L'informazione è il diffondere, il far conoscere quello che qualcuno non vuole che si sappia, il resto è solo propaganda. L'informazione è un diritto. L'informazione come possibilità di scelta.
Con il termine mafia si intende un sistema di potere esercitato attraverso l’uso della violenza e dell’intimidazione per il controllo del territorio, di commerci illegali e di attività economiche e imprenditoriali; è un potere che si presenta come alternativo a quello legittimo fondato sulle leggi e rappresentato dallo Stato.


Un sistema di contro-potere dunque (a volte chiamato anti-Stato proprio per questa sua caratteristica), con una gestione gerarchica e verticistica, basata su regole interne a loro volta fondate sull’uso della violenza e dell’intimidazione.


È questa la vostra politica? Se avete un minimo di cervello usate gli attributi per un confronto Sui programmi. Ma vedo che alla fine usate i soliti mezzucci utilizzando i soliti servi sciocchi meschini e accattoni per cercare di fermare le persone.
Bene sappiate che io vado avanti lo stesso a testa alta e con schiena dritta e che voi siete sot
tocontrollo.



"Bisogna sempre avere il coraggio delle proprie idee e non temere le conseguenze perché l’uomo è libero solo quando può esprimere il proprio pensiero senza piegarsi ai condizionamenti " (Charlie Chaplin).























giovedì 5 marzo 2009

LICENZA EDILIZIA IN VARIANTE CARDINALE ORAZIO

COMUNE DI ISOLA DELLE FEMMINE


PROVINCIA DI PALERMO


III SETTORE – Ufficio Tecnico Comunale


allegati n. 2


elaborati e relazione tecnica del 23/07/2008 - p.llo n. 9331


IL RESPONSABILE DEL III SETTORE U.T.C. VARIANTE IN CORSO D’OPERA


N. 03 DEL 26/02/2009 alla C.E. n° 29/2005



(pratiche edilizie nn. 19/2001 -29/2007 -12/2008)



Vista l’istanza ed i relativi grafici, presentati in data 24 agosto 2007 – p.llo n. 9621 dal sig. CARDINALE ORAZIO, omissis ai sensi D.Lgs n. 196/03 sulla tutela dei dati personali, con cui chiede la variante in corso d’opera delle opere edilizie di cui alla C.E. n. 29 del 16.11.2005, consistenti al cambio di destinazione d’uso della porzione del piano terra e primo da abitazione a locale commerciale con conseguente modifica della disposizione dei vani interni e modifiche della distribuzione interna ai piani primo e secondo.


Vista la concessione edilizia originaria n. 29/2005 e trascritta in data 10.12.2005 – ai nn. 68855/39129, per la ristrutturazione del piano terra e sopraelevazione dei piani primo e secondo, rilasciata al sig. Cardinale Orazio, sopra generalizzato, nella qualità di proprietario, giusto atto di divisione del 29.07.2005 – stipulato presso il notaio V.zo Cottone, al rep. n° 31647 – racc. n. 10262, registrato l’8 agosto 2005 al n. 6497/1V e trascritto il 9 agosto 2005;


Vista la comunicazione di inizio lavori – p.llo n° 8333 del 21 giugno 2006;


Vista l’autorizzazione del genio civile di palermo – p.llo n. 00022021/05 del 23010.2006, rilasciata ai sensi della L. 02/02/1974 n. 64 – art. 18;


Vista la nota p.llo n° 14605 del 04.12.2006, con la qua le vengono trasmessi gli attestati di versamento per gli oneri di urbanizzazione (II e III rata), pari ad € 677,45 versati in data 04.12.2006 – bollettino vcy 0500, e bollettino di versamento pari ad € 502,25 del 04.12.2006 – n. vcy 0501;


Vista l’ulteriore domanda sostitutiva-intregrativa, inoltrata in data 07.04.2008 - p.llo n° 4381, con la quale il concessionario chiede il cambio di destinazione d’uso, limitatamente al solo piano terra, da adibire al locale commerciale (rivendita tabacchi, ricevitoria e gioco del lotto) con conseguente modifica della disposizione dei vani interni, nonché della diversa distribuzione dei vani interni delle due unità abitative di piano primo e secondo;


Visti gli elaborati grafici allegati alla domanda del 23/07/08 –p.llo n. 9331, a firma dell’architetto Salvatore Schiavo, nella qualità di progettista e direttore dei lavori, iscritto all’ordine degli architetti della provincia di Palermo al n° 3903, e composti da: piante-prospetti e sezione – scala 1:100 relazione tecnica;


Vista la dichiarazione rilasciata dal sig. Cardinale Orazio, sopra generalizzato, resa ai sensi del DPR 445/2000, in cui dichiara di avere richiesto in data 31.07.2007 – p.llo n. 13830 un nuovo nulla osta alla Soprintendenza ai Beni Culturali ed Ambientali relativamente al cambio di destinazione d’uso è che non avendo avuto risposta intende avvalersi del silenzio assenso ai sensi dell’articolo 46 della L.r. del 28.12.2004 – n° 17;


Vista la dichiarazione dell’architetto Salvatore Schiavo, iscritto all’ordine degli architetti della provincia di Palermo al n° 3903, nella qualità di t ecnico incaricato, con la quale dichiara che gli elaborati trasmessi in soprintendenza ai BBCCAA sono uguali a quelli inoltrati al Comune di Isola delle Femmine in data 24.08.2007 – p.llo n. 9621;


Vista la dichiarazione resa ai sensi del D.P.R. n° 445/2 000– p.llo n. 9331 del 23.07.2008 a firma dell’architetto Salvatore Schiavo nella qualità di direttore dei lavori, sull’effettivo dislivello, riportato negli elaborati grafici, fra la via Romeo e via Roma di cm. 48;


Visto il parere favorevole dell’USL – Unità Operativa di prevenzione n° 8 – di Carini – p.llo n. 1431 del 30.07.2008;


Vista la nota p.llo n° 3356 del 24.02.2009 dell’U.T.C., r elativa alla richiesta degli oneri dovuti per il cambio di destinazione d’uso del solo piano terra, da destinare a unità commerciale, per un importo pori ad € 4.900,74, oltre diritti di segreteria pari ad € 245,00, e che risultano entrambi pagati in data 25.02.2009 giusto attestati di bollettini postali nn. vcy 0661;


Considerato che durante il corso dei lavori edilizi assentiti con la concessione originaria n. 29/2005, è stato effettuata una verifica da parte di questo UTC, dalla quale sono emerse delle irregolarità che hanno condotto il GIP a disporre il sequestro preventivo dell’immobile ed avverso il quale il concessionario ha presentato ricorso al T.A.R.;


Visto l’esito del T.A.R. del 29 dicembre 2006 – n. 296/2006 R. Trib. Lib. Sequestro - N./200 R. G.I.P., con il quale in parziale accoglimento dell’appello proposto dal sig. Cardinale Orazio, viene limitato il sequestro sulla cisterna in c.a. al piano terra;


Considerato che nella richiesta di variante in corso d’opera non è menzionata la cisterna idrica al piano terra oggetto ancora di sequestro cautelare, il sottoscritto responsabile del III settore è del parere che, può procedersi al rilascio della concessione di variante, subordinando i lavori di riempimento e chiusura di detta cisterna al provvedimento di dissequestro da parte dell’autorità giudiziaria;


Visti gli atti di questo UTC;


AUTORIZZA


il signor CARDINALE ORAZIO, omissis ai sensi D.Lgs n. 196/03 sulla tutela dei dati personali, nella qualità di proprietario, ad eseguire le opere di variante alla concessione edilizia originaria n° 29 del 16.11.2005, sull’immobile cen sito in catasto al fg. 5 – p.lla n. 390, e consistenti nel cambio di destinazione d’uso, limitato al solo piano terra, da adibire al locale commerciale (rivendita tabacchi, ricevitoria e gioco del lotto) e conseguente modifica della disposizione dei vani interni, nonché della diversa distribuzione dei vani interni delle due unità abitative di piano primo e secondo; con la definizione di tre unità: una al piano terra (locale commerciale) una da destinare a civile abitazione al piano primo ed un’altra al piano secondo, rimanendo subordinati i lavori per le eliminazione della cisterna idrica interrata (non menzionata negli elaborati allegati alla presente) al propedeutico dissequestro da parte dell’autorità giudiziaria.


Questo U.T.C. precisa che la variante rilasciata non costituisce proroga dei termini della concessione edilizia originaria, e pertanto la comunicazione di fine dei lavori relativamente alla concessione edilizia n. 29/2005 va inoltrata entro 36 mesi dall’inizio lavori, coincidente con il 21 giugno 2009.


Esso viene rilasciato in conformità al progetto allegato, che ne fa parte integrante e sostanziale, e sotto l’osservanza dei regolamenti comunali di edilizia e di igiene e di tutte le disposizioni vigenti, nonché delle prescrizioni di cui ai citati nulla osta.


Nessuna modifica può essere apportata al progetto senza autorizzazione comunale, pena le sanzioni di cui alla L.R. 37/85.


Debbono essere fatti salvi, riservati e rispettati tutti i diritti di terzi.


Nel cantiere deve essere esposta una tabella indicante numero, data e oggetto della concessione, le generalità del proprietario, del progettista, del direttore del Lavori, e dell’assuntore dei lavori, come prescritto dalla L.R. 37/85;


Il cantiere sui lati prospicienti spazi pubblici deve essere chiuso con assiti e delineato con segnalazioni anche notturne. L’eventuale occupazione di suolo pubblico dovrà essere preventivamente autorizzata;


E’ vietata la manomissione dei manufatti dei servizi pubblici, la cui presenza dovrà essere segnalata subito all’Ente proprietario;


La presente concessione dovrà essere custodita sul luogo dei lavori ed esibita al personale di vigilanza e di controllo del Comune, autorizzato ad accedere al cantiere, come prescritto dalla L.R.37/85;


E’ prescritta l’osservanza di tutte le disposizioni di legge e regolamenti vigenti in materia, anche se non richiamate nel presente provvedimento;


Le violazioni e le inosservanze delle norme vigenti o di quanto prescritto con la presente concessione saranno punite come previsto dalle L.R. 71/78 e 37/85 e L.47/85;


Il Responsabile del I servizio


Arch. Sergio Valguarnera


Il Responsabile del III Settore


Arch. Sandro D’Arpa



MONITORAGGIO ABUSIVISMO EDILIZIO

http://nuovaisoladellefemmine.blogspot.com/2009/09/monitoraggio-abusivismo-edilizio.html


LICENZA EDILIZIA LA FATA MARIA ANTONIA TOIA LEONARDO

http://nuovaisoladellefemmine.blogspot.com/2009/01/licenza-edilizia-la-fata-maria-antonia.html


LICENZA EDILIZIA POMIERO

http://nuovaisoladellefemmine.blogspot.com/2009/05/licenza-edilizia-pomiero-maria-grazia.html


LICENZA EDILIZIA BRUNO ROSARIO GRECH

http://nuovaisoladellefemmine.blogspot.com/2009/05/le-dimissioni-di-marcello-cutino.html


LICENZA EDILIZIA LO BELLO RALLO

http://nuovaisoladellefemmine.blogspot.com/2009/05/interrogazione-wind-shear-2003.html


LICENZA EDILIZIA GIAMBONA CATERINA http://nuovaisoladellefemmine.blogspot.com/2009/09/italcementi-sciopero-oltranza-dell_11.html


LICENZA EDILIZIA TINNIRELLO

http://nuovaisoladellefemmine.blogspot.com/2009/05/la-battaglia-navale-di-portobello.html


LICENZA EDILIZIA SCALICI GIUSEPPE

http://nuovaisoladellefemmine.blogspot.com/2009/03/oggetto-autorizzazione-integrata-amb.html

Nessun commento: