L'informazione è il diffondere, il far conoscere quello che qualcuno non vuole che si sappia, il resto è solo propaganda. L'informazione è un diritto. L'informazione come possibilità di scelta.
Con il termine mafia si intende un sistema di potere esercitato attraverso l’uso della violenza e dell’intimidazione per il controllo del territorio, di commerci illegali e di attività economiche e imprenditoriali; è un potere che si presenta come alternativo a quello legittimo fondato sulle leggi e rappresentato dallo Stato.


Un sistema di contro-potere dunque (a volte chiamato anti-Stato proprio per questa sua caratteristica), con una gestione gerarchica e verticistica, basata su regole interne a loro volta fondate sull’uso della violenza e dell’intimidazione.


È questa la vostra politica? Se avete un minimo di cervello usate gli attributi per un confronto Sui programmi. Ma vedo che alla fine usate i soliti mezzucci utilizzando i soliti servi sciocchi meschini e accattoni per cercare di fermare le persone.
Bene sappiate che io vado avanti lo stesso a testa alta e con schiena dritta e che voi siete sot
tocontrollo.



"Bisogna sempre avere il coraggio delle proprie idee e non temere le conseguenze perché l’uomo è libero solo quando può esprimere il proprio pensiero senza piegarsi ai condizionamenti " (Charlie Chaplin).























martedì 23 luglio 2013

CONCESSIONE EDILIZIA IN SANATORIA PALAZZOTTO ERASMO AIELLO EMILIA ISOLA DELLE FEMMINE

FINALMENTE SVELATI I CONTENUTI DELLA FANTOMATICA MISSIVA


 Come avevamo preannunciato il 28 gennaio 2010: TUTTO SI RISOLVE per il MEGLIO! nevvero?  

http://nuovaisoladellefemmine.blogspot.it/2010/01/il-giustiziere-di-isola-delle-femmine.html




CGIL NAZIONALE
Per conoscenza al Segretario Nazionale
Guglielmo Epifani
Corso D’Italia 25
00198 ROMA RM
mailto http://www.cgil.it/

Nei giorni scorsi mi è stata recapitata una raccomandata r.r., da parte della segreteria territoriale di Isola delle Femmine della Confederazione Generale Italiana del Lavoro C.G.I.L., in cui mi si intima di astenermi a pubblicare una ipotetica missiva, i cui contenuti sarebbero falsi, tendenziosi, calunniosi, denigratori e diffamatori. Una eventuale mia decisione contraria alla volontà espressa dalla C.G.I.L. mi farebbe incorrere in denuncia legale.


Con la presente domando ufficialmente alla segreteria territoriale C.G.I.L. di Isola delle Femmine:



- Di quale missiva si parla nella raccomandata e quali sono i contenuti della stessa?

- Chi sarebbe eventualmente calunniato, denigrato e/o diffamato, da una missiva di cui non se ne conosce nemmeno l'esistenza?

Occorre qui menzionare che a diversi cittadini (ben selezionati) è arrivata la medesima raccomandata, si prefigura quindi, molto chiaramente una intenzionalità intimidatoria ricattatoria ed offensiva da parte dell'estensore della raccomandata, contro cittadini che hanno la sola colpa di essere impegnati politicamente e socialmente a difesa dei diritti della trasparenza e della denuncia delle lobby affaristiche e clientelari.
L’estensore della raccomandata aveva forse l’obiettivo di creare discussione e litigi nelle famiglie, intimorire mettere la museruola ai protagonisti della vita politica Isolana?
L’estensore della raccomandata aveva forse di lanciare una ben organizzata provocazione contro degli onesti cittadini?

In via cautelativa personalmente mi sono recato presso la stazione dei carabinieri per denunciare l'accaduto.


Il ricevimento della raccomandata mi ha creato un certo imbarazzo, mai, dico mai, mi sarei aspettato questa grande intimidazione: la C.G.I.L. che mette il bavaglio all'informazione! Vi è stato un corto-circuito della informazione tra la C.G.I.L. nazionale e la C.G.I.L. sezione territoriale di Isola delle Femmine?

Visto la situazione di crisi politica amministrativa a Isola delle Femmine, è forse ipotizzabile che C.G.I.L. di Isola delle Femmine si presti a fare da stampella alla giunta Portobello?



Conosco bene, se non altro per la mia provenienza politica (mio padre in famiglia ci faceva “mangiare” pane –quello che c’era- e Giuseppe Di Vittorio a iosa), la posizione della C.G.I.L. nazionale sulla libertà di stampa, sulla libera circolazione dell'informazione sui diritti sanciti dalla Costituzione.

Non vorrei che la cultura delle regole ad personam abbia ormai preso il sopravvento anche in Persone istituzionalmente stipendiate a difendere:

LA LEGGE E' UGUALE PER TUTTI
slogan urlato lungo tutto il corteo del 3 ottobre a Roma sulla libertà di informazione che vedeva tra i promotori DELLA MANIFESTAZIONE nazionale la CONDEDERAZIONE GENERALE ITALIANA DEL LAVORO.



Pino Ciampolillo

http://nuovaisoladellefemmine.blogspot.it/2010/01/il-giustiziere-di-isola-delle-femmine.html

COMUNE DI ISOLA DELLE FEMMINE
PROVINCIA DI PALERMO

UFFICIO TECNICO- III SETTORE - URBANISTICA-EDILIZIA PRIVATA
CONCESSIONE EDILIZIA IN SANATORIA

N° 16 DEL 12 Lugl io 2013;

IL RESPONSABILE DEL I I I SETTORE
Viste l’istanza presentata in data 06/05/1986 p.llo n. 3805 dalla Sig.ra AIELLO EMILIA nata a San Juan de la Arena (Spagna) il 25/02/1931 codice fiscale: LLA MLE 31B65Z131N, e residente in Isola delle Femmine in via Piano Levante n. 3, nella qualità di proprietaria, diretta a ottenere, ai sensi della Legge 47/85, la CONCESSIONE EDILIZIA IN SANATORIA per avere eseguito dei lavori di cui alla tipologia d’abuso n°3 della tabella delle prescrizioni allegata alla Legge 47/85, consistenti nella realizzazione di due verande scoperte, ai piani terra e primo, sul retro prospetto di un edificio sito in Isola delle Femmine, Via Piano Levante n°3, censito al Catasto fabbricati al Foglio n°1, particella 968 (ex particelle 456 e 371), realizzato in forza del nulla osta per esecuzione lavori edili n. 21 del 27/08/1968 e autorizzazione di abitabilità n. 21 del 28/01/1971;
Vista la dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà del giorno 6/05/1986 con la quale la sig.ra Aiello Emilia dichiara che le “opere abusive sono state realizzate nel mese di luglio del 1976”;
Vista l’istanza presentata in data 25/02/1995 p.llo 2367 dal sig. Palazzotto Salvatore (figlio della sig.ra Aiello Emilia) nato a Isola delle Femmine il 16/10/1963, C.F. PLZ SVT 63R16 E350N, ivi residente in Via Piano levante n. 3, piano terra, tendente ad ottenere la Concessione edilizia in sanatoria ai sensi della Legge 724/94 per avere eseguito dei lavori abusivi consistenti nella realizzazione, a piano terra, nel retro prospetto dell’immobile sito in Via Piano Levante n. 3, di una veranda in c.a. e solaio in ampliamento all’esistente balcone, con chiusura in alluminio e vetri;
Vista la dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà del giorno 1/03/2000 con la quale il sig. Palazzotto Salvatore dichiara che “le opere abusive sono state realizzate nell’anno 1988;
Vista l’istanza presentata in data 25/02/1995 p.llo 2366 dal sig. Palazzotto Giuseppe (figlio della sig.ra Aiello Emilia) nato a Isola delle Femmine il 3/11/1968, C.F. PLZ SVT58S03E 350O, ivi residente in Isola delle Femmine Via Piano levante n. 3, piano primo, tendente ad ottenere la Concessione edilizia in sanatoria ai sensi della Legge 724/94 per avere eseguito dei lavori abusivi consistenti nella realizzazione, a piano primo, nel retro prospetto dell’immobile sito in Via Piano Levante n. 3, di una veranda in c.a. e solaio in ampliamento all’esistente balcone, con chiusura in alluminio e vetri;
Vista la dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà del giorno 1/03/2000 con la quale il sig. Palazzotto Giuseppe dichiara che “le opere abusive sono state realizzate nell’anno 1988;
Accertato che solo la sig.ra AIELLO EMILIA ha titolo per richiedere il rilascio della concessione edilizia in sanatoria in qualità di proprietaria giusta Sentenza Rep. 1962 del 04/12/1964 emessa dal Tribunale di Palermo Sez. 2° registrata a Palermo il 5/02/1965 al n. 1125 e trascritta a Palermo il 04/06/1965 ai nn. 17720/14685;
Visto l’Atto di Donazione del giorno 16/03/2007 Rep. n. 49975, Racc. 5802, redatto dal dott. Domenico Zalapì del distretto notarile di Palermo, con il quale la sig.ra Aiello Emilia dona al nipote sig. Palazzotto Erasmo nato a Palermo il 19/11/1982, il diritto di piena proprietà sull’appartamento in Isola delle Femmine in via Piano Levante n. 3, sito al piano primo identificato in catasto al fg. 5 p.lla 456 sub 4;
Preso Atto che gli istanti hanno versato all’erario l’importo totale dell’oblazione dovuta pari a £ 1.646.000 oggi € 850,09 versate con bollettini postali cc n. 255000 intestati a Ente Poste Italiane;
Dato atto che ai fini del rilascio della presente Concessione è stata versato l’intero importo dovuto a titolo di oneri concessori ammontante a £ 542.000 pagato con bollettini postali nn. 239 e 137 del 28/02/2000 sul cc. N. 15876907 intestato alla Tesoreria Comunale del Comune;
Visti il progetto e la relazione, redatti dal Geom. Vincenzo Dionisi, iscritto al Collegio dei Geometri della Provincia di Palermo al n° 3604, acquisiti al pl.llo di questo Comune in data 03/06/2013 al n. 7842;
Visto che l’immobile ricade in zona “B” del Piano Regolatore Generale;
Visto il parere favorevole n° 11/2012 del 30/05/2013 del Responsabile dell’istruttoria dal quale risulta altresì la inesistenza di vincoli che impediscono la sanabilità dell’opera;
Vista l’autocertificazione igienico-sanitaria resa ai sensi della L.r. n. 11 del 12.05.2010 – art. 96, sottoscritta dal progettista incaricato, il geometra Vincenzo Dionisi, iscritto al collegio dei geometri della Provincia di Palermo al n° 3604;
Visto che per quanto attiene le dimensioni e lo stato delle opere abusive è stata redatta dal Geometra Vincenzo Dionisi, perizia giurata ai sensi della lettera “b” dell’articolo n°35 della Legge 47/85 in data 19/06/2012;
Visto che per quanto attiene il rispetto delle norme in materia di sicurezza statica e relative normative tecniche, è stato presentato certificato di Idoneità Sismica redatto dall’Architetto Emanuele Palazzo, iscritto all’Albo degli Architetti della Provincia di Palermo al n° 3019, depositato all’Ufficio del Genio Civile di Palermo, ai sensi della Legge 68/88 al n. 36433 del 14/06/2000;
Visto l’accertamento della proprietà immobiliare urbana presentata all’Agenzia del Territorio di Palermo redatta dal Geometra Vincenzo Dionisi, secondo il quale l’immobile risulta censito in catasto al foglio di mappa n°5, particella n°968 sub 1 abitazione di tipo civile, con corte esclusiva, cat. A/2, cl. 6, cons. 6 vani, via Piano Levante n° 2 piano terra, interno sx; 
sub 2 Ufficio cat. A/10, cl. U, cons. 8 vani via Palermo n. 24, piano terra; 
sub 3 locale commerciale cat. C/1, cl. 3 cons. 27 mq, Via Palermo n. 22, piano terra; 
sub 4 abitazione di tipo civile, cat. A/2, cl. 4, cons. 7 vani, via Piano Levante n. 2, piano 1° interno Dx;  
sub 5 abitazione di tipo civile, cat. A/2, cl. 2, cons. 8,5 vani, via Piano Levante n. 2 piano 1 interno sx; sub 6 lastrico solare, cat. F/5, cons. 160,00 mq via Piano Levante n. 2, piano secondo dx, ; 
sub 7 lastrico solare, cat. F/5, cons. 160,00 mq via Piano Levante n. 2, piano secondo, interno dx;
sub 7 lastrico solare, cat. F/5, cons. 160,00 mq via Piano Levante n. 2, piano secondo sx; 
sub 8 bene comune non censibile ( androne e scala) comune ai sub 1 – 4 -5 -6 e 7; 
sub 9 bene comune non censibile (corsia di camminamento) comune alle p.lle
966 e 966 ed ai sub 1 -3 -4 -5 -6 -7 e 10; 
sub 10 bene comune non censibile (corte)comune ai sub 1 – 3 -4 -5 -6 e 7;
Vista la comunicazione di applicazione del silenzio assenso, ai sensi dell’art. 17, comma 6 della L.R. 4/2003, redatta dalla Soprintendenza BB.CC.AA. di Palermo in data 13/07/11, con nota prot. n. 9289/P;
Viste l’ Autocertificazione sottoscritta dalla richiedente attestante l’assenza a carico della stessa di procedimenti penali per gli artt. 416 bis, 648 bis, e 648 ter del Codice Penale ed attestante altresì assenza di condanne con sentenza passata in giudicato per i reati di cui agli artt. 416 bis e 648 bis del Codice Penale;
Visto l’articolo n°7 della Legge Regionale 26/86;
Vista la circolare n°1 del 25 Gennaio 1997;
Visto l’articolo n°35, penultimo comma, della Legge 47/85;
Visto l’articolo n°26, penultimo comma, della Legge Regionale 37/85;
RILASCIA
Ai Sig.ri AIELLO EMILIA nata a San Juan de la Arena (Spagna) il 25/02/1931 codice fiscale: LLA MLE 31B65 Z131N, e residente in Isola delle Femmine in via Piano Levante n. 3, nella qualità di proprietaria delle unità immobiliari censite al fg. 5 p.lla 968 sub 1, 2, 3, 4, 6 e 7 e PALAZZOTTO ERASMO nato a Palermo il 19/11/1982 codice fiscale PLZRSM 82S19 G273C residente in Isola delle Femmine in Via Palermo n. 23, nella qualità di proprietario dell’unità immobiliare identificata al fg. 1 p.lla 968 sub 5, la CONCESSIONE EDILIZIA IN SANATORIA, ai sensi della L.47/85 e L. 724/94, per l’esecuzione dei lavori di cui alla tipologia d’abuso n°3 della tabella delle prescrizioni allegata alla Legge 47/85, consistenti nella: realizzazione di due verande scoperte ai piani terra e primo del retro prospetto, a confine con proprietà Cutino, dell’immobile
sito in Via Piano levante n. 3 e successiva realizzazione di n. 2 verande in c.a e solaio, in ampliamento agli esistenti balconi con chiusura in alluminio e vetri, a piano terra e primo dell’immobile sito in Isola delle Femmine, Via Piano Levante n°3, censito al Catasto fabbricati al Foglio n. 5, particella 968 ( ex particelle 371 e 456) sub da sub 1 a 10, realizzato in forza del nulla osta per esecuzione lavori edili n. 21 del 27/08/1968 e autorizzazione di abitabilità del 28/01/1971.
Alla presente si allega una copia dell’elaborato grafico prodotti che costituiscono parte integrante e sostanziale della stessa, costituito da:
1) relazione tecnica illustrativa p.llo 7842 del 03/06/2013;
2) Stralci planimetrici;Piante, prospetti e sezioni; Dati metrici p.llo 7842 del
03/06/2013;

PRESCRIZIONI GENERALI
E’ fatto obbligo di richiedere per iscritto il rilascio del certificato di Abitabilità/Agibilità entro 15 gg. dal rilascio della presente.
Nessuna modifica può essere apportata senza autorizzazione del Comune.
La presente concessione edilizia viene rilasciata fatti salvi i diritti dei terzi.
A norma dell’ art. 36 della L.R. 71/78 la presente Concessione Edilizia in Sanatoria sarà registrata e trascritta presso la Conservatoria dei RR.II. di Palermo, con carico della relativa spesa ai concessionari.
F.to Il Responsabile del Settore
Arch. Monica Giambruno
SI CERTIFICA
Su conforme relazione del messo comunale, che la presente concessione è stata pubblicata all’albo pretorio, ai sensi dell’art. 37 della L.R. 71/78 per 15 giorni consecutivi, dal ………………….. al ………………... e che contro la stessa ………..… sono stati presentati opposizioni o reclami.
Il Segretario Comunale
Dr.ssa Sonia Acquado


FONTE DELLA NOTIZIA COMUNE DI ISOLA DELLE FEMMINE UFFICIO TECNICO COMUNALE:
http://www.comune.isoladellefemmine.pa.it/pagina583_concessioni-edilizie-2013.html




Piano Regione Sicilia Tutela Qualità Aria: Piano regionale assente: grane mai risolte Quell'a...: Quell'aria siciliana irrespirabile di  Rosario Battiato Inquinamento atmosferico, ogni anno 800 persone muoiono per malattie correla...

Nessun commento: