trovare i riscontri necessari diventa sempre più difficile.
L’operazione Addiopizzo 5, che ha smantellato la rete del racket, a Palermo e in provincia, nei comuni di Carini, Capaci, Isola delle Femmine, Terrasini, Cinisi e Montelepre, segna una svolta. Così dice il questore di Palermo Nicola Zito. “Sicuramente inizia una svolta culturale in provincia. Quella di lunedì è stata un’operazione di sistema: c’era la magistratura, le forze dell’ordine, le associazioni. Questo ha creato un clima di sicurezza e collaborazione. Sconfiggere la mafia ora è possibile, ma per giungere alla svolta completa – dice Zito – bisogna che tutti i cittadini, nel loro piccolo, incomincino a rispettare le regole credendo in uno scatto d’orgoglio”.





ALESSANDRA ZINITI
https://ricerca.repubblica.it/repubblica/archivio/repubblica/2010/12/14/la-ferrea-legge-del-pizzo-al-per.html

2016 29 NOVEMBRE Palermo, il pentito Pipitone parla di tre 
omicidi e scatta il blitz: fermati due boss e un imprenditore


Il racconto dell'orrore: "Così ho visto uccidere quelle persone". Coinvolto anche il capomafia di Carini Freddy Gallina individuato negli Stati Uniti. Si cerca un cimitero di mafia. “Sottoterra auto con due cadaveri”
Failla e Mazzamuto pagarono la loro fedeltà al capomafia di Carini Battista Passalacqua, passato nella schiera dei "perdenti", Lo Piccolo sospettava che avessero avuto un ruolo nella scomparsa di un suo parente, Luigi Mannino, ucciso una settimana prima.  Furono attirati con un tranello in una riunione. E furono storditi a colpi di mazzuolo. Poi, i due uomini furono giustiziati. Failla a colpi di accetta. Mazzamuto, con un colpo di arma da fuoco
 
 "C'ero anche io quel giorno", racconta Pipitone. "I corpi furono poi rinchiusi in sacchi di plastica e sistemati dentro l'auto con cui erano arrivati". L'auto, una Fiat Uno, fu sotterrata. Pipitone non sa esattamente dove. I carabinieri del comando provinciale, diretto dal colonnello Antonio Di Stasio, la stanno cercando.
Intanto, il neo pentito riempie pagine e pagine di verbali. Giambanco fu ucciso perché sospettato di avere avuto un ruolo nella scomparsa di Federico Davì e in alcuni incendi. Venne rapito il 16 dicembre 2000, fu ritrovato carbonizzato pochi giorni dopo. Dei retroscena di questi omicidi aveva già parlato il pentito Gaspare Pulizzi, ma le sue dichiarazioni non erano bastate per arrivare a un processo, anche perché mancavano vari tasselli nella ricostruzione, quelli che ha offerto Pipitone, testimone privilegiato di una lunga stagione di sangue e mafia..
I VERBALI
Racconta Pipitone: "Giambanco fu attirato in un tranello da Giovanni Cataldo (morto suicida negli anni scorsi - ndr), dietro il cimitero di Carini, dove c'è un deposito di materiale edile. Appena arrivato, io e Gallina uscimmo allo scoperto, lo afferrammo per le mani e per i piedi: lo portammo nel deposito, Cataldo lo colpì alla testa con un'ascia. Quando Giambanco cadde a terra, gli scivolò una pistola, ricordo che era una 357 Magnum cromata, se la prese Freddy Gallina per ricordo. Il corpo fu caricato nella Jeep della vittima, a cui fu dato fuoco. Cataldo restò nel deposito, per ripulirlo del sangue. Il giorno dopo, Cataldo raccontò di avere saputo che Giambanco aveva intascato diecimila euro, scherzando disse che avremmo potuto perquisirlo per cercare quei soldi". Anni fa, il pentito Pulizzi aveva anche raccontato della supplica di Giambanco, chiedeva di essere risparmiato: "Non ho fatto niente", urlava. Ma per la condanna a morte bastava un sospetto.
 
Anche Failla e Mazzamuto furono attirati in un tranello con la scusa di un appuntamento, a casa di Salvatore Cataldo. "Angelo Conigliaro si scagliò subito contro Failla, con un'ascia, lo stordì. E iniziò a strangolarlo - questo racconta Pipitone - Di Maggio, che era armato, puntò Mazzamuto, che però provava a opporre resistenza, ma dopo una colluttazione fu colpito. A Failla misero una corda al collo: a strangolarlo c'erano Conigliaro e miei zii Vincenzo e Giovanbattista, questione di secondi. Era il primo omicidio a cui assistevo".
GLI ARRESTATI
Giovanbattista Pipitone, 67 anni, è lo zio del collaboratore di giustizia. Di lui parlava già il pentito Tommaso Buscetta al giudice Giovanni Falcone. "Lui e i suoi fratelli - spiegava Vincenzo e Angelo Antonino hanno giurisdizione nella zona di Villagrazia di Carini". Sembra cambiato poco, nonostante le condanne al maxiprocesso e tutte le altre arrivate dopo.
 
Di Maggio, 62 anni, di Torretta, è cognato dei Pipitone, inserito anche lui nel clan. Cataldo è un imprenditore edile, già condannato per essere stato attivissimo nell'ambito della famiglia di Carini. I pentiti lo avevano già accusato di aver messo a disposizione un suo terreno per nascondere il cadavere del boss Giovanni Bonanno, assassinato nel 2008. Due anni fa, a Cataldo sono stati sequestrati beni per 13 milioni di euro: nel suo patrimonio c'erano 27 immobili, fra cui due sontuose ville, poi aziende impegnate nella realizzazione di edifici, conti correnti e 17 fra autovetture e camion.

Mafia, il governo scioglie il comune di Isola delle Femmine





Dopo Salemi e Racalmuto il municipio palermitano è il terzo in Sicilia a finire davanti al Consiglio dei ministri per infiltrazioni della criminalità organizzata. Diversi gli episodi che hanno portato la decisione del Viminale a proporre il commissariamento
Il governo, su proposta del ministro dell’interno Anna Maria Cancellieri, ha sciolto il Consiglio comunale di Isola delle Femmine (Palermo) per le infiltrazioni della criminalità organizzata. Nel comunicato, diffuso al termine del Consiglio dei Ministri, si annuncia anche la proroga di sei mesi dello scioglimento del Consiglio comunale di Marina di Gioiosa Jonica (Reggio Calabria) “per completare il risanamento dell’istituzione locale e della realtà sociale, ancora segnate dalla malavita organizzata”.
Il comune siciliano è guidato dal 2004 dall’ormai ex sindaco Gaspare Portobello, a guida di una lista civica. Le attenzioni sul comune si sono accese nel 2009, quando a pochi giorni dalla rielezione son state date due concessioni edilizie. Una di queste riguarda una società di Giuseppe Pomiero, zio del vicesindaco Salvatore Palazzotto, nonché socio di una società confiscata per mafia negli anni ’80 al noto boss mafioso Gaetano Badalamenti. Caso che non rimane isolato. Infatti ci sono altre due episodi che hanno motivato l’invio degli ispettori nel comune marinaro. Sempre nel 2009 venne approvata una sanatoria edilizia per un capannone, rilasciata  dal tecnico comunale nominato in via pro tempore proprio dal sindaco Portobello. Peccato che quel locale fu sequestrato dai carabinieri del Ros in una operazione antimafia contro il clan Madonia-Di Trapani di Resuttana.

Infine c’è un pizzino trovato nel covo del boss mafioso Salvatore Lo Piccolo che faceva riferimento ad alcuni lavori edilizi in corso nel comune di Isola delle Femmine e poi confermati dal pentito Gaspare Pulizzi. Le concessioni per eseguire i lavori secondo l’opposizione sono state date nonostante la zona fosse a rischio idrogeologico. Il comune siciliano è il terzo ad a essere sciolto dopo Salemi e Racalmuto.


2019 6 NOVEMBRE APPALTO SCUOLA ALLA DITTA SA&GI ENGIRING ARL Codice– CUP E64H15001420006 APPALTI, BOLOGNA STEFANO, CAPRITTI MICHELE, CROCE ANTONIO, D'ARPA SANDRO, ELEZIONI AMMINISTRATIVE ISOLA DELLE FEMMINE 2014, MALLIA GERLANDO, RUP, SA&GI ENGIRING ARL AGRIGRENTO, SCUOLA MATERNA, SERGIO, TAG,SIINO ANGELO,EMERINO LINO,COMAT,CONIGLIARO,VIA DELL'OLIMPO PALERMO,CARINI,CAPACI,ISOLA DELLE FEMMINE,SFERRACAVALLO,CINISI,TURINA LUCIANA,VILLA AMARI BONOCORE MALETTO  PALERMO,FECAROTTA ARMANDO,CANDELA ANTONINO,PIZZO,ESTORSIONI,AEROPORTO PUNTA RAISI,RISTRUTTURAZIONI,COSTRUZIONI,CASERMA BICHELLI SAN LORENZO PALERMO, SICANIA SERVIZI SRL,SCUOLA MATERNA CINISI,SCUOLA MATERNA ISOLA DELLE FEMMINE,DI MAGGIO GASPARE,ASSUNZIONI,SUBAPPALTI,EVOLA ALBERTO,SPALLINA LUIGI,DISCOTECA GOA,BAIA DEL CORALLO SFERRACAVALLO,BARBERO MARCELLO,ZANGARA SALVATORE,CINA' PIETRO,DI MAGGIO ANTONINO,PASSALACQUA VINCENZO,DI MAGGIO GIUSEPPE,CALLIOPE,ISOLA DELLE FEMMINE,LOPEZ DARIO,MAIORANA NTONIO,MAIORANA STEFANO,ALAMIA FANCESCO PAOLO,BANDIERA SALVATORE,PIPITON ANTONINO,PROVENZANO BERNARDO,LO PICCOLO SALVATORE,ADDIO PIZZO 5,DI MAGGIO GASPARE,CINISI,PUGLISI FRANCESCO,DI MAGGIO LORENZO,FERDICO,TOMMASO NATALE,6 APPARTAMENTI A ISOLA DELLE FEMMINE,40 APPARTAMENTI A CARINI,ZITO FILIPPO,LO CASCIO GIUSEPPE,MARIO LUCIA,LO PICCOLO SANDRO,GIARDINELLO,CATALDO SALVATORE,CARINI,PIPITONE ENZO,PULIZZUI GASPARE,FRANZESE FRANCESCO,PECORARO GIUSEPPE,LUPARA BIANCA,PENTITI,COLLABORATORI DI GIUSTIZIA,OCCULTAMENTO DI CADAVERI,BONANNO GIOVANNI,,BONANNO GIOVANNI LUPARA BIANCA11 GENNAIO 2006,FAILLA ANTONIO,MAZZAMUTO GIUSEPPE,FAILLA ANTONIO E MAZZAMUTO GIUSEPPE UCCISI NELLA CASA DI CATALDO SALVATORE A CARINI VIA DEI LIMONI NEL 1999,MANNINO LUIGI,MANNINO LUIGI ALLEVATORE INSNSURATO DI TORRETA LUPAPA BIANCA 19 APRILE 1999, LUPARA BIANCA,FAILLA ANTONIO,MAZZAMUTO GIUSEPPE,DI MAGGIO ANTONINO,GALLINA FERDINANDO,DAVI' FEDERICO  APPALTI, BOLOGNA STEFANO, CAPRITTI MICHELE, CROCE ANTONIO, D'ARPA SANDRO, ELEZIONI AMMINISTRATIVE ISOLA DELLE FEMMINE 2014, MALLIA GERLANDO, RUP, SA&GI ENGIRING ARL AGRIGRENTO, SCUOLA MATERNA, SERGIO, TAG, Appalti, BOLOGNA STEFANO, CAPRITTI MICHELE, Croce Antonio, D'Arpa Sandro, ELEZIONI AMMINISTRATIVE ISOLA DELLE FEMMINE 2014, MALLIA GERLANDO, RUP, SA&GI ENGIRING ARL AGRIGRENTO, Scuola Materna, SERGIO, TAG, 2019 6 NOVEMBRE APPALTO SCUOLA MATERNA ALLA DITTA SA&GI ENGIRING ARL Codice– CUP E64H15001420006,
Portobello,Saverio Romano,Barrale Saverio,Belmonte Mezzagno,Pappagallo,Mafia,Antimafia,Bruno,Leoncino,PALmuto,Capitano,Vedovello,Squalo,Vedovello,Fattoria degli animali,Cecchino,Comandante,Squadrista Rosso,Protezione Civile,Licenze Edilizie,Spiagge,Parchi giochi,Michele Seidita,Pino Lipari,D’Arrigo,Briguglio Sintagma S.p.a.,S.i.s. S.p.a.,Geodata S.pa.,Sipal S.pa.,Francesco,D’Amico Domenico,D’Amico Marcello,Adimino Salvatore,Adimino Ivana,Gaspare Pulizzi,Sintagma S.p.a.,S.i.s. S.p.a.a,Geodata S.p.a., Sipal. S.pa.,Francesco Franzese,Salvatore Mandarano,Giuseppe Ferrante, Nino Di Maggio,Alessandro Cusmano, Gustosita,Serio Nunzio,Bruno Pietro,Isola delle Femmine,Copacabana,Ferrarello,Cinà Pietro,Zappulla,Pipitone,Di Maggio,Francesco Puglisi,Almeyda,Pulizzi,Arch Puccio Giuseppe,Saracen,Razzanelli,Spataro,Ceraulo,Calliope,Maiorana,Alamia Paolo,Bandiera,Lopez,Guccione,Salvatore Sbeglia,Fiorella Pierina,Roberto Altadonna, ATO PA1,Licenze illegittime,A.R.T.A.,U.T.C.,Abusivismo,Rifiuti,Gestione Spiagge, aggressione,ISOLA DELLE FEMMINE,Pino Ciampolillo, Gustosita,Serio Nunzio,Bruno Pietro,Isola delle Femmine,SIS S.pa,Sud Euro Scavi,Domenico D’Amico,Galluzzo,Francesco Palermo,Medi Tour,Ninni De Simone,In.ca.s. inerti. Calcarei sud,Copacabana,Ferrarello,Cinà Pietro,Zappulla,Pipitone,Di Maggio,Francesco Puglisi,Almeyda,Pulizzi,Polizzi,Borgetto,Arch Puccio Giuseppe,Saracen,Razzanelli,Spataro,Ceraulo,Calliope,Maiorana,Alamia Paolo,Bandiera,Lopez,Guccione,Salvatore Sbeglia,Fiorella Pierina,Roberto Altadonna, Sogno.Fantasia,Libertà,Amore,Volare

2019 12 NOVMBRE DETERMINA N 764 PROCEDURA NEGOZIATA SCUOLA MATERNA VIA DON BOSCO ISOLA DELLE FEMMINE Appalti, BOLOGNA STEFANO, CAPRITTI MICHELE, Croce Antonio, D'Arpa Sandro, ELEZIONI AMMINISTRATIVE ISOLA DELLE FEMMINE 2014, MALLIA GERLANDO, RUP, SA&GI ENGIRING ARL AGRIGRENTO, Scuola Materna, SERGIO, TAG, 26 NOVEMBRE AVVISO PUBBLICO 2019 12 NOVEMBRE DETERMINA N 764 PROCEDURA NEGOZIATA SCUOLA MATERNA VIA DON BOSCO ISOLA DELLE FEMMINE