L'informazione è il diffondere, il far conoscere quello che qualcuno non vuole che si sappia, il resto è solo propaganda. L'informazione è un diritto. L'informazione come possibilità di scelta.
Con il termine mafia si intende un sistema di potere esercitato attraverso l’uso della violenza e dell’intimidazione per il controllo del territorio, di commerci illegali e di attività economiche e imprenditoriali; è un potere che si presenta come alternativo a quello legittimo fondato sulle leggi e rappresentato dallo Stato.


Un sistema di contro-potere dunque (a volte chiamato anti-Stato proprio per questa sua caratteristica), con una gestione gerarchica e verticistica, basata su regole interne a loro volta fondate sull’uso della violenza e dell’intimidazione.


È questa la vostra politica? Se avete un minimo di cervello usate gli attributi per un confronto Sui programmi. Ma vedo che alla fine usate i soliti mezzucci utilizzando i soliti servi sciocchi meschini e accattoni per cercare di fermare le persone.
Bene sappiate che io vado avanti lo stesso a testa alta e con schiena dritta e che voi siete sot
tocontrollo.



"Bisogna sempre avere il coraggio delle proprie idee e non temere le conseguenze perché l’uomo è libero solo quando può esprimere il proprio pensiero senza piegarsi ai condizionamenti " (Charlie Chaplin).























domenica 22 febbraio 2009

Zitti Zitti Zitti parla Bologna


Zitti Zitti Zitti parla Bologna
Caricato da isolapulita

Il Sindaco Bologna in una sua dichiarazione accusa il Sindaco Portobello di aver emesso atto di ordinanza per impedire il transito per le strade di Isola delle Femmine degli autocarri Italcementi che trasportano Pet-coke senza l’osservanza delle leggi sul trasporto dei materiali tossici altamente inquinanti e dannosi alla salute umana.

Secondo il Bologna l’ordinanza è stata dettata per accontentare l’ambientalista di turno.
Chi sperava in un pronunciamento di Bologna sulla Italcementi, per esempio pensiamo agli operai della Italcementi che nutrono forti preoccupazioni sul loro futuro lavorativo è rimasto deluso.
Per capire e conoscere le posizioni di Stefano Bologna sulla questione Italcementi dobbiamo accontentarci delle sue vecchie dichiarazioni: “ la Italcementi è per noi isolani la FIAT del nord” (omettendo di dire che cittadini ed istituzioni con un forte senso della responsabilità, esercitano forme di controllo permanenti sul rispetto delle normative ambientali).
Non ci sono solo parole e dichiarazioni di Stefano Bologna per capire e conoscere la sua posizione su Italcementi Ambiente SIC Licenze edilizie, anche gli atti prodotti dalla sua consiliatura possono venirci in aiuto: la licenza edilizia concessa nel 2001 alla Italcementi per la costruzione di un deposito di carbonile in una zona SIC e limitrofa a ZPS Zona Protezione Speciale e senza le previste autorizzazioni del commissario governativo per i rifiuti tossici. (come riferisce il Sindaco Portobello)

Il sindaco Portobello ha dichiarato che il Candidato Sindaco Stefano Bologna strumentalizzando la faccenda Pet-coke ha colto l’occasione per farsi la sua campagna elettorale.
La nostra critica si rivolge alla superficialità con cui è stata trattata l’ordinanza e all’intera questione Italcementi, necessariamente si deve soffermare alla critica che Egli rivolge alla Amministrazione che è inadempiente, disastrosa, ad un paese che è un’esposizione permanente di sacchetti di immondizia di materiale di inerti, di eternit, amianto……insomma una serie di discariche a cielo aperto, inoltre ciò che viene addebitato alla amministrazione Portobello da parte del suo ex vicesindaco ed attuale Candidato Sindaco, la scuola materna che è inagibile ormai da diversi anni, il pericolo di un prossimo dissesto finanziario del Comune debiti verso l’ATO di ben DUE MILIONI e SEICENTOMILA euri, un lungomare ormai impercorribile oltre ad essere impresentabile per il suo degrado.

Non possiamo che sottoscrivere la DENUNCIA che il candidato Sindaco Stefano Bologna rivolge all’amministrazione Portobello non fosse che Lui Stefano Bologna è stato l’artefice, il promotore oltre che ad essere l’animatore principale della lista Isola per Tutti Portobello Sindaco il cui slogan recitava “nel segno della continuità” .

Per non restare solo all’attualità, andando indietro di qualche anno scopriamo che il nostro candidato Sindaco Stefano Bologna frequenta la politica isolana sin dal 1983 e nel 1992 in sostituzione di Giuseppe Mannino si fa eleggere Sindaco del Gruppo la Torre.
TUTTA la classe politica isolana degli ultimi venticinque anni il frutto, è il parto (forse mal riuscito?) prodotto dai principi di democrazia partecipazione confronto e crescita che hanno guidato la sua attività politica a Isola delle Femmine.

Consideriamo la critica da Lui rivolta all’amministrazione Portobello, come rivolta per buona parte verso se stesso e la sua gestione amministrativa, quantomeno i contenuti della critica per deve riconoscere di essere con gli attuali amministratori CORRESPONSABILE.
Il riconoscimento, da parte del candidato Sindaco Bologna, di questa corresponsabilità è importante per recuperare una credibilità ormai perduta.
Il suo riconoscimento di essere corresponsabile dello stato di degrado in cui vive ormai da anni Isola delle Femmine.
Degrado urbano, ambientale, sociale, economico, e morale.

I cittadini di Isola delle Femmine stanno diventando adulti, forse sono molto più furbi di quello che pensano i politicanti locali
I Cittadini di Isola delle Femmine capiscono perfettamente anche quei politicanti che provano a vestirsi di nuovo.



IL RICORSO AL T.A.R DELLA ITALCEMENTI


A proposito del ricorso al TAR da parte della Italcementi sulla ordinanza emessa dal Sindaco Portobello che vieta il transito, per le vie del Paese, degli autocarri che trasportano Pet-Coke, per la Italcementi, senza l’adozione delle previste norme e dispositivi di legge nazionali ed europee in materia di trasporto di materiale tossico ed altamente nocivo.

Vogliamo ricordare che una veloce lettura del decreto 693 emesso il mese di luglio del 2008 dal servizio 2 Assessorato Territorio Ambiente della Regione Sicilia a firma dell’ Ing Vincenzo Sansone, stabiliva:


……per il trasporto di materiali pulverulenti e del combustibile (leggasi pet-coke n.d.r.) il gestore dovrà fare ricorso a procedure che impediscano la diffusione delle polveri (di qualunque tipo), tramite l’utilizzo di idonei mezzi e/o dispositivi di tenuta…….


Letto quanto il decreto di Autorizzazione Integrata Ambientale stabilisce in tema di movimentazione stoccaggio e trasporto del combustibile Pet-coke, naturale sorge in noi e nei Cittadini di Isola delle Femmine, la convinzione, dell’uso strumentale della Ordinanza Sindacale.


Da parte dei lavoratori TUTTI Italcementi e ditte appaltatrici, da parte dei Sindacati delle Associazioni Ambientaliste e delle Istituzioni locali vanno respinti e contrastati tutti i provvedimenti che la Italcementi intende, oggi o nelle prossime settimane, mettere in atto.


Concordiamo con il nostro Sindaco sull’istituzione di un tavolo di concertazione tra la Italcementi Sindacati Comune ed Associazioni Ambientaliste.


I lavoratori TUTTI devono vedere salvaguardati i propri posti di lavoro, i cittadini devono vedere salvaguardata la propria incolumità e la propria salute. La Italcementi svolgere la sua funzione imprenditoriale nel rispetto delle leggi e delle normative, dei decreti, delle leggi, dei regolamenti in tema di ambiente.


Non ci sono guerre da condurre, ma democratiche battaglie di progresso e di civiltà per una migliore qualità della vita.


Il prossimo giugno nel nostro Paese si svolgeranno le elezioni amministrative, NESSUNO degli schieramenti deve sentirsi autorizzato a strumentalizzare le problematiche della Italcementi per propri scopi di bottega.


Il futuro della Nostra Comunità va ben oltre l’elezione di un Sindaco Assessore o Consigliere.


NESSUNO può e deve sentirsi escluso in un momento in cui il nostro futuro, quello delle nostre famiglie e dei nostri figli sembra pieno di insidie e di incertezze.




Zitti Zitti Zitti Zitti parla Stefano Bologna
http://nuovaisoladellefemmine.blogspot.com/2009/02/zittio-zitti-zitti-parla-bologna.html

IL Sindaco Portobello critica e stigmatizza Italcementi R.S.U. (Italcementi) e Stefano Bologna
http://nuovaisoladellefemmine.blogspot.com/2009/02/la-italcementi-non-si-presenta-al.html

Dipendenti Pubblica Amministrazione e fannulloni
http://nuovaisoladellefemmine.blogspot.com/2009/02/dipendenti-e-pubblica-amministrazione.html

Condannato il corruttore Mills
http://nuovaisoladellefemmine.blogspot.com/2009/02/litalia-indifferente-al-processo-per.html

I Cittadini contro il mostro delle onde elettromagnetiche
http://nuovaisoladellefemmine.blogspot.com/2009/02/i-siciliani-si-mobilitano-contro.html

11 commenti:

Anonimo ha detto...

GLI ISOLANI SONO RIMBAMBITI SE VANNO ANCORA DIETRO A QUEL VOLTAGABBANA DI BOLOGNA CHE HA CAMBIATO 6 SCHIERAMENTI E SEI BALCONI PRATICAMENTE IN OGNI CAMPAGNA ELTTORALE HA CAMBIATO TUTTO PER FARSI I FATTI SUOI E FOTTENDO A TUTTI CON INFAMIE E TRAGEDIE CHE SONO LE SUE ARMI DI BATTAGLIA DISONESTA

Anonimo ha detto...

UNA VOLTA CHE PORTOBELLO FA UN ATTO DOVUTO PER LEGGE TUTTI LO CRITICANO MA TUTTI GLI ATTI FALSI FATTI DA BOLOGNA DAL 1993 AL 2004 INVECE SONO VANGELO SECONDO SANTO STEFANO IMBROGLIONE

Anonimo ha detto...

NON RIESCO A CAPIRE COME MAI NEL 1995 BOLOGNA PORTOBELLO CATALDO RUBINO ERANO TUTTI INSIEME APPASSIONATAMENTE CHE DOVEVANO FARE DECOLLARE VERSO IL BENESSERE ( NON IL LORO) ISOLA E OGGI SONO L'UNO CONTRO L'ALTRO MA NON SI SA BENE PERCHE FORSE MANCANO I PENTITI CHE RACCONTANO LA VERITA DELLE LORO MALEFATTE E DELLE PROMESSSA RA LORO NON MANTENUTE E NOI FESSI LI DOBBIAMO VOTARE MA NO

Anonimo ha detto...

CREDO LEGITTIME LE CRITICHE DI BOLOGNA A PORTOBELLO PROPRIO PERCHè BOLOGNA SI è DIMESSO QAUSI SUBITO DALLA SUA CARICA. INOLTRE VORREI DIRE AI COMMENTATORI CHE MI HANNO PRECEDUTO CHE BOLOGNA FINO A QUESTO PUNTO HA SEMPRE AVUTO RAGIONE DALLE URNE ELETTORALI, COSA CHE MOLTISSIMI DI QUELLI CHE STRAPARLANO IN PIAZZA E HANNO FATTO ESPOSTI NEL PASSATO(SAPETE A CHI MI RIFERISCO)NON HANNO E NON SI ASSOLUTAMENTE FATTO GLI AFFARI SUOI: NON HA COSTRUITO VILLE E VILLINI E MI PARE CHE SIA USCITO GIUDIZIARIAMENTE PULITO DA TUTTI GLI ESPOSTI INFAMI CHE HA SUBITO.

Anonimo ha detto...

PORTOBELLO, BOLOGNA, RUBINO UNIVOCO PROGETTO: RILANCIARE ISOLA DELLE FEMMINE MA VERSO QUALI METE? CONSTATIAMO QUOTIDIANAMENTE IL DEGRADO AMBIENTALE, SOCIALE E CULTURALE IN CUI VERSA IL PAESE. TUTTI SONO CORRESPONSABILI DEL DISAGIO IN CUI VERSA IL PAESE.
BISOGNA PRENDERE COSCIENZA E PROMUOVERE AZIONI POPOLARI FINALIZZATE A FERMARE QUESTO DECLINO INESORABILE DEL PAESE.
AI SIGG.RI CANDIDATI A SINDACO: "VERGOGNATEVI" AVETE FALLITO. AVESTE DOVUTO AVERE IL CCORAGGIO DI DIRE: NON MI CANDIDO E LASCIARE IL POSTO AD ALTRI

Anonimo ha detto...

Auspichiamo un nuovo modello di gestione del Comune.

Auspichiamo che gli Isolani mettano la parola fine ad un modello di gestione della P.A. in maniera confusa ed irresponsabile che, negli ultimi decenni, ha portato Isola ad un paese agonizzante, sfuggito completamente ai legittimi doveri e norme etiche per una lineare e sana gestione del bene civico.
Ormai è chiaro che - nella primavera del 2009 - i cittadini non devono investire su schieramenti che reclamizzano - mentendo - una falsa rinascita isolana, ma su chi vuole prioritariamente la concretezza amministrativa e la lotta contro gli sprechi, gli affarismi, i personalismi e favoritismi a senso unico.
La rinascita (!) - più volte annunciata a parole - è sempre naufragata per colpa delle deprecabili pugnalate alle spalle, sempre inflitte per infimi ed interessati egoismi personali.
Ricordate le elezioni comunali che si sono susseguite dal 1983, al 1986, al 1991, al 1995, al 1999 ed al recente 2004?
Ben 25 anni di tradimenti e stilettate alle spalle, per coloro che hanno dato credito nei valori della vera amicizia e ricevendo - in cambio e vilmente – pugnalate. A riprova, basta leggere quanto riportato nel documento pubblico del 30/01/2006, già agli atti del Consiglio comunale di Isola :
“ Hai distrutto 10 anni di solidissima amicizia che andava al di là di un rapporto politico “.
E’ vero, nel 1995, erano tutti amici e compagni di merende,ma con qualche portatore del virus di Giuda!
D’ora in poi deve iniziare una stagione nuova, nella quale il candidato alla carica di sindaco non dovrà avere timori reverenziali verso potentati economico-imprenditoriali, né utilizzare le risorse comunali per spese improduttive ed inutili (vedi : quello di fare cause perse contro gli avversari e nemici). Si tratterà di rimboccarsi le maniche per affrontare con impegno e rigore le necessità del ns. Paese e - prima di tutto - dire, chiaramente, cosa fare per il futuro di Isola e quali veri programmi si vogliono attuare.
Basta fare una breve analisi di come siamo stati amministrati per ben 15 anni. Tante belle promesse mai mantenute e – oggi - non c’è riscontro in risultati tangibili e credibili. Chiunque può constatare che non è stato fatto nulla di quanto promesso dai balconi. Quanti finanziamenti gratis ( e non mutui onerosi a carico dei cittadini ) sono stati ottenuti o, meglio, perduti? Quante vere opere pubbliche sono state realizzate ? Quante risorse comunali sono state consumate per realizzare il nulla?
Un intervento prioritario sarà il Piano Regolatore Generale - se sarà approvato dalla Regione Siciliana – e quali vantaggi o danni riceveranno gli Isolani.
Occorrerà che, la nuova compagine amministrativa che sarà eletta nella primavera del 2009, dovrà farsi carico ed avere il coraggio di affrontare la grave crisi d’impasse creata da chi, dietro le quinte, ha maneggiato a suo piacimento il P.R.G. per fini elettorali, modificando alcune scelte dopo l’avvenuta adozione dello schema di massima - nell’Agosto del 2003 - da parte del Consiglio comunale.
Il nuovo P.R.G. non deve mettere a rischio il territorio Isolano in modo irreversibile, ma deve tutelare il patrimonio paesaggistico che è prioritariamente destinato allo sviluppo turistico – alberghiero - commerciale e peschereccio, con la valorizzazione della fascia costiera, nei limiti e prescrizioni di legge, evitando d’intaccare tale vocazione naturale, per fini speculativi.
O si crede allo sviluppo turistico di Isola, investendo e realizzando strutture necessarie per tale rilancio o si continua a creare un paese dormitorio a pochi passi della Città, senza un futuro per i giovani locali.
Occorre incominciare - da subito - a lavorare per utilizzare i Fondi per le aree svantaggiate per il Sud ed i Fondi Operativi Europei per gli anni 2007/2013, già messi a disposizione per la Sicilia e dire basta a chi si propone solo per fare mercimonio della carica ricoperta ed i soliti meschini interessi di bottega!
Governare Isola è diventato difficile e, quindi, confidiamo che l’Amministrazione che uscirà dalle urne saprà dotarsi di tutte le professionalità necessarie per fronteggiare l'immane lavoro che l’attende, utilizzando soggetti competenti che, qui, ad Isola non mancano.

Anonimo ha detto...

Bologna fino a questo punto ha sempre avuto ragione dalle urne elettorali commenta un anomino sostenitore mentendo sapendo di mentire.
Nel 1986 con X Isola,è naufragato e nel 1999 un ragazzino sconosciuto moralmente e materialmente ha vinto le elezioni perche rubate nelle sezioni 3 e 5 caro anonimo ignori i fatti e queste cose le hanno dette gli ex alleati di bologna.

Anonimo ha detto...

Bologna fino a questo punto ha sempre avuto ragione dalle urne elettorali commenta un anomino sostenitore mentendo sapendo di mentire.
Nel 1986 con X Isola,è naufragato e nel 1999 un ragazzino sconosciuto moralmente e materialmente ha vinto le elezioni perche rubate nelle sezioni 3 e 5 caro anonimo ignori i fatti e queste cose le hanno dette gli ex alleati di bologna.

Marialuisa ha detto...

Un’altra trappola mortale stanno preparando a spese della popolazione di Isola delle Femmine Capaci e territorio circostante, dopo la Italcementi, proprio di ieri la tanta attesa (chi vive sperando muore campando) decisione dell’assessorato per l’installazione dell’antenna (cavia mortale) radar sul territorio di Isola. Bravi Cutino Portobello Bologna Rubino e tutti i consiglieri del comune, bravi i politici regionali. Questo è il prezzo che i cittadini di Isola devono pagare per l’incapacità e la poca autorevolezza dei nostri rappresentanti amministratori. Ancora una volta ve lo diciamo andate fuori dalle scatole dopo aver rovinato un paese adesso ci state preparando una vera ecatombe di cui probabilmente non ne siete nemmeno a conoscenza.
Leggete alcuni effetti DANNOSSISSIMI sulla salute delle persone che causano le onde elettromagnetiche:
Effetti termici o a breve termine

* variazioni della permeabilità cellulare
* variazione del metabolismo
* variazioni delle funzioni ghiandolari, del sistema immunitario, del sistema nervoso centrale e del comportamento.
per densità di potenza elettromagnetica irradiata maggiore di 50 milliwatt/cm2:
* possibili lesioni cerebrali
* influenza sulla crescita cellulare
* malformazioni fetali
* ustioni interne
* cataratta
* morte per infarto.
Effetti non termici o cronici per intensità inferiore a quella che determina gli effetti termici
* variazione del numero dei linfociti e granulociti (esperimenti su cellule)
* variazioni del livello di anticorpi e delle attività dei macrofagi (esperimenti su animali)
* tachicardia
* dolore agli occhi
* vertigini
* depressione
* limitazione della capacità di apprendimento
* perdita di memoria
* caduta di capelli
nei paesi dell’Est europeo studi hanno evidenziato anche:
* sterilità
* aumento aborti
* abbassamento della fertilità
Dopo aver letto il tutto decidete di DIMETTERVI da amministratori e da candidati lasciate che siano i cittadini nella loro autonomia e indipendenza culturale a decidere il loro futuro e da chi devono essere amministrati.
Maria

Mia Gomez ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Mia Gomez ha detto...

Nuovo anno notte è solo la più splendida notte in tutto l'universo e aperto necessità di accogliere il nuovo anno sera. abbiamo in programma il nuovo anno sera a Bologna 2016. Nella cornice eccezionale di Corte Isolani, due o tre tentativi delle due torri, proprio nel punto di convergenza di capodanno bologna, trascorrere la più straordinaria Capodanno del 2016.