L'informazione è il diffondere, il far conoscere quello che qualcuno non vuole che si sappia, il resto è solo propaganda. L'informazione è un diritto. L'informazione come possibilità di scelta.
Con il termine mafia si intende un sistema di potere esercitato attraverso l’uso della violenza e dell’intimidazione per il controllo del territorio, di commerci illegali e di attività economiche e imprenditoriali; è un potere che si presenta come alternativo a quello legittimo fondato sulle leggi e rappresentato dallo Stato.


Un sistema di contro-potere dunque (a volte chiamato anti-Stato proprio per questa sua caratteristica), con una gestione gerarchica e verticistica, basata su regole interne a loro volta fondate sull’uso della violenza e dell’intimidazione.


È questa la vostra politica? Se avete un minimo di cervello usate gli attributi per un confronto Sui programmi. Ma vedo che alla fine usate i soliti mezzucci utilizzando i soliti servi sciocchi meschini e accattoni per cercare di fermare le persone.
Bene sappiate che io vado avanti lo stesso a testa alta e con schiena dritta e che voi siete sot
tocontrollo.



"Bisogna sempre avere il coraggio delle proprie idee e non temere le conseguenze perché l’uomo è libero solo quando può esprimere il proprio pensiero senza piegarsi ai condizionamenti " (Charlie Chaplin).























venerdì 19 giugno 2009

Muccilli:al fianco degli operai della Italcementi

*ITALCEMENTI ARPA COMUNE ISOLA DELLE FEMMINE INQUINANTI QUALITA' ARIA CONTROLLI CENTRALINE
*Autorizzazione Integrata Ambientale Decreto assessoriale 8 maggio 2009
*Muccilli:al fianco degli operai della Italcementi
*L' INQUINAMENTO HA UN COSTO?

7 commenti:

SI TORNA ALLE ORIBINI BENE ha detto...

MEGLIO RITORNARE ALLE ORIGINI ISOLA PULITA UN COMITATO DI LOTTA CONTRO L'INQUINAMENTO DELLA CEMENTERIA PER LA SALUTE DEI CITTADINI

Comitato Cittadino Isola Pulita ha detto...

Caro AMICO, per Tua informazione non è un ritornare alla cementeria come Tu dici, NOI non ci siamo mai allontanati dalla Cementeria e dal suo inquinare, non non ci siamo mai allontanati dai problemi che causano danni alla salute dei cittadini, non ci siamo mai allontanati dalla ricerca di una migliore qualità della vita dei cittadini di Isola, non ci siamo mai allontanati dalla ricerca di un miglior rapporto nelle relazioni sociali della nostra comunità, non non ci siamo mai allontanati dalla ricerca di una sempre migliore qualità nella gestione del territorio e lontani da una pratica consolidata di cementificazione e di speculazione edilizia, non ci siamo mai allontanati nel pretendere e richiedere un'amministrazione efficiente trasparente ed efficace al servizio dei cittadini e di non solo quattro amici e parenti,NOI non ci siamo mai allontanati dal lottare contro lo stato di illegalità che ormai attraversa e penetra il bene comune l'amministrazione. Non non ci siamo mai allontanati dalla lotta alla MAFIA e alle sue molteplici forme di espressione e di penetrazione. NOI NON ABBIAMO MAI CESSATO DI LOTTARE CONTRO LA MAFIA CHE PRETENDE MERCIFICARE TUTTO E TUTTI ANCHE NELLA COMPRA VENDITA DEI VOTI.
NOI NON CI SIAMO MAI ALLONTANATO E MAI CESSEREMO DI LOTTARE CONTRO I MAFIOSI CHE COMPRANO I VOTI.
NOI LOTTEREMO CON TUTTI GLI STRUMENTI CHE LA LEGGE CI OFFRE PER AVERE CHIAREZZA SUL DISCUSSO RISULTATO ELETTORALE A ISOLA DELLE FEMMINE, CHE VEDEVA SINO AL GIORNO PRIMA DELLE LEZIONI UNA SONORA SCONFITTA DELLA GIUNTA PORTOBELLO.
NESSUN SOSPETTO DI INQUINAMENTO AFFARISTICO MAFIOSO DEVE COINVOLGERE L'AMMINISTRAZIONE DI ISOLA DELLE FEMMINE
Il nostro interesse deve necessariamente vederci tutti impegnati a capire cosa ne sarà del futuro produttivo della Italcementi a Isola delle Femmine, visto quello che sta succedendo in tutti gli stabilimenti e in quelli che sono i programmi della Italcementi stessa RIDUZIONE DEI COSTI;LIcenziamento di 1.400 dipendenti in tutto il gruppo e riorganizzazione e ristrutturazione dei processi produttivi alla luce della crisi economica che sta investendo tutti i settori produttivi.
Quindi come già da parecchio tempo facciamo tenersi informati cossa avviene in tutti gli stabilimenti e capire le prospettive future. Non vorremmo trovarci come a Borgo San Dalmazzo in cui un bel mattino improvvisamente e senza alcun preavviso gli operai si sono visti i cancelli sbarrati e con l'annuncio della cassa integrazione per quasi tutti gli operai dello stabilimento. CUTINO PORTOBELLO e..... hanno forse il sentore di quello che sta accadendo se si cosa stanno facendo per gli operai della Italcementi e per l'economia isolana?

Lucciole x Lanterne ha detto...

Scusate non capisco cosa c'entra la crisi industriale o le scelte utili alla politica finanziaria dell'italcemeti group con potorbello cutino che non sono presenti nelle altre realta del gruppo italcemeti e fuori dalla sicilia mah roba da matti pare che si confondono lucciole per lanterne con unao spruzzo di mafia pure a Borgo s.Dalmazzo !!!

Comitato Cittadino Isola Pulita ha detto...

Scusate non capisco cosa c'entra la crisi industriale o le scelte utili alla politica finanziaria dell'italcemeti group con potorbello cutino che non sono presenti nelle altre realta del gruppo italcemeti e fuori dalla sicilia mah roba da matti pare che si confondono lucciole per lanterne con unao spruzzo di mafia pure a Borgo s.Dalmazzo !!!

Caro Amico quello che ci interessava e deve interessare noi TUTTI mettere in risalto è la crisi economica che ormai investe l'intero gruppo Italcementi, compreso lo stabilimento di Isola delle Femmine. L'ipotesi abbastanza concreta diuna crisi che coinvolgerà alcune decine di operai della Italcementi di Isola delle Femmine è deve essere sotto gli occhi di tutti. Gli operai SUBIRANNO la crisi senza che NESSUNO sia stato in grado di approntare strumenti atti ad affrontare le conseguenze economiche che ne possono scaturire per gli operai e per l'intera Comunità di Isola delle Femmine.
Il nostro richiamo al Sindaco Portobello Cutino Palazzotto e all'intera Amministrazione (così come è avvenuto in altre realtà) è il richiamo alle RESPONSABILITA' che ad essi gli derivano oltre al fatto che della Italcementi e del suo futuro produttivo economico MAI in nessuna circostanza si è fatto menzione.
L'invito è quello di diventare protagonisti attivi della realtà economica e non soggetti passivi. Di Italcementi non si può parlare soltanto in periodo di elezioni.
Ti sembreranno lucciole o lanterne il giorno in cui gli operai della Italcementi di Isola delle Femmine dovranno pagare di tasca propria le conseguenze economiche della crisi?
Cosa pensi siano sembrate Lucciole o lantenrne agli operai della Italcementi di Carrara che ancora oggi sono in attesa delle promesse di un loro reimpiego da parte della Italcementi?
Cosa pensi siano sembrate Lucciole o Lanterne agli operai della Italcementi di Borgo San Dalmazzo che dopo aver molto collaborato con l'azienda per l'ottenimento dell'Autorizzazione Integrata Ambientale un bel mattino si sono visti i cancelli sbarrati e una lettera con cui si mettevano in cassa integrazione gli operai?
Cosa pensi siano sembrate Lucciole o lanterne agli operai della Italcementi di Guardialeggia quando la prospettiva di una lunga cassa integrazione ha mortificato le prospettive di crescita e un futuro per i loro figli?
Cosa pensi sembreranno Lucciole o Lanterne agli operai della Italcementi di Isola delle Femmine che dopo avergli raccontato che il pet-coke permetteva di risparmiare sui costi di produzione che permetteva loro la prospettiva di una garanzia occupazionale, domani forse gli diranno statevene tutti a casa perchè la Italcementi è in crisi ed è costretta a chiudere.
Caro Amico lettore a questo punto invece di fare polemiche sterili e senza alcun senso cerchiamo TUTTI INSIEME di offrirci un'opportunità di sviluppo e di crescita.
Il futuro economico di Isola delle Femmine e la qualità della vita dei cittadini non sono ASSOLUTAMENTE barattabili con qualche voto. O con qualche assessorato.
UNITI SI VINCE
Pino Ciampolillo

Anonimo ha detto...

se la fabbrica chiude è colpa tua e dei ricorsi al tar tuoi, dei palermitani e dei finti torinesi come te.

Comitato Cittadino Isola Pulita ha detto...

Per una forma di rispetto che nutro verso le PERSONE mi corre l'obbligo di rispondere con una domamda: Se a Isola delle Femmine la Italcementi chiude a causa dei ricorsi al tar dei palermitani o dei finti torinesi. Riesci a spiegarTi perchè in altri stabilementi la Italcementi ha messo o in procinto di farlo: mettere in cassa integrazione o attivare procedure di licenziamento o ferie forzate?
Non penso che in quelle situazioni centrino i ricorsi al TAR.

NON SONO ANCORA RIUSCITO A CAPIRE DA DOVE TI DERIVI L'OSSERVAZIONE CHE FAI DI COLPE O NON COLPE
PENSI DAVVERO CHE UNA PERSONA POSSA PORTARE LA ITALCEMENTI A CHIUDERE UNO STABILIMENTO?
Lo so che non lo credi nemmeno Te. Sono forse altri i motivi per cui non facili nessuna forma di dialogo?
E' difficilissimo trovare argomentazioni alle Tue argomentazioni!
Con rispetto
Pino Ciampolillo

usi corretti di dati di fatto ha detto...

Isola pulita o meglio solo uno, appena fanno una osservazione va in tilt il coloSso cemneteria group se vuole chiuDere gli impianti per i cavoli finanziari suoi non cHIEDE IL PERMESSO A NESSUNO e se ne frega degli operai e del ciampo DI TURNO MA ancoR CONTINUA AD insisteRE sulle inutili disquisizioni tipo " non ci siamo mai allontanati nel pretendere e richiedere un'amministrazione efficiente trasparente ed efficace al servizio dei cittadini e di non solo quattro amici e parenti ECC.ECC. ECC." deve sapere che i gruppi forti sono QUELLI chE stanno nel salotto buono dell'economia italiana che si trova a piazza affari A MILANO efanno e sdisfanno a loro uso e consumo gli investimenti che sono piu redditizi alle loro finanze e se ne fregano del RESTO DEI PROBLEMI DEGLI ALTRI. UN ESEMPIO L AFIATI DI TERMI IMERESE COSTRUITA CON I SOLDI DELLA REGIONE MANTENUTA CON LA CIG DELLO STATO E PURE VUOLE ABBANDONARE LA SICILIA CON LA SCUSA DI CAMBIARE PRODUZIONE.