L'informazione è il diffondere, il far conoscere quello che qualcuno non vuole che si sappia, il resto è solo propaganda. L'informazione è un diritto. L'informazione come possibilità di scelta.
Con il termine mafia si intende un sistema di potere esercitato attraverso l’uso della violenza e dell’intimidazione per il controllo del territorio, di commerci illegali e di attività economiche e imprenditoriali; è un potere che si presenta come alternativo a quello legittimo fondato sulle leggi e rappresentato dallo Stato.


Un sistema di contro-potere dunque (a volte chiamato anti-Stato proprio per questa sua caratteristica), con una gestione gerarchica e verticistica, basata su regole interne a loro volta fondate sull’uso della violenza e dell’intimidazione.


È questa la vostra politica? Se avete un minimo di cervello usate gli attributi per un confronto Sui programmi. Ma vedo che alla fine usate i soliti mezzucci utilizzando i soliti servi sciocchi meschini e accattoni per cercare di fermare le persone.
Bene sappiate che io vado avanti lo stesso a testa alta e con schiena dritta e che voi siete sot
tocontrollo.



"Bisogna sempre avere il coraggio delle proprie idee e non temere le conseguenze perché l’uomo è libero solo quando può esprimere il proprio pensiero senza piegarsi ai condizionamenti " (Charlie Chaplin).























venerdì 27 agosto 2010

BENVENUTI IN PARADISO

*Una Svolta nel giallo Maiorana indagata la compagna del padre










"Sorelle Pomiero s.n.c. di Pomiero Maria Grazia” licenza 13/08 illegittima?

"Sorelle Pomiero s.n.c. di Pomiero Maria Grazia” licenza 13/08 illegittima?

Regione Sicilia
Dipartimento Regionale Urbanistica
Servizio II° U.O.2.1.




Prot 48676 29.7.2010
Prot Isola 11019 10 agosto 2010

OGGETTO: Comune di Isola delle Femmine Accertamento ispettivo su segnalazione della Regione Carabinieri Sicilia, Stazione di Isola delle Femmine riguardo il rilascio della Concessione edilizia n. 13/08 alle  “Sorelle Pomiero s.n.c.”.
Contestazione ex art 53 L.R. n 71/78

Raccomandata A.R.


Al Responsabile del settore III° dell’U.T.C.
I Servizio: Urbanistica ed edilizia privata
Largo Colombo 1 del Comune di
Isola delle Femmine

Alla Signora Pomiero Maria Grazia
Legale rappresentante delle “Sorelle Pomiero
s.n.c. di Pomiero Maria Grazia”
Via Salvatore D’Acquisto 2
Isola delle Femmine

Al Geom Impastato Giovanni
Via Falcone 84
Isola delle Femmine

e p.c. al sig Sindaco
Del Comune di
Isola delle Femmine

Al segretario Comunale di
Isola delle Femmine

Alla Regione Carabinieri Sicilia
Stazione di
Isola delle Femmine

Al Servizio 5/DRU Vigilanza Urbanistica
Sede

A seguito della specifica richiesta della regione Carabinieri Sicilia – Stazione di Isola delle Femmine prot n 148/1 del 16/5/2009 (assunta al prot assessoriale al n 37567 il 18/5/2009, con D.D.G. n 770 del 21/7/2009, è stato disposto apposito intervento ispettivo mirato all’accertamento della sussistenza o meno di profili di illegittimità sulle procedure per il rilascio della Concessione edilizia n 13/08, che codesto Comune ha rilasciato alla ditta “Sorelle Pomiero s.n.c. di Pomiero Maria Grazia” per la realizzazione di 3 villette in zona “C2”, in assenza di Piano di lottizzazione.
In Ordine a detta Concessione edilizia, si ritiene che per la stessa sussistono i requisiti di annullamento di cui all’articolo 53 della L.R. 71/78, in quanto dall’esame degli atti ed elaborati acquisiti in sede ispettiva, sono stati rilevati elementi che portano a ritenere illegittima la Concessione edilizia n. 13 del 14/5/2009, che il dirigente responsabile pro-tempore del III° Settore dell’U.T.C. I° Servizio Urbanistica ed edilizia privata ha rilasciato alla ditta “Sorelle Pomiero s.n.c. di Pomiero Maria Grazia”.
In particolare si rileva che:
1)    il lotto di terreno su cui insistono i progetti oggetto di concessione n 13/08, non possiede le caratteristiche di lotto intercluso, entro cui potrebbero essere rilasciate concessioni edilizie, in  quanto si, il lotto si affaccia su pubblica via, ma nessuno degli altri due lati comprende un lotto edificato;
2)    la mancanza di un processo di urbanizzazione già realizzato pressoché interamente.
3)    Impossibilità dell’Amministrazione Comunale di procedere alla monetizzazione delle opere di urbanizzazione secondarie, in considerazione che i vincoli preordinati all’esproprio erano già decaduti (P.R.G. approvato con D.A. n. 83/1977)
A ulteriore chiarimento ed a supporto di tali rilievi, si allega alla presente copia dell’atto ispettivo, nelle parti salienti, che condiviso si pone a supporto delle motivazioni della presente contestazione.
Per quanto sopra rappresentato si formula, ai sensi e per gli effetti dell’art 53 della L.R. n 71/78, formale contestazione sulla  legittimità della concessione edilizia n 13/08, rilasciata alla ditta “Sorelle Pomiero s.n.c. di Pomiero Maria Grazia” e sui conseguenti atti comunali, rilasciata dal Responsabile del Dirigente responsabile pro-tempore del III° Settore dell’U.T.C. I° Servizio Urbanistica edilizia privata e si ingiunge, qualora i lavori fossero iniziati, la contestuale sospensione degli stessi.
In ordine alla presente, ai sensi e per effetto del comma 3 dell’art 53 della L.R. n 71/78, le SS.LL. potranno formulare e presentare proprie controdeduzioni entro il termine di 30 (trenta) giorni dalla data di ricezione della presente.

IL dirigente dell’U.O. 2.1.
Arch N Corradino

IL Dirigente del Servizio II°
Arch E. Quirino

Verbale Commissione Edilizia 2007
PARCO URBANO?
Cosa dice la CEC!

Sorelle Pomiero s.n.c.,A.R.T.A. Sicilia,licenza 13/08,voto di scambio,comparto 1,Portobello,Dionisi,Impastato,Poteri forti,Elezioni 2009,Isola delle Femmine,Bologna,Rubino


 

 

 

 

 

 

 
Gustosita,Serio Nunzio,Bruno Pietro,Isola delle Femmine,Copacabana,Ferrarello,Cinà Pietro,Zappulla,Pipitone,Di Maggio,Francesco Puglisi,Almeyda,Pulizzi,Arch Puccio Giuseppe,Saracen,Razzanelli,Spataro,Ceraulo,Calliope,Maiorana,Alamia Paolo,Bandiera,Lopez,Guccione,Salvatore Sbeglia,Fiorella Pierina,Roberto Altadonna

mercoledì 25 agosto 2010

IL comitato della legalità ci scrive per segnalarci......

il comitato della legalità scrive e segnala:


Verifica immobile Paolo Aiello Corso Italia, Favaloro Giuseppa, Aiello Paolo Via Sciascia, Giucastro Giuseppe Via Verdi, Giucastro Alessandro Via Verdi, Billeci Pierina Via Sciascia, Lucido Salvatore Via Toscanini, D'Arpa Sandro Viale della Torre



Segnalazione Abusivismo D'Arpa Francesco padre dell'architetto D'Arpa Sandro Cpo Ufficio Tecnico Comunale di Isola delle Femmine






Contestazione verale di ordinanza a Romeo Antonino Via Toscanini e denuncia condizionamenti da parte dell'amministrazione all'architetto Albert Giovanni (licenziato qualche anno addietro, a seguito di una sentenza è statoi reitegrato in servizio. Il licenziamento a seguito dell'accusa di "celare" oltre 800 pratiche di sanatoria edilizia, in realtà aveva denunciato casi di abusivismo contro gli stessi amministratori che poi con un delibera di giunta lo hanno licenziato. Isola delle Femmine zona franca non esiste il conflitto di interesse)




martedì 17 agosto 2010

Un milione per la casa inquinata dal cementificio

*Una Svolta nel giallo Maiorana indagata la compagna del padre

Un milione per la casa inquinata dal cementificio

La comprerà il Comune. Il proprietario è malato da tempo.

Un milione centomila euro.

E’ questa la cifra per la quale il Comune ha acquistato una casa in via………. , a pochi metri dal cementificio, il cui rogito dovrebbe avvenire proprio in questi giorni.

La ragione ufficiale della spesa è che in quel terreno dovrà sorgere il nuovo deposito degli atti storici del Comune sono ormai trascorsi 150 anni dalla sua proclamazione, inoltre sarà sede degli annali che formano la storia della Fattoria degli animali e dei suoi personaggi -Il Professore, il Cecchino, il Pennuto Rosso , il giullare di corte, il PALmuto e tutti gli altri animali della fattoria-.

In realtà sembra si tratti dell'epilogo silenzioso di una controversia iniziata più di dieci anni fa tra la famiglia proprietaria della casa e l’amministrazione.

Una vicenda fatta di visite in Comune, appelli al Professore e tonnellate di lettere

«Una volta questa era la zona più chic del litorale palermitano - racconta con nostalgia l’interessato - la nostra spiaggia era considerata la spiaggia della nobiltà, nel nostro porticciolo attraccavano yacht lussuosi, poi è arrivato il cementificio».

E ha portato con sé polveri, inquinamento e rumore.

«Quando hanno costruito il terzo forno è stato fatto uno studio, secondo il quale a un chilometro di raggio dal cementificio non potevano vivere animali, piante e neanche uomini.

E nel raggio di due chilometri si registrava il 50% in più di inquinamento una volta un di quelli Istituti specializzati, sembra abbiano rilevato persino del cromo esavalenteVI considerato altamente cancerogeno.

Ma lei vede dove viviamo? Ci dicevano avete ragione, ma non ci sono i soldi... aggiunge.

Esasperata, la famiglia ha dato tutto in mano ad un avvocato.

E, a giudicare dall’accordo raggiunto, sembra che le loro ragioni siano state finalmente ascoltate.

A smuovere la GIUNTA, a quanto pare, sarebbe stata una cartella clinica che ha fatto capolino in mezzo alle carte legali .

Si tratta di quella del padre di famiglia, lavoratore agricolo, che da vent’anni respira, lavora e mangia polveri sottili.

Anche attraverso la frutta e la verdura che coltiva.

Da anni l’uomo lamenta diversi sintomi, male ai muscoli, artrite, polmonite.

Ma del fatto che l ’aria che si respirava non facesse così bene, l’uomo si era accorto già molto tempo prima.

I primi segnali gli erano venuti dai suoi compaesani pescatori, da parecchio tempo ormai, le reti che tiravano continuavano ad essere quasi vuote. Loro davano la colpa degli scarichi a mare.

Si vociferava che le industrie scaricassero direttamente a mare.

Si raccontava in giro del percolato del deposito del “carbone” che finiva a mare attraverso le falde acquifere, la causa accreditata dalle Autorità fu che il deposito del carbonile non era sufficientemente impermeabilizzato.

Gli animali, avevano iniziato a traslocare e a smettere di riprodursi: «Di allevare conigli ho smesso, perché non conveniva più.

Le coniglie avevano smesso di figliare.

Le rondini se ne sono andate via tutte, meno una coppia, che continua a tornare ogni anno.

Ma i loro piccoli non sopravvivono: fanno il nido e i piccoli invece di volare via cadono morti dal nido.

Avevamo una scrofa che ha abortito.

Sono sparite le lucciole, le falene e i passerotti...», racconta.

Gli animali se ne sono andati.

L’uomo, animale intelligente, secondo il PROFESSORE può restare senza problemi .




Soffocati dalla polvere del cemento
Caricato da isolapulita. - Video notizie in tempo reale


Intanto che gli Uffici Preposti preparano gli atti per la stipula del contratto di acquisto della casa “inquinata”, all’interno della sede estiva della fattoria degli animali (di orwelliana memoria) tutti sono intenti a firmare le ultime licenze concesse, atti in favore di... incarichi di consulenze e....
La riunione nella fattoria degli animali termina con la messa a punto dei nuovi piani in proiezione di una maggiore espansione e di un più capillare e penetrante dominio territoriale.
Insomma ad ogni membro della fattoria sarà concesso un proprio PARADISO.

Succede invece che a molti kilometri di distanza, Maddaloni nel casertano i cittadini sono in rivolta contro un cementificio che sparge polvere bianca che ha provocato delle gravi malattie all’apparato respiratorio dei Cittadini e cosa ancor più grave che vogliono usare il cementificio per bruciare i rifiuti. (da noi a Isola delle Femmine grazie ad un’intensa campagna –durata tutta la campagna delle amministrative- del Pennuto Rosso unito al Professore sono riusciti a scongiurare il pericolo che stava perpetrando la Italcementi ).

A Maddaloni i Cittadini sono in rivolta per difendere il loro diritto alla salute messo a repentaglio dalla presenza sul territorio, in pieno centro abitato, di aziende che per legge sono considerate insalubri e quindi essere allocate lontane dal centro abitato.


I Cittadini di Maddaloni non possono più continuare a subire l’attività di un cementificio che non può più permanere nel centro abitato.


Gli abitanti delle zone prospiciente al cementificio si sentono in piena emergenza ambientale, un’emergenza che secondo loro non può più essere sottovalutata da NESSUNO.


I cittadini di Maddaloni lottano protestano scioperano fanno esposti si organizzano in comitati si rivolgono alle aziende sanitarie alle autorità locali provinciali regionali e nazionali si rivolgono alla Magistratura per difendere il diritto alla salute dei propri figli e della propria famiglia.


I Cittadini di Maddaloni
sentono la necessità di una generale riqualificazione del territorio.


I Cittadini di Maddaloni si rivolgono al Sindaco affinchè AGISCA nel rispetto della legge, e faccia capire al cementificio che non può più continuare nella sua azione inquinante e distruttiva. L’azione distruttiva del cementificio non può più giustificarsi con la salvaguardia dei livelli occupazionali.


I Cittadini di Maddaloni
sono convinti non vi può essere scelta tra salute e lavoro!


altri cavalli di razza
animali accampati
animali della fattoria
Animale avvistato in Via Siino
Cecchino
Cooperativa La Tiziana
cromo esavalenteVI
Dionisi PRG Progetto ed Elezioni
elezioni amministrative del 2009
Italcementi
Leoncini
LEONCINO
PALmuto
Professore
Professore
Professore
Pennuto Rosso
Rosso Pennuto
26 Luglio 2007 Leoncino: “Il P.R.G. viene adottato dal Consiglio Comunale, il 1994 ed PROGETTISTA era Ing. Enrico Mangiardi………….”
terzo forno

via……….

Notizie su: Italcementi, Qualità dell'aria, Salute, Occupazione, Autorizzazione Integrata Ambientale, Pet-coke, Aziende Insalubri, Ricorso al T.A.R., A.R.P.A.,Vigili Urbani, IPPC, Inquianmento delle falde acquifere, Cromo Esavalente, Centraline per il contro della qualità dell'aria, Mercurio, Zinco, Tumori, Crisi economica e Ripercussioni sulle aziende cementifere, Ristrutturazione Italcementi, Revamping, Rappresentanze Sindacali, Legambiente, Calusco d'Adda, La vita in diretta, S.I.C. e Z.P.S., Regione, Ente minerario, Denunce, querele, esposti, Portobello, Cutino, Licenza carbonile Raffo Rosso, Capannone su via libertà, Sviluppo Turistico di isola delle Femmine, Responsabilità sociale della Italcementi nei confronti della comunità isolana..........:

Italcementi Economia e Ristrutturazione

*ITALCEMENTI LAVORO SALUTE e SVILUPPO
*Italcementi di Vibo verso la crisi
*Cementeria Buzzi Unicem Osservazioni alla Valutazione Impatto Ambientale
*Italcementi Le Parrocchie contro il revamping
*Italcementi Monselice: la commissione ambiente boccia il revamping
*T.A.R.
*DECRETO DEL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI: Dichiarazione dello stato di emergenza in ordine alla situazione di crisi socio economico ambientale determinatasi, nel settore dello smaltimento dei rifiuti solido- urbani, nel territorio della Regione siciliana. Lombardo nominato Commissario straordinario
*Rifiuti e Bilanci Gestione dei rifiuti, Russo conferma Portobello smentisce
*Corte dei Conti Bilancio previsione 2008
*Ambiente e politica ad Isola delle Femmine
*Il Vespro

* D’Arpa viene emessa Ordinanza 67/R.O. 4.12.05
*D’Arpa Lottizzazione Di Matteo (Billeci, Marino…..)
*D’Arpa ROS sequestrano beni al catasto intestati a parenti del D’Arpa
*Aggiornamento di Sicileas Saracen Fin Imm Faraci Impastato D’Arpa una storia che si tinge di.......
*Elauto ufficio tecnico comunale prg parcheggio pubblico
*ELAUTO variante in corso d'opera
*Immordino avvocato (DELIBERA DI GIUNTA 61 23 7.09)
*l’architetto Sandro D’Arpa
*PRG Isola Norme di Attuazione D.A. 121/1983
*PRG Isola Norme di Attuazione D.A. 83/1977
*SEQUESTRO BENI di cui sono titolari parenti di un dipendente dell'Ufficio Tecnico Comunale

*Sorelle Pomiero snc di Pomiero Maria Grazia
*Rifiuti si dimette l’avv Palazzolo Giacomo con tutto il Consiglio di Amministrazione ATO PA1
*SICILIA troppi sprechi nella Pubblica Amministrazione
*Rifiuti Nomina Nuovo C.d.a. A.T.O. PA1
*RIFIUTI Emergenza Continua AFFARI garantiti
*Rifiuti: Rinvio a Giudizio per ex sindaco funzionari comunali e imprenditori
*Promemoria per il Signor “Sindaco” Professore Gaspare Portobello
*Sicilia, Via ai trasferimenti regionali
*Bellolampo Discarica e la Stagione Balneare
*Licenze Edilizie Rilasciate dal comune di Isola delle Femmine
*Alcune concessioni edilizie che siamo...
*L'ultimo mistero del bandito Salvatore Giuliano
*Questo è il bavaglio: Vi piace?
*Senatore Marcello Dell'Utri condannato a sette anni
*Rifiuti: nominato il nuovo CDA dell'ATO PA1
* Bilanci e Rifiuti
*Bilanci e Rifiuti Legge 9 Aprile 2010 Art. 14 Potere sostitutivo
*Bilanci e Rifiuti Legge 9 aprile/2010 Art. 4 Competenze dei comuni
*Bilanci e Rifiuti L.R. 19 22.12.05 articolo 21 comma 17
*Bilanci e Rifiuti: D.Lgs 18/8/2000 n 267 articolo 172
*Rifiuti e Bilanci Circolare Assessore Russo 8 giugno 2010
*Rifiuti e Bilanci Gestione dei rifiuti, Russo conferma Portobello smentisce
*238. D.Lgs 152/2006 Tariffa per la gestione dei rifiuti urbani.
*Bilancio Preventivo Consuntivo Corte dei Conti 2008 Isola
*Corte dei Conti Rendiconto Finanziario 2009 Regione Sicilia
*Progressioni verticali Art. 62 d.lgs n. 150/ 2009
*Progressioni verticali Corte dei Conti del. 10/2010
*Corte dei Conti scrive alla Provincia di Palermo 21 giugno 2010
*Conto Consuntivo 2009 i Revisori dei Conti..........
*L.R. 1/06 art 3 Misure di incentivazione per la riscossione dei tributi locali
*Trasferimento personale dal Comune all’APS accordo quadro
*trasferimento del personale all’APS
*Trasferimento Dip. Comuni ad APS L R 20/03 art 36 comma 1
*Bilanci Enti Locali patto di Stabilità 448/98 art 28
*BOCCIATO AL CONSIGLIO COMUNALE DI ISOLA DELLE FEMMINE IL CONTO CONSUNTIVO 2006
*C'è bisogno della forza di indignarsi
*Siamo Siamo quindici leoni....Siamo Siamo quindici leoni.....
*Commisione Ambiente 11 Giugno 2010
*Esposto Denuncia alla Magistratura Contabile Consuntivo 2009
*Conto Consuntivo 2007 Patto di Stabilità?
*NEI CASSETTI sotto chiave le fatture ATO PA1 2009
*Bilanci e Rifiuti Ass. Chinnici Circ 16 12/09 A/L Adempimenti Revisori dei Conti
*Conto Consuntivo 2008 e Variazione di Bilancio
*DUNE e ripascimento della spiaggia di Isola delle Femmine

Un milione per la casa inquinata dal cementificio BENZENE, CANCRO, CEMENTIFICI, CROMO ESAVALENTE VI, Diossine, INFARTO, INQUINANTI, mercurio, METALLI PESANTI, PETCOKE, POLVERI SOTTILI, rifiuti, TUMORI, VANADIO,

lunedì 16 agosto 2010

Scosse di terremoto nelle Isole Eolie

SCOSSE DI TERREMOTO NELLE ISOLE EOLIE





Scosse di terremoto nelle Eolie
Caricato da isolapulita. - Video notizie dal mondo.



SCOSSE DI TERREMOTO NELLE ISOLE EOLIE





Scosse di terremoto nelle Eolie
Caricato da isolapulita. - Video notizie dal mondo.

MAPPAIL CROLLO DEL COSTONE

LA FOTOGALLERY

LA TESTIMONIANZA:

UNA LUNGA SCOSSA MA NIENTE PANICO




Eolie, scossa di magnitudo 4.5

L'epicentro a Lipari: alcuni feriti

Una forte scossa di terremoto è stata registrata alle isole Eolie. Il sisma, con epicentro in mare a 6 km al largo di Lipari e a 19 km di profondità, ha avuto magnitudo di 4,5 gradi Richter, ed è stato avvertito dalla popolazione anche lungo la costa tirrenica della Sicilia, in particolare tra Capo d'Orlando e Milazzo, in provincia di Messina. A Lipari, a causa di frane e smottamenti, ci sarebbero quattro persone lievemente ferite.

Sull'isola gli smottamenti di terreno si sono verificati nella zona di Vallemura e sulla spiaggia della località. Sul posto si stanno recando le motovedette della Guardia Costiera per accertare anche eventuali danni. La guardia medica dell'isola ha rigerito che per il momento si sarebbero presentate solo "quattro persone che al momento della scossa si trovavano nella zona di Cala Valle Muria" dove si sarebbe staccato un costone di roccia. Il sindaco dell'isola Mario Bruno ha istituito un'Unità di Crisi.

Per la forte scossa, avvertita attorno alle 15, molti sono stati presi dal panico. A Salina la gente si è riversata in strada. A Quattrocchi e a Vulcano sono segnalati crolli. E' stata attivata la protezione civile che sta mandando un team di esperti.

Barca di Schifani sfiorata da massi

Il presidente del Senato, Renasto Schifani, che è in cavanza in barca proprio alle isole Eolie, è stata sfiorata da alcuni massi caduti in acqua dai costoni di Vulcano. La seconda carica dello Stato è stato traferito su una motovedetta della Guardia di finanza e sta raggiungendo Lipari da dove seguirà personalmente la situazione.

Ultimo aggiornamento ore 15:30

Leggi le testimonianze



Fonte :

http://www.google.com/url?q=http%3A%2F%2Fwww.lastampa.it%2Fredazione%2FcmsSezioni%2Fcronache%2F201008articoli%2F57661girata.asp&sa=D&sntz=1&usg=AFQjCNG7fn6DJ5g4v5P99rMjcgWIRYHFEg




16/8/2010 (15:52)

IL SISMA POCO PRIMA DELLE 15

Terremoto alle isole Eolie Frane e feriti lievi a Lipari

I sismologi hanno rilevato

una scossa di magnitudo 4,6

Soccorritori al lavoro per

stabilire l'entità dei danni

Il Messinese trema di nuovo. Alle 14.54 i sismologi hanno registrato una scossa di terremoto di magnitudo 4.6 nei pressi delle isole Eolie. La Protezione civile informa che le località prossime all’epicentro - localizzato in mare a 19 chilometri di profondità e a sei chilometri da Lipari - sono appunto l'isola stessa, Santa Marina Salina e Leni, tutte in provincia di Messina. La Sala Situazione Italia del Dipartimento della Protezione Civile sta svolgendo le verifiche per valutare eventuali criticità legate alla scossa. Secondo i rilievi registrati dall’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia «è stato un evento superficiale che si è sentito molto forte ed è stato avvertito in modo significativo anche sulla costa», ha detto il funzionario della sala sismica Luca Malagnini.

A causa della violenta scossa, ci sono stati smottamenti di terreno nella zona di Vallemura e sulla spiaggia della località. Il sindaco dell’isola Mario Bruno ha istituito un’Unità di Crisi e sul posto si stanno recando le motovedette della Guardia Costiera per accertare se ci sono feriti. Ci sarebbero anche alcuni feriti nell’isola di Lipari, presumibilmente sette persone lievemente contuse: secondo quanto si apprende da fonti dei soccorritori sarebbero stati investiti dalle frane verificatesi. Alcuni massi caduti in acqua dai costoni di Vulcano hanno quasi sfiorato il caicco sul quale si trova il presidente del Senato Renato Schifani; la seconda carica dello Stato è stato trasferito su una motovedetta della Guardia di Finanza e sta raggiungendo Lipari .

Il capo della Protezione civile Guido Bertolaso è già in contatto con il sindaco di Lipari per verificare i danni dopo la scossa di terremoto che ha colpito le Eolie e organizzare l’assistenza alla popolazione. Da Roma, dove si è riunita l’unità di crisi del Dipartimento della Protezione civile è in partenza per le Eolie un team con il responsabile delle emergenze Fabrizio Curcio per coordinare con le autorità locali gli interventi necessari che verranno discussi in una riunione in programma alle 16.30 al comune di Lipari. Nel frattempo autorità e soccorritori stanno cercando di verificare le informazioni relative ai feriti dopo le diverse segnalazioni giunte dall’Isola. Il bilancio non dovrebbe comunque essere grave.





Una scossa di terremoto di 4,5 gradi della scala Richter è stata registrata alle 14,54 alle isole Eolie. Secondo quanto si apprende da fonti dei soccorritori, a Lipari ci sarebbero state alcune frane che avrebbero investito alcune persone. «Fino a questo momento sono arrivate quattro persone che si trovavano nella zona di cala Valle Muria», ha riferito un sanitario di LIpari. «Le loro condizioni non destano particolare preoccupazione». Non sogno segnalati danni nelle cittadine delle isole Eolie, anche se sono in corso accertamenti più accurati... MORE

Lipari, guardia medica: Al momento 4 feriti lievi - MORE

Crollano alcuni costoni a Vulcano e Salina - MORE

(Update) TERREMOTO EOLIE: SETTE FERITI LIEVI PER FRANA A LIPARI - MORE


http://giorgius.ilcannocchiale.it/2010/08/16/terremoti_magnitude_45_sicily.html

Eolie, scossa di magnitudo 4.5

L'epicentro a Lipari: alcuni feriti

Una forte scossa di terremoto è stata registrata alle isole Eolie. Il sisma, con epicentro in mare a 6 km al largo di Lipari e a 19 km di profondità, ha avuto magnitudo di 4,5 gradi Richter, ed è stato avvertito dalla popolazione anche lungo la costa tirrenica della Sicilia, in particolare tra Capo d'Orlando e Milazzo, in provincia di Messina. A Lipari, a causa di frane e smottamenti, ci sarebbero quattro persone lievemente ferite.

Sull'isola gli smottamenti di terreno si sono verificati nella zona di Vallemura e sulla spiaggia della località. Sul posto si stanno recando le motovedette della Guardia Costiera per accertare anche eventuali danni. La guardia medica dell'isola ha rigerito che per il momento si sarebbero presentate solo "quattro persone che al momento della scossa si trovavano nella zona di Cala Valle Muria" dove si sarebbe staccato un costone di roccia. Il sindaco dell'isola Mario Bruno ha istituito un'Unità di Crisi.

Per la forte scossa, avvertita attorno alle 15, molti sono stati presi dal panico. A Salina la gente si è riversata in strada. A Quattrocchi e a Vulcano sono segnalati crolli. E' stata attivata la protezione civile che sta mandando un team di esperti.

Barca di Schifani sfiorata da massi

Il presidente del Senato, Renasto Schifani, che è in cavanza in barca proprio alle isole Eolie, è stata sfiorata da alcuni massi caduti in acqua dai costoni di Vulcano. La seconda carica dello Stato è stato traferito su una motovedetta della Guardia di finanza e sta raggiungendo Lipari da dove seguirà personalmente la situazione.

Ultimo aggiornamento ore 15:30

Leggi le testimonianze



Fonte :

http://www.google.com/url?q=http%3A%2F%2Fwww.lastampa.it%2Fredazione%2FcmsSezioni%2Fcronache%2F201008articoli%2F57661girata.asp&sa=D&sntz=1&usg=AFQjCNG7fn6DJ5g4v5P99rMjcgWIRYHFEg




16/8/2010 (15:52)

IL SISMA POCO PRIMA DELLE 15

Terremoto alle isole Eolie Frane e feriti lievi a Lipari

I sismologi hanno rilevato

una scossa di magnitudo 4,6

Soccorritori al lavoro per

stabilire l'entità dei danni

Il Messinese trema di nuovo. Alle 14.54 i sismologi hanno registrato una scossa di terremoto di magnitudo 4.6 nei pressi delle isole Eolie. La Protezione civile informa che le località prossime all’epicentro - localizzato in mare a 19 chilometri di profondità e a sei chilometri da Lipari - sono appunto l'isola stessa, Santa Marina Salina e Leni, tutte in provincia di Messina. La Sala Situazione Italia del Dipartimento della Protezione Civile sta svolgendo le verifiche per valutare eventuali criticità legate alla scossa. Secondo i rilievi registrati dall’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia «è stato un evento superficiale che si è sentito molto forte ed è stato avvertito in modo significativo anche sulla costa», ha detto il funzionario della sala sismica Luca Malagnini.

A causa della violenta scossa, ci sono stati smottamenti di terreno nella zona di Vallemura e sulla spiaggia della località. Il sindaco dell’isola Mario Bruno ha istituito un’Unità di Crisi e sul posto si stanno recando le motovedette della Guardia Costiera per accertare se ci sono feriti. Ci sarebbero anche alcuni feriti nell’isola di Lipari, presumibilmente sette persone lievemente contuse: secondo quanto si apprende da fonti dei soccorritori sarebbero stati investiti dalle frane verificatesi. Alcuni massi caduti in acqua dai costoni di Vulcano hanno quasi sfiorato il caicco sul quale si trova il presidente del Senato Renato Schifani; la seconda carica dello Stato è stato trasferito su una motovedetta della Guardia di Finanza e sta raggiungendo Lipari .

Il capo della Protezione civile Guido Bertolaso è già in contatto con il sindaco di Lipari per verificare i danni dopo la scossa di terremoto che ha colpito le Eolie e organizzare l’assistenza alla popolazione. Da Roma, dove si è riunita l’unità di crisi del Dipartimento della Protezione civile è in partenza per le Eolie un team con il responsabile delle emergenze Fabrizio Curcio per coordinare con le autorità locali gli interventi necessari che verranno discussi in una riunione in programma alle 16.30 al comune di Lipari. Nel frattempo autorità e soccorritori stanno cercando di verificare le informazioni relative ai feriti dopo le diverse segnalazioni giunte dall’Isola. Il bilancio non dovrebbe comunque essere grave.





Una scossa di terremoto di 4,5 gradi della scala Richter è stata registrata alle 14,54 alle isole Eolie. Secondo quanto si apprende da fonti dei soccorritori, a Lipari ci sarebbero state alcune frane che avrebbero investito alcune persone. «Fino a questo momento sono arrivate quattro persone che si trovavano nella zona di cala Valle Muria», ha riferito un sanitario di LIpari. «Le loro condizioni non destano particolare preoccupazione». Non sogno segnalati danni nelle cittadine delle isole Eolie, anche se sono in corso accertamenti più accurati... MORE

Lipari, guardia medica: Al momento 4 feriti lievi - MORE

Crollano alcuni costoni a Vulcano e Salina - MORE

(Update) TERREMOTO EOLIE: SETTE FERITI LIEVI PER FRANA A LIPARI - MORE


http://giorgius.ilcannocchiale.it/2010/08/16/terremoti_magnitude_45_sicily.html