L'informazione è il diffondere, il far conoscere quello che qualcuno non vuole che si sappia, il resto è solo propaganda. L'informazione è un diritto. L'informazione come possibilità di scelta.
Con il termine mafia si intende un sistema di potere esercitato attraverso l’uso della violenza e dell’intimidazione per il controllo del territorio, di commerci illegali e di attività economiche e imprenditoriali; è un potere che si presenta come alternativo a quello legittimo fondato sulle leggi e rappresentato dallo Stato.


Un sistema di contro-potere dunque (a volte chiamato anti-Stato proprio per questa sua caratteristica), con una gestione gerarchica e verticistica, basata su regole interne a loro volta fondate sull’uso della violenza e dell’intimidazione.


È questa la vostra politica? Se avete un minimo di cervello usate gli attributi per un confronto Sui programmi. Ma vedo che alla fine usate i soliti mezzucci utilizzando i soliti servi sciocchi meschini e accattoni per cercare di fermare le persone.
Bene sappiate che io vado avanti lo stesso a testa alta e con schiena dritta e che voi siete sot
tocontrollo.



"Bisogna sempre avere il coraggio delle proprie idee e non temere le conseguenze perché l’uomo è libero solo quando può esprimere il proprio pensiero senza piegarsi ai condizionamenti " (Charlie Chaplin).























martedì 24 aprile 2012

GIOACCHINO GENCHI DIRIGENTE DELL'ASSESSORATO TERRITORIO AMBIENTE PAGATO PER NON LAVORARE





Ciao Giuliano Come va? Bene? Fatti sentire
LA VICENDA DI UN DIRIGENTE PAGATO PER NON LAVORARE  

Sono trascorsi 4 anni quando 3 dirigenti dell’assessorato Territorio Ambiente della Regione Sicilia senza alcuna motivazione vengono rimossi dal loro incarico. Oltre al chimico dr. Genchi Gioacchino, Alessandro  PELLERITO anche lui chimico   per uno strano scherzo del destino era  stato ASSUNTO  dalla Regione in quanto vittima della Mafia (una macchina della scorta di Borsellino era finita su un gruppo di studenti fermi alla fermata dell’autobus) COSTRETTO AL LICENZIAMENTO dai colletti bianchi della mafia. Avvilito e “schifiato” della situazione ha pensato bene di allontanarsi dalla Sicilia e si è trasferito con la famiglia in Canadà. L’altra dirigente colpita Assunta  Candido dopo anni di umiliazione di mobbing ha messo a dura prova il suo stato psico-fisico ed è stata colpita da un ictus con la conseguente paralisi della parte destra del corpo, tutte le mattine viene  ”parcheggiata” in ufficio per essere “prelevata”  alle 14.
Chi pagherà per tutto questo?


In  allegato, è stato  consegnato nella giornata di lunedì ai giornalisti   libro bianco sulla vicenda. 

COMUNICATO STAMPA

REGIONE. LUNEDI’ 13 MARZO 2012 ALLE ORE 10 SI E’ SVOLTO  SIT IN DI PROTESTA DELLA FP CGIL SUL MANCATO REINTEGRO DI GIOACCHINO GENCHI. MICHELE PALAZZOTTO: “IL GIUDICE DEL LAVORO GLI HA DATO RAGIONE MA IL DIRETTORE GENERALE DEL DIPARTIMENTO AMBIENTE PRENDE TEMPO. AVVIEREMO AZIONE LEGALE CONTRO LOMBARDO E ARNONE”.

PALERMO,. La sentenza del giudice del lavoro che dà ragione al dirigente Gioacchino Genchi, è stata notificata al dirigente generale del Dipartimento Ambiente, Giovanni Arnone, all’inizio di gennaio ma la procedura di reintegro nelle sue funzioni non è ancora stata avviata. Per questo la Fp Cgil Sicilia ha organizzato per lunedì mattina alle 10,00, un sit in davanti all’Assessorato al Territorio e Ambiente in via Ugo La Malfa 169. Alla manifestazione di protesta hanno preso parte anche la segreteria regionale della Cgil; Leoluca Orlando, portavoce nazionale di Idv; Erasmo Palazzotto, segretario regionale di Sel; Antonio Marotta, segretario regionale della Federazione della Sinistra; e Fabio Giambrone, segretario regionale di Idv.
“Il fatto grave – dice il segretario generale di Fp Cgil Sicilia, Michele Palazzotto – è che nonostante il giudice del lavoro abbia dato ragione a Genchi, l’attuale direttore generale non ha ancora avviato le procedure di reintegro. Il governo Lombardo si vanta di avere impedito la realizzazione  dei termovalorizzatori ma questo non sarebbe mai avvenuto se nel 2006 Genchi non avesse bloccato le procedure sul piano tecnico amministrativo. Non è vero che Lombardo è discontinuo rispetto al precedente governo perchè perpetua gli stessi metodi e strumenti di emarginazione dei dirigenti regionali scomodi”. Palazzotto, che ha già avviato azione legale contro l'assessore al Personale, Caterina Chinnici, annuncia un'azione legale anche contro il Presidente Lombardo e il dirigente generale del Dipartimento Ambiente.
La storia di Gioacchino Genchi ha inizio oltre 5 anni fa quando il dirigente chimico, allora responsabile del servizio sull’inquinamento atmosferico, fu rimosso dall’incarico a seguito dell’attività svolta. Molte le questioni delicate su cui il dirigente diede parere negativo: dalle emissioni della distilleria Bertolino alle fabbriche catanesi di laterizi (che usavano i fanghi del petrolchimico di Siracusa) al grande affare dei termovalorizzatori. Da allora Genchi, estromesso da ogni incarico, ha iniziato una lunga vertenza rivolgendosi anche al Giudice del lavoro che ha riconosciuto al dirigente il raggiungimento di tutti gli obiettivi assegnategli, sconfessando le decisioni pretestuose dell’allora dirigente generale Pietro Tolomeo e di ben due giunte regionali.
Ti ringrazio ove Ti fosse possibile potresTi ricavarne un articolo sul confido in Te per delle possibili iniziative
Scusami dell’insistenza ma la sensazione che abbiamo è quella di una generalizzata 

INDIFFERENZA!


GENCHI GIOACCHINO DIRIGENTE REGIONE SICILIA PAGATO PER NON LAVORARE 


Genchi Dirigente Regione Sicilia PAGATO PER NON LAVORARE Lia_on_line_del+13 marzo

Nessun commento: