L'informazione è il diffondere, il far conoscere quello che qualcuno non vuole che si sappia, il resto è solo propaganda. L'informazione è un diritto. L'informazione come possibilità di scelta.
Con il termine mafia si intende un sistema di potere esercitato attraverso l’uso della violenza e dell’intimidazione per il controllo del territorio, di commerci illegali e di attività economiche e imprenditoriali; è un potere che si presenta come alternativo a quello legittimo fondato sulle leggi e rappresentato dallo Stato.


Un sistema di contro-potere dunque (a volte chiamato anti-Stato proprio per questa sua caratteristica), con una gestione gerarchica e verticistica, basata su regole interne a loro volta fondate sull’uso della violenza e dell’intimidazione.


È questa la vostra politica? Se avete un minimo di cervello usate gli attributi per un confronto Sui programmi. Ma vedo che alla fine usate i soliti mezzucci utilizzando i soliti servi sciocchi meschini e accattoni per cercare di fermare le persone.
Bene sappiate che io vado avanti lo stesso a testa alta e con schiena dritta e che voi siete sot
tocontrollo.



"Bisogna sempre avere il coraggio delle proprie idee e non temere le conseguenze perché l’uomo è libero solo quando può esprimere il proprio pensiero senza piegarsi ai condizionamenti " (Charlie Chaplin).























giovedì 31 ottobre 2013

Tratta di minori contesi fra Africa e Europa la base operativa era a Palermo, sette arresti

Tratta di minori contesi fra Africa e Europa
la base operativa era a Palermo, sette arresti

La mente del gruppo era un norvegese, il regista dei traffici era uno svedese, ma la base operativa veniva curata da un'insospettabile olimpionica di vela, Larissa Moskalenko che da anni viveva in Sicilia: metteva a disposizione barche e anche un albergo
Tratta di minori contesi fra Africa e Europa la base operativa era a Palermo, sette arresti
Larissa Moskalenko 



Personaggio di spicco della banda era la Moskalenko, velista vincitrice del bronzo a Seul nel 1988. Da anni è imprenditrice nel settore dei charter nautici. Tra le barche che noleggiava c'era pure la Molla2, la barca dei figli dell'ex sindaco di Palermo Diego Cammarata e costata la condanna a tre anni dell'ex primo cittadino per aver fatto lavorare come skipper sull'imbarcazione un operaio della Gesip.  

Sarebbero quattro i sequestri accertati, di cui uno solo tentato. Le indagini sono partite  dall'incendio di un albergo, l'hotel Portorais di Villagrazia di Carini,


 appiccato nella notte tra il 28 e il 29 maggio del 2012, di proprietà del compagno della Moskalenko. Dalle conversazioni intercettate, i carabinieri hanno scoperto che la donna, secondo l'accusa, avrebbe fornito "un contributo concreto - mettendo a disposizione le proprie imbarcazioni, gli skipper di fiducia ed altri strumenti logistici - per l'organizzazione e la concreta esecuzione del rapimento e del trasporto clandestino di minori dal Nord Africa verso Paesi europei".

Nessun commento: