L'informazione è il diffondere, il far conoscere quello che qualcuno non vuole che si sappia, il resto è solo propaganda. L'informazione è un diritto. L'informazione come possibilità di scelta.
Con il termine mafia si intende un sistema di potere esercitato attraverso l’uso della violenza e dell’intimidazione per il controllo del territorio, di commerci illegali e di attività economiche e imprenditoriali; è un potere che si presenta come alternativo a quello legittimo fondato sulle leggi e rappresentato dallo Stato.


Un sistema di contro-potere dunque (a volte chiamato anti-Stato proprio per questa sua caratteristica), con una gestione gerarchica e verticistica, basata su regole interne a loro volta fondate sull’uso della violenza e dell’intimidazione.


È questa la vostra politica? Se avete un minimo di cervello usate gli attributi per un confronto Sui programmi. Ma vedo che alla fine usate i soliti mezzucci utilizzando i soliti servi sciocchi meschini e accattoni per cercare di fermare le persone.
Bene sappiate che io vado avanti lo stesso a testa alta e con schiena dritta e che voi siete sot
tocontrollo.



"Bisogna sempre avere il coraggio delle proprie idee e non temere le conseguenze perché l’uomo è libero solo quando può esprimere il proprio pensiero senza piegarsi ai condizionamenti " (Charlie Chaplin).























martedì 15 gennaio 2013

Viminale, bocciati tutti i simboli civetta. Salvi Grillo, Monti e Ingroia. Ricusato logo Lega


Viminale, bocciati tutti i simboli civetta.
Salvi Grillo, Monti e Ingroia. Ricusato logo Lega

Il ministero dell'Interno ha ammesso 169 contrassegni su 219: 16 sono stati bocciati, 34 dovranno essere modificati. Il Carroccio, che aveva due nomi nel logo, domani consegnerà al ministero dell'Interno la versione corretta

Lo leggo dopo
ROMA - Su un totale di 219 simboli presentati, 169 sono stati ammessi dal Viminale e 34 sono stati ricusati, ovvero vanno sostituiti entro 48 ore, pena il ricorso in Cassazione. Altri 16 simboli non hanno i requisiti necessari per partecipare alla competizione elettorale per carenza di documentazione. Rimane dunque ancora imbattuto il record dei 304 loghi ammessi nel 1994.
 
Liste civetta e da cambiare. Il ministero dell'Interno ha deciso di ricusare anche il "simbolo civetta" clone di quello del Movimento 5 Stelle di Beppe Grillo, che era stato depositato dall'ex grillino Danilo Foti. Allo stesso modo sono da sostituire i doppioni che copiavano quelli del premier uscente Mario Monti ("Monti presidente per l'Europa"), del magistrato Antonio Ingroia ("Rivoluzione Civile") e della lista Grande Sud. Il Viminale ha poi ricusato il simbolo della Lega Nord, quello con l'immagine di Alberto da Giussano, che aveva al suo interno i nomi di 'Maroni' e di 'TreMonti' con la 'M' maiuscola. La Lega ha annunciato che già domani consegnerà il nuovo logo. Ammessi, invece, i simboli di Lega Lombardo Veneta, Lega Federale del Sud, Lega Padana, Lega per l'Italia, Lega Italia e Lega del Sud, nessuno dei quali fa riferimento al Carroccio. 

Da cambiare pure entro due giorni il logo "Liberi da Equitalia" dell'avvocato napoletano Angelo Pisani, lista coalizzata con il Pdl sia alla Camera sia al Senato.

Loghi bocciati. I simboli non ammessi per mancanza dei requisiti necessari sono i seguenti: 'ValleCamonica Provincia', 'Italia societa' civilè, 'Democratici di sinistra', 'Fronte dell'Uomo qualunque', 'Italia Opera', 'Italia dei Valori - Lista Di Pietro (Idv)', 'Fronte per l'Indipendenza', 'Partito dei Comunisti italiani', 'Federazione dei Verdi', 'Veneto Stato' (presentato due volte), 'Rifondazione Comunista-Sinistra Europea', 'Partito Italia Nuova', 'Come ci hanno ridotto', 'Democrazia Europea' (simbolo presentato due volte).

Nessun commento: