L'informazione è il diffondere, il far conoscere quello che qualcuno non vuole che si sappia, il resto è solo propaganda. L'informazione è un diritto. L'informazione come possibilità di scelta.
Con il termine mafia si intende un sistema di potere esercitato attraverso l’uso della violenza e dell’intimidazione per il controllo del territorio, di commerci illegali e di attività economiche e imprenditoriali; è un potere che si presenta come alternativo a quello legittimo fondato sulle leggi e rappresentato dallo Stato.


Un sistema di contro-potere dunque (a volte chiamato anti-Stato proprio per questa sua caratteristica), con una gestione gerarchica e verticistica, basata su regole interne a loro volta fondate sull’uso della violenza e dell’intimidazione.


È questa la vostra politica? Se avete un minimo di cervello usate gli attributi per un confronto Sui programmi. Ma vedo che alla fine usate i soliti mezzucci utilizzando i soliti servi sciocchi meschini e accattoni per cercare di fermare le persone.
Bene sappiate che io vado avanti lo stesso a testa alta e con schiena dritta e che voi siete sot
tocontrollo.



"Bisogna sempre avere il coraggio delle proprie idee e non temere le conseguenze perché l’uomo è libero solo quando può esprimere il proprio pensiero senza piegarsi ai condizionamenti " (Charlie Chaplin).























martedì 31 gennaio 2012

MUNNEZZA IL FINE MESE FRA LA MUNNEZZA DI ISOLA DELLE FEMMINE 31 GENNAIO 2012

MUNNEZZA IL FINE MESE FRA LA MUNNEZZA DI ISOLA DELLE FEMMINE 31 GENNAIO 2012

LA COLPA DEI SINDACI NEL FALLIMENTO DEGLI ATO


Altro elemento di distorsione nel funzionamento delle società d'ambito concerne la frequente e pressoché sistematica elusione delle regole di evidenza pubblica nella scelta delle imprese cui affidare i lavori, imprese spesso prive dei necessari requisiti di professionalità, caratterizzate da assunzioni clientelari, che in molti casi, come accertato dalla Commissione, hanno riguardato individui con pregiudizi penali, o legati da rapporti di parentela con soggetti pregiudicati.Le criticità di ordine economico finanziario degli ATO hanno quindi avuto ricadute gravissime nella gestione del ciclo dei rifiuti nella regione siciliana, contribuendo a determinare situazioni di altrettanto grave pregiudizio per la salubrità dell'ambiente e, quindi, la salute dei cittadini.



VIA LIBERTA' ISOLA DELLE FEMINE
FRONTE SOCIETA' SPORTIVA
"RINALDO IN CAMPO"


1. I comuni concorrono, nell'ambito delle attività svolte a livello degli ambiti territoriali ottimali di cui all'articolo 200 e con le modalità ivi previste, alla gestione dei rifiuti urbani ed assimilati. Sino all'inizio delle attività del soggetto aggiudicatario della gara ad evidenza pubblica indetta dall'Autorità d'ambito ai sensi dell'articolo 202, i comuni continuano la gestione dei rifiuti urbani e dei rifiuti assimilati avviati allo smaltimento in regime di privativa nelle forme di cui all'articolo 113, comma 5, del decreto legislativo 18 agosto 2000, n. 267.

2. I comuni concorrono a disciplinare la gestione dei rifiuti urbani con appositi regolamenti che, nel rispetto dei principi di trasparenza, efficienza, efficacia ed economicità e in coerenza con i piani d'ambito adottati ai sensi dell' articolo 201, comma 3, stabiliscono in particolare:

a) le misure per assicurare la tutela igienico-sanitaria in tutte le fasi della gestione dei rifiuti urbani;

b) le modalità del servizio di raccolta e trasporto dei rifiuti urbani;

c) le modalità del conferimento, della raccolta differenziata e del trasporto dei rifiuti urbani ed assimilati al fine di garantire una distinta gestione delle diverse frazioni di rifiuti e promuovere il recupero degli stessi;

d) le norme atte a garantire una distinta ed adeguata gestione dei rifiuti urbani pericolosi e dei rifiuti da esumazione ed estumulazione di cui all' articolo 184, comma 2, lettera f);

e) le misure necessarie ad ottimizzare le forme di conferimento, raccolta e trasporto dei rifiuti primari di imballaggio in sinergia con altre frazioni merceologiche, fissando standard minimi da rispettare;

f) le modalità di esecuzione della pesata dei rifiuti urbani prima di inviarli al recupero e allo smaltimento;

g) l'assimilazione, per qualità e quantità, dei rifiuti speciali non pericolosi ai rifiuti urbani, secondo i criteri di cui all' articolo 195, comma 2, lettera e), ferme restando le definizioni di cui all' articolo 184, comma 2, lettere c) e d).

Inoltre, l’art. 191 (ordinanze contingibili e urgenti e poteri sostitutivi) del D.L.vo 152/06 (Norme in materia ambientale), conferisce ai Sindaci il potere di emettere, nell'ambito delle proprie competenze, ordinanze contingibili ed urgenti per consentire il ricorso temporaneo a speciali forme di gestione dei rifiuti, anche in deroga alle disposizioni vigenti, garantendo un elevato livello di tutela della salute e dell'ambiente, giusta disposizione art. 13 D.L.vo 22/97, al fine di localizzare, ovvero realizzare un’area, nell’ambito del territorio comunale, da adibire a sito di trasferenza temporaneo dove allocare, provvisoriamente, i rifiuti in giacenza.




VIA GARIBALDI ISOLA DELLE FEMMINE
DOPO LA COLLABORAZIONE CON LA ITALCEMENTI
SI E' ORMAI CONSOLIDATA LA COLLABORAZIONE TRA
L'AMMINISTRAZIONE E LA S.I.S. (raddoppio ferroviario)
QUESTA MATTINA ABBIAMO VISTO ALL'OPERA I
MEZZI E OPERAI DELLA S.I.S. CHE COLLABORAVANO
CON L'AMMINISTRAZIONE PER RIMUOVERE I RIFIUTI
CHE ORMAI STAVANO ENTRANDO NELLE
CASE





ARRIVA LA NOTIZIA LA RACCOLTA RIFIUTI
INIZIATA QUESTA MATTINA E' TERMINATA
L'UNICO AUTOCARRO
DELLA ECO BURGUS Societa' Consortile A.R.L.
DESTINATO AL NOSTRO COMUNE E' PIENO 
FORSE DOMATTINA SI RIPRENDE E SEMPRE CON
UN SOLO AUTOCARRO


ECCO COME PENSANO DI RIMUOVERE
400 TONNELLATE DI MUNNEZZA
MESSA IN FILA OLTRE UN KILOMETRO
DI LUNGHEZZA CON UNA PROFONDITA'
DI 1 METRO E MEZZO ED UN'ALTEZZA DI 2 METRI!!!


VIA GARIBALDI ISOLA DELLE FEMMINE
DI FRONTE ALLA SCUOLA MATERNA
MUNNEZZA CHE ARRIVA NELLE CIVILI
ABITAZIONI





COME DICEVAMO LA RACCOLTA E' FINITA
ERA SOLO UN GASOLONE DA RIEMPIRE!!!!


Di fronte a questo INDECOROSO MALSANO INEDUCATIVO ed ILLEGALE spettacolo una prima reazione non può che essere di RABBIA RABBIA RABBIA oltre che

PAURA PAURA PAURA per la salute di noi CITTADINI.

I cittadini di Isola delle Femmine che continuano a pagare per un NON servizio, sono costretti a rischiare per la propria salute e quella dei propri figli.

Isola delle Femmine è come da abitudine ancora una volta invasa di MUNNEZZA dal centro alla periferia non vi è angolo di strada libera da sacchetti di munnezza di ogni genere.

Non vi sono zone e luoghi  "sensibili" (ospedaletto, scuole, civili abitazioni, supermercati, palestre, edicole, macellerie, bar, posti di ristoro, spiaggia, alberghi, anagrafe, casa comunale……..) LIBERE da cumuli e cumuli di MUNNEZZA.

Per le strade ormai è impossibile camminare la puzza rende l’aria irrespirabile.

Nelle montagne di munnezza si trova di tutto cibo avariato, plastica. vetro, polistirolo, mobili, materassi, mercanzia di ogni genere, vernici, detriti edili, amianto……., ciò che rende oltretutto PERICOLOSISSIMO è la loro putrefazione e la formazione di percolato con il rischio di inquinamento delle falde acquifere.

E’ una VERGOGNA ed è PERICOLOSISSIMO per la salute umana, una INDECENZA ed un insulto per i Cittadini.

C’è da chiedersi se vi è un responsabile di questo disastro ambientale.

C’è da chiedersi se vi sono state delle omissioni che hanno determinato questo disastro ambientale.

C’è da chiedersi se hanno un NOME e COGNOME questi Signori che nulla hanno fatto per evitare questo disastro ambientale.

C’è da chiedersi se mai qualcuno pagherà per i danni causati da questo disastro ambientale.

 

Il codice penale e civile CONDANNA chi si è reso responsabile del reato di disastro ambientale.

 

A quando la notizia? A quando la contestazione di un avviso di reato, per DISASTRO AMBIENTALE?

n.b. dal LORO Sindaco i cittadini di Isola delle Femmine si sarebbero aspettati quantomeno una pubblica comunicazione, scusandosi (ancora una volta) per il disservizio e chiedendo ai cittadini una forma di collaborazione  (non dico tanto, almeno uno straccio di  manifesto cittadino).

Certo ciò avrebbe rappresentato da parte del Sindaco una DOVEROSA  forma di rispetto e di considerazione per i Suoi Concittadini!!!!!!!!


 




VIA GARIBALDI ISOLA DELLE FEMMINE
VICINO ALL'OSPEDALETTO
VICINO AL CIMITERO
VICISNO AL SUPERMERCATO
VICINO ALLA SCUOLA MATERNA
VICINO AL CAMPO SPORTIVO
VICINO ALLA ITALCEMENTI (L'AGGRAVANTE)
ADDOSSATO ALLE CASE DOVE VIVONO PERSONE


MUNNEZZA DI TUTTI I GENERI


DA MARCIAPIEDE A MARCIAPIEDE

puzza puzza puzza puzza puzza puzza
(NON RIESCO A FOTOGRAFARLA)
POTETE IMMAGINARLA QUARDANDO I RIFIUTI
FACILI ALLA DECOMPOSIZIONE ED ALLA
PUTREFAZIONE 
IMMAGINATE I GAS CHE VENGONO SPRIGIONATI
A SEGUITO DI QUESTO PROCESSO


VIA KENNEDY ISOLA DELLE FEMMINE
A POCHI PASSI DALL'ABITAZIONE
DEL PRESIDENTE DELLA COMMISSIONE AMBIENTE
DEL C.C. DI ISOLA





VIALE DEI SARACENI ISOLA DELLE FEMMINE
HOTEL SIRENETTA
DI FRONTE AL MARE


VIALE DEI SARACENI ISOLA DELLE FEMMINE
E LE SUE SPIAGGE


VIALE MARINO ISOLA DELLE FEMMINE
PARCO URBANO
PARADISO SUL MARE




VIA FALCONE ISOLA DELLE FEMMINE
VICINO ALLA SCUOLA MEDIA
VICINO AL PARUCCHIERE
VICINO ALL'ANAGRAFE
MUNNEZZA ADDOSSATA ALLE CIVILI ABITAZIONI


Nessun commento: