L'informazione è il diffondere, il far conoscere quello che qualcuno non vuole che si sappia, il resto è solo propaganda. L'informazione è un diritto. L'informazione come possibilità di scelta.
Con il termine mafia si intende un sistema di potere esercitato attraverso l’uso della violenza e dell’intimidazione per il controllo del territorio, di commerci illegali e di attività economiche e imprenditoriali; è un potere che si presenta come alternativo a quello legittimo fondato sulle leggi e rappresentato dallo Stato.


Un sistema di contro-potere dunque (a volte chiamato anti-Stato proprio per questa sua caratteristica), con una gestione gerarchica e verticistica, basata su regole interne a loro volta fondate sull’uso della violenza e dell’intimidazione.


È questa la vostra politica? Se avete un minimo di cervello usate gli attributi per un confronto Sui programmi. Ma vedo che alla fine usate i soliti mezzucci utilizzando i soliti servi sciocchi meschini e accattoni per cercare di fermare le persone.
Bene sappiate che io vado avanti lo stesso a testa alta e con schiena dritta e che voi siete sot
tocontrollo.



"Bisogna sempre avere il coraggio delle proprie idee e non temere le conseguenze perché l’uomo è libero solo quando può esprimere il proprio pensiero senza piegarsi ai condizionamenti " (Charlie Chaplin).























domenica 29 luglio 2012

SCIOGLIMENTO CONSIGLIO COMUNALE DI MILETO TAR ROMA SEZIONE 1 RICORSO 4972 2012

REPUBBLICA ITALIANA
Il Tribunale Amministrativo Regionale per il Lazio
(Sezione Prima)
ha pronunciato la presente
ORDINANZA

sul ricorso numero di registro generale 4972 del 2012, proposto da:

Vincenzo Varone, Armando Mangone, Salvatore Cichello, Vincenzo Nicolasi, Salvatore Vallone, Antonio Fogliaro, Antonio Furci, Domenico Colloca, Fortunato Greco, rappresentati e difesi dall'Avv. Antonio Torchia, con domicilio eletto presso lo Studio dell’Avv. Saverio Menniti sito in Roma, Viale Parioli, 74/C/4;

contro
- PRESIDENZA DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI, PRESIDENZA DELLA REPUBBLICA, MINISTERO DELL'INTERNO, U.T.G. - PREFETTURA DI VIBO VALENTIA, COMMISSIONE STRAORDINARIA DEL COMUNE DI MILETO, rappresentati e difesi per legge dall'Avvocatura Generale dello Stato, domiciliata in Roma, via dei Portoghesi, 12;
- COMUNE DI MILETO in persona della COMMISSIONE STRAORDINARIA, rappresentato e difeso dall’Avv. Gaetano Callipo ed elettivamente domiciliata presso lo Studio dell’Avv. Alessandro Fusco sito in Roma, Via Fulceri Paulucci de Calboli n. 1;
nei confronti di
Massimo Mariani, Caterina Minutoli; 
per l'annullamento
a) del decreto del Presidente della Repubblica del 10 aprile 2012, relativo allo “scioglimento del Consiglio Comunale di Mileto ed alla nomina della Commissione Straordinaria per la gestione dell'ente", con cui è stato disposto, per la durata di diciotto mesi, lo scioglimento del Consiglio comunale di Mileto, ai sensi dell'art. 143 d.lgs. 18 agosto 2000, n. 267 e s.m.i. ("Testo Unico delle leggi sull'ordinamento degli enti locali" ), con contestuale nomina di una Commissione Straordinaria per la gestione del Comune di Mileto;
b) della deliberazione del Consiglio dei Ministri, adottata nella riunione del 6 aprile 2012, avente ad oggetto lo scioglimento del Consiglio Comunale di Mileto, unitamente alla nota del Ministro dell'Interno del 5 aprile 2012, recante la trasmissione di detta deliberazione al Presidente della Repubblica;
c) della relazione del Ministro dell'Interno del 5 aprile 2012, contenente la proposta di scioglimento del Consiglio Comunale di Mileto;
d) della relazione del Prefetto della Provincia di Vibo Valentia, avente ad oggetto l'esito degli accertamenti ispettivi disposti ex art. 143 TUEL in relazione al Comune di Mileto del 25 gennaio 2012;
e) del decreto prefettizio del 25.08.2011 e successiva proroga;
f) della relazione conclusiva svolta dalla Commissione d'indagine ex art. 143, co. 2, TUEL nominata con decreto prefettizio del 25 agosto 2011, nonché di ogni altro atto o provvedimento presupposto, coevo, connesso o consequenziale, anche non conosciuto, ivi compresi:
1) i verbali e le ulteriori eventuali relazioni della Commissione di accesso;
2) la relazione del Consiglio dei Ministri e del Prefetto di Vibo Valentia;
3) del decreto del Prefetto di Vibo Valentia dell' 1 1 aprile 2012.
con il risarcimento dei danni patiti e patiendi oltre interessi e rivalutazione sino al soddisfo.

Visti il ricorso e i relativi allegati;
Visto l’art. 65 cod. proc. amm.;
Visti gli atti di costituzione in giudizio della Presidenza del Consiglio dei Ministri, della Presidenza della Repubblica, del Ministero dell'Interno, dell’U.T.G. - Prefettura di Vibo Valentia, della Commissione Straordinaria del Comune di Mileto;
Relatore nella camera di consiglio del giorno 4 luglio 2012 il Consigliere Elena Stanizzi e uditi per le parti i difensori come specificato nel verbale;

Ritenuto necessario, al fine del decidere sulla proposta istanza cautelare, acquisire i seguenti atti:
- relazione del Prefetto della Provincia di Vibo Valentia, avente ad oggetto l'esito degli accertamenti ispettivi disposti ex art. 143 TUEL in relazione al Comune di Mileto del 25 gennaio 2012, priva di omissis;
- relazione della Commissione di accesso;
- ogni altro atto presupposto al decreto di scioglimento del Consiglio Comunale di Mileto.
Al predetto adempimento l'Amministrazione dovrà provvedere entro 30 (trenta) giorni dalla notificazione o comunicazione in via amministrativa della presente ordinanza;
Ritenuto di dover fissare la camera di consiglio per il prosieguo dell’esame della proposta istanza cautelare alla data del 26 settembre 2012.
P.Q.M.
Il Tribunale Amministrativo Regionale per il Lazio
- Roma - Sezione Prima
Dispone gli incombenti istruttori nei sensi e nei termini di cui in motivazione.
Fissa la camera di consiglio per il prosieguo dell’esame della proposta istanza cautelare alla data del 26 settembre 2012.
Ordina alla segreteria della Sezione di provvedere alla comunicazione della presente ordinanza.
Così deciso in Roma nella camera di consiglio del giorno 4 luglio 2012 con l'intervento dei magistrati:
Calogero Piscitello, Presidente
Roberto Politi, Consigliere
Elena Stanizzi, Consigliere, Estensore




 
 
L'ESTENSOREIL PRESIDENTE
 
 
 


DEPOSITATA IN SEGRETERIA
Il 05/07/2012
IL SEGRETARIO
(Art. 89, co. 3, cod. proc. amm.)
http://www.giustizia-amministrativa.it/DocumentiGA/Roma/Sezione%201/2012/201204972/Provvedimenti/201206109_08.XML

Tar Lazio

Sede di Roma

Dettaglio  del Ricorso


 Num. Reg. Gen.: 4972/2012 Data Dep.: 22/06/2012 Sezione: 1
 Oggetto del ricorso: ANNULLAMENTO DEL D.P.R. 10 APRIEL 2012, CON CUI È STATO DISPOSTO, PER LA DURATA DI DICIOTTO MESI, LO SCIOGLIMENTO DEL CONSIGLIO COMUNALE DI MILETO, AI SENSI DELL'ART. 143 DEL D.LGS 18 AGOSTO 2000, N. 267 E S.M.I., CON CONTESTUALE NOMINA DI UNA COMMISSIONE STRAORDINARIA PER LA GESTIONE DEL COMUNE DI MILETO (ART. 119 C.P.A.)
 Istanza di fissazione: 
 Istanza di prelievo: NO
Ricorrenti/Resistenti
 Tipo Nome Cognome / Istituzione
  RICORRENTE  VARONE VINCENZO ED ALTRI
  RICORRENTE SECONDARIO  CICHELLO SALVATORE
  RICORRENTE SECONDARIO  COLLOCA DOMENICO
  RICORRENTE SECONDARIO  FOGLIARO ANTONIO
  RICORRENTE SECONDARIO  FURCI ANTONIO
  RICORRENTE SECONDARIO  GRECO FORTUNATO
  RICORRENTE SECONDARIO  MANGONE ARMANDO
  RICORRENTE SECONDARIO  NICOLASI VINCENZO
  RICORRENTE SECONDARIO  VALLONE SALVATORE
  RESISTENTE  COMUNE DI MILETO
  RESISTENTE  MINISTERO DELL'INTERNO
  RESISTENTE  PRESIDENZA DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI
  RESISTENTE  U.T.G. - PREFETTURA DI VIBO VALENTIA
  RESISTENTE  MARIANI MASSIMO
  RESISTENTE  MINUTOLI CATERINA
  ALTRE PARTI  CONSIGLIO DI STATO - SEZ. III

Avvocati
  AVVOCATURA DELLO STATO
 Indirizzo , Tel.
 Nome: ANTONIO Cognome: TORCHIA
 Indirizzo , Tel.
 Nome: ANTONIO Cognome: TORCHIA
 Indirizzo , Tel.
Atti Depositati
N.ProtocolloDepositoTipo ParteParteAtto DepositatoN.Allegati
201306318701/10/2013 ALTRE PARTI CONSIGLIO DI STATO - SEZ. III RICHIESTA FASCICOLO I° GRADO0
201301357419/02/2013 RESISTENTE U.T.G. - PREFETTURA DI VIBO VALENTIA ADEMPIMENTO > A ORDINANZA COLLEGIALE ISTRUTTORIA0
201300597323/01/2013 RICORRENTE VARONE VINCENZO ED ALTRI DEPOSITO > DOCUMENTI0
201207237519/11/2012 RESISTENTE PRESIDENZA DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI MEMORIA >0
201204997031/07/2012 RESISTENTE U.T.G. - PREFETTURA DI VIBO VALENTIA ADEMPIMENTO > A ORDINANZA COLLEGIALE ISTRUTTORIA0
201204831124/07/2012 RESISTENTE MINISTERO DELL'INTERNO DEPOSITO > DOCUMENTI0
201204422005/07/2012 RESISTENTE COMUNE DI MILETO CONTRORICORSO >0
201204422405/07/2012 RESISTENTE COMUNE DI MILETO DEPOSITO > DOCUMENTI0
201204422305/07/2012 RICORRENTE VARONE VINCENZO ED ALTRI DEPOSITO > CARTOLINA RICEVIMENTO NOTIFICA9
201204277428/06/2012 RESISTENTE PRESIDENZA DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI ATTO > DI COSTITUZIONE0
201204268428/06/2012 RICORRENTE VARONE VINCENZO ED ALTRI CONTRIBUTO UNIFICATO0
201200621522/06/2012 RICORRENTE VARONE VINCENZO ED ALTRI DOMANDA > FISSAZIONE UDIENZA0
201204164422/06/2012 RICORRENTE VARONE VINCENZO ED ALTRI RICORSO12
Provvedimenti Collegiali
 Esito Tipologia Data Provvedimento Numero
  INTERLOCUTORIO/A/FISSA CAMERA DI CONSIGLIO  ORDINANZA COLLEGIALE  05/07/2012  201206109
  RESPINGE  SENTENZA  06/05/2013  201304440

Provvedimenti Monocratici
Nessun decreto

Udienze

Data fiss. udienza:   04/07/2012Tipologia udienza:   CAMERA DI CONSIGLIO
Relatore: ELENA STANIZZITipologia del relatore: CONSIGLIERE
Secondo componente: CALOGERO PISCITELLOTipologia componente: PRESIDENTE
Terzo componente: ROBERTO POLITITipologia componente: CONSIGLIERE

Data fiss. udienza:   26/09/2012Tipologia udienza:   CAMERA DI CONSIGLIO
Relatore: ELENA STANIZZITipologia del relatore: CONSIGLIERE
Secondo componente: CALOGERO PISCITELLOTipologia componente: PRESIDENTE
Terzo componente: ROBERTO PROIETTITipologia componente: CONSIGLIERE

Data fiss. udienza:   23/01/2013Tipologia udienza:   UDIENZA PUBBLICA
Relatore: ROSA PERNATipologia del relatore: CONSIGLIERE
Secondo componente: CALOGERO PISCITELLOTipologia componente: PRESIDENTE
Terzo componente: ANGELO GABBRICCITipologia componente: CONSIGLIERE


http://www.giustizia-amministrativa.it/WEBY2K/DettaglioRicorso.asp?val=201204972



SCHEMI ED ATTI COSTITUZIONE S.R.R. RIFIUTI REGIONE SICILIA LUGLIO 2012
SCHEMA DI DELIBERA - ATTO DI COSTITUZIONE SOCIETÀ CONSORTILE PER AZIONI, DENOMINATA SOCIETÀ PER LA REGOLAMENTAZIONE DEL SERVIZIO DI GESTIONE RIFIUTI A.T.O Adobe Portable Document Format (PDF) SCHEMA DI DELIBERA (Dimensione documento: 112026 bytes)
SCHEMA DI DELIBERA - MODIFICA PER I COMUNI DELLE PROV. DI PALERMO CATANIA TRAPANI AGRIGENTO CALTANISSETTA E MESSINA , CHE HANNO GIà DELIBERATO IN CONSIGLIO LA COSTITUZIONE DELLA S.R.R. PRIMA DEL 06 Luglio 2012 Microsoft Word SCHEMA DI DELIBERA (Dimensione documento: 39424 bytes)
http://pti.regione.sicilia.it/portal/page/portal/PIR_PORTALE/PIR_LaStrutturaRegionale/PIR_AssEnergia/PIR_Dipartimentodellacquaedeirifiuti/PIR_FAQDAR/PIR_LRn9CostituzioneSocietaperazioniSRR/PIR_schemi_atti


SCIOGLIMENTO CONSIGLIO COMUNALE DI MILETO TAR ROMA SEZIONE 1 RICORSO 4972 2012  
SCIOGLIMENTO CONSIGLIO COMUNALE DI MILETO TAR ROMA SEZIONE 1 RICORSO 4972 2012, SCIOGLIMENTO C.C. ISOLA DELLE FEMMINE TAR ROMA 2989 2013,CUTINO PORTOBELLO,PALazzotto  

Nessun commento: