L'informazione è il diffondere, il far conoscere quello che qualcuno non vuole che si sappia, il resto è solo propaganda. L'informazione è un diritto. L'informazione come possibilità di scelta.
Con il termine mafia si intende un sistema di potere esercitato attraverso l’uso della violenza e dell’intimidazione per il controllo del territorio, di commerci illegali e di attività economiche e imprenditoriali; è un potere che si presenta come alternativo a quello legittimo fondato sulle leggi e rappresentato dallo Stato.


Un sistema di contro-potere dunque (a volte chiamato anti-Stato proprio per questa sua caratteristica), con una gestione gerarchica e verticistica, basata su regole interne a loro volta fondate sull’uso della violenza e dell’intimidazione.


È questa la vostra politica? Se avete un minimo di cervello usate gli attributi per un confronto Sui programmi. Ma vedo che alla fine usate i soliti mezzucci utilizzando i soliti servi sciocchi meschini e accattoni per cercare di fermare le persone.
Bene sappiate che io vado avanti lo stesso a testa alta e con schiena dritta e che voi siete sot
tocontrollo.



"Bisogna sempre avere il coraggio delle proprie idee e non temere le conseguenze perché l’uomo è libero solo quando può esprimere il proprio pensiero senza piegarsi ai condizionamenti " (Charlie Chaplin).























venerdì 26 marzo 2010

DELIBERE DELLA GIUNTA PORTOBELLO 2010

 
Approvazione progetto "Albachiara" a valere sull'accordo di programma quadro "Giovani protagonisti di sé e del territorio". Autorizzazione al Sindaco a sottoscrivere atto costitutivo Associazione Temporanea di Scopo.
Atto numero 41  del 15-04-2010


Il Sindaco propone l’adozione della seguente deliberazione:
Approvazione progetto “Albachiara” a valere sull’accordo di programma quadro “Giovani protagonisti di sé e del territorio”. Autorizzazione al Sindaco a sottoscrivere atto costitutivo Associazione Temporanea di Scopo.

LA GIUNTA COMUNALE

Premesso:
Che in data 1.8.2008 è stato sottoscritto tra la Regione Siciliana, la Presidenza del Consiglio dei Ministri – Dipartimento della Gioventù – e il Ministero dello Sviluppo Economico l’Accordo di programma Quadro “Giovani protagonisti di sé e del territorio” avente la finalità di avviare sul territorio un cambiamento culturale che valorizzi le potenzialità e il ruolo dei giovani;
Che in data 30.1.2009 la Regione Siciliana con D.A. n.247 ha proceduto all’approvazione dell’avviso pubblico per la presentazione di proposte progettuali per l’attuazione del succitato accordo di programma-quadro Che questo Comune, insieme ad altri partner, ha avanzato istanza di finanziamento di un progetto denominato “Albachiara” che prevedeva in caso di finanziamento la costituzione di un’Associazione Temporanea di Scopo (A.T.S.) tra tutti gli Enti proponenti;
Che in data 1.2.2010, con Decreto Dirigenziale n.273, l’assessorato regionale della Famiglia, delle Politiche Sociali e del Lavoro ha ammesso a finanziamento il progetto in argomento che presenta un importo complessivo di € 800.000,00 di cui € 639.000,00 a carico del Bilancio della Regione Siciliana e la restante parte di € 161.000,00 da ripartire tra tutti gli Enti facenti parti della R.E.A.P.;
Che la Cooperativa Sociale ISIDE, capofila, ha proceduto a redigere, come richiesto in sede di comunicazione della concessione del finanziamento, un progetto esecutivo che utilizza il medesimo format dell’istanza iniziale;
Vista la nota della Coop. Sociale ISIDE del 15.4.2010, acquisita in pari data al prot gen.le n. 5394, con la quale si chiede a questo Comune di voler formalizzare l’A.T.S.;
Ritenuto di dover procedere in tal senso;

DELIBERA

1. Di approvare il progetto esecutivo “Albachiara” a valere sull’Accordo di Programma-Quadro “Giovani protagonisti di sé e del territorio”, rimodulato così come richiesto dall’Ente Finanziatore, che allegato alla presente ne forma parte integrante e sostanziale.
2. Dare atto che, sulla base delle previsioni progettuali, questo Comune deve farsi carico di un co-finanziamento per un valore di € 40.167,00 e che tale quota verrà erogata mediante la fornitura di beni strumentali già nella disponibilità di quest’Ente.
3. Autorizzare il Sindaco a sottoscrivere insieme agli altri partners l’atto costitutivo dell’A.T.S..
Approvazione progetto "Albachiara" a valere sull'accordo di programma quadro "Giovani protagonisti di sé e del territorio". Autorizzazione al Sindaco a sottoscrivere atto costitutivo Associazione Temporanea di Scopo.
Atto numero 41
del 15-04-2010
Tipo di Atto: DELIBERA DI GIUNTA
Allegato: DELIBERA G.M. 041.10.pdf (11 kb)

Assegnazione anticipazione fondo per il funzionamento amministrativo e didattico all'Istituto Scolastico Comprensivo di Scuola Materna, Elementare e Media - Anno Scolastico 2010/2011".
Atto numero 40  del 08-04-2010
Il Responsabile del Servizio della Pubblica Istruzione , su disposizione dell’Ass.re al ramo Prof. Riso Napoleone, propone alla G.M. l’approvazione della seguente proposta di deliberazione:
“ Assegnazione anticipazione fondo per il funzionamento amministrativo e didattico all’Istituto Scolastico Comprensivo di Scuola Materna, Elementare e Media – Anno Scolastico 2010/2011”.

LA GIUNTA MUNICIPALE

Visto il Decreto Legislativo 16/04/1994 n.297 e la Legge 11/01/1996 n.23;
Rilevato che gli Istituti Scolastici hanno autonomia amministrativa per quanto concerne le spese di funzionamento amministrativo e didattico, giusto art.26 del D.L. 297/94;
Ritenuto, di conseguenza, opportuno, per consentire il soddisfacimento tempestivo delle varie esigenze funzionali della scuola, che l’Istituto Scolastico provveda direttamente alla gestione delle spese varie d’ufficio, alla fornitura di sussidi didattici ed a quant’altro ritenuto necessario per l’organizzazione e la programmazione della vita e dell’attività della scuola (attività parascolastiche, visite guidate,partecipazione ad attività culturali e sportive);
Considerato di poter assegnare per i fini di cui sopra, la somma di €. 6.000,00, quale anticipo del fondo che sarà integrato con successivo provvedimento, al Dirigente dell’Istituto Scolastico Comprensivo di Scuola Materna, Elementare e Media di Isola delle Femmine da gestire secondo le necessità e le priorità stabilite dal Consiglio d’Istituto e con carico di rendiconto;
Vista la legge n.142/90, recepita con modifiche dall’art.1 della L.R.48/91;
Visto il corrente bilancio di previsione in corso di formazione ;
Visto il vigente O.A.EE.LL. in Sicilia;

DELIBERA

Assegnare e liquidare , per le considerazioni espresse in narrativa, al Capo dell’Istituto Scolastico Comprensivo di Scuola Materna, Elementare e Media di Isola delle Femmine , Prof.  Fabrizio Mangione, la somma di €. 6.000,00 quale anticipo del fondo da destinare alle spese di funzionamento amministrativo e didattico per l’anno scolastico 2010/2011 .  Demandare al Responsabile del Settore Amministrativo l’assunzione del consequenziale impegno di spesa.
" Assegnazione anticipazione fondo per il funzionamento amministrativo e didattico all'Istituto Scolastico Comprensivo di Scuola Materna, Elementare e Media - Anno Scolastico 2010/2011".
Atto numero 40
del 08-04-2010
Tipo di Atto: DELIBERA DI GIUNTA
Allegato: DELIBERA G.M. 040.10.pdf (9 kb)


Approvazione scheda di rilevazione "G" Parte prima e seconda- allegata alla circolare n. 15/a2 del 18/12/2009 certificante il grado di attuazione del programma operativo 2008".
Atto numero 39  del 08-04-2010

Il responsabile del settore Tributi sottopone all’approvazione della Giunta Municipale le seguente proposta di deliberazione:
Approvazione scheda di rilevazione “G” Parte prima e seconda- allegata alla circolare n. 15/a2 del
18/12/2009 certificante il grado di attuazione del programma operativo 2008”

PREMESSO:

Che la L.R. 26/03/2002 n.2, art.76 c.2°, ha previsto una variazione percentuale in aumento od in diminuzione il riparto delle assegnazione annuali EE.LL. in relazione a diversi indicatori;
Che l’art.3 della Legge Regionale 30 gennaio 2006 n.1 ha previsto un ulteriore nuovo indicatore premiale finalizzato alla rilevazione della ottimizzazione del servizi di riscossione e/o al recupero dei tributi attraverso l’adozione di programmi operativi finalizzati;
Che entro il 31/03/2005 i Comuni dovevano predisporre il predetto programma operativo, da realizzare integralmente entro il 31/12/2006 ;
Che i Comuni che non avevano adempiuto alla disposizione del programma per l’anno 2006, avrebbero dovuto provvedere allo stesso entro la data del 31/12/2007, da realizzare entro la data del 31/12/2008;
Viste le deliberazioni di Giunta Municipale n.114/2008 e 115/2008 sono stati approvati i programmi operativi per l’ottimizzazione servizio riscossione e/o recupero tributi anni 2008 da realizzare entro il 31/12/2010 e approvazione scheda “G” – grado di attuazione del programma operativo 2007;

CONSIDERATO:

Che la circolare n.15 del 18/12/2009 dell’Assessorato Regionale della Famiglia, delle Politiche Sociali e delle Autonomie Locali prevede che deve essere approvata con deliberazione di Giunta Comunale la presa d’atto della realizzazione del programma operativo finalizzato all’ottimizzazione servizio riscossione e/o recupero tributi anno 2008 al fine di accedere a tale forma di premialità;

SI PROPONE ALLA GIUNTA MUNICIPALE

Di approvare la scheda di rilevazione G – parte prima e parte seconda – allegata alla circolare n.15/a2 del 18/12/2009 debitamente compilata in ogni sua parte che certifica il grado di attuazione del programma operativo 2008;
Di trasmettere copia della presente all’Assessorato Regionale della Famiglia, delle Politiche Sociali e delle Autonomie Locali;

IL RESPONSABILE DEL SETTORE TRIBUTI

F.to Tricoli Antonino

Approvazione scheda di rilevazione "G" Parte prima e seconda- allegata alla circolare n. 15/a2 del 18/12/2009 certificante il grado di attuazione del programma operativo 2008".
Atto numero 39
del 08-04-2010
Tipo di Atto: DELIBERA DI GIUNTA
Allegato: DELIBERA G.M. 039.10.pdf (71 kb)


"Approvazione programma operativo finalizzato all'ottimizzazione servizio riscossione e/o recupero tributi - Anno 2009 - Da realizzarsi entro la data del 31/12/2010."
Atto numero 38  del 08-04-2010
Proposta di deliberazione presentata dall’Ufficio Tributi avente per oggetto:
“Approvazione programma operativo finalizzato all’ottimizzazione servizio riscossione e/o recupero tributi
·         Anno 2009 – Da realizzarsi entro la data del 31/12/2010.”
PREMESSO che, con circolare n.15/A2 del 18/12/2009, la Regione Siciliana fra gli indicatori premiali
individua per l’anno 2009 l’approvazione, entro il 31/12/2009, di un programma finalizzato all’ottimizzazione
del servizio di riscossione e/o recupero dei tributi da realizzarsi entro il 31/12/2010;
VISTO il programma operativo finalizzato all’ottimizzazione del servizio di riscossione che forma parte integrante e sostanziale del presente atto;

SI PROPONE ALLA GIUNTA MUNICIPALE

Di approvare il programma operativo finalizzato all’ottimizzazione del servizio di riscossione e/o recupero dei tributi – Anno 2009 - da realizzarsi entro il 31/12/2010, così come previsto dalla circolare n. 18 del 23/10/2008.

IL RESPONSABILE DEL SETTORE TRIBUTI

F.to Antonino Tricoli

LA GIUNTA MUNICIPALE

Vista la superiore proposta di deliberazione ;
Visti i pareri favorevoli in ordine alla regolarità tecnica e contabile;

D E L I B E R A

Di approvare per i motivi espressi in narrativa la superiore proposta di determinazione che
qui si intende letteralmente trascritta, avente per oggetto: “ approvazione programma operativo
finalizzato all’ottimizzazione servizio di riscossione e/o recupero tributi-Anno 2009 da realizzarsi entro
il 31/12/2010”.
Ritenuto che il programma di che trattasi va presentato al competente Assessorato Regionale
entro i termini di scadenza, come previsto dalla vigente normativa, dichiarando il presente atto
Immediatamente Esecutivo.
PROGRAMMA OPERATIVO ANNO 2008 FINALIZZATO ALL’OTTIMIZZAZIONE DEL SERVIZIO DI RISCOSSIONE
E/O AL RECUPERO DEI TRIBUTI DA REALIZZARE ENTRO IL 31/12/2009
L’attività dell’Ufficio Tributi assume annualmente un’importanza primaria per il bilancio comunale, essendo proposta all’accertamento e alla riscossione delle entrate comunali derivanti da imposizione di carattere tributario e disciplinata da apposito regolamento.
A tal proposito questo ufficio vuole sottoporre all’attenzione di questa Giunta Comunale, il
programma delle varie attività che si intendono svolgere nell’anno 2009;
Come già sottolineato , molto è stato fatto nella lotta contro l’evasione ed altro si potrà fare ricercando su altri fonti ancora per scoprire ulteriore possibili fasce di evasione;
Il programma prevederà un esame di tutti i ricorsi presentati in autotutela sulle liquidazioni e verranno rettificati eventuali anomalie, errori e variazioni non registrate per poi procedere all’approvazione delle somme annullate e rettificate;
Successivamente verrà effettuato il controllo del dovuto/ versato per l’anno 2006 con eventuale emissione dei relativi avvisi di accertamento per omesso o parziale versamento e all’accertamento per omessa dichiarazione dall’anno 2005;
Verranno inoltre controllate le denunce di successione inviate dal Ministero delle Finanze per identificare soggetti che hanno ereditato proprietà non denunciata;
Verranno inseriti tutti i versamenti delle violazioni inviati dal Concessionario ed effettuati dai contribuenti,con successiva emissione degli elenchi per la riscossione coattiva dei soggetti non in regola per tutti gli atti notificati entro il 2008.  i procederà inoltre all’esame dei ricorsi presentati da contribuenti per ruoli coattivi a seguito notifica delle cartelle esattoriali;
Verranno approvate le eventuali somme da annullare o rettificare con conseguente compilazione e trasmissione di modulo di sgravio/discarico al C.N.C. per gli aggiornamenti consequenziali;
Verranno esaminate le richieste di rimborso presentate per l’anno 2006-2007-2008 e approvate le eventuali somme da rimborsare;
Verranno aggiornati gli archivi man mano se ne verificheranno le occasioni, usufruendo di tutte le informazioni utili recuperate. Si cercherà di reperire tutti gli indirizzi aggiornati per la corrispondenza ritornata al mittente o eventuali eredi nel caso di decessi;
Per quanto riguarda la TARSU verranno effettuati i controlli con le variazioni anagrafiche e verranno invitati a presentare la relativa denuncia tutti coloro i quali sono tenuti a farlo a seguito di iscrizione per immigrazione , cancellazione, variazione di domicilio, matrimonio;
Verranno successivamente emessi relativi accertamenti d’ufficio a coloro i quali avranno omesso di presentare la denuncia;
Verrà emesso ruolo ordinario TARSU ed eventuali suppletivi se sarà opportuno;
Per ciò che concerne i tributi locali COSAP e Pubblicità, a seguito della disdetta contrattuale con Tributi Italia S.p.A., il servizio viene svolto da questo Ufficio che procederà alla ricostruzione della banca dati e all’emissione degli eventuali avvisi di accertamento.
Verranno controllati i pagamenti effettuati dai contribuenti per l’occupazione permanente e temporanea del suolo pubblico, e il controllo del pagamento dei passi carrabili debitamente autorizzati.  Tuttavia, al fine di garantire una maggiore entrata si potrebbe sollecitare un più accurato controllo sul territorio per quanto concerne l’affissione abusiva di manifesti e l’utilizzo improprio del suolo pubblico.
Nell’assolvimento di queste funzioni non si trascurerà la tempestiva a solerte disponibilità al pubblico che interagisce con gli uffici tributari , sia per richieste di informazioni, sia per richiedere un aiuto nel disbrigo delle pratiche, sia per i molti problemi relativi ai concessionari che con i loro tempi e i loro solleciti sono spesso motivo di preoccupazione per molti cittadini, soprattutto gli anziani che hanno difficoltà a raggiungere le loro sedi distaccate in città;
Siamo certi che la realizzazione di questo programma porterà ad un incremento dei tributi riscossi rispetto all’anno precedente.
Il Responsabile del Settore Tributi
Antonino Tricoli
"Approvazione programma operativo finalizzato all'ottimizzazione servizio riscossione e/o recupero tributi - Anno 2009 - Da realizzarsi entro la data del 31/12/2010."
Atto numero 38
del 08-04-2010
Tipo di Atto: DELIBERA DI GIUNTA
Allegato: DELIBERA G.M. 038.10.pdf (68 kb)


Nomina del Responsabile Unico del Procedimento dei "Lavori di completamento degli impianti sportivi polivalenti nell'area destinata dal P.R.G. ad attrezzature sportive".
Atto numero 37  del 08-04-2010

Il Responsabile del V Settore, Arch. Sandro D’Arpa, sottopone all’approvazione della Giunta Comunale la seguente proposta di deliberazione:

Nomina del Responsabile Unico del Procedimento dei “Lavori di completamento degli

impianti sportivi polivalenti nell’area destinata dal P.R.G. ad attrezzature sportive”

LA GIUNTA COMUNALE

Premesso che:
· Con Deliberazione di Giunta Municipale n. 142 del 29/12/2006 è stato affidato l’incarico di progettazione esecutiva DL, misura, contabilità, liquidazione ed assistenza al collaudo, all’arch. Stefania Gioacchino dei “Lavori di completamento degli impianti sportivi polivalenti nell’area destinata dal P.R.G. ad attrezzature sportive”;
· Con Deliberazione di Giunta Municipale n. 141 del 29/12/2006 è stato affidato l’incarico professionale per il coordinamento per la sicurezza in fase di progettazione e di esecuzione dei “Lavori di completamento degli impianti sportivi polivalenti nell’area destinata dal P.R.G.  ad attrezzature sportive” all‘Ing. Nicolò Navarra;
· Con deliberazione di G.C. n. 51 del 29/05/2009 è stato approvato il progetto esecutivo dei “Lavori di completamento degli impianti sportivi polivalenti nell’area destinata dal P.R.G. ad attrezzature sportive” visto il parere tecnico favorevole dell’Arch. Sandro D’Arpa (ns. prot.  int. n. 8662 del 26/05/09);
· nel piano triennale delle OO.PP. 2009/2011, approvato con Deliberazione di C.C. n. 44 del 31/08/2009, l’intervento risulta inserito con priorità generale 16, di settore 1 e di categoria1;

DELIBERA

Nominare l’Arch. Monica Giambruno come Responsabile Unico del Procedimento dei “Lavori di
completamento degli impianti sportivi polivalenti nell’area destinata dal P.R.G. ad attrezzature sportive”;
Nomina del Responsabile Unico del Procedimento dei "Lavori di completamento degli impianti sportivi polivalenti nell'area destinata dal P.R.G. ad attrezzature sportive".
Atto numero 37
del 08-04-2010
Tipo di Atto: DELIBERA DI GIUNTA
Allegato: DELIBERA G.M. 037.10.pdf (15 kb)

Valutazioni in ordine opportunità acquisizione dell'immobili adibito a "Deposito generale munizioni di Isola delle Femmine".
Atto numero 36  del 06-04-2010
Il Sindaco propone l’adozione della seguente deliberazione:
Valutazioni in ordine opportunità acquisizione dell’immobili adibito a “Deposito generale munizioni di Isola delle Femmine”.

LA GIUNTA COMUNALE

Premesso che nel territorio di questo Comune ricade un’immobile di proprietà demaniale, in passato destinati a Deposito Munizioni gestito dalla Marina Militare Italiana;
Che con l’art.14 bis, comma 3 della L.133/08 e con l’art.2, comma 189, della Legge 191/2009, si è deciso di dismettere degli immobili demaniali destinandoli a soddisfare specifiche esigenze di valorizzazione e gestione del proprio patrimonio immobiliare;
Che la Direzione Generale dei Lavori e del Demanio ha predisposto un primo elenco di infrastrutture che, per caratteristiche architettoniche, ubicazione e destinazione d’uso, si prestano ad essere poste sul mercato;
Che nell’elenco degli immobili di che trattasi è presente il Deposito Generale Munizioni sopra citato;
Che detto immobile ricade in una zona di notevole pregio ambientale e sulla stesso insistono numerosi edifici che consentirebbero la valorizzazione dell’area in quanto potrebbero essere destinati ad attività ricettive a fini turistici;
Rilevato che per acquisire maggiori informazioni utili a meglio delineare le modalità di acquisizione di detto patrimonio immobiliare è opportuno contattare la Direzione Generale dei Lavori e del Demanio di Roma, Ente preposto alla trattazione della tematica, così come segnalato dall’On.le Guido Corsetto, Sottosegretario di Stato alla Difesa, con nota n°24/385 dell’1.4.2010, acquisita a questo Prot. in data 6.4.2010 al n°4938;
Con voti unanimi espressi per alzata di mano

DELIBERA

1.  Manifestare l’interesse di questa Amministrazione all’acquisizione al patrimonio immobiliare di questo Comune dell’immobile in oggetto.
2.  Autorizzare il Sindaco ad acquisire opportuni approfondimenti presso Direzione Generale dei Lavori e del Demanio al fine di avviare l’iter amministrativo per l’acquisizione dell’immobile di che trattasi.
A questo punto, il Sindaco informa che egli si recherà in missione presso il
Ministero della Difesa per le motivazioni sopra Deliberate nei giorni 12 e 13 aprile p.v., così come già concordato con la Direzione Generale dei Lavori e del Demanio di Roma.  Propone, altresì, che in detta missione venga affiancato dal Presidente del Consiglio, Rag. Alessandro Giucastro, in rappresentanza dell’Organo Consiliare stante che lo stesso dovrà essere coinvolto nell’eventuale acquisizione del bene, e dall’assessore all’Ambiente, Dr. Marcello Cutino.
LA GIUNTA COMUNALE
Preso atto dell’allontanamento dall’aula dell’Assessore Cutino, in quanto interessato; Presenti n.4;
Con voti unanimi, espressi per alzata di mano;
DELIBERA
1.  Autorizzare l’Assessore Cutino a recarsi in missione nell’esclusivo interesse del Comune presso la Direzione Generale dei Lavori e del Demanio di Roma – nei giorni 12 e 13 c.m.
2.  Disporre che il Responsabile del Settore Amministrativo proceda all’assunzione dell’impegno di spesa necessario per garantire la regolare esecuzione della missione, procedendo all’anticipazione delle spese di viaggio e di soggiorno.  Rappresentata, quindi, l’urgenza di provvedere, con votazione unanime, parimenti espressa per alzata di mano, dichiara il presente atto IMMEDIATAMENTE ESECUTIVO.
Valutazioni in ordine opportunità acquisizione dell'immobili adibito a "Deposito generale munizioni di Isola delle Femmine".
Atto numero 36
del 06-04-2010
Tipo di Atto: DELIBERA DI GIUNTA
Allegato: DELIBERA G.M. 036.10.pdf (10 kb)

35  MANCA ?

"Ricorso in appello avverso la sentenza n°251/12/2008 della Commissione Tributaria Regionale di Palermo. Causa Comune di Isola delle Femmine/Sicileas SpA."
Atto numero 34  del 30-03-2010

L’Ufficio Segreteria, su apposita disposizione del Sindaco, ha elaborato e propone l’adozione della seguente deliberazione:
“Ricorso in appello avverso la sentenza n°251/12/2008 della Commissione Tributaria Regionale di Palermo. Causa Comune di Isola delle Femmine/Sicileas SpA.”

LA GIUNTA MUNICIPALE

Premesso che con atto deliberativo di Giunta Comunale n°118 d el 10/12/2007 è stato conferito l’incarico all’Avv. Saverio Lo Monaco per la costituzione nel ricorso innanzi la Commissione Tributaria Regionale di Palermo, presentato dalla Sicileas SpA, avverso l’iscrizione a ruolo della cartella di pagamento TARSU per l’anno 2006;
Che con sentenza n°251/12/2008 la Commissione Tributaria Provinciale di Palermo ha rigettato il ricorso predetto;
Vista la nota dell’Avv. Saverio Lo Monaco, acquisita al protocollo generale di
questo Ente in data 23.03.2010 al n°4388, con la qual e comunica che gli è stato notificato,
in qualità di legale di questo Comune, il ricorso in appello avverso la citata sentenza n°251/12/08, innanzi alla Commissione Tributaria Regi onale, proposto dalla Sicileas SpA, relativa alla cartella di pagamento della TARSU per l’anno 2006;
Visto il predetto atto d’appello, trasmesso dall’Avv. Lo Monaco in allegato alla predetta nota;
Ritenuto che questo Comune abbia validi motivi per costituirsi innanzi alla Commissione Tributaria Regionale di Palermo, anche alla luce della sentenza n°251/2008;
Ritenuto, pertanto, che questo Ente, ed in sua rappresentanza il Sindaco, debba costituirsi nelle forme di legge in relazione al predetto atto;
Considerato che la relativa procura può essere conferita all’Avv.
_______________ con studio legale in _____________ Via _______________________;
Vista la legge 8.6.1990, n.142, recepita con modifiche dall’art.1 della L.R. 11.12.1991, n.48;
Visto il vigente O.A.EE.LL.;

DELIBERA

1.  Conferire, per i motivi espressi in narrativa, apposita procura all’Avv.
________________ con studio in _______, in Via ______________________, per costituirsi innanzi alla Commissione Tributaria Regionale di Palermo, avverso l’atto di appello meglio descritto in premessa, presentato dalla SICILEAS spa, in persona del suo legale rappresentante pro-tempore dott. Pietro Ferraro, rappresentata e difesa dall’Avv.  Angelo Cuva, unitamente e disgiuntamente all’Avv. Chiara Gioè ed elettivamente domiciliata presso il loro studio legale in Palermo Via M. Stabile n°142.
2.  Incaricare il Responsabile dell’ufficio segreteria di assumere apposito impegno di spesa con successiva determinazione, chiedendo al legale incaricato di presentare la propria parcella attenendosi ai minimi tariffari dell’ordine di appartenenza.

LA GIUNTA MUNICIPALE

Vista la superiore proposta di deliberazione corredata dai pareri prescritti;
Considerato che l’incarico di che trattasi può essere conferito all’Avv. Saverio Lo Monaco con studio in Palermo, Via Dei Biscottari, 17;
Con votazione unanime espressa in forma segreta;

DELIBERA

1.         Conferire regolare procura all’Avv. Saverio Lo Monaco con studio in Palermo, via

Dei Biscottari, 17 perché lo stesso possa difendere il Comune nella controversia giudiziaria meglio descritta nella superiore proposta di deliberazione.

2.         Approvare, pertanto, la predetta proposta di deliberazione regolarmente integrata del nominativo del citato legale come sopra votato.

3.         Quindi, ritenuta l’urgenza della costituzione in detto procedimento, con voti unanimi, palesemente espressi per alzata di mano, dichiara il presenta atto IMMEDIATAMENTE

ESECUTIVO.

OGGETTO DISCIPLINARE DI INCARICO LEGALE ALL’AVVOCATO SAVERIPO LO MONACO CON STUDIO VIA DEI BISCOTTARI 17 PER L’APPELLO AVVERSO LA SENTENZA N 251/2008 DELLA COMMISSIONE TRIBUTARIA REGIONALE DI PALERMO CONTRO LA SICILEAS  S.P.A.
L’anno duemiladieci il giorno ___________ del mese di _____________ presso la sede
della Casa Comunale in Isola delle Femmine, il Responsabile del Settore Amministrativo Sig.ra
Nunzia Pirrone in esecuzione della delibera di Giunta Comunale n°34 del 30/03/2010, conferisce incarico legale all’Avv. Saverio Lo Monaco con studio in Palermo, Via Dei Biscottari n°17 - Codice Fiscale LMN SVR 48T17 A176W - Partita IVA 05595480822, per l’appello avverso la sentenza n°251/12/2008 della Commissione Tributaria Provinciale di Palermo contro la Sicileas SpA.
L’incarico viene accettato dal legale nominato alle seguenti condizioni:
1.  Il professionista incaricato ha la più ampia facoltà di motivazione degli atti redatti nell’interesse del Comune di Isola delle Femmine;
2.  Le parti concordano l’applicazione dell’onorario della tariffa professionale nei suoi valori medi;
3.  In caso di soccombenza, l’onorario di cui al precedente punto sarà dovuto al professionista incaricato nei suoi valori minimi;
4.  Il compenso per la prestazione professionale resa per il detto incarico, ai fini della previsione delle spese complessive per gli oneri professionale, viene prevista, sentito anche il professionista interessato, in complessivi € 1.000,00 per l’intero giudizio, oltre IVA e C.P.A. e spese generali. Eventuali maggiori somme, in relazione all’attività svolta, saranno impegnate dal Comune ad integrazione dell’impegno originario;
5.  Ove il professionista, nel caso del giudizio, ritenga necessaria la corresponsione di ulteriore somme per l’attività prestata, rispetto all’acconto già corrisposto e prima del saldo, sono tenuti ad avvisare immediatamente, con lettera raccomandata, il Comune di Isola delle Femmine dell’entità delle somme necessarie, al fine di permettere la predisposizione degli atti di cui al procedimento di spesa, indicando le ragioni della richiesta ed il prospetto dei diritti ed onorari ulteriori;
6.  La mancata comunicazione dei modi previsti sub 6) comporterà il, rifiuto, da parte dell’Ente, di ogni prestazione ulteriore che non sia stata comunicata;
7.  L’avvocato nominato dovrà costantemente tenere informata l’Amministrazione sugli sviluppi del procedimento ed in particolare:
a)  presentare copia degli atti del giudizio, redatti dai legali nominati o dalla difesa avversaria, entro e non oltre 5 ( cinque ) giorni da quando ne siamo in possesso;
b)  comunicare a mezzo fax ( al numero 091.8617204 ) ovvero a mezzo posta elettronica all’indirizzo segreteria@comune.isoladellefemmine.pa.it, l’esito delle udienze ed ogni informazione inerente il procedimento giudiziario, entro e non oltre 5 ( cinque ) giorni dall’evento da comunicare;
8.  Il presente incarico potrà essere revocato dall’Amministrazione qualora la stessa riscontrasse incuria, negligenza ovvero mancato rispetto delle norme deontologiche e giuridiche applicabili al presente incarico professionale.
Il presente disciplinare, allegato alla delibera di Giunta Comunale di incarico, viene redatto in duplice copia e sottoscritto dalle parti.
La mancata sottoscrizione da parte del professionista comporterà il rifiuto dell’Amministrazione ad ogni prestazione richiesta.
Isola delle Femmine, li ______________________ 2010
IL CAPO SETTORE AMMINISTRATIVO L’AVVOCATO INCARICATO
"Ricorso in appello avverso la sentenza n°251/12/2008 della Commissione Tributaria Regionale di Palermo. Causa Comune di Isola delle Femmine/Sicileas SpA."
Atto numero 34
del 30-03-2010
Tipo di Atto: DELIBERA DI GIUNTA
Allegato: DELIBERA G.M. 034.10.pdf (30 kb)



Approvazione del progetto "Lavori di adeguamento dell'edificio scolastico di istruzione secondaria di primo grado "F.Riso" alle vigenti disposizioni in materia di sicurezza ed igiene sul lavoro - BANDO INAIL 2008/2009" · Approva
Atto numero 33  del 25-03-2010

Atto numero 33
del 25-03-2010
Tipo di Atto: DELIBERA DI GIUNTA
Allegato: DELIBERA G.M. 033.10.pdf (70 kb)


Approvazione schema di Bilancio di previsione per l'esercizio finanziario 2010, Relazione Previsionale e Programmatica e schema del Bilancio pluriennale 2010/2012".
Atto numero 32  del 19-03-2010

Il Responsabile del 2° Settore Economico Finanziario sottopone alla Giunta Comunale l’approvazione della seguente proposta di deliberazione:
“Approvazione schema di Bilancio di previsione per l’esercizio finanziario 2010, Relazione Previsionale e Programmatica e schema del Bilancio pluriennale 2010/2012”.
Dato atto che ai sensi dell’art. 162 del D.Lgs 18/8/2000, n. 267, è di competenza della Giunta Comunale predisporre lo schema di bilancio annuale di previsione e programmatica e lo schema di Bilancio pluriennale;
Vista la legge 23 dicembre 2009, n. 191 “Disposizioni per la formazione del bilancio annuale e pluriennale dello Stato”(legge finanziaria 2010), pubblicata sulla G.U. n. 302 del 30-12-2009 - Suppl. Ordinario n. 243;
Che, con decreto del Ministero dell’Interno del 17/12/2009 pubblicato sulla G.U. n.301 del 29/12/2009, il termine per l’approvazione del bilancio di previsione 2010 è stato rinviato al 30/04/2010;
Dato atto che nell’anno 2010 sono state aumentate le tariffe relative allo smaltimento dei rifiuti solidi urbani, rimanendo invariate, le tariffe degli altri tributi ed imposte;
Visto lo schema di Bilancio per l’esercizio 2010 con annessa la relazione previsionale e programmatica e bilancio pluriennale 2010/2012, approntato dall’ufficio di ragioneria, su indicazione di questa Giunta Comunale in conformità al D.Lgs. 267/2000 in cui vengono riportate le scelte di carattere contabile da perseguire nella gestione dei vari servizi;
Accertato che il predetto progetto si concretizza in previsioni in atto realistiche sia per quanto riguarda le entrate che le spese e che, pertanto, è degno di essere rassegnato al Consiglio Comunale per l’esame e l’approvazione di competenza;
Ravvisata, pertanto, l’opportunità di provvedere di conseguenza;
Visto il D.Lgs. 18 agosto 2000 n. 267;
Visto l’ O.A.EE.LL. vigente in Sicilia;

PROPONE

1)  Approvare lo schema di Bilancio di previsione per l’esercizio finanziario 2010, unitamente alla relazione previsionale e programmatica e allo schema di Bilancio pluriennale 2010/2012, predisposto in conformità al D.Lgs 267/2000, che si allega alla presente di cui forma parte integrante;
2)  Rassegnare, per l’esame e l’approvazione di competenza i predetti atti, al Consiglio Comunale;
Approvazione schema di Bilancio di previsione per l'esercizio finanziario 2010, Relazione Previsionale e Programmatica e schema del Bilancio pluriennale 2010/2012".
Atto numero 32
del 19-03-2010
Tipo di Atto: DELIBERA DI GIUNTA
Allegato: DELIBERA G.M. 032.10.pdf (10 kb)


Determinazione delle percentuali da destinare alle finalità indicate dall'articolo 208 del D. L.vo n. 258/92 Codice della Strada - anno 2010."
Atto numero 31
del 19-03-2010

Il Comandante della Polizia Municipale, propone alla Giunta Comunale di approvare la seguente proposta di deliberazione:

DETERMINAZIONE DELLE PERCENTUALI DA DESTINARE ALLE FINALITÀ INDICATE

DALL’ARTICOLO 208 DEL D.L.vo N. 258/92 CODICE DELLA STRADA – ANNO 2010.”

LA GIUNTA COMUNALE

Premesso:

che l’articolo 208 del Codice della Strada, D.L.vo n. 358/92 e successive modifiche ed integrazioni, che stabilisce fra l’altro, che i proventi derivanti dalle sanzioni pecuniarie per violazione alle norme del medesimo codice, vengano devoluti ai Comuni laddove le violazioni siano accertate da funzionari, ufficiali ed agenti appartenenti ai medesimi enti; che il comma 4 del suddetto articolo 208 del C.d.S., secondo cui il 50% dei proventi delle sanzioni amministrative pecuniarie, vanno destinati per le seguenti finalità: per studi, ricerche, propaganda e corsi per l’educazione e la sicurezza stradale;
per servizi finalizzati al miglioramento della circolazione stradale;
per il potenziamento e miglioramento della segnaletica stradale;
per la fornitura di mezzi tecnici per i servizi di Polizia;
per interventi per la sicurezza stradale, finalizzati alla tutela degli utenti più deboli (pedoni, ciclisti, bambini,
anziani, disabili);
per la costituzione del fondo assicurativo, assistenziale e previdenziale in favore degli appartenenti al Corpo
di Polizia Municipale.
che in base alla citata norma, gli enti determinano annualmente, con apposita deliberazione della Giunta, le
quote da destinare alle finalità di che trattasi;
vista la relazione del Comandante della Polizia Municipale del 1 dicembre 2009, con la quale vengono indicate la programmazione e relative priorità, finalizzata ad assicurare una maggiore operatività e funzionalità dei servizi di Polizia Stradale, in armonia con il nuovo piano di Miglioramento dei Servizi di Polizia Municipale ex articolo 13 L.R. n. 17/90, approvato dal Consiglio Comunale nella seduta del 19 dicembre 2008;
valutata complessivamente la ratio dell’articolo 208 del codice della Strada e le successive modifiche ed integrazioni;
ritenuto di dovere accogliere e, quindi, condividere, la relazione del Comandante del Corpo di Polizia Municipale, dalla quale si prende atto della previsione di entrata per sanzioni amministrative pari a € 850.000,00, al netto di spese postali, e che, ai sensi della normativa sopra richiamata, il 50% di tale gettito, pari a € 425.000,00, deve essere destinato per le finalità di cui all’articolo 208, comma 1, 2 e 4 del Codice della Strada, sopra specificate;
visto l’articolo 393 del DPR n. 495/92, Regolamento di esecuzione e di attuazione del codice ella Strada, dove è stabilito che i Comuni dovranno iscrivere annualmente nel proprio bilancio, apposito capitolo di entrata e di uscita per le somme a loro spettanti per le sanzioni rilevate;
visto il D. Lgs. n. 358/92 (Codice della Strada) e successive modifiche ed integrazioni, nonché il relativo regolamento di esecuzione e di attuazione emanato con DPR 16 dicembre 1992, n. 495; visto l’O.R.EE.LL. vigente in Sicilia;
D E L I B E R A
Prendere atto della relazione del Comandante del Corpo dio P.M. dalla quale risulta che per l’anno 2010 si prevede per sanzioni amministrative un gettito complessivo presunto, al netto di spese postali, pari a € 850.000,00.
Destinare per l’anno 2010, il 50% del gettito complessivo presunto di cui al superiore punto “1)” pari a € 425.000,00, per le finalità e secondo le percentuali specificate nel seguente prospetto:
F I N A L I T À

Percentuale su € 250.000,00

SOMMA PREVISTA CAP. DEL BILANCIO

Iniziative finalizzate all’educazione stradale 1% € 4.250,00 da istituire Fornitura beni e servizi per il potenziamento e miglioramento della segnaletica stradale verticale e orizzontale 40% € 170.000,00 Cap. 2326.01

Fornitura di mezzi tecnici per i servizi di Polizia Municipale (veicoli, videosorveglianza, etc.) 24% € 102.000,00 Cap. 2326.00
Fornitura beni, servizi per il Corpo di P.M. 10% € 42.500,00 Cap. 2318.00
Realizzazione progetti per il miglioramento dei servizi di Polizia e per la sicurezza da realizzare con il personale P.M. 10% € 42.500,00 Cap. 440.08
Fondo per la previdenza e assistenza in favore degli appartenenti al Corpo di P.M. 15% € 63.750,00 Cap. 440.07
Dare atto che il restante 50% sarà destinato, dall’Amministrazione Comunale, per le esigenze di bilancio.  Disporre che il riparto di cui alla presente deliberazione, trovi puntuale adempimento con il bilancio di previsione dell’esercizio 2010, a cura del Servizio Finanziario che provvederà a quanto di competenza (istituzione capitoli, etc.).
Demandare al Comandante della Polizia Municipale, i conseguenti adempimenti gestionali.
LA GIUNTA COMUNALE
vista la superiore proposta di deliberazione corredata dai pareri prescritti;
rilevata, la necessità, stante le inderogabili esigenze di bilancio, di procedere ad una rimodulazione delle somme da destinare al Corpo di P.M. con i fondi di cui all’articolo 208, in modo da armonizzare le esigenze normative stabilite dal C.d.S. con le esigenze specifiche del Corpo di P.M. e con la necessità di rientrare nei limiti delle disponibilità dello strumento finanziario dell’Ente, secondo il prospetto di seguito elencato:
TITOLO I –
SPESE
CORRENTI
INTERVENTO D E S C R I Z I O N E
IMPORTO
1.03 Funzioni di polizia locale.
1.03.01.01           Personale € 10.000,00
1.03.01.02           Acquisto di beni di consumo e/o di materie prime € 21.000,00
1.03.01.03           Prestazioni di servizi € 113.150,00

(A)       TOTALE € 144.150,00

TITOLO II –
SPESE IN CONTO CAPITALE 2.03 Funzioni di polizia locale.
2.03.01.03           Acquisto di beni specifici per realizzazioni in economia € 2.000,00
2.03.01.04           Utilizzo di beni di terzi per realizzazioni in economia
2.03.01.05
Acquisizioni di beni mobili, macchine ed attrezzature tecnico scientifiche € 10.000,00

(B)       TOTALE € 10.000,00

TOTALE COMPLESSIVO (A+B) € 20.000,00

con voti unanimi favorevoli espressi per alzata di mano, accertati e proclamati dal Sindaco
Presidente

D E L I B E R A

approvare la superiore proposta di deliberazione corredata dai pareri prescritti, con le modifiche sopra
specificate
A questo punto, la Giunta Comunale, con separata votazione favorevole unanime, espressa per alzata di mano, considerata l’urgenza di iscrivere le precedenti quote nelle rispettive voci del bilancio di previsione onde potere procedere all’approvazione, dichiara la presente deliberazione immediatamente esecutiva.
Determinazione delle percentuali da destinare alle finalità indicate dall'articolo 208 del D. L.vo n. 258/92 Codice della Strada - anno 2010."
Atto numero 31
del 19-03-2010
Tipo di Atto: DELIBERA DI GIUNTA
Allegato: DELIBERA G.M. 031.10.pdf (74 kb)


Rinvio nomina consulente di parte causa Politi/Comune di Isola delle Femmine.
Atto numero 30  del 19-03-2010

L’Ufficio Segreteria, su apposita disposizione del Sindaco, ha elaborato e propone l’adozione della seguente deliberazione:

“Rinvio nomina consulente di parte causa Politi/Comune di Isola delle Femmine.

LA GIUNTA MUNICIPALE

Vista la deliberazione di Giunta Municipale n°18 del 16 fe bbraio 2010 di conferimento incarico all’avv. Marianna Viola per la costituzione in giudizio per proporre opposizione all’Atto di Citazione, innanzi al tribunale civile di Palermo Sezione distaccata di Carini, proposto contro questo comune dal sig. Enrico Carlo Politi;
Ritenuto che detto legale ha rappresentato la possibilità di acquisire preventivamente una perizia di parte al fine di allegare la stessa alla comparsa di Costituzione in Giudizio;
Ritenuto non necessario, in questa fase, procedere alla nomina di un tecnico di parte, rinviando ogni valutazione in tal senso, a dopo che il Giudice avrà ritenuto di adottare eventuali decisioni in merito, nominando un CTU;
VISTA la legge 8.6.1990, n.142, recepita con modifiche dall’art.1 della L.R. 11.12.1991, n.48;
VISTO il vigente O.A.EE.LL.;

DELIBERA

1.   Di rinviare, per i motivi espressi in narrativa, ogni valutazione in successiva fase di giudizio.

Rinvio nomina consulente di parte causa Politi/Comune di Isola delle Femmine.
Atto numero 30  del 19-03-2010  Tipo di Atto: DELIBERA DI GIUNTA  Allegato: DELIBERA G.M. 030.10.pdf (8 kb)




"Adeguamento Tariffe per l'applicazione della Tassa Smaltimento Rifiuti Solidi Urbani Interni - Anno 2010"
Atto numero 29  del 16-03-2010   

Su apposita disposizione del Sindaco, il responsabile dell’ufficio tributi, propone di adottare la seguente proposta di deliberazione:

“Adeguamento Tariffe per l’applicazione della Tassa Smaltimento Rifiuti Solidi Urbani Interni – Anno 2010”

PREMESSO che l’ufficio finanziario sulla base dei dati emersi dal bilancio di previsione anno 2010 in corso di formazione ha rilevato che il costo del servizio di raccolta, trasporto e smaltimento dei rifiuti solidi urbani interni ammonta a circa €. 1.153.180,00;
Che parimenti è previsto che il gettito previsto per l’anno 2010 della tassa smaltimento rifiuti solidi urbani ammonta a circa €. 853.900,00;
Che il suddetto gettito copre, quindi, il costo del servizio in misura percentuale pari al 74,05% circa;
Vista la deliberazione consiliare n. 9 del 31/03/1999 con la quale è stata approvata la tariffa della Tassa per la raccolta e lo smaltimento dei rifiuti solidi urbani per il 1999, Visto l’art. 65 del decreto legislativo del 15/11/1993, n. 507 che fissa i parametri di commisurazione delle tariffe collegandole alla quantità e qualità medie ordinarie di rifiuti prodotti per unità di superficie sulla base dell’estensione delle stesse e del tipo di uso;
Ritenuto che l’insufficiente copertura di costo del servizio di che trattasi è conseguente alla lievitazione dei costi di raccolta e smaltimento in discarica dei rifiuti solidi urbani;
Rilevato, pertanto, che si rende necessario ottenere la copertura totale del costo del servizio, e, a tal fine, si sta procedendo ad avviare un apposito progetto tendente ad ottenere il recupero dell’elusione e dell’evasione della TARSU, che potrebbe comportare un notevole e sostanziale aumento del gettito di detta tassa;
Che, comunque, nelle more della realizzazione della predetta attività, si rende necessario prevedere un adeguamento delle tariffe in vigore, stante che per l’attuazione dell’eventuale aumento, il relativo atto deliberativo deve essere perentoriamente adottato entro il termine di approvazione del bilancio di previsione;
Considerato che le tariffe attualmente sono le seguenti:
Categoria 101 Attività culturali, ricreative, associative €. 3,31 al mq.
Categoria 201 Esercizi Commerciali ingrosso, autosaloni,
stabilimenti balneari, discoteche €. 5,70 al mq.
Categoria 202 Deposito merci, materiali edili, parchi gioco, palestre, autoscuole, Noleggi, distributori carburanti €. 5,79 al mq.
Categoria 301 Locali di civile abitazione, magazzini di uso civile €. 1,70 al mq.
Categoria 302 Alberghi, Pensioni, Caserme e Comandi Militari €. 9,09 al mq.
Categoria 303 Campeggi e similari €. 5,38 al mq.
Categoria 401 Uffici privati e commerciali, banche,studi tecnici €. 12,90 al mq.
Categoria 402 Ambulatori medici, laboratori analisi €. 13,71 al mq.
Categoria 501 Locali ed aree di attività artigianale in genere €. 5,79 al mq.
Categoria 502 Attività industriali ,uffici, magazzini, depositi €. 9,09 al mq.
Categoria 503 Locali di attività commerciale al minuto €. 6,19al mq.
Categoria 601 Supermercati, Ipermercati, Negozi alimentari €. 7,44 al mq.
Categoria 602 Panifici, Macellerie, Pescherie, Frutta e Verdura €. 7,02 al mq.
Categoria 603 Trattoria, ristoranti, pizzerie €. 9,92 al mq.
Categoria 604 Panineria,Birreria,Bar, Pasticceria €. 7,02 al mq.

P R O P O N E

Di approvare per l’anno 2010 l’adeguamento, pari al 20%, della Tassa per la raccolta e lo smaltimento dei rifiuti solidi urbani per le varie categorie omogenee sopra specificate;

PARERI AI SENSI DEGLI ARTT. 151 art. 153 c. 4 DEL D.LGS. 267/2000

Ai sensi e per gli effetti degli artt. 151 e 153 comma 4, si esprime parere favorevole sulla regolarità tecnica e contabile:
Isola li,

Il Responsabile del Settore Tributi

Antonino Tricoli

LA GIUNTA COMUNALE

Vista la superiore proposta di deliberazione, corredata dai pareri prescritti;
Con voti unanimi espressi per alzata di mano;

DELIBERA

1.  Di fare propria la superiore proposta di deliberazione adeguando le tariffe di cui sopra, a partire dal 1 gennaio 2010 con l’aumento come segue: la Categoria 301, Locali di civile abitazione e magazzino di uso civile, da €.1,70 a € 2,50 per tutte le altre Categorie l’aumento è pari al 20 %, esclusa la categoria 303 “campeggi e similari” che rimane invariata.
2.  Stabilire che alla predisposizione del ruolo suppletivo relativo agli aumenti tariffari di cui al punto 1), si procederà solo a seguito di quantificazione delle somme derivanti dal recupero dell’elusione e dell’evasione fiscale in materia qualora l’introito di tali somme si rivelasse insufficiente a coprire il maggior costo del servizio.

"Adeguamento Tariffe per l'applicazione della Tassa Smaltimento Rifiuti Solidi Urbani Interni - Anno 2010"
Atto numero 29  del 16-03-2010  Tipo di Atto: DELIBERA DI GIUNTA  Allegato: DELIBERA G.M. 029.10.pdf (11 kb)




" Determinazione criteri per la distribuzione del fondo statale per la fornitura gratuita o semigratuita di libri di testo agli studenti della Scuola dell'obbligo e della Scuola Secondaria Superiore - L.448/98- D.P.C.M. 320/99 e 226/00- Anno scolastico
Atto numero 28  del 11-03-2010


L’Ufficio di Pubblica Istruzione , propone alla G.M. l’adozione della seguente proposta di deliberazione:
“ Determinazione criteri per la distribuzione del fondo statale per la fornitura gratuita o semigratuita di libri di testo agli studenti della Scuola dell’obbligo e della Scuola Secondaria Superiore – L.448/98- D.P.C.M. 320/99 e 226/00- Anno scolastico 2009/2010 –.

LA GIUNTA MUNICIPALE

Premesso che l’art.27 della legge 448/98 sancisce che i Comuni debbono provvedere a garantire la gratuità totale o parziale dei libri di testo in favore degli alunni che adempiono all’obbligo scolastico in possesso dei requisiti previsti, nonché la fornitura dei libri di testo, anche semigratuita, agli studenti della scuola secondaria superiore;
Richiamato il D.P. C.M. n.320/99;
Visto il Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri n.4 Luglio 2000,n.226, relativo al regolamento di conferma con modificazioni del D.P. C.M. n.320/99 concernente disposizioni di attuazione dell’art.27 della Legge 23 Dicembre 1998, n.448, sulla fornitura gratuita o semigratuita di libri di testo;
Che con nota n° 2843 del 28/09/2009 l’Assessorato Regionale alla P.I. trasmetteva , per il tramite della Provincia Regionale di Palermo, a questo Ufficio la circolare n. 20 confermando anche per l’anno scolastico 2009/2010, l’accesso al beneficio ai richiedenti appartenenti a un nucleo familiare in possesso di Indicatore della Situazione Economica Equivalente non superiore ad €. 10.632,94, fissando all’ 11/12/2009 i termini di scadenza entro i quali i richiedenti potevano presentare le istanze ai vari Istituti scolastici;
Che, inoltre, con la medesima nota è stato inviato il piano di riparto regionale dei fondi per la fornitura sopra specificata , precisando che è stato assegnato al Comune di Isola delle Femmine, per l’anno scolastico 2009/2010, la somma di €. 17.076,00 così ripartita:
- €. 13.327,00 per gli alunni che adempiono l’obbligo scolastico (Scuola Media e 1° anno di Scuola Superiore;
- €. 3.750,00 per gli alunni della Scuola Superiore (dal 2° al 5° anno);
Vista la nota prot. n.8329/2008 con la quale il Ministero dell’Interno comunica che , con D.M. 6197 del 30/09/2009, ha disposto in favore dei Comuni il pagamento soltanto della quota del 70% del citato contributo per l’ a.s. 2009/2010 pari ad €. 11.525,00 e con D.M. 7828 del 26/11/2009 l’ erogazione del saldo definitivo del contributo per l’a.s. 2008/2009 pari ad €. 5.056,85, precisando che l’erogazione del saldo del 30% del contributo spettante per l’a.s.  2009/2010 è subordinato all’adozione di apposito D.P. C.M. e di successivo provvedimento da parte del Ministero dell’Economia e delle Finanze ;
Preso atto che sono pervenute complessivamente n.239 istanze di contributo e che n. 237 risultano in regola con i criteri d’accesso;
Che il rapporto tra la somma assegnata ed il numero delle domande intese ad ottenere il beneficio non consente l’erogazione di importi pari alla spesa che ciascun richiedente ha sostenuto per l’acquisto dei testi scolastici;
Che l’utilizzo del solo 70% dell’assegnazione concessa appare insufficiente, considerato l’elevato numero di istanze pervenute, ad erogare loro un adeguato contributo;
Ravvisata , pertanto, la necessità di utilizzare l’intera assegnazione per distribuirla tra tutti i richiedenti e di individuare dei criteri oggettivi per l’erogazione degli importi relativi all’acquisto dei testi scolastici;
Ritenuto, pertanto, tenuto conto della somma complessiva accreditata a questo Comune (16.581,85) e del numero dei beneficiari (237) , di potere ripartire il fondo assegnando a ciascun alunno somme come di seguito specificato:
1° Media n. 41 alunni x € 70,00 = € 2.870,00
2° Media n. 40 alunni x € 44,00 = € 1.760,00
3° Media n. 24 alunni x € 44,00 = € 1.056,00
1° Superiore n. 35 alunni x € 131,00 = € 4.585,00
2°/3°/4°/5° Superiore n. 97 alunni x € 65,00 = € 6.305,00

Totale complessivo € 16.576,00

Dando atto che la rimanenza pari ad €.5,85 verrà utilizzata per eventuali rettifiche che dovessero manifestarsi;
Tutto ciò premesso

DELIBERA

Di approvare i criteri sopra indicati per la fornitura dei buoni libro dello Stato agli alunni della scuola dell’obbligo (compreso il 1° anno delle Superiori) e delle classi successive delle Scuole Superiori, aventi i requisiti, tenendo conto che agli alunni della Scuola Media Inferiore è stato corrisposto, ai sensi della L.R. n. 68/76 e succ., una cedola libraria di €. 61,97 per le prime classi e di €. 41,32 per le 2° e 3° classi e che la spesa per l’acquisto di libri, per le prime classi della Scuola Media Inferiore e Superiore è di regola maggiore rispetto alle altre classi.
Di autorizzare l’Ufficio di P.I. ad applicare i suddetti criteri e a procedere alla liquidazione dell’importo come sopra indicato spettante a ciascun alunno.

PARERI ED ATTESTAZIONI AI SENSI DEGLI ARTT. 49 COMMA 1° e 151 COMMA 4° DEL D. LGS 18

AGOSTO 2000 N.267.
Si esprime parere favorevole sulla regolarità tecnica della superiore proposta di deliberazione.

IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO IL RESPONSABILE DEL SETTORE

F.to Dr. C. Costanza F.to Nunzia Pirrone

LA GIUNTA MUNICIPALE

Vista la sopra indicata proposta di deliberazione, corredata dai pareri prescritti, con voti
unanimi espressi per alzata di mano, accertati e proclamati dal Sindaco Presidente,

DELIBERA

Di approvare la superiore proposta di deliberazione .
Considerato, inoltre, che l’anno scolastico 2009/2010 è già inoltrato e che risultano accreditate le somme previste per le finalità di cui trattasi, per non penalizzare ulteriormente gli aventi diritto, con voti unanimi, palesemente espressi per alzata di mano

DICHIARA

IL PRESENTE PROVVEDIMENTO IMMEDIATAMENTE ESECUTIVO.

" Determinazione criteri per la distribuzione del fondo statale per la fornitura gratuita o semigratuita di libri di testo agli studenti della Scuola dell'obbligo e della Scuola Secondaria Superiore - L.448/98- D.P.C.M. 320/99 e 226/00- Anno scolasti
Atto numero 28  del 11-03-2010  Tipo di Atto: DELIBERA DI GIUNTA  Allegato: DELIBERA G.M. 028.10.pdf (16 kb)



"Organizzazione festeggiamenti in onore di " San Giuseppe" con anticipazione di somme all'Economo Comunale.
Atto numero 27  del 09-03-2010


L’Ufficio dei Servizi Culturali, su disposizione dell’Ass.re alla Cultura Palazzotto Salvatore, propone alla G.M. l’adozione della seguente proposta di deliberazione:
“Organizzazione festeggiamenti in onore di “ San Giuseppe” con anticipazione di somme all’Economo Comunale.

LA GIUNTA MUNICIPALE

Premesso che il 19 Marzo ricorre la festività di “SAN GIUSEPPE” in occasione della quale, da
tempo, oltre con i riti religiosi la ricorrenza viene festeggiata anche con il tradizione “MINISTRUNI DI
SAN GIUSEPPE” che realizzato in questa Piazza XXI° Aprile vede la partecipazione di numerosi cittadini e tra questi bambini e scolaresche;
Considerato che occorre provvedere oltre alla stampa di manifesti anche all’acquisto di quanto necessario per il buon esito dell’iniziativa ;
Ritenuto, a tal fine, di dover anticipare all’Economo Comunale la somma presunta di €. 1.500,00 per provvedere al pagamento di quanto sopra espresso, Visto il corrente bilancio di previsione in corso di formazione;

DELIBERA

Per i motivi in premessa specificati di organizzare i festeggiamenti in occasione della ricorrenza della festività di “ SAN GIUSEPPE”.
1)   Di demandare al Responsabile del Settore Amministrativo l’assunzione del consequenziale presunto impegno di spesa di €. 1.500,00.
2)   Di anticipare all’Economo Comunale la predetta somma per provvedere all’acquisto di quanto necessario per l’organizzazione dei festeggiamenti di che trattasi.

"Organizzazione festeggiamenti in onore di " San Giuseppe" con anticipazione di somme all'Economo Comunale.
Atto numero 27  del 09-03-2010  Tipo di Atto: DELIBERA DI GIUNTA  Allegato: DELIBERA G.M. 027.10.pdf (8 kb)



"Indirizzi programmatici ai Responsabili di Settore in materia di risanamento finanziario e di cassa".
Atto numero 26  del 04-03-2010


Il Sindaco sottopone all’approvazione della G.C. la seguente proposta di deliberazione:
“Indirizzi programmatici ai Responsabili di Settore in materia di risanamento finanziario e di cassa”.

LA GIUNTA COMUNALE

Premesso che questo Comune si trova in disagiate situazione di cassa a causa:
1. del mancato incasso delle somme di pertinenza da parte della SERIT, Ente esattore, che, come si può evincere dal prospetto allegato alla presente, ritarda od omette di incassare imposte e sanzioni per complessivi € 2.986.514,75;
2. dell’indebita trattenuta da parte della Tributi Italia S.P.A., società cui, a seguito di pubblico incanto, era stato affidato il servizio di riscossione delle sanzioni amministrative derivanti da violazione del codice della strada relativamente agli anni 2002/2005 e della imposta per pubblicità e pubbliche affissioni occupazione spazi ed aree pubbliche, delle somme incassate per un ammontare complessivo di € 259.280,00 e per il mancato ulteriore incasso di €. 882.841,56;
Rilevato che detta situazione ha limitato le disponibilità dell’Ente ed ha costretto quest’Amministrazione a ricorrere all’anticipazione di cassa da parte del tesoriere comunale;
Considerato che non è preventivabile una sollecita acquisizione dei proventi di cui in premessa, per cui si rende necessario procedere ad attivare ogni utile iniziativa in grado di assicurare all’Ente maggiori e nuove entrate che consentano a quest’Amministrazione di far fronte alle esigenze di questa collettività;
Ritenuto che, a tal fine, è necessario che i funzionari responsabili dei singoli settori comunali pongano in essere ogni utile iniziativa per assicurare il superamento delle difficili situazioni di cassa;
Rilevato che si è proceduto alla redazione di un programma che assegna ai funzionari comunali responsabili dei singoli settori gli obbiettivi gestionali da raggiungere nel corrente esercizio finanziario;
Ritenuto di dover approvare detta programmazione al fine di consentire ai funzionari di procedere alla redazione dei progetti di competenza:

D E L I B E R A

1. Di approvare le allegate linee di programmazione degli obiettivi gestionali dell’anno 2010;
2. Notificare detto documento ai funzionari responsabili dei settori previsti dal vigente ordinamento degli uffici e servizi comunali;
3. Assegnare a detti funzionari un termine entro cui predisporre e sottoporre all’esame della Giunta Municipale i progetti di loro competenza.
4. Dare atto che i progetti proposti dai funzionari responsabili ed approvati così come previsto nelle linee programmatiche costituiranno i Programmi Esecutivi di Gestione (P.E.G.) per l’anno 2010, a seguito dell’approvazione del Bilancio del corrente esercizio finanziario.
PARERI AI SENSI DEGLI ART.53 E 55 DELLA LEGGE 8.6.1990, N.142, RECEPITA CON L’ART.1 DELLA L.R. 11.12.1991, N.48.
Si esprime parere favorevole sotto il profilo e della regolarità tecnica sulla superiore proposta di deliberazione.

IL CAPO SETTORE AMMINISTRATIVO

F.to Nunzia Pirrone

"Indirizzi programmatici ai Responsabili di Settore in materia di risanamento finanziario e di cassa".
Atto numero 26  del 04-03-2010  Tipo di Atto: DELIBERA DI GIUNTA  Allegato: DELIBERA G.M. 026.10.pdf (10 kb)



"Presa atto ed approvazione rendiconto annuale anticipazioni economo. Anno 2009"
Atto numero 25  del 02-03-2010

L’Ufficio Ragioneria propone l’adozione della seguente deliberazione:
“Presa atto ed approvazione rendiconto annuale anticipazioni economo. Anno 2009”

LA GIUNTA MUNICIPALE

Premesso che all’Economo comunale è affidato il servizio di cassa per le minute spese di ufficio e per i servizi in economia di cui al regolamento del servizio provveditorato ed economato, approvato con deliberazione del Consiglio comunale n. 53 del 24/8/1996, divenuta esecutiva ai sensi di legge;
Viste le Delibere e le Determine di anticipazione e rendicontazione indicate negli elenchi allegati, che formano parte integrante della presente deliberazione:
Rilevato che all’economo comunale oltre all’anticipazione del servizio economato e quella relativa alle spese postali sono state assegnate diverse anticipazioni per un totale complessivo di € 17.507,24 così distinto:
Spesa per tassa automobilistiche Anticip. € 1.373,91
Spesa per registr. autor. conv. Ditta Guercia Anticip. € 550,00
Spesa per festeg. San Giuseppe Anticip. € 1.083,33
Spesa per contributo manif. “NO RADAR” Anticip. € 500,00
Spesa per lavori di manutenz. Scuola element. Anticip. € 3.600,00
Spesa manifestazione “Accoglienza alunni” Anticip. € 950,00
Spesa conv. “I Comuni presidio di legalità” Anticip. € 1.500,00
Spesa acquisto materiale per festività natalizie Anticip. € 900,00
Spesa per arredi centro diurno anziani Anticip. € 800,00
Spesa per manifestazioni natalizie Anticip. € 750,00
Spesa acquisto materiale manifest. Natalizie Anticip. € 2.500,00
Spesa contributi assistenziali straordinari Anticip. € 3.000,00

Totale € 17.507,24

Preso atto che dette somme sono state regolarmente rendicontate per un importo complessivo di € 16.240,72 così distinto:

Rendicontato Residuo

Spesa per tasse automobilistiche Rend. € 1.315,69 € 58,22
Spesa per registr. autor. conv. Ditta Guercia Rend. € 549,38 € 0,62
Spesa per festeg. San Giuseppe Rend. € 749,00 € 334,33
Spesa per contributo manif. “NO RADAR” Rend. € 500,00 € 0
Spesa per lavori di manutenz. Scuola element. Rend. € 3.360,36 € 239,64
Spesa manifestazione “Accoglienza alunni” Rend. € 480,00 € 470,00
Spesa conv. “I Comuni presidio di legalità” Rend. € 1.440,00 € 60,00
Spesa acquisto materiale per festività natalizie Rend. € 852,18 € 47,82
Spesa per arredi centro diurno anziani Rend. € 800,00 € 0
Spesa per manifestazioni natalizie Rend. € 697,40 € 52,60
Spesa acquisto materiale manifest. Natalizie Rend. € 2.496,73 € 3.27
Spesa contributi assistenziali straordinari Rend. € 2.999,98 € 0,02

Totale € 16.240,72 € 1.266,52

Vista la legge 8 Giugno 1990, n. 142 recepita con modifiche dall’art. 1 della L.R. 11.12.1991, n.48;
Visto il D.Lgs. 25 Febbraio 1995, n. 77;
Visto il vigente O.A.EE.LL. in Sicilia;

DELIBERA

1.         Approvare il rendiconto delle spese eseguite dall’Economo durante l’anno 2009, come da prospetto allegato per l’importo complessivo di 16.240,72 a fronte di un anticipazione di € 17.507,24 ;

2.         Demandare all’Ufficio ragioneria l’emissione dell’apposita reversale per la restituzione della somma residua per l’importo di € 1.266,52 ;

3.Dare atto che la documentazione relativa a detto rendiconto resterà depositata presso il servizio finanziario che ne curerà l’inoltro per il giudizio di conto alla Corte dei Conti, dietro sua richiesta.
"Presa atto ed approvazione rendiconto annuale anticipazioni economo. Anno 2009"
Atto numero 25  del 02-03-2010  Tipo di Atto: DELIBERA DI GIUNTA  Allegato: DELIBERA G.M. 025.10.pdf (68 kb)

Approvazione dei seguenti cantieri di lavoro: 1. "Sistemazione della villetta comunale, preso il Lungomare Eufemio, denominata Villetta Piano Levante; 2. "Sistemazione di un muretto, lungo viale Marino, costa Nord Ovest, del Comune di Isola delle Femmine
Atto numero 24  del 01-03-2010


Il responsabile del settore tecnico, arch. Sandro D’Arpa, sottopone all’approvazione della Giunta Comunale la seguente proposta di deliberazione:

Approvazione dei seguenti cantieri di lavoro:

1.   “Sistemazione della villetta comunale, preso il Lungomare Eufemio, denominata Villetta Piano Levante;
2.   “Sistemazione di un muretto, lungo viale Marino, costa Nord Ovest, del Comune di isola delle Femmine” ;

Progettista: Ing. Stefano Francavilla

R.U.P. : Arch. Sandro D’Arpa

IL RESPONSABILE DEL SETTORE

Premesso che:
· La legge regionale 14 maggio 2009, n° 6, pubblicata nella Gazzetta Ufficiale della Regione Siciliana n° 22 del 20 maggio 2009, recante “ Disposizioni programmatiche e correttive per l’anno 2009”, ha autorizzato l’Assessore Regionale al Lavoro a finanziare, nell’anno 2009 e nell’anno 2010, interventi straordinari aventi ad oggetto la realizzazione di progetti per l’esecuzione o la manutenzione straordinaria di opere di pubblica utilità appartenenti al demanio o al patrimonio dei comuni della Regione, da realizzarsi mediante l’impiego dei lavoratori che abbiano presentato al Centro per l’impiego competente per territorio la dichiarazione di disponibilità di cui al decreto legislativo 21/04/2000, n.  181, come modificato dal decreto legislativo 19/12/2002, n. 297;

Considerato che:

· Con Deliberazione di G.M. n. 124 del 15/12/2009 è stato conferito, all’Ing. Stefano Francavilla, l’incarico della progettazione esecutiva e coordinamento in fase di progettazione ed esecuzione di n° 2 progetti esecutivi per la realizzazione dei seguenti cantieri di lavoro per disoccupati:

1.         “Sistemazione della villetta comunale, preso il Lungomare Eufemio, denominata Villetta Piano Levante;

2.“Sistemazione di un muretto, lungo viale Marino, costa Nord Ovest, del Comune di isola delle Femmine” ;

· L’Ing. Stefano Francavilla ha predisposto i progetti dei cantieri di lavoro per disoccupati di cui all’oggetto, costituiti ciascuno dai seguenti elaborati:
1.Relazione tecnica e preventivo di spesa
2.planimetria
3.particolare costruttivo
4.corografia
5.Analisi dei prezzi
6.Computo metrico
7.Allegato fotografico;
8.Elenco elaborati;
_ Con Deliberazione di Giunta Municipale n. 125 del 15/12/2009 è stato nominato Responsabile Unico del Procedimento dei suddetti progetti di cantieri di lavoro, l’arch.  Sandro D’Arpa, Responsabile del settore Tecnico del Comune di Isola delle Femmine;
_ Visto il parere favorevole dell’ASP n° 6 distretto di Carini prot. n. 458/IP del 01/03/2010;
_ Considerato che per la realizzazione dei lavori di cui ai cantieri di lavori non è necessario acquisire nessun altro parere poiché i lavori di che trattasi rientrano nella casistica della manutenzione ordinaria;
· Visti il parere tecnico e la validazione del R.U.P.;
· Visto il Decreto dell’Assessorato della Famiglia delle politiche sociali e del lavoro del 03/02/2010 pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 9 del 26/02/2010 con il quale vengono rideterminati gli importi degli assegni giornalieri spettanti al personale di direzione ed agli allievi dei cantieri;
· Vista la legge regionale 14 maggio 2009, n° 6, pubblicata nella Gazzetta Ufficiale della Regione Siciliana n° 22 del 20 maggio 2009;

PROPONE

_ di approvare i progetti esecutivi dei seguenti cantieri di lavoro, redatti dall’Ing.  Stefano Francavilla, costituiti dagli elaborati sopra riportati che fanno parte integrante e sostanziale del presente atto:
1.   “Sistemazione della villetta comunale, preso il Lungomare Eufemio, denominata Villetta Piano Levante;
2.   “Sistemazione di un muretto, lungo viale Marino, costa Nord Ovest, del Comune di isola delle Femmine”;
_ dare atto che per la realizzazione delle opere di che trattasi è stata presentata istanza di finanziamento presso l’Assessorato del Lavoro, della Previdenza Sociale, della Formazione e dell’Emigrazione, per la somma di €. 112.037,00 per ciascun cantiere alla luce del decreto dell’Assessorato della Famiglia delle politiche sociali e del lavoro del 03/02/2010 pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 9 del 26/02/2010;

LA GIUNTA COMUNALE

Vista la superiore deliberazione, corredata dei pareri prescritti;
Ritenuta meritevole di approvazione;
Con voti unanimi, espressi per alzata di mano, accertati e proclamati dal Sindaco

DELIBERA

Di approvare la superiore proposta di deliberazione, corredata dai prescritti pareri.  Rappresentata la necessità di procedere con l’iter necessario alla realizzazione dei Cantieri di lavoro di che trattasi, la Giunta Municipale, con voti unanimi espressi per alzata di mano dichiara la presente immediatamente esecutiva.
Approvazione dei seguenti cantieri di lavoro: 1. "Sistemazione della villetta comunale, preso il Lungomare Eufemio, denominata Villetta Piano Levante; 2. "Sistemazione di un muretto, lungo viale Marino, costa Nord Ovest, del Comune di Isola dell
Atto numero 24  del 01-03-2010  Tipo di Atto: DELIBERA DI GIUNTA  Allegato: DELIBERA G.M. 024.10.pdf (50 kb)


Approvazione di vari cantieri di lavoro zona via Libertà e zone limitrofe nel Comune di Isola delle Femmine.
Atto numero 23  del 01-03-2010


Il responsabile del settore tecnico, arch. Sandro D’Arpa, sottopone all’approvazione della Giunta Comunale la seguente proposta di deliberazione:
Approvazione dei seguenti cantieri di lavoro:
1. “Sistemazione dei marciapiedi e rifacimento della carreggiata di Via Libertà – I  stralcio esecutivo – dal confine con Capaci a Passaggio delle Mimose” – importo complessivo € 113.047,00;
2. “Sistemazione dei marciapiedi e rifacimento della carreggiata di Via Libertà – II Stralcio esecutivo – dal passaggio delle Mimose al I svincolo ASI” - importo
complessivo € 113.632,77;
3. “Sistemazione dei marciapiedi e rifacimento della carreggiata di Via Libertà – III stralcio esecutivo – dal I svincolo ASI al campo sportivo - importo complessivo € 112.468,71;”
4. “Sistemazione dei marciapiedi e rifacimento di parte della carreggiata di Via Mattarella e zone limitrofe nel Comune di Isola delle Femmine” - importo complessivo € 111.760,28;
Progettista: Arch. Monica Giambruno
R.U.P. : Arch. Sandro D’Arpa

IL RESPONSABILE DEL SETTORE

Premesso che:

· La legge regionale 14 maggio 2009, n° 6, pubblicata nella Gazzetta Ufficiale della Regione Siciliana n° 22 del 20 maggio 2009, recante “ Disposizioni programmatiche e correttive per l’anno 2009”, ha autorizzato l’Assessore Regionale al Lavoro a finanziare, nell’anno 2009 e nell’anno 2010, interventi straordinari aventi ad oggetto la realizzazione di progetti per l’esecuzione o la manutenzione straordinaria di opere di pubblica utilità appartenenti al demanio o al patrimonio dei comuni della Regione, da realizzarsi mediante l’impiego dei lavoratori che abbiano presentato al Centro per l’impiego competente per territorio la dichiarazione di disponibilità di cui al decreto legislativo 21/04/2000, n. 181, come modificato dal decreto legislativo 19/12/2002, n. 297;

Considerato che:

· Con Deliberazione di G.M. n. 121 del 10/12/2009 è stato conferito, all’Arch. Monica Giambruno, Responsabile del Servizio LL.PP. del Comune di Isola delle Femmine l’incarico della progettazione esecutiva di n° 4 progetti esecutivi per la realizzazione dei seguenti cantieri di lavoro per disoccupati:
1.   “Sistemazione dei marciapiedi e rifacimento della carreggiata di Via Libertà – I stralcio esecutivo – dal confine con Capaci a Passaggio delle Mimose”
2.   “Sistemazione dei marciapiedi e rifacimento della carreggiata di Via Libertà – II Stralcio esecutivo – dal passaggio delle Mimose al I svincolo ASI”
3.   “Sistemazione dei marciapiedi e rifacimento della carreggiata di Via Libertà – III stralcio esecutivo – dal I svincolo ASI al campo sportivo”
4.   “Sistemazione dei marciapiedi e rifacimento di parte della carreggiata di Via Mattarella e zone limitrofe nel Comune di Isola delle Femmine”;
· L’arch. Monica Giambruno ha predisposto i progetti dei cantieri di lavoro per disoccupati di cui all’oggetto, costituiti ciascuno dai seguenti elaborati:

1.Relazione tecnica e preventivo di spesa 2.planimetria

3.particolare costruttivo
4.corografia
5.Analisi dei prezzi
6.Computo metrico
7.Elenco elaborati;
_ Con Deliberazione di Giunta Municipale n. 122 del 10/12/2009 è stato nominato Responsabile Unico del Procedimento dei suddetti progetti di cantieri di lavoro, l’arch.  Sandro D’Arpa, Responsabile del settore Tecnico del Comune di Isola delle Femmine;
_ Visto Il parere favorevole dell’ASP n° 6 distretto di Carini prot. n. 458/IP del giorno 01/03/2010, introitato al protocollo di questo Comune in pari data al n° 3186;
_ Considerato che per la realizzazione dei lavori di cui ai cantieri di lavori non è necessario acquisire nessun altro parere poiché la Via Libertà fa parte delle strade di proprietà comunale, ma soprattutto perché i lavori di che trattasi rientrano nella casistica della manutenzione ordinaria;
· Visti i pareri tecnici e le validazioni del R.U.P.;
· Vista la legge regionale 14 maggio 2009, n° 6, pubblicata nella Gazzetta Ufficiale della Regione Siciliana n° 22 del 20 maggio 2009;

PROPONE

_ di approvare i progetti esecutivi dei seguenti cantieri di lavoro, redatti dall’arch. Monica Giambruno, costituiti dagli elaborati sopra riportati che fanno parte integrante e sostanziale del presente atto:
1. “Sistemazione dei marciapiedi e rifacimento della carreggiata di Via Libertà – I stralcio esecutivo – dal confine con Capaci a Passaggio delle Mimose” 2. “Sistemazione dei marciapiedi e rifacimento della carreggiata di Via Libertà – II Stralcio esecutivo – dal passaggio delle Mimose al I svincolo ASI” 3. “Sistemazione dei marciapiedi e rifacimento della carreggiata di Via Libertà – III stralcio esecutivo – dal I svincolo ASI al campo sportivo” 4. “Sistemazione dei marciapiedi e rifacimento di parte della carreggiata di Via Mattarella e zone limitrofe nel Comune di Isola delle Femmine”,;
_ dare atto che per la realizzazione delle opere di che trattasi è stata presentata istanza di finanziamento presso l’Assessorato del Lavoro, della Previdenza Sociale, della Formazione e dell’Emigrazione, per la somma di €. 112.037,00 per ciascun cantiere e che la somma che il Comune di Isola delle Femmine si impegna a cofinanziare è così distribuita:
1. Sistemazione dei marciapiedi e rifacimento della carreggiata di Via Libertà – I stralcio esecutivo – dal confine con Capaci a Passaggio delle Mimose” €. 1.010,00;
2. Sistemazione dei marciapiedi e rifacimento della carreggiata di Via Libertà – II Stralcio esecutivo – dal passaggio delle Mimose al I svincolo ASI” € 1.595,77;
3. Sistemazione dei marciapiedi e rifacimento della carreggiata di Via Libertà – III stralcio esecutivo – dal I svincolo ASI al campo sportivo” € 431,71;
4. Sistemazione dei marciapiedi e rifacimento di parte della carreggiata di Via Mattarella e zone limitrofe nel Comune di Isola delle Femmine”, non sono previste somme a carico dell’Amministrazione Comunale;
_ Che la somma complessiva di € 3.037,48 verrà impegnata nel Cap. lo 3102.00 “ Manutenzione patrimonio strade vie e piazze” del corrente bilancio in corso di formazione.

IMP=308/2010

LA GIUNTA COMUNALE

Vista la superiore deliberazione, corredata dei pareri prescritti;
Ritenuta meritevole di approvazione;
Con voti unanimi, espressi per alzata di mano, accertati e proclamati dal Sindaco

DELIBERA

Di approvare la superiore proposta di deliberazione, corredata dai prescritti pareri.  Rappresentata la necessità di procedere con l’iter necessario alla realizzazione dei Cantieri di lavoro di che trattasi, la Giunta Municipale, con voti unanimi espressi per alzata di mano dichiara la presente immediatamente esecutiva.
Approvazione di vari cantieri di lavoro zona via Libertà e zone limitrofe nel Comune di Isola delle Femmine.
Atto numero 23  del 01-03-2010  Tipo di Atto: DELIBERA DI GIUNTA  Allegato: DELIBERA G.M. 023.10.pdf (53 kb)

22 MANCA ?

"Conferimento incarico all'Avv. Orazio Lo Bello per Costituzione nel ricorso per accertamento tecnico preventivo ex art. 696 bis c.p.c. proposto dal sig. Pietro Bruno"
Atto numero 21  del 18-02-2010



L’Ufficio Segreteria, su apposita disposizione del Sindaco, ha elaborato e propone l’adozione della seguente deliberazione:
“Conferimento incarico all’Avv. Orazio Lo Bello per Costituzione nel ricorso per accertamento tecnico preventivo ex art. 696 bis c.p.c. proposto dal sig. Pietro Bruno”

LA GIUNTA MUNICIPALE

Visto il ricorso per accertamento tecnico preventivo ex art. 696 bis c.p.c. innanzi al Signor Presidente del Tribunale Civile di Palermo, pervenuto a mezzo servizio notifica al protocollo generale di questo Comune in data 17 febbraio 2010 al n°2495, presentato dal Sig. Pietro Bruno, elettivamente domiciliato, ai fini dell’atto in oggetto, in Palermo presso lo studio legale dell’Avv.  Rosalia Marchese che lo rappresenta e difende, congiuntamente e disgiuntamente all’Avv. Sergio Toscano, per mandato posto a margine del presente atto;
Che a seguito di detto ricorso il Presidente del Tribunale Civile e Penale di Palermo ha nominata un consulente tecnico che dovrà valutare l’entità dei danni subiti dal ricorrente;
Ritenuto opportuno nominare un legale che possa difendere le ragioni del Comune durante le operazioni di accertamento tecnico ex art. 696 bis c.p.c;
Considerato che la relativa procura può essere conferita all’Avv. _______________ con studio legale in _____________ Via _______________________;
Vista la legge 8.6.1990, n.142, recepita con modifiche dall’art.1 della L.R. 11.12.1991, n.48;
Visto il vigente O.A.EE.LL.;

DELIBERA

1. Conferire, per i motivi espressi in narrativa, apposito incarico all’Avv. ______________ con studio in _______, in Via ___________________, per difendere le ragioni del Comune durante le operazioni di accertamento tecnico ex art. 696 bis c.p.c., meglio descritto in premessa, richiesto dal Sig. Pietro Bruno, elettivamente domiciliato, ai fini dell’atto in oggetto, in Palermo presso lo studio legale dell’Avv. Rosalia Marchese che lo rappresenta e difende, congiuntamente e disgiuntamente all’Avv. Sergio Toscano, per mandato posto a margine del presente atto;
2. Autorizzare il Responsabile del Settore Amministrativo a procedere alla stipula del disciplinare;
3. Incaricare l’ufficio segreteria di assumere apposito impegno di spesa con successiva determinazione.

LA GIUNTA MUNICIPALE

Vista la superiore proposta di deliberazione corredata dai pareri prescritti;
Considerato che l’incarico di che trattasi può essere conferito all’Avv. Orazio Lo Bello con
studio in Capaci (Pa), Via Zima, n°5 C. F. LBL RZO 64S04 G273Y;
Con votazione unanime espressa in forma segreta;

DELIBERA

1. Conferire regolare incarico alle condizioni di cui all’allegato disciplinare all’avvocato Orazio

Lo Bello con studio in Capaci (Pa), Via Zima n°5, perché lo stesso possa intraprendere ogni

azione utile nell’interesse di questo Comune.
2. Approvare, pertanto, la predetta proposta di deliberazione regolarmente integrata del nominativo del citato legale come sopra votato.
3. Quindi, ritenuta l’urgenza della costituzione in giudizio, con voti unanimi, palesemente espressi per alzata di mano, dichiara il presenta atto IMMEDIATAMENTE ESECUTIVO.

COMUNE DI ISOLA DELLE FEMMINE Provincia di Palermo

Oggetto: Disciplinare d’incarico legale all’avvocato Orazio Lo Bello
CON STUDIO IN CAPACI, VIA ZIMA N°5, PER LA COSTITUZIONE NEL RICORSO PER ACCERTAMENTO TECNICO PREVENTIVO EX ART. 696 BIS C.P.C., INNANZI AL SIGNOR PRESIDENTE DEL TRIBUNALE CIVILE DI PALERMO, PROPOSTO DAL SIG. PIETRO BRUNO”
DISCIPLINARE DI INCARICO
L’anno duemiladieci il giorno ___________ del mese di _____________ presso la sede della Casa Comunale in Isola delle Femmine, il Responsabile del Settore Amministrativo Sig.ra Nunzia Pirrone in esecuzione della delibera di Giunta Comunale n°21 del 18 febbraio 2010, conferisce incarico legale all’Avv. Orazio Lo Bello con studio in Capaci, Via Zima n°5 - Codice Fiscale LBL RZO 64S04 G273Y, per la Costituzione nel ricorso per accertamento tecnico preventivo ex art. 696 c.p.c., innanzi al Signor Presidente del Tribunale Civile di Palermo, proposto dal Sig. Pietro Bruno.
L’incarico viene accettato dal legale nominato alle seguenti condizioni:
1.   Il professionista incaricato ha la più ampia facoltà di motivazione degli atti redatti nell’interesse del Comune di Isola delle Femmine;
2.   Le parti concordano l’applicazione dell’onorario della tariffa professionale nei suoi valori medi;
3.   In caso di soccombenza, l’onorario di cui al precedente punto sarà dovuto al professionista incaricato nei suoi valori minimi;
4.   Il compenso per la prestazione professionale resa per il detto incarico, ai fini della previsione delle spese complessive per gli oneri professionale, viene prevista, sentito anche il professionista interessato, in complessivi € 1.000,00 per l’intero giudizio, oltre IVA e C.P.A.  e spese generali. Eventuali maggiori somme, in relazione all’attività svolta, saranno impegnate dal Comune ad integrazione dell’impegno originario;
5.   Ove il professionista, nel caso del giudizio, ritenga necessaria la corresponsione di ulteriore somme per l’attività prestata, rispetto all’acconto già corrisposto e prima del saldo, sono tenuti ad avvisare immediatamente, con lettera raccomandata, il Comune di Isola delle Femmine dell’entità delle somme necessarie, al fine di permettere la predisposizione degli atti di cui al procedimento di spesa, indicando le ragioni della richiesta ed il prospetto dei diritti ed onorari ulteriori;
6.   La mancata comunicazione dei modi previsti sub 6) comporterà il rifiuto, da parte dell’Ente, di ogni prestazione ulteriore che non sia stata comunicata;
7.   L’avvocato nominato dovrà costantemente tenere informata l’Amministrazione sugli sviluppi del procedimento ed in particolare:
a)   presentare copia degli atti del giudizio, redatti dai legali nominati o dalla difesa avversaria, entro e non oltre 5 ( cinque ) giorni da quando ne siamo in possesso;
b)   comunicare a mezzo fax ( al numero 091.8617204 ) ovvero a mezzo posta elettronica all’indirizzo segreteria@comune.isoladellefemmine.pa.it, l’esito delle udienze ed ogni informazione inerente il procedimento giudiziario, entro e non oltre 5 ( cinque ) giorni dall’evento da comunicare;
8.   Il presente incarico potrà essere revocato dall’Amministrazione qualora la stessa riscontrasse incuria, negligenza ovvero mancato rispetto delle norme deontologiche e giuridiche applicabili al presente incarico professionale.
Il presente disciplinare, allegato alla delibera di Giunta Comunale di incarico, viene redatto in duplice copia e sottoscritto dalle parti.
La mancata sottoscrizione da parte del professionista comporterà il rifiuto dell’Amministrazione ad ogni prestazione richiesta.
Isola delle Femmine, li ______________________ 2010
IL CAPO SETTORE AMMINISTRATIVO L’AVVOCATO INCARICATO
"Conferimento incarico all'Avv. Orazio Lo Bello per Costituzione nel ricorso per accertamento tecnico preventivo ex art. 696 bis c.p.c. proposto dal sig. Pietro Bruno"
Atto numero 21
del 18-02-2010
Tipo di Atto: DELIBERA DI GIUNTA
Allegato: DELIBERA G.M. 021.10.pdf (29 kb)


"Adozione Regolamento per disciplinare il conferimento dei contratti di collaborazione autonoma sulla base del D.L. 112/2008".
Atto numero 20  del 16-02-2010


L’Ufficio Segreteria propone l’adozione della seguente deliberazione:
“Adozione Regolamento per disciplinare il conferimento dei contratti di collaborazione autonoma sulla base del D.L. 112/2008”.

LA GIUNTA COMUNALE

Vista la legge 24.12.2007, n.244 che, tra l’altro, ha definito il regime di collaborazioni esterne delle pubbliche amministrazioni, limitandone il ricorso a singole tipologie contrattuali;
Rilevato che detta previsione normativa tende a limitare il ricorso alle collaborazioni stabilendone i requisiti di legittimità e introducendo tetti di spesa;
Ritenuto che, pertanto, si rende necessario procedere a regolamentare gli incarichi di collaborazioni esterne da conferire, per cui è stato predisposto un apposito schema di regolamento che fissa i limiti, i criteri e le modalità per il conferimento dei contratti di collaborazione autonoma a soggetti esterni all’Amministrazione;
Ritenuto che detta previsione regolamentare integra il Regolamento sull’Ordinamento degli Uffici e Servizi Comunali, già vigente in questo Comune, costituendone parte integrante e sostanziale, così come affermato nella circolare n.2/2008 della Presidenza del Consiglio dei Ministri – Dipartimento della F.P. – Ufficio Personale Pubbliche Amministrazioni;

DELIBERA

Approvare, per le considerazioni espresse in premessa, il Regolamento che disciplina il conferimento dei contratti di collaborazione autonoma sulla base del D.L.  112/2008, dando atto che lo stesso costituisce parte integrante e sostanziale del vigente Regolamento sull’Ordinamento degli Uffici e Servizi Comunali.  Disporre che copia del presente Regolamento venga trasmesso alla Corte dei Conti .- Sez. di Controllo per la Regione Siciliana in ottemperanza di quanto dalla stessa disposto con deliberazione n. 18/2010/PRSP adottata nell’adunanza del 24.11.2009.

LA GIUNTA MUNICIPALE

Vista la sopra indicata proposta di deliberazione, corredata dai pareri prescritti, con voti unanimi espressi per alzata di mano, accertati e proclamati dal Sindaco Presidente,

DELIBERA

Di approvare la superiore proposta di deliberazione .

COMUNE DI ISOLA DELLE FEMMINE

Provincia di Palermo

*
REGOLAMENTO PER DISCIPLINARE IL CONFERIMENTO DEI CONTRATTI DI COLLABORAZIONE AUTONOMA SULLA BASE DEL D.L. 112/2008.

ART. 1 - FINALITA’ DEL REGOLAMENTO

Il presente regolamento disciplina i criteri e le procedure per il conferimento di incarichi di collaborazione autonoma per tutte le tipologie di prestazione, al fine di garantire l’accertamento della sussistenza dei requisiti di legittimità per il loro conferimento come definiti dall’art. 7 c. 6 del Lgs. 30/03/2001 n. 165 e s. m. ed i., dall’art.  110, c. 6 del D. Lgs. 267/2000 e dai commi 55, 56, e 57 dell’art. 3 della L. 244 del 2007 e s.m.i. e dai commi 55,56, e 57 dell’art. 3 della L. 244/2007 e s.m. i apportate dal D.L. n.  112/2008.

ART. 2- AMBITO APPLICATIVO

1.   Le disposizioni del presente regolamento sono finalizzate a definire un’organica disciplina in materia di incarichi a soggetti esterni e a consentire la razionalizzazione ed il contenimento delle relative spese.
2.   Ai fini dell’applicazione delle disposizioni che seguono, sono da considerarsi incarichi tutte quelle prestazioni che richiedono delle competenze altamente qualificate da svolgere in maniera autonoma, siano esse di natura occasionale che coordinata e continuativa e si articolano secondo le seguenti tipologie:
a)   incarichi di studio, afferenti a specifiche indagini, esami ed analisi su un oggetto o un particolare problema di interesse dell’ente, con la finalità di produrre un risultato che diverrà proprietà dell’ente e sarà da questo utilizzato; il requisito essenziale è la predisposizione di una relazione scritta finale nella quale sono illustrati i risultati dello studio e le soluzioni proposte;
b)   incarichi di ricerca riguardanti lo svolgimento di attività di approfondimento relative a determinate materie e la presentazione dei relativi risultati e soluzioni utili per la realizzazione di specifici programmi dell’ente;
c)   consulenze, consistenti nell’acquisizione, tramite prestazioni professionali, di pareri, valutazioni, espressioni di giudizio su una o più specifiche proposte dall’ente idonei ad orientare l’azione dei propri organi;
d)   altre collaborazioni esterne ad alto contenuto professionale.
3.   Il contratto d’opera è espletato senza vincolo di subordinazione o sottoposizione al potere organizzativo, direttivo e disciplinare del committente; non comporta l’obbligo di osservanza di un orario di lavoro, né l’inserimento nella struttura organizzativa del Committente e può essere svolto nei limiti concordati anche nella sede del committente.
4.   Le disposizioni del presente regolamento non si applicano:
a)   agli incarichi conferiti ai componenti degli organi di controllo interno e del nucleo di valutazione e ai membri di commissione di gara e di concorso;
b)   agli appalti ad agli incarichi già disciplinati da una specifica normativa di settore (incarichi di progettazione, direzione dei lavori, collaudi e prestazioni accessorie comunque connesse con la realizzazione e l’esecuzione delle opere pubbliche);
c)   agli incarichi professionali conferiti per il patrocinio e la difesa in giudizio dell’ente;
d)   agli incarichi previsti dall’art. 90 del D.Lgs. 267/2000;
e)   agli incarichi individuati dall’art. 110 c. 1 e 2 del D.Lgs. n. 267/2000;
f)    prestazioni meramente occasionali che si esauriscono in una prestazione episodica che il collaboratore svolga in maniera saltuaria che non è riconducibile a fasi di piani o programmi del committente.
g)   incarichi di esperti del Sindaco di cui alla Legge Regionale n°7/1992.

ART. 3- PRESUPPOSTI LIMITI E MODALITÀ DI CONFERIMENTO DEGLI

INCARICHI

1.   Il ricorso alle prestazioni oggetto di tale regolamento è subordinato alla rispondenza dell’affidamento dell’incarico con la previsione contenuta nell’art. 3 c. 55 della L. 244/2007, come modificato all’art. 46 c. 2 del D.L. 112/2008.
2.   Presupposto per il conferimento degli incarichi in argomento è l’assenza di strutture organizzative o professionalità interne all’ente medesimo, in grado di assicurare la rispondenza dei risultati agli obiettivi dell’amministrazione. L’avvenuta verifica di tale circostanza dovrà essere richiamata nel provvedimento dirigenziale di incarico od in apposita relazione del responsabile preposto.
3.   Gli incarichi non potranno includere la rappresentanza dell’amministrazione od altre funzioni che l’ordinamento preveda come prerogativa di soggetti ad esso legati da vincolo di subordinazione.
4.   Possesso di specifica e comprovata specializzazione universitaria. Requisito minimo e necessario è il possesso della laurea magistrale o equivalente.

ART. 4- LIMITI DI SPESA.

1.   La spesa complessiva annua per gli incarichi di collaborazione autonoma non deve superare gli stanziamenti appositamente previsti nel bilancio di previsione annuale e pluriennale di riferimento.
2.   Non concorrono al raggiungimento del limite sopra indicato le spese per gli incarichi i cui oneri sono finanziati con fondi di terzi.

ART. 5- INDIVIDUAZIONE DELLE PROFESSIONALITÀ

1.   il responsabile o dirigente dell’ufficio competente individua le professionalità predisponendo un apposito avviso pubblico nel quale sono evidenziati i seguenti elementi:
a)   definizione dell’oggetto dell’incarico;
b)   gli specifici requisiti culturali e professionali richiesti per lo svolgimento della prestazione;
c)   durata dell’incarico;
d)   luogo dell’incarico e modalità di espletamento;
e)   compenso per la prestazione e tutte le informazioni connesse (periodicità del pagamento, il trattamento fiscale e previdenziale da applicare);
f)    indicazione della struttura di riferimento e del responsabile del procedimento.
2.   L’avviso pubblico e l’esito della procedura sono resi pubblici tramite il sito internet dell’amministrazione.
3- Nel medesimo avviso è individuato un termine per la presentazione dei curricula ed un termine entro il quale sia resa nota la conclusione della procedura.
4.   I requisiti per l’ammissione alla selezione per il conferimento dell’incarico sono:
a)   cittadinanza italiana o in uno degli Stati membri dell’U.E.;
b)   godimento dei diritti civili e politici;
c)   di non aver riportato condanne penali e di non essere stato destinatario di provvedimenti riguardanti l’applicazione di misure di prevenzione, o di provvedimenti iscritti nel casellario giudiziale;
d)   di essere in possesso della particolare e comprovata specializzazione anche universitaria correlata al contenuto dell’incarico , prescindendo dalla comprovata specializzazione per gli iscritti in ordini o albi e per i soggetti che operano nel campo dell’arte, dello spettacolo o dei mestieri artigianali.  5- Il responsabile o dirigente dell’ufficio competente procede alla valutazione dei curricula presentati e ed alla scelta della qualificazione più aderente alle esigenze da assolvere attraverso l’incarico da affidare, facendo anche ricorso ove opportuno, allo svolgimento di colloqui o prove specifiche.
6.   Qualora il responsabile o dirigente competente ritenga necessario un supporto tecnico nella valutazione dei curricula, nel bando pubblico verrà specificato che la selezione verrà effettuata attraverso apposita commissione che verrà composta con la partecipazione del personale dell’ente.

ART. 6 DISCIPLINARE DI INCARICO.

1.   Il responsabile o dirigente interessato formalizza l’incarico mediante stipulazione di un disciplinare , inteso come atto di natura contrattuale nel quale sono specificati gli obblighi per il soggetto incaricato.
2.   Il disciplinare di incarico deve dare atto che persistono tutte le condizioni previste in sede di approvazione della programmazione dell’ente ed in particolare che:
a)   l’affidamento avviene nel rispetto dei limiti, dei criteri e modalità previsti nel vigente regolamento sull’ordinamento degli uffici e dei servizi;
b)   l’incarico da conferire rispetta i limiti di spesa previsti dalla programmazione annuale stabilita in sede di bilancio o sue successive variazioni;
c)   L’ufficio competente provvede alla determinazione del compenso che deve essere stabilito in funzione dell’attività oggetto dell’incarico, della quantità e qualità dell’attività, dell’eventuale utilizzazione da parte del collaboratore di mezzi e strumenti propri, anche con riferimento ai valori di mercato. Deve comunque essere assicurata la proporzionalità con l’utilità conseguita dall’Amministrazione.
d)   La liquidazione del compenso avviene, di norma, al termine della collaborazione salvo diversa espressa pattuizione in correlazione alla conclusione di fasi dell’attività oggetto dell’incarico.
e)   L’indicazione dei requisiti di competenza ed esperienza richiesti nonché i criteri di valutazione adottati.

ART. 7-PUBBLICIZZAZIONE DEGLI INCARICHI.

Per tutte le tipologie di incarico affidati a soggetti esterni l’efficacia del contratto decorrerà dal giorno della pubblicazione sul sito web del Comune.

ART. 8- VERIFICA DEL BUON ESITO DELL’INCARICO

1.   Il responsabile competente verifica periodicamente il corretto svolgimento dell’incarico e dei risultati rispetto agli obiettivi affidati.
2.   Il Dirigente competente verifica l’assenza di oneri ulteriori, previdenziali, assicurativi e la richiesta di rimborsi spese diversi da quelli, eventualmente, già previsti ed autorizzati.

ART. 9 CONTROLLI DEL REVISORE E DELLA CORTE DEI CONTI

Gli atti di spesa per gli incarichi de quibus sono comunicati al revisore del Conto dell’ente; Gli atti di spesa superiore a € 5.000,00 devono essere sottoposti al controllo successivo della Corte dei Conti. Il presente regolamento viene trasmesso alla Sezione Regionale della Corte dei Conti entro 30 giorni dall’adozione.

ART. 10-NORME FINALI

Il mancato rispetto del presente regolamento comporta l’applicazione delle sanzioni di cui all’art. 3 commi 18, 54, 56 della L. 244/2007 e dalle altre disposizioni regolanti la materia. Per quanto non previsto si applicano tutte le norme in materia di incarichi esterni ancorché non richiamate

"Adozione Regolamento per disciplinare il conferimento dei contratti di collaborazione autonoma sulla base del D.L. 112/2008".
Atto numero 20  del 16-02-2010  Tipo di Atto: DELIBERA DI GIUNTA  Allegato: DELIBERA G.M. 020.10.pdf (34 kb)



Adesione alla marcia per la pace Perugia-Assisi.
Atto numero 19  del 16-02-2010
 L’assessore Giucastro propone l’adozione della seguente deliberazione:

“ADESIONE ALLA MARCIA PER LA PACE PERUGIA-ASSISI.

LA GIUNTA COMUNALE

Visto l’invito del Coordinamento Nazionale degli Enti Locali per la Pace e i Diritti Umani e della Tavola della pace, acquisito al protocollo generale di questo Ente in data 27 gennaio 2010 al n°1282, di aderire al Comitato Organizzatore della 18° Marcia per la pace Perugina - Assisi che si svolgerà domenica 16 maggio 2010 in occasione dell’anno Europeo del1a lotta alla povertà e all’esclusione sociale;
Ritenuto di dover condividere le motivazioni e gli obiettivi dell’iniziativa con cui s’intende rinnovare ed estendere la cultura e l’impegno per la pace e i diritti umani del nostro paese promuovendo una nuova scala di valori contro il dilagare della violenza, della paura, dell’intolleranza, del razzismo, delle mafie e dell’illegalità, della censura, dell’indifferenza e della rassegnazione;
Considerato che la Marcia Perugia - Assisi sarà preceduta da un grande Forum della pace, dal Meeting nazionale delle scuole per la pace “Cittadinanza e Costituzione”, dal Meeting dei giovani per la pace e da un ricco programma di attività da realizzare su tutto il territorio nazionale;
Valutata positivamente la decisione dei promotori di facilitare la partecipazione dei giovani, delle scuole, degli studenti e degli insegnanti impegnati in percorsi di educazione alla cittadinanza e alla Costituzione, ai diritti umani e alla pace, aI1’intercultura, alla legalità e alla solidarietà, degli immigrati e dei “nuovi italiani” presenti sul territorio valorizzando e sviluppando tutte le esperienze interculturali di incontro, accoglienza, dialogo e condivisione che esistono nelle nostre città, nelle nostre scuole, associazioni e comunità;
Ricordato che questo progetto fa seguito alle manifestazioni già organizzate in Italia nel 1995, nel 1997, nel 1999, nel 2001, nel 2003, nel 2005 e nel 2007 cui ha aderito e contribuito anche la nostra Amministrazione;
Sottolineato che l’iniziativa permetterà di valorizzare il prezioso lavoro svolto dai Comuni, Province e Regioni che s’impegnano concretamente a promuovere i diritti umani a partire dal proprio territorio secondo il motto “La pace comincia dalle nostre città”;

DELIBERA

1)   Di aderire al Comitato organizzatore della Marcia per la pace Perugia-Assisi che si svolgerà domenica 16 maggio 2010 per iniziativa del Coordinamento Nazionale degli Enti Locali per la pace e i diritti umani e della Tavola della pace.
2)   Di aderire, altresì, al Coordinamento Nazionale degli Enti Locali per la pace e i diritti umani che dal 1986 riunisce i Comuni, le Province e le Regioni impegnate in Italia a costruire la pace promuovendo i diritti umani, la solidarietà e la cooperazione internazionale.
3)   Dare atto che le condizioni economiche del Bilancio Comunale non consentono di adottare provvedimenti che comportino impegni di spesa.

Adesione alla marcia per la pace Perugia-Assisi.
Atto numero 19  del 16-02-2010
Tipo di Atto: DELIBERA DI GIUNTA
Allegato: DELIBERA G.M. 019.10.pdf (10 kb)


Costituzione in giudizio per proporre opposizione all'atto di citazione, innanzio al Tribunale Civile di Palermo sezione distaccata di Carini, proposto contro questo Comune dal sig. Enrico Carlo Politi " - nomina avv. Viola - ".
Atto numero 18  del 16-02-2010
L’Ufficio Segreteria, su apposita disposizione del Sindaco, ha elaborato e propone l’adozione della seguente deliberazione:
“COSTITUZIONE IN GIUDIZIO PER PROPORRE OPPOSIZIONE ALL’ATTO DI CITAZIONE, INNANZIO AL TRIBUNALE CIVILE DI PALERMO SEZIONE DISTACCATA DI CARINI, PROPOSTO CONTRO QUESTO COMUNE DAL SIG.  ENRICO CARLO POLITI ” – NOMINA AVV. VIOLA – “.

LA GIUNTA MUNICIPALE

Visto l’atto di citazione innanzi al Tribunale Civile di Palermo, Sezione distaccata di Carini, pervenuto a mezzo servizio notifica al protocollo generale di questo Comune in data 28 dicembre 2009 al n°20347, presentato dalla SIAP srl nella persona del suo Amministratore e Rappresentante legale Sig. Enrico Carlo Politi, nato a Palermo l’08.06.1942 C.F. PLT NCC 42H08 G273Q, elettivamente domiciliato in Palermo, Via Tripoli n°3, presso lo studio degli Avvocati Luigi e Giuseppe Spedale, dai quali unitamente e congiuntamente è rappresentato e difeso giusto mandato a margine dell’allegato atto di citazione;
Considerato che, con il predetto Atto di Citazione, si cita questo Comune, in persona del Sindaco pro-tempore, a comparire innanzi al Giudice Unico, nell’udienza del giorno 20 aprile 2010, al fine di vedersi riconoscere e risarciti i danni subiti che in occasione di violenti temporale a causa dell’allagamento del tratto di strada, di questa Via delle industrie, ove è ubicata la sede della SIAP;
Esaminato detto atto di citazione e ritenuto che questo Ente abbia validi motivi per opporsi a tale atto;
Ritenuto, pertanto, che questo Ente, ed in sua rappresentanza il Sindaco pro-tempore, debba costituirsi nelle forme di legge in relazione al predetto atto;
Considerato che la relativa procura può essere conferita all’Avv. _______________ con studio legale in _____________ Via _______________________;
Vista la legge 8.6.1990, n.142, recepita con modifiche dall’art.1 della L.R. 11.12.1991, n.48;
Visto il vigente O.A.EE.LL.;

DELIBERA

1. Conferire, per i motivi espressi in narrativa, apposito incarico all’Avv. ______________ con studio in _______, in Via ___________________, per la costituzione in giudizio per proporre opposizione all’Atto di Citazione, meglio descritto in premessa, nei confronti del Sig. Enrico Carlo Politi, nato a Palermo l’08.06.1942 C.F. PLT NCC 42H08 G273Q, elettivamente domiciliato in Palermo, Via Tripoli n°3, presso lo studio degli Avvocati Luigi e Giuseppe Spedale, dai quali unitamente e congiuntamente è rappresentato e difeso giusto mandato a margine dell’allegato atto di citazione;
2. Autorizzare il Responsabile del Settore Amministrativo a procedere alla stipula del disciplinare d’incarico;
3. Incaricare l’ufficio segreteria di assumere apposito impegno di spesa con successiva determinazione.
PARERI AI SENSI DEGLI ART.53 E 55 DELLA LEGGE 8.6.1990, N.142, RECEPITA CON L’ART.1 DELLA L.R. 11.12.1991, N.48.
Si esprime parere favorevole in ordine alla regolarità tecnica della superiore proposta di deliberazione.

IL RESPONSABILE DEL SETTORE

Nunzia Pirrone

LA GIUNTA MUNICIPALE

Vista la superiore proposta di deliberazione corredata dai pareri prescritti;
Considerato che l’incarico di che trattasi può essere conferito all’Avv. Marianna Viola con studio in Palermo, Via Delle Croci n°47;
Con votazione unanime espressa in forma segreta;

DELIBERA

1. Conferire regolare incarico alle condizioni di cui all’allegato disciplinare all’avvocato

Marianna Viola con studio in Palermo, Via Delle Croci n°47, perché lo stesso possa

intraprendere ogni azione utile nell’interesse di questo Comune.  2. Approvare, pertanto, la predetta proposta di deliberazione regolarmente integrata del nominativo del citato legale come sopra votato.
3. Quindi, ritenuta l’urgenza della costituzione in giudizio, con voti unanimi, palesemente espressi per alzata di mano, dichiara il presenta atto IMMEDIATAMENTE ESECUTIVO.

COMUNE DI ISOLA DELLE FEMMINE

Provincia di Palermo


OGGETTO:           CON STUDIO IN PALERMO, VIA DELLE CROCI N°47, PER LA COSTITUZIONE NEL GIUDIZIO PER PROPORRE OPPOSIZIONE ALL’ATTO DI CITAZIONE INNANZI AL TRIBUNALE CIVILE DI PALERMO SEZIONE DISTACCATA DI CARINI PROPOSTO DAL SIG ENRICO CARLO POLITI
 
DISCIPLINARE DI INCARICO
L’anno duemiladieci il giorno ___________ del mese di _____________ presso la sede della Casa Comunale in Isola delle Femmine, il Responsabile del Settore Amministrativo Sig.ra Nunzia Pirrone in esecuzione della delibera di Giunta Comunale n°18 del 16 febbraio 2010, conferisce incarico legale all’Avv. Marianna Viola con studio in Palermo, Via Delle Croci n°47 - Codice Fiscale ___________________________, per la Costituzione nel giudizio per proporre opposizione all’atto di citazione, innanzi al tribunale civile di Palermo sezione distaccata di Carini, proposto dal sig. Enrico Carlo Politi.
L’incarico viene accettato dal legale nominato alle seguenti condizioni:
1. Il professionista incaricato ha la più ampia facoltà di motivazione degli atti redatti nell’interesse del Comune di Isola delle Femmine;
2. Le parti concordano l’applicazione dell’onorario della tariffa professionale nei suoi valori medi;
3. In caso di soccombenza, l’onorario di cui al precedente punto sarà dovuto al professionista incaricato nei suoi valori minimi;
4. Il compenso per la prestazione professionale resa per il detto incarico, ai fini della previsione della spesa, viene prevista, sentito anche il professionista interessato, in € 1.000,00, oltre IVA e C.P.A. e spese generali. Maggiori somme, in relazione all’attività svolta, saranno impegnate dal Comune ad integrazione dell’impegno originario;
5. Ove il professionista, nel caso del giudizio, ritenga necessaria la corresponsione di ulteriore somme per l’attività prestata, rispetto all’acconto già corrisposto e prima del saldo, sono tenuti ad avvisare immediatamente, con lettera raccomandata, il Comune di Isola delle Femmine dell’entità delle somme necessarie, al fine di permettere la predisposizione degli atti di cui al procedimento di spesa, indicando le ragioni della richiesta ed il prospetto dei diritti ed onorari ulteriori;
6. La mancata comunicazione dei modi previsti sub 6) comporterà il rifiuto, da parte dell’Ente, di ogni prestazione ulteriore che non sia stata comunicata;
7. L’avvocato nominato dovrà costantemente tenere informata l’Amministrazione sugli sviluppi del procedimento ed in particolare: a) presentare copia degli atti del giudizio, redatti dai legali nominati o dalla difesa avversaria, entro e non oltre 5 ( cinque ) giorni da quando ne siamo in possesso; b) comunicare a mezzo fax ( al numero 091.8617204 ) ovvero a mezzo posta elettronica all’indirizzo segreteria@comune.isoladellefemmine.pa.it, l’esito delle udienze ed ogni informazione inerente il procedimento giudiziario, entro e non oltre 5 ( cinque ) giorni dall’evento da comunicare;
8. Il presente incarico potrà essere revocato dall’Amministrazione qualora la stessa riscontrasse incuria, negligenza ovvero mancato rispetto delle norme deontologiche e giuridiche applicabili al presente incarico professionale.
Il presente disciplinare, allegato alla delibera di Giunta Comunale di incarico, viene redatto in duplice copia e sottoscritto dalle parti.
La mancata sottoscrizione da parte del professionista comporterà il rifiuto dell’Amministrazione ad ogni prestazione richiesta.
Isola delle Femmine, li   2010
IL CAPO SETTORE AMMINISTRATIVO L’AVVOCATO INCARICATO

Costituzione in giudizio per proporre opposizione all'atto di citazione, innanzio al Tribunale Civile di Palermo sezione distaccata di Carini, proposto contro questo Comune dal sig. Enrico Carlo Politi " - nomina avv. Viola - ".
Atto numero 18
del 16-02-2010
Tipo di Atto: DELIBERA DI GIUNTA
Allegato: DELIBERA G.M. 018.10.pdf (29 kb)


Organizzazione "Carnevale 2010".
Atto numero 17  del 11-02-2010

L’Ufficio al Turismo, su disposizione dell’Assessore al ramo Salvatore Palazzotto, propone alla
Giunta Municipale l’adozione della seguente proposta di deliberazione:

“Organizzazione “CARNEVALE 2010”.

LA GIUNTA COMUNALE

Premesso:
Che è intenzione dell’Amministrazione Comunale organizzare in occasione del “CARNEVALE 2010”, iniziative varie al fine di assicurare a tutti i cittadini occasioni di svago e di divertimento a favore della cittadinanza tesa ad aumentare il flusso turistico in questo paese;
Che si ritiene opportuno coinvolgere l’Associazione Pro-Loco, neo costituita, nella promozione e gestione del settore turistico di questo Comune;
Vista la proposta, con allegato programma, Prot. n°1858 del 09/02/2010 con la quale
l’Associazione PRO - LOCO di Isola delle Femmine - si dichiara disponibile ad organizzare le
manifestazioni in occasione del Carnevale 2010, per una spesa complessiva di € 4.500,00 Iva inclusa;
Considerato che, come si evince dal programma presentato dalla suddetta Associazione si tratta di un iniziativa unica che abbina attività varie ( canora, musicale,organizzazione sagra ecc…);
Considerato, altresì, che nell’ambito della manifestazione carnevalesca si organizzerà la “Sagra della Salsiccia”, la cui organizzazione può essere affidata alla stessa Pro-Loco, alla quale dovrà essere fornito solamente il quantitativo necessario di salsiccia e di pane;
Ritenuto, pertanto, di accogliere la superiore proposta atteso che sarà occasione anche finalizzata alla promozione turistica e culturale di questa cittadina;
Che con nota prot. n°161 del 07/01/2010 è stato chiesto allAssessorato Regionale Agricoltura
e Foreste di Palermo l’assegnazione di un contributo, per l’acquisto di prodotti tipici locali da
degustare in occasione della citata “Sagra della Salsiccia” e con nota prot. n. 539 del 14/01/2010 è
stato chiesto all’Assessorato Regionale al Turismo un patrocinio oneroso per l’intera manifestazione;
Ritenuto che nelle more della concessione dei contributi richiesti si è venuti nella determinazione di dare corso comunque alla manifestazione imputando provvisoriamente l’onere a carico del Bilancio Comunale e riservandosi di modificare l’imputazione contabile in caso di assegnazione del contributo richiesto;
Vista la legge n.142/90, recepita con modifiche dall’art.1 della L.R.48/91;

DELIBERA

Di affidare, per le considerazioni espresse in narrativa, all’Associazione PRO LOCO con sede a Isola delle Femmine, l’organizzazione, dal 14 al 16 Febbraio 2010, del “ CARNEVALE 2010 ”, come da programma per l’importo complessivo di €. 4.500,00, Iva compresa.  Demandare al Responsabile del 6° Servizio l’assunzione del consequenziale impegno di spesa per l’affidamento della manifestazione alla Pro-Loco e l’acquisizione del materiale necessario per lo svolgimento della Sagra della salsiccia non previsto nella proposta della Pro-Loco.
Organizzazione "Carnevale 2010".
Atto numero 17
del 11-02-2010
Tipo di Atto: DELIBERA DI GIUNTA
Allegato: DELIBERA G.M. 017.10.pdf (10 kb)




Non costituzione nel ricorso innanzi al Tribunale Amministrativo Regionale Siciliano, proposto dal sig. Giuseppe Ciampolillo.
Atto numero 16  del 09-02-2010

L’Ufficio Segreteria, su apposita disposizione del Sindaco, ha elaborato e propone  l’adozione della seguente deliberazione:
“NON COSTITUZIONE NEL RICORSO INNANZI AL TRIBUNALE AMMINISTRATIVO
REGIONALE SICILIANO, PROPOSTO DAL SIG. GIUSEPPE CIAMPOLILLO”.
LA GIUNTA MUNICIPALE
Visto il ricorso innanzi al Tribunale Amministrativo Regionale Siciliano, pervenuto al
prot. generale di questo Ente in data 12 gennaio c.a. al n°309, proposto dal Sig. Giuseppe
Ciampolillo per l’annullamento, previa sospensione, dei provvedimenti nel ricorso stessi
indicati,
Ritenuto di non doversi costituire, stante che l’organo giudicante è in grado di
acquisire autonomamente sufficienti elementi di giudizio per valutare tale causa;
Vista la legge 8.6.1990, n.142, recepita con modifiche dall’art.1 della L.R.
11.12.1991, n.48;
Visto il vigente O.A.EE.LL.;
DELIBERA
Non costituirsi, per i motivi espressi in narrativa, nel ricorso innanzi al Tribunale
Amministrativo Regionale Siciliano, proposto dal sig. Giuseppe Ciampolillo per
all’annullamento, previa sospensione, dei provvedimenti nel ricorso stessi indicati.
Non costituzione nel ricorso innanzi al Tribunale Amministrativo Regionale Siciliano, proposto dal sig. Giuseppe Ciampolillo.
Atto numero 16
del 09-02-2010
Tipo di Atto: DELIBERA DI GIUNTA
Allegato: DELIBERA G.M. 016.10.pdf (7 kb)


Imposta comunale sulla Pubblicita' e Cosap proroga termini di versamento per l'anno 2010.
Atto numero 15  del 09-02-2010

Proposta del Settore 8° - Attività Produttive – Tributi – Acquedotto -

·         Imposta Comunale sulla Pubblicità e Cosap – proroga termini di versamento per l’anno 2010.

LA GIUNTA COMUNALE

Premesso:

che il D.Lgs. 15/11/1993, capo I, n.507, di riforma dell’Imposta Comunale sulla Pubblicità e del diritto sulle pubbliche affissioni prescrive che i pagamenti annuali devono essere effettuati entro il 31 gennaio di ogni anno, pena l’applicazione delle sanzioni tributarie amministrative prescritte per i ritardati pagamenti;
Vista la Deliberazione di Giunta Comunale n. 29 del 23/03/2009 con la quale si è rescisso il contratto stipulato con la società “Tributi Italia SpA (ex San Giorgio) inerente il servizio di riscossione del canone per l’occupazione del suolo pubblico;
Viste le deliberazioni del Consiglio Comunale n. 69 e n. 70 del 18/12/2009, con cui si approvano i nuovi regolamenti comunali aventi per oggetto “Approvazione regolamento per l’applicazione del canone per l’occupazione spazi ed aree pubbliche” e “Approvazione regolamento per la disciplina della pubblicità e delle pubbliche affissioni”, che entreranno in vigore dal 1° Gennaio 2010;
Vista la determina del Responsabile di Settore n.12 del 06/11/2009 con cui si è affidata la fornitura degli applicativi software alla Ditta Maggioli S.p.A. per la gestione dell’imposta comunale sulla pubblicità e del canone per l’occupazione di spazi ed aree pubbliche;
Considerato che, nelle more di riorganizzazione e perfezionamento del nuovo tariffario, si rende necessario differire la scadenza del pagamento annuo dei tributi in questione al 31 marzo 2010, al fine di non penalizzare i contribuenti;

D E L I B E R A

Differire, per le motivazioni espresse in narrativa, il termine di scadenza per il pagamento dell’Imposta Comunale sulla Pubblicità e del diritto sulle pubbliche affissioni e della Cosap al 31 Marzo 2010.
Imposta comunale sulla Pubblicita' e Cosap proroga termini di versamento per l'anno 2010.
Atto numero 15
del 09-02-2010
Tipo di Atto: DELIBERA DI GIUNTA
Allegato: DELIBERA G.M. 015.10.pdf (8 kb)


Art. 151, comma 6, e Art. 231, D.lgs. 18 agosto 2000, n. 267. Approvazione della Relazione illustrativa del Rendiconto della gestione dell'esercizio finanziario 2009.
Atto numero 14  del 02-02-2010

Il Sindaco propone alla Giunta Comunale l’approvazione della seguente proposta di deliberazione :
Art. 151, comma 6, e Art. 231, D.lgs. 18 agosto 2000, n. 267. Approvazione della Relazione illustrativa del Rendiconto della gestione dell’esercizio finanziario 2009.

LA GIUNTA COMUNALE

PREMESSO CHE gli artt. 151, comma 6, 227, comma 5, e 231 del D.Lgs. 18 agosto 2000, n. 267 testualmente recitano:
_ Art. 151.
6. Al Rendiconto è allegata una relazione illustrativa della giunta che esprime le valutazioni di efficacia dell’azione condotta sulla base dei risultati conseguiti in rapporto ai programmi ed ai costi sostenuti.
_ Art. 227.
5. Sono allegati al rendiconto: a) la relazione dell’organo esecutivo di cui all’art. 151, comma 6;
_ Art. 231.
1. Nella relazione prescritta dall’art. 151, comma 6, l’organo esecutivo dell’ente esprime le valutazioni di efficacia dell’azione condotta sulla base dei risultati conseguiti in rapporto ai programmi ed ai costi sostenuti. Evidenzia anche i criteri di valutazione del patrimonio e delle componenti economiche. Analizza, inoltre, gli scostamenti principali intervenuti rispetto alle previsioni, motivando le cause che li hanno determinati.

DATO ATTO CHE:

_ il Tesoriere dell’Ente ha reso il conto della propria gestione relativa all’esercizio finanziario 2009, secondo quanto prescritto dall’art. 226 del D.Lgs. 18 agosto 2000, n. 267;
_ il conto del Tesoriere si è chiuso con le seguenti risultanze finali:

QUADRO RIASSUNTIVO DELLA GESTIONE DI CASSA

GESTIONE

RESIDUI COMPETENZA TOTALE

IMPORTI

IMPORTI
IMPORTI
Fondo di cassa al 1° gennaio  0
RISCOSSIONI 3.014.791,23 9.582.725,46 12.597.516,69
PAGAMENTI 3.715.862,08 8.881.654,61 12.597.516,69

DIFFERENZA 0

PAGAMENTI per azioni esecutive 0

FONDO DI CASSA AL 31 DICEMBRE 0

ACCERTATO CHE i risultati della gestione di cassa del Tesoriere concordano perfettamente con le scritture contabili dell’Ente;
ACCERTATO, altresì, che il Servizio Finanziario, ai sensi dell’art. 227 del citato D.Lgs. 18 agosto 2000, n.  267, ha predisposto il Rendiconto della gestione dell’esercizio finanziario 2009, comprendente il Conto del Bilancio, il Conto Economico e il Conto del Patrimonio;
RILEVATO CHE, in relazione alle richiamate disposizioni legislative, il Servizio Finanziario ha elaborato, altresì, la Relazione illustrativa del Rendiconto della gestione dell’esercizio finanziario 2009;
DATO ATTO CHE nella suddetta Relazione sono contenuti:
_ le valutazioni di efficacia dell’azione condotta sulla base dei risultati conseguiti in rapporto ai programmi ed ai costi sostenuti;
_ i criteri di valutazione del patrimonio e delle componenti economiche;
_ gli scostamenti principali intervenuti rispetto alle previsioni, con la motivazione delle cause che li hanno determinati;
RITENUTO CHE sussistono tutte le condizioni per l’approvazione della Relazione illustrativa del Rendiconto della gestione dell’esercizio finanziario 2009, ai sensi del combinato disposto degli artt. 151, comma 6, e 231 del D.Lgs. 18 agosto 2000, n. 267;

VISTI:

_ il D.P.R. 31 gennaio 1996, n. 194;
_ il D.Lgs. 18 agosto 2000, n. 267;
_ il vigente Regolamento di contabilità;
_ lo Statuto dell’Ente.
_ la regolarità tecnica e contabile ai sensi dell’art.153 del D.Lgs. 267/2000.

Il Responsabile del 2° Settore Economico Finanziario

F.to Rag. Biagio Fontanetta

DELIBERA

Per i motivi espressi in premessa e che di seguito si intendono integralmente riportati
1.  DI APPROVARE, ai sensi del combinato disposto degli artt. 151, comma 6, e 231 del D.Lgs. 18 agosto 2000, n. 267, la Relazione illustrativa del Rendiconto della gestione dell’esercizio finanziario 2009 che, allegata, costituisce parte integrante e sostanziale del presente atto;
2.DI ALLEGARE copia del presente atto alla deliberazione di approvazione del Rendiconto della gestione dell’esercizio finanziario 2009, secondo quanto prescritto dall’art. 227, comma 5, lett. a), del D.Lgs. 18 agosto 2000, n. 267;

LA GIUNTA COMUNALE

Vista la superiore proposta di deliberazione corredata dai pareri prescritti, l’approva a voti unanimi, espressi per alzata e seduta.

COMUNE DI ISOLA DELLE FEMMINE

Provincia di Palermo

RELAZIONE AL RENDICONTO PER L’ESERCIZIO 2009
ART. 151, D.LGS. 18 AGOSTO 2000, N° 267

INDICE

I.         PREMESSA
II.        IL BILANCIO DI PREVISIONE 2009
III.      LE ENTRATE TRIBUTARIE
IV.       LE ENTRATE DA TRASFERIMENTI CORRENTI
V.         LE ENTRATE EXTRATRIBUTARIE
VI.       LE ENTRATE DA ALIENAZIONE DI BENI, DA TRASFERIMENTO DI CAPITALE E DA RISCOSSIONE DI

CREDITI

VII.      LE ENTRATE DA ACCENSIONI DI PRESTITI
VIII.    LE SPESE CORRENTI
IX.       LE SPESE IN CONTO CAPITALE
X.        L’APPLICAZIONE DELL’AVANZO DI AMMINISTRAZIONE
XI.       RICOGNIZIONE DEGLI EQUILIBRI FINANZIARI E STATO DI ATTUAZIONE DEI PROGRAMMI PER

L’ESERCIZIO 2009, ART. 193, D.LGS. N° 267/2000

XII.     VERIFICA DEI PARAMETRI DI CUI AL D.M. 10 GIUGNO 2003, N° 15511
XIII.    IL RISULTATO DELLA GESTIONE RESIDUI
XIV.     IL RISULTATO DELLA GESTIONE DI PARTE CORRENTE
XV.      IL RISULTATO DELLA GESTIONE IN CONTO CAPITALE
XVI.     IL RISULTATO COMPLESSIVO
I.         PREMESSA
La dimostrazione dei risultati di gestione, ai sensi dell’art. 227 del Testo Unico sull’ordinamento degli Enti Locali, approvato con d.lgs. n. 267/2000, avviene attraverso il rendiconto, il quale comprende il conto di bilancio, il conto economico e il conto del patrimonio.
La contabilità generale delle autonomie locali si presenta pertanto articolata in tre aspetti: quello finanziario, quello economico e quello patrimoniale.
Ovviamente, i risultati o saldi delle tre diverse contabilità hanno significati diversi.  Il conto del bilancio dimostra i risultati finali della gestione autorizzatoria contenuta nel bilancio annuale rispetto alle previsioni e si chiude con il “risultato contabile di gestione” e il “risultato contabile di amministrazione“, in termini di avanzo, pareggio o disavanzo.
Nel quadro riassuntivo della gestione di competenza, il risultato della gestione si ottiene sommando alla differenza tra riscossioni e pagamenti la differenza tra residui attivi e residui passivi mentre nel quadro della gestione finanziaria, il risultato di amministrazione si ottiene sommando al fondo di cassa iniziale la differenza tra riscossioni totali e pagamenti totali.
Il conto economico evidenzia i componenti positivi e negativi dell’attività dell’Ente secondo i criteri di competenza economica ed è redatto secondo uno schema a struttura scalare, con le voci classificate secondo la loro natura e con la rilevazione di risultati parziali e del risultato economico finale.  Il risultato economico dell’esercizio si ottiene considerando la differenza tra i proventi della gestione e i costi della gestione, i proventi e gli oneri derivanti da aziende speciali e partecipate, i proventi e gli oneri di natura finanziaria e straordinaria.
Al fine della predisposizione del rendiconto della gestione, art. 232 del d.lgs. 267/2000, gli Enti locali adottano il sistema di contabilità che più ritengono idoneo per le proprie esigenze.  In questa ottica il prospetto di conciliazione svolge più che altro la funzione di verifica della coerenza dei dati, di evidenziazione dei collegamenti e delle differenze tra le diverse rappresentazioni.  Il conto del patrimonio, infine, rileva i risultati della gestione patrimoniale e riassume la consistenza del patrimonio al termine dell’esercizio, evidenziando le variazioni intervenute nel corso dello stesso, rispetto alla consistenza iniziale.
Per l’attendibilità della contabilità patrimoniale, risultano chiaramente essenziali una corretta tenuta e un puntuale aggiornamento degli inventari.
L’evoluzione della normativa in atto ha interessato non solo gli aspetti contabili del bilancio ma anche quelli della programmazione.
Le contabilità pubbliche e la concreta gestione amministrativa divengono leggibili, significative, comparabili e valutabili solo se i dati contabili sono strettamente connessi, in un rapporto di reciproca chiarificazione, ai programmi perseguiti prima e ai risultati concretamente realizzati poi.  L’attenta e puntuale verifica della programmazione finale e della ricognizione dello stato di attuazione in corso di esercizio sono ormai da ritenersi questioni centrali dell’attività amministrativa.
II.        IL BILANCIO DI PREVISIONE 2009
Allo scopo di illustrare i risultati del rendiconto per l’esercizio 2009, è necessario premettere alcune
considerazioni in rapporto a quanto programmato in sede di approvazione del bilancio di previsione per
l’anno relativo (Deliberazione del Consiglio comunale n°48 in data 31/08/2009).
Nel corso dell’esercizio sono state approvate n° 2 variazioni al bilancio (compresa quella di assestamento nel mese di novembre) riassunte nel seguente schema:
Sono stati altresì autorizzati, con Determine Sindacali, n°5 prelievi dal fondo di riserva e n. 3 storni di capitoli della stessa funzione;
Le variazioni elencate hanno determinato uno scostamento complessivo rispetto agli stanziamenti iniziali come riportato nel prospetto che segue:
Titolo Previsioni iniziali Previsioni definitive Scostamento in %
Entrate tributarie 2.186.000,00 2.186.000,0 0
Entrate da trasferimenti correnti
2.186.000,00 2.186.000,00 0
Entrate extratributarie 1.453.963,00 1.453.963,00 0
Entrate per alienazione beni e contributi in conto capitale
747.928,63 747.928,63 0
Entrate da accensione di prestiti
6.000.000,00 6.000.000,00 0
Entrate da servizi per conto di terzi
2.675.000,00 2.675.000,00 0
Avanzo di amministrazione 27.948,22
TOTALE ENTRATA 14.612.790,63 14.640.738,85 ,19
Titolo Previsioni iniziali Previsioni definitive Scostamento in %
Spese correnti 5.051.358,50 5.091.556,93
Spese in conto capitale 793.432, 13 781.181,92
Spese per rimborso di prestiti
6.093.000,00 6.093.000,00
Spese per servizi per conto di terzi
2.675.000,00 2.675.000,00
TOTALE SPESA 14.612.790,63 14.640.738,85 ,19
Nei punti successivi sono analizzati i risultati della gestione dell’esercizio 2009, suddividendola nelle canoniche tre sezioni: conto competenza, conto residui e spese d’investimento. La struttura dell’analisi sottende, quali punti di riferimento principali, il controllo sul gettito delle entrate comunali e l’assegnazione delle risorse ai responsabili di servizio. In particolare quest’ultima, si segnala come definitiva modalità di osservazione e analisi dei risultati della gestione amministrativa comunale, vista come aggregato di singole unità operative (appunto, i servizi) alle quali sono stati assegnati obiettivi di gestione generali e da parte dell’Amministrazione nelle opportune sedi programmatiche (Relazione previsionale e programmatica, Bilancio pluriennale, Assegnazione delle risorse: PEG/PRO).
Del raggiungimento di questi obiettivi si rende conto nelle pagine seguenti.
III.      LE ENTRATE TRIBUTARIE
Riportiamo di seguito le informazioni sintetiche sul titolo I delle entrate. Il titolo è stato suddiviso per categoria e distinto nelle gestioni competenza e residui.

I NUMERI DELLA GESTIONE DI COMPETENZA

Categoria Previsioni definitive Accertamenti Scostamento
Imposte 1.240.000,00 1.264.351,02
Tasse 943.000,00 932.285,52
Tributi speciali e altre entrate
tributarie proprie
3.000,00 640.47

TOTALE 2.186.000,00 2.197.277,01 +0,52

I NUMERI DELLA GESTIONE DEI RESIDUI

Categoria
Accertamenti dal precedente
Accertamenti del rendiconto attuale
Scostamento rendiconto
Imposte 673.419,28 610.545,56
Tasse 1.765.853,88 1.765.045,63
Tributi speciali e altre entrate tributarie proprie
3.000,00 3.000,00
0

TOTALE 2.442.273,16 2.378.591,28 -2.61

IV.       LE ENTRATE DA TRASFERIMENTI CORRENTI
Riportiamo di seguito le informazioni sintetiche sul titolo II delle entrate, suddiviso per categoria e distinto nelle gestioni competenza e residui.

I NUMERI DELLA GESTIONE DI COMPETENZA

Categoria Previsioni definitive Accertamenti Scostamento
Trasferimenti dello Stato 774.631,59 792.646,93
Trasferimenti della Regione 68.172,31 68.172,31
Trasferimenti della Regione per funzioni delegate
707.095,10 699.194,53
Trasferimenti da organismi comunitari e internazionali
Trasferimenti da altri enti del settore pubblico
TOTALE 1.549.899,00 1.560.013,77 +0,65

I NUMERI DELLA GESTIONE DEI RESIDUI

Categoria
Accertamenti dal Precedente rendiconto
Accertamenti del rendiconto attuale
Scostamento
Trasferimenti dello Stato
Trasferimenti della Regione
Trasferimenti della Regione per funzioni delegate
245.362,56 262.457,21
Trasferimenti da organismi comunitari e internazionali
Trasferimenti da altri enti del settore pubblico
76.094,98 76.094,98

TOTALE 321.457,51 338.552,19 +5.32

V. LE ENTRATE EXTRATRIBUTARIE

Riportiamo di seguito le informazioni sintetiche sul titolo III delle entrate, suddiviso per categoria e distinto nelle gestioni competenza e residui.

I NUMERI DELLA GESTIONE DI COMPETENZA

Categoria Previsioni definitive Accertamenti Scostamento
Servizi pubblici
1.422.113,00
1.141.348,21
Proventi dei beni dell’ente 20.350,00 20.384,74
Interessi attivi 11.500 5.662,94
Utili netti delle aziende partecipate e controllate
Proventi diversi

TOTALE 1.453.963,00 1.167.395,89 -19.71

I NUMERI DELLA GESTIONE DEI RESIDUI

Categoria
Accertamenti dal precedente rendiconto
Accertamenti del rendiconto attuale
Scostamento
Servizi pubblici 2.506.607,47 2.642.414,31
Proventi dei beni dell’ente 10.004,13 10.004,13
Interessi attivi
Utili netti delle aziende
partecipate e controllate
Proventi diversi 2.516.611,60 2.652.418,44 +5,40
TOTALE 2.516.611,60 2.652.418,44 +5,40
VI.       LE ENTRATE DA ALIENAZIONI DI BENI, DA TRASFERIMENTI DI CAPITALE E DA

RISCOSSIONE DI CREDITI

Riportiamo di seguito le informazioni sintetiche sul titolo IV delle entrate, suddiviso per categoria e distinto nelle gestioni competenza e residui.

I NUMERI DELLA GESTIONE DI COMPETENZA

Categoria Previsioni definitive Accertamenti Scostamento
Alienazione di beni patrimoniali
30.000,00 14.000,00
Trasferimenti di capitale dallo Stato
Trasferimenti di capitale dalla Regione
497.928,63 497.050,79
Trasferimenti di capitale da altri enti del settore pubblico
Trasferimenti di capitale da altri soggetti
220.000,00 211.335,47
Riscossione di crediti

TOTALE 747.928,63 722.386,26 -3,42

I NUMERI DELLA GESTIONE DEI RESIDUI

Categoria
Accertamenti dal Precedente rendiconto
Accertamenti del rendiconto attuale
Scostamento
Alienazione di beni patrimoniali
Trasferimenti di capitale dallo Stato
Trasferimenti di capitale dalla Regione
2.056.688,53 2.055.567,57
Trasferimenti di capitale da altri enti del settore pubblico
Trasferimenti di capitale da altri soggetti
76.771,92 76.771,92
Riscossione di crediti

TOTALE 2.133.440,45 2.132.337,49 -.05

VII. LE ENTRATE DA ACCENSIONI DI PRESTITI

Riportiamo di seguito le informazioni sintetiche sul titolo V delle entrate, suddiviso per categoria e distinto nelle gestioni competenza e residui.

I NUMERI DELLA GESTIONE DI COMPETENZA

Categoria Previsioni definitive Accertamenti Scostamento
Anticipazioni di cassa 6.000.000,00 5.208.791,86
Finanziamenti a breve termine
Assunzione di mutui e prestiti
Emissione di prestiti
Obbligazionari
TOTALE 6.000.000,00 5.208.791,86 -13,19

I NUMERI DELLA GESTIONE DEI RESIDUI

Categoria
Accertamenti dal precedente rendiconto
Accertamenti del rendiconto attuale
Scostamento
Anticipazioni di cassa
Finanziamenti a breve termine
Assunzione di mutui e prestiti
377.566,22 377.566,22
Emissione di prestiti
obbligazionari
TOTALE 377.566,22 377.566,22 0

VIII. LE SPESE CORRENTI

I NUMERI DELLA GESTIONE DI COMPETENZA

Titolo Previsioni definitive Impegni Scostamento
Titolo 1° Spese correnti 5.091.566,93 4.888.627,10
TOTALE 5.091.566,93 4.888.627,10 -3,99

I NUMERI DELLA GESTIONE DEI RESIDUI

Titolo
Impegni dal
precedente
rendiconto
Impegni del
rendiconto attuale
Scostamento
Titolo 1° -Spese correnti 3.689.080,55 3.588.279,37
TOTALE 3.689.080,55 3.588.279,37 -2.73

IX. LE SPESE IN CONTO CAPITALE

Nella valutazione della gestione degli investimenti è indispensabile effettuare una preventiva ricognizione delle fonti di finanziamento inizialmente inserite nella relazione programmatica dell’esercizio, verificando solo a partire dall’effettivo accertamento delle relative entrate la disponibilità ad effettuare spese in conto capitale.
Un capitolo a parte è rappresentato dall’applicazione dell’avanzo di amministrazione dell’esercizio precedente. A quest’ultima è destinato il successivo paragrafo X e ad esso si rimanda.  A questo proposito sembra utile ricordare che la scarsità in termini assoluti di risorse proprie da destinare agli investimenti limita la programmazione delle spese pluriennali e, giocoforza, rende indispensabile un’attenta ripartizione dell’avanzo di amministrazione accertato per recuperare, almeno parzialmente, il differenziale negativo accumulato nel tempo.
Con ciò si deve tendere naturalmente alla progressiva limitazione del ricorso all’indebitamento a medio e lungo termine come forma principale di finanziamento, anche in periodi di saggi d’interesse relativamente convenienti.
Non si deve dimenticare infatti che la attuale normativa sulla Tesoreria unica, estendendone l’efficacia anche agli enti di minori dimensioni, impedisce a questi ultimi una gestione autonoma delle proprie disponibilità liquide.
Da ciò segue che la convenienza a contrarre mutui quando i tassi sono bassi deve essere valutata solamente in rapporto alla ricaduta sulla gestione corrente del servizio del debito e non certo alla possibilità di recuperarne il costo finanziario attraverso investimenti in liquidità a breve.  Nello schema successivo sono riepilogate le spese di investimento impegnate nel corso dell’esercizio (escluse quelle finanziate con avanzo di amministrazione, esaminate al punto successivo) distinte per fonte di finanziamento e indicando l’importo complessivamente accertato per ciascuna entrata.
FINANZIAMENTO SPESE DI INVESTIMENTO
RISULTANZE DEL RENDICONTO
FONTI DI FINANZIAMENTO IMPORTO
ACCERTATO
MEZZI
PROPRI

Proventi concessioni edilizie e sanzioni urbanistiche 211.335,47

al netto di destinati a manutenzione ordinaria patrimonio comunale 0
Avanzo di amministrazione applicato al bilancio di previsione 27.948,22
Contributi in c/capitale dallo Stato
Mutui concessi dalla Cassa DD.PP./da altri istituti
Contributi in c/capitale dalla Regione 497.050,79
Contributi in c/capitale dalla Provincia
Entrate Correnti dei Titoli 1°+2°+3° destinate al Titolo 2° spesa 33.253,29
TOTALE ENTRATE ACCERTATE 769.587,77
TOTALE SPESE IMPEGNATE 748.041,97
DIFFERENZA 21.545,80

X. L’APPLICAZIONE DELL’AVANZO DI AMMINISTRAZIONE 2008

Il rendiconto per l’esercizio finanziario 2008è stato approvato con deliberazione del Consiglio
comunale n° 50 in data 18/09/2009, esecutiva ai sensi di legge; dallo stesso è emerso un avanzo di
amministrazione pari a € 27.948,22=;
L’avanzo è stato applicato per una somma complessiva di € 27.948,22= per effetto delle seguenti variazioni:
1. Delibera del Consiglio Comunale n. 55 del 23/10/2009

XI. RICOGNIZIONE DEGLI EQUILIBRI FINANZIARI E STATO DI ATTUAZIONE DEI

PROGRAMMI PER L’ESERCIZIO 2009, ART. 193, D.LGS. N° 267/2000

Con deliberazione consiliare n° 53 in data 28/09/2009 è stata approvata la ricognizione degli equilibri finanziari ex art. 193, Decreto Legislativo 18 agosto 2000, n° 267. Con l’atto citato si è provveduto a determinare in via presuntiva i risultati dell’esercizio 2009 partendo dalla situazione consolidata al 23/09/2009 certificando a quella data il sostanziale equilibrio della gestione.
Nell’atto dunque è stato rilevato il sostanziale equilibrio della gestione corrente, confermato dalla
deliberazione consiliare di assestamento al bilancio 2009 approvata con atto consiliare n° 53 in data
28/09/2009.
Dall’esame della situazione esposta in quella sede scaturivano le seguenti considerazioni:
·         gli accertamenti effettuati sino alla data del riscontro consentivano di affermare che il gettito preventivato per i primi tre titoli dell’entrata sarebbe stato conseguito;
·         il fabbisogno effettivo per la copertura delle spese correnti e delle quote capitale per il rimborso prestiti in ammortamento, risultava interamente necessario e sufficiente;
·         la gestione residui valutabile alla data odierna sulla base delle somme riscosse e di quelle pagate, nonché delle somme ancora da riscuotere e da pagare, presentava un andamento equilibrato;
·         la gestione in conto capitale rispecchiava le risorse accertate sino a quella data;

XII. VERIFICA DEI PARAMETRI DI CUI AL D.M. 10 GIUGNO 2003, N° 15511

In base al Decreto del Ministero dell’Interno in data 10 giugno 2003, n° 15511 relativo ai Parametri di definizione degli enti in condizioni strutturalmente deficitarie, la verifica effettuata dall’ufficio ragioneria sulla base dei dati ricavabili dal rendiconto 2009 ha dato le seguenti risultanze:

Elenco dei parametri

1 Disavanzo di amministrazione complessivo superiore al 5% delle spese, desumibili dai titoli I e III della
spesa, con esclusione del rimborso di anticipazioni di cassa

NO

2 Volume dei residui attivi di fine esercizio provenienti dalla gestione di competenza, con esclusione di
quelli relativi all’ICI e ai trasferimenti erariali, superiori al 21% delle entrate correnti, desumibili dai
titoli I, II e III

SI

3 Volume dei residui passivi di fine esercizio provenienti dalla gestione di competenza delle spese correnti superiori al 27% delle spese di cui al titolo I della spesa

SI

4 Esistenza di procedimenti di esecuzione forzata nei confronti dell’ente per i quali non sia stata proposta opposizione giudiziale nelle forme consentite dalla legge

NO

5 Presenza di debiti fuori bilancio riconosciuti ai sensi dell’art.194 del decreto legislativo 18 agosto 2000, n° 267, per i quali non siano state reperite le necessarie fonti di finanziamento

NO

6 Volume complessivo delle entrate proprie, desumibili dai titoli I e III, rapportato al volume complessivo delle entrate correnti, desumibili dai titoli I, II e III inferiore al 35 per cento

NO

7 Volume complessivo delle spese per il personale a qualunque titolo in servizio, con esclusione di quelle finanziate con entrate a specifica destinazione da parte della regione o di altri enti pubblici, rapportato al volume complessivo delle spese correnti desumibili dal titolo I, superiore al 46%

NO

8 Interessi passivi sui mutui superiore al 12% delle entrate correnti desumibili dai titoli I, II e III NO

XIII. IL RISULTATO DELLA GESTIONE RESIDUI

Il risultato della gestione dei residui scaturisce dal processo di riaccertamento degli stessi, quindi dalla verifica del titolo giuridico che ne garantisce e ne autorizza il mantenimento in bilancio; in sostanza, consiste nel verificare l’entità dei debiti e dei crediti dell’ente al termine dell’esercizio. Si preferisce rappresentare il risultato delle singole gestioni attraverso il sistema dei risultati differenziali. Appare in questo modo più evidente la dimensione dei fenomeni finanziari. Ciascun risultato necessita però di osservazioni supplementari.
La gestione residui del 2008 ha dato i seguenti risultati:

Descrizione Valori

A Risultato di amministrazione dell’esercizio precedente 27.948,22

B Maggiori o minori residui attivi riaccertati 61.964,10

C Minori residui passivi riaccertati 107.718,07
Risultato della gestione residui (A + B + C) 197.630,39
Il metodo di calcolo sopra sintetizzato (per saldi) consente di mettere in evidenza i risultati della precedente annata. L’avanzo 2008 deve essere preso in considerazione poiché rappresenta una risorsa proveniente dai precedenti esercizi (dunque dai residui) potenzialmente utilizzabile nel corso del 2009 .

XIV. IL RISULTATO DELLA GESTIONE DI PARTE CORRENTE

Il risultato della gestione di competenza in parte corrente è determinato con lo stesso metodo utilizzato per i residui.

Descrizione Valori

A Riscossioni di competenza 3.119.627,70
B Pagamenti di competenza 3.611.109,64
C Residui attivi da riportare da competenza 1.805.058,97
D Residui passivi da riportare da competenza 1.370.145,84
Risultato della gestione di parte corrente (A – B + C – D) -56.568,81
Al risultato va necessariamente aggiunta la considerazione che, fra i pagamenti e i residui passivi da riportare dalla competenza, sono da comprendere sia l’avanzo di amministrazione 2008, sia la quota di oneri di urbanizzazione per il finanziamento della manutenzione ordinaria del patrimonio.

XV. IL RISULTATO DELLA GESTIONE IN CONTO CAPITALE

Il risultato della gestione di competenza in parte investimenti è determinato con lo stesso metodo utilizzato per le gestioni precedenti.

Descrizione Valori

A Riscossioni di competenza 214.913,16
B Pagamenti di competenza 80.931,18

C Residui attivi da riportare da competenza 507.473,10

D Residui passivi da riportare da competenza 667.110,79

Risultato della gestione di parte capitale (A – B + C – D) -25.655,71
In modo speculare rispetto alla gestione della parte corrente, il risultato positivo deve essere depurato dalla quota di oneri di urbanizzazione utilizzata per finanziare spese correnti.

XVI. IL RISULTATO COMPLESSIVO

Rappresentiamo il risultato di amministrazione come sintesi e somma algebrica dei risultati delle singole gestioni e fatte salve le osservazioni in merito al significato di ciascuna.

Descrizione Valori

A Gestione dei residui 197.630,39
B Gestione di parte corrente -56.567,81
C Gestione in conto capitale -25.655,71
Risultato di amministrazione (A + B + C) 115.405,87
Il Responsabile del Settore Finanziario
Rag. Biagio Fontanetta
Il Sindaco
Prof. Gaspare Portobello
Art. 151, comma 6, e Art. 231, D.lgs. 18 agosto 2000, n. 267. Approvazione della Relazione illustrativa del Rendiconto della gestione dell'esercizio finanziario 2009.
Atto numero 14
del 02-02-2010
Tipo di Atto: DELIBERA DI GIUNTA
Allegato: DELIBERA G.M. 014.10.pdf (174 kb)

Rimodulazione Progetto della Cooperativa Sociale "Nido d'Argento" Inserimento sociale e lavorativo per soggetti portatori di svantaggio socio-economico.
Atto numero 13  del 02-02-2010

Su disposizione dell’Assessore competente il Responsabile del Servizio Socio Assistenziale sottopone all’esame della Giunta Municipale la seguente proposta di deliberazione:
“Rimodulazione Progetto della Cooperativa Sociale “Nido d’Argento” Inserimento sociale e lavorativo per soggetti portatori di svantaggio socio-economico”.

LA GIUNTA COMUNALE

Vista la propria delibera n°77 del 1/9/2008 con la quale si aderiva al progetto redatto dalla cooperativa sociale “Nido D’argento” con sede in Partinico “inserimento sociale e lavorativo per soggetti portatori di svantaggio socio-economico” da finanziarsi dall’Assessorato Regionale delle Autonomie Locali, e della Funzione Pubblica per un importo complessivo di € 198.000,00;
Rilevato che al fine di ottenere il finanziamento del succitato progetto, con nota prot. n°10964 del 8/9/2008 si è avanzata apposita ista nza al competente Assessorato Regionale;
Vista la nota dell’Assessorato Regionale delle Autonomie Locali e della Funzione Pubblica prot. n°1419 del 19 c.m. con la quale si comun ica che con D.D.R. n°1256 del 18/12/2009 è stato concesso un contributo straordinario di € 25.492,00 da destinare ai progetti:
·         A) manutenzione e riconversione edifici via Palermo;
·         B) inserimento sociale e lavorativo di soggetti portatori di svantaggio socioeconomico, Rilevato che l’esiguità della somma concessa, rispetto all’ammontare complessivamente richiesto per le due fattispecie progettuali, non consente di poter ripartire le stesse, ma rende opportuno che l’intero importo venga destinato alla realizzazione del progetto “inserimento sociale e lavorativo per soggetti portatori di svantaggio socio-economico” ;
Considerato che a tal fine si è concordato con la cooperativa sociale “Nido D’Argento” la rimodulazione del progetto nei limiti del finanziamento concesso;
Vista la nota della Cooperativa Sociale “Nido D’Argento, acquisita al protocollo di questo Comune in data 2 c.m. al n°1573 con la quale si trasmette il progetto che elenca gli interventi che si intendono attuare con il nuovo importo disponibile;
Ritenuto di dover procedere all’approvazione di detto progetto ed alla trasmissione dello stesso all’assessorato finanziatore al fine di acquisirne la necessaria approvazione;

D E L I B E R A

1°) - Di destinare l’intero finanziamento concesso dall’Assessorato Regionale delle Autonomie Locali e della Funzione Pubblica, giusto D.D.R. n°1256 del 18/12/2009, alla realizzazione del progetto “inserimento sociale e lavorativo per soggetti portatori di svantaggio socio-economico;
2°) - Approvare facendolo proprio il progetto redatto dalla Corporativa Sociale “Nido D’argento” inerente l’inserimento sociale e lavorativo per soggetti portatori di svantaggio socio-economico nel quale si elencano tutti gli interventi che si intendono attivare nei limiti del complessivo importo di €. 28.324,44.  3°) – impegnare la spesa di € 2.832,00, pari al 10% dell’importo progettuale da porre a carico di questo Comune, con imputazione al cap. 1412.7 “servizi socio assistenziali ai bisognosi” del bilancio di previsione dell’esercizio 2010 in corso di formazione, dando atto che trattasi di spesa non ripartibile in dodicesimi;
4°) - Trasmettere il presente progetto all’Assessorato Regionale delle Autonomie Locali e della Funzione Pubblica per la necessaria approvazione.  5°) - Disporre l’avvio dello stesso non appena acquisita l’approvazione assessoriale.
PARERI ED ATTESTAZIONI AI SENSI DEGLI ARTT.53 E 55, COMMA, DELLA LEGGE 142/90, RECEPITI CON L’ ART.1 DELLA L.R. 48/91.
Si esprime parere favorevole sulla regolarità tecnica della superiore proposta di deliberazione.

Il Capo Settore Amministrativo

Nunzia Pirrone

LA GIUNTA MUNICIPALE

Vista la sopra indicata proposta di deliberazione, corredata dai pareri prescritti,
con voti unanimi espressi per alzata di mano, accertati e proclamati dal Sindaco
Presidente,

DELIBERA

Di approvare la superiore proposta di deliberazione .
Considerato che entro il termine perentorio di trenta giorni il presente atto deve
essere trasmesso presso l’Assessorato Regionale delle Autonomie Locali e della
Funzione Pubblica, come specificato nel decreto assessoriale n°1256, per ottenere il
contributo in oggetto, con voti unanimi, palesemente espressi per alzata di mano

DICHIARA

IL PRESENTE PROVVEDIMENTO IMMEDIATAMENTE ESECUTIVO.

Rimodulazione Progetto della Cooperativa Sociale "Nido d'Argento" Inserimento sociale e lavorativo per soggetti portatori di svantaggio socio-economico.
Atto numero 13
del 02-02-2010
Tipo di Atto: DELIBERA DI GIUNTA
Allegato: DELIBERA G.M. 013.10.pdf (12 kb)



Verifica Tenuta Schedario Elettorale.
Atto numero 12  del 02-02-2010

Il Capo Settore Amministrativo sottopone alla Giunta Comunale l’approvazione della
seguente proposta di deliberazione avente per oggetto:
”VERIFICA TENUTA SCHEDARIO ELETTORALE”.
LA GIUNTA COMUNALE
Visto l’art. 6, comma 6, del T.U. sulle leggi per la disciplina dell’elettorato attivo e tenuta e
revisione delle liste elettorali approvato con D.P.R. 20/03/1967 n°223, secondo il quale la Giunta
Municipale verifica, quando lo ritiene opportuno, e, in ogni caso, nei mesi di Gennaio e Luglio la
regolare tenuta dello schedario elettorale;
Accertata la regolarità della tenuta dello schedario elettorale a seguito della verifica dello
stesso;
Vista la circolare del Ministero dell’interno n°2600/l dell’elettorato attivo e per la tenuta e la
revisione delle liste elettorali;
Visto il D.P.R. 20/03/1967 n°223;
DELIBERA
Dare atto che lo schedario elettorale è regolarmente tenuto.
Verifica Tenuta Schedario Elettorale.
Atto numero 12
del 02-02-2010
Tipo di Atto: DELIBERA DI GIUNTA
Allegato: DELIBERA G.M. 012.10.pdf (6 kb)

Autorizzazione Amministratori a recarsi a Milano per partecipazione BIT 2010.
Atto numero 11  del 28-01-2010
  
L’Ufficio al Turismo, su disposizione dell’Assessore Palazzotto Salvatore, propone alla Giunta Municipale l’adozione della seguente proposta di deliberazione:

“Autorizzazione Amministratori a recarsi a Milano per partecipazione BIT 2010”.

LA GIUNTA COMUNALE

Premesso:
Che con deliberazione di Giunta Municipale n°120 del 10/12/2009, esecutiva,
l’Amministrazione Comunale ha aderito al Progetto “LA COSTA DELLE CINQUE TORRI“ Borsa
Internazionale del Turismo BIT 2010 proposto dall’Associazione Artistico Culturale “LUCE D’ARTE “con sede a Carini in Via Padova, per assicurare la presenza del Comune di Isola delle Femmine nello stand espositivo, riservato ai Comuni partecipanti della zona occidentale della provincia palermitana, in occasione della B.I.T di Milano che si svolgerà dal 18 al 21 Febbraio 2010.
Che, pertanto, in occasione del predetto evento espositivo, uno spazio sarà destinato alla
presentazione dell’offerta turistica degli Enti partecipanti, tramite la presenza di personale qualificato di alta professionalità che con la distribuzione di materiale pubblicitario illustrerà le bellezze artistiche, culturali e la produzione di eventi, anche con eventuali degustazioni di prodotti tipici , al fine di presentare un’ offerta turistica completa in grado di portare flussi turistici non solo nel periodo estivo ma anche in altri periodi dell’anno;
Ritenuto, pertanto, per i motivi sopra indicati, di dover autorizzare il Vice-Sindaco sig.  Salvatore Palazzotto e l’Assessore all’Ambiente dott. Marcello Cutino a recarsi a Milano per la partecipazione alla BIT di Milano sopra citata;
Vista la legge n.142/90, recepita con modifiche dall’art.1 della L.R.48/91;

DELIBERA

Di autorizzare, per i motivi espressi in narrativa, il Vice-Sindaco sig. Salvatore Palazzotto e
l’assessore all’Ambiente dott. Marcello Cutino in rappresentanza dell’Amministrazione Comunale, a recarsi in missione nei giorni dal 18 e 21 febbraio 2010 a Milano, in occasione della B.I.T che si
svolgerà dal 18 al 21 Febbraio 2010.
Dare atto che a detta Manifestazione parteciperà anche il Sindaco prof. Gaspare Portobello.
Demandare al Responsabile del 6° Settore l’assunzione del consequenziale impegno di spesa.

Autorizzazione Amministratori a recarsi a Milano per partecipazione BIT 2010.
Atto numero 11
del 28-01-2010
Tipo di Atto: DELIBERA DI GIUNTA
Allegato: DELIBERA G.M. 011.10.pdf (9 kb)


"Autorizzazione Amministratori a recarsi in missione a Bologna per partecipazione Salone Internazionale delle Attività Subacquee".
Atto numero 10  del 28-01-2010



Si dà atto che si allontanano gli Assessore Palazzotto e Cutino.
L’Ufficio al Turismo, su disposizione dell’Assessore Palazzotto Salvatore, propone alla Giunta Municipale l’adozione della seguente proposta di deliberazione:
“Autorizzazione Amministratori a recarsi in missione a Bologna per partecipazione Salone Internazionale delle Attività Subacquee”.

LA GIUNTA COMUNALE

Premesso che dal 12 al 15 Febbraio 2010 si svolgerà a Bologna la diciottesima edizione di “Eudishow Divex” Salone Internazionale delle Attività Subacquee che riunisce in un unico evento espositivo produzioni di tecnologie e didattiche legate al mondo dell’immersione, Associazioni sportive e professionali, Enti come Marina, Guardia Costiera ecc… oltre alla stampa specializzata ed alla comunicazione multimediale del settore;
Considerato che l’iniziativa, che vedrà la partecipazione di oltre 200 aziende, è la più importante manifestazione del settore subacqueo, da anni punto di incontro e di riferimento per gli appassionati di immersione, con una forte presenza di tour operators che offrono immersioni mozzafiato in varie mete turistiche, con dibattiti, presentazione di libri, filmati e progetti dell’immersione in apnea ecc..  Che a questa manifestazione parteciperà anche l’Area Marina Protetta Capo Gallo - Isola delle Femmine, della quale questo Comune fa parte;
Ritenuto che l’Amministrazione Comunale, debba partecipare all’evento al fine di diffondere e rilanciare la propria l’economia turistica ed acquisire conoscenze per poter sfruttare al meglio le risorse naturali nel settore;
Ritenuto, pertanto, di dover autorizzare il Vice Sindaco Palazzotto e l’Assessore Cutino a recarsi in missione dal 12 febbraio al 13 febbraio c.a. in rappresentanza di questo Ente Vista la legge n.142/90, recepita con modifiche dall’art.1 della L.R.48/91;

DELIBERA

1.   Autorizzare, per i motivi espressi in narrativa, il Vice Sindaco Salvatore Palazzotto e l’Assessore Marcello Cutino a recarsi in missione a Bologna per partecipazione alla diciottesima edizione del “Eudishow Divex” Salone Internazionale delle Attività Subacquee che si svolgerà dal 12 al 15 Febbraio 2010.
2.   Demandare al Responsabile del 6° Settore l’assunzione del consequenziale impegno di spesa, per l’importo complessivo di € 1.000,00 con onere di rendiconto della predetta somma.

"Autorizzazione Amministratori a recarsi in missione a Bologna per partecipazione Salone Internazionale delle Attività Subacquee".
Atto numero 10
del 28-01-2010
Tipo di Atto: DELIBERA DI GIUNTA
Allegato: DELIBERA G.M. 010.10.pdf (10 kb)


" Presa atto protocollo d'intesa tra Comune di Castelbuono, Parco delle Madonie, so.svi.ma. s.p.a., gal madonie i.s.c., Comune di Fossano, Comune di Bra, Comune di Pinerolo, Comune di Isola delle Femmine, per la realizzazione della rete dei territori
Atto numero 09  del 28-01-2010


L’Ufficio “Attività Produttive” , propone la seguente deliberazione avente all’oggetto:

“ PRESA ATTO PROTOCOLLO D’INTESA TRA COMUNE DI CASTELBUONO, PARCO

DELLE MADONIE, SO.SVI.MA. S.p.A., GAL MADONIE I.S.C., COMUNE DI FOSSANO,

COMUNE DI BRA, COMUNE DI PINEROLO, COMUNE DI ISOLA DELLE FEMMINE, PER LA REALIZZAZIONE DELLA RETE DEI TERRITORI E DELLE ATTIVITA’ PRODUTTIVE.
Premesso che è intendimento di questa amministrazione aderire e promuovere ogni iniziativa
rivolta alla concreta attivazione di processi di cooperazione territoriale ed alla promozione di scambi
di esperienze e di buone prassi in alcuni dei settori fondamentali della nostra realtà quali quello culturale, scolastico-formativo, socio-sanitario, dell’agroalimentare, del manifatturiero tipico e di qualità e di quello turistico sia alberghiero che extralberghiero;
Che è volontà sottoscrivere un protocollo di intenti tra il Comune di Castelbuono, il Parco delle Madonie, che interviene in rappresentanza dei 15 Comuni, la So.svi.ma., che interviene in rappresentanza dei 22 Comuni e dei 188 azionisti privati, il gal Madonne I.S.C. e i comuni di Fossano, Bra, Pinerolo, Isola delle Femmine;
Visto lo schema del protocollo d’intesa tra i sopraccitati Enti, allegato alla presente Deliberazione, dal quale si evince l’obiettivo di crescita dei vari territori attraverso lo scambio di esperienze e di conoscenze, che permette di migliorare lo sviluppo sostenibile dei territori e delle comunità coinvolte;
Considerata la validità dell’intesa

PROPONE DI DELIBERARE

Prendere atto dell’allegato schema di protocollo d’intesa tra il Comune di Castelbuono, il Parco delle Madonie, che interviene in rappresentanza dei 15 Comuni, la So.svi.ma., che interviene in rappresentanza dei 22 Comuni e dei 188 azionisti privati, il gal Madonne I.S.C. e i comuni di Fossano, Bra, Pinerolo, Isola delle Femmine;
Dare atto che l’allegato protocollo di intesa al momento non comporta alcun onere di spesa e che ogni specifica iniziativa andrà finanziata con atti amministrativi concordati e autonomi;

LA GIUNTA COMUNALE

Vista la sopra indicata proposta di deliberazione, corredata dai pareri prescritti, con voti unanimi espressi per alzata di mano, accertati e proclamati dal Sindaco Presidente,

DELIBERA

Di approvare la superiore proposta di deliberazione

PROTOCOLLO DI INTESA

PER LA REALIZZAZIONE DELLA RETE DEI TERRITORI E DELLE ATTIVITA’ PRODUTTIVE
TRA
COMUNE DI CASTELBUONO
PARCO DELLE MADONIE
Che interviene in rappresentanza dei 15 Comuni
Via Paolo Agliata – Petraia Sottana (PA)
SO.SVI.MA S.p.A.
Che interviene in rappresentanza dei 22 Comuni e dei 188 azionisti privati Viale Risorgimento 13/b – Castellana Sicula (PA)
GAL MADONIE I.S.C.
c/o SOSVIMA Viale Risorgimento 13/b – Castellana Sicula –
COMUNE DI FOSSANO (CN)
COMUNE DI BRA (CN)
COMUNE DI PINEROLO (TO)
COMUNE DI FRIGENTO (AV)
COMUNE DI CARRU’ (CN)
COMUNE DI BENE VAGIENNA (CN)
COMUNE DI ISOLA DELLE FEMMINE (PA)
Premesso
_ Che è volontà dei sopracitati Enti sottoscrivere un protocollo di intenti al fine di istituire delle relazioni tra i territori interessati volte alla concreta attivazione di processi di cooperazione territoriale ed alla promozione di scambi di esperienze e di buone prassi in alcuni dei settori fondamentali della nostra realtà quali quelli culturale, scolastico-formativo, socio-sanitario, agroalimentare, manifatturiero tipico e di qualità, turistico alberghiero ed extralberghiero;
_ Che tale collaborazione favorirà la crescita delle comunità coinvolte in quanto lo scambio di esperienze e di conoscenze assume un ruolo fondamentale per favorire una crescita equilibrata, diffusa e sostenibile dei territori e delle comunità coinvolte;
_ Che tale protocollo aiuterà le comunità rappresentate a meglio interagire e ad attivare azioni e processi di sussidiarietà orizzontale tra gli Enti istituzionali ed il tessuto socio-economico;
_ Che il successo di inedite forme di cooperazione territoriale e quindi della rete partenariale deriverà dalla capacità e dall’impegno di tutti i protagonisti – siano essi pubblici che privati – di rafforzare ulteriormente i processi di partecipazione democratica già in itinere, raccordandoli ai principi di Goteborg e di Lisbona e declinandoli in relazione agli obiettivi del Quadro Strategico Nazionale e dei Fondi Strutturali discendenti dalla nuova fase programmatoria 2007/2013;
_ Che la presente intesa nonché l’adesione alla costituenda rete partenariale è aperta a tutti i portatori di interesse collettivo che operano sui territori qui rappresentati;
Ritenuto
_ che alcuni obiettivi specifici del protocollo di che trattasi possono così essere esplicitati nei diversi settori:
1.  Culturale: mettendo a patrimonio comune le esperienze delle singole istituzioni, a partire dagli eventi che si tengono annualmente nei propri territori; attuando relazioni tra i musei attivi, attraverso scambi, prestiti, collaborazioni nella gestione; procedendo alla messa in rete delle biblioteche, collegando e facendo interagire i gruppi culturali e le Associazioni culturali.
2.  Scolastico-formativo: creando rapporti diretti tra le varie istituzioni scolastiche, favorendo lo scambio di esperienze, fornendo ai giovani la possibilità di utilizzare le strutture scolastiche ed universitarie allocate nei territori interessati, sviluppando ed attivando azioni di confronto e di scambio tra i diversi percorsi formativi, favorendo ed indirizzando il turismo scolastico, creando e scatenendo momenti ed occasioni di integrazione fra i diversi livelli scolastici;
3.  Agroalimentare: nella considerazione che è intendimento dei partner rendere immediatamente operativa la valorizzazione dei prodotti di qualità dell’agricoltura, degli allevamenti, della pastorizia, e della gastronomia, procedendo a:
a)  Migliorare la capacità di penetrazione dei prodotti nei relativi mercati
b)  Applicare e garantire il rispetto di standard produttivi (controllo e disciplinari di qualità);
c)  Attuare politiche che favoriscano l’aumento del consumo interno dei prodotti e una riterritorializzazione delle filiere .
Contestualmente si procederà ad avviare processi di certificazione d’area sugli standard di qualità della vita e delle produzioni enogastronomiche;
4.   Artigianale: favorendo la diffusione della cultura imprenditoriale legata ai prodotti artigianali tipici di qualità, attraverso l’organizzazione di eventi specifici volti alla promo-commercializzazione degli stessi;
5.   Commerciale: promuovendo tutte le iniziative per la realizzazione della “filiera corta” allo scopo di abbattere i costi tra i produttori e i consumatori, coinvolgendo in tal modo diversi soggetti di tutti i territori interessati dal circuito con fiere dei prodotti dell’artigianato locale, promosse turisticamente, così da assumere la funzione di vetrine-mercato per il richiamo del grande pubblico attratto da queste iniziative; valorizzando ed esaltando l’attività produttiva locale attraverso l’allestimento di mostre permanenti di prodotti dell’artigianato (descritti dalla materia prima attraverso i vari stadi di lavorazione, fino ad arrivare al prodotto finito) da inserire nel circuito turistico scolastico per far conoscere e non dimenticare gli “antichi mestieri della tradizione”.
Tutto quanto sopra premesso e ritenuto con la presente intesa le parti
CONVENGONO
_ Di promuovere tutte le attività connesse al progetto;
_ Di coinvolgere nella realizzazione del progetto tutti gli operatori economici che in termini di patrimonio e conoscenze possano contribuire ad arricchire di contenuti l’idea progettuale;
_ Di dichiararsi fin da ora disponibili ad estendere tale coinvolgimento alle forme organizzate, ai Consorzi, alle Associazioni, alle Agenzie di sviluppo, ed ai Gal ricompresi nei territori interessati dal circuito;
_ Di impegnarsi a reperire finanziamenti di altri enti pubblici per la realizzazione del progetto;
_ Di farsi carico autonomamente degli eventuali impegni di spesa per l’esecuzione delle attività ammesse a finanziamenti;
_ Che il presente protocollo non prevede nessun impegno di spesa infatti qualsiasi specifica iniziativa andrà finanziata con atti amministrativi concordati e autonomi;
_ Che per ogni singola iniziativa da attivare si possono stipulare dei disciplinari per regolare e dare maggiore trasparenza al protocollo;
_ Che il protocollo rimane aperto alla partecipazione di altri territori;
_ Che, per quanto non espressamente previsto nel presente protocollo di intesa, le parti fanno riferimento alla legislazione in materia;
_ Che sono fatti salvi i successivi atti amministrativi di approvazione del presente protocollo, ciascuno secondo gli ordinamenti di appartenenza; i relativi atti di approvazione dovranno essere trasmessi al Comune di Castelbuono entro il …………………….
Letto, approvato e sottoscritto
" Presa atto protocollo d'intesa tra Comune di Castelbuono, Parco delle Madonie, so.svi.ma. s.p.a., gal madonie i.s.c., Comune di Fossano, Comune di Bra, Comune di Pinerolo, Comune di Isola delle Femmine, per la realizzazione della rete dei territori
Atto numero 09  del 28-01-2010  Tipo di Atto: DELIBERA DI GIUNTA  Allegato: DELIBERA G.M. 009.10.pdf (55 kb)


"Approvazione del programma triennale delle opere pubbliche relativo al triennio 2010- 2012 e dell'elenco delle opere per l'anno 2010".
Atto numero 08  del 26-01-2010 

Il Sindaco, Prof. Gaspare Portobello, sottopone all’approvazione della Giunta Comunale la seguente proposta di deliberazione: “Approvazione del programma triennale delle opere pubbliche relativo al triennio 2010- 2012 e dell’elenco delle opere per l’anno 2010”.

LA GIUNTA COMUNALE

Premesso che:

· Con Del. C.C. n. 44 del 31/08/09 è stato approvato il programma triennale delle OO.PP., relativo al triennio 2009-2011;

Visti:

· il programma triennale delle OO.PP. relativo al triennio 2010 – 2012, e l’elenco delle opere da realizzare nell’anno 2010;
· l’art. 14 della L 109/1994 e succ. mod. e integrazioni come introdotto dalla LR. 7/2002, L.R. 07/2003 e L.R. 16/2005;
· il Decreto dell’Ass.to Regionale ai Lavori Pubblici del 19/11/2009;
· il T.U. dell’ordinamento degli EE.LL.;
· il vigente O.A.EE.LL in Sicilia.;

DELIBERA

· Approvare, l’allegato Programma Triennale delle Opere Pubbliche per il triennio 2010/2012 e l’elenco delle Opere da realizzare nell’anno 2010;
· Trasmettere il Programma Triennale delle Opere Pubbliche 2010/2012 alla Presidenza della Regione Siciliana, Direzione Generale della Programmazione, agli Assessorati Regionali Competenti, alla Provincia Regionale di Palermo, Settore Studi Programmazione e Metodo, e alla sezione regionale dell’Osservatorio sui Lavori Pubblici.

"Approvazione del programma triennale delle opere pubbliche relativo al triennio 2010- 2012 e dell'elenco delle opere per l'anno 2010".
Atto numero 08  del 26-01-2010  Tipo di Atto: DELIBERA DI GIUNTA  Allegato: DELIBERA G.M. 008.10.pdf (53 kb)



"Conferimento incarico all'Avv. Marika Sciarrino per Costituzione nel Giudizio di Appello proposto dalla Societa' Orlando Ignazio & C."
Atto numero 07  del 21-01-2010


L’Ufficio Segreteria, su apposita disposizione del Sindaco, ha elaborato e propone l’adozione della seguente deliberazione:
“Conferimento incarico all’Avv. Marika Sciarrino per Costituzione nel Giudizio di Appello proposto dalla Societa’ Orlando Ignazio & C.”

LA GIUNTA MUNICIPALE

Premesso:
Che con deliberazione della G.M. n°90 del 06/10/2008 fu conferito all’Avv. Marika Sciarrino l’incarico di costituirsi in opposizione al ricorso innanzi la Commissione Tributaria Provinciale di Palermo adito dalla Società Orlando Ignazio;
Che la Commissione Tributaria Provinciale di Palermo sez. IV in data 01.04.2009 con sentenza n°168/09 ha rigettato il ricorso di cui in ar gomento, compensando le spese di lite;
Che con nota del 26 gennaio 2010 prot. n°1239 l’Avv. Ma rika Sciarrino ha comunicato che la Società Orlando Ignazio ha proposto appello innanzi alla Commissione Regionale Tributaria di Palermo avverso la predetta Sentenza n°168/09;
Che con la stessa nota l’Avv. Sciarrino ravvisa l’opportunità di costituirsi nel procedimento di che trattasi, considerato che nel nuovo ricorso vengono sostanzialmente riproposte le stesse argomentazioni già esposte nel primo grado di giudizio;
Ritenuto, pertanto, di doversi costituire nel Giudizio di Appello adito dalla Società Orlando Ignazio innanzi alla Commissione Tributaria Regionale di Palermo avverso la sentenza n°168/09 della IV Sez. della Commissione Trib utaria Provinciale di Palermo;
Considerato che l’incarico di difendere le ragioni del Comune, nel presente grado di giudizio può essere conferito allo stesso legale che si è costituito nel giudizio di primo grado;
Visto il disciplinare d’incarico appositamente predisposto dall’ufficio di segreteria e ritenuto lo stesso meritevole di approvazione;
Vista la legge 8.6.1990, n.142, recepita con modifiche dall’art.1 della L.R. 11.12.1991, n.48;
Visto il vigente O.A.EE.LL.;

DELIBERA

1.   Conferire, per i motivi espressi in narrativa, apposita procura all’Avv. Marika Sciarrino con studio in Carini, Piazza Stazione n°20 per la costit uzione nel Giudizio di Appello proposto dalla Societa’ Orlando Ignazio & C. avverso la sentenza n°168/09 della Commissione Tributaria Provinciale di Palermo sez. IV.
2.   Autorizzare il Responsabile del Settore Amministrativo a procedere alla stipula del disciplinare integrato con le previsioni di cui al punto 1;
3.   Incaricare l’ufficio segreteria di assumere apposito impegno di spesa con successiva determinazione.

LA GIUNTA MUNICIPALE

Vista la superiore proposta di deliberazione corredata dai pareri prescritti;
Con votazione unanime espressa in forma segreta;

DELIBERA

Approvare la predetta proposta di deliberazione.
Quindi, ritenuta l’urgenza stante l’approssimarsi della scadenza per la costituzione nel giudizio d’appello, con voti unanimi, palesemente espressi per alzata di mano, dichiara il presente atto IMMEDIATAMENTE ESECUTIVO.

"Conferimento incarico all'Avv. Marika Sciarrino per Costituzione nel Giudizio di Appello proposto dalla Societa' Orlando Ignazio & C."
Atto numero 07  del 21-01-2010  Tipo di Atto: DELIBERA DI GIUNTA  Allegato: DELIBERA G.M. 007.10.pdf (29 kb)


Prenotazione di impegni per il Servizio Economato.  Atto numero 06  del 19-01-2010 
L’Ufficio Ragioneria propone l’adozione della seguente deliberazione:

Prenotazione di impegni per il Servizio Economato.

LA GIUNTA MUNICIPALE

Ritenuto, di dovere autorizzare il responsabile del servizio economato, ad effettuare le spese previste dall’apposito regolamento;
Visto il vigente regolamento del servizio economato;
Visto il bilancio provvisorio dell’esercizio finanziario 2010 gli stanziamenti dei capitoli relativi all’esercizio 2009;
Accertata la disponibilità sui singoli stanziamenti;
Ritenuto di dovere autorizzare l’economo ad effettuare le spese nei limiti fissati dal presente provvedimento nonché dall’apposito vigente regolamento;
Dato atto che la presente autorizzazione è finalizzata alla prenotazione di impegni ai sensi degli artt. 183 e 191, del D.Lgs. 18 agosto 2000 n. 267 nonché alla gestione delle spese economali;
Vista la legge 8 Giugno ’90, n. 142 recepita con modifiche dall’art. 1 della L.R. 11.12.1991, n. 48 e successive modifiche ed integrazioni;
Visto il D.Lgs. 18 agosto 2000, n. 267;
Visto il vigente O.A.EE.LL. in Sicilia;

DELIBERA

1.   Di autorizzare l’Economo Comunale ad effettuare le spese nei limiti di € 61.974,00 annue, di cui al prospetto allegato:
2.   Di dare atto che l’autorizzazione di cui al precedente punto costituisce prenotazione di impegni, ai sensi degli artt. 183 e 191 del D.Lgs. 18 Agosto 2000 n. 267/2000;
3.   Di demandare al suddetto funzionario l’espletamento delle procedure di affidamento delle forniture dei beni e/o dei servizi nei limiti della prenotazione di impegni come quantificati al precedente punto 1;
4.   Dare atto che i corrispondenti interventi ex capitoli vengono impegnati ai sensi dell’art. 163 del DLGS. 267/00 Si dà atto che i pagamenti verranno effettuati in dodicesimi.

Prenotazione di impegni per il Servizio Economato.
Atto numero 06  del 19-01-2010  Tipo di Atto: DELIBERA DI GIUNTA  Allegato: DELIBERA G.M. 006.10.pdf (55 kb)


"Prenotazione Impegno e Anticipazione all'Economo Comunale per le spese postali non in convenzione . Anno 2010".
Atto numero 05  del 19-01-2010

L’ ufficio di Ragioneria propone l’adozione della seguente deliberazione:
“Prenotazione Impegno e Anticipazione all’Economo Comunale per le spese postali non in convenzione . Anno 2010”.

LA GIUNTA MUNICIPALE

Vista la legge 8 giugno 1990, n.142;
Visto l’art.3 del D.Lgs. 3 febbraio 1993, n.29;
Visti gli artt. 183 e 191, del D.Lgs. 18 agosto 2000 n. 267;
Visto l’art.2 della L.R. 7 settembre 1998, n.23;
Vista la determinazione del Sindaco n.1/2010 con la quale è stato nominato il responsabile del 2° Settore;
Vista la determinazione del Direttore Generale n. 13 del 23/06/2004 con la quale è stato nominato a svolgere le funzioni di Economo Comunale il Responsabile del Settore Economico Finanziario il rag. FONTANETTA Biagio;
Visto il vigente regolamento comunale di contabilità ed il regolamento comunale per il servizio d’economato;
Considerato che per l’anno 2010 è stata prorogata la convenzione con le Poste Italiane Spa per l’autorizzazione alla spedizione senza materiale affrancatura (S.M.A.) tramite servizio “Bolgette” impegnando per la spedizione della posta ordinaria e raccomandata € 6.000;
Che occorre autorizzare l’Economo Comunale ad utilizzare la somma di € 2.000,00 per l’anno 2010, per l’approntamento delle spese postali urgenti e per le spedizioni che non rientrano nella convenzione di cui sopra;
Riconosciuta la necessità di anticipare all’ Economo Comunale la somma di € 500,00 a trimestre per l’approntamento delle spese postali urgenti e per le spedizioni che non rientrano nella convenzione S.M.A.;
Dato atto che il bilancio di previsione per questo esercizio finanziario è in corso di formazione, ma che tale spesa, ai sensi dell’art.163 del D.Lgs. 267/2000 rientra tra quelle consentite per evitare che siano arrecati danni patrimoniali certi e gravi all’Ente;

D E L I B E R A

1.   Di Autorizzare l’ Economo Comunale ad effettuare le spese postali urgenti e non in convenzione nei limiti di €. 2.000,00 annue;
2.   Di anticipare all’Economo Comunale la somma di € 2.000,00 a trimestre per l’approntamento delle spese postali urgenti occorrenti per l’anno in corso , con carico di rendiconto da approvarsi con separato provvedimento emettendo apposito mandato sul cap.5006 “Anticipazioni per il servizio economato”.

Acc. 40/10 Imp.42/10 € 2.000,00

3.   Imputare la spesa complessiva annua di € 2.000,00 sull’intervento n.
101020300 ex cap. 118.3 “Posta, Telefono, Telegrafo, Libri, Riviste, Stampati, Cancelleria e Varie” del Bilancio in corso di formazione dando atto che il corrispondente capitolo dell’esercizio decorso era dotato di uno stanziamento di €. 82.511,24.

IMP. n. 43/10 € 2.000


"Prenotazione Impegno e Anticipazione all'Economo Comunale per le spese postali non in convenzione . Anno 2010".
Atto numero 05  del 19-01-2010  Tipo di Atto: DELIBERA DI GIUNTA  Allegato: DELIBERA G.M. 005.10.pdf (51 kb)


"Conferimento incarico all'avv. Santo Zanghì per opposizione all'atto di precetto proposto dall'avv. Giuseppe Passatello curatore fallimentare ex SICAR S.p.A..
Atto numero 04  del 14-01-2010


L’Ufficio Segreteria, su apposita disposizione del Sindaco, ha elaborato e propone l’adozione della seguente deliberazione:
“Conferimento incarico all’avv. Santo Zanghì per opposizione all’atto di precetto proposto dall’avv. Giuseppe Passatello curatore fallimentare ex SICAR S.p.A..

LA GIUNTA MUNICIPALE

Vista la sentenza emessa dal Tribunale Civile di Palermo – sezione distaccata di Carini – n°251/07 nel giudizio tra questo Comune ed i l curatore del fallimento ex SICAR;
S.p.A. con la quale si condanna questo Comune al pagamento a favore della S.I.C.A.R.
S.p.A. della complessiva somma di € 66.000,00 quale indennità di occupazione dei locali di
proprietà di detta società;
Rilevato che avverso detta sentenza questo Comune ha proposto appello conferendo apposito incarico all’avv. Santo Zanghì;
Rilevato che nelle more della decisione di appello, in presenza dell’esecutività della pronuncia di primo grado, l’avv. Passatello ha proceduto all’emissione di apposito atto di precetto intimando a questo Comune di pagare la complessiva somma di €77.428,89, minacciando in caso di mancato pagamento il ricorso all’esecuzione forzata;
Ritenuto, di aver valide ragioni per opporsi a detto atto di precetto;
Considerato che l’incarico di difendere le ragioni del Comune può essere conferito allo stesso legale che si è costituito nel giudizio di appello;
VISTA la legge 8.6.1990, n°142, recepita con modifiche dal l’art.1 della L.R.
11.12.1991, n°48;
VISTO il vigente O.A.EE.LL.;

DELIBERA

1.   Conferire, per i motivi espressi in narrativa, apposita procura all’Avv. Zanghì Santo con studio in Palermo piazza Vittorio Emanuele Orlando, per avanzare opposizione all’atto di precetto proposto dalla curatela fallimentare della ex S.I.C.A.R. S.p.A..
2.   Incaricare l’ufficio segreteria ad assumere apposito impegno di spesa con successiva
Determinazione

DELIBERA

Approvare la predetta proposta di deliberazione.
Quindi, ritenuta l’urgenza stante l’approssimarsi della scadenza per la proposizione dell’appello, con voti unanimi, palesemente espressi per alzata di mano, dichiara il presente atto IMMEDIATAMENTE ESECUTIVO
"Conferimento incarico all'avv. Santo Zanghì per opposizione all'atto di precetto proposto dall'avv. Giuseppe Passatello curatore fallimentare ex SICAR S.p.A..
Atto numero 04  del 14-01-2010
Tipo di Atto: DELIBERA DI GIUNTA
Allegato: DELIBERA G.M. 004.10.pdf (9 kb)


Approvazione progetto predisposto dall'Associazione ASIPA per la realizzazione "di marketing turistico territoriale"
Atto numero 03  del 14-01-2010
Il Sindaco sottopone all’esame della Giunta Municipale la sottoindicata proposta di deliberazione avente per oggetto:
“Approvazione progetto predisposto dall’Associazione ASIPA per la realizzazione “di marketing turistico territoriale”

LA GIUNTA MUNICIPALE

Premesso che L’Associazione Siciliana Paese Albergo con sede in Palermo via Paternostro n.43 ha predisposto il progetto denominato “Isola delle Femmine, metodologie nuove per un accurato sviluppo turistico” teso allo sviluppo turistico territoriale, ed ha sottoposto detto progetto all’attenzione di quest’Amministrazione che lo ha acquisito al protocollo generale in data12 c.m. al n.388;
Considerato che detta proposta indica le modalità di sviluppo di un piano di marketing integrato che delinea un’azione sistemica di approccio alla promozione e valorizzazione del territorio di questo Comune, cui quest’Amministrazione è particolarmente vocata;
Rilevato che detto progetto consentirebbe a questo Comune di avvalersi dei contributi erogati dall’Assessorato della Famiglia, delle Politiche Sociali e delle autonomie Locali in esecuzione del D.A. del 23/12/2009 pubblicato sulla gazzetta ufficiale della Regione Siciliana del 31/12/2009;
Ritenuto dover far proprio detto progetto condividendone le finalità ed i contenuti;

DELIBERA

Di approvare il progetto di creazione di un Sistema Turistico Locale denominato “Isola delle Femmine, metodologie nuove per un accurato sviluppo turistico” redatto dall’Associazione Siciliana Paese Albergo con sede legale in Palermo, Via Paternostro n°43, Codice Fiscale e Partita Iva 9714550828, rappresentata dal suo legale rappresentante sig. Scalisi Salvatore
Di dare mandato al Sindaco dell’Ente di presentare apposita istanza di finanziamento all’Assessorato Regionale alla Famiglia, delle Politiche Sociali e delle Autonomie Locali ai sensi del D.A. del 23/12/2009;
Dare atto che la realizzazione di detto progetto è subordinata alla concessione del contributo da parte dell’Assessorato e che nessun onere potrà derivare a carico del bilancio di questo Comune né in caso di mancato finanziamento né in caso di concessione del richiesto finanziamento che dovrà coprire interamente le spese progettuali;
Dare atto che in caso di finanziamento e conseguente realizzazione del progetto le figure apicali nello stesso previste verranno affidate agli organi dell’Associazione A.SI.P.A
LA GIUNTA MUNICIPALE
Vista la superiore proposta di deliberazione e ritenutala meritevole di approvazione, ad unanimità di voti espressi per alzata di mano:
DELIBERA
Di approvare facendola propria la superiore proposta di deliberazione.
Con voti unanimi espressi pera alzata di mano:
D E L I B E R A
Di approvare facendola propria la superiore proposta di deliberazione, e con separata votazione parimenti unanime dichiara la presente immediatamente esecutiva
Approvazione progetto predisposto dall'Associazione ASIPA per la realizzazione "di marketing turistico territoriale"
Atto numero 03  del 14-01-2010
Tipo di Atto: DELIBERA DI GIUNTA
Allegato: DELIBERA G.M. 003.10.pdf (9 kb)


"Lavori di ristrutturazione approdo e movimentazioni nella zona destinata ai pescatori del porto del Comune di Isola delle Femmine" - copertura economica e modalità di espletamento gara.
Atto numero 02  del 12-01-2010

Il responsabile del settore V, arch. Sandro D’Arpa, sottopone all’approvazione della Giunta Comunale la seguente proposta di deliberazione:

“Lavori di ristrutturazione approdo e movimentazioni nella zona destinata ai pescatori del

porto del Comune di Isola delle Femmine” – copertura economica e modalità di espletamento gara.

LA GIUNTA COMUNALE

Considerato che:

· Con Deliberazione di G. M. n. 69 del 07/08/2009 è stata “Approvata la partecipazione del Comune di Isola delle Femmine all’avviso pubblico dell’Assessore Regionale della pesca per il finanziamento della misura 3.3 come da bando pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale della Regione Siciliana n. 25 del 29/05/2009;
· Con Deliberazione di G. M. n. 72 del 24 agosto 2009 è stato approvato il progetto esecutivo
dei “Lavori di ristrutturazione approdo e movimentazioni nella zona portuale destinata ai pescatori nel porto di Isola delle Femmine”, con il seguente quadro economico:

A € 280.034,94

A1 lavorazioni € 271.878,58
A2 sicurezza € 8.156,36

B Somme a disposizione € 84.965,07

B1 IVA su A (20%) € 56.006,99
B2 oneri di conferimento a discarica € 2.600,00
B3 Iva su B2 € 520,00
B4 imprevisti (<10%) € 12.135,26
B5 incentivo (vedi all. 1) € 7.702,82
B6 spese gara € 6.000,00

C A + B € 365.000,00

Lavori,

suddivisi in:
_ Con Deliberazione di G. M. n. 73 del 24 agosto 2009 l’Amministrazione Comunale si è
impegnata a partecipare finanziariamente alla realizzazione dei lavori di che trattasi per il 10% (dieci per cento) del costo dell’intervento complessivo;
_ Tutto ciò premesso, ed a maggior chiarimento dell’impegno finanziario assunto con
Delibera di G.M. n. 73 del 24/08/2009;

DELIBERA

1. A maggior chiarimento dell’impegno finanziario assunto con Delibera di G.M.  n. 73 del 24/08/09 che, qualora la percentuale per la quale è stato richiesto il finanziamento dovesse essere modificata, l’Amministrazione Comunale si impegna a far fronte con risorse proprie per la realizzazione del progetto di che trattasi così come presentato e/o approvato dall’Assessorato Regionale alla Cooperazione Artigianato e Pesca;
2. Dare atto che per la realizzazione del progetto dei “Lavori di
ristrutturazione approdo e movimentazioni nella zona portuale destinata
ai pescatori nel porto di Isola delle Femmine” si procederà con pubblico
incanto ai sensi della L. 109/94, DPR 554/99, D.Lgs. 163/2006 e s.m.i.
Si esprime parere favorevole sulla regolarità tecnica della superiore deliberazione
Il Responsabile del Settore Tecnico
F.to Arch. Sandro D’Arpa

LA GIUNTA COMUNALE

Vista la superiore deliberazione, corredata dai prescritti parere;
Ritenuta m,meritevole di approvazione;
Con voti unanimi, espressi per alzata di mano, accertati e proclamati dal Sindaco

DELIBERA

Di approvare la superiore proposta di deliberazione, corredata dai prescritti pareri.  Quindi, considerata l’imminenza della scadenza del termine per la trasmissione della pratica all’Assessorato Regionale competente, la Giunta Comunale, con voti unanimi, palesemente espressi per alzata di mano, dichiara il presente atto IMMEDIATAMENTE ESECUTIVO.
"Lavori di ristrutturazione approdo e movimentazioni nella zona destinata ai pescatori del porto del Comune di Isola delle Femmine" - copertura economica e modalità di espletamento gara.
Atto numero 02  del 12-01-2010
Tipo di Atto: DELIBERA DI GIUNTA
Allegato: DELIBERA G.M. 002.10.pdf (45 kb)


Utilizzo temporaneo di entrate a specifica destinazione anno 2010.
Atto numero 01  del 07-01-2010

Il Ragioniere Capo propone alla Giunta di approvare la seguente deliberazione: “ Utilizzo temporaneo di entrate a specifica destinazione anno 2010.”

LA GIUNTA MUNICIPALE

Rilevato che attualmente la cassa comunale risulta deficitaria per il ritardo nella riscossione dei tributi, i ritardi negli accreditamenti delle rate dei contributi ordinari del Ministero del Tesoro e dei trasferimenti Regionali, e che inoltre nell’anno 2009 si è dovuto ricorrere all’ anticipazione di cassa da parte della Tesoreria comunale.  Considerato che si presentano spese di urgente necessità (stipendi e pagamento spese obbligatorie) per le quali non sono sufficienti le esigue somme giacenti nella cassa comunale e che pertanto occorre provvedere, a norma dell’ art. 195 del D.Lgs. 18 agosto 2000, n. 267, ad utilizzare in termini di cassa le entrate a specifica destinazione per il pagamento di spese correnti per un importo non superiore al limite dei tre dodicesimi delle Entrate accertate e riscosse, nell’ anno 2008 (ultimo Consuntivo approvato dal Consiglio),come da prospetto predisposto dall’ufficio di ragioneria, afferenti ai primi tre titoli di entrata del bilancio, ammontanti a €.5.606.094,29 pertanto nel limite dei 3/12 di €.1.401.523,56;
Visto l’art. 195 del D.Lgs 18 agosto 2000 n. 267;
Visto l’ O.A.EE.LL. vigente:
Vista la Legge 8/6/90 n. 42 recepita con modifiche all’art. 1 della L.R. 11/12/91 n.
48

DELIBERA

Utilizzare le somme a specifica destinazione anno 2010, secondo le modalità di cui all’art. 195 del D.Lgs 18 agosto 2000, n. 267, dando atto che con i primi introiti non soggetti a vincoli di destinazione deve essere ricostituita la consistenza delle somme vincolate, che sono state utilizzate per il pagamento delle spese correnti.  Autorizzare, pertanto, la Tesoreria, su specifica richiesta del Servizio Finanziario dell’Ente, a prelevare dai conti a specifica destinazione nel limite dell’importo di €.1.401.523,56 corrispondente ai tre dodicesimi delle entrate accertate e riscosse nell’anno 2008.

LA GIUNTA COMUNALE

Vista la superiore proposta di deliberazione, corredata dai prescritti pareri;
Con voti unanimi favorevoli, espressi per alzata di mano, accertati e proclamati dal Presidente;

DELIBERA

· Approvare la superiore proposta di deliberazione.  Indi, con separata votazione unanime, espressa per alzata di mano, la Giunta Comunale dichiara la presente deliberazione immediatamente esecutiva.
Utilizzo temporaneo di entrate a specifica destinazione anno 2010.
Atto numero 01  del 07-01-2010
Tipo di Atto: DELIBERA DI GIUNTA
Allegato: DELIBERA G.M. 001.10.pdf (11 kb)




*CONSULENZE e..............

*I PACCHI DELL'AMBIENTALISTA rosso-verde-arancione

*M.A.M. s.n.c. PALazzotto Pizzerie verde e Isola ecologiche

*M.A.M. s.n.c. Progetto di Variante ed Elezioni Amministrative

*La munnezza di Isola delle Femmine vale tanto oro quanto pesa

*DELIBERE CONSIGLIO COMUNALE

*Rapporto ecomafia 2008 - Sicilia, ciclo dei rifiuti, la monnezza è “Cosa Nostra”



* Mi si è ristretto il pene! Colpa dell'inquinamento



Promemoria per il geologo “Assessore” dr. Marcello Cutino (ambientalista a cunvinienza )
DECRETO LEGISLATIVO 18 agosto 2000, n. 267 articolo 78 comma 22. Gli amministratori di cui all'articolo 77, comma 2, devono astenersi dal prendere parte alla discussione ed alla votazione di delibere riguardanti interessi propri o di loro parenti o AFFINI sino al QUARTO GRADO. L'obbligo di astensione non si applica ai provvedimenti normativi o di carattere generale, quali i piani urbanistici, se non nei casi in cui sussista una correlazione immediata e diretta fra il contenuto della deliberazione e specifici interessi dell'amministratore o di parenti o affini fino al quarto grado.
Art. 78 Affinità
L'affinità è il vincolo tra un coniuge e i parenti dell'altro coniuge.
Nella linea e nel grado in cui taluno è parente d'uno dei due coniugi, egli è affine dell'altro coniuge.
L'affinità non cessa per la morte, anche senza prole, del coniuge da cui deriva, salvo che per alcuni effetti specialmente determinati (434). Cessa se il matrimonio è dichiarato nullo, salvi gli effetti di cui all'art. 87, n. 4.
Sono affini di primo grado il suocero, genero e nuora. Sorella e fratello della moglie sono affini di secondo grado. La zia o lo ZIO della MOGLIE sono affini di TERZO GRADO. Il cugino della moglie o del marito è affine di quarto grado ed è quindi escluso dai benefici lavorativi.


Immobile sito in Isola delle Femmine Via Passaggio del Coniglio s.n.c. catasto al foglio part 632 (fonte)
I politici cambiano spesso, ma i dirigenti degli uffici tecnici restano e Cosa Nostra li utilizza per suoi interessi. Rimuovere SINDACI e CONSIGLIERI comunali in odore di mafia. Bisogna intervenire anche sugli apparati burocratici compromessi , commissariandoli e se necessario licenziare i responsabili. Accertate infiltrazioni mafiose nelle pubbliche amministrazioni oltre a tagliare sindaci e consigli comunali, intervenire anche sui burocrati dirigenti, avviando procedimenti che portino al licenziamento immediato, senza attendere la condanna.Queste le proposte avanzate dalla Commissione antimafia. SANATORIE LOTTIZZAZIONI VARIANTI PIANI VOLUMETRICI IL COMUNE IN MANO AI BOSS. Ancora una volta si scopre che, come nella maggior parte dei casi, i dipendenti tratti in arresto operavano nel settore dei lavori pubblici e dell'urbanistica.

I R.O.S. a Isola delle Femmine
Legge 109/96 Disposizioni in materia di gestione e destinazione di beni sequestrati o confiscati.
Art. 2-decies. - 1. La destinazione dei beni immobili e dei beni aziendali confiscati e' effettuata con provvedimento del direttore centrale del demanio del Ministero delle finanze, su proposta non vincolante del dirigente del competente ufficio del territorio,sulla base della stima del valore dei beni effettuata dal medesimo ufficio, acquisiti i pareri del prefetto e del sindaco del comune interessato e sentito l'amministratore di cui all'articolo2-sexies Fonte legislativa


Promemoria per il "Sindaco" Prof Portobello il geologo "Assessore" dr. Marcello Cutino il V.P. C.C. geom Dionisi:
*Maxisequestro tra cui appartamento a Isola delle Femmine
*Ordinanza 67/R.O. 4.12.05 di Sospensione dei lavori
*ROS sequestrano 15 milioni di beni ai mafiosi tra Palermo Cinisi Carini Isola delle Femmine
*Licenza Edilizia 1 del 2010 Lucido Coniglio Puglisi Baldassare
*Licenza Edilizia Riso Rosaria 26 Novembre 09 Dionisi Vincenzo
*Licenze Edilizie Crivello Crivello Costanzo Sorelle Pomiero Progettista geom Impastato Giovanni Amministratore
*P.R.G. e Comparto 1 di Isola delle Femmine
*P.R.G. Isola delle Femmine e i compromessi
*P.r.g. Isola delle Femmine
*Elauto ufficio tecnico comunale prg parcheggio pubblico
*ELAUTO variante in corso d'opera
*Concessione Edilizia in variante n 4 23.2.2010 Signor Ardizzone Giorgio
*M.A.M. s.n.c. PALazzotto Pizzerie verde e Isola ecologiche
*Solemar Consorzio Turistico Siciliano
*LA DEFICIENZA DELLA GESTIONE AMMINISTRATIVA?
*LA CALLIOPE E GLI APPARTAMENTI
*Hotel Saracen Isola Ufficio Tecnico Comunale e………..
*in questi ultimi mesi sento parlare con sempre piu' insistenza che ...
*Isola delle Femmine l'isola felice del Sindaco Portobello
*prg fasone calliope raddoppio ferroviario la paloma riepilogo ...
*Ordinanza Sindacale affidamento Raccolta Rifiuti ditta AL.TA. s.r.l.
*Mafia e Dintorni
*Circolare scioglimenti Consigli Comunali LEGGE 15 luglio 2009, n. 94
*Disposizioni Pubblica Sicurezza

E’ giusto far sapere ai cittadini di Isola delle Femmine che, grazie al comportamento ostativo del Presidente del C.C., i Consiglieri non hanno mai potuto vedere lo schema di massima del P.R.G. e l’esito degli emendamenti presentati, mentre al Presidente del C.C. venivano rilasciate dal Sindaco e dal Capo dell’Ufficio Tecnico i seguenti atti più o meno illegittimi :
§ autorizzazione edilizia in sanatoria per una piscina abusiva;
§ concessione edilizia (al padre) per completamento di un fabbricato abusivo nei 150 metri dalla battigia (nel rilievo aerofotogrammetrico del 1977 il fabbricato non esiste);
§ concessione edilizia per la costruzione di un villino bifamiliare in “lotto intercluso” ove già aveva realizzato una villa unifamiliare e piscina con un’altra concessione edilizia.

CONSIDERAZIONE FINALE : ALLA FACCIA DELLA TRASPARENZA E DELLE SFINGE DI SAN GIUSEPPE.
MORALE DELLA FAVOLA : ANCORA ISOLA DELLE FEMMINE E’ SENZA UN P.R.G. E LA STORIA CONTINUA

Per saperne di più:



Gli si deve riconoscere il merito all’attuale V.P. Consiglio Comunale geom Dionisi Vincenzo nell’essersi per primo fatto promotore di una battaglia contro le infiltrazioni mafiose nella Pubblica Amministrazione di Isola delle Femmine. E’ forte in noi la determinazione dell’impegno nella lotta contro ogni tipo di ingerenza affaristico-mafioso nella gestione della Cosa Pubblica, contro la spregiudicatezza nella gestione ed aggressione perpetrata ai danni di un territorio ormai devastato. Contro il mercimonio della libera espressione del voto.
Noi abbiamo provato a descriverla così:

*T.A.R.

DELIBERE DELLA GIUNTA PORTOBELLO 2010

AIELLO, ATO PA 1, bruno, CUTINO, Delibere di Giunta 2010, DIONISI, elauto, Giambruno; RISO, Giunta Comunale, IMPASTATO, Palazzotto, PORTOBELLO, saracen,

Nessun commento: