L'informazione è il diffondere, il far conoscere quello che qualcuno non vuole che si sappia, il resto è solo propaganda. L'informazione è un diritto. L'informazione come possibilità di scelta.
Con il termine mafia si intende un sistema di potere esercitato attraverso l’uso della violenza e dell’intimidazione per il controllo del territorio, di commerci illegali e di attività economiche e imprenditoriali; è un potere che si presenta come alternativo a quello legittimo fondato sulle leggi e rappresentato dallo Stato.


Un sistema di contro-potere dunque (a volte chiamato anti-Stato proprio per questa sua caratteristica), con una gestione gerarchica e verticistica, basata su regole interne a loro volta fondate sull’uso della violenza e dell’intimidazione.


È questa la vostra politica? Se avete un minimo di cervello usate gli attributi per un confronto Sui programmi. Ma vedo che alla fine usate i soliti mezzucci utilizzando i soliti servi sciocchi meschini e accattoni per cercare di fermare le persone.
Bene sappiate che io vado avanti lo stesso a testa alta e con schiena dritta e che voi siete sot
tocontrollo.



"Bisogna sempre avere il coraggio delle proprie idee e non temere le conseguenze perché l’uomo è libero solo quando può esprimere il proprio pensiero senza piegarsi ai condizionamenti " (Charlie Chaplin).























martedì 7 dicembre 2010

Wikileaks, arrestato Assange da Scotland Yard

I "re" del mondo sono nudi!


Leggendo i documenti di Wikileaks i potenti del mondo appaiono miserabili, puerili e inquietanti.
 "I documenti che stiamo per pubblicare riguardano essenzialmente tutte le maggiori questioni in ogni Paese del mondo". E' questa l'affermazione fatta ieri da Julian Assange, fondatore di Wikileaks, intervenuto in video ad una conferenza di giornalisti in Giordania.
E infatti, ieri intorno alle 22:00 (ora italiana), le rivelazioni, i segreti, le magagne dei "Potenti del Mondo" hanno cominciato la loro giostra sui diversi media internazionali.
Le prime notizie arrivate sono i "vivaci" commenti dei diplomatici americani su diversi leader mondiali fra cui l'ex presidente sudafricano Nelson Mandela, i presidenti dello Zimbabwe, Robert Mugabe, e dell'Afghanistan, Hamid Karzai, del leader libico Muammar Gheddafi, del premier italiano Silvio Berlusconi.
Primo tra i mezzi di informazione a mettere nero su bianco i segreti diplomatici scovati da Wikileaks, la rivista tedesca
Der Spiegel, già in edicola da ieri con in copertina le foto di vari leader mondiali, fra cui Berlusconi (sotto al quale vi è scritto "wilde partys", feste selvagge), il cancelliere tedesco Angela Merkel ("leader poco creativa"), il presidente iraniano Mahmoud Ahmadinejad ("E' il nuovo Hitler"), il primo ministro russo Vladimir Putin ("Autoritario e machista"), il presidente afghano Ahmid Karzai ("leader spinto dalla paranoia").
Insomma, Wikieleaks ha mostrato che il re, anzi, i re sono nudi, confermado, più che rivelando, dubbi e sospetti già da tempo nutriti anche dalla gente più informata. Certo, non è soltanto "gossip" quanto contenuto negli oltre 200mila files.
Nel tardo pomeriggio di ieri il sito Wikileaks è stato vittima di un attacco informatico, attraverso il suo account di Twitter. Wikileaks ha sottolineato che la pubblicazione dei documenti andrà avanti come previsto su diversi quotidiani.
 
Qualcosa che adesso sappiamo su di loro... - Attesa da giorni è arrivata la valanga di rivelazioni di Wikileaks a proposito delle comunicazioni del Dipartimento di Stato Usa. Da ieri sera i siti di informazione hanno iniziato la pubblicazione dei file.
Il
New York Times, riportando i documenti di Wikileaks, cita diplomatici americani a Roma che, nel 2009, riferendo dei loro contatti in Italia, parlerebbero di un "rapporto incredibilmente stretto" tra il presidente del Consiglio italiano Silvio Berlusconi e il primo ministro russo Vladimir Putin. Nei documenti si definirebbe Berlusconi "portavoce di Putin". I rapporti americani parlano di rapporti sempre più stretti tra i due leader, conditi da "regali sontuosi" e da "contratti energetici lucrativi". I diplomatici segnalano anche la presenza di "misteriosi intermediari".
Secondo l'incaricata d'affari americana a Roma Elizabeth Dibble, il presidente del Consiglio Silvio Berlusconi sarebbe: "Incapace, vanitoso e inefficace come leader europeo moderno". Non solo: il presidente del Consiglio italiano è un leader "fisicamente e politicamente debole" le cui "frequenti lunghe nottate e l'inclinazione ai party significano che non si riposa a sufficienza".
Nei documenti svelati da Wikileaks Vladimir Putin viene definito "alpha dog", il maschio dominante. Nei documenti anche una "buffa" descrizione del rapporto tra Putin e il presidente russo Dmitri Medvedev: in uno di questi rapporti, della fine del 2008, si afferma che Medvedev, ufficialmente di rango maggiore, "fa la parte di Robin rispetto al Batman di Putin". Inoltre, lo stato russo viene definito "virtualmente uno Stato della mafia": "La Russia e le sue agenzie usano i boss della mafia per effettuare le loro operazioni, la relazione è così stretta che il Paese è divenuto virtualmente uno stato della mafia".



I leader russi e quello italiano sono solo tre dei leader mondiali che vengono etichettati senza peli sulla lingua dai diplomatici di Washington: il presidente afghano Hamid Karzai è "ispirato dalla paranoia", mentre il cancelliere tedesco Angela Merkel "evita i rischi ed è raramente creativa".
Nei documenti appare anche il ministro degli Esteri Franco Frattini, che avrebbe espresso "frustrazione per il doppio gioco di espansione verso l'Europa e l'Iran da parte della Turchia".
Fra le note filtrate dagli armadi riservati della diplomazia americana, fra "le più delicate"
El Pais cita quelle sul leader libico Muammar Gheddafi. Nei suoi messaggi, secondo ElPais, l'ambasciatore americano a Tripoli "racconta che Gheddafi usa il botox ed è un vero ipocondriaco, che fa filmare tutti i suoi controlli medici per analizzarli dopo con i suoi dottori". Il New York Times riferisce invece della curiosità suscitata dalla vistosa infermiera ucraina dalla quale il leader libico non si separa mai.
Il
Guardian di Londra, da parte sua ha pubblicato il documento nel quale si racconta che il 16 settembre 2009 il consigliere diplomatico dell'Eliseo, Jean-David Levitte, parlò dell'Iran ai suoi interlocutori americani come di un Paese "fascista", della risposta del regime alla politica della mano tesa di Barack Obama come di una "farsa" e del presidente venezuelano, Hugo Chavez, come di un "folle" impegnato a trasformare "uno dei Paesi più ricchi dell'America latina in un nuovo Zimbabwe".
Tra i files di Wikileaks pubblicati, il sito francese di
Le Monde si è soffermato sui rapporti Usa-Iran per quel che riguarda il nucleare. Secondo quanto pubblica il quotidiano francese, l'Iran verrebbe descritto nei documenti Wikileaks una "totale dittatura". Nei file ci sarebbe anche traccia del tentativo di eliminare un presentatore televisivo irano-americano per il quale sarebbe stato reclutato in "California un killer per assassinarlo".



 Le carte di Wikileaks confermano poi che le intrusioni nei computer di Google sono state dirette dal governo cinese. L'aggressione informatica è parte di una campagna che ha coinvolto funzionari governativi, esperti di sicurezza e cybercriminali. Gli attacchi informatici vanno avanti dal 2002 e avrebbero permesso di entrare nei sistemi informatici del governo americano, di alcuni alleati e anche in quelli del Dalai Lama.
Gli Stati Uniti con Hillary Clinton hanno deciso di mettere sotto osservazione i diplomatici stranieri presso le Nazioni Unite. La Clinton inviò una nota, nel 31 luglio 2009, dal titolo "National Humint Collection Directive". Nella nota si chiede di raccogliere informazioni sui piani dell'Onu e sulle intenzioni del segretario Onu Ban Ki-Moon e del suo segretariato su temi specifici come l'Iran. La nota è stata inviata a 30 ambasciate americane da Amman a Berlino fino a Zagabria.
In un dispaccio si parla di colloqui confidenziali di funzionari Usa con il principe ereditario di Abu Dhabi, Mohammed Bin Zayed in cui secondo il principe "una rapida guerra convenzionale con l'Iran sarebbe meglio delle conseguenze a lungo termine di un conflitto nucleare". Secondo il generale americano David Patraeus l'Iran sarebbe per gli Stati Uniti "il migliore strumento di reclutamento", mentre "il numero di alleanze e di accordi per un sostegno militare tra Usa e partner arabi nel Golfo è considerevolmente aumentato".
In altri documenti si afferma che l'Iran ha ottenuto sofisticati missili dalla Corea del Nord in grado di colpire l'Europa occidentale.
E ancora, nei files di Wikileaks si parla dei detenuti di Guantanamo utilizzati come merce di scambio. Quando gli Stati Uniti si sono trovati di fronte alla necessità di chiudere il carcere di Guantanamo, i presunti terroristi detenuti sono diventati moneta di scambio con gli alleati minori: alla Slovenia è stato detto di prendersi un prigioniero in cambio di un incontro con il presidente Obama. All'isola di Kiribati sono stati offerti incentivi milionari per convincerla ad imbarcare un gruppo di detenuti. Anche al Belgio sarebbe stato detto che prendersi qualche prigioniero sarebbe stato un sistema valido e poco costoso per diventare più importante in Europa.

 Assange
L'11 settembre della diplomazia mondiale - Le nuove rivelazioni di Wikileaks rischiano di diventare "l'11 settembre della diplomazia mondiale". Questa la convizione del ministro degli Esteri, Franco Frattini, poche ore prima della pubblicazione dei documenti segreti di Wikileaks.
"La diplomazia o è confidenziale o non è - ha detto Frattini, giunto a Doha, prima tappa della missione che nei prossimi giorni lo porterà a visitare cinque paesi del Golfo - e Wikileaks fa saltare tutti i rapporti di fiducia tra gli Stati". Per il titolare della Farnesina, così come "l'11 settembre ha cambiato gli assetti mondiali sul piano della sicurezza, così queste notizie lo cambieranno sul piano dei rapporti diplomatici". La conseguenza del rendere pubblici notizie e rapporti che dovevano rimanere circoscritti nell'ambito della riservatezza e segretezza, è che "a questo punto nessuno si fiderà più dell'altro", ha sottolineato Frattini. "Non è tanto la gravità del contenuto - ha aggiunto Frattini - ma le possibili conseguenze", a costituire motivo di preoccupazione. "Così si mettono anche a rischio i processi di pace", ha affermato ancora Frattini. In ogni caso, ha poi garantito il ministro, "niente può scalfire la solidità dei rapporti tra Stati Uniti e Italia".
E se ieri Frattini aveva parlato "dell'11 settembre della diplomazia", oggi attribuisce al fondatore del sito, Julian Assange una volontà criminale ("WikiLeaks vuole distruggere il mondo"), e ha invitato "la comunità internazionale a reagire compatta senza commentare e senza retrocedere sul metodo della diplomazia, senza lasciarsi andare a crisi di fiducia, che se diventa sfiducia reciproca può bloccare collaborazioni fondamentali per risolvere grandi situazioni di crisi".
Il titolare della Farnesina ha poi difeso il premier: "Berlusconi evidentemente non si sente né attaccato, né colpito, né offeso. Molte notizie che abbiamo letto erano già uscite sulle prime pagine dei giornali di opposizione". Infatti, sembra che, la prima reazione di Berlusconi al fatto che viene dipinto come un semplice portavoce di Putin in Europa e decisamente propenso ai festini, è stata una risata. Già, il presidente del Consiglio Silvio Berlusconi, ha scrtto l'Ansa citando fonti autorevoli, quando gli è stato riferito il contenuto delle rivelazioni di Wikileaks sull'Italia si è fatto una risata.



 
Aggiornato: 21 Dic 2010

Wikileaks è un sito di whistle-blowing Web che divenne il centro di un dibattito globale sul suo ruolo nella liberazione di migliaia di messaggi confidenziali circa la guerra in Iraq e Afghanistan e la condotta della diplomazia americana in tutto il mondo. Il sito Web di una volta-frangia, che mira a portare alla luce informazioni segrete sui governi e le società, è stata fondata nel 2006 da Julian Assange, attivista e giornalista australiano, insieme a un gruppo di attivisti che la pensano ed esperti di computer.
Wikileaks ha fatto la sua iniziale notorietà con la pubblicazione di materiali diversi come documenti sulle pratiche di dumping tossici in Africa, i protocolli da Guantanamo Bay, i messaggi e-mail di Sarah Palin 's conto personale e 9 / 11 messaggi cercapersone. Quando ha pubblicato decine di migliaia di rapporti confidenziali campo militare circa le due guerre, nel luglio 2010, è stato denunciato da funzionari americani per mettere in pericolo la vita dei soldati e dei civili. Il rilascio nel mese di dicembre in ritardo di alcuni di un tesoro di 250.000 cavi diplomatico ottenuto da Wikileaks ha portato alla rabbia e alla critica da parte di funzionari di tutto il mondo.
Wikileaks fatto il materiale in Iraq e Afghanistan a disposizione un certo numero di agenzie di stampa, tra cui The New York Times, in anticipo. The Guardian ha condiviso la collezione diplomatica del cavo con il New York Times. All'inizio di dicembre, Wikileaks aveva postato solo poche migliaia sul suo sito web.
Secondo un cavo dicembre 2006, poco dopo l'avvelenamento da radiazioni a Londra di un ex ufficiale del KGB, Alexander Litvinenko V. , un alto funzionario russo ha affermato che Mosca era stata tailing suoi assassini prima di morire, ma era stato sventolato fuori dai servizi di sicurezza di Gran Bretagna. L'affermazione russo, negata dai funzionari inglesi, sembrava di rivivere una teoria che i servizi segreti britannici hanno svolto un ruolo oscuro nell'omicidio.
Il subbuglio per l'uscita dei cavi diplomatico ha coinciso con il montaggio dei problemi legali per il signor Assange, che è anche indagato in relazione a accuse di stupro e molestie che coinvolge due donne svedesi. Egli ha negato le accuse, dicendo che le relazioni erano consensuale, ma su 7 Dicembre 2010 in Gran Bretagna la polizia lo ha arrestato su mandato svedese connesso con i reati presunti sesso. Mr. Assange è stata inizialmente negata la cauzione da un tribunale di Londra, ma poi rilasciato su cauzione di 315.000 $. Egli sta combattendo l'estradizione in Svezia.
Entro 12 ore dalla decisione di negare il signor cauzione Assange, gli attacchi contro i siti web di Wikileaks "nemici", come definito dai tifosi appassionati dell'organizzazione di tutto il mondo, ha causato diversi siti Web aziendale per diventare inaccessibili o rallentare notevolmente.
In una campagna che aveva alcuni attivisti Internet che dichiara l'inizio di una "guerra cibernetica", le linee di battaglia sono in corso di elaborazione sempre più chiare. I sostenitori di Mr. Assange lui lanciato come un crociato, e nemici, compresa l'amministrazione Obama, infuriato dalle rivelazioni del materiale sensibile la cui pubblicazione, dicono che minaccia gli interessi di sicurezza americani, alleanze e vive.
Nel mese di dicembre, è stato segnalato che i procuratori federali a Washington che stavi cercando prove che consentano loro di caricare il signor Assange con aiutando l'analista di intelligence dell'esercito sospettati di perdita delle informazioni. I pubblici ministeri americani credono che se lo ha fatto, avrebbero potuto caricare il signor Assange come un cospiratore, piuttosto che un destinatario passivo dei documenti.

Il Sito Web
Wikileaks ha un nucleo di cinque volontari a tempo pieno e ci sono 800 a 1000 persone che il gruppo può chiedere ad esperti in settori quali la crittografia, programmazione e comunicati per iscritto.
Mr. Assange usato anni di pirateria informatica e ciò che gli amici chiamano un genio vicino IQ per stabilire WikiLeaks nel 2006, ridefinendo whistle-blowing raccogliendo i segreti alla rinfusa, la loro memorizzazione al di là della portata dei governi e altri determinati a recuperarli, quindi rilasciando istantaneamente , e nel mondo.
Negli ultimi mesi, alcuni dei Mr. Assange più stretti collaboratori in WikiLeaks lo hanno abbandonato, chiamandolo autocratico e capricciosa e accusandolo di rinnegare pegno originale WikiLeaks di imparzialità di lanciare un attacco concertato contro gli Stati Uniti
Wikileaks pubblica il suo materiale sul proprio sito, che è ospitato su un server di poche decine in tutto il mondo, compresi paesi come Svezia, Belgio e Stati Uniti che l'organizzazione ritiene amichevole ai giornalisti e leakers documento.
Essendo ovunque, ma in nessun luogo preciso, Wikileaks è, in effetti, al di là della portata di qualsiasi istituzione o governo che spera di farla tacere.
Perchè si basa su donazioni, tuttavia, Wikileaks dice che ha lottato per mantenere i server online. Ha trovato morale, ma non finanziaria, il sostegno da parte di alcuni organi di informazione, come il The Guardian in Gran Bretagna, che ha detto in gennaio che "Se volete leggere il rivelazioni del futuro, è il momento di chip dentro"
Wikileaks è cresciuta sempre più controverso in quanto ha pubblicato più materiale. (L'esercito degli Stati Uniti ha chiamato una minaccia per le sue operazioni in un rapporto nel marzo 2010.) Molti hanno cercato di mettere a tacere il sito; in Gran Bretagna, Wikileaks è stato utilizzato un numero di volte di sottrarsi a provvedimenti inibitori sulla pubblicazione da parte dei giudici che ha stabilito che il materiale sarebbe violare la privacy delle persone coinvolte. I giudici si sono invertiti quando hanno scoperto come le loro decisioni sono state inefficaci.
Battaglie legali
Con Assange di arresto il signor, le autorità si è rivelato a provocare avrà un nuovo livello di controllo sui suoi movimenti, anche se non necessariamente su Wikileaks. I suoi lunghi mesi di lavoro autonomo, rifugiato di cui sono finiti. Abituati ad una vita nell'ombra, stare con gli amici, pagando in contanti e comunicare principalmente da Twitter , ha aggiunto un senso di mistero alla celebrità - o la notorietà - che si è sviluppata intorno a lui.
In una reazione ai suoi problemi legali in Gran Bretagna, un messaggio sul feed WikiLeaks Twitter ha detto che il gruppo era "deluso dalla decisione bizzarra del sistema giudiziario del Regno Unito di rifiutare cauzione" per il suo fondatore, ma ha aggiunto che il rilascio del segreto di Stato cavi Dipartimento che ha iniziato la settimana scorsa avrebbe "portato avanti come previsto".
Il procuratore generale Eric H. Holder Jr. ha detto che funzionari americani stavano conducendo "una molto grave, attiva, indagini in corso che è di natura penale" nella release Wikileaks, una posizione di amministrazione ha dichiarato di Obama per mesi, da quando cominciò a rilasciare WikiLeaks segreto documenti del Pentagono sulle guerre in Iraq e Afghanistan in estate.
Ma l'arresto Londra potrebbe complicare le cose per Washington, il backup di qualsiasi procedimento penale può essere avviata nei confronti del Sig. Assange dietro l'inchiesta svedese. Svezia e Gran Bretagna hanno trattati di estradizione con gli Stati Uniti, ma entrambe le sentenze consentire l'estradizione di essere oggetto di ricorso alla Corte europea dei diritti dell'uomo di Strasburgo, in Francia.
Un primo tentativo di chiudere il sito Wikileaks ha coinvolto un giudice distrettuale degli Stati Uniti Corte in California. Nel 2008, il giudice Jeffrey S. White ha ordinato la versione americana del sito arrestato dopo che ha pubblicato i documenti riservati che una filiale di una banca svizzera. Due settimane più tardi egli stesso invertito, in parte, riconoscendo che l'ordine ha avuto poco effetto, perché lo stesso materiale è stato possibile accedere a una serie di altri "siti mirror."
L'esercito ha incaricato Pfc. Bradley Manning con la divulgazione di un video classificato di un attacco elicottero americano a Wikileaks, così come più di 150.000 diplomatico cavi classificate. Il privato è anche il principale sospetto nella divulgazione di WikiLeaks di oltre 90.000 documenti classificati sulla guerra afghana.
Attacchi informatici
Centinaia di attivisti Internet montati attacchi di rappresaglia ai primi di dicembre 2010 i siti web delle società multinazionali e di altre organizzazioni che considera ostili all'organizzazione antisecrecy e il suo fondatore incarcerati.
Obiettivi degli attacchi, in cui gli attivisti travolto i siti con il traffico, incluso il sito Web di MasterCard, che aveva smesso di donazioni di trasformazione per Wikileaks, Amazon.com, che ha revocato l'uso del proprio server, e PayPal, che ha smesso di accettare liberalità per Assange gruppo di Mr.. Visa.com risente anche degli attacchi, così come i siti web di svedese l'ufficio del procuratore e l'avvocato che rappresenta le due donne le cui accuse di cattiva condotta sessuale sono alla base di estradizione offerta di Svezia.
La velocità e la portata degli attacchi sembrano mostrare la solidità del sostegno tra gli attivisti del computer per il signor Assange, che è apparso sempre più isolato negli ultimi mesi in mezzo al furore alimentata dal sito Web di WikiLeaks distacco di centinaia di migliaia di documenti segreti del Pentagono sulla guerre in Afghanistan e in Iraq.
La attacchi cibernetici in Assange di difesa Mr. sembrano essere state coordinate da Anonymous, un gruppo affiliato liberamente di hacker attivisti che hanno individuato altri gruppi prima, tra cui la Chiesa di Scientology .
Anonimo ha rivendicato l'attentato MasterCard nei messaggi Web e, secondo un attivista associato con il gruppo, onde condotti degli attacchi contro le altre società. Il gruppo ha detto le azioni sono parte di uno sforzo chiamata Operazione Payback, che era iniziato come un modo di punire le imprese che hanno tentato di fermare Internet file-sharing e download di film.
La attacchi informatici su società sono stati visti da molti sostenitori come un contrattacco contro gli Stati Uniti. Mr. Assange sostenitori online hanno ampiamente condannato l'amministrazione Obama, come la mano invisibile coordinare gli sforzi per soffocare WikiLeaks negando suo finanziamento e sopprimendo la sua rete di server.
Omicidio di avvelenamento da radiazioni
Un cavo, datato 26 dicembre 2006, e la dicitura "segreto", fu uno dei tanti nella miniera WikiLeaks che ha cercato di esaminare la questione ancora senza risposta di chi esattamente ha ordinato l'uso di un raro isotopo radioattivo, il polonio 210 , ad avvelenare un ex ufficiale del KGB, Alexander Litvinenko V. , morto il 23 novembre, 2006. Russia produce il polonio commercialmente, ma il processo è gelosamente custodito e gli investigatori britannici hanno concluso che l'isotopo non avrebbe potuto essere facilmente deviato senza intervento di alto livello.
Un alto funzionario russo ha affermato che Mosca era stata tailing Mr. Litvinenko gli assassini prima di morire, ma da funzionari dei servizi di sicurezza britannici li fermò. L'affermazione russo, negata dai funzionari britannici, è apparso per dare vita a una teoria che gli inglesi giocato un qualche tipo di ruolo nell'uccisione - un concetto espresso a suo tempo da alcuni a Mosca per sviare le accuse di coinvolgimento del Cremlino nell'omicidio.
Un cavo separato da Parigi ha suggerito che almeno un alto funzionario americano, Daniel Fried , sembrava scettico di dichiarazioni di Vladimir Putin - allora il presidente della Russia e ora primo ministro - che egli non era a conoscenza degli eventi che porta alla distruzione, che la Gran Bretagna ha attribuito a un altro ex ufficiale del Kgb, Andrei Lugovoi K. .
Lugovoj, ora membro del parlamento russo, ha negato oneri britannico che ha ucciso il signor Litvinenko con il polonio scivolare in una teiera in un albergo inglese, dove i due uomini si è riunito il 1 Novembre 2006. La Russia ha rifiutato la richiesta britannica di estradizione di Lugovoj e il rapporto tra due paesi non si è completamente ripreso da ceppi profondo dopo la morte di Mr. Litvinenko.
http://topics.nytimes.com/top/reference/timestopics/organizations/w/wikileaks/index.html?scp=1-spot&sq=%20Wikileaks&st=cse
indirizzo diretto IP (213.251.145.96)   nuovo indirizzo http://www.wikileaks.ch/ .

Wikileaks,Julian Assange,Giordania,Hamid Karzai,Afghanistan,Berlusconi,Putin,Merkel,New York Times,Obama,Dibble,Clinton,Medvedev,Frattini,Gheddafi,ElPais,Usa,Iran,

 
Wikileaks, arrestato Assange da Scotland Yard / Wikileaks founder Julian Assange arrested in London solleviamoci | dicembre 7, 2010 at 12:17 pm
Categorie: estero, giustizia, informazione, italia, libertà, politica, proteste, società | URL: http://wp.me/pbWrX-8rz
Wikileaks, arrestato Assange da Scotland Yard
Un gruppo di hacker attacca PayPal e PostFinance in risposta alla chiusura delle donazioni per il sito informatico
ROMA (7 dicembre) - Il fondatore di Wikileaks Julian Assange, è stato arrestato da Scotland Yard poco dopo le 11 di questa mattina. Era ricercato dall’Interpol dopo un mandato d’arresto spiccato dalla magistratura svedese accusato di stupro. Assange aveva fatto sapere attraverso i suoi legali, che avrebbe chiesto oggi assistenza alle autorità consolari australiane in Gran Bretagna dove si è rifugiato, e in Svezia. Allo stesso tempo, rivela il suo avvocato britannico Mark Stephens al quotidiano The Australian, Assange sta considerando di intentare causa per diffamazione alla premier australiana Julia Gillard, che lo ha accusato di "condotta illegale”. Stephens non ha voluto dire dove si trovi il suo cliente, ma ha assicurato che le autorità britanniche e svedesi lo possono contattare per interrogarlo quando lo desiderano e infatti non hanno avuto difficoltà ad arrestarlo.
Un gruppo australiano di 200 personalità di spicco, fra cui lo scrittore Noam Chomsky, l’ex presidente del tribunale di famiglia d’Australia Alastair Nicholson e l’ex ufficiale di intelligence Lance Collins hanno fatto appello alla premier Gillard perché difenda Assange alla luce dei ripetuti appelli, specie dagli Usa, ad ucciderlo, e perché assicuri che «ogni procedura legale a suo carico aderisca pienamente ai principi della legge e della giustizia».
Gruppo di hacker difende Assange. Un network di hacker, “Operation Payback”, afferma di aver lanciato con successo oggi attacchi informatici contro PayPal e PostFinance, in risposta alla chiusura delle donazioni per Wikileaks e del conto di Julian Assange in Svizzera. «La banca svizzera (PostFinance) che ha chiuso il conto a Assange è stata tirata giù oggi con un Ddos attack (negazione del servizio, lo stesso lanciato in più occasioni contro i domini di Wikileaks in questi giorni, ndr)», recita un annuncio del gruppo su Twitter. Qualche ora prima, un altro assalto informatico era stato lanciato contro PayPal, sempre da Operation Payback. Le due società non hanno confermato la notizia. Su Twitter, il gruppo aveva annunciato con anticipo «l’ora X» invitando i membri a «fare fuoco» al momento convenuto. Operation Payback è un gruppo hacker di «difensori della pirateria informatica» nato per rispondere ai tentativi di oscurare Torrent e altri programmi di condivisione dei file in rete messi in atto da «hacker pagati dalle aziende» per tutelare il copyright.
Tremila dispacci sull’Italia. Sarebbero 2.947 i file dalle sedi diplomatiche statunitensi in Italia consegnati da Wikileaks ai media partner: 2.890 da Roma, 10 da Firenze, 38 da Milano, 19 da Napoli. Lo si evince dalla mappa degli oltre 251.000 file dalle ambasciate e consolati Usa nel mondo pubblicata dal tedesco Der Spiegel, che sostanzialmente coincide con le altre rese note dai media partner di Wikileaks. La gran parte dei «file italiani» sarebbe concentrata nel decennio 2000-2010.
Corea del Nord vende missili a Iran, Hezbollah e Hamas. La Corea del Nord vende missili e tecnologia militare a Iran e Siria, che finiscono nelle mani di Hezbollah in Libano, Hamas a Gaza e gruppi armati in Iraq. A rivelarlo sono alcuni cablogrammi inviati dal Dipartimento di Stato e dalle ambasciate americane in diversi Stati del Medio Oriente riportati dai media partner di Wikileaks, tra cui lo spagnolo El Pais e l’americano New York Times. Dai documenti - si legge sul giornale madrileno - si può evincere che alla radice del traffico di armi tra i Paesi arabi più radicali «c’è il programma missilistico della Corea del Nord».
Ortega è un pazzo. Secondo dispacci dell’ambasciata Usa a Managua, il Nicaragua «Stato criminale» viene finanziato dalle reti internazionali del narcotraffico e, da qualche anno, anche grazie alle «valige piene di soldi» inviate del presidente venezuelano Hugo Chavez. «Il presidente è completamente pazzo ... è diventato una minaccia per il Paese», afferma riferendosi a Daniel Ortega uno dei cable partiti nella primavera del 2009 dall’ambasciata di Managua e diretti a diversi uffici Usa.
.


7 December 2010 Last updated at 10:55 GMT
Wikileaks founder Julian Assange arrested in London
The founder of the whistle-blowing website Wikileaks, Julian Assange, has been arrested by the Metropolitan Police.
 Julian Assange denies sexually assaulting the two women
 
The 39-year-old Australian denies allegations he sexually assaulted two women in Sweden.
Scotland Yard said Mr Assange was arrested on a European arrest warrant by appointment at a London police station at 0930 GMT.
He is due to appear at City of Westminster Magistrates' Court later.
Mr Assange is accused by the Swedish authorities of one count of rape, one of unlawful coercion and two counts of sexual molestation, alleged to have been committed in August 2010.
Police contacted his lawyer, Mark Stephens, on Monday night after receiving an European arrest warrant from the Swedish authorities.
An earlier warrant, issued last month, had not been filled in correctly.
Mr Stephens said his client was keen to learn more about the allegations and anxious to clear his name.
He said: "It's about time we got to the end of the day and we got some truth, justice and rule of law.
"Julian Assange has been the one in hot pursuit to vindicate himself to clear his good name."
Mr Stephens said Mr Assange had been trying to meet the Swedish prosecutor in various ways to find out the details about the allegations he faces.
Mr Assange has come in for criticism in the last week for the revelations made on Wikileaks.
On Monday, Foreign Secretary William Hague criticised the website for publishing details of sensitive sites, including some in the UK, saying they could be targeted by terrorists.
Former US vice-presidential candidate Sarah Palin has described Mr Assange is "an anti-American operative with blood on his hands".
Wikileaks was forced to switch to a Swiss host server after several US internet service providers refused to handle it.
It has also come under cyber attack.
More on This Story
Related stories
Profile: Julian Assange 01 DECEMBER 2010, WORLD
Swiss bank freezes Wikileaks cash 06 DECEMBER 2010, WORLD

fonte:  http://www.bbc.co.uk/news/uk-11937110

2 commenti:

continuate a usare la scolorina ha detto...

cancellate pure con la scolorina dell'ignoranza e della infamia condita d'ignomia diffusa nel cervello
tanto quello che cancellate lo sa tutta isola e non serve a nulla cancellare le verita riportate in più siti
alla faccia della invocata libertà di stampa .... predicate........
infatti predicate bene e razzolate male malissino in malafede per partito preso
non siete obiettivi ma mariuoli ecc ecc ecc avete perudto quel poco di credibilità ma ora con la scolorina vui siete sbuttanati

CHIAREZZA E VERITA ha detto...

Ecco cosa avete cancellato con la scolorina
TORRETTA. SEQUESTRATI BENI PER 6 MILIONI DI EURO ALL’IMPRENDITORE MIGNANO
6 dicembre 2010 - 14:27
Beni per circa sei milioni di euro sono stati sequestrati dal Gico della guardia di Finanza a Rosario Mignano, 46 anni imprenditore edile di Torretta. Mignano è stato arrestato il 30 luglio 2007 con l’accusa di avere agevolato il controllo e la gestione degli appalti pubblici da parte della mafia, favorendo in particolare il boss Vincenzo Brusca al quale Mignano si sarebbe rivolto per la soluzione di questioni burocratico-amministrative derivanti dalla irregolarità ed incompletezza delle concessioni edilizie necessarie. A Brusca poi, spettavano anche le decisioni sulle ditte che dovevano effettuare i lavori e le necessarie forniture al cantiere per la costruzione di alcune case in contrada Falconieri a Torretta, Comune sciolto per mafia nel 2005, a causa anche delle irregolarità evidenziate nel procedimento relativo al piano di lottizzazione. Rosario Mignano, insieme ad altre 13 persone è stato coinvolto nel 2007, nell’operazione “Passo di Rigano”, con l’accusa di aver agevolato il controllo e la gestione degli appalti pubblici da parte di “Cosa Nostra” e in particolare, dell’articolazione territoriale di Torretta e del suo reggente Vincenzo Brusca. In particolare, Mignano, ritenuto concorrente esterno della mafia, viene contestato un imponente operazione imprenditoriale, l’acquisto, la lottizzazione e l’edificazione di un terreno appunto in contrada Falconieri a Torretta, in piena intesa col presunto boss Vincenzo Brusca. Nel 2008 Rosario Mignano è stato condannato a cinque anni di carcere dal gup di Palermo. E adesso per l’imprenditore in odor di mafia è arrivata anche la confisca dei beni da parte della Guardia di Finanza. A Mignano è stato dunque sequestrato un patrimonio di circa 6 milioni di euro tra la ditta di sua proprietà, terreni, immobili, automezzi e disponibilità finanziarie.

LEGGETE ISOLANI E OLTE COSE VI SARANNO CHIARE A TUTTI