L'informazione è il diffondere, il far conoscere quello che qualcuno non vuole che si sappia, il resto è solo propaganda. L'informazione è un diritto. L'informazione come possibilità di scelta.
Con il termine mafia si intende un sistema di potere esercitato attraverso l’uso della violenza e dell’intimidazione per il controllo del territorio, di commerci illegali e di attività economiche e imprenditoriali; è un potere che si presenta come alternativo a quello legittimo fondato sulle leggi e rappresentato dallo Stato.


Un sistema di contro-potere dunque (a volte chiamato anti-Stato proprio per questa sua caratteristica), con una gestione gerarchica e verticistica, basata su regole interne a loro volta fondate sull’uso della violenza e dell’intimidazione.


È questa la vostra politica? Se avete un minimo di cervello usate gli attributi per un confronto Sui programmi. Ma vedo che alla fine usate i soliti mezzucci utilizzando i soliti servi sciocchi meschini e accattoni per cercare di fermare le persone.
Bene sappiate che io vado avanti lo stesso a testa alta e con schiena dritta e che voi siete sot
tocontrollo.



"Bisogna sempre avere il coraggio delle proprie idee e non temere le conseguenze perché l’uomo è libero solo quando può esprimere il proprio pensiero senza piegarsi ai condizionamenti " (Charlie Chaplin).























martedì 12 febbraio 2013

Condannato l'ex assessore all'Urbanistica di Patti


Lottizzazione abusiva, confisca di immobili e terreni a Patti

Lo ha deciso il Tribunale

Terreni ed immobili realizzati nell’ambito di una lottizzazione abusiva sono stati confiscati a Patti al termine del processo contro 26 persone coinvolte nella realizzazione di appartamenti nella contrada Orti-Acquafico, nella zona sottostante l’ospedale “Barone Romeo”. Il provvedimento è stato emesso dal Tribunale di Patti.
La vicenda rientra nel procedimento avviato nel 2006 dalla Polizia Giudiziaria contro Paolo Mastronardi (all’epoca presidente della commissione edilizia comunale ed assessore all’urbanistica) ed altre 25 persone finite sotto inchiesta per lottizzazione abusiva. In particolare, veniva contestata l’illegittimità di numerose concessioni edilizie rilasciate dall’ufficio tecnico comunale, diretto da Rosario Scardino con i pareri della commissione edilizia comunale. Il processo, adesso si è chiuso con sette condanne per il reato di abuso di ufficio continuato (per tutti sono stati inflitti 14 mesi), mentre per gli indagati che rispondevano solo del capo di imputazione relativo alla lottizzazione abusiva è intervenuta la prescrizione. Nel corso del procedimento penale, comunque, i risultati dell’attività investigativa, sono state ulteriormente confermate dal dal consulente tecnico nominato dalla Procura di Patti e da quello dello stesso Tribunale.
Così, i giudici Lazzara, Molina e Rigoli, accogliendo la richiesta del Pm, Rosanna Casabona, oltre a condannare sette imputati ha ordinato la confisca di terreni ed immobili realizzati abusivamente, con la conseguente acquisizione al patrimonio del comune di Patti, ad eccezione di parte degli stessi i cui proprietari hanno dimostrato la loro buona fede nell’acquisto.


Lottizzazione abusiva, condanne a Patti

I terreni interessati erano quelli di Case Nuove Russo

La lottizzazione di contrada Bruciata e di Case Nuove Russo di Patti non era destinata alla residenza del conduttore del fondo ed eccedeva i limiti di cubatura, previsti dal prg. Per questa vicenda, che si riferisce agli anni 2004, 2005 e 2007, il tribunale di Patti ha condannato a 10 mesi di reclusione, per abuso d'ufficio, l'ex assessore all'urbanistica di Patti, Paolo Mastronardi, il capo dell'ufficio tecnico comunale di Patti, Rosario Scardino, i componenti della commissione edilizia, Franco Spanò, Raffaele Aliberto, Carmelo Giorgio; otto mesi di reclusione per Francesco Ingrassia, tutti con la pena sospesa. Un anno di reclusione, pena sospesa, per abuso d'ufficio e violazioni edilizie, per un altro componente della commissione edilizia, Giovanni Di Dio e per Carolina Antonina Greco Greco, proprietaria del terreno e titolare delle concessioni edilizie. Tre mesi di arresto e 26 mila euro di ammenda per violazioni edilizie per Antonino Giuffrè, subentrato nella titolarità delle concessioni, Antonino Di Dio, progettista dei lavori e Giuseppe Arasi, rappresentante ditta esecutrice dei lavori, pena sospesa. Assolto dall'accusa di abuso d'ufficio l'ufficiale sanitario, Giuseppe Pipitò, perchè il fatto non costituisce reato. I giudici hanno ordinato la demolizione delle opere realizzate abusivamente.

http://www.amnotizie.it/news/2936/lottizzazione-abusiva-condanne-a-patti


LOTTIZZAZIONE ABUSIVA NEL MESSINESE

Condannato l'ex assessore  all'Urbanistica di Patti

Il tribunale ha condannato sette persone tra cui anche il dirigente dell'ufficio tecnico: accusa di abuso d'ufficio

MESSINA - Il Tribunale di Patti ha condannato per abuso d'ufficio continuato a un anno e due mesi ciascuno sette persone, tra le quali Paolo Mastronardi, ex assessore all'Urbanistica del Comune di Patti, componente della Commissione edilizia, e Rosario Scardino, dirigente dell'ufficio tecnico. L'inchiesta nella quale sono coinvolti riguarda una lottizzazione abusiva nella zona sottostante l'ospedale Barone Romeo di Patti, ed è stata avviata nel 2006 dalla polizia giudiziaria.
Nell'indagine erano coinvolte 26 persone. Per 19 degli indagati, che rispondevano solo del reato di lottizzazione abusiva, è intervenuta la prescrizione. Su richiesta del pm Rosanna Casabona, i giudici Lazzara, Molina e Rigoli, hanno inoltre disposto la confisca di terreni e immobili realizzati abusivamente in zona Orti-Acquafico, con la conseguente acquisizione al patrimonio del Comune, fatta eccezione per una piccola parte, i cui proprietari hanno dimostrato la loro buona fede nell'acquisto.

Nessun commento: