L'informazione è il diffondere, il far conoscere quello che qualcuno non vuole che si sappia, il resto è solo propaganda. L'informazione è un diritto. L'informazione come possibilità di scelta.
Con il termine mafia si intende un sistema di potere esercitato attraverso l’uso della violenza e dell’intimidazione per il controllo del territorio, di commerci illegali e di attività economiche e imprenditoriali; è un potere che si presenta come alternativo a quello legittimo fondato sulle leggi e rappresentato dallo Stato.


Un sistema di contro-potere dunque (a volte chiamato anti-Stato proprio per questa sua caratteristica), con una gestione gerarchica e verticistica, basata su regole interne a loro volta fondate sull’uso della violenza e dell’intimidazione.


È questa la vostra politica? Se avete un minimo di cervello usate gli attributi per un confronto Sui programmi. Ma vedo che alla fine usate i soliti mezzucci utilizzando i soliti servi sciocchi meschini e accattoni per cercare di fermare le persone.
Bene sappiate che io vado avanti lo stesso a testa alta e con schiena dritta e che voi siete sot
tocontrollo.



"Bisogna sempre avere il coraggio delle proprie idee e non temere le conseguenze perché l’uomo è libero solo quando può esprimere il proprio pensiero senza piegarsi ai condizionamenti " (Charlie Chaplin).























giovedì 29 settembre 2011

Proroga Incarico Ing. Francesca Usticano responsabile UTC Isola delle Femmine


COMUNE DI ISOLA DELLE FEMMINE
Provincia di Palermo
COPIA DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 99 DEL 27/09/2011
IMMEDIATAMENTE ESEGUIBILE

Oggetto: PROROGA INCARICO ALL’ING. FRANCESCA USTICANO.
L’anno 2011 e questo giorno 27 del mese di settembre, alle ore 12.30 nella sala delle adunanze della Sede Comunale si è riunita la Giunta Comunale convocata nelle forme di legge.
Presiede l’adunanza PORTOBELLO Prof. GASPARE, nella sua qualità di SINDACO e sono rispettivamente presenti ed assenti i Sigg.:
Presenti:
PALAZZOTTO Sig. SALVATORE Vice Sindaco
RISO Prof. NAPOLEONE Assessore
AIELLO Sig. PAOLO Assessore Anziano
PORTOBELLO Prof. GASPARE Sindaco
Assenti:
CUTINO Dott. MARCELLO Assessore
Totale Presenti: 4 Totale Assenti: 1
con l’assistenza del Segretario Comunale, SCAFIDI Dott. MANLIO
Il Presidente, constatato che gli interventi sono in numero legale, dichiara aperta la riunione ed invita i convocati a deliberare sull’oggetto sopraindicato.

Il Sindaco da lettura della sotto riportata proposta di deliberazione avente per oggetto:
"PROROGA INCARICO PART TIME ALL'ING. FRANCESCA USTICANO"
LA GIUNTA MUNICIPALE
Vista la propria delibera n.38 del 22/03/2011, esecutiva ai sensi di legge, con la quale si conferiva all'ing. Usticano Francesca, dipendente del Comune di Castellammare con la qualifica di istruttore-direttivo, l'incarico di effettuare prestazioni lavorative a tempo parziale per sei ore settimanali alle dipendenze di questo Comune per lo svolgimento di attività lavorative riconducibili al profilo professionale della predetta dipendente per un
periodo di mesi 6 a decorrere dal 15/4/2011 al 15/10/2011;
Vista la delibera della Giunta Municipale del Comune di Castellammare n.76 del 5/4/2011 con la quale si autorizza la dipendente ing. Francesca Usticano a prestare servizio presso il Comune di Isola delle Femmine;
Rilevato che in esecuzione dei succitati atti deliberativi si è proceduto alla stipula di un'apposita convenzione il cui schema è stato approvato dai citati organi esecutivi;
Considerato che l'attività svolta dal succitato funzionario si è rivelata di estrema importanza per quest'Ente avendo la stessa avviato una riorganizzazione del settore tecnico/urbanistica di cui quest'Amministrazione aveva una pressante necessità;
Rilevato che si rende necessario proseguire nel lavoro intrapreso sino al
completamento dello stesso e che a tal uopo si reputa necessaria una proroga del rapporto di servizio istaurato per almeno un ulteriore periodo di un anno;
Rilevato che per l’assolvimento dei compiti di spettanza del settore si rende
opportuno attuare le previsioni dell’art. 4 del decreto legislativo 8 aprile 2003 n.66 che al comma 2 prevede che la durata media dell’orario di lavoro non può superare le quarantotto ore settimanali;
Considerato che l’attuazione delle succitate previsioni normative consente all’Ing. Usticano di aumentare le proprie prestazioni lavorative ordinarie sino al limite delle quarantotto ore settimanali con una prestazione aggiuntiva di n.12 ore settimanali da porre interamente a carico del Bilancio di quest’Ente;
D E L I B E R A
Di prorogare per un periodo di anni uno il rapporto instaurato con l'ing. Francesca Usticano, dipendente del Comune di Castellammare, mantenendo in capo alla stessa responsabilità del settore urbanistica.
Autorizzare detto funzionario ad estendere la propria attività lavorativa ordinaria sino al limite massimo delle quarantotto ore settimanali dando atto che le ulteriori 12 ore eccedenti il normale orario di servizio di 36 ore verranno poste totalmente a carico del Bilancio di questo Ente, compreso il pagamento dei contributi INADEL, CPDEL, IRAP e INAIL,
e liquidate allo stesso quale salario accessorio, da corrispondersi per il tramite del Comune di Castellammare.
Avanzare apposita istanza in tal senso al Comune di Castellammare al fine di
acquisire la necessaria autorizzazione.
Dare mandato al responsabile del settore personale di stipulare la convenzione di proroga del rapporto de quo con le modifiche di cui al punto 2.
Parere di regolarità tecnica favorevole ai sensi dell'art. 49 comma 4° del D.L.vo 267/2000 e successive mm.ii.
Il responsabile del settore personale f.f.
F.to Pirrone Nunzia
LA GIUNTA COMUNALE
Vista la superiore proposta di deliberazione, corredata dai prescritti pareri;
Con voti unanimi favorevoli, espressi per alzata di mano, accertati e proclamati dal Sindaco Presidente;
DELIBERA
Approvare la superiore proposta di deliberazione.
Indi, con separata votazione unanime, espressa per alzata di mano, la Giunta Comunale dichiara la presente deliberazione immediatamente esecutiva.
Firmati all’originale:
IL PRESIDENTE
F.to PORTOBELLO Prof. GASPARE
L’ASSESSORE ANZIANO IL SEGRETARIO
F.to AIELLO Sig. PAOLO F.to SCAFIDI Dott. MANLIO
Copia conforme all’originale, in carta libera, per uso amministrativo. Dal Municipio, lì 19/10/2011
Visto: Il Sindaco Il Segretario Comunale

Il sottoscritto Segretario Comunale, visti gli atti d’Ufficio,
CERTIFICA
Su conforme certificazione del Messo Comunale, che copia della presente deliberazione è in corso di pubblicazione all’albo pretorio per 15 giorni consecutivi a decorrere dal 25/10/2011come prescritto dall’art. 11, L.R. n. 44/91
IL MESSO COMUNALE
F.to D’ANGELO Dott. GIUSEPPE
E’ stata trasmessa ai Capigruppo Consiliari con nota n. ___ del ___ come prescritto dall’art. 15 comma 4° della L.R. n. 44/91, nel testo sostituito dall’art. 4 L.R. n. 23/97, trattandosi di materia di cui al comma3 della citata norma.
E’ stata trasmessa al Co.Re.Co. con nota n. ___ del ___ per controllo di legittimità; su iniziativa della Giunta Comunale (art. 15, comma 2° - 2° periodo – della L.R. 44/91, nel testo sostituito dall’art. 4 della L.R. n. 23/97);
su richiesta di un quarto dei consiglieri (art. 15, comma 3° della L.R. 44/91, nel testo
sostituito dall’art. 4 della L.R. n. 23/97)
Lì ____________ F.to Il Segretario Comunale

CHE LA PRESENTE DELIBERAZIONE E’ DIVENUTA ESECUTIVA 27/09/2011 decorsi 10 giorni dalla data di inizio della pubblicazione non essendo pervenute richieste di invio al controllo (art. 12, comma 1°, L.R. n. 44/91);
perché dichiarata immediatamente esecutiva, ex art. 12, comma 2°, L.R. n.44/91;
decorsi 20 giorni dalla ricezione dell’atto al Co.Re.Co. il quale ne ha accusato ricevuta in data ________ (art. 18, comma 6°) o dei chiarimenti degli atti e delle notizie richieste, (art. 19 comma 2°) senza che ne sia stato comunicato il provvedimento di annullamento;
avendo il Co.Re.Co. comunicato di non avere riscontrato vizi di legittimità (art. 18, comma 9°, L.R. 44/91) con decisione n. _____ nella seduta del _____
Lì ____________ F.to Il Segretario Comunale

Atto numero 99 del 27-09-2011
Proroga incarico all'ing. Francesca Usticano.
Atto numero 99
del 27-09-2011
Tipo di Atto: DELIBERA DI GIUNTA
Allegato: DELIBERA G.M. N.99.pdf (53 kb) File con estensione pdf




  • Atto numero 38  del 22-03-2011
 
Atto  numero 38  del 22-03-2011
Tipo di Atto: DELIBERA DI GIUNTA
Allegato: DELIBERA G.M. 38.11.pdf (69 kb) File con estensione pdf
 
COMUNE DI ISOLA DELLE FEMMINE
Provincia di Palermo
COPIA DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE
N. 38 DEL 22/03/2011
IMMEDIATAMENTE ESEGUIBILE
Oggetto: CONFERIMENTO INCARICO PART TIME ALL’ING. FRANCESCA USTICANO
L’anno 2011 e questo giorno 22 del mese di marzo, alle ore 13.00 nella sala delle adunanze della Sede Comunale si è riunita la Giunta Comunale convocata nelle forme di legge.
Presiede l’adunanza PORTOBELLO Prof. GASPARE, nella sua qualità di SINDACO e sono rispettivamente presenti ed assenti i Sigg.:
Presenti:
PALAZZOTTO Sig. SALVATORE Vice Sindaco
AIELLO Sig. PAOLO Assessore Anziano
PORTOBELLO Prof. GASPARE Sindaco
Assenti:
RISO Prof. NAPOLEONE Assessore
CUTINO Dott. MARCELLO Assessore
Totale Presenti: 3 Totale Assenti: 2
con l’assistenza del Segretario Comunale, SCAFIDI Dott. MANLIO
Il Presidente, constatato che gli interventi sono in numero legale, dichiara aperta la riunione ed invita i convocati a deliberare sull’oggetto sopraindicato.
Il Sindaco dà lettura della seguente proposta di deliberazione avente per oggetto:
"Conferimento incarico part time all'ingegnere Francesca Usticano".
LA GIUNTA MUNICIPALE
PREMESSO che:
l'Arch. Sandro D'arpa responsabile del settore tecnico ha richiesto di essere sollevato dall'incarico;
l'art.14 del CCNL 2004 del personale degli enti locali prevede che per soddisfare al meglio la realizzazione dei servizi istituzionali venga utilizzato personale assegnato da altri enti per periodi predeterminati e per una parte del lavoro d'obbligo mediante convenzione e previo assenso dell'ente di appartenenza per addivenire ad una riorganizzazione del settore che abbia carattere di maggiore funzionalità ed anche di innovatività rispetto all'esistente si è reputato opportuno, nelle more del conferimento di un nuovo incarico a favore di personale che presta servizio a tempo indeterminato alle dipendenze di questo Ente, di avvalersi di professionalità esterne all'Ente che abbiano maturato importanti esperienze nel campo della direzione di uffici tecnici comunali, in più realtà anche di maggiore consistenza, e che in atto prestino servizio alle dipendenze di altre amministrazioni comunali;
in tale ottica è stata individuata quale professionista in grado di assicurare l'assolvimento di detto compito l'ing. Francesca Usticano che in passato ha prestato servizio a tempo determinato presso Comune in qualità di responsabile del settore tecnico, per transitare successivamente nei ruoli organici dei Comuni di S. Flavia prima e di Castellammare dopo;
detto funzionario appositamente contattato ha espresso la propria disponibilità a prestare la propria attività a tempo parziale alle dipendenze di quest'Amministrazione per un periodo di mesi sei, previa autorizzazione dell'Amministrazione di appartenenza;
con nota n.2207 dell'8/2/2011 quest'Amministrazione ha avanzato apposita richiesta di autorizzazione all'Amministrazione Comunale di Castellammare, la quale con nota n.8879 del 15/03/2011 ha rilasciato il proprio nulla osta nei limiti di n.6 ore settimanali;
CONSIDERATO di dover di conseguenza formalizzare il conferimento all'ingegnere Francesca Usticano, Istruttrice tecnico-direttiva cat.D/3 dipendente del Comune di Castellammare in qualità di responsabile del settore urbanistica, del servizio "a scavalco" presso il Comune di Isola delle Femmine, per nr.6 ore settimanali, da articolarsi di norma in un giorno a settimana, e per il periodo di mesi sei eventualmente rinnovabili, a seguito del rilascio del nulla
osta da parte dell'Ente di provenienza, con decorrenza dal 15.04.2011;
DATO ATTO CHE:
il servizio a scavalco prestato presso il Comune di Isola delle Femmine dall'ingegnere Usticano Francesca non deve influire negativamente sull'andamento dell'Ufficio di appartenenza del Comune di Castellammare;
la normativa contrattuale prevede in particolare che:
• i lavoratori utilizzati a tempo parziale possono essere anche incaricati della responsabilità di una posizione organizzativa nell'ente di utilizzazione;
• in presenza di due incarichi diversi e distinti (presso l'ente di appartenenza e presso l'ente di utilizzazione), il valore complessivo della retribuzione di posizione in godimento può ascendere fino ad un massimo di € 16.000; per la eventuale retribuzione di risultato l'importo può variare da un minimo del 10% fino ad un massimo del 30% della retribuzione di posizione in godimento;
in tal caso il relativo importo annuale si cumula con quello eventualmente in godimento per lo stesso titolo presso l'ente di appartenenza;
al personale utilizzato a tempo parziale compete, ove ne ricorrano le condizioni e con oneri a carico dell'ente utilizzatore, il rimborso delle sole spese sostenute nei limiti indicati nei commi 2 e 4 dell'art. 41 del CCNL del 14.9.2000;
RILEVATO che:
una quota parte del trattamento fondamentale e della retribuzione di posizione in godimento da parte dell'ingegnere Usticano, così come fissato dal Comune di Castellammare, farà carico al Comune di Isola delle Femmine in proporzione alle ore d'obbligo settimanalmente prestate in favore dello stesso per l'incarico a scavalco;
all'ingegnere Usticano, in virtù della posizione organizzativa attribuita dall'ente di utilizzazione, è riconosciuto dal Comune di Isola delle Femmine un compenso a titolo di indennità di posizione pari all'importo necessario a far ascendere la retribuzione di posizione complessivamente in godimento fino al limite massimo previsto dal CCNL (€ 16.000 annui) e ciò tenuto conto del necessario riproporzionamento in base al tempo di lavoro dell'incarico a scavalco e comunque in modo da tenere indenne il Comune di Castellammare da ogni e qualsiasi onere aggiuntivo rispetto al compenso in atto erogato; la eventuale retribuzione di risultato potrà variare da un minimo del 10% fino ad un massimo del 30% della retribuzione di posizione in godimento; nel dettaglio, il tempo di lavoro in assegnazione, nel rispetto del vincolo dell'orario settimanale d'obbligo, la ripartizione degli oneri finanziari e tutti gli altri aspetti utili per regolare il corretto utilizzo del lavoratore devono essere puntualmente regolati con l'apposito disciplinare da trasmettere successivamente al Comune di appartenenza;
VISTO lo schema di convenzione all'uopo predisposto;
D E L I B E R A
1°) - di conferire all'ingegnere Usticano Francesca, dipendente del Comune di Castellammare con la qualifica di istruttore-direttivo responsabile del settore urbanistica inquadrato in categoria D3, l'incarico di espletare a tempo parziale servizio alle dipendenze di questo Comune in Part Time per un periodo di 6 ore settimanali per un periodo di mesi sei d4ecorrenti dal 15.4.2011 e sino al 15.10.2011, giusta autorizzazione rilasciata dall'Amministrazione di Castellammare di cui alla nota prot. n.8879 del 22.01.2011;
2°) - di attribuire a detto funzionario la responsabilità del settore Urbanistica, attribuendo un'indennità di posizione nella misura massima di € 16.000 di cui la parte inerente quanto già riconosciutale dal Comune di Castellammare verrà in proporzione al servizio prestato presso questo Ente rimborsata al Comune di provenienza mentre la restante verrà direttamente corrisposta da questo comune all'ingegnere Usticano;
3°) - approvare lo schema di convenzione che allegato alla presente ne costituisce parte integrante e sostanziale che regola i rapporti tra le Amministrazioni Comunali di Castellammare e di Isola delle Femmine;
4°) - Dare mandato al responsabile del settore personale di calcolare l'ammontare degli oneri derivanti dal presente incarico ed assumere di conseguenza il corrispondente impegno di spesa.
PARERI ED ATTESTAZIONE AI SENSI DEGLI ARTT.49 COMMA 1° E 151 COMMA 4° DEL D.LGS 18 AGOSTO 2000 N°267
Si esprime parere favorevole sulla regolarità tecnica della superiore proposta di deliberazione
IL RESPONSABILE DEL I SETTORE
F.to Nunzia Pirrone
LA GIUNTA COMUNALE
Vista la superiore proposta di deliberazione;
Con voti unanimi espressi per schede segrete
DELIBERA
1°) - di conferire all'ingegnere Usticano Francesca, dipendente del Comune di Castellammare con la qualifica di istruttore-direttivo responsabile del settore urbanistica inquadrato in categoria D3, l'incarico di espletare a tempo parziale servizio alle dipendenze di questo Comune in Part Time per un periodo di 6 ore settimanali per un periodo di mesi sei d4ecorrenti dal 15.4.2011 e sino al 15.10.2011, giusta autorizzazione rilasciata dall'Amministrazione di Castellammare di cui alla nota prot. n.8879 del 22.01.2011;
2°) - di attribuire a detto funzionario la responsabilità del settore Urbanistica, attribuendo un'indennità di posizione nella misura massima di € 16.000 di cui la parte inerente quanto già riconosciutale dal Comune di Castellammare verrà in proporzione al servizio prestato presso questo Ente rimborsata al Comune di provenienza mentre la restante verrà direttamente corrisposta da questo comune all'ingegnere Usticano;
3°) - approvare lo schema di convenzione che allegato alla presente ne costituisce parte integrante e sostanziale che regola i rapporti tra le Amministrazioni Comunali di Castellammare e di Isola delle Femmine;
4°) - Dare mandato al responsabile del settore personale di calcolare l'ammontare degli oneri derivanti dal presente incarico ed assumere di conseguenza il corrispondente impegno di spesa.
LA GIUNTA COMUNALE
Con voti unanimi espressi in forma segreta con separata votazione DICHIARA il presente
atto Immediatamente Esecutivo
  • ATTO numero 5  del 18-04-2011
Conferimento incarico di responsabile della posizione organizzativa del 3° settore "tecnico-urbanistica" all'ing. Francesca Usticano e di responsabile del 5° settore "tecnico-manutentivo" all'arch. Sandro D'Arpa.
ATTO numero 5  del 18-04-2011
Tipo di Atto: DETERMINA SINDACO
Allegato: det. 05.11 sindaco.pdf (124 kb) File con estensione pdf
  • ATTO numero 5  del 18-04-2011
Conferimento incarico di responsabile della posizione organizzativa del 3° settore "tecnico-urbanistica" all'ing. Francesca Usticano e di responsabile del 5° settore "tecnico-manutentivo" all'arch. Sandro D'Arpa.
ATTO numero 5  del 18-04-2011
Tipo di Atto: DETERMINA SINDACO
Allegato: det. 05.11 sindaco.pdf (124 kb) File con estensione pdf




















Affidament​o sperimenta​le del servizio di riscossion​e,RENDICONT​O DELLA GESTIONE DELL’ESERC​IZIO FINANZIARI​O 2010.Impeg​no di spesa e liquidazio​ne impianti di sollevamen​to,spiaggi​a libera attrezzata in loc,Passag​gio alla riscossion​e TARSU ed ICI in forma direttacimitero,loculi,Affidamento Riscossione multe 2008,Società Sican Srl,Autovelox,Croce,Pappgallo,Pulizia Spiagge,ATO PA1,Rifiuti,PALmuto,Leoncino,Pennuto Rosso,Poste,Gi Group S.p.A. ,Pulizia Spiagge,Temporary,Bilancio Preventivo 2010,Bilancio Consuntivo 2010,Bilancio Preventivo 2009,Bilancio Consuntivo 2009,Bilancio Preventivo 2008,Bilancio Consuntivo 2008,Tricoli,Pirrone

Spiagge,ATO PA1,Rifiuti,PALmuto,Leoncino,Pennuto Rosso,Poste,Gi Group S.p.A. ,Pulizia Spiagge,Temporary,Bilanci,Tributi,Tasse,Evasori,Croce,Tricoli,Pirrone


 

Ordinanze Delibere Determine Gare Spiagge TARSU Infrazioni Stradali Tributi Gestione Spiagge Bilancio Anticipazione di cassa Cimitero

Ordinanze Delibere Determine Gare Spiagge TARSU Infrazioni Stradali Tributi Gestione Spiagge Bilancio Anticipazione di cassa Cimitero ATO PA1, Bilanci, croce, Evasori, Gi Group S.p.A., LEONCINO, PALmuto, PENNUTO ROSSO, Pirrone, Poste, Pulizia Spiagge, rifiuti, Spiagge, tasse, Temporary, TRIBUTI, TRICOLI,
 

, , , , , , , , ,Ufficio Tecnico Comunale

Proroga Incarico Ing. Francesca Usticano responsabile UTC Isola delle Femmine




Il calendario 2011 da scaricare
CLICCA QUI PER SCARICARLO

ATO Rifiuti bando di gara debiti ATO

martedì 27 settembre 2011

Il processo sull'aggressione al vigile Ferrante Graziano

L'EPILOGO DI UN'AGGRESSIONE AD UN PUBBLICO UFFICIALE
Il 29 del corrente mese al Tribunale di Carini si svolgerà il processo a carico del Capitano Consigliere Lucido Salvatore che allora ricopriva la carica di Vice Presidente del Consiglio Comunale di Isola delle Femmine.
Il processo relativo alla minaccia subita dal rappresentante dell'ordine Pubblico, il vigile Ferrante Graziano, presente su ordine di servizio del suo Comandante Maggiore Croce Antonino, alla seduta del Consiglio Comunale
di Isola delle Femmine svoltasi il giorno 17 ottobre 2006.
La parte sana civile e democratica dei Cittadini di Isola delle Femmine venuta a conoscenza del gravissimo episodio, che aveva visto coinvolti due rappresentanti delle istituzioni del nostro paese, aveva espresso la propria indignazione, aggravata dal fatto che l'azione messa in atto dai due "contendenti" sia avvenuta nel corso  di  una seduta del Consiglio Comunale.
La nostra speranza che tali atti e soprattutto linguaggi e comportamenti non abbiano a ripetersi, soprattutto in sedi luoghi di democrazia discussione e confronto civile.  
La parte sana civile operosa democratica e rispettosa del prossimo,  dei Cittadini di Isola delle Femmine, con la propria storia ed i  propri comportamenti “processa” quotidianamente questi comportamenti violenti aggressivi ed intimidatori che dimostrano l’arroganza il dispotismo l’abuso di potere da parte di chi dovrebbe essere deputato alla gestione della cosa pubblica.


Avviso di Garanzia per Lucido Salvatore

 
 Avviso di Garanzia per Lucido Salvatore
Avviso di garanzia per il consigliere Lucido Salvatore. Il vigile urbano Ferrante Graziano, contro cui l’amministrazione Comunale aveva adottato un provvedimento disciplinare sospensione di dieci giorni dello stipendio, nonostante il Vigile (in funzione di tutore di ordine pubblico nella seduta consiliare) avesse Egli subito l’aggressione da parte del Consigliere Lucido Salvatore durante la sedute del Consiglio Comunale del 17 ottobre dello scorso anno (seduta provvisoriamente interrotta) e nonostante che il Suo Capo Ufficio il Comandante non avesse svolta alcuna indagine sull’accaduto, la decisione da parte dell’amministrazione è stata drastica. Il Vigile Urbano sentitosi non sufficientemente tutelato nella sua funzione di tutore dell’ordine oltre che di lavoratore e di Cittadino ha ritenuto opportuno impugnare l’atto e denunciare il Consigliere Lucido salvatore per aggressione a Pubblico Ufficiale. Il magistrato che svolge le indagini ha emesso l’avviso di garanzia a carico del Consigliere Comunale.
Il Comitato Cittadino Isola Pulita esprime la propria solidarietà al Vigile Urbano Graziano e stigmatizza la condotta tenuta dall’Amministrazione Comunale nonché del Consiglio Comunale che non è stato in grado di esprimersi sulla condotta del Consigliere Lucido poco consona al ruolo e all’esempio che deve esprimere chi riveste una carica istituzionale
RISSA AL  CONSIGLIO  COMUNALE CONTRO  L’AGENTE DELLA POLIZIA MUNICIPALE

 La Rissa al Consiglio Comunale di Isola delle Femmine


Movimentata seduta Consiliare ieri sera protagonisti di quella che risultata una vera e propria lite, sono stati il Vigile Urbano Ferrante Graziano unico rappresentante con funzioni di ordine pubblico ed il Consigliere Capitano Lucido Salvatore.
Improvvisamente il Consigliere Lucido dal suo banco si rivolge, a voce alta e con gesti minacciosi, contro il Ferrante reo di usare il telefonino.
Il Lucido accusava il Ferrante: “ …è inutile che telefoni a mia moglie per riferirgli dove sono e cosa faccio……” .
In risposta il vigile Ferrante “…..guarda che io non sto affatto telefonando a tua moglie… se vuoi guarda il telefonino…”
Intanto gli animi si scaldano quando il Consigliere Salvatore Lucido con fare minaccioso invita il tutore dell’ordine pubblico fuori dalla sala consiliare: “ tu la devi finire di immischiarti tra me e mia moglie… ti devi fare i cazzi tuoi… ti faccio vedere chi sono io…”
Intanto il Presidente del Consiglio Riso Napoleone interrompe la seduta e con il Sindaco Portobello il Consigliere Rubino e Stefanini si spostano all’esterno della sala per tentare di sedare quella che è diventata ormai una baruffa tra il Consigliere Ferrante e Il vigile urbano Ferrante Graziano con gli intervenuti che tentavano di separare i contendenti.
Il comitato Cittadino Isola Pulita esprime viva indignazione per la violenza perpetrata in un luogo simbolo di legalità e di democrazia.

PENNA CARTA E CALAMAIO FERRANTE DENUNCIA L'AGGRESSIONE DA LUI SUBITA


Oggetto: Relazione di Servizio redatta dall’A.P.M. Ferrante Graziano




Giorno 17/ottobre/2006 comandato di servizio di ordine pubblico presso la sala consiliare di Via Palermo per lo svolgimento del Consiglio Comunale dalle ore fino a termine dell’esigenza, durante lo svolgimento del consiglio comunale intorno alle ore 23 circa espletando il servizio di cui sopra, venivo avvicinato dal consigliere Lucido Salvatore che con fare minaccioso mi invitava a seguire quest’ultimo fuori dall’aula consiliare.

Una volta giunti fuori il sopracitato Lucido Salvatore sempre con modi e toni minacciosi si avvicinava inveendo contro di me gridando “ la devi smettere di telefonare a mia moglie e dirle quello che faccio io, se no ti spacco la faccia” scagliandosi contro di me con le bracce protese in avanti cercando di colpirmi al viso senza riuscirci in quanto bloccato tempestivamente dallo scrivente. Vista la situazione invitavo il cons Lucido a smettere di continuare ad offendere ed inveire contro di me.

Tale fatto ha causato l’interruzione dei lavori consiliare per qualche minuto con l’intervento prima del sindaco Portobello verso il consigliere Lucido invitandolo a calmarsi chiedendo spiegazione di quanto accaduto, poi il consigliere Rubino e Stefanini e dal pubblico presente verso di me per sapere quanto accaduto.

Il sottoscritto dichiara di non aver mai avuto rapporti di nessun genere con il cons Lucido tantomeno con la moglie, se non rapporti di lavoro in quanto collega.

Riferisco, inoltre che ero l’unico agente in servizio di ordine pubblico nell’aula consiliare da l’assenza di altre forze di polizia.

Tanto si comunica per gli ulteriori adempimenti del caso.

Isola delle Femmine 20.10.2006

A.P.M. Ferrante Graziano


Avviso di Garanzia per Lucido Salvatore

Lo annunciavamo nel blog il 13 maggio 2007
Avviso di garanzia per il consigliere Lucido Salvatore. Il vigile urbano Ferrante Graziano, contro cui l’amministrazione Comunale aveva adottato un provvedimento disciplinare sospensione di dieci giorni dello stipendio, nonostante il Vigile (in funzione di tutore di ordine pubblico nella seduta consiliare) avesse Egli subito l’aggressione da parte del Consigliere Lucido Salvatore durante la sedute del Consiglio Comunale del 17 ottobre dello scorso anno (seduta provvisoriamente interrotta) e nonostante che il Suo Capo Ufficio il Comandante non avesse svolta alcuna indagine sull’accaduto, la decisione da parte dell’amministrazione è stata drastica. Il Vigile Urbano sentitosi non sufficientemente tutelato nella sua funzione di tutore dell’ordine oltre che di lavoratore e di Cittadino ha ritenuto opportuno impugnare l’atto e denunciare il Consigliere Lucido salvatore per aggressione a Pubblico Ufficiale. Il magistrato che svolge le indagini ha emesso l’avviso di garanzia a carico del Consigliere Comunale.
Il Comitato Cittadino Isola Pulita esprime la propria solidarietà al Vigile Urbano Graziano e stigmatizza la condotta tenuta dall’Amministrazione Comunale nonché del Consiglio Comunale che non è stato in grado di esprimersi sulla condotta del Consigliere Lucido poco consona al ruolo e all’esempio che deve esprimere chi riveste una carica istituzionale
IL GIUDICE DEL LAVORO CONDANNA L'AMMINISTRAZIONE COMUNALE SUL PROVVEDIMENTO PUNITIVO NEI CONFRONTI DEL VIGILE URBANO FERRANTE GRAZIANO
 
Il 17 ottobre del 2006  il Vigile Urbano Ferrante Graziano che aveva subito un’aggressione, da parte del Consigliere Lucido Salvatore, mentre svolgeva servizio di ordine pubblico durante una seduta del consiglio Comunale. La relazione di servizio, presentata dal vigile al suo Capo Ufficio Comandante Croce aveva ritenuto opportuno rendere pubblico il sopruso subito informando gli organi di stampa tra cui il nostro Blog. L’amministrazione Comunale interpretando la denuncia come violazione di segreto d’ufficio aveva adottato un provvedimento disciplinare “Sospensione dallo stipendio di giorni DIECI”
Nel disposto della sentenza è stabilito le spese procedurali a carico del Comune di Isola delle Femmine
Qualche giorno addietro, Il 16 luglio scorso Il GIUDICE del lavoro con propria sentenza: annullava il provvedimento adottato, dall’Amministrazione Comunale di Isola delle Femmine posto a carico del Signor Vigile Urbano Graziano Ferrante. La  sentenza implicitamente riconosce al Ferrante la sua funzione di tutore dell’Ordine Pubblico durante la seduta consiliare del 17 ottobre dello scorso anno ed inoltre viene “automaticamente” riconosciuto il diritto di critica del Ferrante.
  
MORALE: Le casse comunali sono condannate a pagare le spese processuali.
  
Il Comitato Cittadino Isola Pulita esprime viva soddisfazione per l’esito del giudizio a favore del lavoratore cittadino tutore dell’ordine Graziano Ferrante. Ancora una volta riteniamo far rilevare che nessun atto di richiamo e/o di diffida e/o qualsiasi altra iniziativa, è stata operata nei confronti del Consigliere Consigliere Lucido reo di non aver dato un’immagine degna di una Pubblica Istituzione.
 

 

ne abbiamo parlato nel blog del 6 novembre 2007

 

Oggetto: Richiesta convocazione C.C. con l’inserimento all’ordine del giorno del seguente argomento: “Cessazione della carica di Presidente” ai sensi dell’ art. 33 dello Statuto Comunale - REVOCA.

Mozione di sfiducia del Gruppo Insieme Isola delle Femmine nei confronti del Presidente Riso Napoleone e del Vice Presidente capitano Lucido Salvatore:
- Nella seduta del 17 ottobre 2006 si asteneva ad interrompere i lavori consiliari, non verbalizzando che il Vice Presidente del Consiglio Lucido si dirigeva verso l’agente di polizia municipale per poi aggredirlo. Sicché nei confronti del Vice Presidente per tale condotta è pendente il procedimento 720/07 mod. 21b. fonte della notizia

ne parlavamo nel blog di giovedì 15 novembre 2007

 

Isola delle femmine 12 novembre 2007 a differenza di quanto affermava Andreotti che "il potere logora chi non ce l'ha". Isola delle femmine inverte il detto: "il potere logora chi ce l'ha". Chiesto dal gruppo consiliare Insieme isola delle femmine la convocazione del consiglio comunale con due punti all'ordine del giorno: revoca al presidente del consiglio comunale revoca al vicepresidente del consiglio comunale il vertice della presidenza del consiglio avrebbe ripetutamente violato le leggi e le norme statutarie mentre il vice presidente del consiglio marito della vicecomandante dei vigili urbani, avrebbe tenuto, DURANTE UNA SEDUTA DEL Consiglio Comunale del 17 ottobre 2006, un grave comportamento in contrasto con le proprie funzioni. In paese tutti i cittadini si chiedono: "ma che avrà fatto mai?" Intanto ponzio pilato accusa il gruppo insieme isola delle femmine di abuso di potere e per questo saranno perseguiti.

dal nostro blog di martedì, novembre 20, 2007

 

Ciao Graziano,
La notizia che ci avevi lasciato ci ha sconvolti, paralizzati, ci ha lasciato senza parole. No. Non volevamo e non vogliamo credere che Tu ci hai lasciato. Da parte Nostra vi è uno strenuo e vano tentativo di opporci a ciò che comunemente si dice: “essere naturale”. Noi vogliamo credere che: è nel percorrere le impervie e tortuose strade che la vita ci riserva, che incontriamo la “VIA” dell’amore della comprensione della bellezza della solidarieta’. Dimenticarti per noi sara’ molto difficile, sempre ti ricorderemo nelle tue irruenti e simpatiche espressioni., nel tuo tono di voce….. quando passeremo dalla piazza non potremo non vederti.

ciao Graziano
Pino Ciampolillo
Il processo sull'aggressione al vigile Ferrante Graziano

Ordinanze Delibere Determine Gare Spiagge TARSU Infrazioni Stradali Tributi Gestione Spiagge Bilancio Anticipazione di cassa Cimitero

GARA GESTIONE SPIAGGE PULIZIA SPIAGGE TEMPORARY ATO PA 1  AG Groupp
 











IL 2 aprile 2011 via Garibaldi
l'Assessore la Polizia Municipale la Munnezza
Ciampolillo i Carabinieri la Trade Eco Service
i Testimoni la Querela la Bugia in Consiglio Comunale

IL 2 aprile 2011 via Garibaldi
l'Assessore la Polizia Municipale la Munnezza
Ciampolillo i Carabinieri la Trade Eco Service
i Testimoni la Querela la Bugia in Consiglio Comunale

  • ATTO numero 131  del 30-08-2011
ATTO numero 131  del 30-08-2011
Tipo di Atto: DETERMINA SETTORE TECNICO MANUTENTIVO
Allegato: DETERMINA V SETTORE N.131.pdf (25 kb) File con estensione pdf
Ulteriore impegno di spesa e prolungamento dell'affidamento dei servizi di pulizia dei tratti demaniali (arenile e scogliera) nel comune di Isola delle Femmine a favore della ditta Gi Group
COMUNE DI ISOLA DELLE FEMMINE
Provincia di Palermo
DETERMINAZIONE DEL CAPO DEL SETTORE 5° - TECNICO-MANUTENTIVO
N. 131 DEL 30/08/2011
Oggetto: ulteriore impegno di spesa e prolungamento dell’affidamento dei servizi di pulizia dei tratti demaniali (arenile e scogliera) nel comune di Isola delle Femmine a favore della ditta Gi Group
IL CAPO DEL SETTORE
1 Visto il D.lgs. n° 267 del 18 agosto 2000;
2 Visto il D.lgs. n° 165 del 30 marzo 2001;
3 Vista la L. n° 127 del 15 maggio 1997;
4 Vista la L.R. n° 23 del 7 settembre 1998;
5 Visto l'art. 3 bis del regolamento comunale dei contratti;
6 Vista la precedente determina n. 115 del 11/07/2011 del responsabile del settore V di impegno spesa ed affidamento del servizio di pulizia dei tratti demaniali (arenile e scogliera) nel comune di Isola delle Femmine a favore della ditta Gi Group;
7 Viste le precedenti note con le quali la società A.T.O. Pa. 1 ha dato dichiara l'impossibilità all'espletamento del servizio di pulizia dei tratti demaniali;
8 Considerato che la stagione turistica tende a protrarsi oltre il mese di agosto, e che è necessario provvedere al servizio di pulizia dei tratti demaniali, al fine di garantire le condizioni di decoro e di igiene indispensabili alla libera fruizione da parte del pubblico;
DETERMINA
9 di impegnare l'ulteriore somma di € 9.000,00 (novemila) a favore della società Gi Group S.p.A. 90133 Palermo (PA) 57, Via Cavour Camillo Benso n. 57 (agenzia per il lavoro) CF/P.IVA 11629770154 con sede in Milano piazza IV Novembre n. 5, impegnandola sul capitolo 1261.00 "Servizio Comunale Integrato - A.T.O." del corrente bilancio in corso di formazione che presenta la necessaria disponibilità;
10 prolungare il servizio di che trattasi per un periodo di ulteriori trenta giorni alle medesime condizioni di cui al precedente affidamento.
11 Trattasi di spesa indispensabile, indifferibile ed urgente.
Imp ___________
Il responsabile del V settore.
arch. Sandro D'Arpa
Parere di regolarità contabile ai sensi dell'art. 49 del Dlgs.n° 267 del 18 agosto 2000
Il responsabile del servizio finanziario f.f.
Antonino Tricoli
  

  •  ATTO numero 44  del 28-06-2011
ATTO numero 44  del 28-06-2011
Tipo di Atto: ORDINANZE
Allegato: ord. n. 44.11 del 28-6-11.pdf (38 kb) File con estensione pdf
ORDINANZA DEL SINDACO - Affidamento urgente alla ditta Temporary Spa per la pulizia delle aree demaniali "spiagge libere e scogliere".
COMUNE DI ISOLA DELLE FEMMINE
Provincia di Palermo
ORDINANZA SINDACALE
N.44 DEL 28/06/2011
Oggetto: AFFIDAMENTO URGENTE ALLA DITTA TEMPORARY SPA PER LA PULIZIA DELLE AREE DEMANIALI “SPIAGGE LIBERE E SCOGLIERE”.
IL SINDACO
Considerato:
che il servizio di gestione, vigilanza e salvataggio spiagge libere di Isola delle Femmine (lotto L1, L2, L3 ed L4), per la stagione balneare 2011 non è stato assegnato per problemi riscontrati durante l’espletamento della procedura
negoziata;
Che la pulizia dei tratti demaniali (spiagge libere e scogliere) rientra tra i servizi accessori che l’A.T.O. Pa 1 può svolgere previa richiesta formale da parte del Comune associato;
Che con nota prot. n°9155 del 01/06/2011 è stato richiesto il costo per il servizio di pulizia dei tratti di arenile e di scogliera alla società A.T.O. Pa 1
Che con nota acquisita al prot. n°10169 in data 15/06/2011della società A.T.O. Pa 1, in riscontro alla predetta richiesta, ha comunicato i costi orari per n°1 operatore ecologico feriale e domenicale;
Che con successiva nota prot. 10697 del 23/06/2011 è stato richiesto, alla stessa società, l’espletamento del servizio accessorio di pulizia delle aree demaniali di competenza di questo Comune (spiagge libere e scogliere) da svolgere con l’impiego di n. 3 unità all’uopo esclusivamente dedicate per 4 ore giornaliere comprese le festività e per un periodo complessivo di 59 giorni;
Che la società A.T.O. Pa 1 ha comunicato di non potere svolgere il servizio accessorio richiesto, con nota acquisita al protocollo in data 28/06/2011 al n°1105;
Che la stagione balneare è ormai iniziata e sui tratti demaniali (spiagge libere e scogliera) vengono abbandonati rifiuti (assimilabili a RR.SS.UU.) la cui permanenza rischia di ingenerare gravi disagi igienico sanitari oltre che un enorme danno di immagine per il Comune;
• Che si ritiene opportuno, nelle more dell’attivazione del servizio attraverso un affidamento a trattativa privata previa gara informale, di garantire comunque la pulizia delle aree demaniali di che trattasi intervenendo tempestivamente ad eseguire gli interventi di pulizia dei tratti demaniali (spiagge libere e scogliere) al fine di evitare inconvenienti igienico sanitari, di immagine per il Comune e di renderne più confortevole la fruizione ai cittadini;
Che si rende indifferibile e urgente provvedere all’immediato affidamento ad una ditta di fiducia, specializzata nel settore, per eseguire gli interventi di che trattasi;
Accertata la disponibilità della società Temporary s.p.a. (agenzia per il lavoro) CF/P.IVA 12288660157 REA Milano n. 1545182 Reg. Imp. Con sede in Milano 1997- 322447 (con succursale a Palermo in via Wagner n. 8), alla quale è stata richiesta con nota prot. 10914 del 28/06/2011, che ha risposto con nota prot. N. 231_0_2009_2151 del 28 giugno 2011 assunta al protocollo di questo Comune al n. 10969 del 28 giugno 2011, indicando il costo orario unitario pari ad € 17,90 al netto dell’IVA;
Che nelle more di procedere all’affidamento del servizio di pulizia delle aree demaniali di competenza di questo Comune (spiagge libere e scogliere) per l’intero periodo estivo, occorre prevedere l’impiego immediato di tre unità per n. 4 ore giornaliere e per la durata di dieci giorni consecutivi (festivi compresi) per garantire la pulizia ed il decoro delle aree demaniali in questione visto che la stagione estiva è, di fatto, già iniziata;
Che il costo complessivo del servizio di pulizia delle aree demaniali di che trattasi per un periodo di giorni 10 consecutivi prevedendo l’impiego di n. 3 unità per n. 4 ore giornaliere cadauna ammonta a € 2.148 al netto dell’IVA
Visto l’articolo n°264 del T.U.LL.SS, n°1265;
Visto l’articolo n°50 del Decreto Legislativo 267/00;
Considerata l’urgenza di provvedere
O R D I N A
Porre in essere tutti gli adempimenti necessari, per far fronte a quanto sopra descritto, intervenendo con ditta di fiducia ad eseguire gli interventi necessari al fine di pulire i tratti demaniali (arenile e scogliera) nel territorio comunale;
Affidare i lavori di cui sopra, alla società Temporary s.p.a. (agenzia per il lavoro) CF/P.IVA 12288660157 REA Milano n. 1545182 Reg. Imp. Con sede in Milano 1997- 322447 (con succursale a Palermo in via Wagner n. 8), che gode della fiducia di questo Comune, la quale si è resa immediatamente disponibile, con l’impiego immediato di tre unità per n. 4 ore giornaliere e per la durata di dieci giorni consecutivi (festivi compresi) con inizio decorrente dal giorno successivo della comunicazione della presente Ordinanza;
Affidare il servizio di che trattasi per un periodo di dieci giorni nelle more che si possa individuare, in termini di legge, una ditta a cui affidare il servizio per l’intera stagione balneare;
Dare atto che al pagamento di quanto dovuto, si provvederà dietro presentazione di regolare fattura ed attestazione del regolare svolgimento del servizio, previo impegno della somma necessaria;
Disporre che il responsabile del Servizio assuma il necessario impegno di spesa e disponga i conseguenti atti di gestione.
Il Sindaco
Prof. Gaspare Portobello
  • Atto numero 104  del 28-06-2011

Revoca determina n.99 del 22/06/11 e nuovo impegno di spesa per l'affidamento dei servizi di pulizia dei tratti demaniali nel comune di Isola delle Femmine.
Atto numero 104  del 28-06-2011
Tipo di Atto: DETERMINA SETTORE TECNICO MANUTENTIVO
Allegato: DET. 5° SETTORE N.104.pdf (85 kb) File con estensione pdf
ATTO numero 99  del 22-06-2011
ATTO numero 99  del 22-06-2011
Tipo di Atto: DETERMINA SETTORE TECNICO MANUTENTIVO
Allegato: DET. 5° SETTORE N.99.pdf (33 kb) File con estensione pdf
Affidamento servizio di pulizia delle aree demaniali (arenile e scogliera) alla Servizi Comunali Integrati R. S. U. s.p.a. (ATO PA1) con sede sociale a Partinico via E. Mattei, n°4. Assunzione impegno di spesa
 
COMUNE DI ISOLA DELLE FEMMINE
Provincia di Palermo
DETERMINAZIONE DEL CAPO DEL SETTORE 5° - TECNICO-MANUTENTIVO
N. 99 DEL 22/06/2011
Oggetto: affidamento servizio di pulizia delle aree demaniali (arenile e scogliera) alla Servizi Comunali Integrati R. S. U. s.p.a. (ATO PA1) con sede sociale a Partinico via E. Mattei, n°4. Assunzione impegno di spesa
Visto l'articolo n°51 della legge 8 giugno 1990 n°142, recepita con modifiche dall'articolo n°1 della Legge Regionale del 11.12.91, n°48;
Visto il Decreto Legislativo 3 febbraio 1993 n°29 e successive modificazioni ed integrazioni;
Visto l'art. 6 della legge 15 maggio 1997, n°77;
Visto l'art. 2 della legge regionale 7 settembre 1998, n°23;
Vista la deliberazione n°30 del 7 febbraio 2005 con la quale la Giunta Comunale ha modificato la struttura organizzativa del Comune, spostando il Servizio di Igiene Ambientale al 3° servizio;
Rilevato che per il 5° settore la posizione organizzativa è stata conferita all'Architetto Sandro D'Arpa;
Visto il vigente O. A. EE. LL. in Sicilia;
Premesso che in data 14 gennaio 2005 questo Comune ha sottoscritto il contratto di affidamento del servizio di gestione integrata dei rifiuti alla Servizi Comunali Integrati R.S. U. s.p.a. con sede in Partinico, Via E. Mattei, n°4;
Vista la deliberazione della Giunta Comunale n°100 del 30 maggio 2005 con la quale si avvia il conferimento della gestione integrata dei rifiuti alla predetta società d'ambito;
Visto l'articolo n°6 del suddetto contratto che riserva la possibilità al Comune di richiedere alla società d'ambito nuovi servizi e servizi occasionali non indicati nel vigente Piano Industriale riguardante l'igiene ambientale, concordando di volta in volta con la società in questione gli aspetti tecnici ed economici dei servizi richiesti;
Considerato che l'amministrazione ha la necessità di provvedere in proprio alla pulizia dei tratti di arenile e di scogliera, e che non ha nel proprio organico personale adatto e sufficiente allo svolgimento di detto servizio, e ciò al fine di scongiurare inconvenienti igienico sanitari;
Vista la nota prot. 9155 del 01/06/2011 con la quale questo Comune ha chiesto alla società A.T.O. Pa 1 di conoscere il costo orario per lo svolgimento del servizio di pulizia dei tratti demaniali;
Vista la nota di risposta prot. 9155/10169 del 15/06/2011 con la quale la società Servizi Comunali Integrati A.T.O. Pa 1 ha comunicato l'importo unitario pari ad € 19,83 feriale diurno ed € 26,68 domenicale diurno per lo svolgimento del suddetto servizio;
Ritenuto, pertanto, di potere affidare il servizio di pulizia dei tratti di arenile e di scogliera alla società indicata in oggetto imputando la somma complessiva di € 14.861,6 (quattordicimilaottocentosessantuno/64) sul capitolo 228.1 "Spese gestione spiagge libere" del corrente bilancio in corso di formazione;
Visto il corrente bilancio in corso di approvazione;
Considerato che si tratta di spesa indispensabile, urgente ed indifferibile;
D E T E R M I N A
per i motivi in premessa specificati:
1) di affidare alla Servizi Comunali Integrati R.S.U. s.p.a. con sede in Partinico, Via E. Mattei, n°4, la pulizia dei tratti di arenile e di scogliera del territorio Comunale di Isola delle Femmine, per tre unità da impiegare per 59 giorni lavorativi di cui quarantanove feriali e dieci festivi con l'orario di quattro ore giornaliere per sette giorni alla settimana; sarà cura della società affidataria, redigere un calendario di turnazioni in modo da garantire ogni giorno la presenza di almeno due operatori.
3) imputare la somma complessiva di € 14.861,64 (quattordicimilaottocentosessantuno/64) sul capitolo 228.1 "Spese gestione spiagge libere" del corrente bilancio in corso di formazione;
4) dare atto che trattasi di attività indispensabile, urgente ed indifferibile stante che le zone demaniali (arenile e scogliere) non risultano incluse nell'affidamento del servizio di igiene ambientale di cui al contratto stipulato.
Il Responsabile del V settore
Arch. Sandro D'Arpa
Si attesta la regolarità contabile e la relativa copertura finanziaria ai sensi dell' articolo n°49, comma 1° e dell'articolo n°151, comma 4°, del decreto legislativo 18 agosto 2000,
n°267.
IMP N…………….
Il Responsabile del Servizio Finanziario
Rag. Biagio Fontanetta
  • Atto numero 44  del 28-06-2011

ORDINANZA DEL SINDACO - Affidamento urgente alla ditta Temporary Spa per la pulizia delle aree demaniali "spiagge libere e scogliere".
Atto numero 44  del 28-06-2011
Tipo di Atto: ORDINANZE
Allegato: ord. n. 44.11 del 28-6-11.pdf (38 kb) File con estensione pdf  

COMUNE DI ISOLA DELLE FEMMINE
Provincia di Palermo
ORDINANZA SINDACALE N.44 DEL 28/06/2011
Oggetto: AFFIDAMENTO URGENTE ALLA DITTA TEMPORARY SPA PER LA PULIZIA DELLE AREE DEMANIALI “SPIAGGE LIBERE E SCOGLIERE”.
IL SINDACO
Considerato:  che il servizio di gestione, vigilanza e salvataggio spiagge libere di Isola delle  Femmine (lotto L1, L2, L3 ed L4), per la stagione balneare 2011 non è stato assegnato per problemi riscontrati durante l’espletamento della procedura negoziata;
Che la pulizia dei tratti demaniali (spiagge libere e scogliere) rientra tra i servizi  accessori che l’A.T.O. Pa 1 può svolgere previa richiesta formale da parte del Comune associato;
Che con nota prot. n°9155 del 01/06/2011 è stato richiesto il costo per il servizio di  pulizia dei tratti di arenile e di scogliera alla società A.T.O. Pa 1
Che con nota acquisita al prot. n°10169 in data 15/06/2011della società A.T.O. Pa  1, in riscontro alla predetta richiesta, ha comunicato i costi orari per n°1 operatore ecologico feriale e domenicale;
Che con successiva nota prot. 10697 del 23/06/2011 è stato richiesto, alla stessa  società, l’espletamento del servizio accessorio di pulizia delle aree demaniali di competenza di questo Comune (spiagge libere e scogliere) da svolgere con l’impiego di n. 3 unità all’uopo esclusivamente dedicate per 4 ore giornaliere comprese le festività e per un periodo complessivo di 59 giorni;
Che la società A.T.O. Pa 1 ha comunicato di non potere svolgere il servizio  accessorio richiesto, con nota acquisita al protocollo in data 28/06/2011 al n°1105;
Che la stagione balneare è ormai iniziata e sui tratti demaniali (spiagge libere e  scogliera) vengono abbandonati rifiuti (assimilabili a RR.SS.UU.) la cui permanenza rischia di ingenerare gravi disagi igienico sanitari oltre che un enorme danno di immagine per il Comune;
• Che si ritiene opportuno, nelle more dell’attivazione del servizio attraverso un  affidamento a trattativa privata previa gara informale, di garantire comunque la pulizia delle aree demaniali di che trattasi intervenendo tempestivamente ad eseguire gli interventi di pulizia dei tratti demaniali (spiagge libere e scogliere) al fine di evitare inconvenienti igienico sanitari, di immagine per il Comune e di renderne più confortevole la fruizione ai cittadini;
Che si rende indifferibile e urgente provvedere all’immediato affidamento ad una  ditta di fiducia, specializzata nel settore, per eseguire gli interventi di che trattasi;
Accertata la disponibilità della società Temporary s.p.a. (agenzia per il lavoro)  CF/P.IVA 12288660157 REA Milano n. 1545182 Reg. Imp. Con sede in Milano 1997- 322447 (con succursale a Palermo in via Wagner n. 8), alla quale è stata richiesta con nota prot. 10914 del 28/06/2011, che ha risposto con nota prot. N. 231_0_2009_2151 del 28 giugno 2011 assunta al protocollo di questo Comune al n. 10969 del 28 giugno 2011, indicando il costo orario unitario pari ad € 17,90 al netto dell’IVA;
Che nelle more di procedere all’affidamento del servizio di pulizia delle aree  demaniali di competenza di questo Comune (spiagge libere e scogliere) per l’intero periodo estivo, occorre prevedere l’impiego immediato di tre unità per n. 4 ore giornaliere e per la durata di dieci giorni consecutivi (festivi compresi) per garantire la pulizia ed il decoro delle aree demaniali in questione visto che la stagione estiva è, di fatto, già iniziata;
Che il costo complessivo del servizio di pulizia delle aree demaniali di che trattasi  per un periodo di giorni 10 consecutivi prevedendo l’impiego di n. 3 unità per n. 4 ore giornaliere cadauna ammonta a € 2.148 al netto dell’IVA
Visto l’articolo n°264 del T.U.LL.SS, n°1265;
Visto l’articolo n°50 del Decreto Legislativo 267/00;
Considerata l’urgenza di provvedere
O R D I N A
Porre in essere tutti gli adempimenti necessari, per far fronte a quanto sopra  descritto, intervenendo con ditta di fiducia ad eseguire gli interventi necessari al fine di pulire i tratti demaniali (arenile e scogliera) nel territorio comunale;
Affidare i lavori di cui sopra, alla società Temporary s.p.a. (agenzia per il lavoro)  CF/P.IVA 12288660157 REA Milano n. 1545182 Reg. Imp. Con sede in Milano 1997- 322447 (con succursale a Palermo in via Wagner n. 8), che gode della fiducia di questo Comune, la quale si è resa immediatamente disponibile, con l’impiego immediato di tre unità per n. 4 ore giornaliere e per la durata di dieci giorni consecutivi (festivi compresi) con inizio decorrente dal giorno successivo della comunicazione della presente Ordinanza;
Affidare il servizio di che trattasi per un periodo di dieci giorni nelle more che si  possa individuare, in termini di legge, una ditta a cui affidare il servizio per l’intera stagione balneare;
Dare atto che al pagamento di quanto dovuto, si provvederà dietro presentazione  di regolare fattura ed attestazione del regolare svolgimento del servizio, previo impegno della somma necessaria;
Disporre che il responsabile del Servizio assuma il necessario impegno di spesa e  disponga i conseguenti atti di gestione.
Il Sindaco
Prof. Gaspare Portobello


  • Atto numero 104  del 28-06-2011
Tipo di Atto: DETERMINA SETTORE TECNICO MANUTENTIVO
ATTO numero 44  del 28-06-2011
ORDINANZA DEL SINDACO - Affidamento urgente alla ditta Temporary Spa per la pulizia delle aree demaniali "spiagge libere e scogliere".
COMUNE DI ISOLA DELLE FEMMINE
Provincia di Palermo
ORDINANZA SINDACALE
N.44 DEL 28/06/2011
Oggetto: AFFIDAMENTO URGENTE ALLA DITTA TEMPORARY SPA PER LA PULIZIA DELLE AREE DEMANIALI “SPIAGGE LIBERE E SCOGLIERE”.
IL SINDACO
Considerato:
che il servizio di gestione, vigilanza e salvataggio spiagge libere di Isola delle Femmine (lotto L1, L2, L3 ed L4), per la stagione balneare 2011 non è stato assegnato per problemi riscontrati durante l’espletamento della procedura
negoziata;
Che la pulizia dei tratti demaniali (spiagge libere e scogliere) rientra tra i servizi accessori che l’A.T.O. Pa 1 può svolgere previa richiesta formale da parte del Comune associato;
Che con nota prot. n°9155 del 01/06/2011 è stato richiesto il costo per il servizio di pulizia dei tratti di arenile e di scogliera alla società A.T.O. Pa 1
Che con nota acquisita al prot. n°10169 in data 15/06/2011della società A.T.O. Pa
1, in riscontro alla predetta richiesta, ha comunicato i costi orari per n°1 operatore ecologico feriale e domenicale;
Che con successiva nota prot. 10697 del 23/06/2011 è stato richiesto, alla stessa società, l’espletamento del servizio accessorio di pulizia delle aree demaniali di competenza di questo Comune (spiagge libere e scogliere) da svolgere con l’impiego di n. 3 unità all’uopo esclusivamente dedicate per 4 ore giornaliere comprese le festività e per un periodo complessivo di 59 giorni;
Che la società A.T.O. Pa 1 ha comunicato di non potere svolgere il servizio accessorio richiesto, con nota acquisita al protocollo in data 28/06/2011 al n°1105;
Che la stagione balneare è ormai iniziata e sui tratti demaniali (spiagge libere e scogliera) vengono abbandonati rifiuti (assimilabili a RR.SS.UU.) la cui permanenza rischia di ingenerare gravi disagi igienico sanitari oltre che un enorme danno di immagine per il Comune;
Che si ritiene opportuno, nelle more dell’attivazione del servizio attraverso un affidamento a trattativa privata previa gara informale, di garantire comunque la pulizia delle aree demaniali di che trattasi intervenendo tempestivamente ad
eseguire gli interventi di pulizia dei tratti demaniali (spiagge libere e scogliere) al fine di evitare inconvenienti igienico sanitari, di immagine per il Comune e di renderne più confortevole la fruizione ai cittadini;
Che si rende indifferibile e urgente provvedere all’immediato affidamento ad una ditta di fiducia, specializzata nel settore, per eseguire gli interventi di che trattasi;
Accertata la disponibilità della società Temporary s.p.a. (agenzia per il lavoro) CF/P.IVA 12288660157 REA Milano n. 1545182 Reg. Imp. Con sede in Milano 1997- 322447 (con succursale a Palermo in via Wagner n. 8), alla quale è stata richiesta con nota prot. 10914 del 28/06/2011, che ha risposto con nota prot. N. 231_0_2009_2151 del 28 giugno 2011 assunta al protocollo di questo Comune al n. 10969 del 28 giugno 2011, indicando il costo orario unitario pari ad € 17,90 al netto dell’IVA;
Che nelle more di procedere all’affidamento del servizio di pulizia delle aree demaniali di competenza di questo Comune (spiagge libere e scogliere) per l’intero periodo estivo, occorre prevedere l’impiego immediato di tre unità per n. 4 ore giornaliere e per la durata di dieci giorni consecutivi (festivi compresi) per garantire la pulizia ed il decoro delle aree demaniali in questione visto che la stagione estiva è, di fatto, già iniziata;
Che il costo complessivo del servizio di pulizia delle aree demaniali di che trattasi per un periodo di giorni 10 consecutivi prevedendo l’impiego di n. 3 unità per n. 4 ore giornaliere cadauna ammonta a € 2.148 al netto dell’IVA
Visto l’articolo n°264 del T.U.LL.SS, n°1265;
Visto l’articolo n°50 del Decreto Legislativo 267/00;
Considerata l’urgenza di provvedere
O R D I N A
Porre in essere tutti gli adempimenti necessari, per far fronte a quanto sopra descritto, intervenendo con ditta di fiducia ad eseguire gli interventi necessari al fine di pulire i tratti demaniali (arenile e scogliera) nel territorio comunale;
Affidare i lavori di cui sopra, alla società Temporary s.p.a. (agenzia per il lavoro) CF/P.IVA 12288660157 REA Milano n. 1545182 Reg. Imp. Con sede in Milano 1997- 322447 (con succursale a Palermo in via Wagner n. 8), che gode della fiducia di questo Comune, la quale si è resa immediatamente disponibile, con l’impiego immediato di tre unità per n. 4 ore giornaliere e per la durata di dieci giorni consecutivi (festivi compresi) con inizio decorrente dal giorno successivo della comunicazione della presente Ordinanza;
Affidare il servizio di che trattasi per un periodo di dieci giorni nelle more che si possa individuare, in termini di legge, una ditta a cui affidare il servizio per l’intera stagione balneare;
Dare atto che al pagamento di quanto dovuto, si provvederà dietro presentazione di regolare fattura ed attestazione del regolare svolgimento del servizio, previo impegno della somma necessaria;
Disporre che il responsabile del Servizio assuma il necessario impegno di spesa e disponga i conseguenti atti di gestione.
Il Sindaco
Prof. Gaspare Portobello

  • ATTO numero 68  del 07-06-2011
ATTO numero 68  del 07-06-2011
Tipo di Atto: DELIBERA DI GIUNTA
 Atto di indirizzo per l'affidamento del servizio di vigilanza,salvataggio e pulizia spiagge libere (lotto L1,L2,L3,L4) per la stagione balneare 2011.
 ATTO numero 56  del 16-05-2011
ATTO numero 56  del 16-05-2011
Tipo di Atto: DELIBERA DI GIUNTA
Allegato: delibera di GM n_56.pdf (59 kb) File con estensione pdf
Nomina della commissione di gara per l'affidamento del servizio di gestione, vigilanza e salvataggio spiagge libere di Isola delle Femmine (lotto L1, L2, L3 ed L4), per le stagioni balneari 2011-2012-2013-2014-2015-2016.
 
COMUNE DI ISOLA DELLE FEMMINE
Provincia di Palermo
COPIA DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE
N. 56 DEL 16/05/2011
IMMEDIATAMENTE ESEGUIBILE
Oggetto: Nomina della commissione di gara per l’affidamento del servizio di gestione, vigilanza e salvataggio spiagge libere di Isola delle Femmine (lotto L1, L2, L3 ed L4), per le stagioni balneari 2011-2012-2013-2014-2015-2016.
L’anno 2011 e questo giorno 16 del mese di maggio, alle ore 09.30 nella sala delle adunanze della Sede Comunale si è riunita la Giunta Comunale convocata nelle forme di
legge.
Presiede l’adunanza , nella sua qualità di VICE SINDACO, PALAZZOTTO Sig. SALVATORE e sono rispettivamente presenti ed assenti i Sigg.:
Presenti:
PALAZZOTTO Sig. SALVATORE Vice Sindaco
RISO Prof. NAPOLEONE Assessore
CUTINO Dott. MARCELLO Assessore
AIELLO Sig. PAOLO Assessore Anziano
Assenti:
PORTOBELLO Prof. GASPARE Sindaco
Totale Presenti: 4 Totale Assenti: 1
con l’assistenza del Segretario Comunale, SCAFIDI Dott. MANLIO
Il Presidente, constatato che gli interventi sono in numero legale, dichiara aperta la riunione ed invita i convocati a deliberare sull’oggetto sopraindicato.
Su disposizione del Vicesindaco l'ufficio ha predisposto la seguente proposta di deliberazione
avente per oggetto:
"Nomina della commissione di gara per l'affidamento del servizio di gestione, vigilanza e salvataggio spiagge libere di Isola delle Femmine (lotto L1, L2, L3 ed L4), per le stagioni balneari 2011-2012-2013-2014-2015-2016".
LA GIUNTA MUNICIPALE
Premesso,
che con delibera di Giunta Municipale n. 29/2011 è stato dato l'atto di indirizzo politico al responsabile dell'Ufficio Tecnico per redigere il capitolato speciale per l'affidamento del servizio di gestione, vigilanza e salvataggio spiagge libere di Isola delle Femmine (lotto L1, L2, L3 ed L4), per le stagioni balneari 2011-2012-2013-2014-2015-2016;
che la mancata gestione delle spiagge libere, oltre a costituire pericolo per la pubblica incolumità, rappresenterebbe una grave carenza dal punto di vista turistico con gravi ripercussioni sulla locale economia;
che si rende, pertanto, inderogabile ed urgente provvedere ad affidare a terzi l'espletamento di alcuni servizi dei tratti di spiaggia libera di che trattasi;
che con delibera di Giunta Municipale n. 49 del 26/04/2011 è stato approvato il nuovo capitolato per l'affidamento del servizio di gestione, vigilanza e salvataggio spiagge libere di Isola delle Femmine (lotto L1, L2, L3 ed L4), per le stagioni balneari 2011-2012- 2013-2014-2015-2016";
che il regolamento degli uffici e dei servizi prevede che il presidente del seggio di gara coincide con il responsabile del settore;
considerato che il procedimento è stato avviato dal responsabile del settore III pro tempore arch. Sandro D'Arpa e che alla data odierna non è avvenuto una formale passaggio delle consegne tra lo stesso arch. D'Arpa e l'ing. Francesca Usticano, nuovo responsabile del settore III;
ritenuto pertanto di dovere confermare la presidenza della gara all'arch. Sandro D'Arpa, che curerà gli atti fino all'esperimento della stessa;
Visto il vigente O.A.EE.LL. vigente in Sicilia;
DELIBERA
1) Confermare la Presidenza della gara per l'aperture delle offerte pervenute per l'affidamento del servizio di gestione, vigilanza e salvataggio spiagge libere di Isola delle Femmine (lotto L1, L2, L3 ed L4), per le stagioni balneari 2011-2012-2013-2014-2015-2016", all'Arch. Sandro D'Arpa;
2) Stabilire che le operazioni di gara avranno luogo il giorno 19 maggio 2011 alle ore 9:30 e
seguenti presso i locali comunali.
PARERI AI SENSI DEGLI ART.53 E 55 DELLA LEGGE 8.6.1990, N.142, RECEPITA CON L'ART.1 DELLA L.R. 11.12.1991, N.48.
Si esprime parere favorevole in ordine alla regolarità tecnica della superiore proposta di deliberazione.
Il responsabile del V Settore
Arch. Sandro D'Arpa
LA GIUNTA COMUNALE
Vista la superiore deliberazione, corredata dal parere prescritto;
Ritenuto di doverla condividere ma, conseguenzialmente, di dover mantenere in capo all'Arch. Sandro D'Arpa l'incarico di provvedere a tutti gli adempimenti necessari fino all'affidamento del servizio di gestione, vigilanza e salvataggio spiagge libere di Isola delle Femmine( lotto L1, L2, L3 ed L4 ), per le stagioni balneari 2011, 2012, 2013 2014, 2015 e 2016;
Con voti unanimi, espressi per alzata di mano, accertati e proclamati dal Sindaco
DELIBERA
Di approvare la superiore proposta di deliberazione, corredata dal prescritto parere, mantenendo, comunque in capo all'Arch. Sandro D'Arpa l'incarico di provvedere a tutti gli adempimenti necessari fino all'affidamento del servizio di gestione, vigilanza e salvataggio spiagge libere di Isola delle Femmine( lotto L1, L2, L3 ed L4 ), per le stagioni balneari 2011, 2012, 2013 2014, 2015 e 2016;
Considerato che, l'istanza di autorizzazione per l'affidamento del servizio deve essere inoltrata all'Assessorato Regionale Territorio ed Ambiente nel più breve tempo possibile, il presente atto, con votazione unanime palesemente espressa, è DICHIARATO IMMEDIATAMENTE ESECUTIVO.
  
  • ATTO numero 49  del 26-04-2011
ATTO numero 49  del 26-04-2011
Tipo di Atto: DELIBERA DI GIUNTA
Allegato: G_M_ N_49.11.pdf (249 kb) File con estensione pdf
Approvazione del nuovo capitolato speciale per l'affidamento del servizio di gestione, vigilanza e salvataggio spiagge libere di Isola delle Femmine (Lotto L1, L2, L3 ED L4), per le stagioni balneari 2011-2012-2013-2014-2015-2016.

 
  • Atto numero 23  del 08-04-2011
Atto numero 23 del 08-04-2011
Tipo di Atto: DETERMINA UFFICIO TECNICO
Allegato:
TECNICO n.23.11.pdf (27 kb) File con estensione pdf 
COMUNE DI ISOLA DELLE FEMMINE
Provincia di Palermo
DETERMINAZIONE DEL CAPO DEL SETTORE 3° - TECNICO-URBANISTICO
N. 23 DEL 08/04/2011
Oggetto:
Impegno di spesa e liquidazione all’Assessorato Territorio ed Ambiente del canone provvisorio anno 2010 nonché delle spese di registrazione per il rinnovo della Concessione demaniale marittima n. 49/2003 di mq. 220 (impianti di sollevamento• VISTO l'art. 51 della Legge 08.06.1990 n. 142, recepita con modifiche dall'art. 1 della L.R. 11.12.1991 N. 48;
• VISTO il D.Lgs. 03.02.1993 n. 29 e successive modificazioni ed integrazioni;
• VISTO l'art. 6 della Legge 15.05.1997 n. 77;
• VISTO l'art. 2 della Legge Regionale 07.09.1998 n. 23;
• VISTO il vigente O.A.EE.LL in Sicilia;
• VISTA la concessione demaniale marittima n. 49/03 con la quale è stata assentita al Comune di Isola delle Femmine mq. 220 di area demaniale marittima allo scopo di mantenere n. 2 impianti di sollevamento della rete fognante comunale;
• VISTA la richiesta di rinnovo del 29.09.2006 prot. n. 11853 relativa alla C.d.m. n. 49/2006 per il periodo dal 01.01.2007 al 31.12.2012;
RITENUTO necessario provvedere, ai fini del rinnovo della c.d.m cosi come previsto dall'art. 3 della Legge 10/07 al pagamento del canone provvisorio Anno 2010 per l'importo di € 763,90 nonché della spese di registrazione dell'importo complessivo di € 172,00 e di € 61,97 per tassa di concessione governativa;
DETERMINAImpegnare e liquidare per i motivi espressi in narrativa, all'Assessorato Territorio ed Ambiente la somma complessiva di € 997,87 per il pagamento del canone nonché delle spese di registrazione relative al rinnovo della Concessione demaniale marittima n. 49/03;
1. IMPUTARE la predetta somma sul Cap. 228 "Spese per concessioni demaniali" del bilancio 2011 in corso di formazione, dando atto che il Capitolo del bilancio 2010 era dotato di uno stanziamento di € 14.500,00;
2. Demandare all'ufficio di ragioneria l'emissione di apposito mandato in favore dell'A.R.T.A., utilizzando i Mod. f. 23 ed il relativo bollettino postale allegato;
IL RESP.LE DEL III SETTORE
F.to Arch. Sandro D'Arpa
ATTESTAZIONE DI COPERTURA FINANZIARIA
Visto di regolarità attestante la copertura finanziaria delle presente determinazione.
Si attesta la regolarità contabile.
Imp. N° 469/2011
Il Resp.le del servizio finanziario
F.to Rag. Fontanetta Biagio
  • Atto numero 22  del 08-04-2011
Impegno di spesa e liquidazione all' A.R.T.A tramite Capitaneria di Porto di Palermo del canone provvisorio per l'anno 2011 della C.d.m. n. 685/2006 (lotto L1,2 e 3) relative ai lotti di spiaggia libera attrezzata in loc. Isola delle Femmine.
Atto numero 22  del 08-04-2011
Tipo di Atto: DETERMINA UFFICIO TECNICO
Allegato:
TECNICO n.22.11.pdf (33 kb) File con estensione pdf
COMUNE DI ISOLA DELLE FEMMINE
Provincia di Palermo
DETERMINAZIONE DEL CAPO DEL SETTORE 3° - TECNICO-URBANISTICO
N. 22 DEL 08/04/2011
Oggetto:
Impegno di spesa e liquidazione all’ A.R.T.A tramite Capitaneria di Porto di Palermo del canone provvisorio per l’anno 2011 della C.d.m. n. 685/2006 (lotto L1,2 e 3) relative ai lotti di spiaggia libera attrezzata in loc. Isola delle Femmine - viale dei Saraceni - viale Marino• VISTO l'art. 51 della Legge 08.06.1990 n. 142, recepita con modifiche dall'art. 1 della
L.R. 11.12.1991 N. 48;
• VISTO il D.Lgs. 03.02.1993 n. 29 e successive modificazioni ed integrazioni;
• VISTO l'art. 6 della Legge 15.05.1997 n. 77;
• VISTO l'art. 2 della Legge Regionale 07.09.1998 n. 23;
• VISTO il vigente O.A.EE.LL in Sicilia;
• VISTA la concessione demaniale marittima n. 685/06 del 03.10.2010 rilasciata all'A.r.t.a della superficie di mq. 5905 (lotti 1,2, e 3) per il mantenimento di n. 4 lotti di spiaggia libera attrezzata;
• VISTA la nota protocollo n. 5919 del 31.01.2011 della Capitaneria di Porto di Palermo, introitata al nostro protocollo n. 1996 del 04.02.2011, relativa al pagamento da effettuare come rata del canone provvisorio anno 2011 corrispondente ad un importo complessivo di € 6.654,65 per canone provvisorio anno 2011;
• CONSIDERATO necessario, provvedere al pagamento del canone anno 2011 al fine del mantenimento delle C.d.m. n. 685 da effettuarsi con appositi modelli f. 23;
DETERMINA Impegnare e liquidare per i motivi espressi in narrativa, all'Assessorato Territorio ed Ambiente la somma complessiva di
€ 6.654,65 il pagamento del canone provvisorio Anno 2011 relativo alla Concessione demaniale marittima n. 685/2006;1. Imputare la predetta somma sul Cap. 228 "Spese per concessioni demaniali" del bilancio 2011 in corso di formazione, dando atto che il Capitolo del bilancio 2010 era dotato di uno stanziamento di € 14.500,00;
Imp. N°430 del 2011;
2. Demandare all'ufficio di ragioneria l'emissione di apposito mandato in favore dell' A.R.T.A., utilizzando i Mod. f. 23 che si allega alla presente;
IL RESP.LE DEL III SETTORE
F.to Arch. Sandro D'Arpa
ATTESTAZIONE DI COPERTURA FINANZIARIA
Visto di regolarità attestante la copertura finanziaria delle presente determinazione.
Si attesta la regolarità contabile.
Il Resp.le del servizio finanziario F.to Rag. Fontanetta Biagio
Impegno di spesa e liquidazione all' A.R.T.A tramite Capitaneria di Porto di Palermo del canone provvisorio per l'anno 2011 della C.d.m. n. 688 di mq. 540 (lotto L4).
Atto numero 20 del 08-04-2011
Tipo di Atto: DETERMINA UFFICIO TECNICO
Allegato:
TECNICO n.20.11.pdf (34 kb) File con estensione pdf  
COMUNE DI ISOLA DELLE FEMMINE
Provincia di Palermo
DETERMINAZIONE DEL CAPO DEL SETTORE 3° - TECNICO-URBANISTICO
N. 20 DEL 08/04/2011
Oggetto: Impegno di spesa e liquidazione all’ A.R.T.A tramite Capitaneria di Porto di Palermo del canone provvisorio per l’anno 2011 della C.d.m. n. 688 di mq. 540 (lotto L4);
• VISTO l'art. 51 della Legge 08.06.1990 n. 142, recepita con modifiche dall'art. 1 della L.R. 11.12.1991 N. 48;
• VISTO il D.Lgs. 03.02.1993 n. 29 e successive modificazioni ed integrazioni;
• VISTO l'art. 6 della Legge 15.05.1997 n. 77;
• VISTO l'art. 2 della Legge Regionale 07.09.1998 n. 23;
• VISTO il vigente O.A.EE.LL in Sicilia;
• VISTE le concessione demaniali marittime n. 688/06 e n. 685/06 del 03.10.2010 rilasciate dall'A.r.t.a della superficie di mq. 5905 (lotti 1,2, e 3) e di mq. 540 (lotto 4) da destinare a spiaggia libera attrezzata;
• VISTA la nota protocollo n. 5919 del 31.01.2011 della Capitaneria di Porto di Palermo, introitata al nostro protocollo n. 1996 del 04.02.2011, con la quale viene comunicato il pagamento da effettuare come rata del canone provvisorio anno 2011 della c.d.m. n. 688 di mq. 540 ammontante ad
€ 981,74; • CONSIDERATO necessario, provvedere al pagamento del canone anno 2011 al fine del mantenimento della C.d.m. da effettuarsi con apposito modello f. 23;
DETERMINA
Impegnare e liquidare per i motivi espressi in narrativa, all'Assessorato Territorio ed Ambiente la somma complessiva di € 981,74 per il pagamento del canone provvisorio Anno 2011 relativo alle Concessioni demaniali marittime n. 688/006;
1. Imputare la predetta somma sul Cap. 228 "Spese per concessioni demaniali" del bilancio 2011 in corso di formazione, dando atto che il Capitolo del bilancio 2010 era dotato di uno stanziamento di € 14.500,00; Imp. N°429 del 2011 ;
2. Demandare all'ufficio di ragioneria l'emissione di apposito mandato in favore dell' A.R.T.A., utilizzando il Mod. f. 23 che si allega alla presente;
IL RESP.LE DEL III SETTORE F.to Arch. Sandro D'Arpa
ATTESTAZIONE DI COPERTURA FINANZIARIA
Visto di regolarità attestante la copertura finanziaria delle presente determinazione.
Si attesta la regolarità contabile.
Il  Resp.le del servizio finanziario F.to Rag. Fontanetta Biagio
  
  • Atto numero 37  del 15-03-2011
Approvazione del capitolato speciale e del bando per l'affidamento del servizio di gestione, vigilanza e salvataggio spiagge libere di Isola delle Femmine (Lotto L1, L2, L3 ED L4), per le stagioni balneari 2011-2012-2013-2014-2015-2016.
Atto numero 37  del 15-03-2011
Tipo di Atto: DELIBERA DI GIUNTA
Allegato: DELIBERA G.M. 37.11.pdf (154 kb) File con estensione pdf
  
ATTO NUMERO   29  del 04-03-2011
Tipo di Atto: DELIBERA DI GIUNTA
Allegato: DELIBERA G.M. 29.11.pdf (55 kb) File con estensione pdf
COMUNE DI ISOLA DELLE FEMMINE
Provincia di Palermo
COPIA DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE
N. 29 DEL 04/03/2011
IMMEDIATAMENTE ESEGUIBILE
Oggetto: ATTO DI INDIRIZZO POLITICO PER L’AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI GESTIONE, VIGILANZA E SALVATAGGIO SPIAGGE LIBERE DI ISOLA DELLE FEMMINE (LOTTO L1, L2, L3 ED L4), PER LE STAGIONI BALNEARI 2011-2012-2013-2014-2015-2016”.
L’anno 2011 e questo giorno 04 del mese di marzo, alle ore 12.30 nella sala delle adunanze della Sede Comunale si è riunita la Giunta Comunale convocata nelle forme di legge.
Presiede l’adunanza PORTOBELLO Prof. GASPARE, nella sua qualità di SINDACO e sono rispettivamente presenti ed assenti i Sigg.:
Presenti:
PORTOBELLO Prof. GASPARE Sindaco
PALAZZOTTO Sig. SALVATORE Vice Sindaco
RISO Prof. NAPOLEONE Assessore
CUTINO Dott. MARCELLO Assessore
Assenti:
AIELLO Sig. PAOLO Assessore Anziano
Totale Presenti: 4 Totale Assenti: 1
con l’assistenza del Segretario Comunale, SCAFIDI Dott. MANLIO
Il Presidente, constatato che gli interventi sono in numero legale, dichiara aperta la riunione ed invita i convocati a deliberare sull’oggetto sopraindicato.

Su disposizione del Sindaco l'ufficio ha predisposto la seguente proposta di deliberazione avente per oggetto:
"ATTO DI INDIRIZZO POLITICO PER L'AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI GESTIONE, VIGILANZA E SALVATAGGIO SPIAGGE LIBERE DI ISOLA DELLE FEMMINE (LOTTO L1, L2, L3 ED L4), PER LE STAGIONI BALNEARI 2011-2012-2013-2014-2015-2016".
LA GIUNTA MUNICIPALE
Premesso,
che questo Comune nella qualità di concessionario dei tratti di spiaggia libera denominati con le sigle "L1", "L2", "L3" e "L4", per carenza di personale idoneo e per mancanza delle attrezzature necessarie, non è nelle condizioni di assicurare in gestione diretta i servizi connessi ad una corretta gestione delle spiagge;
che la mancata gestione delle spiagge libere, oltre a costituire pericolo per la pubblica incolumità, rappresenterebbe una grave carenza dal punto di vista turistico con gravi ripercussioni sulla locale economia;
• che si rende, pertanto, inderogabile ed urgente provvedere ad affidare a terzi l'espletamento di alcuni servizi dei tratti di spiaggia libera di che trattasi;
che appare trasparente ed equo affidare il servizio per l'affidamento del servizio di gestione, vigilanza e salvataggio spiagge libere di Isola delle Femmine (lotto L1, L2, L3 ed L4), per le stagioni balneari 2011-2012-2013-2014-2015-2016 mediante la partecipazione in forma pubblica ad una gara sulla scorta di un capitolato nel quale vengono specificate le condizioni;
Visto il vigente O.A.EE.LL. vigente in Sicilia;
DELIBERA
1) dare mandato all'ufficio tecnico di predisporre il capitolato speciale ed il bando per l'affidamento del servizio di gestione, vigilanza e salvataggio spiagge libere di Isola delle Femmine (lotto L1, L2, L3 ed L4), per le stagioni balneari 2011-2012-2013-2014-2015-2016
PARERI AI SENSI DEGLI ART.53 E 55 DELLA LEGGE 8.6.1990, N.142, RECEPITA CON L'ART.1 DELLA L.R. 11.12.1991, N.48.
Si esprime parere favorevole in ordine alla regolarità tecnica della superiore proposta di deliberazione.
Il responsabile del Settore Tecnico
F.to Arch. Sandro D'Arpa
LA GIUNTA COMUNALE
Vista la superiore deliberazione, corredata dei pareri prescritti;
Ritenuta meritevole di approvazione;
Con voti unanimi, espressi per alzata di mano, accertati e proclamati dal Sindaco
DELIBERA
Di approvare la superiore proposta di deliberazione, corredata dal prescritto parere.
Considerato che, l'istanza di autorizzazione per l'affidamento del servizio deve essere inoltrata all'Assessorato Regionale Territorio ed Ambiente nel più breve tempo possibile, il presente atto è DICHIARATO IMMEDIATAMENTE ESECUTIVO.

Tipo di informazione: Atti Pubblici
Data: 26/04/2011



Tipo di informazione: Atti Pubblici
Data: 26/04/2011



Tipo di informazione: Atti Pubblici
Data: 28/04/2011



Tipo di informazione: Atti Pubblici
Data: 23/05/2011



Tipo di informazione: Atti Pubblici
Data: 08/06/2011



Tipo di informazione: Atti Pubblici
Data: 28/06/2011



Tipo di informazione: Bandi di gara
Data: 07/04/2011



Tipo di informazione: Bandi di gara
Data: 12/04/2011



Tipo di informazione: Bandi di gara
Data: 28/04/2011


 CIMITERO 

2 APRILE 2011 ORE 11,30 VIA GARIBALDI
ASSESSORE CIAMPOLILLO MUNNEZZA TRADE ECO SERVICE
CARABINIERI TESTIMONI QUERELA

LA DISCRIMINAZIONE !!!!

IL MISTERO DEL CIMITERO DI
ISOLA DELLE FEMMINE?

NELLO STESSO GIORNO ALLA STESSA ORA
SEQUESTRARE LO STESSO LOCULO
  • Atto numero 12  del 25-01-2011
Lavori di realizzazione 20 loculi all'interno del cimitero del Comune di Isola delle Femmine (Progetto rimodulato a 15 loculi dalla Soprintendenza BB.CC.AA di Palermo). Modifica alla determina n.10 del 21/01/11 di approvazione conto finale.
Atto numero 12  del 25-01-2011
Tipo di Atto: DETERMINA SETTORE TECNICO MANUTENTIVO
Allegato: DET.12.11 MANUTENZIONE.pdf (74 kb) File con estensione pdf
  • Atto numero 10  del 21-01-2011
Lavori di realizzazione 20 loculi all'interno del cimitero del Comune di Isola delle Femmine (Progetto rimodulato a 15 loculi dalla Soprintendenza BB.CC.AA di Palermo). Approvazione conto finale.
Atto numero 10  del 21-01-2011
Tipo di Atto: DETERMINA SETTORE TECNICO MANUTENTIVO
Allegato: DET. 10.11 MANUTENZIONE.pdf (328 kb) 

 
  • Atto numero 8  del 20-01-2011
Lavori di realizzazione 20 loculi all'interno del cimitero del Comune di Isola delle Femmine (Progetto rimodulato a 15 loculi dalla Soprintendenza BB.CC.AA di Palermo). Liquidazione fattura n.1/11 dell' impresa Ducato Costruzioni.
Atto numero 8  del 20-01-2011
Tipo di Atto: DETERMINA SETTORE TECNICO MANUTENTIVO
Allegato:
DET. 08.11 MANUTENZIONE.pdf (286 kb) File con estensione pdf 
  • Atto numero 133  del 31-12-2010
Lavori di realizzazione 20 loculi all'interno del cimitero del Comune di Isola delle Femmine (Progetto rimodulato a 15 loculi secondo le prescrizioni della Soprintendenza BB.CC.AA di Palermo).Approvazione variante suppletiva.
Atto numero 133  del 31-12-2010
Tipo di Atto: DETERMINA SETTORE TECNICO MANUTENTIVO
Allegato:
DET. 133.10 MANUTENZIONE.pdf (187 kb) File con estensione pdf 


TRIBUTI RUOLI TARSU ICI

2 APRILE 2011 ORE 11,30 MUNNEZZA ASSESSORE CIAMPOLILLO
TRADE ECO SERVICE CARABINIERI TESTIMONI
POLIZIA MUNICIPIALE QUERELLA BUGIARDO
IN CONSIGLIO COMUNALE







  • Atto numero 31  del 08-03-2011
Approvazione convenzione con le Poste Italiane Spa per l'incasso delle somme relative alle entrate TARSU ed ICI.
Atto numero 31  del 08-03-2011
Tipo di Atto: DELIBERA DI GIUNTA
Allegato:
DELIBERA G_M_ N_31_2011.pdf (1080 kb) File con estensione pdf 
  • Atto numero 30  del 08-03-2011
Passaggio alla riscossione TARSU ed ICI in forma diretta. Atto numero 30  del 08-03-2011
Tipo di Atto: DELIBERA DI GIUNTA
Allegato: 
DELIBERA G_M_ N_30_2011.pdf (251 kb) File con estensione pdf 
AFFIDAMENTO RISCOSSIONE INFRAZIONI STRADALI 2008
2 APRILE 2011 ORE 11,30 MUNNEZZA ASSESSORE
CIAMPOLILLO TRADE ECO SERVICE POLIZIA MUNICIPALE
CARABINIERI TESTIMONI IL BUGIARDO
IN CONSIGLIO COMUNALE


  • ATTO numero 26  del 26-07-2011
ATTO numero 26 del 26-07-2011
Tipo di Atto: DETERMINA SETTORE POLIZIA MUNICIPALE
Modifica determinazione n.25 del 20 luglio 2009 relativa all'approvazione ruolo sanzioni amministrative non riscosse nell'anno 2008
COMUNE DI ISOLA DELLE FEMMINE
Provincia di Palermo
DETERMINAZIONE DEL CAPO DEL SETTORE 4° - VIGILANZA
N. 26 DEL 26/07/2011
Oggetto: MODIFICA DETERMINAZIONE N.25 DEL 20 LUGLIO 2009 RELATIVA ALL’APPROVAZIONE RUOLO SANZIONI AMMINISTRATIVE NON RISCOSSE NELL’ANNO 2008
IL Responsabile del 4° Settore
vista la propria determinazione n. 25 del 20 luglio 2009, con la quale si è provveduto ad approvare il ruolo per sanzioni amministrative non riscosse nell'anno 2008;
rilevato che per mero errore, nella suddetta determinazione n.25 del 20 luglio 2009 è stato riportato il numero delle voci e l' importo totale del ruolo diverso da quello effettivamente risultante dall'elenco delle sanzioni non riscosse nell'anno 2008 allegato e che risulta essere pari a n. 1628 voci per un importo di € 333.639,67;
ritenuto pertanto dovere procedere alla modifica della suddetta determinazione n.25/09, limitatamente all'importo complessivo delle sanzioni non riscosse nell'anno 2008 che deve essere pari a € 333.639,67, così come si evince dall'apposito elenco nominativo predisposto da questo Corpo di P. M. e comprendente n.1628 voci ;
vista la normativa vigente in materia
D E T E R M I N A
per i motivi in premessa specificati:
1) Modificare la propria determinazione n. 25 del 20 luglio 2009 di approvazione del ruolo per sanzioni amministrative non riscosse nell'anno 2008, nel senso che l'importo complessivo effettivo risulta essere pari a € 333.639,67, così come si evince dall'apposito elenco nominativo predisposto da questo Corpo di P.M. e
comprendente n.1628 voci;
IL COMANDANTE
- Magg. Antonio Croce -
 
Affidamento sperimentale del servizio di riscossione delle sanzioni amministrative per violazioni al Codice della Strada relative all'anno 2008 - Presa d'atto variazione societaria.
Atto numero 24  del 07-06-2011
Tipo di Atto: DETERMINA SETTORE POLIZIA MUNICIPALE
ATTO numero 26  del 26-07-2011


RIFIUTI
2 APRILE 2011 ORE 11,30 MUNNEZZA TRADE ECO SERVICE
ASSESSORE POLIZIA MUNICIPALE CIAMPOLILLO
MACCHINA FOTOGRAFICA TESTIMONI
CARABINIERI QUERELA
BUGIARDO IN CONSIGLIO COMUNALE








  • ATTO numero 133  del 31-08-2011
ATTO numero 133  del 31-08-2011
Tipo di Atto: DETERMINA SETTORE TECNICO MANUTENTIVO
Allegato: DETERMINA V SETTORE N.133.pdf (35 kb) File con estensione pdf
Liquidazione del corrispettivo dovuto alla Servizi Comunali Integrati R.S.U. s.p.a. relativo all'accordo presso l'Assessorato dell'energia ed all'atto transattivo con AMIA s.p.a. - luglio - agosto 2011
 
COMUNE DI ISOLA DELLE FEMMINE
Provincia di Palermo
DETERMINAZIONE DEL CAPO DEL SETTORE 5° - TECNICO-MANUTENTIVO
N. 133 DEL 31/08/2011
Oggetto: liquidazione del corrispettivo dovuto alla Servizi Comunali Integrati R.S.U. s.p.a. relativo all’accordo presso l’Assessorato dell’energia ed all’atto transattivo con AMIA s.p.a. - luglio - agosto 2011
VISTO l'art. 51 della legge 8 giugno 1990, n. 142, recepita con modifiche dall'art. 1 della L.R. 11.12.1991, n. 48, nel testo sostituito dall'art. 12 della L.R. n. 30/2000;
VISTO il D.Lgs 30 marzo 2001, n.165 e successive modificazioni ed integrazioni;
VISTO l'art.6 della legge 15 maggio 1997, n. 77;
VISTO l'art.2 della legge regionale 7 settembre 1998, n.23;
DATO atto che la struttura organizzativa dell'Ente si articola in Settori e Servizi;
RILEVATO che per il V Settore la posizione organizzativa è stata conferita, all'arch. Sandro D'Arpa con determina del Sindaco n. 05 del 18/04/2011;
VISTO il vigente O.A.EE.LL. in Sicilia;
RITENUTA, pertanto, la propria competenza in merito all'oggetto, ai sensi della normativa sopra richiamata e per i motivi sopra indicati;
PREMESSO che in data 14 gennaio 2005 il Comune ha sottoscritto il contratto di affidamento del servizio di gestione integrata dei rifiuti alla Servizi Comunali Integrati R.S.U. s.p.a. con sede in Partinico, Via E. Mattei, n°4;
VISTA la deliberazione della Giunta Comunale n°100 del 30 maggio 2005 con la quale si avvia il conferimento della gestione integrata dei rifiuti alla Servizi Comunali Integrati R.S.U. s.p.a. con sede in Partinico;
VISTA la nota della suddetta società n°346 di protocollo del 31 maggio 2005 con la quale si comunica l'avvio dell'attività di cui sopra a partire dal 13 giugno 2005;
VISTO l'importo stabilito nel piano industriale per il corrispettivo annuo che questo Comune deve all'ATO, che ammonta ad € 735.924,15 oltre IVA al 10% per la raccolta, il trasporto ed il conferimento a discarica dei RR.SS.UU. ed € 20.173,45 quale costo di gestione della società, per l'importo complessivo di € 829.690,02;
CONSIDERATO che è in corso un contenzioso tra questo Comune e l'ATO rifiuti, per il riconoscimento del giusto debito;
VISTA la nota prot. 7099 del 30/06/2011/PUG/fax/e-mail della società A.T.O. Pa 1, introitata al nostro prot. 11250 del 04/07/2011, con la quale la società ATO Pa 1 trasmette il piano di riparto delle somme per la copertura del piano di rientro con AMIA s.p.a., secondo il quale il Comune di Isola delle Femmine deve versare la somma mensile di € 115.169,35 di cui € 100.000,00 relativo all'accordo presso l'Assessorato dell'energia del 11/04/2011, ed € 15.169,35 relativo al piano di rientro con AMIA di cui al verbale del 23/06/2011;
D E T E R M I N A
per i motivi in premessa specificati:
Liquidare la somma di € 100.000,00 (centomila/00) iva inclusa, alla Servizi Comunali Integrati R.S.U. s.p.a. con sede in Partinico quale corrispettivo dovuto per la gestione integrata dei rifiuti per il mese di luglio 2011 relativo all'accordo presso l'Assessorato dell'Energia del 11/04/2011, imputandone l'onere sul capitolo 1261.00 "Servizio Comunale Integrato - A.T.O." del corrente bilancio in corso di formazione;
Liquidare la somma di € 15.169,35 (quindicimilacentosessantanove/35) iva inclusa quale corrispettivo per il mese di agosto 2011, alla Servizi Comunali Integrati R.S.U. s.p.a. con sede in Partinico, relativo al piano di riparto delle somme per la copertura del piano di rientro della società A.T.O. Pa 1 con AMIA s.p.a., imputandone l'onere sul
capitolo 1261.00 "Servizio Comunale Integrato - A.T.O." del corrente bilancio in corso di formazione.
Dare atto che la presente liquidazione è fatta in acconto al corrispettivo dovuto per il servizio relativo all'anno 2011.
Restano fatti salvi eventuali conguagli.
Il Responsabile del V Settore
arch. Sandro D'Arpa
IMP N 415/2011
  • ATTO numero 126  del 04-08-2011
ATTO numero 126  del 04-08-2011
Tipo di Atto: DETERMINA SETTORE TECNICO MANUTENTIVO
Liquidazione del corrispettivo dovuto alla Servizi Comunali Integrati R.S.U. s.p.a. relativo all'atto transattivo con AMIA s.p.a. - luglio 2011.
COMUNE DI ISOLA DELLE FEMMINE
Provincia di Palermo
DETERMINAZIONE DEL CAPO DEL SETTORE 5° - TECNICO-MANUTENTIVO
N. 126 DEL 04/08/2011
Oggetto: liquidazione del corrispettivo dovuto alla Servizi Comunali Integrati R.S.U. s.p.a. relativo all'accordo presso l'Assessorato dell'energia ed all’atto transattivo con AMIA s.p.a. giugno - luglio 2011.
VISTO l'art. 51 della legge 8 giugno 1990, n. 142, recepita con modifiche dall'art. 1 della L.R. 11.12.1991, n. 48, nel testo sostituito dall'art. 12 della L.R. n. 30/2000;
VISTO il D.Lgs 30 marzo 2001, n.165 e successive modificazioni ed integrazioni;
VISTO l'art.6 della legge 15 maggio 1997, n. 77;
VISTO l'art.2 della legge regionale 7 settembre 1998, n.23;
DATO atto che la struttura organizzativa dell'Ente si articola in Settori e Servizi;
RILEVATO che per il V Settore la posizione organizzativa è stata conferita, all'arch. Sandro D'Arpa con determina del Sindaco n. 05 del 18/04/2011;
VISTO il vigente O.A.EE.LL. in Sicilia;
RITENUTA, pertanto, la propria competenza in merito all'oggetto, ai sensi della normativa sopra richiamata e per i motivi sopra indicati;
PREMESSO che in data 14 gennaio 2005 il Comune ha sottoscritto il contratto di affidamento del servizio di gestione integrata dei rifiuti alla Servizi Comunali Integrati R.S.U. s.p.a. con sede in Partinico, Via E. Mattei, n°4;
VISTA la deliberazione della Giunta Comunale n°100 del 30 maggio 2005 con la quale si avvia il conferimento della gestione integrata dei rifiuti alla Servizi Comunali Integrati R.S.U. s.p.a. con sede in Partinico;
VISTA la nota della suddetta società n°346 di protocollo del 31 maggio 2005 con la quale si comunica l'avvio dell'attività di cui sopra a partire dal 13 giugno 2005;
VISTO l'importo stabilito nel piano industriale per il corrispettivo annuo che questo Comune deve all'ATO, che ammonta ad € 735.924,15 oltre IVA al 10% per la raccolta, il trasporto ed il conferimento a discarica dei RR.SS.UU. ed € 20.173,45 quale costo di gestione della società, per l'importo complessivo di € 829.690,02;
CONSIDERATO che è in corso un contenzioso tra questo Comune e l'ATO rifiuti, per il riconoscimento del giusto debito;
VISTA la nota prot. 7099 del 30/06/2011/PUG/fax/e-mail della società A.T.O. Pa 1, introitata al nostro prot. 11250 del 04/07/2011, con la quale la società ATO Pa 1 trasmette il piano di riparto delle somme per la copertura del piano di rientro con AMIA s.p.a., secondo il quale il Comune di Isola delle Femmine deve versare la somma mensile di € 115.169,35 di cui € 100.000,00 relativo all'accordo presso l'Assessorato dell'energia del 11/04/2011, ed € 15.169,35 relativo al piano di rientro con AMIA di cui al verbale del 23/06/2011;
D E T E R M I N A
per i motivi in premessa specificati:
Liquidare la somma di € 100.000,00 (centomila/00) iva inclusa, alla Servizi Comunali Integrati R.S.U. s.p.a. con sede in Partinico quale corrispettivo dovuto per la gestione integrata dei rifiuti per il mese di giugno 2011 relativo all'accordo presso l'Assessorato dell'Energia del 11/04/2011, imputandone l'onere sul capitolo 1261.00 "Servizio Comunale Integrato - A.T.O." del corrente bilancio in corso di formazione;
Liquidare la somma di € 15.169,35 (quindicimilacentosessantanove/35) iva inclusa quale corrispettivo per il mese di luglio 2011, alla Servizi Comunali Integrati R.S.U. s.p.a. con sede in Partinico, relativo al piano di riparto delle somme per la copertura del piano di rientro della società A.T.O. Pa 1 con AMIA s.p.a., imputandone l'onere sul capitolo 1261.00 "Servizio Comunale Integrato - A.T.O." del corrente bilancio in corso di formazione.
Dare atto che la presente liquidazione è fatta in acconto al corrispettivo dovuto per il servizio relativo all'anno 2011.
Restano fatti salvi eventuali conguagli.
Il Responsabile del V Settore
arch. Sandro D'Arpa
IMP N 415/2011
  • ATTO numero 106  del 04-07-2011
ATTO numero 106  del 04-07-2011
Tipo di Atto: DETERMINA SETTORE TECNICO MANUTENTIVO
Allegato: DETERMINA 5 SETTORE N.106.pdf (35 kb) File con estensione pdf
 Liquidazione del corrispettivo dovuto alla Servizi Comunali Integrati R.S.U. s.p.a. relativo all'atto transattivo con AMIA s.p.a. - giugno 2011.
COMUNE DI ISOLA DELLE FEMMINE
Provincia di Palermo
DETERMINAZIONE DEL CAPO DEL 5° SETTORE TECNICO-MANUTENTIVO
N. 106 DEL 04/07/2011
Oggetto: LIQUIDAZIONE DEL CORRISPETTIVO DOVUTO ALLA SERVIZI COMUNALI INTEGRATI R.S.U. SPA RELATIVO ALL’ATTO TRANSATTIVO CON AMIA SPA – GIUGNO 2011.
VISTO l'art. 51 della legge 8 giugno 1990, n. 142, recepita con modifiche dall'art. 1 della L.R. 11.12.1991, n. 48, nel testo sostituito dall'art. 12 della L.R. n. 30/2000;
VISTO il D.Lgs 30 marzo 2001, n.165 e successive modificazioni ed integrazioni;
VISTO l'art.6 della legge 15 maggio 1997, n. 77;
VISTO l'art.2 della legge regionale 7 settembre 1998, n.23;
DATO atto che la struttura organizzativa dell'Ente si articola in Settori e Servizi;
RILEVATO che per il V Settore la posizione organizzativa è stata conferita, all'arch. Sandro D'Arpa con determina del Sindaco n. 05 del 18/04/2011;
VISTO il vigente O.A.EE.LL. in Sicilia;
RITENUTA, pertanto, la propria competenza in merito all'oggetto, ai sensi della normativa sopra richiamata e per i motivi sopra indicati;
PREMESSO che in data 14 gennaio 2005 il Comune ha sottoscritto il contratto di affidamento del servizio di gestione integrata dei rifiuti alla Servizi Comunali Integrati R.S.U. s.p.a. con sede in Partinico, Via E. Mattei, n°4;
VISTA la deliberazione della Giunta Comunale n°100 del 30 maggio 2005 con la quale si avvia il conferimento della gestione integrata dei rifiuti alla Servizi Comunali Integrati R.S.U. s.p.a. con sede in Partinico;
VISTA la nota della suddetta società n°346 di protocollo del 31 maggio 2005 con la quale si comunica l'avvio dell'attività di cui sopra a partire dal 13 giugno 2005;
VISTO l'importo stabilito nel piano industriale per il corrispettivo annuo che questo Comune deve all'ATO, che ammonta ad € 735.924,15 oltre IVA al 10% per la raccolta, il trasporto ed il conferimento a discarica dei RR.SS.UU. ed € 20.173,45 quale costo di gestione della società, per l'importo complessivo di € 829.690,02;
CONSIDERATO che è in corso un contenzioso tra questo Comune e l'ATO rifiuti, per il riconoscimento del giusto debito;
VISTA la nota prot. 7099 del 30/06/2011/PUG/fax/e-mail della società A.T.O. Pa 1, introitata al nostro prot. 11250 del 04/07/2011, con la quale la società ATO Pa 1 trasmette il piano di riparto delle somme per la copertura del piano di rientro con AMIA s.p.a., secondo il quale il Comune di Isola delle Femmine deve versare la somma mensile di € 115.169,35 di cui € 100.000,00 relativo all'accordo presso l'Assessorato dell'energia del 11/04/2011, ed € 15.169,35 relativo al piano di rientro con AMIA di cui al verbale del 23/06/2011;
D E T E R M I N A
per i motivi in premessa specificati:
Liquidare la somma di € 15.169,35 (quindicimilacentosessantanove/35) iva inclusa quale corrispettivo per il mese di giugno 2011, alla Servizi Comunali Integrati R.S.U. s.p.a. con sede in Partinico, relativo al piano di riparto delle somme per la copertura del piano di rientro della società A.T.O. Pa 1 con AMIA s.p.a., imputandone l'onere sul capitolo 1261.00 "Servizio Comunale Integrato - A.T.O." del corrente bilancio in corso di formazione.
Dare atto che la presente liquidazione è fatta in acconto al corrispettivo dovuto per il servizio relativo all'anno 2011.
Restano fatti salvi eventuali conguagli.
Il Responsabile del V Settore
arch. Sandro D'Arpa
IMP N 415/2011
  • ATTO numero 105  del 30-06-2011
ATTO numero 105  del 30-06-2011
Tipo di Atto: DETERMINA SETTORE TECNICO MANUTENTIVO
Allegato: DETERMINA 5 SETTORE N.105.pdf (36 kb) File con estensione pdf
Liquidazione del corrispettivo dovuto alla Servizi Comunali Integrati R.S.U. s.p.a. per la gestione integrata nel mese di maggio 2011 - acconto sull'importo dovuto per l'anno 2011
 
COMUNE DI ISOLA DELLE FEMMINE
Provincia di Palermo
DETERMINAZIONE DEL CAPO DEL SETTORE 5° - TECNICO-MANUTENTIVO
N. 105 DEL 30/06/2011
Oggetto: liquidazione del corrispettivo dovuto alla Servizi Comunali Integrati R.S.U. s.p.a. per la gestione integrata nel mese di maggio 2011 - acconto sull’importo dovuto per l’anno 2011
VISTO l'art. 51 della legge 8 giugno 1990, n. 142, recepita con modifiche dall'art. 1 della L.R. 11.12.1991, n. 48, nel testo sostituito dall'art. 12 della L.R. n. 30/2000;
• VISTO il D.Lgs 30 marzo 2001, n.165 e successive modificazioni ed integrazioni;
• VISTO l'art.6 della legge 15 maggio 1997, n. 77;
• VISTO l'art.2 della legge regionale 7 settembre 1998, n.23;
• DATO atto che la struttura organizzativa dell'Ente si articola in Settori e Servizi;
• RILEVATO che per il V Settore la posizione organizzativa è stata conferita, all'arch. Sandro D'Arpa con determina del Sindaco n. 05 del 18/04/2011;
• VISTO il vigente O.A.EE.LL. in Sicilia;
• RITENUTA, pertanto, la propria competenza in merito all'oggetto, ai sensi della normativa sopra richiamata e per i motivi sopra indicati;
• PREMESSO che in data 14 gennaio 2005 il Comune ha sottoscritto il contratto di affidamento del servizio di gestione integrata dei rifiuti alla Servizi Comunali Integrati R.S.U. s.p.a. con sede in Partinico, Via E. Mattei, n°4;
• VISTA la deliberazione della Giunta Comunale n°100 del 30 maggio 2005 con la quale si avvia il conferimento della gestione integrata dei rifiuti alla Servizi Comunali Integrati R.S.U. s.p.a. con sede in Partinico;
• VISTA la nota della suddetta società n°346 di protocollo del 31 maggio 2005 con la quale si comunica l'avvio dell'attività di cui sopra a partire dal 13 giugno 2005;
• VISTO l'importo stabilito nel piano industriale per il corrispettivo annuo che questo Comune deve all'ATO, che ammonta ad € 735.924,15 oltre IVA al 10% per la raccolta, il trasporto ed il conferimento a discarica dei RR.SS.UU. ed € 20.173,45 quale costo di gestione della società, per l'importo complessivo di € 829.690,02;
• CONSIDERATO che è in corso un contenzioso tra questo Comune e l'ATO rifiuti, per il riconoscimento del giusto debito;
• RITENUTO, pertanto, di potere procedere alla liquidazione del corrispettivo stabilito nel piano industriale, salvo conguagli finali a debito o a credito;
• RITENUTO di potere effettuare la liquidazione in acconto alla somma definitivamente accertata con l'esito del contenzioso ancora aperto;
• VISTE le ripetute note dell'A.T.O. Pa. 1 indirizzate a questo Ente, nelle quali vengono rappresentate le gravi condizioni economiche in cui la stessa società versa;
• VISTA la nota prot. 16917/COMM del 12/04/2011 dell'Ufficio del Commissario delegato presso il dipartimento regionale dell'Acqua e dei rifiuti, trasmessa con nota prot. 412 del 12/04/2011 introitata al nostro prot. 6171 del 13/04/2011, con la quale viene chiarita la necessità di provvedere ai pagamenti da parte dei comuni soci nei confronti dell'ATO;
• VISTO il verbale di riunione del 11/04/2011 tenutasi presso l'Assessorato Regionale dell'Energia e dei Servizi di pubblica utilità, nella quale il Sindaco di questo Comune si è impegnato a versare la somma di € 100.000,00 (centomila) entro i primi venti giorni di ogni mese;
• CONSIDERATO dunque di dovere provvedere alla liquidazione in acconto ai servizi che la Società A.T.O. Pa 1 relativi all'anno 2011;
D E T E R M I N A
per i motivi in premessa specificati:
• Liquidare la somma di € 100.000,00 (centomila/00) iva inclusa quale corrispettivo per il mese di maggio 2011, alla Servizi Comunali Integrati R.S.U. s.p.a. con sede in Partinico quale corrispettivo dovuto per la gestione integrata dei rifiuti,
imputandone l'onere sul capitolo 1261.00 "Servizio Comunale Integrato - A.T.O." del corrente bilancio in corso di formazione.
• Dare atto che la presente liquidazione è fatta in acconto al corrispettivo dovuto per il servizio relativo all'anno 2011.
Restano fatti salvi eventuali conguagli.
Il Responsabile del V Settore
arch. Sandro D'Arpa
IMP N 415/2011
  • ATTO numero 82  del 01-06-2011
ATTO numero 82  del 01-06-2011
Tipo di Atto: DETERMINA SETTORE TECNICO MANUTENTIVO
Allegato: DET_ 5 SETTORE N_82.pdf (34 kb) File con estensione pdf
Liquidazione del corrispettivo dovuto alla Servizi Comunali Integrati R.S.U. s.p.a. per la gestione integrata nel mese di aprile 2011 - Acconto sull'importo dovuto per l'anno 2011. 

COMUNE DI ISOLA DELLE FEMMINE
Provincia di Palermo
DETERMINAZIONE DEL CAPO DEL SETTORE 5° - TECNICO-MANUTENTIVO
N. 82 DEL 01/06/2011
Oggetto: liquidazione del corrispettivo dovuto alla Servizi Comunali Integrati R.S.U. s.p.a. per la gestione integrata nel mese di aprile 2011 - acconto sull’importo dovuto per l’anno 2011.
IL RESPONSABILE DEL SETTORE
VISTO l'art. 51 della legge 8 giugno 1990, n. 142, recepita con modifiche dall'art. 1 della L.R. 11.12.1991, n. 48, nel testo sostituito dall'art. 12 della L.R. n. 30/2000;
VISTO il D.Lgs 30 marzo 2001, n.165 e successive modificazioni ed
integrazioni;
VISTO l'art.6 della legge 15 maggio 1997, n. 77;
VISTO l'art.2 della legge regionale 7 settembre 1998, n.23;
DATO atto che la struttura organizzativa dell'Ente si articola in Settori e Servizi;
RILEVATO che per il V Settore la posizione organizzativa è stata conferita, all'arch. Sandro D'Arpa con determina del Sindaco n. 05 del 18/04/2011;
VISTO il vigente O.A.EE.LL. in Sicilia;
RITENUTA, pertanto, la propria competenza in merito all'oggetto, ai sensi della normativa sopra richiamata e per i motivi sopra indicati;
PREMESSO che in data 14 gennaio 2005 il Comune ha sottoscritto il contratto di affidamento del servizio di gestione integrata dei rifiuti alla Servizi Comunali Integrati R.S.U. s.p.a. con sede in Partinico, Via E. Mattei, n°4;
VISTA la deliberazione della Giunta Comunale n°100 del 30 maggio 2005 con la quale si avvia il conferimento della gestione integrata dei rifiuti alla Servizi Comunali Integrati R.S.U. s.p.a. con sede in Partinico;
VISTA la nota della suddetta società n°346 di protocollo del 31 maggio 2005 con la quale si comunica l'avvio dell'attività di cui sopra a partire dal 13 giugno 2005;
VISTO l'importo stabilito nel piano industriale per il corrispettivo annuo che questo Comune deve all'ATO, che ammonta ad € 735.924,15 oltre IVA al 10% per la raccolta, il trasporto ed il conferimento a discarica dei RR.SS.UU. ed € 20.173,45 quale costo di gestione della società, per l'importo complessivo di € 829.690,02;
CONSIDERATO che è in corso un contenzioso tra questo Comune e l'ATO rifiuti, per il riconoscimento del giusto debito;
RITENUTO, pertanto, di potere procedere alla liquidazione del corrispettivo stabilito nel piano industriale, salvo conguagli finali a debito o a credito;
RITENUTO di potere effettuare la liquidazione in acconto alla somma definitivamente accertata con l'esito del contenzioso ancora aperto;
VISTE le ripetute note dell'A.T.O. Pa. 1 indirizzate a questo Ente, nelle quali vengono rappresentate le gravi condizioni economiche in cui la stessa società versa;
VISTA la nota prot. 16917/COMM del 12/04/2011 dell'Ufficio del Commissario delegato presso il dipartimento regionale dell'Acaua e dei rifiuti, trasmessa con nota prot. 412 del 12/04/2011 introitata al nostro prot. 6171 del
13/04/2011, con la quale viene chiarita la necessità di provvedere ai pagamenti da parte dei comuni soci nei confronti dell'ATO;
VISTO il verbale di riunione del 11/04/2011 tenutasi presso l'Assessorato Regionale dell'Energia e dei Servizi di pubblica utilità, nella quale il Sindaco di questo Comune si è impegnato a versare la somma di € 100.000,00 (centomila) entro i primi venti giorni di ogni mese;
CONSIDERATO dunque di dovere provvedere alla liquidazione in acconto ai servizi che la Società A.T.O. Pa 1 relativi all'anno 2011;
D E T E R M I N A
per i motivi in premessa specificati:
Liquidare la somma di € 100.000,00 (centomila/00) iva inclusa quale corrispettivo per il mese di aprile 2011, alla Servizi Comunali Integrati R.S.U. s.p.a. con sede in Partinico quale corrispettivo dovuto per la gestione integrata dei rifiuti, imputandone l'onere sul capitolo 1261.00 "Servizio Comunale Integrato - A.T.O." del corrente bilancio.
Dare atto che la presente liquidazione è fatta in acconto al corrispettivo dovuto per il servizio relativo all'anno 2011.
Restano fatti salvi eventuali conguagli.
Il Responsabile del V Settore
F.to arch. Sandro D'Arpa
IMP N 415/2011
  • ATTO numero 82  del 01-06-2011
ATTO numero 82  del 01-06-2011
Tipo di Atto: DETERMINA SETTORE TECNICO MANUTENTIVO
Allegato: DET_ 5 SETTORE N_82.pdf (34 kb) File con estensione pdf
Liquidazione del corrispettivo dovuto alla Servizi Comunali Integrati R.S.U. s.p.a. per la gestione integrata nel mese di aprile 2011 - Acconto sull'importo dovuto per l'anno 2011. 

COMUNE DI ISOLA DELLE FEMMINE
Provincia di Palermo
DETERMINAZIONE DEL CAPO DEL SETTORE 5° - TECNICO-MANUTENTIVO
N. 82 DEL 01/06/2011
Oggetto: liquidazione del corrispettivo dovuto alla Servizi Comunali Integrati R.S.U. s.p.a. per la gestione integrata nel mese di aprile 2011 - acconto sull’importo dovuto per l’anno
2011.
IL RESPONSABILE DEL SETTORE
VISTO l'art. 51 della legge 8 giugno 1990, n. 142, recepita con modifiche dall'art. 1 della L.R. 11.12.1991, n. 48, nel testo sostituito dall'art. 12 della L.R. n. 30/2000;
VISTO il D.Lgs 30 marzo 2001, n.165 e successive modificazioni ed
integrazioni;
VISTO l'art.6 della legge 15 maggio 1997, n. 77;
VISTO l'art.2 della legge regionale 7 settembre 1998, n.23;
DATO atto che la struttura organizzativa dell'Ente si articola in Settori e Servizi;
RILEVATO che per il V Settore la posizione organizzativa è stata conferita, all'arch. Sandro D'Arpa con determina del Sindaco n. 05 del 18/04/2011;
VISTO il vigente O.A.EE.LL. in Sicilia;
RITENUTA, pertanto, la propria competenza in merito all'oggetto, ai sensi della normativa sopra richiamata e per i motivi sopra indicati;
PREMESSO che in data 14 gennaio 2005 il Comune ha sottoscritto il contratto di affidamento del servizio di gestione integrata dei rifiuti alla Servizi Comunali Integrati R.S.U. s.p.a. con sede in Partinico, Via E. Mattei, n°4;
VISTA la deliberazione della Giunta Comunale n°100 del 30 maggio 2005 con la quale si avvia il conferimento della gestione integrata dei rifiuti alla Servizi Comunali Integrati R.S.U. s.p.a. con sede in Partinico;
VISTA la nota della suddetta società n°346 di protocollo del 31 maggio 2005 con la quale si comunica l'avvio dell'attività di cui sopra a partire dal 13 giugno 2005;
VISTO l'importo stabilito nel piano industriale per il corrispettivo annuo che questo Comune deve all'ATO, che ammonta ad € 735.924,15 oltre IVA al 10% per la raccolta, il trasporto ed il conferimento a discarica dei RR.SS.UU. ed € 20.173,45 quale costo di gestione della società, per l'importo complessivo di € 829.690,02;
CONSIDERATO che è in corso un contenzioso tra questo Comune e l'ATO rifiuti, per il riconoscimento del giusto debito;
RITENUTO, pertanto, di potere procedere alla liquidazione del corrispettivo stabilito nel piano industriale, salvo conguagli finali a debito o a credito;
RITENUTO di potere effettuare la liquidazione in acconto alla somma definitivamente accertata con l'esito del contenzioso ancora aperto;
VISTE le ripetute note dell'A.T.O. Pa. 1 indirizzate a questo Ente, nelle quali vengono rappresentate le gravi condizioni economiche in cui la stessa società versa;
VISTA la nota prot. 16917/COMM del 12/04/2011 dell'Ufficio del Commissario delegato presso il dipartimento regionale dell'Acaua e dei rifiuti, trasmessa con nota prot. 412 del 12/04/2011 introitata al nostro prot. 6171 del
13/04/2011, con la quale viene chiarita la necessità di provvedere ai pagamenti da parte dei comuni soci nei confronti dell'ATO;
VISTO il verbale di riunione del 11/04/2011 tenutasi presso l'Assessorato Regionale dell'Energia e dei Servizi di pubblica utilità, nella quale il Sindaco di questo Comune si è impegnato a versare la somma di € 100.000,00 (centomila) entro i primi venti giorni di ogni mese;
CONSIDERATO dunque di dovere provvedere alla liquidazione in acconto ai servizi che la Società A.T.O. Pa 1 relativi all'anno 2011;
D E T E R M I N A
per i motivi in premessa specificati:
Liquidare la somma di € 100.000,00 (centomila/00) iva inclusa quale corrispettivo per il mese di aprile 2011, alla Servizi Comunali Integrati R.S.U. s.p.a. con sede in Partinico quale corrispettivo dovuto per la gestione integrata dei rifiuti, imputandone l'onere sul capitolo 1261.00 "Servizio Comunale Integrato - A.T.O." del corrente bilancio.
Dare atto che la presente liquidazione è fatta in acconto al corrispettivo dovuto per il servizio relativo all'anno 2011.
Restano fatti salvi eventuali conguagli.
Il Responsabile del V Settore
F.to arch. Sandro D'Arpa
IMP N 415/2011
     
 
  • ATTO numero 67  del 20-05-2011
 ATTO numero 67  del 20-05-2011
Tipo di Atto: DETERMINA SETTORE TECNICO MANUTENTIVO
Allegato: DET_ 5 SETTORE N_67.pdf (41 kb) File con estensione pdf
Impegno di spesa e liquidazione fatture 1290 e 1291 del 02/11/2010, 1433 del 01/12/2010, 1434 del 01/12/2010, 1629 e 1630 del 31/12/2010 per conferimento dei RR.SS.UU. presso la discarica di c.da Materano Siculiana (Ag). CIG 24506357F8
COMUNE DI ISOLA DELLE FEMMINE
Provincia di Palermo
DETERMINAZIONE DEL CAPO DEL SETTORE 5° - TECNICO-MANUTENTIVO
N. 67 DEL 20/05/2011
Oggetto: impegno di spesa e liquidazione fatture 1290 e 1291 del 02/11/2010, 1433 del 01/12/2010, 1434 del 01/12/2010, 1629 e 1630 del 31/12/2010 per conferimento dei RR.SS.UU. presso la discarica di c.da Materano Siculiana (Ag). CIG 24506357F8
IL RESPONSABILE DI SETTORE
Visto l'art. 51 della legge 8 giugno 1990, n°142, recepita con modifiche dall'art.1 della L.R. 11.12.1991, n°48;
Visto il Decreto Legislativo 3 febbraio 1993 n°29 e successive modificazioni ed
integrazioni;
Visto l'art. 6 della legge 15 maggio 1997, n°77;
Visto l'art. 2 della legge regionale 7 settembre 1998, n°23;
Vista la deliberazione n° 30 del 7 febbraio 2005 con la quale la Giunta Comunale ha modificato la struttura organizzativa del Comune, spostando il Servizio di Igiene Ambientale al 3° servizio;
Rilevato che per il V settore la posizione organizzativa è stata conferita all'arch. Sandro D'Arpa;
Visto il vigente O.A.EE.LL. in Sicilia;
Premesso che in data 14 gennaio 2005 questo Comune ha sottoscritto il contratto di affidamento del servizio di gestione integrata dei rifiuti alla Servizi Comunali Integrati R.S.U. s.p.a. con sede in Partinico, Via E. Mattei, n°4;
Vista la deliberazione della Giunta Comunale n°100 del 30 maggio 2005 con la quale si avvia il conferimento della gestione integrata dei rifiuti alla predetta società d'ambito;
Visto l'articolo n°6 del suddetto contratto che riserva la possibilità al Comune di richiedere alla società d'ambito nuovi servizi e servizi occasionali non indicati nel vigente Piano Industriale riguardante l'igiene ambientale, concordando di volta in volta con la società in questione gli aspetti tecnici ed economici dei servizi richiesti;
Vista l'Ordinanza del Sindaco n. 69 del 18 ottobre 2010 con la quale affida alla ditta Trade Eco Service con sede in Bolognetta ss. 121 Km 240+500 l'espletamento straordinario del servizio di raccolta dei RR.SS.UU., ed alla ditta Catanzaro Costruzioni s.r.l. c.da Materano Siculiana (Ag);
Vista la determina del responsabile del settore III n. 36 del 18 ottobre 2010;
Viste le fatture n. 1290 e 1291 del 02/11/2010, 1433 del 01/12/2010, 1434 del 01/12/2010, 1629 e 1630 del 31/12/2010 trasmesse dalla ditta Catanzaro Costruzioni s.r.l. con sede in Favara (Ag) via Miniera Ciavolotta lotti 92/94 - 92026 che gestisce la discarica sita in Materano Siculiana (Ag), P.IVA 0177056 084 3 dell'importo complessivo di 63.159,59 per il conferimento dei RR.SS.UU. presso la discarica di Siculiana, relativo al periodo di ottobre-dicembre 2010;
Vista la determina del responsabile del III settore n. 42/2010 sono state impegnati € 5.930,20 imputandola nel bilancio 2010 giusto impegno n. 1324/2010;
Che per far fronte alla liquidazione delle fatture sopra menzionate è necessario impegnare l'ulteriore somma di € 57.229,39, imputandola al capitolo 1261 "spese per il trasporto, conferimento e smaltimento dei RR.SS.UU." del corrente bilancio 2011 in corso di formazione, che presenta il necessario stanziamento;
Vista la nota prot. 7958 del 16/05/2011 con la quale è stato comunicato alla società ATO Pa 1 il pagamento delle fatture relative ai periodi di emergenza rifiuti dal mese di marzo 2010 al mese di febbraio 2011;
Visto il corrente bilancio in corso di formazione;
D E T E R M I N A
per i motivi in premessa specificati:
1. Imputare l'ulteriore somma di € 57.229,39 sul capitolo 1261 "spese per il trasporto, conferimento e smaltimento dei RR.SS.UU." del corrente bilancio 2011 in corso di formazione in favore della ditta Catanzaro Costruzioni s.r.l. con sede in Favara (Ag) via Miniera Ciavolotta lotti 92/94 - 92026 che gestisce la discarica sita in Materano Siculiana (Ag) alla quale è stato affidato il servizio di conferimento durante il periodo dell'emergenza rifiuti.
2. Liquidare le fatture n. 1290 e 1291 del 02/11/2010, 1433 del 01/12/2010, 1434 del 01/12/2010, 1629 e 1630 del 31/12/2010 trasmesse dalla ditta Catanzaro Costruzioni s.r.l. con sede in Favara (Ag) via Miniera Ciavolotta lotti 92/94 - 92026 che gestisce la discarica sita in Materano Siculiana (Ag), P.IVA 0177056 084 3 dell'importo complessivo di 63.159,59 per il conferimento dei RR.SS.UU. presso la discarica di Siculiana, relativo al periodo di ottobre-dicembre 2010;
3. Imputare detto importo al capitolo del corrente Bilancio in atto previsto per il pagamento del servizio alla Servizi Comunali Integrati S.p.A., stante che alla stessa non verranno corrisposti i compensi riferiti ai giorni di mancato servizio.
Imp. 1324/2010; _________
Il Responsabile del III Settore
Arch. Sandro D'Arpa
Si attesta la regolarità contabile e la relativa copertura finanziaria ai sensi degli artt. 49,
comma 1, e 151, comma 4, del decreto legislativo 18 agosto 2000, n. 267.
Il Responsabile del Servizio Finanziario
Rag. Biagio Fontanetta
  • ATTO numero 67  del 20-05-2011
 ATTO numero 67  del 20-05-2011
Tipo di Atto: DETERMINA SETTORE TECNICO MANUTENTIVO
Allegato: DET_ 5 SETTORE N_67.pdf (41 kb) File con estensione pdf
Impegno di spesa e liquidazione fatture 1290 e 1291 del 02/11/2010, 1433 del 01/12/2010, 1434 del 01/12/2010, 1629 e 1630 del 31/12/2010 per conferimento dei RR.SS.UU. presso la discarica di c.da Materano Siculiana (Ag). CIG 24506357F8
COMUNE DI ISOLA DELLE FEMMINE
Provincia di Palermo
DETERMINAZIONE DEL CAPO DEL SETTORE 5° - TECNICO-MANUTENTIVO
N. 67 DEL 20/05/2011
Oggetto: impegno di spesa e liquidazione fatture 1290 e 1291 del 02/11/2010, 1433 del 01/12/2010, 1434 del 01/12/2010, 1629 e 1630 del 31/12/2010 per conferimento dei RR.SS.UU. presso la discarica di c.da Materano Siculiana (Ag). CIG 24506357F8
IL RESPONSABILE DI SETTORE
Visto l'art. 51 della legge 8 giugno 1990, n°142, recepita con modifiche dall'art.1 della L.R. 11.12.1991, n°48;
Visto il Decreto Legislativo 3 febbraio 1993 n°29 e successive modificazioni ed integrazioni;
Visto l'art. 6 della legge 15 maggio 1997, n°77;
Visto l'art. 2 della legge regionale 7 settembre 1998, n°23;
Vista la deliberazione n° 30 del 7 febbraio 2005 con la quale la Giunta Comunale ha modificato la struttura organizzativa del Comune, spostando il Servizio di Igiene Ambientale al 3° servizio;
Rilevato che per il V settore la posizione organizzativa è stata conferita all'arch. Sandro D'Arpa;
Visto il vigente O.A.EE.LL. in Sicilia;
Premesso che in data 14 gennaio 2005 questo Comune ha sottoscritto il contratto di affidamento del servizio di gestione integrata dei rifiuti alla Servizi Comunali Integrati R.S.U. s.p.a. con sede in Partinico, Via E. Mattei, n°4;
Vista la deliberazione della Giunta Comunale n°100 del 30 maggio 2005 con la quale si avvia il conferimento della gestione integrata dei rifiuti alla predetta società d'ambito;
Visto l'articolo n°6 del suddetto contratto che riserva la possibilità al Comune di richiedere alla società d'ambito nuovi servizi e servizi occasionali non indicati nel vigente Piano Industriale riguardante l'igiene ambientale, concordando di volta in volta con la società in questione gli aspetti tecnici ed economici dei servizi richiesti;
Vista l'Ordinanza del Sindaco n. 69 del 18 ottobre 2010 con la quale affida alla ditta Trade Eco Service con sede in Bolognetta ss. 121 Km 240+500 l'espletamento straordinario del servizio di raccolta dei RR.SS.UU., ed alla ditta Catanzaro Costruzioni s.r.l. c.da Materano Siculiana (Ag);
Vista la determina del responsabile del settore III n. 36 del 18 ottobre 2010;
Viste le fatture n. 1290 e 1291 del 02/11/2010, 1433 del 01/12/2010, 1434 del 01/12/2010, 1629 e 1630 del 31/12/2010 trasmesse dalla ditta Catanzaro Costruzioni s.r.l. con sede in Favara (Ag) via Miniera Ciavolotta lotti 92/94 - 92026 che gestisce la discarica sita in Materano Siculiana (Ag), P.IVA 0177056 084 3 dell'importo complessivo di 63.159,59 per il conferimento dei RR.SS.UU. presso la discarica di Siculiana, relativo al periodo di ottobre-dicembre 2010;
Vista la determina del responsabile del III settore n. 42/2010 sono state impegnati € 5.930,20 imputandola nel bilancio 2010 giusto impegno n. 1324/2010;
Che per far fronte alla liquidazione delle fatture sopra menzionate è necessario impegnare l'ulteriore somma di € 57.229,39, imputandola al capitolo 1261 "spese per il trasporto, conferimento e smaltimento dei RR.SS.UU." del corrente bilancio 2011 in corso di formazione, che presenta il necessario stanziamento;
Vista la nota prot. 7958 del 16/05/2011 con la quale è stato comunicato alla società ATO Pa 1 il pagamento delle fatture relative ai periodi di emergenza rifiuti dal mese di marzo 2010 al mese di febbraio 2011;
Visto il corrente bilancio in corso di formazione;
D E T E R M I N A
per i motivi in premessa specificati:
1. Imputare l'ulteriore somma di € 57.229,39 sul capitolo 1261 "spese per il trasporto, conferimento e smaltimento dei RR.SS.UU." del corrente bilancio 2011 in corso di formazione in favore della ditta Catanzaro Costruzioni s.r.l. con sede in Favara (Ag) via Miniera Ciavolotta lotti 92/94 - 92026 che gestisce la discarica sita in Materano
Siculiana (Ag) alla quale è stato affidato il servizio di conferimento durante il periodo dell'emergenza rifiuti.
2. Liquidare le fatture n. 1290 e 1291 del 02/11/2010, 1433 del 01/12/2010, 1434 del 01/12/2010, 1629 e 1630 del 31/12/2010 trasmesse dalla ditta Catanzaro Costruzioni s.r.l. con sede in Favara (Ag) via Miniera Ciavolotta lotti 92/94 - 92026 che gestisce la discarica sita in Materano Siculiana (Ag), P.IVA 0177056 084 3 dell'importo
complessivo di 63.159,59 per il conferimento dei RR.SS.UU. presso la discarica di Siculiana, relativo al periodo di ottobre-dicembre 2010;
3. Imputare detto importo al capitolo del corrente Bilancio in atto previsto per il pagamento del servizio alla Servizi Comunali Integrati S.p.A., stante che alla stessa non verranno corrisposti i compensi riferiti ai giorni di mancato servizio.
Imp. 1324/2010; _________
Il Responsabile del III Settore
Arch. Sandro D'Arpa
Si attesta la regolarità contabile e la relativa copertura finanziaria ai sensi degli artt. 49, comma 1, e 151, comma 4, del decreto legislativo 18 agosto 2000, n. 267.
Il Responsabile del Servizio Finanziario
Rag. Biagio Fontanetta
  • ATTO numero 58  del 09-05-2011
Euri 100.000,00 mese di marzo
ATTO numero 58  del 09-05-2011
Tipo di Atto: DETERMINA SETTORE TECNICO MANUTENTIVO
Allegato: det 58.11 manutenzione.pdf (116 kb) File con estensione pdf
Liquidazione del corrispettivo dovuto alla Servizi Comunali Integrati R.S.U. s.p.a. per la gestione integrata dei rifiuti nel mese di marzo 2011 - Acconto sull'importo per l'anno 2011.
  • ATTO numero 58  del 09-05-2011
Euri 100.000,00 mese di marzo
ATTO numero 58  del 09-05-2011
Tipo di Atto: DETERMINA SETTORE TECNICO MANUTENTIVO
Allegato: det 58.11 manutenzione.pdf (116 kb) File con estensione pdf
Liquidazione del corrispettivo dovuto alla Servizi Comunali Integrati R.S.U. s.p.a. per la gestione integrata dei rifiuti nel mese di marzo 2011 - Acconto sull'importo per l'anno 2011.
  • ATTO numero 57  del 04-05-2011
ATTO numero 57  del 04-05-2011
Tipo di Atto: DETERMINA SETTORE TECNICO MANUTENTIVO
Allegato: det 57.11 manutenzione.pdf (181 kb) File con estensione pdf
Revoca determina n.13.11 e uletriore impegno di spesa e liquidazione fattura n.137/C del 1.12.10 della ditta "Trade Eco Service srl" per raccolta e trasporto rr.ss.uu presso discarica autorizzata.
 
  • ATTO numero 57  del 04-05-2011
ATTO numero 57  del 04-05-2011
Tipo di Atto: DETERMINA SETTORE TECNICO MANUTENTIVO
Allegato: det 57.11 manutenzione.pdf (181 kb) File con estensione pdf
Revoca determina n.13.11 e uletriore impegno di spesa e liquidazione fattura n.137/C del 1.12.10 della ditta "Trade Eco Service srl" per raccolta e trasporto rr.ss.uu presso discarica autorizzata.
 
  • ATTO numero 22  del 05-04-2011
ORDINANZA DEL SINDACO - Affidamento servizio di raccolta e conferimento RR.SS.UU in via sostitutiva.
ATTO numero 22  del 05-04-2011
Tipo di Atto: ORDINANZE
 
  • ATTO numero 16  del 05-04-2011
Affidamento del "servizio a chiamata per raccolta e trasporto di rr.ss.uu. con annesso conducente e due addetti al caricamento di autocompattatori di portata utile non inferiore 22 mc, da effettuare presso discariche autorizzate"
ATTO numero 16  del 05-04-2011
Tipo di Atto: DETERMINA UFFICIO TECNICO
Allegato: DET. 16.11 UTC.pdf (37 kb) File con estensione pdf
COMUNE DI ISOLA DELLE FEMMINE
Provincia di Palermo
DETERMINAZIONE DEL CAPO DEL SETTORE 3° - TECNICO-URBANISTICO
N. 16 DEL 05/04/2011
Oggetto: affidamento del “Servizio a chiamata per raccolta e trasporto di rr.ss.uu. con annesso conducente e due addetti al caricamento di autocompattatori di portata utile non inferiore 22 MC, da effettuare presso discariche autorizzate”
IL CAPO SETTORE
Visto l'art. 51 della legge 8 giugno 1990, n°142, recepita con modifiche dall'art.1 della L.R. 11.12.1991, n°48;
Visto il Decreto Legislativo 3 febbraio 1993 n°29 e successive modificazioni ed integrazioni;
Visto l'art. 6 della legge 15 maggio 1997, n°77;
Visto l'art. 2 della legge regionale 7 settembre 1998, n°23;
Vista la deliberazione n°30 del 7 febbraio 2005 con la quale la Giunta Comunale ha modificato la struttura organizzativa del Comune, spostando il Servizio di Igiene Ambientale al 3° servizio;
Rilevato che per il III e V settore la posizione organizzativa è stata conferita all'arch. Sandro D'Arpa;
Visto il vigente O.A.EE.LL. in Sicilia;
Premesso che in data 14 gennaio 2005 questo Comune ha sottoscritto il contratto di affidamento del servizio di gestione integrata dei rifiuti alla Servizi Comunali Integrati R.S.U. s.p.a. con sede in Partinico, Via E. Mattei, n°4;
Vista la deliberazione della Giunta Comunale n°100 del 30 maggio 2005 con la quale si avvia il conferimento della gestione integrata dei rifiuti alla predetta società d'ambito;
Visto l'articolo n°6 del suddetto contratto che riserva la possibilità al Comune di richiedere alla società d'ambito nuovi servizi e servizi occasionali non indicati nel vigente Piano Industriale riguardante l'igiene ambientale, concordando di volta in volta con la società in questione gli aspetti tecnici ed economici dei servizi richiesti;
Visto il verbale di cottimo fiduciario del 10 gennaio 2011 con il quale è stata individuata la ditta aggiudicatrice dell'appalto "Trade Eco Service con sede in Bolognetta ss. 121 Km 240+500 p.iva 05292400826";
Considerato che per la raccolta ed il trasporto dei RR.SS.UU. a chiamata è necessario impegnare una somma stimata in € 25.000,00 (venticinquemila) inclusa IVA salvo conguagli finali;
Ritenuto, pertanto, di potere imputare il costo da sostenere per la raccolta, in via sostitutiva, dei RR.SS.UU., il trasporto ed il conferimento degli stessi presso una discarica autorizzata sul capitolo 1261 "spese per il trasporto, conferimento e smaltimento dei RR.SS.UU." del corrente bilancio in corso di formazione che nell'anno 2010 presentava il necessario stanziamento;
Visto il corrente bilancio in corso di formazione;
D E T E R M I N A
per i motivi in premessa specificati:
1. Affidare il "Servizio a chiamata per raccolta e trasporto di rr.ss.uu. con annesso conducente e due addetti al caricamento di autocompattatori di portata utile non inferiore 22 MC, da effettuare presso discariche autorizzate" alla ditta "Trade Eco Service con sede in Bolognetta ss. 121 Km 240+500 p.iva 05292400826";
2. Imputare la somma presunta di € 25.000,00 sul capitolo 1261 "spese per il trasporto, conferimento e smaltimento dei RR.SS.UU." del corrente bilancio in corso di formazione in favore della ditta "Trade Eco Service con sede in Bolognetta ss. 121 Km 240+500 p.iva 05292400826";
3. Dare atto che trattasi di attività indispensabile stante la grave situazione di emergenza in cui versa tutto il territorio di Isola delle Femmine.
4. Imputare detto importo al capitolo del corrente Bilancio in atto previsto per il pagamento del servizio alla Servizi Comunali Integrati S.p.A., stante che alla stessa non verranno corrisposti i compensi riferiti ai giorni di mancato servizio. Parimenti verranno addebitati alla società Servizi comunali Integrati eventuali maggiori costi che dovessero derivare dal presente affidamento
Imp. ________/2011
Il Responsabile del III Settore
Arch. Sandro D'Arpa
Si attesta la regolarità contabile e la relativa copertura finanziaria ai sensi degli artt. 49, comma 1, e 151, comma 4, del decreto legislativo 18 agosto 2000, n. 267.
Il Responsabile del Servizio Finanziario
Rag. Biagio Fontanetta
  • ATTO numero 16  del 05-04-2011
Affidamento del "servizio a chiamata per raccolta e trasporto di rr.ss.uu. con annesso conducente e due addetti al caricamento di autocompattatori di portata utile non inferiore 22 mc, da effettuare presso discariche autorizzate"
ATTO numero 16  del 05-04-2011
Tipo di Atto: DETERMINA UFFICIO TECNICO
Allegato: DET. 16.11 UTC.pdf (37 kb) File con estensione pdf
COMUNE DI ISOLA DELLE FEMMINE
Provincia di Palermo
DETERMINAZIONE DEL CAPO DEL SETTORE 3° - TECNICO-URBANISTICO
N. 16 DEL 05/04/2011
Oggetto: affidamento del “Servizio a chiamata per raccolta e trasporto di rr.ss.uu. con annesso conducente e due addetti al caricamento di autocompattatori di portata utile non inferiore 22 MC, da effettuare presso discariche autorizzate”
IL CAPO SETTORE
Visto l'art. 51 della legge 8 giugno 1990, n°142, recepita con modifiche dall'art.1 della L.R. 11.12.1991, n°48;
Visto il Decreto Legislativo 3 febbraio 1993 n°29 e successive modificazioni ed integrazioni;
Visto l'art. 6 della legge 15 maggio 1997, n°77;
Visto l'art. 2 della legge regionale 7 settembre 1998, n°23;
Vista la deliberazione n°30 del 7 febbraio 2005 con la quale la Giunta Comunale ha modificato la struttura organizzativa del Comune, spostando il Servizio di Igiene Ambientale al 3° servizio;
Rilevato che per il III e V settore la posizione organizzativa è stata conferita all'arch. Sandro D'Arpa;
Visto il vigente O.A.EE.LL. in Sicilia;
Premesso che in data 14 gennaio 2005 questo Comune ha sottoscritto il contratto di affidamento del servizio di gestione integrata dei rifiuti alla Servizi Comunali Integrati R.S.U. s.p.a. con sede in Partinico, Via E. Mattei, n°4;
Vista la deliberazione della Giunta Comunale n°100 del 30 maggio 2005 con la quale si avvia il conferimento della gestione integrata dei rifiuti alla predetta società d'ambito;
Visto l'articolo n°6 del suddetto contratto che riserva la possibilità al Comune di richiedere alla società d'ambito nuovi servizi e servizi occasionali non indicati nel vigente Piano Industriale riguardante l'igiene ambientale, concordando di volta in volta con la società in questione gli aspetti tecnici ed economici dei servizi richiesti;
Visto il verbale di cottimo fiduciario del 10 gennaio 2011 con il quale è stata individuata la ditta aggiudicatrice dell'appalto "Trade Eco Service con sede in Bolognetta ss. 121 Km 240+500 p.iva 05292400826";
Considerato che per la raccolta ed il trasporto dei RR.SS.UU. a chiamata è necessario impegnare una somma stimata in € 25.000,00 (venticinquemila) inclusa IVA salvo conguagli finali;
Ritenuto, pertanto, di potere imputare il costo da sostenere per la raccolta, in via sostitutiva, dei RR.SS.UU., il trasporto ed il conferimento degli stessi presso una discarica autorizzata sul capitolo 1261 "spese per il trasporto, conferimento e smaltimento dei RR.SS.UU." del corrente bilancio in corso di formazione che nell'anno 2010 presentava il necessario stanziamento;
Visto il corrente bilancio in corso di formazione;
D E T E R M I N A
per i motivi in premessa specificati:
1. Affidare il "Servizio a chiamata per raccolta e trasporto di rr.ss.uu. con annesso conducente e due addetti al caricamento di autocompattatori di portata utile non inferiore 22 MC, da effettuare presso discariche autorizzate" alla ditta "Trade Eco Service con sede in Bolognetta ss. 121 Km 240+500 p.iva 05292400826";
2. Imputare la somma presunta di € 25.000,00 sul capitolo 1261 "spese per il trasporto, conferimento e smaltimento dei RR.SS.UU." del corrente bilancio in corso di formazione in favore della ditta "Trade Eco Service con sede in Bolognetta ss. 121 Km 240+500 p.iva 05292400826";
3. Dare atto che trattasi di attività indispensabile stante la grave situazione di emergenza in cui versa tutto il territorio di Isola delle Femmine.
4. Imputare detto importo al capitolo del corrente Bilancio in atto previsto per il pagamento del servizio alla Servizi Comunali Integrati S.p.A., stante che alla stessa non verranno corrisposti i compensi riferiti ai giorni di mancato servizio. Parimenti verranno addebitati alla società Servizi comunali Integrati eventuali maggiori costi
che dovessero derivare dal presente affidamento
Imp. ________/2011
Il Responsabile del III Settore
Arch. Sandro D'Arpa
Si attesta la regolarità contabile e la relativa copertura finanziaria ai sensi degli artt. 49, comma 1, e 151, comma 4, del decreto legislativo 18 agosto 2000, n. 267.
Il Responsabile del Servizio Finanziario
Rag. Biagio Fontanetta
  
  • ATTO numero 22  del 05-04-2011
ORDINANZA DEL SINDACO - Affidamento servizio di raccolta e conferimento RR.SS.UU in via sostitutiva.
ATTO numero 22  del 05-04-2011
Tipo di Atto: ORDINANZE
 
  • Atto numero 15  del 24-03-2011
EURO 70.000,00
Liquidazione del corrispettivo dovuto alla Servizi Comunali Integrati R.S.U. s.p.a. per la gestione integrata dei rifiuti nel mese di gennaio 2011.
Atto numero 15  del 24-03-2011
Tipo di Atto: DETERMINA UFFICIO TECNICO
Allegato: 3 sett. n.15.pdf (139 kb) File con estensione pdf
 
  • Atto numero 6  del 16-02-2011
Liquidazione del corrispettivo dovuto alla Servizi Comunali Integrati S.p.a. per la gestione integrata dei rifiuti nel mese di dicembre 2010.
EURI 60.000,00
Atto numero 6  del 16-02-2011
Tipo di Atto: DETERMINA UFFICIO TECNICO
Allegato: DET. 06.11 UTC.pdf (88 kb) File con estensione pdf  
  • Atto numero 3 del 19.1.2011
  EURI 70.000,00
Liquidazione del corrispettivo dovuto alla Servizi Comunali Integrati R.S.U. s.p.a. per la gestione integrata dei rifiuti nel mese di dicembre 2010.
Atto numero 3  del 19-01-2011
Tipo di Atto: DETERMINA UFFICIO TECNICO
Allegato: DET. 03.11 UTC.pdf (111 kb) File con estensione pdf


UFFICIO TECNICO COMUNALE

2 APRILE 2011 ORE 11,30 VIA GARIBALDI
ISOLA DELLE FEMMINE ALLA
PRESENZA: DELLA MUNNEZZA DELL'ASSESSORE
DI CIAMPOLILLO CON LA SUA MACCHINA FOTOGRAFICA
DELLA POLIZIA MUNICIPALE DELLA
TRADE ECO SERVICE DEI TESTIMONI CON
L'INTERVENTO DEI CARABINIERI...
INFINE IL BUGIARDO AL CONSIGLIO COMUNALE DEL
GIORNO 23 SETTEMBRE 2011 .......






  • Atto numero 38  del 22-03-2011
 
Atto  numero 38  del 22-03-2011
Tipo di Atto: DELIBERA DI GIUNTA
Allegato: DELIBERA G.M. 38.11.pdf (69 kb) File con estensione pdf
 
COMUNE DI ISOLA DELLE FEMMINE
Provincia di Palermo
COPIA DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE
N. 38 DEL 22/03/2011
IMMEDIATAMENTE ESEGUIBILE
Oggetto: CONFERIMENTO INCARICO PART TIME ALL’ING. FRANCESCA USTICANO
L’anno 2011 e questo giorno 22 del mese di marzo, alle ore 13.00 nella sala delle adunanze della Sede Comunale si è riunita la Giunta Comunale convocata nelle forme di legge.
Presiede l’adunanza PORTOBELLO Prof. GASPARE, nella sua qualità di SINDACO e sono rispettivamente presenti ed assenti i Sigg.:
Presenti:
PALAZZOTTO Sig. SALVATORE Vice Sindaco
AIELLO Sig. PAOLO Assessore Anziano
PORTOBELLO Prof. GASPARE Sindaco
Assenti:
RISO Prof. NAPOLEONE Assessore
CUTINO Dott. MARCELLO Assessore
Totale Presenti: 3 Totale Assenti: 2
con l’assistenza del Segretario Comunale, SCAFIDI Dott. MANLIO
Il Presidente, constatato che gli interventi sono in numero legale, dichiara aperta la riunione ed invita i convocati a deliberare sull’oggetto sopraindicato.
Il Sindaco dà lettura della seguente proposta di deliberazione avente per oggetto:
"Conferimento incarico part time all'ingegnere Francesca Usticano".
LA GIUNTA MUNICIPALE
PREMESSO che:
l'Arch. Sandro D'arpa responsabile del settore tecnico ha richiesto di essere sollevato dall'incarico;
l'art.14 del CCNL 2004 del personale degli enti locali prevede che per soddisfare al meglio la realizzazione dei servizi istituzionali venga utilizzato personale assegnato da altri enti per periodi predeterminati e per una parte del lavoro d'obbligo mediante convenzione e previo assenso dell'ente di appartenenza per addivenire ad una riorganizzazione del settore che abbia carattere di maggiore funzionalità ed anche di innovatività rispetto all'esistente si è reputato opportuno, nelle more del conferimento di un nuovo incarico a favore di personale che presta servizio a tempo indeterminato alle dipendenze di questo Ente, di avvalersi di professionalità esterne all'Ente che abbiano maturato importanti esperienze nel campo della direzione di uffici tecnici comunali, in più realtà anche di maggiore consistenza, e che in atto prestino servizio alle dipendenze di altre amministrazioni comunali;
in tale ottica è stata individuata quale professionista in grado di assicurare l'assolvimento di detto compito l'ing. Francesca Usticano che in passato ha prestato servizio a tempo determinato presso Comune in qualità di responsabile del settore tecnico, per transitare successivamente nei ruoli organici dei Comuni di S. Flavia prima e di Castellammare dopo;
detto funzionario appositamente contattato ha espresso la propria disponibilità a prestare la propria attività a tempo parziale alle dipendenze di quest'Amministrazione per un periodo di mesi sei, previa autorizzazione dell'Amministrazione di appartenenza;
con nota n.2207 dell'8/2/2011 quest'Amministrazione ha avanzato apposita richiesta di autorizzazione all'Amministrazione Comunale di Castellammare, la quale con nota n.8879 del 15/03/2011 ha rilasciato il proprio nulla osta nei limiti di n.6 ore settimanali;
CONSIDERATO di dover di conseguenza formalizzare il conferimento all'ingegnere Francesca Usticano, Istruttrice tecnico-direttiva cat.D/3 dipendente del Comune di Castellammare in qualità di responsabile del settore urbanistica, del servizio "a scavalco" presso il Comune di Isola delle Femmine, per nr.6 ore settimanali, da articolarsi di norma in un giorno a settimana, e per il periodo di mesi sei eventualmente rinnovabili, a seguito del rilascio del nulla
osta da parte dell'Ente di provenienza, con decorrenza dal 15.04.2011;
DATO ATTO CHE:
il servizio a scavalco prestato presso il Comune di Isola delle Femmine dall'ingegnere Usticano Francesca non deve influire negativamente sull'andamento dell'Ufficio di appartenenza del Comune di Castellammare;
la normativa contrattuale prevede in particolare che:
• i lavoratori utilizzati a tempo parziale possono essere anche incaricati della responsabilità di una posizione organizzativa nell'ente di utilizzazione;
• in presenza di due incarichi diversi e distinti (presso l'ente di appartenenza e presso l'ente di utilizzazione), il valore complessivo della retribuzione di posizione in godimento può ascendere fino ad un massimo di € 16.000; per la eventuale retribuzione di risultato l'importo può variare da un minimo del 10% fino ad un massimo del 30% della retribuzione di posizione in godimento;
in tal caso il relativo importo annuale si cumula con quello eventualmente in godimento per lo stesso titolo presso l'ente di appartenenza;
al personale utilizzato a tempo parziale compete, ove ne ricorrano le condizioni e con oneri a carico dell'ente utilizzatore, il rimborso delle sole spese sostenute nei limiti indicati nei commi 2 e 4 dell'art. 41 del CCNL del 14.9.2000;
RILEVATO che:
una quota parte del trattamento fondamentale e della retribuzione di posizione in godimento da parte dell'ingegnere Usticano, così come fissato dal Comune di Castellammare, farà carico al Comune di Isola delle Femmine in proporzione alle ore d'obbligo settimanalmente prestate in favore dello stesso per l'incarico a scavalco;
all'ingegnere Usticano, in virtù della posizione organizzativa attribuita dall'ente di utilizzazione, è riconosciuto dal Comune di Isola delle Femmine un compenso a titolo di indennità di posizione pari all'importo necessario a far ascendere la retribuzione di posizione complessivamente in godimento fino al limite massimo previsto dal CCNL (€ 16.000 annui) e ciò tenuto conto del necessario riproporzionamento in base al tempo di lavoro dell'incarico a scavalco e comunque in modo da tenere indenne il Comune di Castellammare da ogni e qualsiasi onere aggiuntivo rispetto al compenso in atto erogato; la eventuale retribuzione di risultato potrà variare da un minimo del 10% fino ad un massimo del 30% della retribuzione di posizione in godimento; nel dettaglio, il tempo di lavoro in assegnazione, nel rispetto del vincolo dell'orario settimanale d'obbligo, la ripartizione degli oneri finanziari e tutti gli altri aspetti utili per regolare il corretto utilizzo del lavoratore devono essere puntualmente regolati con l'apposito disciplinare da trasmettere successivamente al Comune di appartenenza;
VISTO lo schema di convenzione all'uopo predisposto;
D E L I B E R A
1°) - di conferire all'ingegnere Usticano Francesca, dipendente del Comune di Castellammare con la qualifica di istruttore-direttivo responsabile del settore urbanistica inquadrato in categoria D3, l'incarico di espletare a tempo parziale servizio alle dipendenze di questo Comune in Part Time per un periodo di 6 ore settimanali per un periodo di mesi sei d4ecorrenti dal 15.4.2011 e sino al 15.10.2011, giusta autorizzazione rilasciata dall'Amministrazione di Castellammare di cui alla nota prot. n.8879 del 22.01.2011;
2°) - di attribuire a detto funzionario la responsabilità del settore Urbanistica, attribuendo un'indennità di posizione nella misura massima di € 16.000 di cui la parte inerente quanto già riconosciutale dal Comune di Castellammare verrà in proporzione al servizio prestato presso questo Ente rimborsata al Comune di provenienza mentre la restante verrà direttamente corrisposta da questo comune all'ingegnere Usticano;
3°) - approvare lo schema di convenzione che allegato alla presente ne costituisce parte integrante e sostanziale che regola i rapporti tra le Amministrazioni Comunali di Castellammare e di Isola delle Femmine;
4°) - Dare mandato al responsabile del settore personale di calcolare l'ammontare degli oneri derivanti dal presente incarico ed assumere di conseguenza il corrispondente impegno di spesa.
PARERI ED ATTESTAZIONE AI SENSI DEGLI ARTT.49 COMMA 1° E 151 COMMA 4° DEL D.LGS 18 AGOSTO 2000 N°267
Si esprime parere favorevole sulla regolarità tecnica della superiore proposta di deliberazione
IL RESPONSABILE DEL I SETTORE
F.to Nunzia Pirrone
LA GIUNTA COMUNALE
Vista la superiore proposta di deliberazione;
Con voti unanimi espressi per schede segrete
DELIBERA
1°) - di conferire all'ingegnere Usticano Francesca, dipendente del Comune di Castellammare con la qualifica di istruttore-direttivo responsabile del settore urbanistica inquadrato in categoria D3, l'incarico di espletare a tempo parziale servizio alle dipendenze di questo Comune in Part Time per un periodo di 6 ore settimanali per un periodo di mesi sei d4ecorrenti dal 15.4.2011 e sino al 15.10.2011, giusta autorizzazione rilasciata dall'Amministrazione di Castellammare di cui alla nota prot. n.8879 del 22.01.2011;
2°) - di attribuire a detto funzionario la responsabilità del settore Urbanistica, attribuendo un'indennità di posizione nella misura massima di € 16.000 di cui la parte inerente quanto già riconosciutale dal Comune di Castellammare verrà in proporzione al servizio prestato presso questo Ente rimborsata al Comune di provenienza mentre la restante verrà direttamente corrisposta da questo comune all'ingegnere Usticano;
3°) - approvare lo schema di convenzione che allegato alla presente ne costituisce parte integrante e sostanziale che regola i rapporti tra le Amministrazioni Comunali di Castellammare e di Isola delle Femmine;
4°) - Dare mandato al responsabile del settore personale di calcolare l'ammontare degli oneri derivanti dal presente incarico ed assumere di conseguenza il corrispondente impegno di spesa.
LA GIUNTA COMUNALE
Con voti unanimi espressi in forma segreta con separata votazione DICHIARA il presente
atto Immediatamente Esecutivo
  • ATTO numero 5  del 18-04-2011
Conferimento incarico di responsabile della posizione organizzativa del 3° settore "tecnico-urbanistica" all'ing. Francesca Usticano e di responsabile del 5° settore "tecnico-manutentivo" all'arch. Sandro D'Arpa.
ATTO numero 5  del 18-04-2011
Tipo di Atto: DETERMINA SINDACO
Allegato: det. 05.11 sindaco.pdf (124 kb) File con estensione pdf
  • ATTO numero 5  del 18-04-2011
Conferimento incarico di responsabile della posizione organizzativa del 3° settore "tecnico-urbanistica" all'ing. Francesca Usticano e di responsabile del 5° settore "tecnico-manutentivo" all'arch. Sandro D'Arpa.
ATTO numero 5  del 18-04-2011
Tipo di Atto: DETERMINA SINDACO
Allegato: det. 05.11 sindaco.pdf (124 kb) File con estensione pdf



BILANCIO ANTICIPAZIONE DI CASSA BILANCIO CONSUNTIVO 2010


2 aprile 2011  ore 11,30 Via Garibaldi
Isola delle Femmine

2 aprile 2011  ore 11,30 Via Garibaldi
Isola delle Femmine

2 aprile 2011  ore 11,30 Via Garibaldi
Isola delle Femmine
  • ATTO numero 93  del 14-09-2011
ATTO numero 93  del 14-09-2011
Tipo di Atto: DELIBERA DI GIUNTA
Allegato: DELIBERA DI G_M_ N_93.pdf (87 kb) File con estensione pdf
Richiesta innalzamento limite anticipazione di Tesoreria.
COMUNE DI ISOLA DELLE FEMMINE
Provincia di Palermo
COPIA DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE
N. 93 DEL 14/09/2011
IMMEDIATAMENTE ESEGUIBILE
Oggetto: RICHIESTA INNALZAMENTO LIMITE ANTICIPAZIONE DI TESORERIA.
L’anno 2011 e questo giorno 14 del mese di settembre, alle ore 12.00 nella sala delle adunanze della Sede Comunale si è riunita la Giunta Comunale convocata nelle forme di legge.
Presiede l’adunanza PORTOBELLO Prof. GASPARE, nella sua qualità di SINDACO e sono rispettivamente presenti ed assenti i Sigg.:
Presenti:
RISO Prof. NAPOLEONE Assessore
CUTINO Dott. MARCELLO Assessore
AIELLO Sig. PAOLO Assessore Anziano
PORTOBELLO Prof. GASPARE Sindaco
Assenti:
PALAZZOTTO Sig. SALVATORE Vice Sindaco
Totale Presenti: 4 Totale Assenti: 1
con l’assistenza del Segretario Comunale, SCAFIDI Dott. MANLIO
Il Presidente, constatato che gli interventi sono in numero legale, dichiara aperta la riunione ed invita i convocati a deliberare sull’oggetto sopraindicato.

Il Responsabile del Settore Economico-Finanziario f.f. sottopone all’approvazione della Giunta Comunale la seguente proposta di deliberazione:
“RICHIESTA INNALZAMENTO LIMITE ANTICIPAZIONE DI TESORERIA”.
Visto l'articolo 222 del T.U.E.L. /2000 che norma l'anticipazione di Tesoreria come segue:
1. Il Tesoriere, su richiesta dell'Ente corredata dalla deliberazione della Giunta, concede allo stesso anticipazioni di tesoreria, entro il limite massimo dei tre dodicesimi delle entrate accertate nel penultimo anno precedente, afferenti per i comuni, le provincie, le città metropolitane e le unioni di comuni ai primi tre titoli di entrata del bilancio e per le comunità montane ai primi due titoli.
2. Gli interessi sulle anticipazioni di tesoreria decorrono dall'effettivo utilizzo delle somme con le modalità previste dalla convenzione di cui all'articolo 210.
Vista la Legge 20/10/1984, n. 720, relativa all'istituzione del sistema di Tesoreria unica per Enti ed Organismi Pubblici e la normativa vigente in materia di Tesoreria Unica e trasferimenti degli Enti Locali;
Ritenuto necessario, disporre in merito alla concessione dell'anticipazione di tesoreria, secondo le disposizioni previste dall'art. 222 del T.U.E.L.18/08/2000;
Che è necessario, altresì, prevedere la facoltà di utilizzo in termini di cassa delle entrate a specifica destinazione, secondo quanto stabilito dall'art. 195 del medesimo Decreto che dispone:
1. Gli enti locali, ad eccezione degli Enti in stato di dissesto finanziario sino all'emanazione del decreto di cui all'art. 261, comma 3, possono disporre l'utilizzo, in termini di cassa, di entrate aventi specifica destinazione per il finanziamento di spese correnti, anche se provenienti dall'assunzione di mutui con istituti diversi dalla Cassa Depositi e Prestiti, per un importo non superiore all'anticipazione di Tesoreria disponibile ai sensi dell'articolo 222.
2. L' utilizzo di somme a specifica destinazione presuppone l'adozione della deliberazione della Giunta relativa all'anticipazione di tesoreria di cui all'articolo 222, comma 1, e viene deliberato in termini generali all'inizio di ciascun esercizio ed è attivato dal tesoriere su specifiche richieste del servizio finanziario dell'ente.
3. Il ricorso all'utilizzo delle somme a specifica destinazione, secondo le modalità di cui ai commi 1 e 2, vincola una quota corrispondente dell'anticipazione di tesoreria. Con i primi introiti non soggetti a vincolo di destinazione viene ricostituita la consistenza delle somme vincolate che sono state utilizzate per il pagamento di spese correnti;
4. Gli enti locali che hanno deliberato alienazioni del patrimonio ai sensi dell'articolo 193 possono, nelle more del perfezionamento di tali atti, utilizzare in termini di cassa le somme a specifica destinazione, fatta eccezione per i trasferimenti di enti de settore pubblico allargato e del ricavato dei mutui e dei prestiti, con l'obbligo di reintegrare le somme vincolate con il ricavato delle alienazioni;
Visto l'art. 136, comma 2, lettera c) del D.P.R. 380/2001;
Vista la convenzione per la gestione del servizio di tesoreria;
Vista la delibera della Giunta Comunale n. 01 del 03/01/2011 con la quale si richiedeva al
Tesoriere un'anticipazione di Tesoreria per l'esercizio finanziario 2011 di € 1.220.484,60 correttamente determinata sulla base dei limiti disposti dall' art. 222 del D.Lgs. n. 267/2000 tenendo conto dei dati contabili derivanti dal rendiconto 2009;
Vista l'attuale situazione di cassa che presenta un saldo pari a zero in termini di disponibilità;
Considerato che, il limite disposto dall'art. 222 del D.Lgs. n. 267/2000, (tre dodicesimi delle entrate accertate nel penultimo anno precedente) è stato determinato presupponendo l'adozione del bilancio di previsione entro il 31 dicembre dell'anno precedente a quello di riferimento, così come stabilito dallo stesso D.Lgs., non avendo ancora a quel momento i dati di chiusura dell'esercizio in corso;
Dato atto che, con Decreto Ministeriale il termine per l'approvazione del bilancio di previsione 2011 è stato prorogato al 31 agosto, quindi ad esercizio, successivo, abbondantemente inoltrato rispetto al termine del 31/12 dell'esercizio precedente stabilito dalla legge;
Considerato altresì che, ad oggi, questo Ente è in possesso dei dati consuntivi 2010, così come accertati dal Conto del Tesoriere, dall'ufficio finanziario e deliberati dalla G.C. con proprio atto n. 58 del 20/05/2011;
Che, tali dati andrebbero correttamente considerati ai fini della determinazione del limite dei tre dodicesimi stabilito dall'art. 222 del D.Lgs. n. 267/2000

Dato atto che, la momentanea situazione di cassa non consente all'Ente di espletare i servizi indispensabili e di pagare le retribuzioni del personale dipendente e pertanto sta causando gravi danni sia in termini economici che in termini di credibilità e garanzia di continuità dei servizi erogati;
Ravvisata pertanto, l'opportunità di richiedere al Tesoriere - Unicredit S.p.A.- l'innalzamento dell'importo dell'anticipazione di cassa precedentemente concessa pari ad € 1.220.484,60 ad € 1.420.380,51;
Dato atto, altresì, che, l'importo dell'anticipazione di Tesoreria, da richiedere al Tesoriere Comunale, per le considerazioni sopra riportate, rimane entro il limite consentito dalle disposizioni legislative in materia ( 3/12 delle entrate accertate nell'ultimo esercizio chiuso (2010)- afferenti ai primi 3 (tre) titoli di entrata del bilancio) così come di seguito evidenziato:
Titolo 1 - Entrate Tributarie € 2.753.756,48
Titolo 2 - Entrate da contr. e trasf. Correnti ……… € 2.408.311,75
Titolo 3 - Entrate Extra Tributarie € 519.453,85
Total Totale € 5.681.522,08
- Limiti per l'anticipazione di Tesoreria (3/12) € 1.420.380,51
Visto il parere espresso in merito alla regolarità tecnica e contabile, ai sensi dell'art. 49 del D. Lgs. 267/2000;
Visto il regolamento di contabilità dell'Ente;
PROPONE DI DELIBERA
1) Di elevare l'importo dell'anticipazione di tesoreria precedentemente concessa, per l'esercizio finanziario 2011, da € 1.220.484,60 ad € 1.420.380,51, utilizzabile secondo le necessità dell'Ente, conformemente all'articolo 222 del T.U.E.L. 18/8/2000 approvato con D.Lgs. 267/2000.
2) Di dare atto che l'anticipazione di cui al punto 1) rientra nei limiti dei 3/12 dell'importo delle entrate afferenti ai primi tre titoli del Conto del Bilancio 2010, approvato dalla G.C.con atto n. 58 del 20/05/2011;
3) Di dare atto altresì che alla spesa per il pagamento degli interessi passivi si farà fronte con i fondi appositamente stanziati nel bilancio dell'esercizio 2011.
4) Di autorizzare l'utilizzo in termini di cassa delle entrate del Comune a specifica destinazione per il finanziamento delle spese correnti, anche se provenienti dall'assunzione di mutui con istituti diversi dalla Cassa Depositi e Prestiti, per un importo non superiore all'anticipazione di cui al precedente punto e con le modalità di cui all'art. 195 del citato T.U.E.L. 18/08/2000.
Pareri ed at testazioni ei sensi degl i art t . 49, comma 1 e151, comma 4, del D.Lgs. 18 agosto 2000, n. 267.
Si espr ime parere favorevole sul la regolar i tà tecnica e contabi le e si at testa la relat iva coper tura f inanziar ia.
I l Responsabi le del Set tore Economico Finanziario f .f.
F.to Nunzia Pi rrone
LA GIUNTA COMUNALE
Vista la superiore proposta di deliberazione, corredata dai prescritti pareri;
Con voti unanimi favorevoli, espressi per alzata di mano, accertati e proclamati dal Sindaco
Presidente;
DELIBERA
Approvare la superiore proposta di deliberazione.
Indi, con separata votazione unanime, espressa per alzata di mano, la Giunta Comunale
dichiara la presente deliberazione immediatamente esecutiva.

  • ATTO numero 24  del 14-09-2011
ATTO numero 24  del 14-09-2011
Tipo di Atto: DELIBERA DI CONSIGLIO
Allegato: DELIBERA CC N.24.pdf (5966 kb) File con estensione pdf
Esame ed approvazione del rendiconto della gestione dell'esercizio finanziario 2010
  • Atto numero 58  del 20-05-2011
Art.51, c.6, e art.231, d.lgs. 18/8//2000, n.267. approvazione della relazione illustrativa del rendiconto della gestione dell'esercizio finanziario 2010.
Atto numero 58  del 20-05-2011
Tipo di Atto: DELIBERA DI GIUNTA
Allegato:
DELIBERA G.M. 58.11.pdf (116 kb) File con estensione pdf
COMUNE DI ISOLA DELLE FEMMINE
Provincia di Palermo
COPIA DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE
N. 58 DEL 20/05/2011
Oggetto: ART.51, COMMA 6, E ART.231, D.LGS. 18 AGOSTO 2000, N.267. APPROVAZIONE DELLA RELAZIONE ILLUSTRATIVA DEL RENDICONTO DELLA GESTIONE DELL’ESERCIZIO FINANZIARIO 2010.
L’anno 2011 e questo giorno 20 del mese di maggio, alle ore 13.00 nella sala delle adunanze della Sede Comunale si è riunita la Giunta Comunale convocata nelle forme di legge.
Presiede l’adunanza PALAZZOTTO Sig. SALVATORE, nella sua qualità di VICE SINDACO e sono rispettivamente presenti ed assenti i Sigg.:
Presenti:
PALAZZOTTO Sig. SALVATORE Vice Sindaco
RISO Prof. NAPOLEONE Assessore
CUTINO Dott. MARCELLO Assessore
AIELLO Sig. PAOLO Assessore Anziano
Assenti:
PORTOBELLO Prof. GASPARE Sindaco
Totale Presenti: 4 Totale Assenti: 1
con l’assistenza del Segretario Comunale, SCAFIDI Dott. MANLIO Il Presidente, constatato che gli interventi sono in numero legale, dichiara aperta la riunione ed invita i convocati a deliberare sull’oggetto sopraindicato.
Il Sindaco propone alla Giunta Comunale l'approvazione della seguente proposta di deliberazione :
Art. 151, comma 6, e Art. 231, D.lgs. 18 agosto 2000, n. 267. Approvazione della Relazione illustrativa del Rendiconto della gestione dell'esercizio finanziario 2010.
LA GIUNTA COMUNALE
PREMESSO CHE
gli artt. 151, comma 6, 227, comma 5, e 231 del D.Lgs. 18 agosto 2000, n. 267 testualmente recitano:
• Art. 151.
6. Al Rendiconto è allegata una relazione illustrativa della giunta che esprime le valutazioni di efficacia dell'azione condotta sulla base dei risultati conseguiti in rapporto ai programmi ed ai costi sostenuti.
• Art. 227.
5. Sono allegati al rendiconto:
a) la relazione dell'organo esecutivo di cui all'art. 151, comma 6;
• Art. 231.
1. Nella relazione prescritta dall'art. 151, comma 6, l'organo esecutivo dell'ente esprime le valutazioni di efficacia dell'azione condotta sulla base dei risultati conseguiti in rapporto ai programmi ed ai costi sostenuti. Evidenzia anche i criteri di valutazione del patrimonio e delle componenti economiche. Analizza, inoltre, gli scostamenti principali intervenuti rispetto alle previsioni, motivando le cause che li hanno determinati.
DATO ATTO CHE:
• il Tesoriere dell'Ente ha reso il conto della propria gestione relativa all'esercizio finanziario 2010, secondo quanto prescritto dall'art. 226 del D.Lgs. 18 agosto 2000, n. 267;
• il conto del Tesoriere si è chiuso con le seguenti risultanze finali:
QUADRO RIASSUNTIVO DELLA GESTIONE DI CASSA
GESTIONE
RESIDUI COMPETENZA TOTALE
IMPORTI IMPORTI IMPORTI
Fondo di cassa al 1° gennaio
************* ************* 0
RISCOSSIONI  Residui  1.310.231,26  Competenze 8.137.456,11  Importi 9.447.687,37
PAGAMENTI Residui   2.151.083,88   Competenze7.296.603,49   Importi 9.447.687,37
DIFFERENZA 0
PAGAMENTI per azioni esecutive  0
FONDO DI CASSA AL 31 DICEMBRE  0
ACCERTATO CHE  i risultati della gestione di cassa del Tesoriere concordano perfettamente con le scritture
ACCERTATO, altresì, che il Servizio Finanziario, ai sensi dell'art. 227 del citato D.Lgs. 18 agosto 2000, n. 267, ha predisposto il Rendiconto della gestione dell'esercizio finanziario 2009, comprendente il Conto del Bilancio, il Conto Economico e il Conto del Patrimonio;
RILEVATO CHE,  in relazione alle richiamate disposizioni legislative, il Servizio Finanziario ha elaborato, altresì, la Relazione illustrativa del Rendiconto della gestione dell'esercizio finanziario 2010;
DATO ATTO CHE  nella suddetta Relazione sono contenuti:  le valutazioni di efficacia dell'azione condotta sulla base dei risultati conseguiti in rapporto ai programmi ed ai costi sostenuti;• i criteri di valutazione del patrimonio e delle componenti economiche;  gli scostamenti principali intervenuti rispetto alle previsioni, con la motivazione delle cause che li hanno determinati;
RITENUTO CHE  sussistono tutte le condizioni per l'approvazione della Relazione illustrativa del Rendiconto della gestione dell'esercizio finanziario 2010, ai sensi del combinato disposto degli artt. 151, comma 6, e 231 del D.Lgs. 18 agosto 2000, n. 267;
VISTI:
• il D.P.R. 31 gennaio 1996, n. 194;
• il D.Lgs. 18 agosto 2000, n. 267;
• il vigente Regolamento di contabilità;
• lo Statuto dell'Ente.
• la regolarità tecnica e contabile ai sensi dell'art.153 del D.Lgs. 267/2000.
Il Responsabile del 2° Settore Economico Finanziario
F.to Rag. Biagio Fontanetta
DELIBERA
Per i motivi espressi in premessa e che di seguito si intendono integralmente riportati
1. DI APPROVARE,  ai sensi del combinato disposto degli artt. 151, comma 6, e 231 del D.Lgs. 18 agosto 2000, n. 267, la Relazione illustrativa del Rendiconto della gestione dell'esercizio finanziario 2010 che, allegata, costituisce parte integrante e sostanziale del presente atto;
2. DI ALLEGARE  copia del presente atto alla deliberazione di approvazione del Rendiconto della gestione dell'esercizio finanziario 2010, secondo quanto prescritto dall'art. 227, comma 5, lett. a), del D.Lgs. 18 agosto 2000, n. 267;
LA GIUNTA COMUNALE
Vista la superiore proposta di deliberazione corredata dai pareri prescritti, l’approva a voti unanimi, espressi per alzata e seduta.
  • Atto numero 58  del 20-05-2011
Art.51, c.6, e art.231, d.lgs. 18/8//2000, n.267. approvazione della relazione illustrativa del rendiconto della gestione dell'esercizio finanziario 2010.
Atto numero 58  del 20-05-2011
Tipo di Atto: DELIBERA DI GIUNTA
Allegato:
DELIBERA G.M. 58.11.pdf (116 kb) File con estensione pdf
COMUNE DI ISOLA DELLE FEMMINE
Provincia di Palermo
COPIA DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE
N. 58 DEL 20/05/2011
Oggetto:
ART.51, COMMA 6, E ART.231, D.LGS. 18 AGOSTO 2000, N.267. APPROVAZIONE DELLA RELAZIONE ILLUSTRATIVA DEL RENDICONTO DELLA GESTIONE DELL’ESERCIZIO FINANZIARIO 2010.L’anno 2011 e questo giorno 20 del mese di maggio, alle ore 13.00 nella sala delle adunanze della Sede Comunale si è riunita la Giunta Comunale convocata nelle forme di legge.
Presiede l’adunanza PALAZZOTTO Sig. SALVATORE, nella sua qualità di VICE SINDACO e sono rispettivamente presenti ed assenti i Sigg.:
Presenti:
PALAZZOTTO Sig. SALVATORE Vice Sindaco
RISO Prof. NAPOLEONE Assessore
CUTINO Dott. MARCELLO Assessore
AIELLO Sig. PAOLO Assessore Anziano
Assenti:
PORTOBELLO Prof. GASPARE Sindaco
Totale Presenti: 4 Totale Assenti: 1
con l’assistenza del Segretario Comunale, SCAFIDI Dott. MANLIO Il Presidente, constatato che gli interventi sono in numero legale, dichiara aperta la riunione ed invita i convocati a deliberare sull’oggetto sopraindicato.
Il Sindaco propone alla Giunta Comunale l'approvazione della seguente proposta di deliberazione :
Art. 151, comma 6, e Art. 231, D.lgs. 18 agosto 2000, n. 267. Approvazione della Relazione illustrativa del Rendiconto della gestione dell'esercizio finanziario 2010.
LA GIUNTA COMUNALE
PREMESSO CHE
gli artt. 151, comma 6, 227, comma 5, e 231 del D.Lgs. 18 agosto 2000, n. 267 testualmente recitano:
• Art. 151.
6. Al Rendiconto è allegata una relazione illustrativa della giunta che esprime le valutazioni di efficacia dell'azione condotta sulla base dei risultati conseguiti in rapporto ai programmi ed ai costi sostenuti.
• Art. 227.
5. Sono allegati al rendiconto:
a) la relazione dell'organo esecutivo di cui all'art. 151, comma 6;
• Art. 231.
1. Nella relazione prescritta dall'art. 151, comma 6, l'organo esecutivo dell'ente esprime le valutazioni di efficacia dell'azione condotta sulla base dei risultati conseguiti in rapporto ai programmi ed ai costi sostenuti. Evidenzia anche i criteri di valutazione del patrimonio e delle componenti economiche. Analizza, inoltre, gli scostamenti principali intervenuti rispetto alle previsioni, motivando le cause che li hanno determinati.
DATO ATTO CHE:
• il Tesoriere dell'Ente ha reso il conto della propria gestione relativa all'esercizio finanziario 2010, secondo quanto prescritto dall'art. 226 del D.Lgs. 18 agosto 2000, n. 267;
• il conto del Tesoriere si è chiuso con le seguenti risultanze finali:
QUADRO RIASSUNTIVO DELLA GESTIONE DI CASSA
GESTIONE
RESIDUI COMPETENZA TOTALE
IMPORTI IMPORTI IMPORTI
Fondo di cassa al 1° gennaio
************* ************* 0
RISCOSSIONI  Residui  1.310.231,26  Competenze 8.137.456,11  Importi 9.447.687,37
PAGAMENTI Residui   2.151.083,88   Competenze7.296.603,49   Importi 9.447.687,37
DIFFERENZA 0
PAGAMENTI per azioni esecutive  0
FONDO DI CASSA AL 31 DICEMBRE  0
ACCERTATO CHE  i risultati della gestione di cassa del Tesoriere concordano perfettamente con le scritture
ACCERTATO, altresì, che il Servizio Finanziario, ai sensi dell'art. 227 del citato D.Lgs. 18 agosto 2000, n. 267, ha predisposto il Rendiconto della gestione dell'esercizio finanziario 2009, comprendente il Conto del Bilancio, il Conto Economico e il Conto del Patrimonio;
RILEVATO CHE,  in relazione alle richiamate disposizioni legislative, il Servizio Finanziario ha elaborato, altresì, la Relazione illustrativa del Rendiconto della gestione dell'esercizio finanziario 2010;
DATO ATTO CHE  nella suddetta Relazione sono contenuti:  le valutazioni di efficacia dell'azione condotta sulla base dei risultati conseguiti in rapporto ai programmi ed ai costi sostenuti;• i criteri di valutazione del patrimonio e delle componenti economiche;  gli scostamenti principali intervenuti rispetto alle previsioni, con la motivazione delle cause che li hanno determinati;
RITENUTO CHE  sussistono tutte le condizioni per l'approvazione della Relazione illustrativa del Rendiconto della gestione dell'esercizio finanziario 2010, ai sensi del combinato disposto degli artt. 151, comma 6, e 231 del D.Lgs. 18 agosto 2000, n. 267;
VISTI:
• il D.P.R. 31 gennaio 1996, n. 194;
• il D.Lgs. 18 agosto 2000, n. 267;
• il vigente Regolamento di contabilità;
• lo Statuto dell'Ente.
• la regolarità tecnica e contabile ai sensi dell'art.153 del D.Lgs. 267/2000.
Il Responsabile del 2° Settore Economico Finanziario
F.to Rag. Biagio Fontanetta
DELIBERA
Per i motivi espressi in premessa e che di seguito si intendono integralmente riportati
1. DI APPROVARE,  ai sensi del combinato disposto degli artt. 151, comma 6, e 231 del D.Lgs. 18 agosto 2000, n. 267, la Relazione illustrativa del Rendiconto della gestione dell'esercizio finanziario 2010 che, allegata, costituisce parte integrante e sostanziale del presente atto;
2. DI ALLEGARE  copia del presente atto alla deliberazione di approvazione del Rendiconto della gestione dell'esercizio finanziario 2010, secondo quanto prescritto dall'art. 227, comma 5, lett. a), del D.Lgs. 18 agosto 2000, n. 267;
LA GIUNTA COMUNALE
Vista la superiore proposta di deliberazione corredata dai pareri prescritti, l’approva a voti unanimi, espressi per alzata e seduta.
  • Anticipazione di cassa da parte del Tesoriere
Atto numero 1  del 05-01-2011
Tipo di Atto: DELIBERA DI GIUNTA
Allegato: DELIBERA G.M. 001.11.pdf (252 kb) File con estensione pdf





TRIBUTI TARSU ICI RUOLI AFFIDAMENTI  







  • Conferma tariffa TARSU anno 2011.
Atto 89 del 29.8.2011
Tipo di Atto: DELIBERA DI GIUNTA
Allegato: DELIBERA DI G.M. N.89.pdf (55 kb) File con estensione pdf
COMUNE DI ISOLA DELLE FEMMINE
Provincia di Palermo
COPIA DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE
N. 89 DEL 29/08/2011
IMMEDIATAMENTE ESEGUIBILE
Oggetto: Conferma tariffa TARSU anno 2011.
L’anno 2011 e questo giorno 29 del mese di agosto, alle ore 11.30 nella sala delle adunanze della Sede Comunale si è riunita la Giunta Comunale convocata nelle forme di legge.
Presiede l’adunanza PORTOBELLO Prof. GASPARE, nella sua qualità di SINDACO e sono
rispettivamente presenti ed assenti i Sigg.:
Presenti:
RISO Prof. NAPOLEONE Assessore Anziano
CUTINO Dott. MARCELLO Assessore
PORTOBELLO Prof. GASPARE Sindaco
Assenti:
PALAZZOTTO Sig. SALVATORE Vice Sindaco
AIELLO Sig. PAOLO Assessore Anziano
Totale Presenti: 3 Totale Assenti: 2
con l’assistenza del Segretario Comunale, SCAFIDI Dott. MANLIO
Il Presidente, constatato che gli interventi sono in numero legale, dichiara aperta la riunione ed invita i convocati a deliberare sull’oggetto sopraindicato.

Firmati all’originale:
IL PRESIDENTE
F.to PORTOBELLO Prof. GASPARE
L’ASSESSORE ANZIANO IL SEGRETARIO
F.to RISO Prof. NAPOLEONE F.to SCAFIDI Dott. MANLIO
Copia conforme all’originale, in carta libera, per uso amministrativo. Dal Municipio, lì 15/09/2011
Visto: Il Sindaco Il Segretario Comunale

Il sottoscritto Segretario Comunale, visti gli atti d’Ufficio,
CERTIFICA
Su conforme certificazione del Messo Comunale, che copia della presente deliberazione è in corso di pubblicazione all’albo pretorio per 15 giorni consecutivi a decorrere  dal  20/09/2011  come prescritto dall’art. 11, L.R. n. 44/91
IL MESSO COMUNALE
F.to D’ANGELO Dott. GIUSEPPE
E’ stata trasmessa ai Capigruppo Consiliari con nota n. ___ del ___ come prescritto  dall’art. 15 comma 4° della L.R. n. 44/91, nel testo sostituito dall’art. 4 L.R. n. 23/97, trattandosi di materia di cui al comma3 della citata norma.
E’ stata trasmessa al Co.Re.Co. con nota n. ___ del ___ per controllo di legittimità;  su iniziativa della Giunta Comunale (art. 15, comma 2° - 2° periodo – della L.R. 44/91, nel  testo sostituito dall’art. 4 della L.R. n. 23/97); su richiesta di un quarto dei consiglieri (art. 15, comma 3° della L.R. 44/91, nel testo  sostituito dall’art. 4 della L.R. n. 23/97)
Lì ____________ F.to Il Segretario Comunale

CHE LA PRESENTE DELIBERAZIONE E’ DIVENUTA ESECUTIVA
29/08/2011  decorsi 10 giorni dalla data di inizio della pubblicazione non essendo pervenute richieste  di invio al controllo (art. 12, comma 1°, L.R. n. 44/91); perché dichiarata immediatamente esecutiva, ex art. 12, comma 2°, L.R. n.44/91;  decorsi 20 giorni dalla ricezione dell’atto al Co.Re.Co. il quale ne ha accusato ricevuta  in data ________ (art. 18, comma 6°) o dei chiarimenti degli atti e delle notizie richieste, (art. 19 comma 2°) senza che ne sia stato comunicato il provvedimento di annullamento;
avendo il Co.Re.Co. comunicato di non avere riscontrato vizi di legittimità (art. 18,  comma 9°, L.R. 44/91) con decisione n. _____ nella seduta del _____
Lì ____________ F.to Il Segretario Comunale



Il Funzionario Responsabile del Settore Tributi sottopone alla Giunta Comunale per l'approvazione la seguente proposta di deliberazione: Conferma tariffa TARSU anno 2011.
LA GIUNTA MUNICIPALE
Visto  l'articolo1, comma 169, della legge 27 dicembre 2006, n.296 (finanziaria 2007)
che dispone:  gli Enti locali deliberano le tariffe e le aliquote relative ai tributi di loro  competenza entro la data fissata da norme statali per la deliberazione del bilancio di previsione. Dette deliberazioni, anche se approvate successivamente all'inizio dell'esercizio purchè entro il termine innanzi indicato, hanno effetto dal 1° gennaio dell'anno di riferimento;
Visto  l'articolo 172, lettera e) del decreto legislativo 18 agosto 2000, n.267, che
dispone:  al bilancio di previsione sono allegati i seguenti documenti: […] le deliberazioni con  le quali sono determinati, per l'esercizio successivo, le tariffe, le aliquote d'imposta e le eventuali maggiori detrazioni, le variazioni dei limiti di reddito per i tributi locali e per i servizi locali, nonché, per i servizi a domanda individuale, i tassi di copertura in percentuale del costo di gestione dei servizi;
Richiamata  la propria deliberazione n.29 del 16/03/2010, con la quale vennero  rideterminate le tariffe T.A.R.S.U. per l'esercizio 2010;
Visti  gli art.42, comma 2,lettera f), come recepito dall'art.141,comma 2 lettera g)  dell'ordinamento amministrativo degli Enti Locali e 151 del D.Lgs. 18/8/200 n.267;
Ritenuto , nell'obiettivo di non gravare eccessivamente sulla collettività, di confermare  le tariffe in corso;
Ritenuto  opportuno, al fine di mantenere gli equilibri di bilancio, sulla base delle  valutazioni effettuate in sede di predisposizione del bilancio di previsione 2011, di confermare la tariffa TARSU attualmente vigente;
DELIBERA
Di confermare
per l'anno 2011 le tariffe TARSU già approvate con propria delibera  n.29 del 16/03/2010.
Si attesta la regolarità tecnica della superiore proposta, ai sensi dell'art. 151 comma 4°, del D.Lgs. 18 agosto 2000, n. 267.
Il Responsabile del Servizio Tributi
F.to  Antonino Tricoli

LA GIUNTA COMUNALE
Vista la superiore proposta di deliberazione, corredata dal prescritto parere, con
votazione unanime espressa in forma palese, accertata dal Sindaco presidente;

DELIBERA
Di approvare la superiore proposta di deliberazione.
Con successiva ed unanime votazione la presente, ai sensi dell'art.14 del D.Lgs. 267/2000, viene dichiarata  immediatamente esecutiva
  • Approvazione ruolo suppletivo T.A.R.S.U. anni 2006 - 2010.
Atto numero 8  del 04-08-2011
Tipo di Atto: DETERMINA SETTORE ATTIVITA PRODUTTIVE TRIBUTI E ACQUEDOTTO
COMUNE DI ISOLA DELLE FEMMINE
Provincia di Palermo
DETERMINAZIONE DEL CAPO DEL SETTORE 8° - ATT.PROD. - TRIBUTI - ACQUEDOTTO
N. 8 DEL 04/08/2011
Oggetto: Approvazione ruolo suppletivo T.A.R.S.U. anni 2006 - 2010.
IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO
TRIBUTI
VISTO il D. Lgs. N° 267 del 18/08/2000, recante Testo Unico delle Leggi sull'ordinamento degli Enti Locali ed, in particolare,gli artt. 107 e 109, relativi le funzioni da attribuire ai responsabili di servizio;
VISTO il Bilancio di previsione per l'esercizio finanziario 2011, in corso di formazione;
VISTA la deliberazione della Giunta Municipale n. 30 del 08/03/2011 relativa al passaggio alla riscossione TARSU ed ICI in forma diretta;
VISTA la deliberazione della Giunta Municipale n. 31 del 08/03/2011 relativa all'approvazione della convenzione con Poste Italiane S.p.A. per l'incasso delle somme relative alle entrate TARSU ed ICI;
VISTO il regolamento comunale sull'applicazione della tassa per lo smaltimento dei rifiuti solidi urbani approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n.85 del 30/11/1996 ;
VISTA la deliberazione della Giunta Municipale n. 56 del 29/03/2005 relativa l'approvazione delle tariffe TARSU - ANNO 2005,
VISTA la deliberazione della Giunta Municipale n. 29 del 16/03/2010 relativa l'approvazione delle tariffe TARSU- ANNO 2010,
CONSIDERATO che sono state espletate le formalità prescritte dalle norme di legge per quanto attiene l'accertamento e la definizione delle partite iscritte a ruolo;
RILEVATO che è necessario procedere, a seguito degli accertamenti espletati da questo Ufficio, all'emissione di un ruolo TARSU per gli anni dal 2006 al 2010;
ACCERTATO che:
1. L'Addizionale E.C.A, è pari al 5 per cento dal D. Lgs. 100 del 18 febbraio 1946.
2. Una maggiorazione di pari importo (5 per cento) fu introdotta dalla legge 346 del 10 dicembre 1961.
3. Il potere dei comuni di prelevare dette maggiorazioni con la tassa sui rifiuti è stato, da ultimo, ribadito dall'articolo 33, comma 39, della legge 549 del 28/12/95;
4. L'addizionale e la maggiorazione "Ex ECA"spettano ai Comuni e sono applicabili, stando alla lettera del R.D.L.2145/37 solo se la tassa viene riscossa con ruolo;
RILEVATO che il contributo ambientale provinciale è pari al 5%;
RITENUTO opportuno procedere, per il 2011, alla riscossione diretta del ruolo T.A.R.S.U. tramite c.c.p. n°8442358 -
DETERMINA
DI APPROVARE il ruolo suppletivo della TARSU relativo agli anni dal 2006 al 2010 nei seguenti importi:
TARSU € 28.676.,32
Addizionale ECA 5% € 1.433,82
Maggiorazione ECA 5% € 1.433,82
Addizionale prov.le5% € 1.433,82
TOTALE € 32.977,78
DI DISPORRE la riscossione del ruolo in nr. 4 rate mensili di pari importo aventi le seguenti scadenze:
30 settembre 2011 rata unica oppure
1^ rata - 30 settembre 2011; 2^ rata - 30 novembre 2011; 3^ rata - 30 gennaio 2012
4^ rata - 30 marzo 2012
DI DISPORRE la riscossione della tassa tramite c.c.p. n° 8442358.
DI PROVVEDERE alla pubblicazione del ruolo.
Il Responsabile del Servizio
Antonino Tricoli
ATTESTAZIONE DI COPERTURA FINANZIARIA
Visto per la regolar i tà contabi le ai sensi del l 'ar t .151, comma 4, del Decreto Legislat ivo 18.8.2000, n.267.
Il Responsabile del Servizio Finanziario
Nunzia Pirrone
Approvazione ruolo T.A.R.S.U. 2011
Atto numero 9  del 04-08-2011
Tipo di Atto: DETERMINA SETTORE ATTIVITA PRODUTTIVE TRIBUTI E ACQUEDOTTO
COMUNE DI ISOLA DELLE FEMMINE
Provincia di Palermo
DETERMINAZIONE DEL CAPO DEL SETTORE 8° - ATT.PROD. - TRIBUTI - ACQUEDOTTO
N. 9 DEL 04/08/2011Oggetto: Approvazione ruolo T.A.R.S.U. 2011
IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO TRIBUTI
VISTO il D. Lgs. N° 267 del 18/08/2000, recante Testo Unico delle Leggi sull'ordinamento degli Enti Locali ed, in particolare,gli artt. 107 e 109, relativi le funzioni da attribuire ai responsabili di servizio;
VISTO il Bilancio di previsione per l'esercizio finanziario 2011, in corso di formazione;
VISTA la deliberazione della Giunta Municipale n. 30 del 08/03/2011 relativa al passaggio alla riscossione TARSU ed ICI in forma diretta;
VISTA la deliberazione della Giunta Municipale n. 31 del 08/03/2011 relativa all'approvazione della convenzione con Poste Italiane S.p.A. per l'incasso delle somme relative alle entrate TARSU ed ICI;
VISTO il regolamento comunale sull'applicazione della tassa per lo smaltimento dei rifiuti solidi urbani approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n.85 del 30/11/1996 ;
VISTA la deliberazione della Giunta Municipale n. 29 del 16/03/2010 relativa l'approvazione delle tariffe TARSU,
CONSIDERATO che sono state espletate le formalità prescritte dalle norme di legge per quanto attiene l'accertamento e la definizione delle partite iscritte a ruolo;
RILEVATO che è necessario procedere, comunque, all'emissione del ruolo TARSU per l'anno 2011, rimandando l'inserimento in un ruolo suppletivo delle utenze ancora in via di accertamento.
ACCERTATO che:
1. L'Addizionale E.C.A, è pari al 5 per cento dal D. Lgs. 100 del 18 febbraio 1946.
2. Una maggiorazione di pari importo (5 per cento) fu introdotta dalla legge 346 del 10 dicembre 1961.
3. Il potere dei comuni di prelevare dette maggiorazioni con la tassa sui rifiuti è stato, da ultimo, ribadito dall'articolo 33, comma 39, della legge 549 del 28/12/95;
4. L'addizionale e la maggiorazione "Ex ECA"spettano ai Comuni e sono applicabili, stando alla lettera del R.D.L.2145/37 solo se la tassa viene riscossa con ruolo;
RILEVATO che il contributo ambientale provinciale è pari al 5%;
RITENUTO opportuno procedere, per il 2011, alla riscossione diretta del ruolo T.A.R.S.U.
tramite c.c.p. n°8442358 -
DETERMINA
DI APPROVARE il ruolo principale della TARSU per l'anno 2011 nei seguenti importi:
TARSU € 1.191.329,24
Addizionale ECA 5% € 59.566,46
Maggiorazione ECA 5% € 59.566,46
Addizionale prov.le5% € 59.566,46
TOTALE € 1.370.028,62
DI DISPORRE la riscossione del ruolo in nr. 4 rate mensili di pari importo aventi le seguenti
scadenze:
30 settembre 2011 rata unica oppure
1^ rata - 30 settembre 2011; 2^ rata - 30 novembre 2011; 3^ rata - 30 gennaio 2012
4^ rata - 30 marzo 2012
DI DISPORRE la riscossione della tassa tramite c.c.p. n° 8442358.
DI PROVVEDERE alla pubblicazione del ruolo.
Il Responsabile del Servizio
Antonino Tricoli
ATTESTAZIONE DI COPERTURA FINANZIARIA
Visto per la regolar i tà contabi le ai sensi del l 'ar t .151, comma 4, del Decreto
Legislat ivo 18.8.2000, n.267.
Il Responsabile del Servizio Finanziario
Nunzia Pirrone


Approvazione ruolo suppletivo T.A.R.S.U. anni 2006 - 2010.
  • ATTO numero 9  del 04-08-2011
ATTO numero 9  del 04-08-2011
Tipo di Atto: DETERMINA SETTORE ATTIVITA PRODUTTIVE TRIBUTI E ACQUEDOTTO
 Approvazione ruolo T.A.R.S.U. 2011
COMUNE DI ISOLA DELLE FEMMINE
Provincia di Palermo
DETERMINAZIONE DEL CAPO DEL SETTORE 8° - ATT.PROD. - TRIBUTI - ACQUEDOTTO
N. 9 DEL 04/08/2011
Oggetto: Approvazione ruolo T.A.R.S.U. 2011
IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO TRIBUTI
VISTO il D. Lgs. N° 267 del 18/08/2000, recante Testo Unico delle Leggi sull'ordinamento degli Enti Locali ed, in particolare,gli artt. 107 e 109, relativi le funzioni da attribuire ai responsabili di servizio;
VISTO il Bilancio di previsione per l'esercizio finanziario 2011, in corso di formazione;
VISTA la deliberazione della Giunta Municipale n. 30 del 08/03/2011 relativa al passaggio alla riscossione TARSU ed ICI in forma diretta;
VISTA la deliberazione della Giunta Municipale n. 31 del 08/03/2011 relativa all'approvazione della convenzione con Poste Italiane S.p.A. per l'incasso delle somme relative alle entrate TARSU ed ICI;
VISTO il regolamento comunale sull'applicazione della tassa per lo smaltimento dei rifiuti solidi urbani approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n.85 del 30/11/1996 ;
VISTA la deliberazione della Giunta Municipale n. 29 del 16/03/2010 relativa l'approvazione delle tariffe TARSU,
CONSIDERATO che sono state espletate le formalità prescritte dalle norme di legge per quanto attiene l'accertamento e la definizione delle partite iscritte a ruolo;
RILEVATO che è necessario procedere, comunque, all'emissione del ruolo TARSU per l'anno 2011, rimandando l'inserimento in un ruolo suppletivo delle utenze ancora in via di accertamento.
ACCERTATO che:
1. L'Addizionale E.C.A, è pari al 5 per cento dal D. Lgs. 100 del 18 febbraio 1946.
2. Una maggiorazione di pari importo (5 per cento) fu introdotta dalla legge 346 del 10 dicembre 1961.
3. Il potere dei comuni di prelevare dette maggiorazioni con la tassa sui rifiuti è stato, da ultimo, ribadito dall'articolo 33, comma 39, della legge 549 del 28/12/95;
4. L'addizionale e la maggiorazione "Ex ECA"spettano ai Comuni e sono applicabili, stando alla lettera del R.D.L.2145/37 solo se la tassa viene riscossa con ruolo;
RILEVATO che il contributo ambientale provinciale è pari al 5%;
RITENUTO opportuno procedere, per il 2011, alla riscossione diretta del ruolo T.A.R.S.U. tramite c.c.p. n°8442358 -
DETERMINA
DI APPROVARE il ruolo principale della TARSU per l'anno 2011 nei seguenti importi:
TARSU € 1.191.329,24
Addizionale ECA 5% € 59.566,46
Maggiorazione ECA 5% € 59.566,46
Addizionale prov.le5% € 59.566,46
TOTALE € 1.370.028,62
DI DISPORRE la riscossione del ruolo in nr. 4 rate mensili di pari importo aventi le seguenti scadenze:
30 settembre 2011 rata unica oppure
1^ rata - 30 settembre 2011; 2^ rata - 30 novembre 2011; 3^ rata - 30 gennaio 2012
4^ rata - 30 marzo 2012
DI DISPORRE la riscossione della tassa tramite c.c.p. n° 8442358.
DI PROVVEDERE alla pubblicazione del ruolo.
Il Responsabile del Servizio
Antonino Tricoli
ATTESTAZIONE DI COPERTURA FINANZIARIA
Visto per la regolar i tà contabi le ai sensi del l 'ar t .151, comma 4, del Decreto Legislat ivo 18.8.2000, n.267.
Il Responsabile del Servizio Finanziario
Nunzia Pirrone
  • Atto numero 8  del 04-08-2011
Tipo di Atto: DETERMINA SETTORE ATTIVITA PRODUTTIVE TRIBUTI E ACQUEDOTTO
COMUNE DI ISOLA DELLE FEMMINE
Provincia di Palermo
DETERMINAZIONE DEL CAPO DEL SETTORE 8° - ATT.PROD. - TRIBUTI - ACQUEDOTTO
N. 8 DEL 04/08/2011
Oggetto: Approvazione ruolo suppletivo T.A.R.S.U. anni 2006 - 2010.
IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO
TRIBUTI
VISTO il D. Lgs. N° 267 del 18/08/2000, recante Testo Unico delle Leggi sull'ordinamento degli Enti Locali ed, in particolare,gli artt. 107 e 109, relativi le funzioni da attribuire ai responsabili di servizio;
VISTO il Bilancio di previsione per l'esercizio finanziario 2011, in corso di formazione;
VISTA la deliberazione della Giunta Municipale n. 30 del 08/03/2011 relativa al passaggio alla riscossione TARSU ed ICI in forma diretta;
VISTA la deliberazione della Giunta Municipale n. 31 del 08/03/2011 relativa all'approvazione della convenzione con Poste Italiane S.p.A. per l'incasso delle somme relative alle entrate TARSU ed ICI;
VISTO il regolamento comunale sull'applicazione della tassa per lo smaltimento dei rifiuti solidi urbani approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n.85 del 30/11/1996 ;
VISTA la deliberazione della Giunta Municipale n. 56 del 29/03/2005 relativa l'approvazione delle tariffe TARSU - ANNO 2005,
VISTA la deliberazione della Giunta Municipale n. 29 del 16/03/2010 relativa l'approvazione delle tariffe TARSU- ANNO 2010,
CONSIDERATO che sono state espletate le formalità prescritte dalle norme di legge per quanto attiene l'accertamento e la definizione delle partite iscritte a ruolo;
RILEVATO che è necessario procedere, a seguito degli accertamenti espletati da questo Ufficio, all'emissione di un ruolo TARSU per gli anni dal 2006 al 2010;
ACCERTATO che:
1. L'Addizionale E.C.A, è pari al 5 per cento dal D. Lgs. 100 del 18 febbraio 1946.
2. Una maggiorazione di pari importo (5 per cento) fu introdotta dalla legge 346 del 10 dicembre 1961.
3. Il potere dei comuni di prelevare dette maggiorazioni con la tassa sui rifiuti è stato, da ultimo, ribadito dall'articolo 33, comma 39, della legge 549 del 28/12/95;
4. L'addizionale e la maggiorazione "Ex ECA"spettano ai Comuni e sono applicabili, stando alla lettera del R.D.L.2145/37 solo se la tassa viene riscossa con ruolo;
RILEVATO che il contributo ambientale provinciale è pari al 5%;
RITENUTO opportuno procedere, per il 2011, alla riscossione diretta del ruolo T.A.R.S.U. tramite c.c.p. n°8442358 -
DETERMINA
DI APPROVARE il ruolo suppletivo della TARSU relativo agli anni dal 2006 al 2010 nei seguenti importi:
TARSU € 28.676.,32
Addizionale ECA 5% € 1.433,82
Maggiorazione ECA 5% € 1.433,82
Addizionale prov.le5% € 1.433,82
TOTALE € 32.977,78
DI DISPORRE la riscossione del ruolo in nr. 4 rate mensili di pari importo aventi le seguenti scadenze:
30 settembre 2011 rata unica oppure
1^ rata - 30 settembre 2011; 2^ rata - 30 novembre 2011; 3^ rata - 30 gennaio 2012
4^ rata - 30 marzo 2012
DI DISPORRE la riscossione della tassa tramite c.c.p. n° 8442358.
DI PROVVEDERE alla pubblicazione del ruolo.
Il Responsabile del Servizio
Antonino Tricoli
ATTESTAZIONE DI COPERTURA FINANZIARIA
Visto per la regolar i tà contabi le ai sensi del l 'ar t .151, comma 4, del Decreto Legislat ivo 18.8.2000, n.267.
Il Responsabile del Servizio Finanziario
Nunzia Pirrone
  • ATTO numero 38  del 08-04-2010
Tipo di Atto: DELIBERA DI GIUNTA
Allegato: DELIBERA G.M. 038.10.pdf (68 kb) File con estensione pdf
ATTO
"Approvazione programma operativo finalizzato all'ottimizzazione servizio riscossione e/o recupero tributi - Anno 2009 - Da realizzarsi entro la data del 31/12/2010."
Proposta di deliberazione presentata dall’Ufficio Tributi avente per oggetto:
“Approvazione programma operativo finalizzato all’ottimizzazione servizio riscossione e/o recupero tributi
– Anno 2009 – Da realizzarsi entro la data del 31/12/2010.”
PREMESSO che, con circolare n.15/A2 del 18/12/2009, la Regione Siciliana fra gli indicatori premiali
individua per l’anno 2009 l’approvazione, entro il 31/12/2009, di un programma finalizzato all’ottimizzazione
del servizio di riscossione e/o recupero dei tributi da realizzarsi entro il 31/12/2010;
VISTO il programma operativo finalizzato all’ottimizzazione del servizio di riscossione che forma parte
integrante e sostanziale del presente atto;
SI PROPONE ALLA GIUNTA MUNICIPALE
Di approvare il programma operativo finalizzato all’ottimizzazione del servizio di riscossione e/o recupero dei tributi – Anno 2009 - da realizzarsi entro il 31/12/2010, così come previsto dalla circolare n. 18 del 23/10/2008.
IL RESPONSABILE DEL SETTORE TRIBUTI
F.to Antonino Tricoli
Si attesta la regolarità contabile e la relativa copertura finanziaria, ai sensi degli artt.49, comma 1°, e 151, comma 4°, del D.Lgs.18.8.2000, n.267.
IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO FINANZIARIO
F.to Rag. Biagio Fontanetta
LA GIUNTA MUNICIPALE
Vista la superiore proposta di deliberazione ;
Visti i pareri favorevoli in ordine alla regolarità tecnica e contabile;
D E L I B E R A
Di approvare per i motivi espressi in narrativa la superiore proposta di determinazione che qui si intende letteralmente trascritta, avente per oggetto: “ approvazione programma operativo finalizzato all’ottimizzazione servizio di riscossione e/o recupero tributi-Anno 2009 da realizzarsi entro il 31/12/2010”.
Ritenuto che il programma di che trattasi va presentato al competente Assessorato Regionale entro i termini di scadenza, come previsto dalla vigente normativa, dichiarando il presente atto
Immediatamente Esecutivo.
PROGRAMMA OPERATIVO ANNO 2008 FINALIZZATO ALL’OTTIMIZZAZIONE DEL SERVIZIO DI RISCOSSIONE
E/O AL RECUPERO DEI TRIBUTI DA REALIZZARE ENTRO IL 31/12/2009
L’attività dell’Ufficio Tributi assume annualmente un’importanza primaria per il bilancio comunale,
essendo proposta all’accertamento e alla riscossione delle entrate comunali derivanti da imposizione di
carattere tributario e disciplinata da apposito regolamento.
A tal proposito questo ufficio vuole sottoporre all’attenzione di questa Giunta Comunale, il
programma delle varie attività che si intendono svolgere nell’anno 2009;
Come già sottolineato , molto è stato fatto nella lotta contro l’evasione ed altro si potrà fare
ricercando su altri fonti ancora per scoprire ulteriore possibili fasce di evasione;
Il programma prevederà un esame di tutti i ricorsi presentati in autotutela sulle liquidazioni e
verranno rettificati eventuali anomalie, errori e variazioni non registrate per poi procedere all’approvazione
delle somme annullate e rettificate;
Successivamente verrà effettuato il controllo del dovuto/ versato per l’anno 2006 con eventuale
emissione dei relativi avvisi di accertamento per omesso o parziale versamento e all’accertamento per
omessa dichiarazione dall’anno 2005;
Verranno inoltre controllate le denunce di successione inviate dal Ministero delle Finanze per
identificare soggetti che hanno ereditato proprietà non denunciata;
Verranno inseriti tutti i versamenti delle violazioni inviati dal Concessionario ed effettuati dai
contribuenti,con successiva emissione degli elenchi per la riscossione coattiva dei soggetti non in regola per
tutti gli atti notificati entro il 2008.
Si procederà inoltre all’esame dei ricorsi presentati da contribuenti per ruoli coattivi a seguito notifica
delle cartelle esattoriali;
Verranno approvate le eventuali somme da annullare o rettificare con conseguente compilazione e
trasmissione di modulo di sgravio/discarico al C.N.C. per gli aggiornamenti consequenziali;
Verranno esaminate le richieste di rimborso presentate per l’anno 2006-2007-2008 e approvate le  eventuali somme da rimborsare;
Verranno aggiornati gli archivi man mano se ne verificheranno le occasioni, usufruendo di tutte le informazioni utili recuperate. Si cercherà di reperire tutti gli indirizzi aggiornati per la corrispondenza ritornata
al mittente o eventuali eredi nel caso di decessi;
Per quanto riguarda la TARSU verranno effettuati i controlli con le variazioni anagrafiche e verranno
invitati a presentare la relativa denuncia tutti coloro i quali sono tenuti a farlo a seguito di iscrizione per
immigrazione , cancellazione, variazione di domicilio, matrimonio;
Verranno successivamente emessi relativi accertamenti d’ufficio a coloro i quali avranno omesso di presentare la denuncia;
Verrà emesso ruolo ordinario TARSU ed eventuali suppletivi se sarà opportuno;
Per ciò che concerne i tributi locali COSAP e Pubblicità, a seguito della disdetta contrattuale con Tributi Italia S.p.A., il servizio viene svolto da questo Ufficio che procederà alla ricostruzione della banca dati e all’emissione degli eventuali avvisi di accertamento.
Verranno controllati i pagamenti effettuati dai contribuenti per l’occupazione permanente e temporanea del suolo pubblico, e il controllo del pagamento dei passi carrabili debitamente autorizzati.
Tuttavia, al fine di garantire una maggiore entrata si potrebbe sollecitare un più accurato controllo sul territorio per quanto concerne l’affissione abusiva di manifesti e l’utilizzo improprio del suolo pubblico.
Nell’assolvimento di queste funzioni non si trascurerà la tempestiva a solerte disponibilità al pubblico che interagisce con gli uffici tributari , sia per richieste di informazioni, sia per richiedere un aiuto nel disbrigo delle pratiche, sia per i molti problemi relativi ai concessionari che con i loro tempi e i loro solleciti sono spesso motivo di preoccupazione per molti cittadini, soprattutto gli anziani che hanno difficoltà a raggiungere le loro sedi distaccate in città;
Siamo certi che la realizzazione di questo programma porterà ad un incremento dei tributi riscossi
rispetto all’anno precedente.
Il Responsabile del Settore Tributi
Antonino Tricoli
Tipo di informazione: Atti Pubblici
Data: 30/10/2010



Tipo di informazione: Atti Pubblici
Data: 30/10/2010



Tipo di informazione: Atti Pubblici
Data: 30/10/2010



Tipo di informazione: Atti Pubblici
Data: 22/02/2011



Tipo di informazione: Atti Pubblici
Data: 14/03/2011



Tipo di informazione: Atti Pubblici
Data: 14/03/2011



Tipo di informazione: Atti Pubblici
Data: 18/04/2011



Tipo di informazione: Atti Pubblici
Data: 20/09/2011



Tipo di informazione: Bandi di gara
Data: 13/10/2009



Tipo di informazione: sezione del sito
Data: 17/07/2009



Tipo di informazione: sezione del sito
Data: 27/07/2009



Tipo di informazione: sezione del sito
Data: 09/04/2011



Tipo di informazione: sezione del sito
Data: 03/05/2011



Tipo di informazione: Eventi e Comunicati
Data: 26/04/2011



Tipo di informazione: Modulistica
Data: 03/09/2009





RUOLI SANZIONI INFRAZIONI STRADALI AFFIDAMENTI 2008









  • Atto numero 22  del 31-05-2011
Affidamento sperimentale del servizio di riscossione delle sanzioni amministrative per violazioni al Codice della Strada relative all'anno 2008   Atto numero 22  del 31-05-2011
Tipo di Atto: DETERMINA SETTORE POLIZIA MUNICIPALE
Allegato: DET_IV SETTORE N_22.pdf (52 kb) File con estensione pdf
COMUNE DI ISOLA DELLE FEMMINE
Provincia di Palermo
DETERMINAZIONE DEL CAPO DEL SETTORE 4° - VIGILANZA  N. 22 DEL 31/05/2011
Oggetto:
Affidamento sperimentale del servizio di riscossione delle sanzioni amministrative per violazioni al Codice della Strada relative all’anno 2008Il Responsabile del 4° Settore
visto  l'art. 51 della legge n. 142/90, recepita con modifiche dall'art. 1 L.R. n. 48/91;
visto  il D.Lgs 3 febbraio 1993 n. 29 e successive modificazioni ed integrazioni;
visto  l'art. 6 della legge 15 maggio 1997, n. 77;
visto  l'art. 2 della legge regionale 7 settembre 1998, n. 23;
vista  la determinazione del Sindaco n. 13 del 4 novembre 2009 con la quale è stato conferito l'incarico di Responsabile del 4° Settore-Vigilanza al Comandante Croce Antonio; visto il vigente O.A.EE.LL. in Sicilia;
Premesso
- che con deliberazione n. 60 del 24 maggio 2011, la Giunta ha dato mandato al Comandante del Corpo di P.M., di reperire nel mercato, una ditta esterna specializzata cui affidare il servizio di riscossione delle sanzioni amministrative per violazione al C.d.S, relative all'anno 2008 e divenute titolo esecutivo;
- che con il medesimo atto, la Giunta ha chiaramente manifestato sia l'urgenza di procedere al recupero dei crediti avanzati dall'Ente, sia la necessità di reperire una società altamente specializzata nel settore che offra le migliori referenze in ordine alla qualità del servizio reso, nonché all'affidabilità economica e strutturale al fine di scongiurare i problemi verificatisi in passato;
- che per quanto detto sopra, risulta evidente che la gestione ed il recupero dei crediti insoluti è un'attività molto delicata, per la quale si richiede un' alta professionalità del personale addetto;
- che l'attivazione diretta di un servizio così importante e delicato, necessita di una preparazione specifica da parte del personale degli Uffici, nonché di un notevole impegno lavorativo in ordine di tempo che gli organici in atto in essere presso il Corpo di P.M., sono in numero tale da non consentire un ottimale impiego di risorse umane da destinare a compiti amministrativi interni, senza per ciò creare contemporaneamente importante pregiudizio nello svolgimento dei primari compiti d'Istituto;
Dato atto  che in virtù delle suesposte motivazioni si rende opportuno procedere ad un affidamento a ditta esterna in forma sperimentale e limitata alla sola competenza del 2008, al fine di monitorarne e valutarne i risultati prodotti, con l'intento, in caso positivo, di procedere ad una stabilizzazione esternalizzata del servizio, mediante pubblica gara, per la gestione del recupero dei crediti in fase bonaria/stragiudiziale e coattiva dei sopraindicati crediti per evitarne l'immissione a ruolo e la relativa gestione globale dei procedimenti sanzionatori, ivi compresa la formazione del personale interno impiegato nelle attività concernenti le violazioni delle norme del Codice della Strada, rilevati nell'ambito del territorio comunale, come da oggetto della presente determina;
Vista,  a tal proposito, la proposta avanzata dalla Società Sican Srl, con sede in Guardiagrele (CH) Via Tripio n.63, per la gestione del servizio di riscossione delle sanzioni Amministrative da violazioni al C.d.S.;
Rilevato  che fra le ditte prese in considerazione la Sican Srl è quella che più di tutte ha fornito ottimi requisiti, una specifica presentazione del servizio, garanzie tecniche e costi di spesa più favorevoli, da cui si evince la piena soddisfazione dei principi di efficienza, efficacia ed economicità del servizio stesso;
Dato atto  che la società Sican Srl ha presentato dettagliate referenze, indicando anche un nutrito elenco di Enti pubblici nei quali ha già operato e dove a tutt'oggi opera, i quali appositamente interpellati hanno espresso unanime consenso riguardo al servizio svolto, ai risultati ottenuti e alla serietà della ditta;
Ritenuto
- che il Comune non anticipa alcun costo per l'espletamento di detto servizio, che l'impiego di risorse umane necessarie, dedicate specificamente per l'espletamento della sperimentazione, sono messe a disposizione dalla Sican Srl;
- che l'ente garantisce la natura dei crediti di cui fornisce, unitamente al nominativo dei debitori, l'indirizzo risultante dagli accertamenti precedentemente effettuati, nonché gli estremi delle violazioni accertate e regolarmente notificate;
- che le somme recuperate dalle attività poste in essere dalla Sican srl saranno versate dai debitori su un conto corrente postale - all'uopo acceso- intestato al Comune di Isola delle Femmine - Corpo di Polizia Municipale, da cui saranno prelevati e versati alla Sican S.r.l., con cadenza bimestrale, le spettanze maturate di propria competenza, dietro presentazione di giustificativo fiscale;
- che nell'esperire la sperimentazione del servizio relativo al recupero dei crediti, di cui alla presente determinazione, la su indicata società Sican Srl dovrà osservare le procedure ammesse dalla legge e dagli usi commerciali impegnandosi a salvaguardare, in ogni caso, l'immagine di questo Comune e, per questo, adottando tutte le cautele del caso, pena la revoca dell'incarico sperimentale medesimo;
- che, la responsabilità, a tutti gli effetti di legge, inerente la sperimentazione del servizio e la sua corretta esecuzione, per quanto riguarda la componente del recupero del credito, ritenuta prevalente, resta in capo esclusivamente alla società Sican rl;
Visto lo schema di convenzione ed i relativi allegati proposti dalla società Sican Srl e ritenuto di potere procedere ad approvarli, affidando alla medesima ditta il servizio in forma sperimentale per la riscossione delle Sanzioni Amministrative per violazioni al C.d.S. relative all'anno 2008 e divenute titolo esecutivo;
Dato atto che non comportando impegno di spesa, la presente determinazione non necessita del visto di regolarità contabile ai sensi del D.L. 267/2000;
Visto il D.L.vo 163/2006 e successive modifiche ed integrazioni con particolare riferimento agli artt. 125 e 221
D E T E R M I N A
1) Approvare la convenzione ed i relativi allegati che fanno parte integrante e sostanziale del presente atto;
2) Procedere per le motivazioni espresse in narrativa all'affidamento in via sperimentale, alla Società Sican s.r.l. con sede legale in Guardiagrele (CH) - Via Tripio n.63 - P.I. 01542860695 n. Conc. Lic. Gov. P.A.S.CAT. 13-H - C.C.I.A.A. Chieti 5358, del servizio di recupero dei crediti relativi alle sanzioni amministrative per violazioni al codice della strada, relativi all'anno 2008 alle condizioni previste nella convenzione di cui al precedente punto 1);
3) La presente determinazione, non comportando impegni di spesa, non necessità del visto di regolarità contabile, attestante la copertura finanziaria ai sensi dell'art. 153, comma 5 del D.L. n.267/2000 e pertanto immediatamente esecutiva;
4) La presente determinazione è trasmessa al Responsabile del Settore Economico - Finanziario per i successivi adempimenti di competenza;
IL COMANDANTE -Magg. Antonio Croce -

  • Atto numero 60  del 24-05-2011
Atto numero 60  del 24-05-2011
Tipo di Atto: DELIBERA DI GIUNTA
Allegato:
DELIBERA G.M. 60.11.pdf (100 kb) File con estensione pdf  
COMUNE DI ISOLA DELLE FEMMINE
Provincia di Palermo
COPIA DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE
N. 60 DEL 24/05/2011
IMMEDIATAMENTE ESEGUIBILE
Oggetto:
SERVIZIO DI RISCOSSIONE DELLE SANZIONI AMMINISTRATIVE NON RISCOSSE NEL 2008.L’anno 2011 e questo giorno 24 del mese di maggio, alle ore 13.30 nella sala delle adunanze della Sede Comunale si è riunita la Giunta Comunale convocata nelle forme di legge.
Presiede l’adunanza PORTOBELLO Prof. GASPARE, nella sua qualità di SINDACO e sono rispettivamente presenti ed assenti i Sigg.:
Presenti:
PORTOBELLO Prof. GASPARE Sindaco
PALAZZOTTO Sig. SALVATORE Vice Sindaco
RISO Prof. NAPOLEONE Assessore
AIELLO Sig. PAOLO Assessore Anziano
Assenti:
CUTINO Dott. MARCELLO Assessore
Totale Presenti: 4 Totale Assenti: 1
con l’assistenza del Segretario Comunale, SCAFIDI Dott. MANLIO Il Presidente, constatato che gli interventi sono in numero legale, dichiara aperta la riunione ed invita i convocati a deliberare sull’oggetto sopraindicato.
Il Comandante della Polizia Municipale, propone alla Giunta Comunale di approvare la seguente proposta di deliberazione:
"SERVIZIO DI RISCOSSIONE DELLE SANZIONI AMMINISTRATIVE NON RISCOSSE NEL 2008"
LA GIUNTA MUNICIPALE
Premesso
- che nonostante la notifica delle sanzioni amministrative per violazioni del Codice della Strada, accertate nell'anno 2008, divenute esecutive, un rilevante numero di destinatari degli atti non ha adempiuto all'obbligazione di pagamento;
- che l'importo delle somme ancora da riscuotere rappresentano cifre assolutamente significative anche in considerazione dell'obbligo che grava sulle Amministrazioni di attivare ogni utile iniziativa volta al recupero dei crediti, per la salvaguardia dei conti pubblici e per il rispetto dei principi di responsabilità contabile e amministrativa;
- che corrisponde ad un effettivo e concreto interesse pubblico il recupero dei crediti, divenuti certi, liquidi ed esigibili per il definitivo consolidamento del titolo esecutivo, a seguito della notifica della sanzione non impugnata e notificata ritualmente all'indirizzo del trasgressore e/o obbligato in solido, individuato ai sensi degli artt. 201 e ss. C.d.S. e norme correlate del Regolamento di Esecuzione;
- che gia in passato sono state attivate procedure per il recupero dei crediti per sanzioni non riscosse, fino all'anno 2007, ma che per diversi motivi non hanno prodotto gli effetti desiderati;
Riconosciuta
, pertanto, la necessità di ottimizzare il recupero dei crediti derivanti da sanzioni amministrative pecuniarie per violazioni al Codice della Strada non riscosse nell'anno 2008, migliorando sostanzialmente le attività finalizzate all'incasso delle posizioni creditizie;
Osservato  che, nella valutazione della complessiva dotazione organica del Corpo di P.M., non vi è una struttura tale che possa garantire, nell'ordinario servizio, il raggiungimento dell'obiettivo sopra evidenziato;
Ravvisata  di conseguenza, l'opportunità e la necessità, considerato che il recupero dei crediti insoluti è un'attività molto delicata dove si richiede un'alta professionalità del personale addetto, di sperimentare l'affidamento ad una società specializzata nel recupero crediti e altamente qualificata, che goda nell'ambito delle pubbliche amministrazioni, di titoli ed esperienza tali da potere rassicurare realmente l'Ente in ordine agli obiettivi preposti, nonchè garantirlo riguarda alla necessaria affidabilità;
Vista , in tal senso, la relazione del Comandante del Corpo di P.M., prot. /11/INT del 5 maggio 2011, nella quale vengono tracciate chiaramente sia le linee generali che procedurali da seguire per il raggiungimento di risultati in ordine all'argomento trattato e dalla quale si evince che l'attività posta in essere da tali società consiste nel rintracciare il debitore, contattarlo attraverso l'invio di una comunicazione e di tentare la riscossione e/o il recupero in via esclusivamente stragiudiziale e che, pertanto, le varie società attive in questo settore si pongono come intermediarie nel tentativo di riscossione e recupero crediti senza peraltro divenire formalmente e giuridicamente cessionarie del credito quindi senza il conferimento di veri e propri poteri esecutivi;
Ritenuto , pertanto, di potere condividere e fare propria la citata relazione del Comandante del Corpo di P.M., autorizzandolo ad attivarsi per l'individuazione di idonea società cui affidare la riscossione delle somme derivanti da Sanzioni Amministrative pecuniarie per violazioni al Codice della Strada non riscosse nell'anno 2008 e divenute esecutive ai sensi dell'art 474 c.p.c., secondo le indicazioni sopra specificate e nel rispetto delle normative vigenti in materia di affidamento di servizi a ditte esterne, prevedendo che il medesimo Comandante, riferisca, con cadenza trimestrale, al Sindaco ed all'Assessore al Bilancio, sullo stato del piano di lavoro e sulle somme effettivamente incamerate, ai fini delle imputazioni sul bilancio generale comunale e per la successiva programmazione finanziaria dopo l'affidamento;
Visto  l'O.R.EE.LL. vigente in Sicilia;
D E L I B E R A
1)  Prendere atto della relazione del Comandante del Corpo di Polizia Municipale prot. /11/INT del 5 maggio 2011, autorizzando il medesimo a procedere ad affidare a ditta esterna specializzata nel settore, il servizio di riscossione delle somme derivanti da Sanzioni Amministrative per violazioni al Codice della Strada non riscosse nell'anno 2008 e divenute titolo esecutivo.
2)  Prevedere che il Comandante della Polizia Municipale riferisca, con cadenza trimestrale, al Sindaco ed all'Assessore al Bilancio, sullo stato del piano di lavoro e sulle somme effettivamente incamerate, ai fini delle imputazioni sul bilancio generale comunale e per la successiva programmazione finanziaria dopo l'affidamento.
3)  Dare atto che la presente deliberazione, non comportando impegni di spesa non necessita del visto di regolarità contabile, attestante la copertura finanziaria si sensi dell'art. 153, comma 5 del D.L. n.° 267/2000.
4)  Demandare al Comandante della Polizia Municipale, i conseguenti adempimenti gestionali.
PARERI ED ATTESTAZIONI AI SENSI DELL'ARTICOLO 53 DELLA LEGGE 8 GIUGNO 1990, N. 142 RECEPITA CON L'ARTICOLO 1 DELLA L.R. 11 DICEMBRE 1991, N.48.-
Si esprime parere favorevole in ordine alla regolarità tecnica sulla superiore proposta di deliberazione.
IL COMANDANTE DELLA P.M.
F.to
Magg. Antonio Croce
LA GIUNTA MUNICIPALE
Vista la superiore proposta di deliberazione, corredata dal predetto parere, con voti unanimi espressi in forma palese
DELIBERA
Di approvare la superiore proposta di deliberazione.
DELIBERA INOLTRE
Con successivo, unanime voto espresso in forma palese mediante alzata di mano, che alla presente, stante l'urgenza connessa alle esigenze finanziarie, sia conferita immediata esecutività. A questo punto si allontana il Vice Sindaco




Affidament​o sperimenta​le del servizio di riscossion​e,RENDICONT​O DELLA GESTIONE DELL’ESERC​IZIO FINANZIARI​O 2010.Impeg​no di spesa e liquidazio​ne impianti di sollevamen​to,spiaggi​a libera attrezzata in loc,Passag​gio alla riscossion​e TARSU ed ICI in forma direttacimitero,loculi,Affidamento Riscossione multe 2008,Società Sican Srl,Autovelox,Croce,Pappgallo,Pulizia Spiagge,ATO PA1,Rifiuti,PALmuto,Leoncino,Pennuto Rosso,Poste,Gi Group S.p.A. ,Pulizia Spiagge,Temporary,Bilancio Preventivo 2010,Bilancio Consuntivo 2010,Bilancio Preventivo 2009,Bilancio Consuntivo 2009,Bilancio Preventivo 2008,Bilancio Consuntivo 2008,Tricoli,Pirrone

Spiagge,ATO PA1,Rifiuti,PALmuto,Leoncino,Pennuto Rosso,Poste,Gi Group S.p.A. ,Pulizia Spiagge,Temporary,Bilanci,Tributi,Tasse,Evasori,Croce,Tricoli,Pirrone





ACCERTAMENTO DI  EVENTUALI RESPONSABILITÀ AMMINISTRATIVE E CONTABILI A NORMA DELLE LEGGI 14 GENNAIO 1994 N. 20 E 20 DICEMBRE 1996 N. 639 E POSSIBILE CONDANNA DEI RESPONSABILI AL RISARCIMENTO DEL DANNO

LEGGE 639 20 DICEMBRE 1996
DISPOSIZIONI URGENTI IN MATERIA DI ORDINAMENTO DELLA CORTE DEI CONTI" PUBBLICATA NELLA GAZZETTA UFFICIALE N. 299 DEL 21 DICEMBRE 1996

                   IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA PROMULGA la seguente legge:
                               Art. 1.
  1. Il decreto-legge 23 ottobre 1996, n. 543,  recante  disposizioni urgenti   in  materia  di  ordinamento  della  Corte  dei  conti,  e' convertito in legge con le modificazioni riportate in  allegato  alla presente legge.
  2. Restano validi gli atti ed i provvedimenti adottati e sono fatti salvi gli effetti prodottisi ed i rapporti giuridici sorti sulla base dei  decreti-legge 23 dicembre 1994, n. 718, 25 febbraio 1995, n. 47, 29 aprile 1995, n. 131, 28 giugno 1995, n. 248, 28  agosto  1995,  n. 353,  27  ottobre 1995, n. 439, 23 dicembre 1995, n. 541, 26 febbraio 1996, n. 79, 26 aprile 1996, n. 215, 22 giugno  1996,  n.  333,  e  8 agosto 1996, n.  441.
  3.  Restano  altresi' validi gli atti ed i provvedimenti adottati e sono fatti salvi gli effetti prodottisi ed i rapporti giuridici sorti sulla base dell'articolo 10 del decreto-legge 10 giugno 1995, n. 224,
dell'articolo  10  del  decreto-legge  3   agosto   1995,   n.   323,
dell'articolo   10   del   decreto-legge  2  ottobre  1995,  n.  414,
dell'articolo  12  del  decreto-legge  4  dicembre  1995,   n.   514,
dell'articolo   12   del   decreto-legge  31  gennaio  1996,  n.  38,
dell'articolo  12  del  decreto-legge  4   aprile   1996,   n.   188,
dell'articolo   12   del   decreto-legge   3  giugno  1996,  n.  309,
dell'articolo  12  del  decreto-legge  5  agosto  1996,  n.  409,   e
dell'articolo 9 del decreto-legge 4 ottobre 1996, n. 516.
  4.  La presente legge entra in vigore il giorno successivo a quello della sua pubblicazione nella Gazzetta Ufficiale.
  La presente legge, munita del sigillo dello Stato,  sara'  inserita nella  Raccolta  ufficiale  degli  atti  normativi  della  Repubblica italiana. E' fatto obbligo a chiunque spetti di osservarla e di farla osservare come legge dello Stato.
   Data a Roma, addi' 20 dicembre 1996
                              SCALFARO
                                  PRODI, Presidente del Consiglio dei
                                  Ministri Visto, il Guardasigilli: FLICK

ALLEGATO

All'articolo 1:
   al comma 1,  i  capoversi  5-bis  e  5-ter  sotto  sostituiti  dai seguenti:
   "5-bis. L'appello e'  proponibile  dalle  parti,  dal  procuratore regionale competente per territorio o dal procuratore generale, entro sessanta giorni dalla notificazione o, comunque, entro un anno  dalla pubblicazione. Entro i trenta  giorni  successivi  esso  deve  essere depositato nella segreteria del giudice d'appello con la prova  delle avvenute notifiche, unitamente alla copia della  sentenza  appellata.

Agli appelli si applicano le disposizioni di cui all'articolo 3 della legge   21   marzo   1953,   n.   161.   La    facolta'    attribuita all'amministrazione dall'articolo 6, comma 4,  si  applica  anche  ai giudizi di appello in materia pensionistica e comprende il potere  di proposizione del gravame.

  5-ter. Il ricorso alle sezioni  giurisdizionali  centrali  sospende l'esecuzione della sentenza  impugnata.  La  sezione  giurisdizionale centrale,   tuttavia,   su   istanza   del   procuratore    regionale territorialmente competente o del  procuratore  generale,  quando  vi siano ragioni fondate ed esplicitamente motivate puo'  disporre,  con ordinanza  motivata,  sentite  le  parti,   che   la   sentenza   sia provvisoriamente esecutiva. I procedimenti pendenti presso le sezioni giurisdizionali centrali, non ancora definiti in prima istanza,  sono rimessi alle sezioni giurisdizionali competenti per  territorio.  Nei giudizi dinanzi alle sezioni giurisdizionali regionali il  patrocinio legale e' esercitato da avvocati o procuratori  legali  iscritti  nei relativi albi professionali";

  al comma 1, e' aggiunto, in fine, il seguente capoverso:

   "5-quater. Sono abrogati gli  articoli  3,  secondo  comma,  e  4, secondo comma, del decreto legislativo  6  maggio  1948,  n.  655.  I giudizi avverso le sentenze emesse dalla sezione giurisdizionale  per la regione siciliana pendenti  innanzi  alle  sezioni  riunite  della Corte dei conti sono devoluti, nello stato in cui si trovano  e  fino all'istituzione della  competente  sezione  giurisdizionale  centrale d'appello   per   la   regione   siciliana,   alla   prima    sezione giurisdizionale centrale d'appello";

  dopo il comma 2 e' inserito il seguente:

  "2-bis. In relazione agli appelli proposti dalla data di entrata in vigore del decreto-legge 8 marzo 1993,  n.  54,  sino  alla  data  di entrata in vigore della legge di conversione del presente decreto, le sezioni giurisdizionali  centrali  possono  riconoscere,  per  quanto concerne  le  modalita'  di  presentazione   dell'appello,   l'errore scusabile e disporre la rimessione in termini";

  dopo il comma 3, sono aggiunti i seguenti:

   "3-bis. Il comma 1 dell'articolo 5 del decreto-legge  15  novembre 1993, n. 453, convertito, con modificazioni, dalla legge  14  gennaio 1994, n. 19, e' sostituito dal seguente:

  '1.  Prima  di  emettere  l'atto  di  citazione  in  giudizio,   il procuratore regionale invita il presunto  responsabile  del  danno  a depositare, entro un termine non  inferiore  a  trenta  giorni  dalla notifica della comunicazione dell'invito,  le  proprie  deduzioni  ed eventuali documenti. Nello stesso termine  il  presunto  responsabile puo'  chiedere  di  essere  sentito  personalmente.  Il   procuratore regionale emette l'atto di citazione in  giudizio  entro  120  giorni dalla scadenza del termine per la presentazione  delle  deduzioni  da parte del presunto responsabile  del  danno.  Eventuali  proroghe  di quest'ultimo termine sono autorizzate dalla  sezione  giurisdizionale competente, nella camera  di  consiglio  a  tal  fine  convocata; 

la mancata autorizzazione obbliga il procuratore ad emettere  l'atto  di citazione ovvero a disporre l'archiviazione  entro  i  successivi  45 giorni'.

  3-ter. Dopo  il  comma  4  dell'articolo  2  del  decreto-legge  15 novembre 1993, n. 453, convertito, con modificazioni, dalla legge  14 gennaio 1994, n. 19, e' aggiunto il seguente:

  '4-bis. La delega di adempimenti istruttori a funzionari  regionali e'  disposta  d'intesa  con  il  presidente  della  regione  o  della provincia autonoma'".
 
All'articolo 2:
   al comma 1, capoverso 2, al primo periodo, le  parole:  "divengono efficaci" sono sostituite dalle seguenti: "acquistano  efficacia";  e al terzo periodo, le  parole:  "diventa  esecutivo"  sono  sostituite dalle seguenti: "acquista efficacia";

   dopo il comma 2 e' aggiunto il seguente:

  "2-bis. Nell'articolo 3, comma 4, della legge 14 gennaio  1994,  n. 20, le parole: '; puo' altresi' pronunciarsi  sulla  legittimita'  di singoli atti delle amministrazioni dello Stato' sono soppresse".

All'articolo 3:
 
 al comma 1, la lettera a) e' sostituita dalla seguente:
    " a) il comma 1 e' sostituito dai seguenti:

  '1. La responsabilita' dei soggetti sottoposti  alla  giurisdizione della  Corte  dei  conti  in  materia  di  contabilita'  pubblica  e' personale e limitata ai fatti ed alle omissioni commessi con  dolo  o con colpa grave, ferma restando l'insindacabilita' nel  merito  delle scelte discrezionali. Il relativo  debito  si  trasmette  agli  eredi secondo le leggi vigenti nei casi di illecito arricchimento del dante causa e di conseguente indebito arricchimento degli eredi stessi.

  1-bis. Nel giudizio di responsabilita', fermo restando il potere di riduzione,  deve  tenersi  conto  dei  vantaggi  comunque  conseguiti dall'amministrazione o dalla comunita' amministrata in  relazione  al comportamento degli amministratori o dei dipendenti pubblici soggetti al giudizio di responsabilita'.

  1-ter.  Nel  caso  di  deliberazioni  di   organi   collegiali   la responsabilita' si imputa esclusivamente a coloro che hanno  espresso voto favorevole. Nel caso di  atti  che  rientrano  nella  competenza propria degli uffici tecnici o amministrativi la responsabilita'  non si estende ai titolari degli organi politici che  in  buona  fede  li abbiano  approvati  ovvero  ne  abbiano  autorizzato   o   consentito l'esecuzione.

  1-quater. Se il fatto dannoso e' causato da piu' persone, la  Corte dei conti, valutate le singole responsabilita', condanna ciascuno per la parte che vi ha preso.

  1-quinquies. Nel caso in cui al comma 1-quater i  soli  concorrenti che abbiano conseguito un illecito arricchimento o abbiano agito  con dolo sono  responsabili  solidalmente.  La  disposizione  di  cui  al presente comma si applica anche per i fatti  accertati  con  sentenza passata in giudicato pronunciata in giudizio pendente  alla  data  di entrata in vigore del decreto-legge 28 giugno 1995, n. 248.  In  tali casi l'individuazione  dei  soggetti  ai  quali  non  si  estende  la responsabilita'  solidale  e'  effettuata  in  sede  di  ricorso  per revocazione'";
 
al comma 1, la lettera c) e' sostituita dalla seguente:
  
" c) dopo il comma 2 sono aggiunti i seguenti:
  '2-bis. Per i  fatti  che  rientrano  nell'ambito  di  applicazione dell'articolo 1, comma 7, del decreto-legge 27 agosto 1993,  n.  324, convertito, con modificazioni, dalla legge 27 ottobre 1993,  n.  423, la prescrizione si compie entro cinque anni ai sensi del  comma  2  e comunque non prima del 31 dicembre 1996.

  2-ter. Per i fatti verificatisi  anteriormente  alla  data  del  15 novembre  1993  e  per  i  quali  stia  decorrendo  un   termine   di prescrizione  decennale,  la  prescrizione  si  compie  entro  il  31 dicembre 1998, ovvero nel piu' breve termine dato dal  compiersi  del decennio'";
 
al comma 1, dopo la lettera c) e' aggiunta la seguente:  

" c-bis) il comma 4 e' sostituito dal seguente:

  '4. La Corte dei conti giudica sulla responsabilita' amministrativa degli amministratori e dipendenti pubblici anche quando il danno  sia stato cagionato ad amministrazioni o enti pubblici diversi da  quelli di appartenenza, per i fatti commessi successivamente  alla  data  di entrata in vigore della presente legge'";    dopo il comma 2 sono aggiunti i seguenti:

   "2-bis. In caso di definitivo proscioglimento ai sensi  di  quanto previsto dal comma 1 dell'articolo 1 della legge 14 gennaio 1994,  n. 20, come modificato dal comma  1  del  presente  articolo,  le  spese legali sostenute dai soggetti sottoposti al giudizio della Corte  dei conti sono rimborsate dall'amministrazione di appartenenza.

  2-ter. L'azione  di  responsabilita'  per  danno  erariale  non  si esercita nei confronti degli amministratori  locali  per  la  mancata copertura minima del costo dei servizi".

L'articolo 5 e' sostituito dal seguente:
 
"Art. 5 (Sezione centrale di controllo. Adunanza plenaria). - 1. Il comma 10 dell'articolo 3 della legge  14  gennaio  1994,  n.  20,  e' sostituito dai seguenti:

  '10. La sezione del controllo  e'  composta  dal  presidente  della Corte dei conti che la presiede, dai presidenti di  sezione  preposti al coordinamento e da tutti i  magistrati  assegnati  a  funzioni  di controllo. La sezione e' ripartita annualmente in quattro collegi dei quali fanno parte, in ogni caso, il presidente della Corte dei  conti e i presidenti di sezione preposti al coordinamento. I collegi  hanno distinta competenza per  tipologia  di  controllo  o  per  materia  e deliberano  con  un  numero  minimo  di  undici  votanti.  L'adunanza plenaria e' presieduta dal presidente della Corte  dei  conti  ed  e' composta dai presidenti di sezione preposti  al  coordinamento  e  da trentacinque  magistrati   assegnati   a   funzioni   di   controllo, individuati annualmente dal Consiglio di  presidenza  in  ragione  di almeno tre per ciascun collegio della  sezione  e  uno  per  ciascuna delle sezioni di controllo  sulle  amministrazioni  delle  regioni  a statuto speciale e delle province autonome di Trento  e  di  Bolzano.

L'adunanza plenaria delibera con un numero minimo di ventuno votanti.

  10-bis. La sezione del controllo in  adunanza  plenaria  stabilisce annualmente i programmi di attivita' e  le  competenze  dei  collegi, nonche' i criteri per la loro composizione da  parte  del  presidente della Corte dei conti'".


LEGGE 14 GENNAIO 1994, N. 20
DISPOSIZIONI IN MATERIA DI GIURISDIZIONE E CONTROLLO DELLA CORTE DEI CONTI. (GU N.10 DEL 14-1-1994 )

IL CONTROLLO PREVENTIVO SI SVOLGE NEI MODI PREVISTI DALL'ART. 3 DELLA LEGGE 14 GENNAIO 1994, N. 20. L'ART. 3, COMMA 2

1. Azione di responsabilità.
1. La responsabilità dei soggetti sottoposti alla giurisdizione della Corte dei conti in materia di contabilità pubblica è personale e limitata ai fatti ed alle omissioni commessi con dolo o con colpa grave, ferma restando l'insindacabilità nel merito delle scelte discrezionali. Il relativo debito si trasmette agli eredi secondo le leggi vigenti nei casi di illecito arricchimento del dante causa e di conseguente indebito arricchimento degli eredi stessi 1 2

1-bis. Nel giudizio di responsabilità, fermo restando il potere di riduzione, deve tenersi conto dei vantaggi comunque conseguiti dall'amministrazione o dalla comunità amministrata in relazione al
comportamento degli amministratori o dei dipendenti pubblici soggetti al giudizio di responsabilità 3

1-ter. Nel caso di deliberazioni di organi collegiali la responsabilità si imputa esclusivamente a coloro che hanno espresso voto favorevole. Nel caso di atti che rientrano nella competenza propria degli uffici tecnici o amministrativi la responsabilità non si estende ai titolari degli organi politici che in buona fede li abbiano approvati ovvero ne abbiano autorizzato o consentito l'esecuzione 4

1-quater. Se il fatto dannoso è causato da più persone, la Corte dei conti, valutate le singole responsabilità, condanna ciascuno per la parte che vi ha preso 5

1-quinquies. Nel caso di cui al comma 1-quater i soli concorrenti che abbiano conseguito un illecito arricchimento o abbiano agito con dolo sono responsabili solidalmente. La disposizione di cui al presente comma si applica anche per i fatti accertati con sentenza passata in giudicato pronunciata in giudizio pendente alla data di entrata in vigore del decreto-legge 28 giugno 1995, n. 248. In tali casi l'individuazione dei soggetti ai quali non si estende la responsabilità solidale è effettuata in sede di ricorso per revocazione 6 7

2. Il diritto al risarcimento del danno si prescrive in ogni caso in cinque anni, decorrenti dalla data in cui si è verificato il fatto dannoso, ovvero, in caso di occultamento doloso del danno, dalla data della sua scoperta

2-bis. Per i fatti che rientrano nell'ambito di applicazione dell'art. 1, comma 7, del decreto-legge 27 agosto 1993, n. 324, convertito, con modificazioni, dalla legge 27 ottobre 1993, n. 423, la prescrizione si compie entro cinque anni ai sensi del comma 2 e comunque non prima del 31 dicembre 19969

2-ter. Per i fatti verificatisi anteriormente alla data del 15 novembre 1993 e per i quali stia decorrendo un termine di prescrizione decennale, la prescrizione si compie entro il 31 dicembre 1998, ovvero nel più breve termine dato dal compiersi del decennio10.

3. Qualora la prescrizione del diritto al risarcimento sia maturata a causa di omissione o ritardo della denuncia del fatto, rispondono del danno erariale i soggetti che hanno omesso o ritardato la denuncia. In tali casi, l'azione è proponibile entro cinque anni dalla data in cui la prescrizione è maturata.

4. La Corte dei conti giudica sulla responsabilità amministrativa degli amministratori e dipendenti pubblici anche quando il danno sia stato cagionato ad amministrazioni o enti pubblici diversi da quelli di appartenenza, per i fatti commessi successivamente alla data di entrata in vigore della presente legge11 12.

2. Giudizi di conto.
1. Decorsi cinque anni dal deposito del conto effettuato a norma dell'articolo 27 del regio decreto
13 agosto 1933, n. 1038 , senza che sia stata depositata presso la segreteria della sezione la relazione prevista dall'articolo 29 dello stesso decreto o siano state elevate contestazioni a carico del tesoriere o del contabile da parte dell'amministrazione, degli organi di controllo o del procuratore regionale, il giudizio sul conto si estingue, ferma restando l'eventuale responsabilità amministrativa e contabile a carico dell'agente contabile; il conto stesso e la relativa documentazione vengono restituiti alla competente amministrazione.

Art. 3.
         Norme in materia di controllo della Corte dei conti
  1. Il controllo preventivo di legittimita' della Corte dei conti si esercita esclusivamente sui seguenti atti non aventi forza di legge:
    a) provvedimenti emanati a seguito di deliberazione del Consiglio dei Ministri;
    b) atti del Presidente del Consiglio  dei  Ministri  e  atti  dei Ministri aventi ad oggetto la definizione delle piante organiche,  il conferimento di incarichi di funzioni  dirigenziali  e  le  direttive generali  per  l'indirizzo   e   per   lo   svolgimento   dell'azione amministrativa;
    c) atti normativi a rilevanza  esterna,  atti  di  programmazione comportanti spese ed atti generali attuativi di norme comunitarie;
    d) provvedimenti dei  comitati  interministeriali  di  riparto  o assegnazione di fondi ed altre deliberazioni emanate nelle materie di cui alle lettere b) e c);
    e) autorizzazioni alla sottoscrizione dei  contratti  collettivi, secondo quanto previsto dall'articolo 51 del  decreto  legislativo  3 febbraio 1993, n. 29;
    f) provvedimenti di disposizione del  demanio  e  del  patrimonio immobiliare;
    g) decreti che approvano contratti  delle  amministrazioni  dello Stato, escluse le aziende autonome: attivi, di qualunque importo;  di appalto d'opera, se di importo superiore al valore in  ECU  stabilito dalla normativa comunitaria per  l'applicazione  delle  procedure  di aggiudicazione dei contratti stessi; altri contratti passivi,  se  di importo superiore ad un decimo del valore suindicato;
    h) decreti di variazione del bilancio dello Stato, di  accertamento dei residui e di assenso preventivo del Ministero del  tesoro  all'impegno  di  spese  correnti  a  carico  di  esercizi    successivi;
    i) atti per il cui corso sia stato impartito l'ordine scritto del  Ministro;
    l) atti che il Presidente del Consiglio dei Ministri richieda  di sottoporre temporaneamente a controllo preventivo o che la Corte  dei conti  deliberi  di  assoggettare,  per  un  periodo  determinato,  a controllo preventivo in relazione a situazioni di diffusa e  ripetuta irregolarita' rilevate in sede di controllo successivo.
  2. I provvedimenti sottoposti  al  controllo  preventivo  divengono efficaci se la Corte non ne dichiara la non conformita' a  legge  nel termine di trenta giorni dal ricevimento. Il termine e' interrotto se la Corte richiede chiarimenti o  elementi  integrativi  di  giudizio.
Decorsi  trenta  giorni   dal   ricevimento   delle   controdeduzioni dell'amministrazione,  il  provvedimento  diventa  esecutivo  se   la sezione del controllo non ne dichiari l'illegittimita' o  non  adotti ordinanza istruttoria. In tale ultimo caso la sezione  del  controllo si  pronuncia  definitivamente  nei  trenta  giorni  successivi   dal ricevimento  degli  elementi  da  essa  richiesti.  Si  applicano  le disposizioni di cui all'articolo 1 della legge  7  ottobre  1969,  n. 742.
  3.  Le  sezioni  riunite  della  Corte  dei  conti   possono,   con deliberazione  motivata,  stabilire  che  singoli  atti  di  notevole rilievo finanziario, individuati  per  categorie  ed  amministrazioni statali, siano  sottoposti  all'esame  della  Corte  per  un  periodo determinato. La Corte puo'  chiedere  il  riesame  degli  atti  entro quindici   giorni   dalla   loro   ricezione,    ferma    rimanendone l'esecutivita'. Le amministrazioni trasmettono gli  atti  adottati  a seguito  del  riesame  alla  Corte  dei   conti,   che   ove   rilevi illegittimita', ne da' avviso al Ministro.
  4. La Corte dei conti svolge,  anche  in  corso  di  esercizio,  il controllo successivo sulla gestione del  bilancio  e  del  patrimonio delle  amministrazioni  pubbliche,  nonche'  sulle   gestioni   fuori bilancio e sui  fondi  di  provenienza  comunitaria,  verificando  la
legittimita'  e   la   regolarita'   delle   gestioni,   nonche'   il funzionamento dei controlli interni a ciascuna amministrazione;  puo' altresi'  pronunciarsi  sulla  legittimita'  di  singoli  atti  delle amministrazioni dello Stato. Accerta,  anche  in  base  all'esito  di altri  controlli,  la  rispondenza   dei   risultati   dell'attivita' amministrativa  agli  obiettivi  stabiliti  dalla  legge,   valutando comparativamente costi, modi e tempi  dello  svolgimento  dell'azione
amministrativa. La Corte  definisce  annualmente  i  programmi  ed  i criteri di riferimento del controllo.
  5. Nei confronti  delle  amministrazioni  regionali,  il  controllo della gestione concerne il perseguimento  degli  obiettivi  stabiliti dalle leggi di principio e di programma.
  6. La Corte dei conti riferisce, almeno annualmente, al  Parlamento ed ai  consigli  regionali  sull'esito  del  controllo  eseguito.  Le relazioni della Corte  sono  altresi'  inviate  alle  amministrazioni interessate, alle quali la Corte formula, in qualsiasi altro momento, le proprie osservazioni. Le amministrazioni comunicano alla Corte  ed agli organi elettivi le misure conseguenzialmente adottate.
  7. Restano ferme, relativamente agli enti locali,  le  disposizioni di cui al decreto-legge 22 dicembre 1981,  n.  786,  convertito,  con modificazioni, dalla legge 26 febbraio  1982,  n.  51,  e  successive modificazioni ed integrazioni, nonche', relativamente agli  enti  cui lo Stato contribuisce in via ordinaria, le disposizioni  della  legge 21 marzo 1958, n. 259. Le  relazioni  della  Corte  contengono  anche valutazioni sul funzionamento dei controlli interni.
  8. Nell'esercizio delle attribuzioni di cui al  presente  articolo, la Corte dei conti puo' richiedere alle amministrazioni pubbliche  ed agli organi di controllo interno qualsiasi  atto  o  notizia  e  puo' effettuare e disporre ispezioni e accertamenti diretti. Si applica il comma 4 dell'articolo 2 del decreto-legge 15 novembre 1993,  n.  453.
Puo' richiedere alle amministrazioni pubbliche  non  territoriali  il riesame di atti ritenuti non conformi  a  legge.  Le  amministrazioni trasmettono gli atti adottati a seguito del riesame  alla  Corte  dei conti, che, ove  rilevi  illegittimita',  ne  da'  avviso  all'organo generale di direzione. E' fatta salva, in quanto compatibile  con  le disposizioni della  presente  legge,  la  disciplina  in  materia  di controlli successivi previsti  dal  decreto  legislativo  3  febbraio 1993, n. 29, e successive modificazioni, e dal decreto legislativo 12 febbraio 1993, n. 39, nonche' dall'articolo 166 della legge 11 luglio 1980, n. 312.
  9. per l'esercizio delle attribuzioni di controllo,  si  applicano, in quanto compatibili con le disposizioni della  presente  legge,  le norme procedurali di cui al testo unico delle leggi sulla  Corte  dei conti, approvato con regio decreto 12 luglio 1934, n. 1214, e succes-
sive modificazioni.
  10. La sezione del controllo sulle amministrazioni dello  Stato  e' presieduta dal presidente della Corte dei conti ed e' costituita  dai presidenti  di  sezione  preposti  al  coordinamento  del   controllo preventivo e successivo e dai magistrati  assegnati  agli  uffici  di controllo.  Essa  delibera  suddividendosi  in   collegi   di   sette magistrati determinati annualmente con riferimento  a  tipologie  del controllo, settori e materie.
  11. Ferme restando le ipotesi di deferimento previste dall'articolo 24 del citato testo unico delle leggi  sulla  Corte  dei  conti  come sostituito dall'articolo 1 della legge 21  marzo  1953,  n.  161,  la sezione del controllo si pronuncia in ogni caso  in  cui  insorge  il
dissenso tra i competenti magistrati circa la legittimita'  di  atti.
Del collegio viene chiamato a far parte in qualita'  di  relatore  il magistrato che deferisce la questione alla sezione.
  12. I magistrati addetti al controllo successivo di cui al comma  4 operano secondo i previsti programmi annuali, ma  da  questi  possono temporaneamente discostarsi, per motivate  ragioni,  in  relazione  a situazioni e provvedimenti che richiedono tempestivi  accertamenti  e verifiche, dandone notizia alla sezione del controllo.
  13. Le disposizioni del comma 1 non si applicano agli  atti  ed  ai provvedimenti emanati nelle materie monetaria, creditizia,  mobiliare e valutaria.

          Note all'art. 3:
             -  Il  testo  dell'art.  51  del   D.Lgs.   n.   29/1993 (Razionalizzazione         dell'organizzazione        delle amministrazioni pubbliche e revisione della  disciplina  in        materia  di  pubblico  impiego,  a  norma dell'art. 2 della    legge 23 ottobre 1992, n. 421), come da  ultimo  sostituito   dall'art.18 del D.Lgs. 10 novembre 1993, n. 470, e' i          seguente:
            
"Art.  51  (Procedimento  di   contrattazione).   -  
1. L'Agenzia  di  cui  all'art.  50, entro cinque giorni dalla conclusione delle trattative, trasmette al Governo, ai fini dell'autorizzazione alla sottoscrizione, il testo          concordato  dei  contratti collettivi nazionali di cui agli articoli  45  e  46,  corredato   da   appositi   prospetti contenenti  l'individuazione del personale interessato, dei    costi  unitari  e  degli  oneri  riflessi  del  trattamento economico  previsto, nonche' la quantificazione complessiva della  spesa  diretta  e  indiretta,  ivi  compresa  quella  rimessa  alla  contrattazione  decentrata.  Il Governo, nei quindici giorni successivi, si pronuncia in senso  positivo  o   negativo,  tenendo  conto  fra  l'altro  degli  effetti  applicativi  dei  contratti  collettivi  anche   decentrati relativi   al   precedente  periodo  contrattuale  e  della  conformita' alle direttive  impartite  dal  Presidente  del Consiglio    dei    Ministri.    Decorso    tale    termine   l'autorizzazione si intende rilasciata. Per quanto  attiene   ai contratti collettivi riguardanti il personale dipendente  dalle  regioni  e dagli enti regionali, il Governo provvede previa intesa con le  amministrazioni  regionali,  espressa  dalla Conferenza dei presidenti delle regioni e delle province autonome di Trento e di Bolzano.
            
2.  L'autorizzazione  di cui al comma 1 e' sottoposta alcontrollo della Corte dei conti, la quale  ne  verifica  la legittimita'  e  la compatibilita' economica entro quindici giorni  dalla  data  di  ricezione,  decorsi  i  quali   il controllo si intende effettuato senza rilievi.
            
3.  Per   i   contratti   collettivi   decentrati,   la sottoscrizione da parte delle amministrazioni pubbliche  e' autorizzata,    nei   quindici   giorni   successivi   alla conclusione delle trattative, nei limiti  di  cui  all'art. 45,  comma  4, con atto dell'organo di vertice previsto dai rispettivi     ordinamenti.      L'autorizzazione      alla sottoscrizione  e' sottoposta al controllo preventivo degli organi competenti secondo le norme vigenti, che deve essere  effettuato entro quindici giorni dalla data  di  ricezione,  decorsi  i  quali  il controllo si intende effettuato senza rilievi.  Le  amministrazioni  pubbliche  sono   tenute   a    trasmettere all'Agenzia di cui all'art. 50, alla Presidenza  del  Consiglio  dei  Ministri - Dipartimento della funzione pubblica ed al Ministero del tesoro,  copia  dei  contratti collettivi   decentrati.  Non  puo'  essere  in  ogni  caso  autorizzata  la  sottoscrizione  di  contratti   collettivi  decentrati  che  comportano,  anche  a  carico  di esercizi successivi, impegni di spesa  eccedenti  le  disponibilita'  finanziarie definite dal contratto collettivo nazionale.
           
4.   Non   puo'  essere  in  ogni  caso  autorizzata  la  sottoscrizione dei  contratti  collettivi  che  comportano,   direttamente  o  indirettamente, anche a carico di esercizi  successivi, impegni di spesa eccedenti  rispetto  a  quanto stabilito   nel   documento  di  programmazione  economico-finanziaria   approvato   dal   Parlamento,   nella   legge finanziaria  e  nel  provvedimento  collegato,  nonche' nel bilancio. In nessun  caso  possono  essere  previsti  oneri  aggiuntivi   diretti  o  indiretti,  oltre  il  periodo  di validita' dei contratti, in particolare con  effetto  della decorrenza dei benefici a regime".
            
-   Il   testo  dell'art.  1  della  legge  n.  742/1969 (Sospensione dei termini processuali nel  periodo  feriale)  e' il seguente:
            
"Art.  1.  - Il decorso dei termini processuali relativi alle giurisdizioni ordinarie ed a quelle amministrative  e'  sospeso  di diritto dal 1 agosto al 15 settembre di ciascun  anno, e riprende a decorrere  dalla  fine  del  periodo  di sospensione. Ove il decorso abbia inizio durante il periodo  di  sospensione,  l'inizio stesso e' differito alla fine di detto periodo.
            
La  stessa  disposizione  si  applica  per  il   termine stabilito dall'art. 201 del codice di procedura penale".

La  Corte  costituzionale, con sentenza 7 febbraio 1985,  n. 40 ( Gazzetta Ufficiale 29 febbraio 1985, n.  44-  bis), ha  dichiarato l'illegittimita' costituzionale del presente  art. 1, nella parte di cui non dispone che  la  sospensione  ivi prevista si applica anche al termine di cui all'art. 5, primo e secondo comma, della legge 25 giugno 1865, n. 2359.
         
La  stessa  Corte,  con  sentenza  22  maggio  1987, n. 255 (Gazzetta Ufficiale 15  luglio  1987,  n.  29  -  1a  serie speciale),  ha  dichiarato  l'illegittimita' costituzionale  dell'art. 1 della legge 7 ottobre 1969, n. 742, nella parte  in cui non dispone  che  la  sospensione  ivi  prevista  si  applichi  anche al termine di cui all'art. 19, comma primo,  della  legge  22  ottobre  1971,  n.  865   ("Programmi   coordinamento  dell'edilizia  residenziale  pubblica; norme   sull'espropriazione per  pubblica  utilita';  modifiche  ed  integrazioni  alle leggi 17 agosto 1942, n. 1150; 18 aprile 1962, n.  167; 29 settembre 1964, n. 847; ed autorizzazione  di  spesa   per   interventi   straordinari   nel   settore   dell'edilizia residenziale, agevolata e convenzionata") nel  testo  sostituito dall'art. 14 della legge 28 gennaio 1977,  n. 10 ("Norme per la edificabilita' dei suoli").
Con  altra sentenza  22  maggio  1987,  n.  278 (Gazzetta Ufficiale 29 luglio 1987, n. 31 - 1a serie speciale), la medesima  Corte  ha  inoltre  dichiarato l'illegittimita' costituzionale, in  riferimento all'art. 3, primo  comma,  Cost.,  dell'art.  1 della  legge 7 ottobre 1969, n. 742, nella parte in cui non prevede la sospensione dei termini processuali, nel periodo  feriale, relativamente ai processi  militari  in  tempo  di pace. Con altra sentenza ancora 31 gennaio-2 febbraio 1990, n.  49 (Gazzetta Ufficiale 7 febbraio 1990, n. 6 - 1a serie  speciale), la stessa Corte ha  dichiarato  l'illegittimita' dell'art.   1  nella  parte  in  cui  non  dispone  che  la sospensione ivi prevista si applichi al termine  di  trenta giorni,   di   cui   all'art.   1137   codice  civile,  per  l'impugnazione delle delibere dell'assemblea di condominio.
          La Corte, con sentenza 21-29 luglio 1992, n. 380  (Gazzetta   Ufficiale  5  agosto  1992,  n. 33 - 1a serie speciale), ha  dichiarato  l'illegittimita'  costituzionale  dell'art.  1,   nella  parte  in  cui  non  dispone  che  l'istituto  della   sospensione  dei  termini  si  applichi  anche   a   quello    stabilito  per  ricorrere, avverso le delibere dei consigli provinciali, al Consiglio nazionale degli architetti.

             - Il D.L. n. 786/1981 reca: "Disposizioni in materia  di  finanza locale".

             - La legge n. 259/1958 reca: "Partecipazioni della Corte dei  conti  al  controllo  sulla gestione finanziaria degli  enti a cui lo Stato contribuisce in via ordinaria".
             - Il testo del comma 4 dell'art. 2 del D.L. n.  453/1993 (Disposizioni in materia di giurisdizione e controllo della Corte  dei conti) e' il seguente:

"4. Fermo restando quanto    stabilito dall'art.   16, comma  3,  del  decreto-legge  13   maggio  1991,  n. 152, convertito, con modificazioni, dalla   legge 12 luglio 1991, n. 203,  e  dall'art.  74  del  testo  unico  delle  leggi  sulla  Corte  dei conti, approvato con  regio decreto 12 luglio 1934, n. 1214, la Corte dei  conti, per  l'esercizio  delle  sue  attribuzioni,  puo'  altresi'  delegare  adempimenti   istruttori   a   funzionari   delle   pubbliche   amministrazioni   e   avvalersi  di  consulenti tecnici, nel rispetto delle disposizioni di cui all'art. 73  del decreto legislativo 28 luglio 1989, n. 271".
            
-  Il  D.Lgs.  n.  39/1983  reca:  "Norme  in materia di  sistemi  informativi  automatizzati  delle  amministrazioni   pubbliche, a norma dell'art. 2, comma 1, lettera mm), della legge 23 ottobre 1992, n.  421".
          
 -  Il testo dell'art. 166 della legge n. 312/1980 (Nuovo assetto  retributivo-funzionale  del  personale  civile   e militare dello Stato) e' il seguente:
            
"Art.  166  (Modifiche di procedure). - I decreti di cui al titolo II, parte II, del decreto  del  Presidente  della  Repubblica   29   dicembre  1973,  n.  1092,  e  successive    modificazioni   ed   integrazioni,   acquistano   immediata  efficacia  ai  fini  della corresponsione delle prestazioni   dovute;
i decreti concessivi sono trasmessi alla Corte  dei   conti per il riscontro in via successiva.
            
I  controlli  di  legge  sui  decreti emessi ai fini del   trattamento di quiescenza a  carico  delle  Casse  pensioni   facenti  parte  degli  Istituti  di  previdenza  presso  il  Ministero del tesoro sono effettuati in via successiva".
          
  - Il testo dell'art. 24 del  R.D.  n.  1214/1934,  cosi' come  sostituito  dall'art. 1 della legge 21 marzo 1953, n. 161, e' il seguente:
            
"Art.  24.  -  Qualora  il   consigliere   delegato   al controllo,  dopo  che  sia  stata sentita l'amministrazione   interessata, ritenga che un atto o decreto non debba essere   ammesso al visto o  alla  registrazione,  lo  trasmette  al  presidente  della  Corte,  informandone nel tempo stesso il competente presidente di sezione addetto al  coordinamento. Il  presidente della Corte, udito il consigliere, promuove, nel  piu'  breve  termine,  una  pronunzia  motivata  della sezione di controllo costituita dal presidente della Corte, che  la  presiede,  dai  presidenti di  sezione addetti al   coordinamento del controllo e dai  consiglieri  di  cui  al  primo comma dell'art. 22.
            
Al  di fuori dell'ipotesi prevista dal comma precedente, il  presidente  della  Corte  puo',  su  segnalazione   del  consigliere  delegato  al  controllo  o  del  presidente di  sezione addetto  al  coordinamento  o  dell'amministrazione  interessata  o di ufficio, deferire alla sezione come sopra  costituita la pronunzia sul visto e la registrazione  degli atti  o  decreti  ove si renda necessaria la risoluzione di  questioni di massima di particolare importanza.
            
Nei casi di cui ai  precedenti  comma,  del  deferimento alla  sezione  di  controllo  e' data comunicazione scritta   all'amministrazione interessata e a quella del  Tesoro  per quanto  la  riguardi. Queste possono presentare deduzioni e  farsi rappresentare avanti la sezione stessa da  funzionari di grado non inferiore a quello di direttore capo divisione o equiparato.
            
Le  stesse  norme si applicano per gli atti o decreti di competenza delle delegazioni della Corte dei conti  per  la regione  sarda e per la regione Trentino-Alto Adige e degli  uffici distaccati della Corte stessa presso  il  Magistrato  delle  acque  in  Venezia e i provveditorati regionali alle   opere pubbliche.

             Per  gli  atti  o decreti di competenza della sezione di controllo per la Regione siciliana spetta al presidente  di   essa   il  deferimento  alla  sezione  regionale  nei  casi  previsti  dal  primo  comma  del  presente  articolo  e  al  presidente  della  Corte  dei  conti  il  deferimento  alla sezione centrale di controllo nei casi in  cui  al  secondo  comma".

4. Autonomia finanziaria.
1. La Corte dei conti delibera con regolamento le norme concernenti l'organizzazione, il funzionamento, la struttura dei bilanci e la gestione delle spese 21.
2. A decorrere dall'anno 1995, la Corte dei conti provvede all'autonoma gestione delle spese nei limiti di un fondo iscritto in un unico capitolo dello stato di previsione della spesa della Presidenza del Consiglio dei Ministri. Il bilancio preventivo e il rendiconto della gestione finanziaria sono trasmessi ai Presidenti della Camera dei deputati e del Senato della Repubblica e sono pubblicati nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana.

5. Segreterie delle sezioni riunite e della procura generale.
1. Alla segreteria delle sezioni riunite e della procura generale è preposto rispettivamente un
dirigente generale di livello C.

6. Applicazione alle regioni a statuto speciale ed alle province autonome.
1. Le disposizioni della presente legge costituiscono princìpi fondamentali ai sensi dell'articolo 117 della Costituzione. I princìpi da esse desumibili costituiscono altresì, per le regioni a statuto speciale e per le province autonome di Trento e di Bolzano, norme fondamentali di riforma economico-sociale della Repubblica 22.
7. Consiglio di presidenza.
1. I componenti del consiglio di presidenza della Corte dei conti nominati dai Presidenti delle Camere decadono dal loro mandato alla scadenza prevista dalla legge e non possono essere né prorogati, né confermati.

8. Sanatoria ed entrata in vigore.
1. Restano validi gli atti ed i provvedimenti adottati, nonché le attività poste in essere e le pronunce giurisdizionali rese, e sono fatti salvi gli effetti prodottisi ed i rapporti giuridici sorti sulla base dei decreti-legge 8 marzo 1993, n. 54, 15 maggio 1993, n. 143, 17 luglio 1993, n. 232, 14 settembre
1993, n. 359, e 15 novembre 1993, n. 45323.
2. La presente legge entra in vigore il giorno successivo a quello della sua pubblicazione nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana.



A CURA DEL COMITATO CITTADINO ISOLA PULITA DI ISOLA DELLE FEMMINE


Ordinanze Delibere Determine Gare Spiagge TARSU Infrazioni Stradali Tributi Gestione Spiagge Bilancio Anticipazione di cassa Cimitero ATO PA1, Bilanci, croce, Evasori, Gi Group S.p.A., LEONCINO, PALmuto, PENNUTO ROSSO, Pirrone, Poste, Pulizia Spiagge, rifiuti, Spiagge, tasse, Temporary, TRIBUTI, TRICOLI,

Ordinanze Delibere Determine Gare Spiagge TARSU Infrazioni Stradali Tributi Gestione Spiagge Bilancio Anticipazione di cassa Cimitero