L'informazione è il diffondere, il far conoscere quello che qualcuno non vuole che si sappia, il resto è solo propaganda. L'informazione è un diritto. L'informazione come possibilità di scelta.
Con il termine mafia si intende un sistema di potere esercitato attraverso l’uso della violenza e dell’intimidazione per il controllo del territorio, di commerci illegali e di attività economiche e imprenditoriali; è un potere che si presenta come alternativo a quello legittimo fondato sulle leggi e rappresentato dallo Stato.


Un sistema di contro-potere dunque (a volte chiamato anti-Stato proprio per questa sua caratteristica), con una gestione gerarchica e verticistica, basata su regole interne a loro volta fondate sull’uso della violenza e dell’intimidazione.


È questa la vostra politica? Se avete un minimo di cervello usate gli attributi per un confronto Sui programmi. Ma vedo che alla fine usate i soliti mezzucci utilizzando i soliti servi sciocchi meschini e accattoni per cercare di fermare le persone.
Bene sappiate che io vado avanti lo stesso a testa alta e con schiena dritta e che voi siete sot
tocontrollo.



"Bisogna sempre avere il coraggio delle proprie idee e non temere le conseguenze perché l’uomo è libero solo quando può esprimere il proprio pensiero senza piegarsi ai condizionamenti " (Charlie Chaplin).























domenica 15 novembre 2009

ATL-CAMPOFRANCO-ISOLA DELLE FEMMINE


15.11.2009 Atl. Campofranco Isola delle Femmine 3 - 1

Marcatori:


Scilluffo,Scilluffo,Scilluffo

esce Palazzolo entra Siciliano.......

esce Costanzo entra Giammarinaro



ISOLA, BESTIA NERA DELL'ALCAMO
image
3-0 image

Aiutata ancora una volta dall'arbitro l'Isola delle Femmine si conferma bestia nera dei bianconeri. Paradossale il gol della vittoria dell'ex Cuneo è stato messo a segno all'80°. Espulso Roberto Gatto.


26/11/2009,


CITTA' ISOLA DELLE FEMMINE-ATLETICO ALCAMO 1-0

CITTA' ISOLA DELLE FEMMINE: Inserillo, Di Vita, Caputo, Palazzolo, Bruno, Costanzo, Vassallo, Siciliano (67° Cardinale), Cuneo (83° Giammarinaro), Troia, Pagano (78° Nevoloso). All. Sansonini. In panchina: La Bua, Minardi, Mulé e Canino.
ATLETICO ALCAMO: Lo Monaco, Gatto R., Turano, Di Giuseppe V., Ferrito, Piccolo, Cottone (51° D'Anna), Ciaramella, Grupposo, Benenati (63° Gatto S.), Fumuso (51° Ligotti). All. Bosco. In panchina: Ponzo, Paglino, Di Giuseppe I. e Di Marco.
ARBITRO: Fabio Pasciuta di Agrigento.
ASSISTENTI: Stefano Barrile e Roberto Drago di Agrigento.
RETE: 80° Cuneo.
NOTE: Espulso Roberto Gatto dell'Alcamo per fallo di reazione. Ammoniti Bruno, Costanzo, Pagano, Siciliano e Vassallo per i locali, Grupposo per l'Alcamo.

Gli arbitri agrigentini "non portano bene" diciamo cosi all'Alcamo e il Città Isola delle Femmine si conferma bestia nera dell'Atletico. Con i palermitani, dopo quanto successo in Coppa Italia e nella gara di campionato, sospesa all'80° di gioco dall'arbitro agrigentino La Lomia sul 3-0 per i bianconeri, la squadra di Gaspare Bosco cade in maniera anche inaspettata sul loro terreno, gara diretta da un arbitro ancora di Agrigento, il Sig. Pasciuta (già lo stesso arbitro che non ci permise di vincere a strasatti!!!), contribuendo a far uscire dalla crisi di risultati i locali, in astinenza da quasi due mesi. Come di consueto la squadra bianconera raccoglie meno di quanto abbia seminato. Infatti, pur non giocando come in altre occasioni, se c'era una squadra che meritava di vincere quella era l'Alcamo. I locali durante l'arco della gara mai si sono resi pericolosi davanti a Lo Monaco, però sono stati bravi ad approfittare dell'unico errore dei bianconeri punendoli con il gol dell'ex di turno Maurizio Cuneo (tra le fila della squadra palermitana giocava un altro ex, il difensore Costanzo), arrivato, paradossalmente, al minuto 80. Diverse le occasioni da gol per i bianconeri, soprattutto con i calci di punizione di Ciaramella a cui, questa, volta non è riuscito, come aveva fatto nella gara di ottobre, di gonfiare la rete, grazie, anche, alle strepitose parate del portiere locale Inserillo che gli ha negato la gioia del gol in tutte e tre le circostanze. Una battuta d'arresto che dovrà presto essere smaltita perché domenica ci sarà un'altra gara impegnativa sul campo della vicecapolista Atletico Capofranco, matricola terribile e unica squadra del girone ancora imbattuta, nella speranza che la lega ci mandi un arbitro "buono"...

Nessun commento: