L'informazione è il diffondere, il far conoscere quello che qualcuno non vuole che si sappia, il resto è solo propaganda. L'informazione è un diritto. L'informazione come possibilità di scelta.
Con il termine mafia si intende un sistema di potere esercitato attraverso l’uso della violenza e dell’intimidazione per il controllo del territorio, di commerci illegali e di attività economiche e imprenditoriali; è un potere che si presenta come alternativo a quello legittimo fondato sulle leggi e rappresentato dallo Stato.


Un sistema di contro-potere dunque (a volte chiamato anti-Stato proprio per questa sua caratteristica), con una gestione gerarchica e verticistica, basata su regole interne a loro volta fondate sull’uso della violenza e dell’intimidazione.


È questa la vostra politica? Se avete un minimo di cervello usate gli attributi per un confronto Sui programmi. Ma vedo che alla fine usate i soliti mezzucci utilizzando i soliti servi sciocchi meschini e accattoni per cercare di fermare le persone.
Bene sappiate che io vado avanti lo stesso a testa alta e con schiena dritta e che voi siete sot
tocontrollo.



"Bisogna sempre avere il coraggio delle proprie idee e non temere le conseguenze perché l’uomo è libero solo quando può esprimere il proprio pensiero senza piegarsi ai condizionamenti " (Charlie Chaplin).























mercoledì 8 ottobre 2014

"LA PLASTICA FACCIALE PER FUGGIRE" MESSICATI VITALE TORNA IN CELLA

"LA PLASTICA FACCIALE PER FUGGIRE"

MESSICATI VITALE TORNA IN CELLA


MERCOLEDÌ 08 OTTOBRE
2014 - 07:55 DI RICCARDO
LO VERSO



Operazione dei carabinieri di Palermo. Il pericolo di fuga e le nuove contestazioni hanno fatto scattare l'arresto del presunto capomafia di Villabate. Era stato scarcerato per decorrenza dei termini di custodia cautelare. Il pentito Antonio Zarcone ne ha tracciato il ruolo di vertice.


antonino messicati vitale, blitz, boss, carabinieri, fuga, mafia, palermo, plastica, plastica facciale, villabate, Cronaca
Antonino Messicati Vitale
PALERMO- Avrebbe ripreso in mano il potere. Dopo la scarcerazione per decorrenza dei termini di custodia cautelare Antonino Messicati Vitale era tornato sul campo. E mentre organizzava le estorsioni programmava di cambiare il suo volto utilizzando una plastica in silicone. Il pericolo di fuga e le nuove contestazioni hanno fatto scattare il nuovo arresto per il presunto capomafia di Villabate.


Di certo il pentimento di Antonino Zarcone gli ha messo paura, visto che il neo collaboratore lo piazza al vertice della mafia nella provincia palermitana. Il giorno in cui Zarcone in aula ha detto pubblicamente detto di volere cambiare vita, qualcuno dei presenti ha pensato bene di correre a casa di Zarcone per avvertirlo.

Dunque, torna in cella il presunto boss che ama la bella vita e che i carabinieri del Nucleo investigativo del Comando provinciale di Palermo bloccarono a Bali in Indonesia. Poi, erano scaduti i termini di custodia cautelare ed era tornato un uomo libero. Messicati Vitale aveva solo l'obbligo di dimora a Palermo, per il quale tra l'altro ha fatto ricorso chiedendo il trasferimento a Portella di Mare, frazione di Misilmeri.



'La plastica facciale per fuggire' Messicati Vitale torna in cella - Live Sicilia




TRAVAGLIO SCHIFANI SENTENZA 3775 2010 DIFFAMAZIONE MEZZO STAMPA SCHIFANI_SENTENZA_I_GRADO

Nessun commento: