L'informazione è il diffondere, il far conoscere quello che qualcuno non vuole che si sappia, il resto è solo propaganda. L'informazione è un diritto. L'informazione come possibilità di scelta.
Con il termine mafia si intende un sistema di potere esercitato attraverso l’uso della violenza e dell’intimidazione per il controllo del territorio, di commerci illegali e di attività economiche e imprenditoriali; è un potere che si presenta come alternativo a quello legittimo fondato sulle leggi e rappresentato dallo Stato.


Un sistema di contro-potere dunque (a volte chiamato anti-Stato proprio per questa sua caratteristica), con una gestione gerarchica e verticistica, basata su regole interne a loro volta fondate sull’uso della violenza e dell’intimidazione.


È questa la vostra politica? Se avete un minimo di cervello usate gli attributi per un confronto Sui programmi. Ma vedo che alla fine usate i soliti mezzucci utilizzando i soliti servi sciocchi meschini e accattoni per cercare di fermare le persone.
Bene sappiate che io vado avanti lo stesso a testa alta e con schiena dritta e che voi siete sot
tocontrollo.



"Bisogna sempre avere il coraggio delle proprie idee e non temere le conseguenze perché l’uomo è libero solo quando può esprimere il proprio pensiero senza piegarsi ai condizionamenti " (Charlie Chaplin).























lunedì 5 luglio 2010

Era solo un "leoncino" che vagava per Isola delle Femmine

Era solo un “leoncino” che vagava per Isola delle Femmine
del Corpo Forestale dello Stato con il corpo medico dei veterinari dell’azienda ospedaliera, a seguito di continue segnalazioni per l’avvistamento di una pantera che si aggirava, in compagnia di un altro nutrito gruppi di esemplari non meglio identificati, per le vie del paese e lungo tutto il litorale marino, invaso in questi giorni da una miriade di turisti e bagnanti.

Operazione congiunta degli uomini del Corpo Forestale dello Stato con il corpo medico dei veterinari dell’azienda ospedaliera, a seguito di continue segnalazioni per l’avvistamento di una pantera che si aggirava, in compagnia di un altro nutrito gruppi di esemplari non meglio identificati, per le vie del paese e lungo tutto il litorale marino, invaso in questi giorni da una miriade di turisti e bagnanti. 


Alcuni cittadini del posto avevano avvistato l’animale nei pressi del grazioso baglio di Piazza Pittsburgh (sotto il Municipio), segnalandone la sua presenza, soprattutto perché preoccupati del suo stato di salute, e per le notizie apparse sui mezzi di comunicazione riguardanti l’avvistamento di una pantera per le vie del palermitano.

Dopo ore e ore di ricerche, è notte fonda quando finalmente il gruppo di intervento ha la meglio e riesce a catturare la bestia ma sorpresa delle sorprese gli uomini della forestale si sono trovati di fronte non ad una pantera digrignante nervosa ed inquieta.


Ma sorpresa delle sorprese si trovarono di fronte un LEONCINO mansuento e con un bavaglio alla bocca che non lo lasciava respirare.
Era affaticato non aveva più forze. Inconsciamente dava come la sensazione di una sua resa.


Era stremato il LEONCINO.


Per LUI la cattura era come una sorta di liberazione dalle catene che si era autoimposto.


Era dal 1999, che triste arrabbiato e scontento di tutto e di TUTTI vagava senza avere una meta
Fu a questo punto che il branco di LEONCINI che lo avevano accompagnato nelle sue scorribande, lungo i cantieri e i tanti palazzi in costruzione a Isola, che con un gesto di pietà gli tolsero il bavaglio e gli permisero di rilasciare una loro dichiarazione alla televisione sull’andamento e le prospettive del settore edilizio a Isola delle Femmine.







Promemoria per il Signor “Sindaco”


Le è chiaro, Signor “Sindaco” Professore Gaspare Portobello perché la denominazione che la qualifica è sempre virgolettata?


Se non riesce ad audoudirsi, Le spiego per l'ennesima volta perché Lei ha mostrato pochissimo rispetto della Istituzione CONSIGLIO COMUNALE


Mi permetta, per l'ennesima volta, precisarLe che certamente non è stato il Suo gruppo ad istituire il servizio di Bus Navetta a Isola delle Femmine, bensì il CONSIGLIO COMUNALE di Isola delle Femmine.


IL suo Gruppo Progetto Isola non ha FATTO nulla, ha solamente proposto ( e ne condividiamo l’iniziativa) mentre il CONSIGLIO COMUNALE ha approvato l’iniziativa proposta, fatta dal Gruppo Consiliare di maggioranza ed il Consiglio Comunale ha approvato.



Almeno in queste elementari ma fondamentali regole di convivenza civile, di rispetto e di legalità, i Cittadini di Isola delle Femmine vogliono sperare, come ostinatamente vogliono sperare in una Sua decisiva e coerente condotta etica e morale. (dire quello che si fà e fare quello che si dice).


Si ha letto bene, Signor "Sindaco" speranza.


Perchè in moltissime circostanze ha mostrato molto chiaramente ai Cittadini di Isola delle
Femmine, di essere Lei poco incline a mantenere le promesse di cui Lei stesso si rende promotore.


Esempi? A iosa!


Ricorda Signor "Sindaco" la proposta di intitolare una piazza di Isola delle Femmine all'amato ed indimenticato
papa Giovanni Paolo Secondo?
Si la proposta era stata avanzata dal gruppo consiliare "Insieme Isola".
Lei, forse, geloso della primogenitura della iniziativa ha pensato bene di chiuderla in un cassetto e di buttare via la chiave.
Non può certamente averlo dimenticato, visto che aveva appena subito la debaclè che le aveva fatto perdere la maggioranza consiliare che la sosteneva.


Ricorda che sull'argomento vi sono ben due delibere?


Parlare di Sue promesse non mantenute è facile e purtroppo a Lei capita molto spesso!


Ricorda le tante iniziative di istituire o intitolare strade, vie, musei, fondazioni progetti e .... a personaggi di Isola delle Femmine che per i loro alti valori umani hanno rappresentato modelli ed esempi di incoraggiamento alla crescita di una Comunità.



Questa precisazione Le è dovuta per il ruolo che Ella ricopre e che deve rappresentare un modello di vita e di educazione civica per Noi Cittadini TUTTI.


Impariamo, insegnamo a nuotare nelle cristalline e trasparenti acque del mare della vita, dell'onestà, del rispetto, della coerenza e della solidarietà, non lasciamoci affogare nel mare agitato e tempestoso dell'ipocrisia, dell'indifferenza e della inciviltà


Pino Ciampolillo
Coordinatore Comitato Cittadino Isola Pulita
Era solo un "leoncino" che vagava per Isola delle Femmine 14 leoni, 19 arresti a Palermo, CATALDO, Dignità, Elezioni Amministrative 1999, ISOLA DELLE FEMMINE, ISOLA PER TUTTI, La Torre, Pantera, Servire il Paese, VOTO DI SCAMBIO,

13 commenti:

Anonimo ha detto...

questo blog continua a offendere le persone provocatoriamente e da incosciente e quando viene denunciato fa il piagnone da servo sciocco da chi e utilizzato per fini ignobili da gente senza OO OO

Anonimo ha detto...

Ricordati caro foggiano leccaculi che il leoncino non ha la moglie che da Torino è venuta a Isola per stirare le camicie ad un bolognese. Caro foggiano mi sembra che il leoncino non ha fatto tettoie abusive come hai fatto tu. Caro foggiano mi sembra che il leoncino non ha modificato il prospetto di casa sua, mentre tu in dispregio alla legge paesaggistica hai modificato il prospetto su Via Sciascia. (l'amico tuo arch. Albert con cui spesso ti apparti quando è venuto per la tettoia era cieco???). Caro foggiano mi sembra che il leoncino non ha chiuso i balconi su retro prospetto con struttura precaria, mentre tu mi sembra che li hai chiusi in disbregio della legge regionale in materia. Alla faccia della legalità di cui parli, forse a foggia esiste un detto : parla degli abusi altrui ma non di quelli miei. Viva la legalità e la trasparenza del foggiano. Firmato un amico del leoncino

Anonimo ha detto...

L'AVETE VISTO IL FOGGIANO VAGARE SOLO PER IL PAESE COME UN LUPO SOLITARIO CHE NESSUNO AVVICINA SE NON QUELLI CHE LO USANO E MANOVRANO ANCHE SE LUI SI CREDE UN FURBO E INVECE E UN POVERO ILLUSO CHE ANCHE LA RAS LO HA PENSIONATO PERCHE LI ROMPEVA LE SCATOLE A TUTTI... POVERINO INCOMPRESO E ULTRA MANOVRATO DI QUELLI CHE NON VENGONO ALLO SCOPERTO PERCHE QUELLO CHE SCRIVE? NEL SITO NON E ALL'ALTEZZA DELLA SUA INCULTURA
PERDONATELO E UN PSICOLAABILE FRUSTATO ANCHE DALLA........

Anonimo ha detto...

L'AVETE VISTO IL FOGGIANO VAGARE SOLO PER IL PAESE COME UN LUPO SOLITARIO CHE NESSUNO AVVICINA SE NON QUELLI CHE LO USANO E MANOVRANO ANCHE SE LUI SI CREDE UN FURBO E INVECE E UN POVERO ILLUSO CHE ANCHE LA RAS LO HA PENSIONATO PERCHE LI ROMPEVA LE SCATOLE A TUTTI... POVERINO INCOMPRESO E ULTRA MANOVRATO DI QUELLI CHE NON VENGONO ALLO SCOPERTO PERCHE QUELLO CHE SCRIVE? NEL SITO NON E ALL'ALTEZZA DELLA SUA INCULTURA
PERDONATELO E UN PSICOLAABILE FRUSTATO ANCHE DALLA........

LASCIATELO STARE PER INCOERENZA PALESE ha detto...

Sigg.ri anonimi non perdete tempo con un incoerente e pieno di comportamenti contraddittori :
1 le false minacce affibiate a pino rubino per avere la scorta e la finta chiusura a casa per poi essere uniti nella campagna elettorale comunale del 2009
2 le foto dell'abusivismo di rocco rappa pubblicate nel blob per poi essere insieme nel falso comitato dell'illegalità
e seguiranno altri comportamenti la incoerente che non hanno concluso nulla

CANI CA UN CANUSCI ha detto...

UN COMPORTAMENTO CONTRADIITTORIO DELLO SMEMORATO DEL FOGGIANO . L'ARTEFICE A LIVELLO COMUNALE A FARE TRASFERIRE SOR ANGELA DA TORINO A ISOLA " BELLO ACQUISTO " E STATO L'EX VICE SINDACO ORAZIO CATALDO E LO SMEMORATO CHE FA DA INGRATO SCRIVE NEL BLOG CONTRO CHI GLI HA FATTO DEL BENE E VERO IL PROVERBIO SICILIANO CHE RECITA CANI CA UN CANUSCI PATRUNI

lupo solitario ha detto...

allora bisogno cambiare il titolo di questo post

E SOLO UN LUPO SOLITARIO CHE
VAGA PER ISOLA DELLE FEMMINE

riferito allo smemorato incoerente

lupo porta sfiga ha detto...

lupo solitario si aggira a isola
smemorato e pure incoerente e che porta sfiga con chi si accoppia

lupo porta sfiga ha detto...

lupo solitario si aggira a isola
smemorato e pure incoerente e che porta sfiga con chi si accoppia

LUPI o LEONCINI ...i ha detto...

Pino Ciampolillo

Coordinatore Comitato Cittadino Isola Pulita

lupo solitario si aggira a isola
smemorato e pure incoerente e che porta sfiga con chi si accoppia

MEGLIO DI QUESTA DEFINIZIONE CE NE SONO ALTRE

convivere col letame ha detto...

ETICHETTA ARTATAMENTE MEFISTOFELICA in linea col noto petit homme che spruzza veleno da tutti i pori leggete :
Etichette: 14 leoni, 19 arresti a Palermo, CATALDO, Dignità, Elezioni Amministrative 1999, ISOLA DELLE FEMMINE, ISOLA PER TUTTI, La Torre, Pantera, Servire il Paese, VOTO DI SCAMBIO
COME NOTOTA TRATTASI DI UNA MENTE CONTORTA INFIDA E MALVAGIA CHE GODE spargendo letame che gli piace tantissimo con cui convive stabilmente politicamente parlando

Anonimo ha detto...

Impariamo a nuotare nelle cristalline e trasparenti acque del mare della vita, dell'onestà, del rispetto, della coerenza e della solidarietà, non lasciamoci affogare nel mare agitato e tempestoso dell'ipocrisia, dell'indifferenza, della inciviltà, delle intercettazioni e delle case in multipropietà
CARO LUPO SOLITARIO E smemorato

Traditori dei benefattori ha detto...

cNell’Inferno Dantesco nel piccolo brano del Trentaquattresimo Canto,
il Sommo Poeta ci parla dei traditori dei benefattori.
Dapprima Dante e Virgilio incontrano Lucifero e poi anche Giuda, Bruto e Cassio.
Per rendere più comprensibile la situazione provo a fare una veloce descrizione del Nono Cerchio Infernale, vale a dire il luogo in cui si svolgono i fatti narrati.
Dante e Virgilio arrivano nel Cocito che, nell’Immaginario Dantesco, è un lago ghiacciato situato nell' Ultimo Cerchio degli Inferi.
In questo luogo terrificante sono puniti i traditori.
Essi sono sommersi dal ghiaccio e vengono colpiti in continuazione dalle gelide raffiche di vento prodotte dalle immense ali di Lucifero.
I traditori sono sepolti a varie profondità a seconda della gravità del crimine commesso.
Per questo motivo il Cocito è diviso in quattro zone circolari concentriche che si chiamano rispettivamente Caina, Antenora, Tolomea, Giudecca.
I traditori dei benefattori si trovano nella Giudecca e sono completamente immersi nel ghiaccio.
La Giudecca prende il nome da Giuda Iscariota.
Quella dei traditori dei benefattori è una nutritissima schiera di persone e sono convinto che se Dante potesse riscrivere la Divina Commedia nel ventunesimo secolo, avrebbe a disposizione personaggi molto più interessanti di quelli da lui proposti nella versione originale.
Nessuno è stato completamente immune da questa seduzione e questo ovviamente è valso in ogni tempo e in ogni luogo.
Nel corso dei secoli si sono macchiati di tradimento i Singoli Individui.
Ma hanno tradito gli Alleati addirittura anche Intere Nazioni.
Ai nostri tempi, tuttavia, la tendenza è più forte che in passato.
La gente si ricorda per tutta la vita di chi gli fa del male, ma si dimentica troppo presto di chi gli fa del bene.
Il Canto Trentaquattro conclude il Viaggio di Dante e Virgilio all’Inferno.
TRADITORI DEI BENEFATTORI COME A FATTO IL LUPO MANNARO SOLITARIO