L'informazione è il diffondere, il far conoscere quello che qualcuno non vuole che si sappia, il resto è solo propaganda. L'informazione è un diritto. L'informazione come possibilità di scelta.
Con il termine mafia si intende un sistema di potere esercitato attraverso l’uso della violenza e dell’intimidazione per il controllo del territorio, di commerci illegali e di attività economiche e imprenditoriali; è un potere che si presenta come alternativo a quello legittimo fondato sulle leggi e rappresentato dallo Stato.


Un sistema di contro-potere dunque (a volte chiamato anti-Stato proprio per questa sua caratteristica), con una gestione gerarchica e verticistica, basata su regole interne a loro volta fondate sull’uso della violenza e dell’intimidazione.


È questa la vostra politica? Se avete un minimo di cervello usate gli attributi per un confronto Sui programmi. Ma vedo che alla fine usate i soliti mezzucci utilizzando i soliti servi sciocchi meschini e accattoni per cercare di fermare le persone.
Bene sappiate che io vado avanti lo stesso a testa alta e con schiena dritta e che voi siete sot
tocontrollo.



"Bisogna sempre avere il coraggio delle proprie idee e non temere le conseguenze perché l’uomo è libero solo quando può esprimere il proprio pensiero senza piegarsi ai condizionamenti " (Charlie Chaplin).























venerdì 13 maggio 2011

Contro di me un clima di odio

Portobello "Contro di me e' stato creato ad arte un clima d'odio"

 

"Contro di me e' stato creato ad arte un clima d'odio senza precedenti da parte di un'opposizione, che non si e' rassegnata alla mia riconferma."
INDAGINE SULL'ATTIVITA' AMMINISTRATIVA DELL'AMMINISTRAZIONE PORTOBELLO
".. ho raccontato ai militari quali possono essere i fronti caldi nel mio Comune che potrebbero essere alla base dell'aggressione di STAMPO MAFIOSO che ho subito..."
 alcune questioni aperte:
  • gara affidamento del parco giochi
  • operai  dipendenti ATO PA1 affidati al Comune di Isola delle Femmine in agitazione per problemi di sicurezza ed attualmente trasferiti per ritorsione
  • gara affidamento gestione lidi
  • funzionamento Ufficio Tecnico Comunale
  • Rapporti con A.R.T.A. su alcune licenze considerate illegittime
  • .....
Per partecipare al concorso clicca qui:

Tensione e Violenza al Comune di Isola delle Femmine

Gli equivoci manifesti di Isola delle Femmine

Prefetto autorizza i Carabinieri ad accedere agli atti del Comune

Comune nega l’accesso agli atti sulle gare di appalto: la protesta della minoranza

Professore Portobello Chi FOMENTA odio/violenza?

"Contro di me è stato creato ad arte un clima d'odio senza precedenti da parte di un'opposizione, che non si è rassegnata alla mia riconferma. Ma io vado avanti con le mie battaglie contro la criminalità organizzata e per la trasparenza e la legalità, potendo contare sull'appoggio dei cittadini, che, anche in questa occasione, mi hanno testimoniato la loro vicinanza e il loro affetto".

 fonte: Portale Italia
 
SABATO 21 MAGGIO GRANDE MANIFESTAZIONE DI SOLIDARIETA' AL PROFESSORE GASPARE PORTOBELLO APPUNTAMENTO IN PIAZZA UMBERTO OVE SI SVOLGERA' UNA GRANDE ASSEMBLEA CITTADINA
 
Cittadini di Isola delle Femmine contro ogni forma di violenza mafiosa è  un dovere civico a partecipare  TUTTI
 


LA BUONA CREANZA:

Ad una parte di quei SIGNORI che questa mattina stazionavano nei pressi dell'abitazione del Professore Portobello mi preme comunicare:
  •  ove il loro gesto di intimidatorio era volto ad impedirmi di scendere dall'auto e recarmi a portare la mia personale solidarietà per il gesto squadristico-mafioso che ha colpito fisicamente il Professore Portobello e moralmente la Sua famiglia;
  • ove il loro sconsiderato gesto -che ridere, accerchiare la mia con fare minaccioso e improperi verbali;
  • OVE tutto ciò era volto a ferire la mia persona e ciò che politicamente e socialmente rappresento per i Cittadini di Isola delle Femmine;

SIGNORI i comportamenti che VOI avete messo in atto questa mattina contro la mia persona, sono figli della stessa  Kultura, povenite dallo  stesso ambiente in cui hanno vissuto gli squallidi aggressori del Professore Portobello. Voi avete dimostrato di avere gli stessi valori di cui si sono alimentati gli agggressori -squadristi, mafiosi, fascisti e  stalinisti - che  questa notte si sono resi responsabili del GRAVISSIMO atto intimidatorio contro  il Professore Gaspare Portobello.
SAPPIATE SIGNORI che questi Vostri comportamenti rafforzano in NOI la convinzione NEI VALORI CHE CI GUIDANO  e per cui vale la pena LOTTARE e per cui con orgoglio rispondiamo a chi ci chiede "chi ve lo fa fare?"

DIGNITA', RISPETTO, PERSONA

Signori questa mattina eravate talmente accecati dalla Vostra   violenza tanto
repressa nei miei confronti da non accorgervi della presenza dell'operatore televisivo che  allibito e sbalordito, della scena da far west,ha pensato bene di riprendere la SQUALLIDISSIMA scena.  

Signori, ancora una volta devo ripetermi:   la libertà d’informazione è sancita dall’articolo 21 della Costituzione, come del resto la libertà di querela, di smentita, di rettifica di un qualsiasi testo scritto blogs, giornali, volantini e qualsiasi altro mezzo di comunicazione. L’aggressione (fisica) rientra invece nel metodo più becero per contrastare un articolo una posizione una critica poco comoda.



La Famosa "Isola felice"
I Cittadini di Isola e Portobello di isolapulita




Comunicato del Comitato Cittadino Isola Pulita




In relazione al gravissimo episodio, di questa notte dopo un'infuocata seduta del Consiglio Comunale. Il Grave gesto di violenza fisica che ha visto coinvolto il Professore Gaspare Portobello  
Pino Ciampolillo a nome del Comitato Cittadino Isola Pulita esprime sdegno per il grave gesto intimidatorio e nel contempo solidarietà e vicinanza umana al Professore Gaspare Portobello. Nella speranza che il clima di tensione,  ormai   entrato prepotentemente nella quotidianità di Isola delle Femmine abbia a cessare
 
Pino Ciampolillo




Si da atto che entra in aula il Consigliere Crisci presenti n.14.
Il Presidente, dopo aver ricordato le previsioni regolamentari in ordine alla trattazione delle interrogazioni, invita il Cons. Caltanissetta, capo del gruppo “Rinascita Isolana” a dar lettura dell’interrogazione avente per oggetto “Sit-in dei volontari di Protezione Civile dinanzi al Comune”.
Il Cons. Caltanissetta dà lettura dell’interrogazione citata acquisita al protocollo generale del Comune in data 22/10 c.a. al n. 16369. Il Sindaco dà, quindi, lettura della risposta scritta che allega al presente verbale per farne parte integrante. Sollecitato dal Cons. Caltanissetta, precisa che il riferimento all’utilizzo del servizio di protezione civile nel passato attiene agli anni 2008, 2007 e precedenti.
Il cons. Caltanissetta da lettura di una replica alle affermazioni del Sindaco che allega al presente verbale.
Il Presidente invita il Cons. Caltanissetta, capo del gruppo “Rinascita Isolana” a dar lettura dell’interrogazione avente per oggetto “Ruolo del geometra Giovanni Impastato in seno all’Amministrazione Comunale di Isola delle Femmine”.
Il Cons. Caltanissetta dà lettura dell’interrogazione citata acquisita al protocollo generale del Comune in data 27/11 c.a. al n. 18775.
Il Sindaco dà, quindi, lettura della risposta scritta che allega al presente verbale per farne parte integrante.
Il cons. Caltanissetta, dopo aver premesso che l’interrogazione è stata presentata prima della pubblicazione della determina e che il gruppo consiliare è tenuto ad utilizzare l’istituto democratico delle interrogazioni consiliari e non può avanzare semplici richieste di copia di documentazione, da lettura di una replica alle affermazioni del Sindaco che allega al presente verbale.
Esaurita la trattazione degli argomenti iscritti all’ordine del giorno il
Presidente dichiara chiusi i lavori. Sono le ore 18,35.
Interrogazioni. Atto numero 66 del 10-12-2009
Tipo di Atto: DELIBERA DI CONSIGLIO Allegato: 66.pdf (13 kb)



"Parentopoli" ad Isola delle Femmine?

Assunzioni all’Ato idrico, nomine in commissione edilizia e l’incarico ad un consulente, già assessore comunale. Tutto normale e legale per il sindaco del paese, Gaspare Portobello, ma non per il gruppo consiliare di opposizione “Rinascita Isolana”, che in una nota grida allo scandalo e ipotizza una “parentopoli” isolana. Si arroventa il clima politico locale, per la verità mai sereno dal tempo della campagna elettorale. L’opposizione parla di “mancanza di trasparenza”, di una sensazione di “illegalità diffusa”, di “triste violazione delle regole democratiche”. Sarà solo un acconto ? Si chiede “Rinascita Isolana”. Ad essere stati assunti sarebbero il nipote di un assessore e un ex consigliere comunale. Mentre la consulenza è stata affidata all’ex assessore Giovanni Impastato, veterano dell’esecutivo locale. In commissione edilizia, invece, figurano l’ex comandante della polizia municipale Giucastro, padre dell’attuale presidente del consiglio, Alessandro, il fratello del vice presidente dell’assemblea municipale e un parente dello stesso sindaco. Per il primo cittadino si tratta di accuse false e liquida la questione come uno sfogo post elettorale dell’opposizione, che ha sostenuto la candidatura dell’ex sindaco Stefano Bologna. “E’ la reazione scomposta – dice Gaspare Portobello – di un gruppo sonoramente e democraticamente sconfitto alle ultime elezioni amministrative. Sono delle accuse infondate. Non ci sono assunzioni. I nominati in commissione edilizia o il consulente a tutolo gratuito sono parenti o amici dei consiglieri dell’opposizione. Queste sono le conseguenze di una comunità piccola che ha tante parentele allargate. Il fatto non è stato denunciato nelle sede opportune perché non c’è alcuna parentopoli”. “Il gruppo di maggioranza “Progetto Isola” risponderà con i fatti, perché abbiamo ricevuto un grande mandato elettorale e fra cinque anni ci confronteremo”.


Data: 31 luglio 2009
Autore:Corrado Lo Piccolo

http://www.ilvespro.it/visualizza_news_commenti.asp?id_news=26



Logo 2.jpg



Al Sindaco
Al Presidente del Consiglio Comunale
All’Assessore al Turismo
All’assessore All’ Ambiente
Comune di Isola delle Femmine

Oggetto: interrogazione consiliare

I sottoscritti, consiglieri comunali del gruppo consiliare Rinascita Isolana, ai sensi dell’art. 9 commi 7 e ss. del Regolamento per il funzionamento del Consiglio Comunale,


CHIEDONO


Risposta verbale del Sindaco - da tenersi alla prossima seduta del Consiglio Comunale - in merito al seguente argomento:

 
Episodi di tensione all’interno della Casa Comunale

 
È fatto notorio che la scorsa settimana all’interno dei locali del Comune di Isola delle femmine ha avuto luogo un duro scontro – non solo verbale – tra il sindaco ed il sig. Razzanelli, fratello del noto collaboratore di giustizia, alla presenza tra gli altri del Vicepresidente del Consiglio Comunale Vincenzo Dionisi.

È notorio altresì come lo stesso Razzanelli avanzi da mesi richieste di tipo occupazionale all’Amministrazione Portobello, invocando a ragione giustificativa delle stesse il sostegno garantito al gruppo “Progetto Isola” durante la competizione elettorale.

È infine notorio che almeno sino all’estate del 2009 Razzanelli Giovanni fosse – stando alle dichiarazioni riportate sul Giornale di Sicilia – un affiliato di Cosa Nostra e ritenesse Bruno Pietro, zio dell’assessore all’Ambiente Cutino Marcello, in grado di “muoversi” a Isola delle Femmine.


Considerato che il suddetto collaboratore di giustizia è stato ritenuto in larga misura attendibile dalla Magistratura;


Valutata la frequenza degli episodi di protesta e delle richieste di lavoro e sostegno economico rivolte al sindaco dai componenti della task force elettorale della lista “Progetto Isola” e la virulenza delle stesse – come da noi più volte stigmatizzato -;


Ritenuto che l’episodio che ha coinvolto il sindaco e lo stesso Razzanelli sollevi ombre sinistre sulla trasparenza del risultato delle Amministrative 2009, non foss’altro perché il fratello nei mesi della campagna elettorale era un operativo estorsore di Cosa Nostra;

Il sindaco chiarisca:


- Le specifiche ragioni di doglianza del Razzanelli nei suoi confronti;

- Se ha ritenuto opportuno denunciare l’accaduto all’ A.G.;

- Quale ruolo ha ricoperto il Razzanelli durante la campagna elettorale 2009.


Il capogruppo consiliare Rinascita Isolana

I consiglieri comunali Rinascita Isolana

Isola delle Femmine, 19/01/10









Palazzotto, che a Isola ha la residenza, invita la classe politica locale ad abbassare i toni della "contrapposizione politica che si respira in Consiglio comunale e che possono essere brodo di coltura per episodi come questo".

  Dalle televisioni Teleoccidente


Pensavamo che Isola delle Femmine fosse semplicemente una ridente cittadina marinara, baciata dal sole ed accarezzata dalle acque del mare… e disegnata così è davvero difficile accettare che ancora oggi possa esserci qualcuno che plaude alla violenza… Insomma questa mattina siamo andati un po’ in giro per il paese a raccogliere le reazioni degli isolani sull’aggressione al sindaco Gaspare Portobello e ci siamo scontrati con una realtà che ha dell’incredibile…; infatti ci siamo imbattuti casualmente in gente che ha dichiarato e senza remore che se il primo cittadino è stato picchiato forse se lo meritava…


Queste due interviste ci fanno ipotizzare che ad Isola delle femmine si respiri un clima avvelenato, ma per fortuna non tutti i cittadini la pensano come le due persone che avete sentito e condannano la violenza e soprattutto l’aggressione subita dal sindaco Gaspare Portobello.



Segreteria del Comitato Centrale del MIO Partito   






Consiglio di Stato

Cosa dicono i giornali:

Aggressione al sindaco di Isola delle Femmine. Riceviamo da Aldo Messina e pubblichiamo 



Postato il 16 maggio 2011 da buongiornoustica

Riceviamo dal sindaco di Ustica, Aldo Messina, e pubblichiamo
 
I mandanti morali dell’atto di violenza contro di te, caro Gaspare, sono tutti quelli che amano affermare: “Viritilla cu du curnutu du sinnacu“. Con queste parole, avendo partecipato con il consigliere comunale Ninì Caserta alla seduta straordinaria del Consiglio comunale di Isola delle Femmine, convocato dal presidente Giuseppe Giucastro, per condannare il vile atto di violenza contro il sindaco Gaspare Portobello, ho voluto stigmatizzare quanti, inveendo inutilmente contro i sindaci, di fatto incitano i cittadini a ritenere il capo dell’amministrazione colpevole di ogni loro difficoltà.
 
Da sindaco infatti mi è successo di tutto. E non mi riferisco solo alle cose più o meno normali, alle richieste non sempre di nostra responsabilità (sanità, lavoro, nave che deve partire agli orari che fanno più comodo ad ognuno e con le condizioni di mare che noi riteniamo idonee, al pubblico ufficiale che ci ha fatto un verbale ecc…), ma anche alle cose più strane a carattere personale per non dire sessuale.

E se non si riesce a dare una risposta al cittadino ci sarà sempre un altro cittadino pronto ad esasperarlo ulteriormente con frasi del tipo “va viritilla cu du curnutu ru sinnacu” o “u sinnacu è chiddu tou, chi boi ri mia?” o “quannu c’era l’autru sinnacu si mittia a fascia e..“. A quest’ultima affermazione mi sono sempre chiesto cosa facessero gli altri sindaci contro il maltempo o contro i problemi sessuali di coppia. Ma lasciamo perdere, non è questo il punto.
 
Le liti inutili, le invettive immotivate, le grida perché tutti ci sentano, affermando tutto ed il contrario di tutto, servono solo ad esasperare gli animi di chi ci ascolta ed è debole, fa emergere in lui il male. Sono le persone come queste i mandanti morali dei killer di Portobello, ma anche del sindaco di Caltanissetta (ucciso da un disoccupato), dell’ex di Favignana, Gaspare Ernandes, bastonato davanti ai suoi bambini da un pescatore al quale aveva fatto spostare la barca, di quelli attuali di San Giuseppe Jato, Borgetto (bruciata l’auto mentre la sua bambina festeggiava il compleanno), Partinico… e sono solo quelli che ricordo a memoria.

Questa Repubblica non ha più bisogno di capipopolo pronti a “banniare” e mai ad esporsi in prima persona, ma di persone disposte a mettersi al servizio del prossimo. La qualcosa non vuol dire che non debba esserci opposizione. Solo che deve essere un’opposizione con toni dialettici degni di una democrazia matura. Anche se a guardare l’esempio che ci viene dal Parlamento…

Sempre in tema di esasperazione della gente, vorrei dire, pur temendo di essere frainteso, che la democrazia non ha bisogno neanche di sceriffi e di divise pronte a sanzionare tutto e tutti e più raramente preparate a programmare atti di educazione sociale. A proposito, avete letto di quell’ambulante che, in viale delle Scienze, si è tolto la vita perché troppo visitato, lui e la sua bancarella con tre limoni, dai vigili? E ieri, sempre a Palermo, di quel quindicenne, sempre extracomunitario ovviamente!, che voleva togliersi la vita perché senza permesso di soggiorno?

Dobbiamo realmente arrivare sempre e solo al dramma per capire? Rileggiamo tutti il Vangelo e forse impareremo a comportarci.

Aldo Messina – Sindaco di Ustica
 
 
Messina e pubblichiamo



Pino Ciampolillo scrive:


Il tuo commento è in attesa di moderazione



18 maggio 2011 alle 17:28

Carissimo Sindaco Aldo Messina, nel leggerTi mi sono detto questo è il Sindaco che io vorrei.

Vorrei tanto poter condividere con Te : SI la politica, SI Amministrare, SI governare Si il confronto, Si la diversità di opinioni, tutto ciò senza odio.

Vorrei tanto che la mia enunciazione così come la Tua, trovi diritto di Cittadinanza, sia pronunciata con fermezza ed enfasi e soprattutto SENZA si e senza ma…..

Haimè nella nostra piccola “bottega” di Isola delle Femmine: Io non sono ancora riuscito, anzi le denunce querele aggressioni minacce intimidazioni (non solo nei miei confronti, mia moglie lavora in comune….).

Volutamente non Ti dico da parte di chi! ciò che mi interessa mettere in risalto annalizzare ed affrontare il CLIMA che viviamo.

ma per restare all’attualità della VILE aggressione Al Professore Gaspare Portobello permettimi di raccontarTi una storiella:

LA BUONA CREANZA:

Ad una parte di quei SIGNORI che questa mattina stazionavano nei pressi dell’abitazione del Professore Portobello mi preme comunicare:

ove il loro gesto di intimidatorio era volto ad impedirmi di scendere dall’auto e recarmi a portare la mia personale solidarietà per il gesto squadristico-mafioso che ha colpito fisicamente il Professore Portobello e moralmente la Sua famiglia;

ove il loro sconsiderato gesto -che ridere, accerchiare la mia con fare minaccioso e improperi verbali;

OVE tutto ciò era volto a ferire la mia persona e ciò che politicamente e socialmente rappresento per i Cittadini di Isola delle Femmine;

SIGNORI i comportamenti che VOI avete messo in atto questa mattina contro la mia persona, sono figli della stessa Kultura, povenite dallo stesso ambiente in cui hanno vissuto gli squallidi aggressori del Professore Portobello. Voi avete dimostrato di avere gli stessi valori di cui si sono alimentati gli agggressori -squadristi, mafiosi, fascisti e stalinisti – che questa notte si sono resi responsabili del GRAVISSIMO atto intimidatorio contro il Professore Gaspare Portobello.

SAPPIATE SIGNORI che questi Vostri comportamenti rafforzano in NOI la convinzione NEI VALORI CHE CI GUIDANO e per cui vale la pena LOTTARE e per cui con orgoglio rispondiamo a chi ci chiede “chi ve lo fa fare?”

DIGNITA’, RISPETTO, PERSONA

Signori questa mattina eravate talmente accecati dalla Vostra violenza tanto

repressa nei miei confronti da non accorgervi della presenza dell’operatore televisivo che allibito e sbalordito, della scena da far west,ha pensato bene di riprendere la SQUALLIDISSIMA scena.

Signori, ancora una volta devo ripetermi: la libertà d’informazione è sancita dall’articolo 21 della Costituzione, come del resto la libertà di querela, di smentita, di rettifica di un qualsiasi testo scritto blogs, giornali, volantini e qualsiasi altro mezzo di comunicazione. L’aggressione (fisica) rientra invece nel metodo più becero per contrastare un articolo una posizione una critica poco comoda.

Pino Ciampolillo

n.b. Auguri per il Tuo lavoro di Sindaco

Il sito 
https://buongiornoustica.wordpress.com/2011/05/16/aggressione-al-sindaco-di-isola-delle-femmine-riceviamo-da-aldo-messina-e-pubblichiamo/#comment-466




I carabinieri hanno già controllato alcune persone. Portobello: "Stiamo affidando i lidi, c'è una gara su un parco giochi e una questione Ato. Questi i punti caldi"





      FOTO GIORNALE DI SICILIA

di IGNAZIO MARCHESE e CORRADO LO PICCOLO

ISOLA DELLE FEMMINE. Lo hanno atteso fuori dall’abitazione. Sapevano che stava tornando visto che aveva partecipato alla seduta in consiglio comunale. Appena è sceso dalla auto lo hanno iniziato a picchiare. Questa la cronaca di una aggressione ai danni del sindaco di Isola delle Femmine, Gaspare Portobello. Il primo cittadino è stato colpito ripetutamente a colpi di spranga attorno alle 23 da due persone. Secondo una prima ricostruzione gli aggressori avevano dei caschi da motociclista in testa e forse avevano un complice su un'auto. Il sindaco è stato ricoverato a Villa Sofia con contusioni e una ferita alla testa che è stata curata con sette punti.

Portobello, eletto con una lista civica, è ora di area Pd. Portobello è stato dimesso con 10 giorni di prognosi. Il sindaco è stato sentito dai carabinieri e avrebbe dato informazioni ai militari riguardo gli aggressori. «Credo che erano del luogo. Mentre mi colpivano non parlavano. Forse avevano paura che li riconoscessi - dice Gaspare Portobello provato dai duri colpi inferti -. Ho raccontato ai militari quali possono essere i fronti caldi nel mio Comune che potrebbero essere alla base dell'aggressione di stampo mafioso che ho subito». Secondo il primo cittadino a muovere la mano degli aggressori potrebbero essere state alcune questioni aperte. «Stiamo affidando in questi giorni i lidi - aggiunge Portobello -. C'è una gara in itinere sull'affidamento del parco giochi. Infine ci sono alcuni operai che sono in lite con l'Ato per una questione legata alla sicurezza. Questi sono i punti caldi. Adesso spetterà alle forze dell'ordine trovare gli aggressori che devono rispondere di tentato omicidio». I carabinieri hanno già controllato alcune persone. Le indagini si concentrano sul casco perso da uno degli aggressori. L'esame del dna sarà comparato con alcune persone individuate la sera stessa dell'aggressione. Il sindaco, eletto da una lista civica ora di area Pd, è stato al centro della cronaca in questi mesi perchè si batte contro l'installazione nel suo territorio dell'antenna che segnala il wind-shear che servirebbe l'aeroporto palermitano di Punta Raisi. «Voglio ringraziare davvero tutti - conclude Portobello - Le forze dell'ordine e tutti i sindaci e i cittadini che sono venuti a trovarmi e mi hanno mostrato la loro solidarietà. Noi sindaci siamo in prima linea a fronteggiare tutte le emergenze. Speriamo che questa mia esperienza serva a creare attorno a noi maggiore tutela». Vicinanza a Gaspare Portobello, c'è anche quella del movimento politico "Rinascita Isolana", gruppo di minoranza in consiglio comunale che, in una nota, condanna la vile aggressione al primo cittadino.

Cronache - Sicilia





Aggredito a colpi di spranga il sindaco di Isola delle Femmine 

E' accaduto ieri a tarda sera davanti all'abitazione di Gaspare Portobello. I malviventi avevano in testa caschi da motociclista. "Contro di me un clima di odio", dice il primo cittadino. Bersani: "Non lasciamo soli gli amministratori onesti"

Il sindaco di Isola delle Femmine (Palermo), Gaspare Portobello, è stato aggredito la notte scorsa, vicino alla sua abitazione, da due persone che lo hanno picchiato a colpi di spranga. Il sindaco è stato ricoverato nell'ospedale palermitano di Villa Sofia con contusioni e una ferita alla testa.
Secondo una prima ricostruzione, gli aggressori avevano dei caschi da motociclista in testa e forse avevano un complice su un'auto. Portobello, eletto con una lista civica, è ora di area Pd. Il sindaco si batte da anni contro l'installazione nel suo territorio dell'antenna che segnala il wind shear che servirebbe l'aeroporto palermitano di Punta Raisi.
Portobello è stato dimesso con 10 giorni di prognosi. Il sindaco avrebbe dato informazioni ai militari riguardo gli aggressori. I carabinieri hanno già controllato alcune persone. Tra le piste seguite per spiegare l'aggressione vi sarebbe anche una gara di appalto non aggiudicata.
"Contro di me - dice Portobello - è stato creato ad arte un clima d'odio senza precedenti da parte di un'opposizione, che non si è rassegnata alla mia riconferma. Ma io vado avanti con le mie battaglie contro la criminalità organizzata e per la trasparenza e la legalità, potendo contare sull'appoggio dei cittadini, che, anche in questa occasione, mi hanno testimoniato la loro vicinanza e il loro affetto".
Subito molti messaggi di solidarietà dal Pd, a partire dal segretario Pierluigi Bersani: "Solidarietà e la vicinanza al sindaco di Isola delle Femmine per la vile aggressione subita. Molti nostri amministratori sono costretti a svolgere il proprio compito sotto la pressione di minacce e di violenza. E' necessario che il paese non li lasci soli. Il Pd farà fino in fondo la propria parte, sostenendo tutti gli amministratori che onestamente e con alacrità cercano di fare il lavoro per il quale sono stati eletti dai propri cittadini".
E Nico Stumpo, della segreteria nazionale Pd: "Rimaniamo fiduciosi che si ristabilisca al più presto per continuare nel suo complesso lavoro, in un territorio tanto difficile come la Sicilia". Solidarietà anche dal segretario generale della Cisl di Palermo Mimmo Milazzo, dal segretario regionale del Pd, Giuseppe Lupo e da quello provinciale Enzo Di Girolamo, e dal deputato regionale Pino Apprendi. "Questa aggressione è sicuramente effetto del clima di odio che esiste nei confronti del sindaco, della giunta e della maggioranza del Consiglio comunale - dice Apprendi - che è cresciuta sin dal primo giorno di attività".
"Quanto accaduto al sindaco di Isola delle Femmine è grave e dimostra quanto delicato sia il ruolo degli amministratori pubblici", dice il segretario generale di Fp Cgil Sicilia, Michele Palazzotto, esprimendo solidarietà a Portobello. Palazzotto, che a Isola ha la residenza, invita la classe politica locale ad abbassare i toni della "contrapposizione politica che si respira in Consiglio comunale e che possono essere brodo di coltura per episodi come questo".

(13 maggio 2011)





Aggressione al sindaco di Isola:


“Si segue la pista degli appalti” ?


Una seduta comunale poco tranquilla, seguita da una cena con i colleghi della maggioranza per continuare a discutere sui temi caldi della serata. Quella di ieri sera è stata una serata conclusasi nel peggiore dei modi per il sindaco di Isola delle Femmine, Gaspare Portobello, aggredito a colpi di spranghe da due uomini con il volto coperto da caschi. L’aggressione, avvenuta a pochi metri dalla sua abitazione, sembrerebbe riconducibile alla mancata assegnazione di alcune gare d’appalto. Parla dell’accaduto il primo cittadino, rientrato a casa questa mattina, dopo avere trascorso la notte in ospedale.
Sindaco Portobello, cosa è accaduto ieri sera?
“Ieri sera, dopo una seduta del consiglio comunale sono andato a cena con i colleghi della maggioranza. A fine serata, a pochi metri da casa due uomini coperti da un casco mi hanno avvicinato e mi hanno colpito con un bastone alla testa, alla spalla e alla gamba”.
Ha riconosciuto gli aggressori?
“Uno dei due aggressori mentre si allontanava ha perso il casco che si trova adesso al vaglio degli inquirenti per fare le dovute indagini e per cercare di risalire al proprietario e ai suoi complici”.
Aveva ricevuto già ricevuto minacce?
Assolutamente no?. Non mi erano state rivolte minacce o avvertimenti che potevano farmi presagire l’attacco di ieri sera”.
A cosa pensa sia riconducibile l’aggressione?
“In questo periodo stiamo procedendo all’assegnazione di alcuni appalti tra cui quello per un parco giochi. Gli inquirenti sono già al lavoro per verificare ogni possibile collegamento con questo o con l’assegnazione di altri servizi non solo di Isola delle Femmine ma anche dei comuni limitrofi”.
Ieri sera, si è svolta una seduta del consiglio comunale particolarmente accesa. Quali sono stati i temi che hanno creato maggiori dissidi?
“La seduta di ieri sera ci ha creato qualche dissidio con l’opposizione su alcuni protocolli che stiamo discutendo, soprattutto in tema di urbanistica e legalità, in vista della prossima ricorrenza del 23 maggio sulla strage di Capaci”.
Che aria si respira a Isola delle Femmine?
“E’ chiaro che siamo tutti ancora un po’ scossi per l’accaduto. Tutta la cittadinanza, però, è stata particolarmente solidale nei miei confronti, nei confronti del loro sindaco che ama stare e fare per la gente. Tanta solidarietà è arrivata anche dai miei colleghi e da varie rappresentanti delle istituzioni”.
Teme altre ripercussioni?
“ Sono solo un po’ preoccupato per la mia famiglia, Io personalmente resto tranquillo e fiducioso nei confronti delle forze dell’ordine, impegnati nello svolgere al meglio le indagini, e verso le persone che mi circondano”.


Le sottolineature rappresentano per noi appunti di lavoro e non sono inseriti nell'articolo originale

A raccontare l’aggressione a BlogSicilia è Vincenzo Dionisi, vice presidente del Consiglio Comunale.


“Ieri sera c’è stato un consiglio comunale assai acceso percè si discuteva di variante urbanistica e di un protolcollo d’intesa sulla legalità con altri Comuni in vista della ricorrenza del 23 maggio (strage di Capaci ndr.). La minoranza ci ha attaccati molto. Poi – ricorda – con il sindaco e altri del gruppo samo andati a mangiare una pizza. Poi ognuno è andato a casa. Il sindaco Portobello mentre rientrava è stato avvicinato da due persone con il casco in testa che lo hanno colpito con delle spranghe alle braccia e alla testa. Mentre si allontanavano verso un terzo complice che li attendeva in macchina uno ha perso il casco. Il sindaco crede di averlo riconosciuto”. Sulla vicenda indagano i carabinieri che hanno già indiviuduato tre persone. Secondo le informazoni fornite dal sindaco “l’aggressione sarebbe da ricondurre all’annullaento di una gara per l’affidamento di un parco giochi” dice Dionisi rivelando che quelle persone “erano presenti fra il pubblico al consiglio comunale” .

Contibua a leggere dalla fonte:


ATO PA1,Licenze  illegittime,A.R.T.A.,U.T.C.,Abusivismo,Rifiuti,Gestione Spiagge,aggressione, ISOLA DELLE FEMMINE,Parco Giochi Madre Teresa di Calcutta,Pino Ciampolillo,Portobello Gaspare
Aggressione al sindaco di Isola: “Si segue la pista degli appalti”
Una seduta comunale poco tranquilla , seguita da una cena con i colleghi della maggioranza per continuare a discutere sui temi caldi della serata.
Articoli correlati:

Isola delle femmine. Chiesto il rinvio a giudizio per il sindaco portobello e riso napoleone ISOLA DELLE FEMMINE. CHIESTO RINVIO A GIUDIZIO PER PORTOBELLO E RISO 10 dicembre 2010  Rinvio a Giudizio Portobello e Riso Caricato da isolapulita . - Guarda gli ultimi video. blog: Ciampolillopinoisoladellefemmine | Leggi l'articolo
Abuso d’ufficio, assolto il sindaco di Isola delle Femmine Assolto perchè il fatto non sussiste il sindaco di  Isola delle Femmine Gaspare Portobello . blog: BlogSicilia - Enna | Leggi l'articolo

Aggredito il sindaco di Isola delle Femmine Il Sindaco di Isola delle Femmine, Gaspare Portobello, è stato aggredito ieri sera da due persone. Due persone lo hanno avvicinato sotto casa poco prima della mezzanotte. Con una spranga lo hanno colpito alle testa. blog: BlogSicilia - Caltanissetta | Leggi l'articolo


Aggredito a sprangate il sindaco di Isola delle Femmine. "Contro di me è stato creato un clima d'odio" Il sindaco di Isola delle Femmine (Palermo), Gaspare Portobello, e' stato aggredito la notte scorsa da due persone. Sul caso indagano i carabinieri. Secondo quanto riferito dal deputato del Pd all'Assemblea regionale siciliana Pino Apprendi, i due aggressori hanno atteso il sindaco "nei pressi della sua abitazione". blog: SiciliaInformazioni News | Leggi l'articolo


 Isola delle Femmine, aggredito il sindaco Il sindaco di Isola delle femmine (Pa) – Il sindaco di Isola delle Femmine, Gaspare Portobello (PD), e’ stato aggredito la notte scorsa, nei pressi della sua abitazione, da due persone che lo hanno picchiato con colpi di spranga. Il sindaco e’ stato ricoverato nell’ospedale palermitano di Villa Sofia con contusioni e una ferita alla testa. blog: Partiti Blog | Leggi l'articolo


L’antenna di Isola non si installerà mai, fallisce la mediazione del prefetto I cittadini di Isola delle Femmine hanno ottenuto una prima vittoria. L’accelerazione voluta dall’Enac non ha sortito l’effetto sperato. Il prefetto Giuseppe Caruso non è riuscito nel miracolo. Mettere d’accordo Arpa, Comune, Enac e Enav è stato impossibile. blog: BlogSicilia - Palermo | Leggi l'articolo


No all’antenna wind-shear, domani manifestazione a Isola Una manifestazione, l’ennesima, per dire no ad un dispositivo che non assicura sicurezza per viaggiatori e abitanti. Si svolgerà domani a Isola delle Femmine , il comune nel cui territorio è l’aeroporto Falcone e Borsellino per dire no all’installazione del radar wind-shear con una potenza prevista di 25 mila watt. blog: Messina Blog | Leggi l'articolo


A Isola delle Femmine i netturbini non lavorano: scarpe dolorose I sette netturbini di Isola delle Femmine hanno deciso di astenersi dal lavoro da due mesi perché le scarpe antinfortunistica che hanno ricevuto in dotazione provocherebbero dolori lancinanti ai piedi. blog: Rosalio | Leggi l'articolo


Tragedia sfiorata a Punta Raisi “Sindaco di Isola e compagnie aeree sotto accusa” I magistrati che indagano sull’incidente aereo accaduto all’airbus 319 della Wind Jet , uscito di pista venerdì scorso nell’aeroporto di Palermo, tra le altre ipotesi, stanno valutando eventuali profili di responsabilità del sindaco di Isola delle Femmine , Gaspare Portobello che da anni si oppone all’installazione, nel territorio del suo comune, d blog: BlogSicilia - Siracusa | Leggi l'articolo


Ancora scontro sull’antenna wind shear “Se dovessero iniziare i lavori investirò l’ufficio tecnico del comune e mi rivolgerò a vigili urbani e carabinieri per bloccarli”. blog: Agrigento Blog | Leggi l'articolo 


http://www.liquida.it/notizie/2011/05/13/14314815/isola-delle-femmine-enac-gaspare-portobello/


7 commenti:

Non usate la scolorina... ha detto...

art 21 dimenticato e usata spesso la scoloria
blog di produzione schizzi di fangoooooooooooooooooooooooooo
con la SPUDORATEZZA DI ESPRIMERE SOLIDARIETà....... SI VEDE CHE L'ANIMATORE DEL BLO E UN PSICOLABILE PUPO MANOVRATO DAI SOLITI PUPARI CHE SI VEDONO AL BAR GUARDANDO IL COMUNE ........ E RIMPIANGENDO IN BEI TEMPI DEL MAGNA MAGNA........
SI INVITA A NON USARE LA SCOLORINA PER VIA DELLA LIBERA INFOMAZIONE CHE VOI PRETENDETE
CON LE SOLITE FALSITA E MENZOGNE

Anonimo ha detto...

Continuate a dare notizie tendenziose cosi moralmente siete responsabili del vile gesto contro il sindaco di isola......
voi compari del club BOCIRU & C
non vi rende conto che tutta italia ha espreso solidarietà e sdegno per quanto accaduto al sindaco portobello
ma il vostro odio vi fa annebbiare il cervello...............
smettetela per evitare altri danni
che possono compromettere il buon nome di isola e degli isolani
datevi tutti una calmata Isola non e stata mai in mano a violenti ma fatta di gente laboriosa e rispettosa degli altri

ZIO RIPUDIATO ha detto...

VOTO DI SCAMBIO .....scrivete nel blog.... QUESTA NON E ISTIGAZIONE ALLA VIOLENZA !!!!!!!!!!!!ma PERCHE dimenticate i voti di scambio dal 2000 in poi compresi i favori SCUSATE I VOTI DI SCAMBIO chiesti e ricompensati dal noto zio OGGI RIPUDIATO all'emiliano

ZIO RIPUDIATO ha detto...

VOTO DI SCAMBIO .....scrivete nel blog.... QUESTA NON E ISTIGAZIONE ALLA VIOLENZA !!!!!!!!!!!!ma PERCHE dimenticate i voti di scambio dal 2000 in poi compresi i favori SCUSATE I VOTI DI SCAMBIO chiesti e ricompensati dal noto zio OGGI RIPUDIATO all'emiliano

iNEGNI DI STARE A ISOLA ha detto...

SPUDORATAMENTE NOTIZIE INGANNEVOLI E POI SI VUOLE DARE SOLIDARIETA DA COCCODRILLI.....
Prefetto ordina ai Carabinieri di accedere agli atti del Comune QUALE COMUNE?

Comune nega l'accesso agli atti di gare di appalto
QUALE COMUNE?
VERGOGNATEVI SCRIVeTE questi titoli PER INGANNARE chi legge
PERCHE IL COMUNE IN QUESTIONE NON E ISOLA DELLE FEMMINE!!!!!!!!!
meschinita da psicolabili con graviusisme responsabilita morali per istigazione a commettee atti inconsulti e contro il vivere civile... cose da indegni di stare a Isola delle Femmine

Anonimo ha detto...

SABATO 21 MAGGIO GRANDE MANIFESTAZIONE DI SOLIDARIETA' AL PROFESSORE GASPARE PORTOBELLO APPUNTAMENTO IN PIAZZA UMBERTO OVE SI SVOLGERA' UNA GRANDE ASSEMBLEA CITTADINA

Cittadini di Isola delle Femmine contro ogni forma di violenza mafiosa è un dovere civico a partecipare TUTTI

GRAZIE A QUESTO BLOG CHE DA POMPOSAMENTE QUESTA NOTIZIA DI INVITO A PARTECIPARE CON TONO DA SFOTTO'

ma forsee la notizia non corrisponde al vero le solite k....te di questo blog ondivago e sfascista

blogger ironico o.... ha detto...

sig. anonimo il blogger lo a apostrofato il solito coglione

MA COGLIONE E IL BLOGGER PERCHE LA MANIFESTAZIONE DI SOLIDARIETA NON CE STATA
appunto il vero coglione e questo blogger ironico e diffamatore della gente per bene di isola delle femmine