L'informazione è il diffondere, il far conoscere quello che qualcuno non vuole che si sappia, il resto è solo propaganda. L'informazione è un diritto. L'informazione come possibilità di scelta.
Con il termine mafia si intende un sistema di potere esercitato attraverso l’uso della violenza e dell’intimidazione per il controllo del territorio, di commerci illegali e di attività economiche e imprenditoriali; è un potere che si presenta come alternativo a quello legittimo fondato sulle leggi e rappresentato dallo Stato.


Un sistema di contro-potere dunque (a volte chiamato anti-Stato proprio per questa sua caratteristica), con una gestione gerarchica e verticistica, basata su regole interne a loro volta fondate sull’uso della violenza e dell’intimidazione.


È questa la vostra politica? Se avete un minimo di cervello usate gli attributi per un confronto Sui programmi. Ma vedo che alla fine usate i soliti mezzucci utilizzando i soliti servi sciocchi meschini e accattoni per cercare di fermare le persone.
Bene sappiate che io vado avanti lo stesso a testa alta e con schiena dritta e che voi siete sot
tocontrollo.



"Bisogna sempre avere il coraggio delle proprie idee e non temere le conseguenze perché l’uomo è libero solo quando può esprimere il proprio pensiero senza piegarsi ai condizionamenti " (Charlie Chaplin).























giovedì 1 agosto 2013

SCIOGLIMENTO CONSIGLIO COMUNALE ISOLA DELLE FEMMINE APPALTI DI LAVORI SERVIZI E FORNITURE AD AMICI E PARENTI SECONDO LA RELAZIONE PREFETTIZIA



Decreta:

                               Art. 1

  Il consiglio comunale di Isola delle Femmine (Palermo)  e'  sciolto per la durata di diciotto mesi.

Appalti di lavori, servizi e forniture

“…  A proposito delle opacità riscontrate in tema di appalti, la prefettura ha evidenziato gravi irregolarità formali e sostanziali nella assegnazione dei lavori per il collegamento del sistema fognario comunale al depuratore di Carini, In particolare la ditta aggiudicataria dei lavori “ Pietro Durante S.r.l.” è risultata “controindicata”. Questa società ha infatti come amministratore unico Durante Pietro, fratello di Durante Nino, arrestato nel 2001 per i reati di cui agli artt 416 commi 1 e 5, 81 cpv, 110,112 e 353 c.p.

Le stesse considerazioni possono svolgersi poi per gli appalti per la ristrutturazione del Porto di Isola delle Femmine (zona di approdo e movimentazione riservata ai pescatori) affidati ad una ditta – la Billeci Costruzioni s.r.l. – con palesi collegamenti con la criminalità di tipo mafioso. Infatti il padre dell’amministratore unico, Billeci Salvatore, è stato condannato nel 2000 da Tribunale di Palermo per aver favorito “Cosa Nostra” nella aggiudicazione di appalti ad imprese vicine all’asspociazione criminale pilotando il sistema di aggiudicazione dei lavori…”

Nel corso dell’accesso e’ stato rilevato  come  l’Amministrazione  di Isola delle Femmine abbia fatto  costantemente  ricorso  a  procedure ristrette  per  la  scelta  del  contraente  -procedura  negoziata  o trattativa privata di cui  all’art.  57  del  D.Igs.  n.  163/2006  o mediante cottimo fiduciario ai sensi  dell’art.  125  del  richiamato decreto - non giustificate  dai  necessari  presupposti  di  urgenza, indifferibilita’  e/o  dalla  particolare  natura  delle  prestazioni richieste dal caso concreto e che, a volte, possono  non  conciliarsi con le prescritte cautele che devono connotare  la  attivita’  di  un ente pubblico  Comune,  tanto  piu’  quando  agisce  in  un  contesto territoriale  notoriamente  contraddistinto  dalla  possibilita’   di interferenze illecite.
Nello  specifico,  sono  state  riscontrate   gravi   e   persistenti “anomalie”  che   hanno   interessato   numerosi   lavori   pubblici, caratterizzati anche da importi di un certo rilievo, molti dei  quali non risultano peraltro riportati nel registro dei contratti  ma  sono stati rinvenuti analizzando il registro di protocollo  informatico  e le delibere di giunta e di consiglio.

In relazione alle procedure di affidamento di lavori mediante appalto pubblico, e’ risultato che, in  alcuni  casi,  l’Amministrazione,  di fatto, ha frazionato gli importi  dei  lavori  o  gli  stessi  lavori consentendo in tal modo di sottoporre l’affidamento  alla  disciplina delle acquisizioni in economia, ai sensi  dell’art.  125  del  D.lgs.  163/2006.
Tra l’altro, in numerosi appalti risulta essere  stata  applicata  la normativa inerente la fornitura di beni, laddove  invece  si  sarebbe dovuto applicare la normativa concernente le  prestazioni  di  opere, ovvero,  piu’  precisamente,  si  sarebbe  dovuto  far  ricorso  alla procedura dei lavori pubblici mediante cottimo  -  appalto  ai  sensi degli artt. 24 bis e 24 ter della L.R. 7/2003.
Le  altre  irregolarita’  riscontrate  attengono,  come  gia’  detto, all’ingiustificato quanto frequente ricorso a procedure ristrette  di scelta  del  contraente,  in  assenza  dei  presupposti  di  urgenza.
Analogamente,  e’  stato  riscontrato  un  eccessivo   ricorso   alla procedura del cottimo fiduciario pure in assenza  di  un  albo  delle imprese di fiducia del Comune,  e  senza  le  cautele  che  avrebbero potuto derivare dall’adozione  del  Protocollo  di  legalita’  “Carlo Alberto Dalla Chiesa” a cui l’Ente risulta, peraltro,  avere  aderitosolo nel mese di febbraio 2012, nonostante negli atti ne siano  stati piu’ volte richiamate le prescrizioni.

Le  criticita’   scaturenti   dalle   procedure   sopra   evidenziate
emergeranno   dall’analisi   dei   principali   lavori    aggiudicati
dall’amministrazione comunale, nell’arco temporale nel quale e’ stata gestita dal Sindaco “Omissis” e dalla sua Giunta.
A tale riguardo, attesa  la  sostanziale  mancanza  di  soluzione  di continuita’ tra i due mandati del Sindaco “Omissis” ed in ragione  di quanto e’ stato evidenziato negli esposti dai quali sono scaturite le prime  indagini  sull’amministrazione  del  Comune  di  Isola   delle Femmine,  la  Commissione,  per   l’analisi   delle   procedure   per l’aggiudicazione  di  lavori,  e’  stata  indotta   a   prendere   in considerazione un arco temporale che non coincide necessariamente con il periodo giugno 2009 - aprile  2012,  ma  che  comprende  procedure iniziate anche negli anni precedenti. Lavori di “Collegamento del sistema fognario comunale  al  depuratore del Consorzio A.S.I. di Carini”

Gravi irregolarita’ sono emerse nel corso dell’analisi dei Lavori  di “Collegamento  del  sistema  fognario  comunale  al  depuratore   del Consorzio A.S.I. di Carini”, per un importo di  aggiudicazione  di  € 712.627,33.  Le  anomalie  riscontrate,  in   particolare,   appaiono funzionali alla aggiudicazione  della  gara  e  alla  esecuzione  dei sub-appalti e dei noli a ditte che presentano  evidenti  collegamenti con la criminalita’ organizzata.
Anzitutto, la ditta “Omissis” vincitrice della gara,  presenta  forti elementi di controindicazione: “Omissis”, nato a Erice il  “Omissis”, amministratore unico della societa’,  e’  il  fratello  di  “Omissis” tratto in arresto in data 13.03.2001,  nell’ambito  del  procedimento penale n. 2962/98 R.G.N.R. - D.D.A., per violazione degli artt.  416, commi 1 e 5, 81 cpv, 110, 112, n. 1, e 353 C.P..  Durante  la  stessa operazione veniva perquisita anche la societa’ “Omissis” e  la  ditta individuale “Omissis”, entrambe con sedi in Santa Ninfa.
Inoltre, le procedure di’ assegnazione  dell’appalto  sono  risultate irregolari sotto il profilo formale e sostanziale:
·        sulle buste pervenute al Comune,  contenenti  le  offerte  delle ditte interessate alla gara, non veniva apposto l’orario  di  arrivo, non consentendo di risalire al criterio secondo cui Ie varie  offerte sarebbero state ordinate progressivamente;
·        la  documentazione  prodotta  dalla  “Omissis”   e’   risultata insufficiente con riferimento a quanto indicato ai’ punti 6 e  8  del disciplinare di gara (punto 6. cauzione  provvisoria  etc.,  punto  8 documentazione  comprovante  il  versamento  all’Autorita’   per   la vigilanza  sui  lavori  pubblici).   Per   tali   motivi   la   ditta “Omissis”doveva  essere  esclusa   in   sede   di   controllo   della documentazione prodotta.

In  data  23.04.2008,  l’amministrazione  comunale  sottoscriveva  il contratto per l’affidamento dei lavori in trattazione.
In data 06.05.2008  veniva  stilato  e  sottoscritto  il  verbale  di consegna  dei  lavori  da  parte  del  RUP,  Arch.   “Omissis”,   dai progettisti e direttori dei lavori, Arch. “Omissis” e Ing.  “Omissis” e  da  parte  dell’Ing.  “Omissis”,  delegato  e  direttore   tecnico dell’impresa “Omissis”.
In data 27.05.2008 veniva stilato iI verbale di inizio dei  lavori  e successivamente, in data 15.09.2008, l’impresa “omissis”richiedeva al RUP “Omissis” l’autorizzazione per l’affidamento in  subappalto  alla ditta “”Omissis”  di  Torretta  di  alcuni  lavori  rientranti  nella categoria prevalente, indicando nella  stessa  nota  che  l’ammontare presunto delle opere oggetto della presente richiesta risulta in  via indicativa    poco     inferiore     a     €     150.000,00     (euro centocinquantamila/00).
Con nota del 30.09.2008, la “Omissis” inviava al RUP “Omissis”  copia del contratto di subappalto stipulato con la  ditta  “Omissis”per  il noleggio a caldo di alcuni escavatori, di una pala meccanica, di  una minipala meccanica e di due autocarri per un importo  complessivo  di euro 14.200,00,  importo  inferiore  al  2%  del  totale  dei  lavori affidati.
Con determinazione n. 120 del 03.10.2008, il  responsabile  del  III° settore,  Arch.  “Omissis”,  determina  di   autorizzare   la   ditta aggiudicatrice, “Omissis”, a subappaltare  alla  ditta  “Omissis”  di Torretta (Pa) la realizzazione “degli scavi,  movimenti  di  materie, realizzazione  di  rilevati,  fondazioni  stradali...”,  cosi’   come specificato nel contratto  di  subappalto,  per  l’importo  di’  poco inferiore a 150.000 cosi’ come presuntivamente  stimato  nel  computo metrico  allegato  all’istanza  di  subappalto,  non  rinvenuto   nel fascicolo.
La    citata    ditta    presenta    inequivocabili    elementi    dicontroindicazione: la ditta e’ gestita, tra gli altri, dai figli  del
titolare “Omissis” (classe “Omissis”) e “Omissis” (classe “Omissis”).  “Omissis” risulta “... condannato, nel 2001, con sentenza  definitiva della Corte di Appello di Palermo per il delitto  di  favoreggiamento aggravato ai sensi dell’art.? del D.L. n. 152/91 (aggravante prevista per chi agevola l’attivita’ delle associazioni mafiose). A seguito di tale  condanna  lo  stesso  e’  stato  sottoposto  alla   misura   di prevenzione della sorveglianza speciale con obbligo di’ soggiorno per anni tre, misura che il medesimo risulta avere espiato tra il 2004 ed il 2007...”. La stessa sentenza della Corte di Appello evidenzia “...  la contiguita’ del “Omissis” con Cosa Nostra ed  in  particolare  con “Omissis”,  reggente  del  mandamento  di  Partinico.  Il   Tribunale richiama al riguardo le dichiarazioni del collaboratore di  giustizia “Omissis”,  il  quale  aveva  riferito  che  proprio   il   “Omissis” accompagnava il “Omissis”, nel periodo in cui questi  era  latitante, alle riunioni con gli altri  affiliati,  alle  quali  partecipava  lo stesso  “Omissis”  che,  pertanto,  aveva  diretta  conoscenza  dello strettissimo rapporto del preposto con il “Omissis”...”
Ma anche l’altro figlio di “Omissis”, “Omissis” , si rileva  soggetto di  specifico  interesse   sotto   il   profilo   della   intraneita’ all’organizzazione mafiosa, essendo stato recentemente  condannato  a sei anni di reclusione per associazione di tipo mafioso, come  si  e’ gia’ piu’ ampiamente esposto sopra.

Dunque, appare altamente probabile che la  procedura  della  gara  in

esame,  sia  stata   caratterizzata   da   numerose   ‘irregolarita’, concretamente  strumentali  all’aggiudicazione  alla   “Omissis”   e, conseguentemente,  alla  possibilita’  di  concedere  un   subappalto all’impresa “Omissis”.



"Progetto delle opere relative al collegamento del sistema fognario comunale all'impianto di depurazione del Consorzio ASI nel territorio di Carini" - Liquidazione competenze RUP - rettifica della determina del responsabile del III settore n.
Atto numero 116  del 15-10-2009
Tipo di Atto: DETERMINA UFFICIO TECNICO
Allegato: DETERMINA N. 116.pdf (60 kb) File con estensione pdf


COMUNE DI ISOLA DELLE FEMMINE
Provincia di Palermo
Settore III - Servizio II
LL.PP., Manutenzioni, Dlgs.626/1994, Protezione civile, Patrimonio
DETERMINAZIONE DEL RESPONSABILE DEL SETTORE III
N. 116 DEL 15 ottobre 2009

Oggetto: "Progetto delle opere relative al collegamento del sistema fognario comunale all'impianto di depurazione del Consorzio ASI nel territorio di Carini” – Liquidazione competenze RUP – rettifica della determina del responsabile del III settore n. 71 del 05/06/2009.

Premesso che:
_ con Del. G.M. n° 65 del 10 maggio 2001 è stato affidato l'incarico di progettazione delle opere di "Collegamento del sistema fognario comunale al depuratore del Consorzio ASI nel Comune di Carini" all'arch. Stefano Lucido e all'ing. Claudio Faranna;
_ il progetto di massima è stato approvato con Del. G.M. n° 48 del 15 marzo 2002;
_ con nota ns. prot. 496/PA23 del 09/11/2001 l'Ufficio per la tutela dei corpi idrici della regione siciliana ha comunicato l'assenso a procedere alla progettazione esecutiva del sistema di confluenza dei reflui del comune di Isola delle Femmine al sistema consortile a servizio dei comuni di Carini, Capaci, Torretta e dell'area industriale di Carini;
_ non essendo presente all'interno dell'Amministrazione personale professionalmente competente per la progettazione esecutiva, con deliberazione di G.M. n. 49 del 19/03/2004 è stato conferito l'incarico di progettazione esecutiva, DL, misura e contabilità, coordinamento per la sicurezza in fase di progettazione ed esecuzione, responsabilità dei lavori di "Collegamento del sistema fognario comunale al depuratore del Consorzio ASI nel Comune di Carini" all'arch. Stefano Lucido e all'ing. Claudio Faranna;
_ i professionisti hanno consegnato all'Amministrazione il progetto di "completamento del sistema fognario di collegamento a servizio del centro abitato I° stralcio (collettori di adduzione), che prevede l'importo complessivo di . 1.150.000,00, risultante dalla somma di . 767.931,30 per lavori e . 382.038,70 per somme a disposizione;
_ con Del. di C.C. n. 06 del 20/05/2005 è stata approvata la "variante al P.A.R.F. di questo Comune" prevedendo l'adduzione del refluo dell'agglomerato di Isola delle Femmine all'Impianto di depurazione ASI di Carini, attraverso un collettore della rete fognaria del Comune di Capaci;
_ con Ordinanza n. 12 del 24/01/2007 del Delegato per l'emergenza bonifiche e la tutela delle acque in Sicilia è stato approvato, in deroga ai PARF attualmente vigenti nei Comuni interessati, il progetto sopra menzionato, ai sensi dell'art, 5, comma 2 dell'O.P.C.M. 3136/2001 e s.m.i.;
_ con delibera di G.M. n. 75 del 16/07/2007 sono state approvate le condizioni del Decreto di finanziamento n. 313 del 10/04/2007, messo dall'Agenzia Regionale per i rifiuti e le acque;
Considerato che il finanziamento ottenuto permette la realizzazione dell'opera la quale risulta inserita nel programma triennale delle OO.PP. nonché nella lista annuale;
Visti:
Il progetto originario redatto dall’ Arch. Stefano Lucido e dall’ Ing. Claudio Faranna ed approvato dal Commissario delegato per l’ emergenza bonifiche e la tutela delle acque in Sicilia con Ordinanza n° 12 del 24/01/2007, per un importo complessivo di euro 1.150.000,00, con il seguente quadro economico:
A) Importo lavori a base d’asta € 759.458,91
Oneri sulla sicureza non soggetti a ribasso € 11.502,39
Totale lavori 767.961,30
B) Somme a disposizione dell’ Amministrazione:
Per I.V.A. sui lavori 10% € 76.796,13
Per progettazione, direzione e sicurezza € 160.733,59
Per studio geologico € 25.000,00
Per indagini geognostiche € 5.000,00
Per studio geotecnico € 21.170,79
Per collaudo statico € 2.939,65
Per collaudo amministrativo € 2.932,16
Per responsabile unico del procedimento € 2.879,85
Allaccio ENEL € 3.000,00
Per spese gara € 12.000,00
Accertamenti e prove € 10.000,00
Adeguamento stazioni di sollevamento esistenti € 21.188,46
Per imprevisti € 38.398,07
SOMMANO 382.038,70
TOTALE PROGETTO 1.150.000,00
_ la Deliberazione di C.C. n. 38 del 13/09/2004 con la quale è stato approvato lo "schema dello Statuto della Società Consortile "ASICOM" per la gestione dell'impianto di depurazione consortile a servizio dell'agglomerato industriale di Carini e i Comuni di Carini, Capaci, Torretta e Isola delle Femmine" ;
_ la Deliberazione di G.M. n. 178 del 28/11/2005, con la quale l'arch. Sandro D'Arpa è stato nominato, ai sensi della L.R. 7/2002, responsabile unico del procedimento, in sostituzione dell'arch. Monica Giambruno, nominata giusta Deliberazione di G.M. n. 155 del 22/09/2005;
_ il verbale del 30/11/2005 con il quale il R.U.P. ed il Tecnico di supporto al R.U.P., ing. Luigi Bonuso, nominato con Deliberazione di G. m. n. 109 del 17/06/2005, hanno proceduto alla validazione del progetto di che trattasi, ai sensi dell'art. 47 del D.P.R. 554/99 in contraddittorio con i progettisti;
_ la Relazione Istruttoria del 30/11/2005 con la quale il R.U.P. ed il Tecnico di Supporto al R.U.P. dichiarano che il progetto di "Collegamento del sistema fognario comunale al depuratore ASI" è meritevole di approvazione, salvo gli ulteriori pareri da acquisire in Conferenza di Servizi;
_ l'Ordinanza n. 12 del 24/01/2007 del Delegato per l'emergenza bonifiche e la tutela delle acque in Sicilia con la quale è stato approvato, in deroga e modifica al P.A.R.F., il progetto indicato in oggetto, ai sensi dell'art. 5, comma 2 dell'O.P.C.M. 3136/2001 e s.m.i.;
_ il Decreto di finanziamento n. 313 del 10/04/2007, trasmesso Agenzia Regionale per i Rifiuti e le Acque, del progetto di cui trattasi con il seguente
_ Il contratto stipulato in data 23/04/2008 rep. 32384 registrato in Palermo il 23/04/2008 al n. 4546-1T, con la ditta Pietro Durante s.r.l. con sede in Santa Ninfa (Tp);
_ il successivo, con D.D.S. n. 329 del 31/07/2008, vistato dalla Ragioneria Centrale per l’Assessorato Regionale dei LL.PP. il 07/08/2008, veniva rideterminato il finanziamento al netto del ribasso ed IVA sul ribasso, per l’ importo complessivo di 1.089.132,63 con il seguente quadro economico:
A) Importo lavori a base d’asta € 701.123,94
Oneri sulla sicureza non soggetti a ribasso € 11.503,39
Totale lavori € 712.627,23 712.627,23
B) Somme a disposizione dell’ Amministrazione:
Per I.V.A. sui lavori 10% € 71.262,73
Per progettazione,direzione e sicurezza € 160.733,59
Per studio geologico € 25.000,00
Per indagini geognostiche € 5.000,00
Per studio geotecnico € 21.170,79
Per collaudo statico € 2.939,65
Per collaudo amministrativo € 2.932,16
Per responsabile unico del procedimento € 2.879,85
Allaccio ENEL € 3.000,00
Per spese gara € 12.000,00
Accertamenti e prove € 10.000,00
Adeguamento stazioni di sollevamento esistenti € 21.188,46
Per imprevisti € 38.398,07
SOMMANO 376.505,30
TOTALE PROGETTO 1.089.132,63
_ Il verbale di concreto inizio dei lavori;
_ La nota prot. 3125 del 19/02/2009 con la quale l’amministrazione chiede ai progettisti di prevedere alcune opere in variante al progetto approvato;
_ Vista la deliberazione di G.M. n. del con la quale è stata approvata la perizia di variante e suppletiva redatta dai direttori dei lavori nel febbraio 2009 ai sensi dell’art. 25 comma 3 della LR 20/2007, assunta al protocollo di questo comune in data 27/02/2009 al n 3533 con i seguenti elaborati:
1. relazione tecnica;
2. planimetria d’intervanto;
3. profilo;
4. impianto stazione di sollevamento;
5. elenco prezzi;
6. analisi prezzi;
7. computo metrico estimativo;
8. quadro comparativo;
9. distinta spese tecniche;
10. schema atto di sottomissione;
_ Che la perizia di variante e suppletiva è stata redatta dai direttori dei lavori nel febbraio 2009 ai sensi dell’art. 25 comma 3 della LR 20/2007, assunta al protocollo di questo comune in data 27/02/2009 al n 3533 con il seguente quadro economico:
A) Importo lavori a base d’asta € 717.072,43
Oneri sulla sicurezza non soggetti a ribasso € 11.790,26
Totale lavori 728.862,69
B) Somme a disposizione dell’ Amministrazione:
Per I.V.A. sui lavori 10% € 72.886,27
Per progettazione, sicurezza progettazione € 80.331,45
Per Direzione, sicurezza esecuz. e P.V.S € 97.261,99
Per studio geologico € 25.000,00
Per indagini geognostiche € 5.000,00
Per studio geotecnico € 19.927,38
Per collaudo statico € 2.939,65
Per collaudo amministrativo € 3.206,47
Per responsabile unico del procedimento € 3.927,28
Allaccio ENEL € 3.000,00
Per spese gara € 8.500,00
Accertamenti e prove € 1.370,85
Supporto R.U.P. € 17.172,93
Studio Specialistico € 18.360,00
Per economie € 1.385,67
SOMMANO 360.269,94
TOTALE PROGETTO 1.089.132,63
_ Vista la determina di liquidazione dell’incentivo RUP n. 71 del 05/06/2009;
DETERMINA
_ Di rettificare la determina n. 71 del 05/06/2009 del responsabile del III settore Tecnico liquidando la somma complessiva di 3.927,28 relativa alle competenze spettanti al R.U.P così distinte:
_ € 1.309,10 al geom. Rosalia Vassallo;
_ € 2.618,18 all’arch. Sandro D’Arpa;
_ di trasmettere copia del presente atto al responsabile del servizio finanziario per l’emissione del mandato di pagamento, da effettuare in favore dell’arch. Sandro D’Arpa, responsabile del settore Tecnico.
_ La presente determina rettifica e sostituisce la precedente determina del responsabile del III settore n. 71/09.
Parere di regolarità tecnica ai sensi dell’art. 49 del Dlgs.n° 267 del 18 agosto 2000.
Il responsabile del Settore III
arch. Sandro D'Arpa

Progetto delle opere relative al collegamento del sistema fognario comunale all'impianto di depurazione del Consorzio ASI nel territorio di Carini" - Liquidazione fattura n. 8 del 06/10/2009 - ing. Claudio Faranna
Atto numero 17 
del 18-12-2009
Tipo di Atto: DETERMINA SETTORE TECNICO MANUTENTIVO
Allegato: 17.pdf (52 kb) File con estensione pdf

COMUNE DI ISOLA DELLE FEMMINE
Provincia di Palermo
Settore III - Servizio II
LL.PP., Manutenzioni, Dlgs.626/1994, Protezione civile, Patrimonio
DETERMINAZIONE DEL RESPONSABILE DEL SETTORE V
N. 17 DEL 18/12/2009
Oggetto: "Progetto delle opere relative al collegamento del sistema fognario comunale all'impianto di depurazione del Consorzio ASI nel territorio di Carini” – Liquidazione fattura n. 8 del 06/10/2009 - ing. Claudio Faranna.
Premesso che:
_ con Del. G.M. n° 65 del 10 maggio 2001 è stato affidato l'incarico di progettazione delle opere di "Collegamento del sistema fognario comunale al depuratore del Consorzio ASI nel Comune di Carini" all'arch. Stefano Lucido e all'ing. Claudio Faranna;
_ il progetto di massima è stato approvato con Del. G.M. n° 48 del 15 marzo 2002;
_ con nota ns. prot. 496/PA23 del 09/11/2001 l'Ufficio per la tutela dei corpi idrici della regione siciliana ha comunicato l'assenso a procedere alla progettazione esecutiva del sistema di confluenza dei reflui del comune di Isola delle Femmine al sistema consortile a servizio dei comuni di Carini, Capaci, Torretta e dell'area industriale di Carini;
_ non essendo presente all'interno dell'Amministrazione personale professionalmente competente per la progettazione esecutiva, con deliberazione di G.M. n. 49 del 19/03/2004 è stato
conferito l'incarico di progettazione esecutiva, DL, misura e contabilità, coordinamento per la sicurezza in fase di progettazione ed esecuzione, responsabilità dei lavori di "Collegamento del sistema fognario comunale al depuratore del Consorzio ASI nel Comune di Carini" all'arch. Stefano Lucido e all'ing. Claudio Faranna;
_ i professionisti hanno consegnato all'Amministrazione il progetto di "completamento del sistema fognario di collegamento a servizio del centro abitato I° stralcio (collettori di adduzione), che prevede l'importo complessivo di . 1.150.000,00, risultante dalla somma di . 767.931,30 per lavori e . 382.038,70 per somme a disposizione;
_ con Del. di C.C. n. 06 del 20/05/2005 è stata approvata la "variante al P.A.R.F. di questo Comune" prevedendo l'adduzione del refluo dell'agglomerato di Isola delle Femmine all'Impianto di depurazione ASI di Carini, attraverso un collettore della rete fognaria del Comune di Capaci;
_ con Ordinanza n. 12 del 24/01/2007 del Delegato per l'emergenza bonifiche e la tutela delle acque in Sicilia è stato approvato, in deroga ai PARF attualmente vigenti nei Comuni interessati, il progetto sopra menzionato, ai sensi dell'art, 5, comma 2 dell'O.P.C.M. 3136/2001 e s.m.i.;
_ con delibera di G.M. n. 75 del 16/07/2007 sono state approvate le condizioni del Decreto di finanziamento n. 313 del 10/04/2007, messo dall'Agenzia Regionale per i rifiuti e le acque;
Considerato che il finanziamento ottenuto permette la realizzazione dell'opera la quale risulta inserita nel programma triennale delle OO.PP. nonché nella lista annuale;
Visti:
Il progetto originario redatto dall’ Arch. Stefano Lucido e dall’ Ing. Claudio Faranna ed approvato dal Commissario delegato per l’ emergenza bonifiche e la tutela delle acque in Sicilia con Ordinanza n° 12 del 24/01/2007, per un importo complessivo di euro 1.150.000,00, con il seguente
quadro economico:
A) Importo lavori a base d’asta € 759.458,91
Oneri sulla sicureza non soggetti a ribasso € 11.502,39
Totale lavori 767.961,30
B) Somme a disposizione dell’ Amministrazione:
Per I.V.A. sui lavori 10% € 76.796,13
Per progettazione, direzione e sicurezza € 160.733,59
Per studio geologico € 25.000,00
Per indagini geognostiche € 5.000,00
Per studio geotecnico € 21.170,79
Per collaudo statico € 2.939,65
Per collaudo amministrativo € 2.932,16
Per responsabile unico del procedimento € 2.879,85
Allaccio ENEL € 3.000,00
Per spese gara € 12.000,00
Accertamenti e prove € 10.000,00
Adeguamento stazioni di sollevamento esistenti € 21.188,46
Per imprevisti € 38.398,07
SOMMANO 382.038,70
TOTALE PROGETTO 1.150.000,00
_ la Deliberazione di C.C. n. 38 del 13/09/2004 con la quale è stato approvato lo "schema dello Statuto della Società Consortile "ASICOM" per la gestione dell'impianto di depurazione consortile a servizio dell'agglomerato industriale di Carini e i Comuni di Carini, Capaci, Torretta e Isola delle Femmine" ;
_ la Deliberazione di G.M. n. 178 del 28/11/2005, con la quale l'arch. Sandro D'Arpa è stato
nominato, ai sensi della L.R. 7/2002, responsabile unico del procedimento, in sostituzione dell'arch. Monica Giambruno, nominata giusta Deliberazione di G.M. n. 155 del 22/09/2005;
_ il verbale del 30/11/2005 con il quale il R.U.P. ed il Tecnico di supporto al R.U.P., ing. Luigi Bonuso, nominato con Deliberazione di G. m. n. 109 del 17/06/2005, hanno proceduto alla validazione del progetto di che trattasi, ai sensi dell'art. 47 del D.P.R. 554/99 in contraddittorio con i progettisti;
_ la Relazione Istruttoria del 30/11/2005 con la quale il R.U.P. ed il Tecnico di Supporto al R.U.P. dichiarano che il progetto di "Collegamento del sistema fognario comunale al depuratore ASI" è meritevole di approvazione, salvo gli ulteriori pareri da acquisire in Conferenza di Servizi;
_ l'Ordinanza n. 12 del 24/01/2007 del Delegato per l'emergenza bonifiche e la tutela delle acque in Sicilia con la quale è stato approvato, in deroga e modifica al P.A.R.F., il progetto indicato in oggetto, ai sensi dell'art. 5, comma 2 dell'O.P.C.M. 3136/2001 e s.m.i.;
_ il Decreto di finanziamento n. 313 del 10/04/2007, trasmesso Agenzia Regionale per i Rifiuti e le Acque, del progetto di cui trattasi con il seguente
_ Il contratto stipulato in data 23/04/2008 rep. 32384 registrato in Palermo il 23/04/2008 al n. 4546-1T, con la ditta Pietro Durante s.r.l. con sede in Santa Ninfa (Tp);
_ il successivo, con D.D.S. n. 329 del 31/07/2008, vistato dalla Ragioneria Centrale per l’Assessorato Regionale dei LL.PP. il 07/08/2008, veniva rideterminato il finanziamento al netto del ribasso ed IVA sul ribasso, per l’ importo complessivo di € 1.089.132,63 con il seguente quadro economico:
A) Importo lavori a base d’asta € 701.123,94
Oneri sulla sicureza non soggetti a ribasso € 11.503,39
Totale lavori € 712.627,23 712.627,23
B) Somme a disposizione dell’ Amministrazione:
Per I.V.A. sui lavori 10% € 71.262,73
Per progettazione,direzione e sicurezza € 160.733,59
Per studio geologico € 25.000,00
Per indagini geognostiche € 5.000,00
Per studio geotecnico € 21.170,79
Per collaudo statico € 2.939,65
Per collaudo amministrativo € 2.932,16
Per responsabile unico del procedimento € 2.879,85
Allaccio ENEL € 3.000,00
Per spese gara € 12.000,00
Accertamenti e prove € 10.000,00
Adeguamento stazioni di sollevamento esistenti € 21.188,46
Per imprevisti € 38.398,07
SOMMANO 376.505,30
TOTALE PROGETTO 1.089.132,63
_ Il verbale di concreto inizio dei lavori;
_ La nota prot. 3125 del 19/02/2009 con la quale l’amministrazione chiede ai progettisti di prevedere alcune opere in variante al progetto approvato;
_ Vista la deliberazione di G.M. con la quale è stata approvata la perizia di variante e suppletiva redatta dai direttori dei lavori nel febbraio 2009 ai sensi dell’art. 25 comma 3 della LR 20/2007, assunta al protocollo di questo comune in data 27/02/2009 al n 3533 con i seguenti elaborati:
1. relazione tecnica;
2. planimetria d’intervanto;
3. profilo;
4. impianto stazione di sollevamento;
5. elenco prezzi;
6. analisi prezzi;
7. computo metrico estimativo;
8. quadro comparativo;
9. distinta spese tecniche;
10. schema atto di sottomissione;
_ Che la perizia di variante e suppletiva è stata redatta dai direttori dei lavori nel febbraio 2009 ai
sensi dell’art. 25 comma 3 della LR 20/2007, assunta al protocollo di questo comune in data 27/02/2009 al n 3533 con il seguente quadro economico:
A) Importo lavori a base d’asta € 717.072,43
Oneri sulla sicurezza non soggetti a ribasso € 11.790,26
Totale lavori 728.862,69
B) Somme a disposizione dell’ Amministrazione:
Per I.V.A. sui lavori 10% € 72.886,27
Per progettazione, sicurezza progettazione € 80.331,45
Per Direzione, sicurezza esecuz. e P.V.S € 97.261,99
Per studio geologico € 25.000,00
Per indagini geognostiche € 5.000,00
Per studio geotecnico € 19.927,38
Per collaudo statico € 2.939,65
Per collaudo amministrativo € 3.206,47
Per responsabile unico del procedimento € 3.927,28
Allaccio ENEL € 3.000,00
Per spese gara € 8.500,00
Accertamenti e prove € 1.370,85
Supporto R.U.P. € 17.172,93
Studio Specialistico € 18.360,00
Per economie € 1.385,67
SOMMANO 360.269,94
TOTALE PROGETTO 1.089.132,63
_ Vista la fattura n. 8 del 06/10/2008 dell’ing. Claudio Faranna relativa all’acconto pari al 90% delle competenze tecniche di coordinatore della sicurezza in fase di esecuzione, perizia di variante e suppletiva e studio geotecnico in fase di progettazione, per un importo complessivo pari ad 51.214,72 comprensivi di IVA ed oneri previdenziali;
_ Visto il DDS n. 504 del 19/11/2009 trasmesso a questo comune in data 14/12/2009 prot. 19689 con il quale sono state liquidate anche le somme relative alla superiore fattura;
DETERMINA
_ Di liquidare all’ing. Claudio Faranna con studio professionale in S. Alessio (Me), via Nazionale 131, p. IVA 01753820834 la fattura n. 08 del 06/10/2008 per la somma complessiva di 51.214,72 comprensivi di IVA ed oneri previdenziali;
_ Imputare la somma sul cap. 3407.2 residui passivi del corrente bilancio dove esiste un accantonamento di € 1.061.049,55.
_ IMP. 4401/2007.
_ di trasmettere copia del presente atto al responsabile del servizio finanziario per l’emissione del mandato di pagamento, da effettuare in favore dell’ing. Claudio Faranna mediante accreditamento della somma sul c/c 3753 Agenzia Banca Intesa S. Paolo di S. Alessio Siculo (Me) IBAN IT 94-I-03069-82700-100000003753.
Parere di regolarità tecnica ai sensi dell’art. 49 del Dlgs.n° 267 del 18 agosto 2000.
Il Responsabile del Settore III
arch. Sandro D’Arpa
Visto di regolarità attestante la copertura finanziaria della presente determinazione, ai sensi dell’art. 49 del D. Lgs. N. 267 del 18/08/2000;
Il Responsabile del Servizio Finanziario
Rag. Biagio Fontanetta

Progetto delle opere relative al collegamento del sistema fognario comunale all'impianto di depurazione del Consorzio ASI nel territorio di Carini" - Liquidazione fattura n. 10 del 09/12/2009 - arch. Stefano Lucido
Atto numero 18 
del 18-12-2009
Tipo di Atto: DETERMINA SETTORE TECNICO MANUTENTIVO
Allegato: 18.pdf (52 kb) File con estensione pdf


COMUNE DI ISOLA DELLE FEMMINE
Provincia di Palermo
Settore III - Servizio II
LL.PP., Manutenzioni, Dlgs.626/1994, Protezione civile, Patrimonio
DETERMINAZIONE DEL RESPONSABILE DEL SETTORE V
N. 18 DEL 18/12/2009

Oggetto: "Progetto delle opere relative al collegamento del sistema fognario comunale all'impianto di depurazione del Consorzio ASI nel territorio di Carini” 
– Liquidazione fattura n. 10 del 09/12/2009 – arch. Stefano Lucido.
Premesso che:
_ con Del. G.M. n° 65 del 10 maggio 2001 è stato affidato l'incarico di progettazione delle opere di "Collegamento del sistema fognario comunale al depuratore del Consorzio ASI nel Comune di Carini" all'arch. Stefano Lucido e all'ing. Claudio Faranna;
_ il progetto di massima è stato approvato con Del. G.M. n° 48 del 15 marzo 2002;
_ con nota ns. prot. 496/PA23 del 09/11/2001 l'Ufficio per la tutela dei corpi idrici della regione siciliana ha comunicato l'assenso a procedere alla progettazione esecutiva del sistema di confluenza dei reflui del comune di Isola delle Femmine al sistema consortile a servizio dei comuni di Carini, Capaci, Torretta e dell'area industriale di Carini;
_ non essendo presente all'interno dell'Amministrazione personale professionalmente competente per la progettazione esecutiva, con deliberazione di G.M. n. 49 del 19/03/2004 è stato conferito l'incarico di progettazione esecutiva, DL, misura e contabilità, coordinamento per la sicurezza in fase di progettazione ed esecuzione, responsabilità dei lavori di "Collegamento del sistema fognario comunale al depuratore del Consorzio ASI nel Comune di Carini" all'arch. Stefano Lucido e all'ing. Claudio Faranna;
_ i professionisti hanno consegnato all'Amministrazione il progetto di "completamento del sistema fognario di collegamento a servizio del centro abitato I° stralcio (collettori di adduzione), che prevede l'importo complessivo di €. 1.150.000,00, risultante dalla somma di €. 767.931,30 per lavori e . 382.038,70 per somme a disposizione;
_ con Del. di C.C. n. 06 del 20/05/2005 è stata approvata la "variante al P.A.R.F. di questo Comune" prevedendo l'adduzione del refluo dell'agglomerato di Isola delle Femmine all'Impianto di depurazione ASI di Carini, attraverso un collettore della rete fognaria del Comune di Capaci;
_ con Ordinanza n. 12 del 24/01/2007 del Delegato per l'emergenza bonifiche e la tutela delle acque in Sicilia è stato approvato, in deroga ai PARF attualmente vigenti nei Comuni interessati, il progetto sopra menzionato, ai sensi dell'art, 5, comma 2 dell'O.P.C.M. 3136/2001 e s.m.i.;
_ con delibera di G.M. n. 75 del 16/07/2007 sono state approvate le condizioni del Decreto di finanziamento n. 313 del 10/04/2007, messo dall'Agenzia Regionale per i rifiuti e le acque;
Considerato che il finanziamento ottenuto permette la realizzazione dell'opera la quale risulta inserita nel programma triennale delle OO.PP. nonché nella lista annuale;
Visti:
Il progetto originario redatto dall’ Arch. Stefano Lucido e dall’ Ing. Claudio Faranna ed approvato dal Commissario delegato per l’ emergenza bonifiche e la tutela delle acque in Sicilia con Ordinanza n° 12 del 24/01/2007, per un importo complessivo di euro 1.150.000,00, con il seguente quadro economico:
A) Importo lavori a base d’asta € 759.458,91
Oneri sulla sicureza non soggetti a ribasso € 11.502,39
Totale lavori 767.961,30
B) Somme a disposizione dell’ Amministrazione:
Per I.V.A. sui lavori 10% € 76.796,13
Per progettazione, direzione e sicurezza € 160.733,59
Per studio geologico € 25.000,00
Per indagini geognostiche € 5.000,00
Per studio geotecnico € 21.170,79
Per collaudo statico € 2.939,65
Per collaudo amministrativo € 2.932,16
Per responsabile unico del procedimento € 2.879,85
Allaccio ENEL € 3.000,00
Per spese gara € 12.000,00
Accertamenti e prove € 10.000,00
Adeguamento stazioni di sollevamento esistenti € 21.188,46
Per imprevisti € 38.398,07
SOMMANO 382.038,70
TOTALE PROGETTO 1.150.000,00
_ la Deliberazione di C.C. n. 38 del 13/09/2004 con la quale è stato approvato lo "schema dello Statuto della Società Consortile "ASICOM" per la gestione dell'impianto di depurazione consortile a servizio dell'agglomerato industriale di Carini e i Comuni di Carini, Capaci, Torretta e Isola delle Femmine" ;
_ la Deliberazione di G.M. n. 178 del 28/11/2005, con la quale l'arch. Sandro D'Arpa è stato nominato, ai sensi della L.R. 7/2002, responsabile unico del procedimento, in sostituzione
dell'arch. Monica Giambruno, nominata giusta Deliberazione di G.M. n. 155 del 22/09/2005;
_ il verbale del 30/11/2005 con il quale il R.U.P. ed il Tecnico di supporto al R.U.P., ing. Luigi Bonuso, nominato con Deliberazione di G. m. n. 109 del 17/06/2005, hanno proceduto alla validazione del progetto di che trattasi, ai sensi dell'art. 47 del D.P.R. 554/99 in contraddittorio con i progettisti;
_ la Relazione Istruttoria del 30/11/2005 con la quale il R.U.P. ed il Tecnico di Supporto al R.U.P. dichiarano che il progetto di "Collegamento del sistema fognario comunale al depuratoreASI" è meritevole di approvazione, salvo gli ulteriori pareri da acquisire in Conferenza di Servizi;
_ l'Ordinanza n. 12 del 24/01/2007 del Delegato per l'emergenza bonifiche e la tutela delle acque in Sicilia con la quale è stato approvato, in deroga e modifica al P.A.R.F., il progetto indicato in oggetto, ai sensi dell'art. 5, comma 2 dell'O.P.C.M. 3136/2001 e s.m.i.;
_ il Decreto di finanziamento n. 313 del 10/04/2007, trasmesso Agenzia Regionale per i Rifiuti e leAcque, del progetto di cui trattasi con il seguente
_ Il contratto stipulato in data 23/04/2008 rep. 32384 registrato in Palermo il 23/04/2008 al n. 4546-1T, con la ditta Pietro Durante s.r.l. con sede in Santa Ninfa (Tp);
_ il successivo, con D.D.S. n. 329 del 31/07/2008, vistato dalla Ragioneria Centrale per l’Assessorato Regionale dei LL.PP. il 07/08/2008, veniva rideterminato il finanziamento al netto del ribasso ed IVA sul ribasso, per l’ importo complessivo di 1.089.132,63 con il seguente quadro economico:
A) Importo lavori a base d’asta € 701.123,94
Oneri sulla sicureza non soggetti a ribasso € 11.503,39
Totale lavori € 712.627,23 712.627,23
B) Somme a disposizione dell’ Amministrazione:
Per I.V.A. sui lavori 10% € 71.262,73
Per progettazione,direzione e sicurezza € 160.733,59
Per studio geologico € 25.000,00
Per indagini geognostiche € 5.000,00
Per studio geotecnico € 21.170,79
Per collaudo statico € 2.939,65
Per collaudo amministrativo € 2.932,16
Per responsabile unico del procedimento € 2.879,85
Allaccio ENEL € 3.000,00
Per spese gara € 12.000,00
Accertamenti e prove € 10.000,00
Adeguamento stazioni di sollevamento esistenti € 21.188,46
Per imprevisti € 38.398,07
SOMMANO 376.505,30
TOTALE PROGETTO 1.089.132,63
_ Il verbale di concreto inizio dei lavori;
_ La nota prot. 3125 del 19/02/2009 con la quale l’amministrazione chiede ai progettisti di prevedere alcune opere in variante al progetto approvato;
_ Vista la deliberazione di G.M. con la quale è stata approvata la perizia di variante e suppletiva redatta dai direttori dei lavori nel febbraio 2009 ai sensi dell’art. 25 comma 3 della LR 20/2007, assunta al protocollo di questo comune in data 27/02/2009 al n 3533 con i seguenti elaborati:
1. relazione tecnica;
2. planimetria d’intervanto;
3. profilo;
4. impianto stazione di sollevamento;
5. elenco prezzi;
6. analisi prezzi;
7. computo metrico estimativo;
8. quadro comparativo;
9. distinta spese tecniche;
10. schema atto di sottomissione;
_ Che la perizia di variante e suppletiva è stata redatta dai direttori dei lavori nel febbraio 2009 ai
sensi dell’art. 25 comma 3 della LR 20/2007, assunta al protocollo di questo comune in data
27/02/2009 al n 3533 con il seguente quadro economico:
A) Importo lavori a base d’asta € 717.072,43
Oneri sulla sicurezza non soggetti a ribasso € 11.790,26
Totale lavori 728.862,69
B) Somme a disposizione dell’ Amministrazione:
Per I.V.A. sui lavori 10% € 72.886,27
Per progettazione, sicurezza progettazione € 80.331,45
Per Direzione, sicurezza esecuz. e P.V.S € 97.261,99
Per studio geologico € 25.000,00
Per indagini geognostiche € 5.000,00
Per studio geotecnico € 19.927,38
Per collaudo statico € 2.939,65
Per collaudo amministrativo € 3.206,47
Per responsabile unico del procedimento € 3.927,28
Allaccio ENEL € 3.000,00
Per spese gara € 8.500,00
Accertamenti e prove € 1.370,85
Supporto R.U.P. € 17.172,93
Studio Specialistico € 18.360,00
Per economie € 1.385,67
SOMMANO 360.269,94
TOTALE PROGETTO 1.089.132,63
_ Vista la fattura n. 10 del 09/12/2009 dell’arch. Stefano Lucido relativa all’acconto delle competenze tecniche di direzione lavori misura e contabilità, per un importo complessivo pari ad 9.952,00 comprensivi di IVA ed oneri previdenziali;
_ Visto il DDS n. 504 del 19/11/2009 trasmesso a questo comune in data 14/12/2009 prot. 19689 con il quale sono state liquidate anche le somme relative alla superiore fattura;
DETERMINA
_ Di liquidare all’arch. Stefano Lucido con studio professionale in Trapani, via Riccardo Passaneto n. 42, p. IVA 01352420812 la fattura n. 10 del 09/12/2009 per la somma complessiva di 9.952,00 comprensivi di IVA ed oneri previdenziali;
_ Imputare la somma sul cap. 3407.2 residui passivi del corrente bilancio dove esiste un accantonamento di € 1.061.049,55.
_ IMP. 4401/2007.
_ di trasmettere copia del presente atto al responsabile del servizio finanziario per l’emissione del mandato di pagamento, da effettuare in favore dell’arch. Stefano Lucido mediante accreditamento della somma sul c/c bancario presso Agenzia Unicredit Banca di Trapani IBAN IT 52 Y 01020 16409 000300658652.
Parere di regolarità tecnica ai sensi dell’art. 49 del Dlgs.n° 267 del 18 agosto 2000.
Il Responsabile del Settore III
arch. Sandro D’Arpa
Visto di regolarità attestante la copertura finanziaria della presente determinazione, ai sensi dell’art. 49 del D. Lgs. N. 267 del 18/08/2000;
Il Responsabile del Servizio Finanziario
Rag. Biagio Fontanetta


Progetto delle opere relative al collegamento del sistema fognario comunale all'impianto di depurazione del Consorzio ASI nel territorio di Carini" - Liquidazione fattura n. 11 del 18/08/2009 - dott. Geol. Salvatore Sangiorgi.
Atto numero 19  del 21-12-2009
Tipo di Atto: DETERMINA SETTORE TECNICO MANUTENTIVO
Allegato: 19.pdf (52 kb) File con estensione pdf

COMUNE DI ISOLA DELLE FEMMINE
Provincia di Palermo
Settore III - Servizio II
LL.PP., Manutenzioni, Dlgs.626/1994, Protezione civile, Patrimonio
DETERMINAZIONE DEL RESPONSABILE DEL SETTORE V
N. 19 DEL 21/12/2009
Oggetto: "Progetto delle opere relative al collegamento del sistema fognario comunale all'impianto di depurazione del Consorzio ASI nel territorio di Carini” – Liquidazione fattura n. 11 del 18/08/2009 – dott. Geol. Salvatore Sangiorgi.
Premesso che:
_ con Del. G.M. n° 65 del 10 maggio 2001 è stato affidato l'incarico di progettazione delle opere di "Collegamento del sistema fognario comunale al depuratore del Consorzio ASI nel Comune di Carini" all'arch. Stefano Lucido e all'ing. Claudio Faranna;
_ il progetto di massima è stato approvato con Del. G.M. n° 48 del 15 marzo 2002;
_ con nota ns. prot. 496/PA23 del 09/11/2001 l'Ufficio per la tutela dei corpi idrici della regione siciliana ha comunicato l'assenso a procedere alla progettazione esecutiva del sistema di confluenza dei reflui del comune di Isola delle Femmine al sistema consortile a servizio dei comuni di Carini, Capaci, Torretta e dell'area industriale di Carini;
_ non essendo presente all'interno dell'Amministrazione personale professionalmente competente per la progettazione esecutiva, con deliberazione di G.M. n. 49 del 19/03/2004 è stato conferito l'incarico di progettazione esecutiva, DL, misura e contabilità, coordinamento per la sicurezza in fase di progettazione ed esecuzione, responsabilità dei lavori di "Collegamento del sistema fognario comunale al depuratore del Consorzio ASI nel Comune di Carini" all'arch. Stefano Lucido e all'ing. Claudio Faranna;
_ i professionisti hanno consegnato all'Amministrazione il progetto di "completamento del sistema fognario di collegamento a servizio del centro abitato I° stralcio (collettori di adduzione), che prevede l'importo complessivo di . 1.150.000,00, risultante dalla somma di . 767.931,30 per lavori e . 382.038,70 per somme a disposizione;
_ con Del. di C.C. n. 06 del 20/05/2005 è stata approvata la "variante al P.A.R.F. di questo Comune" prevedendo l'adduzione del refluo dell'agglomerato di Isola delle Femmine all'Impianto di depurazione ASI di Carini, attraverso un collettore della rete fognaria del Comune di Capaci;
_ con Ordinanza n. 12 del 24/01/2007 del Delegato per l'emergenza bonifiche e la tutela delle acque in Sicilia è stato approvato, in deroga ai PARF attualmente vigenti nei Comuni interessati, il progetto sopra menzionato, ai sensi dell'art, 5, comma 2 dell'O.P.C.M. 3136/2001 e s.m.i.;
_ con delibera di G.M. n. 75 del 16/07/2007 sono state approvate le condizioni del Decreto di finanziamento n. 313 del 10/04/2007, messo dall'Agenzia Regionale per i rifiuti e le acque;
Considerato che il finanziamento ottenuto permette la realizzazione dell'opera la quale risulta inserita nel programma triennale delle OO.PP. nonché nella lista annuale;
Visti:
Il progetto originario redatto dall’ Arch. Stefano Lucido e dall’ Ing. Claudio Faranna ed approvato dal Commissario delegato per l’ emergenza bonifiche e la tutela delle acque in Sicilia con Ordinanza n° 12 del 24/01/2007, per un importo complessivo di euro 1.150.000,00, con il seguente quadro economico:
A) Importo lavori a base d’asta € 759.458,91
Oneri sulla sicureza non soggetti a ribasso € 11.502,39
Totale lavori 767.961,30
B) Somme a disposizione dell’ Amministrazione:
Per I.V.A. sui lavori 10% € 76.796,13
Per progettazione, direzione e sicurezza € 160.733,59
Per studio geologico € 25.000,00
Per indagini geognostiche € 5.000,00
Per studio geotecnico € 21.170,79
Per collaudo statico € 2.939,65
Per collaudo amministrativo € 2.932,16
Per responsabile unico del procedimento € 2.879,85
Allaccio ENEL € 3.000,00
Per spese gara € 12.000,00
Accertamenti e prove € 10.000,00
Adeguamento stazioni di sollevamento esistenti € 21.188,46
Per imprevisti € 38.398,07
SOMMANO 382.038,70
TOTALE PROGETTO 1.150.000,00
_ la Deliberazione di C.C. n. 38 del 13/09/2004 con la quale è stato approvato lo "schema dello
Statuto della Società Consortile "ASICOM" per la gestione dell'impianto di depurazione consortile a servizio dell'agglomerato industriale di Carini e i Comuni di Carini, Capaci, Torretta e Isola delle Femmine" ;
_ la Deliberazione di G.M. n. 178 del 28/11/2005, con la quale l'arch. Sandro D'Arpa è stato nominato, ai sensi della L.R. 7/2002, responsabile unico del procedimento, in sostituzione dell'arch. Monica Giambruno, nominata giusta Deliberazione di G.M. n. 155 del 22/09/2005;
_ il verbale del 30/11/2005 con il quale il R.U.P. ed il Tecnico di supporto al R.U.P., ing. Luigi Bonuso, nominato con Deliberazione di G. m. n. 109 del 17/06/2005, hanno proceduto alla validazione del progetto di che trattasi, ai sensi dell'art. 47 del D.P.R. 554/99 in contraddittorio con i progettisti;
_ la Relazione Istruttoria del 30/11/2005 con la quale il R.U.P. ed il Tecnico di Supporto al R.U.P. dichiarano che il progetto di "Collegamento del sistema fognario comunale al depuratore ASI" è meritevole di approvazione, salvo gli ulteriori pareri da acquisire in Conferenza di Servizi;
_ l'Ordinanza n. 12 del 24/01/2007 del Delegato per l'emergenza bonifiche e la tutela delle acque in Sicilia con la quale è stato approvato, in deroga e modifica al P.A.R.F., il progetto indicato in oggetto, ai sensi dell'art. 5, comma 2 dell'O.P.C.M. 3136/2001 e s.m.i.;
_ il Decreto di finanziamento n. 313 del 10/04/2007, trasmesso Agenzia Regionale per i Rifiuti e le Acque, del progetto di cui trattasi con il seguente
_ Il contratto stipulato in data 23/04/2008 rep. 32384 registrato in Palermo il 23/04/2008 al n. 4546- 1T, con la ditta Pietro Durante s.r.l. con sede in Santa Ninfa (Tp);
_ il successivo, con D.D.S. n. 329 del 31/07/2008, vistato dalla Ragioneria Centrale per l’Assessorato Regionale dei LL.PP. il 07/08/2008, veniva rideterminato il finanziamento al netto del ribasso ed IVA sul ribasso, per l’ importo complessivo di 1.089.132,63 con il seguente quadro economico:
A) Importo lavori a base d’asta € 701.123,94
Oneri sulla sicureza non soggetti a ribasso € 11.503,39
Totale lavori € 712.627,23 712.627,23
B) Somme a disposizione dell’ Amministrazione:
Per I.V.A. sui lavori 10% € 71.262,73
Per progettazione,direzione e sicurezza € 160.733,59
Per studio geologico € 25.000,00
Per indagini geognostiche € 5.000,00
Per studio geotecnico € 21.170,79
Per collaudo statico € 2.939,65
Per collaudo amministrativo € 2.932,16
Per responsabile unico del procedimento € 2.879,85
Allaccio ENEL € 3.000,00
Per spese gara € 12.000,00
Accertamenti e prove € 10.000,00
Adeguamento stazioni di sollevamento esistenti € 21.188,46
Per imprevisti € 38.398,07
SOMMANO 376.505,30
TOTALE PROGETTO 1.089.132,63
_ Il verbale di concreto inizio dei lavori;
_ La nota prot. 3125 del 19/02/2009 con la quale l’amministrazione chiede ai progettisti di prevedere alcune opere in variante al progetto approvato;
_ Vista la deliberazione di G.M. con la quale è stata approvata la perizia di variante e suppletiva redatta dai direttori dei lavori nel febbraio 2009 ai sensi dell’art. 25 comma 3 della LR 20/2007, assunta al protocollo di questo comune in data 27/02/2009 al n 3533 con i seguenti elaborati:
1. relazione tecnica;
2. planimetria d’intervanto;
3. profilo;
4. impianto stazione di sollevamento;
5. elenco prezzi;
6. analisi prezzi;
7. computo metrico estimativo;
8. quadro comparativo;
9. distinta spese tecniche;
10. schema atto di sottomissione;
_ Che la perizia di variante e suppletiva è stata redatta dai direttori dei lavori nel febbraio 2009 ai
sensi dell’art. 25 comma 3 della LR 20/2007, assunta al protocollo di questo comune in data
27/02/2009 al n 3533 con il seguente quadro economico:
A) Importo lavori a base d’asta € 717.072,43
Oneri sulla sicurezza non soggetti a ribasso € 11.790,26
Totale lavori 728.862,69
B) Somme a disposizione dell’ Amministrazione:
Per I.V.A. sui lavori 10% € 72.886,27
Per progettazione, sicurezza progettazione € 80.331,45
Per Direzione, sicurezza esecuz. e P.V.S € 97.261,99
Per studio geologico € 25.000,00
Per indagini geognostiche € 5.000,00
Per studio geotecnico € 19.927,38
Per collaudo statico € 2.939,65
Per collaudo amministrativo € 3.206,47
Per responsabile unico del procedimento € 3.927,28
Allaccio ENEL € 3.000,00
Per spese gara € 8.500,00
Accertamenti e prove € 1.370,85
Supporto R.U.P. € 17.172,93
Studio Specialistico € 18.360,00
Per economie € 1.385,67
SOMMANO 360.269,94
TOTALE PROGETTO 1.089.132,63
_ Vista la delibera di G.M. con la quale è stato affidato l’incarico dello studio geologico tecnico
a supporto del progetto in oggetto al dott. Geol. Salvatore Sangiorgi;
_ Vista la fattura n. 11 del 10/08/2009 del dott. Geol. Salvatore Sangiorgi relativa alle competenze
tecniche inerenti lo studio geologico tecnico a supporto del progetto in oggetto, per un
importo complessivo pari ad € 24.880,00 comprensivi di IVA ed oneri previdenziali;
_ Visto il DDS n. 504 del 19/11/2009 trasmesso a questo comune in data 14/12/2009 prot. 19689
con il quale sono state liquidate anche le somme relative alla superiore fattura;
DETERMINA
_ Di liquidare al dott. Salvatore Sangiorgi con studio professionale in Cammarata, via Via Roma,
22, p. IVA 00264630849 la fattura n. 11 del 10/08/2009 per la somma complessiva di € 24.880,00
comprensivi di IVA ed oneri previdenziali;
_ Imputare la somma sul cap. 3407.2 residui passivi del corrente bilancio dove esiste un
accantonamento di € 1.061.049,55.
_ IMP. 4401/2007.
_ di trasmettere copia del presente atto al responsabile del servizio finanziario per l’emissione del
mandato di pagamento, da effettuare in favore dell’arch. Stefano Lucido mediante
accreditamento della somma sul c/c bancario presso Banco di Sicilia agenzia di San Giovanni
Gemini (Ag) IBAN IT 94 U01020 83120 000300322947.
Parere di regolarità tecnica ai sensi dell’art. 49 del Dlgs.n° 267 del 18 agosto 2000.
Il Responsabile del Settore III
arch. Sandro D’Arpa
Visto di regolarità attestante la copertura finanziaria della presente determinazione, ai sensi
dell’art. 49 del D. Lgs. N. 267 del 18/08/2000;
Il Responsabile del Servizio Finanziario
Rag. Biagio Fontanetta


Progetto delle opere relative al collegamento del sistema fognario comunale all'impianto di depurazione del Consorzio ASI nel territorio di Carini" - Liquidazione fattura n. 27 del 13/10/2009 - ing. Vincenzo Granata
Atto numero 20  del 21-12-2009
Tipo di Atto: DETERMINA SETTORE TECNICO MANUTENTIVO
Allegato: 20.pdf (52 kb) File con estensione pdf


"Progetto delle opere relative al collegamento del sistema fognario comunale all'impianto di depurazione del Consorzio ASI nel territorio di Carini" - Liquidazione fattura n. 01 del 23/01/2010 - arch. Stefano Lucido.
Atto numero 8  del 01-02-2010
Tipo di Atto: DETERMINA SETTORE TECNICO MANUTENTIVO
Allegato: DET. 008.10 MANUTENZIONE.pdf (61 kb) File con estensione pdf

"Progetto delle opere relative al collegamento del sistema fognario comunale all'impianto di depurazione del Consorzio ASI nel territorio di Carini" - Liquidazione fattura n. 02 del 03/03/2010 - arch. Stefano Lucido.
Atto numero 26  del 19-03-2010
Tipo di Atto: DETERMINA SETTORE TECNICO MANUTENTIVO
Allegato: DET. 026.10 MANUTENZIONE.pdf (61 kb) File con estensione pdf

"Progetto delle opere relative al collegamento del sistema fognario comunale all'impianto di depurazione del Consorzio ASI nel territorio di Carini" - Rimborso spese per compenso assistente alla direzione dei lavori - fattura n° 03 dell'8/02
Atto numero 34  del 31-03-2010
Tipo di Atto: DETERMINA SETTORE TECNICO MANUTENTIVO
Allegato: DET. 034.10 MANUTENZIONE.pdf (59 kb)  alt="File con estensione pdf" v:shapes="_x0000_i1032">

COMUNE DI ISOLA DELLE FEMMINE
Provincia di Palermo
Settore V - Servizio I
DETERMINAZIONE DEL RESPONSABILE DEL SETTORE V
N. 34 DEL 31/03/2010
Oggetto: "Progetto delle opere relative al collegamento del sistema fognario comunale all'impianto di
depurazione del Consorzio ASI nel territorio di Carini” – Rimborso spese per compenso assistente
alla direzione dei lavori – fattura n° 03 dell’8/02/2010 dell’Arch. Stefano Lucido.
Premesso che:
_ con Del. G.M. n° 65 del 10 maggio 2001 è stato affidato l'incarico di progettazione delle opere di
"Collegamento del sistema fognario comunale al depuratore del Consorzio ASI nel Comune di Carini" all'arch. Stefano Lucido e all'ing. Claudio Faranna;
_ il progetto di massima è stato approvato con Del. G.M. n° 48 del 15 marzo 2002;
_ con nota ns. prot. 496/PA23 del 09/11/2001 l'Ufficio per la tutela dei corpi idrici della regione siciliana ha
comunicato l'assenso a procedere alla progettazione esecutiva del sistema di confluenza dei reflui del comune di Isola delle Femmine al sistema consortile a servizio dei comuni di Carini, Capaci, Torretta e dell'area industriale di Carini;
_ non essendo presente all'interno dell'Amministrazione personale professionalmente competente per la
progettazione esecutiva, con deliberazione di G.M. n. 49 del 19/03/2004 è stato conferito l'incarico di progettazione esecutiva, DL, misura e contabilità, coordinamento per la sicurezza in fase di progettazione ed esecuzione, responsabilità dei lavori di "Collegamento del sistema fognario comunale al depuratore del Consorzio ASI nel Comune di Carini" all'arch. Stefano Lucido e all'ing. Claudio Faranna;
_ i professionisti hanno consegnato all'Amministrazione il progetto di "completamento del sistema fognario di collegamento a servizio del centro abitato I° stralcio (collettori di adduzione), che prevede l'importo complessivo di €. 1.150.000,00, risultante dalla somma di €. 767.931,30 per lavori e €. 382.038,70 per somme a disposizione;
_ con Del. di C.C. n. 06 del 20/05/2005 è stata approvata la "variante al P.A.R.F. di questo Comune" prevedendo l'adduzione del refluo dell'agglomerato di Isola delle Femmine all'Impianto di depurazione ASI di
Carini, attraverso un collettore della rete fognaria del Comune di Capaci;
_ con Ordinanza n. 12 del 24/01/2007 del Delegato per l'emergenza bonifiche e la tutela delle acque in Sicilia è stato approvato, in deroga ai PARF attualmente vigenti nei Comuni interessati, il progetto sopra menzionato, ai sensi dell'art, 5, comma 2 dell'O.P.C.M. 3136/2001 e s.m.i.;
_ con delibera di G.M. n. 75 del 16/07/2007 sono state approvate le condizioni del Decreto di finanziamento n. 313 del 10/04/2007, messo dall'Agenzia Regionale per i rifiuti e le acque;
Considerato che il finanziamento ottenuto permette la realizzazione dell'opera la quale risulta inserita nel
programma triennale delle OO.PP. nonché nella lista annuale;
Visti:
Il progetto originario redatto dall’ Arch. Stefano Lucido e dall’ Ing. Claudio Faranna ed approvato dal Commissario delegato per l’ emergenza bonifiche e la tutela delle acque in Sicilia con Ordinanza n° 12 del 24/01/2007, per un importo complessivo di euro € 1.150.000,00, con il seguente quadro economico:
A) Importo lavori a base d’asta € 759.458,91
Oneri sulla sicureza non soggetti a ribasso € 11.502,39
Totale lavori 767.961,30
B) Somme a disposizione dell’ Amministrazione:
Per I.V.A. sui lavori 10% € 76.796,13
Per progettazione, direzione e sicurezza € 160.733,59
Per studio geologico € 25.000,00
Per indagini geognostiche € 5.000,00
Per studio geotecnico € 21.170,79
Per collaudo statico € 2.939,65
Per collaudo amministrativo € 2.932,16
Per responsabile unico del procedimento € 2.879,85
Allaccio ENEL € 3.000,00
Per spese gara € 12.000,00
Accertamenti e prove € 10.000,00
Adeguamento stazioni di sollevamento esistenti € 21.188,46
Per imprevisti € 38.398,07
SOMMANO 382.038,70
TOTALE PROGETTO 1.150.000,00
_ la Deliberazione di C.C. n. 38 del 13/09/2004 con la quale è stato approvato lo "schema dello Statuto della Società Consortile "ASICOM" per la gestione dell'impianto di depurazione consortile a servizio dell'agglomerato industriale di Carini e i Comuni di Carini, Capaci, Torretta e Isola delle Femmine" ;
_ la Deliberazione di G.M. n. 178 del 28/11/2005, con la quale l'arch. Sandro D'Arpa è stato nominato, ai sensi della L.R. 7/2002, responsabile unico del procedimento, in sostituzione dell'arch. Monica Giambruno, nominata giusta Deliberazione di G.M. n. 155 del 22/09/2005;
_ il verbale del 30/11/2005 con il quale il R.U.P. ed il Tecnico di supporto al R.U.P., ing. Luigi Bonuso, nominato con Deliberazione di G. m. n. 109 del 17/06/2005, hanno proceduto alla validazione del progetto di che trattasi, ai sensi dell'art. 47 del D.P.R. 554/99 in contraddittorio con i progettisti;
_ la Relazione Istruttoria del 30/11/2005 con la quale il R.U.P. ed il Tecnico di Supporto al R.U.P. dichiarano che il progetto di "Collegamento del sistema fognario comunale al depuratore ASI" è meritevole di approvazione, salvo gli ulteriori pareri da acquisire in Conferenza di Servizi;
_ l'Ordinanza n. 12 del 24/01/2007 del Delegato per l'emergenza bonifiche e la tutela delle acque in Sicilia con la quale è stato approvato, in deroga e modifica al P.A.R.F., il progetto indicato in oggetto, ai sensi dell'art. 5, comma 2 dell'O.P.C.M. 3136/2001 e s.m.i.;
_ il Decreto di finanziamento n. 313 del 10/04/2007, trasmesso Agenzia Regionale per i Rifiuti e le Acque, del progetto di cui trattasi con il seguente
_ Il contratto stipulato in data 23/04/2008 rep. 32384 registrato in Palermo il 23/04/2008 al n. 4546-1T, con la ditta Pietro Durante s.r.l. con sede in Santa Ninfa (Tp);
_ il successivo, con D.D.S. n. 329 del 31/07/2008, vistato dalla Ragioneria Centrale per l’Assessorato Regionale dei LL.PP. il 07/08/2008, veniva rideterminato il finanziamento al netto del ribasso ed IVA sul ribasso, per l’ importo complessivo di € 1.089.132,63 con il seguente quadro economico:
A) Importo lavori a base d’asta € 701.123,94
Oneri sulla sicureza non soggetti a ribasso € 11.503,39
Totale lavori € 712.627,23 712.627,23
B) Somme a disposizione dell’ Amministrazione:
Per I.V.A. sui lavori 10% € 71.262,73
Per progettazione,direzione e sicurezza € 160.733,59
Per studio geologico € 25.000,00
Per indagini geognostiche € 5.000,00
Per studio geotecnico € 21.170,79
Per collaudo statico € 2.939,65
Per collaudo amministrativo € 2.932,16
Per responsabile unico del procedimento € 2.879,85
Allaccio ENEL € 3.000,00
Per spese gara € 12.000,00
Accertamenti e prove € 10.000,00
Adeguamento stazioni di sollevamento esistenti € 21.188,46
Per imprevisti € 38.398,07
SOMMANO 376.505,30
TOTALE PROGETTO 1.089.132,63
_ Il verbale di concreto inizio dei lavori;
_ La nota del 29/10/2009 introitata al protocollo di questo Comune la n° 13147 con la quale i direttori dei lavori nominano assistente di cantiere l’Ing. Pietro Riso, iscritto all’Ordine degli Ingegneri della provincia di Palermo al n° 4562;
_ La nota prot. 3125 del 19/02/2009 con la quale l’amministrazione chiede ai progettisti di prevedere alcune opere in variante al progetto approvato;
_ Vista la deliberazione di G.M. con la quale è stata approvata la perizia di variante e suppletiva redatta dai direttori dei lavori nel febbraio 2009 ai sensi dell’art. 25 comma 3 della LR 20/2007, assunta al protocollo di questo comune in data 27/02/2009 al n 3533 con i seguenti elaborati:
1. relazione tecnica;
2. planimetria d’intervanto;
3. profilo;
4. impianto stazione di sollevamento;
5. elenco prezzi;
6. analisi prezzi;
7. computo metrico estimativo;
8. quadro comparativo;
9. distinta spese tecniche;
10. schema atto di sottomissione;
_ Che la perizia di variante e suppletiva è stata redatta dai direttori dei lavori nel febbraio 2009 ai sensi dell’art. 25 comma 3 della LR 20/2007, assunta al protocollo di questo comune in data 27/02/2009 al n 3533 con il seguente quadro economico:
A) Importo lavori a base d’asta € 717.072,43
Oneri sulla sicurezza non soggetti a ribasso € 11.790,26
Totale lavori 728.862,69
B) Somme a disposizione dell’ Amministrazione:
Per I.V.A. sui lavori 10% € 72.886,27
Per progettazione, sicurezza progettazione € 80.331,45
Per Direzione, sicurezza esecuz. e P.V.S € 97.261,99
Per studio geologico € 25.000,00
Per indagini geognostiche € 5.000,00
Per studio geotecnico € 19.927,38
Per collaudo statico € 2.939,65
Per collaudo amministrativo € 3.206,47
Per responsabile unico del procedimento € 3.927,28
Allaccio ENEL € 3.000,00
Per spese gara € 8.500,00
Accertamenti e prove € 1.370,85
Supporto R.U.P. € 17.172,93
Studio Specialistico € 18.360,00
Per economie € 1.385,67
SOMMANO 360.269,94
TOTALE PROGETTO 1.089.132,63
_ Vista la fattura n. 03 dell’8/02/2010 al nostro prot. 1958 del 10/02/2010 dell’arch. Stefano Lucido relativa un acconto per rimborso spese assistenza Direttore dei lavori, per un importo complessivo pari ad € 8.337,45 comprensivi di IVA ed oneri previdenziali;
_ Visto il DDS n. 504 del 19/11/2009 trasmesso a questo comune in data 14/12/2009 prot. 19689 con il quale sono state liquidate anche le somme relative alla superiore fattura;
DETERMINA
_ Di liquidare all’arch. Stefano Lucido con studio professionale in Trapani, via Riccardo Passaneto n. 42, p. IVA XXXXXXXXXXXXXXXXXX la fattura n. 03 dell’8/02/2010 per la somma complessiva di € 8.337,45 comprensivi di IVA ed oneri previdenziali;
_ Imputare la somma sul cap. 3407.2 residui passivi del corrente bilancio dove esiste il necessario accantonamento.
_ IMP. 4401/2007.
_ di trasmettere copia del presente atto al responsabile del servizio finanziario per l’emissione del mandato di pagamento, da effettuare in favore dell’arch. Stefano Lucido mediante accreditamento della somma sul c/c bancario presso Agenzia XXXXXXXXXXXXXt Banca di XXXXXXXXX IBAN XXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXX.
Parere di regolarità tecnica ai sensi dell’art. 49 del Dlgs.n° 267 del 18 agosto 2000.
Il Responsabile del Settore III
arch. Sandro D’Arpa
Visto di regolarità attestante la copertura finanziaria della presente determinazione, ai sensi dell’art. 49 del D. Lgs.
N. 267 del 18/08/2000;
Il Responsabile del Servizio Finanziario
Rag. Biagio Fontanetta


Progetto delle opere relative al collegamento del sistema fognario comunale all'impianto di depurazione del Consorzio ASI nel territorio di Carini. Revoca determina n.54/10 e liquidazione saldo Ing. Rizzari Gianni.
Atto numero 65  del 24-06-2010
Tipo di Atto: DETERMINA SETTORE TECNICO MANUTENTIVO
Allegato: DETERMINA N.065 V settore.pdf (139 kb) File con estensione pdf

Progetto delle opere relative al collegamento del sistema fognario comunale all'impianto di depurazione del Consorzio ASI nel territorio di Carini - Liquidazione acconto competenze supporto RUP
Atto numero 3  del 13-01-2011
Tipo di Atto: DETERMINA SETTORE TECNICO MANUTENTIVO
Allegato: DET. 03.11 MANUTENZIONE.pdf (307 kb)  alt="File con estensione pdf" v:shapes="_x0000_i1034">


Progetto delle opere relative al collegamento del sistema fognario comunale all'impianto di depurazione del Consorzio ASI nel territorio di Carini" - Liquidazione acconto pari al 90% per competenze supporto Rup.CUP E63C7000000005 CIG 00743614A2
Atto numero 143  del 21-09-2011
Tipo di Atto: DETERMINA SETTORE TECNICO MANUTENTIVO
Allegato: det.143 - 5settore.pdf (370 kb)  alt="File con estensione pdf" v:shapes="_x0000_i1035">

Progetto delle opere relative al collegamento del sistema fognario comunale all'impianto di depurazione del Consorzio ASI nel territorio di Carini" - Liquidazione fattura n. 13 del 25/09/2012 - arch. Stefano Lucido. Saldo
Atto numero 90  del 04-10-2012
Tipo di Atto: DETERMINA SETTORE TECNICO MANUTENTIVO
Allegato: determina del 5 Settore n.90.pdf (78 kb) ' alt="File con estensione pdf" v:shapes="_x0000_i1036">


"Progetto delle opere relative al collegamento del sistema fognario comunale all'impianto di depurazione del Consorzio ASI nel territorio di Carini" - Integrazione determinazione del responsabile del V Settore n. 90 del giorno 04/10/2012.
Atto numero 103  del 26-10-2012
Tipo di Atto: DETERMINA SETTORE TECNICO MANUTENTIVO
Allegato: determina 5 Settore n.103.pdf (53 kb) File con estensione pdf

COMUNE DI ISOLA DELLE FEMMINE
Provincia di Palermo
DETERMINAZIONE DEL CAPO DEL SETTORE 5° - TECNICO-MANUTENTIVO
N. 103 DEL 26/10/2012
Oggetto: “Progetto delle opere relative al collegamento del sistema fognario comunale all’impianto di depurazione del Consorzio ASI nel territorio di Carini” - Integrazione determinazione del responsabile del V Settore n. 90 del giorno 04/10/2012.
IL RESPONSABILE DEL SETTORE
Premesso che:
_ con Determinazione del Responsabile del Settore n. 90 del giorno 04/10/2012 è stata liquidata all'arch. Stefano Lucido con studio professionale in Trapani, via Riccardo Passaneto n. 42, p. IVA 01352420812 la fattura n. 13 del 27/09/20121 per la somma complessiva di € 5.306,86 comprensivi di IVA ed oneri previdenziali;
_ Con nota prot. 14055 del 19/10/2012 l'arch. Stefano Lucido ha trasmesso le note di credito relative alle fatture n. 12 e 13 del 18/10/2012;
_ In data 19/10/2012 l'arch. Stefano Lucido, con nota introitata al protocollo di questo Comune al n. 14057, ha informato che con Atto del Notaio Aldo Antonino Piazza in Trapani il giorno 14/12/2009 la società Pa.Vi.Si. di Lucido Stefano e c, si è trasformata in società "L.&I Consulting Engeneering srl", e che con atto del giorno 05/06/2012 sono state cedute le quote a quest’ultima;
_ Nella medesima nota vengono trasmette le fatture n. 1 e n. 2 relative ai lavori in oggetto;
_ Preso atto delle dichiarazioni sulla regolarità contributiva;
_ Tutto ciò premesso
DETERMINA
_ Di modificare, alla luce di quanto sopra specificato, la determinazione n. 90 del giorno 04/10/2012 di liquidazione all'arch. Stefano Lucido con studio professionale in Trapani, via Riccardo Passaneto n. 42, p. IVA 01352420812 la fattura n. 13 del 27/09/20121 per la somma complessiva di € 5.306,86 comprensivi di IVA ed oneri previdenziali, accogliendo la nota di credito n.2 del 18/010/2012 relativa alla fattura n. 13 del 27/09/2012;
_ Liquidare alla società L. & I Consulting Engineering srl con studio professionale in Trapani, via Riccardo Passaneto n. 42, p. IVA 02320650811 la fattura n. 2 del 16/10/2012 per la somma complessiva di € 5.102,75 comprensivi di IVA;
_ Imputare la somma sul cap. 3407.2 residui passivi del corrente bilancio dove esiste il necessario accantonamento.
_ IMP. 4401/2007.
_ di trasmettere copia del presente atto al responsabile del servizio finanziario per l'emissione del mandato di pagamento, da effettuare in favore della società L. & I Consulting Engineering srl con studio professionale in Trapani, via Riccardo Passaneto n. 42, p. IVA 02320650811 mediante accreditamento della somma sul c/c bancario presso BBC di Paceco Senatore Pietro Grammatico, Codice IBAN: IT 03 L 08712 81890 00000 0084557.
Il Responsabile del Settore V
arch. Sandro D'Arpa


Progetto delle opere relative al collegamento del sistema fognario comunale all'impianto di depurazione del Consorzio ASI nel territorio di Carini. Liquidazione saldo pari al 10% per competenze supporto RUP - Codice CUP E63CO000000005. - CIG 00743614A2.
Atto numero 22  del 19-07-2013
Tipo di Atto: DETERMINA SETTORE TECNICO MANUTENTIVO




Corruzione e turismo, avviso di garanzia per Nino Durante e David Costa


La Procura di Marsala sta indagando sulla «pioggia miliardaria» che doveva servire a finanziare la creazione in provincia di una moderna attività turistico ricettiva. Con l’ ipotesi di truffa è stato operato ai primi di gennaio già un sequestro, destinatario il gruppo «Desi Immobiliare» di Castelvetrano a proposito di un residence alberghiero sorto tra le case del borgo marinaro di Selinunte.
Adesso, per un altro investimento immobiliare, l’ipotesi di reato è quello della corruzione e avvisi di garanzia sono stati notificati all’imprenditore di Santa Ninfa Nino Durante e all’ex deputato regionale dell’Udc David Costa. In questi giorni la Procura ha deciso una proroga delle indagini ed ha dato avviso agli indagati. 

Secondo gli investigatori una sorta di «regia» avrebbe potuto «pilotare» alcuni dei finanziamenti destinati al contratto di programma «Trapani Turismo» finanziato dal ministero dello Sviluppo Economico e delle Attività Produttive, un progetto imprenditoriale che risale al 2001, per il quale venne creato attraverso l’adesione di 35 aziende, il «consorzio turistico trapanese», nato all’interno di Assindustria e che aveva la sua sede a Castelvetrano, con un cda che era presieduto dall’attuale vice presidente della Provincia Peppe Poma, amministratore delegato il castelvetranese Giovanni Cascio. A favore del consorzio il Cipe deliberò una spesa di 166 miliardi di lire, per la realizzazione di 4 mila posti letto e l’occupazione di un migliaio di persone.

Una inchiesta quella che coinvolge l’ex parlamentare ed assessore regionale David Costa e l’imprenditore belicino Nino Durante, che avrebbe anche un terzo indagato, l’imprenditore trapanese Nino Birrittella che delle vicende dei finanziamenti giunti al consorzio turistico avrebbe parlato nel corso dei suoi interrogatori resi alla Dda di Palermo dopo il suo arresto per mafia che risale al novembre 2005, successivamente si è aperta una fase di collaborazione che ha fatto emergere il contesto mafioso-imprendiotoriale esistente nel trapanese. Le vicende per le quali non c’è la partecipazione di Cosa Nostra, sono state trasmesse dalla Dda di Palermo per competenza alle procure di Trapani e Marsala, la presunta corruzione dell’on. Costa sarebbe una delle indagini in corso.

Quella che si abbatte sull’ex parlamentare centrista marsalese è una seconda indagine, dopo quella per concorso esterno che nel processo in primo grado si è conclusa con una assoluzione, anche se la Procura di Palermo ha presentato appello.



SOSPETTI SU ALCUNI APPALTI ANAS
14 marzo 2001
Palermo. La Guardia di Finanza della città ha eseguito 18 dei 22 ordini di custodia cautelare emessi su disposizione del gip di Palermo Fabio Licata. L’inchiesta si riferisce agli appalti, pilotati da Cosa Nostra, per la realizzazione e la manutenzione di numerose strade siciliane. Sono finiti in manette: l’Ing. Nello Vadalà, Stefano Schimmenti, Gaetano Achimmenti, Giovanni Tosto, Salvatore Tosto, Calogero Orlando, Pietro Bologna, Giuseppe Arancione, Vincenzo Cataldo, Francesco Ingoia, Antonino Durante, Salvatore Tuttolomondo, Giacomo Ferrara, Alberto Pipia. Disposti gli arresti domiciliari da parte del Gip anche per quattro dipendenti Anas: Angelo Bulone, Salvatore Tomasino, Luigi Buonincontro, Giuseppe Croce. Indagati anche altri dipendenti Anas: Giacomo Agileri, Maurizio Schirru, Raffaele Fonte accusati di concorso esterno in associazione mafiosa e associazione per delinquere finalizzata alla turbativa d’asta. Dalle intercettazioni ambientali, tra cui una microspia collocata nello studio dell’Ingegner Vadalà, sarebbe emerso, secondo il pm De Lucia, che <>. L’ingegnere, Santo Schimmenti e Salvatore Tosto avrebbero agito grazie all’aiuto del geometra Giuseppe Lipari, il successore di Angelo Siino. <>. Del ruolo giocato da Lipari ha parlato anche Giovanni Brusca che confessa di avere procurato lui i danneggiamenti all’impresa di Vadalà. <>. Il filo che lega questa indagine alle coop rosse è legato a Stefano Pontesino (tornato in libertà per decorrenza dei termini di custodia cautelare). Di lui avrebbe parlato anche il collaboratore di giustizia Mario Di Natale che l’ha citato come titolare di aziende interessate al controllo delle opere dell’Anas. <>. <>.      
                                                           Lorenzo Baldo


AVVISO DI GARANZIA PER DAVIDE DURANTE, EX PRESIDENTE DI CONFINDUSTRIA TRAPANI



L’ex presidente di Confindustria Trapani, Davide Durante, è indagato dalla Procura di Marsala per evasione fiscale. Da una verifica incrociata condotta dalla Guardia di Finanza, risulta che la società “Pietro Durante”, azienda operante nel settore stradale e dell’edilizia, anche pubblica, avrebbe omesso il pagamento della ritenuta d’acconto per un importo di oltre sessantamila euro. Stessa contestazione, su un ammontare di 75.500 euro, è mossa anche all'imprenditore alcamese Salvatore Calvaruso, 59enne, titolare del “Centro medico Fkt Calvaruso srl” con sede a Marsala. A coordinare l'indagine, condotta dalla sezione di polizia giudiziaria della Guardia di finanza presso la Procura di Marsala, sono stati il procuratore Alberto Di Pisa e il pubblico ministero Nicola Scalabrini. La notifica dell’avviso di garanzia, emesso dalla Procura lilibetana, nei confronti dell’ex presidente di Confindustria Trapani, è giunta dopo un’indagine su una presunta evasione fiscale relativa alla società di capitale “Pietro Durante” di Santa Ninfa, della quale Davide Durante è il legale rappresentante. Secondo l’accusa, non sarebbero state versate, entro i termini previsti dalla normativa, le ritenute d’acconto risultanti dalle certificazioni rilasciate ai sostituti d’imposta per un ammontare complessivo di quasi 65 mila euro. L’irregolarità, relativa al 2009, si evincerebbe dal modello 770/2010. I dati commerciali relativi all’ultimo bilancio depositato dalla ditta Pietro Durante S.R.L. corrispondente all’anno 2011 registrano un aumento del fatturato, rispetto al 2009, del 53,27%. Visionando il sito della società si legge “Il risultato netto ottenuto da Pietro Durante S.R.L. durante il 2011, dopo gli oneri finanziari, le tasse e gli ammortamenti è aumentato del 108.58% rispetto a 2009”, affermando con ciò che gli oneri finanziari sono stati rispettati. L’avv. Davide Durante, 50 anni, nato ad Erice il 24 novembre del 1962, dopo gli studi, si è occupato dell’amministrazione delle imprese di famiglia, operanti tutte nel settore dell’edilizia ed in settori connessi. Dal 2000 al 2002 ha ricoperto l’incarico di vice presidente del Consiglio di amministrazione di FederFidi Sicilia, Federazione regionale dei Consorzi Fidi, e dal giugno 2007 è stato presidente di Confindustria Trapani, sino al 28 settembre 2012, quando si è dimesso dalla carica per candidarsi all’Ars nello schieramento che sosteneva Nello Musumeci, con la lista “Cantiere Popolare Musumeci Presidente”, raccogliendo circa 2200 preferenze. La famiglia Durante, con le proprie imprese, non è nuova ad indagini della Procura di Marsala, condotte dalla Guardia di Finanza. Nella notte del 13 marzo 2001, il fratello di Davide Durante, Nino, allora titolare di una delle imprese di famiglia a Santa Ninfa e presidente della Cetima, Cassa Edile di Trapani, venne arrestato per associazione a delinquere, dagli uomini della Guardia di Finanza. L’inchiesta riguardava appalti pilotati all’Anas. Secondo gli inquirenti, Antonino Durante avrebbe fornito in più di una occasione, “offerte di comodo’’all’imprenditore Stefano Potestio per partecipare a gare d’appalto. Quell’inchiesta, secondo l’allora procuratore Pietro Grasso, metteva in evidenza una “economia criminale che trae dai soldi pubblici linfa vitale”. Sempre il fratello, Nino Durante, venne coinvolto nel 2008 in un’altra indagine dalla Procura di Marsala, per contributi alle attività turistiche, in cui era anche indagato l’ex deputato di Marsala, David Costa. La vicenda in quel caso riguardava alcuni finanziamenti “pilotati” del contratto di programma “Trapani Turismo” finanziato dal Ministero dello Sviluppo Economico nel 2001.


Nessun commento: