L'informazione è il diffondere, il far conoscere quello che qualcuno non vuole che si sappia, il resto è solo propaganda. L'informazione è un diritto. L'informazione come possibilità di scelta.
Con il termine mafia si intende un sistema di potere esercitato attraverso l’uso della violenza e dell’intimidazione per il controllo del territorio, di commerci illegali e di attività economiche e imprenditoriali; è un potere che si presenta come alternativo a quello legittimo fondato sulle leggi e rappresentato dallo Stato.


Un sistema di contro-potere dunque (a volte chiamato anti-Stato proprio per questa sua caratteristica), con una gestione gerarchica e verticistica, basata su regole interne a loro volta fondate sull’uso della violenza e dell’intimidazione.


È questa la vostra politica? Se avete un minimo di cervello usate gli attributi per un confronto Sui programmi. Ma vedo che alla fine usate i soliti mezzucci utilizzando i soliti servi sciocchi meschini e accattoni per cercare di fermare le persone.
Bene sappiate che io vado avanti lo stesso a testa alta e con schiena dritta e che voi siete sot
tocontrollo.



"Bisogna sempre avere il coraggio delle proprie idee e non temere le conseguenze perché l’uomo è libero solo quando può esprimere il proprio pensiero senza piegarsi ai condizionamenti " (Charlie Chaplin).























venerdì 20 febbraio 2009

DIPENDENTI E PUBBLICA AMMINISTRAZIONE


IL SINDACO PORTOBELLO SFIDUCIA SCAFIDI E RECUPERA CROCE
Caricato da isolapulita



Arresto ex capo vigili in Sicilia Per truffa e falso, indagati altri 15 agenti


(ANSA) - SIRACUSA, 19 FEB - I carabinieri hanno arrestato l'ex comandante della polizia municipale di Francoforte, (Siracusa), Franesco Pistritto. L'uomo, al quale sono stati concessi i domiciliari, e' accusato di truffa aggravata, interruzione di pubblico servizio e falso in atto pubblico. Indagati altri 15 vigili urbani.I militari hanno accertato che i vigili si assentavano durante l'orario di servizio, o risultavano di pattuglia ma erano in ufficio o ancora andavano via prima della fine del turno.



Da Noi a Isola delle Femmine ……………………………………………..



Certe notizie colpiscono particolarmente per due diverse ed importanti motivazioni:


1) Inefficienza dei servizi


2) Danni che si procurano all’erario


E’ chiaro che di fronte a tali situazioni vi sono delle ben precise responsabilità che vanno individuate censurate e punite.


A Isola delle Femmine ci ritroviamo di fronte ad una situazione che ha dell’incredibile:


UN DIPENDENTE DEL COMUNE che bolla puntualmente la cartolina in entrata ed in uscita.


Apparentemente tutto regolare!

IN realtà il dipendente dopo aver bollato la cartolina non si reca alla sua postazione di lavoro, come in genere dovrebbe succedere, bensì il nostro dipendente comunale sembra sia nella situazione di esser “costretto” a sentirsi “esente” dal prestare l’attività lavorativa per cui egli è stipendiato.


IL nostro dipendente puntualmente ritorna nei locali del comune per bollare la cartolina che protocolla l’ora terminale dell’attività lavorativa “non svolta”.


E’ ciò si ripete tutti i giorni con le stesse modalità la stessa tempistica, anche nei giorni di rientro il nostro dipendente si presenta regolarmente la sera alle 17,30/18 per bollare il suo cartellino.


La storia ha dell’incredibile, sembra che al nostro dipendente non gli sia stato dato un incarico, un carico di lavoro un ufficio e tutto ciò che può essergli utile per svolgere la mansione per la quale è stato assunto.

Apparentemente vien da chiedere:

E' stipendiato, il nostro dipendente, senza prestare alcuna attività lavorativa?

URGENTEMENTE sarebbe auspicabile che la vicenda veda un suo positivo epilogo:


per un doveroso rispetto alla cittadinanza che non può vedere sprecare le proprie risorse economiche;


per il dipendente che non può essere umiliato mettendolo di fatto in una situazione di Mobing;

consci del fatto che una siffatta concezione del lavoro è in contraddizione con la Costituzione della Repubblica e con la Carta dei Diritti dell’Uomo.


http://www.isolapulita.it/

Nessun commento: