L'informazione è il diffondere, il far conoscere quello che qualcuno non vuole che si sappia, il resto è solo propaganda. L'informazione è un diritto. L'informazione come possibilità di scelta.
Con il termine mafia si intende un sistema di potere esercitato attraverso l’uso della violenza e dell’intimidazione per il controllo del territorio, di commerci illegali e di attività economiche e imprenditoriali; è un potere che si presenta come alternativo a quello legittimo fondato sulle leggi e rappresentato dallo Stato.


Un sistema di contro-potere dunque (a volte chiamato anti-Stato proprio per questa sua caratteristica), con una gestione gerarchica e verticistica, basata su regole interne a loro volta fondate sull’uso della violenza e dell’intimidazione.


È questa la vostra politica? Se avete un minimo di cervello usate gli attributi per un confronto Sui programmi. Ma vedo che alla fine usate i soliti mezzucci utilizzando i soliti servi sciocchi meschini e accattoni per cercare di fermare le persone.
Bene sappiate che io vado avanti lo stesso a testa alta e con schiena dritta e che voi siete sot
tocontrollo.



"Bisogna sempre avere il coraggio delle proprie idee e non temere le conseguenze perché l’uomo è libero solo quando può esprimere il proprio pensiero senza piegarsi ai condizionamenti " (Charlie Chaplin).























venerdì 5 settembre 2014

Regioni e Comuni, pareggio di bilancio

Regioni e Comuni, pareggio di bilancio

Stretta sui conti degli Enti locali nella bozza di decreto legge






Controlli stringenti sui conti di Regioni e Comuni, i cui Bilanci faranno parte con quello dello Stato centrale di un ''bilancio consolidato nazionale'', che dovra' centrare ''gli obiettivi di finanza pubblica''. Lo prevede la bozza della legge di attuazione del pareggio di bilancio in Costituzione, che l'ANSA puo' anticipare.




Il testo, in 22 articoli, è stato messo a punto oggi in una riunione tra Governo e maggioranza, e varrà presentato a breve in Senato dove comincerà il suo iter. Il disegno di legge è l'attuazione della Riforma dell'articolo 81 della Costituzione, approvato dalle Camere la scorsa primavera, secondo i dettami del Fiscal compact. Nella legge si introduce "il Bilancio consolidato nazionale" che sarà composto non solo dal Bilancio dello Stato centrale, bensì anche di quelli di tutte le Regioni, le Province e i Comuni. Questo implica non solo i controlli ex post sulla legittimità delle spese, da parte della Corte dei Conti, ma anche ex ante. Innanzi tutto la Legge di Stabilità (Finanziaria statale) determinerà in che modo i Bilanci delle Regioni e degli Enti locali "concorrono ad assicurare gli equilibri di bilanci" nel triennio. Inoltre ci sarà una "Fiscal commission", cioé un organismo indipendente che controllerà il Bilancio Statale e quelli Regionali. Qualcosa di analogo alla Cbo del Congresso degli Usa. La legge introduce dei criteri molto più stringenti nella definizione dei conti di Regioni, Province e Comuni che non potranno indebitarsi (articolo 11) a meno che tale ricorso sia per degli investimenti, che dovranno comunque avere un preciso piano di ammortamento. Inoltre Regioni ed Enti Locali dovranno partecipare allo sforzo di abbattimento dello stock del debito pubblico, contribuendo all'apposito "Fondo di ammortamento dei titoli di debito pubblico" (articolo 13). L'unico punto che resta ancora da definire è la composizione della Fiscal commission. 

BANKITALIA, PAREGGIO BILANCIO PER TUTTI ENTI P.A. - "Per un efficace controllo dei conti pubblici occorrerà declinare chiaramente il principio del pareggio di bilancio per ogni categoria di enti appartenenti alle Amministrazioni pubbliche". E' quanto chiede il vice direttore generale della Banca d'Italia Salvatori Rossi, secondo cui la "speding review deve proseguire".






http://www.televideo.rai.it/televideo/pub/articolo.jsp?id=13699#sthash.k7DrcKA4.dpuf











Regioni e Comuni, pareggio di bilancio

Nessun commento: