L'informazione è il diffondere, il far conoscere quello che qualcuno non vuole che si sappia, il resto è solo propaganda. L'informazione è un diritto. L'informazione come possibilità di scelta.
Con il termine mafia si intende un sistema di potere esercitato attraverso l’uso della violenza e dell’intimidazione per il controllo del territorio, di commerci illegali e di attività economiche e imprenditoriali; è un potere che si presenta come alternativo a quello legittimo fondato sulle leggi e rappresentato dallo Stato.


Un sistema di contro-potere dunque (a volte chiamato anti-Stato proprio per questa sua caratteristica), con una gestione gerarchica e verticistica, basata su regole interne a loro volta fondate sull’uso della violenza e dell’intimidazione.


È questa la vostra politica? Se avete un minimo di cervello usate gli attributi per un confronto Sui programmi. Ma vedo che alla fine usate i soliti mezzucci utilizzando i soliti servi sciocchi meschini e accattoni per cercare di fermare le persone.
Bene sappiate che io vado avanti lo stesso a testa alta e con schiena dritta e che voi siete sot
tocontrollo.



"Bisogna sempre avere il coraggio delle proprie idee e non temere le conseguenze perché l’uomo è libero solo quando può esprimere il proprio pensiero senza piegarsi ai condizionamenti " (Charlie Chaplin).























venerdì 17 ottobre 2014

"Scrutatori selezionati col trucco": le Iene a Villabate

"Scrutatori selezionati col trucco": le Iene a Villabate


"Scrutatori selezionati col trucco": le Iene a Villabate

"Scrutatori selezionati col trucco": le Iene a Villabate


Le telecamere di Italia 1 portano alla ribalta nazionale il pasticcio per la scelta degli scrutatori delle elezioni europee dello scorso maggio. Selezioni su cui grava il forte sospetto di pilotaggio. Il sindaco smentisce ipotesi di dimissioni poi fa dietrofront. All'interno il video

GUARDA IL SERVIZIO DE "LE IENE"
 


0:03:38
0:16:48

  • SHARE LINK
    http://mdst.it/03v488676/Premi Ctrl + C per copiare.

  "Scrutatori selezionati col trucco": le Iene a Villabate


Le telecamere di Italia 1 portano alla ribalta nazionale il pasticcio per la 
scelta degli scrutatori delle elezioni europee dello scorso maggio. Selezioni 
su cui grava il forte sospetto di pilotaggio. Il sindaco smentisce ipotesi 
di dimissioni poi fa dietrofront. All'interno il video



Villabate è ancora sotto shock. E' successo tutto in poche ore: le dimissioni del
sindaco e dell'intera giunta e il servizio delle Iene. La vicenda è legata al caso 
degli "scrutinatori selezionati con il trucco" in occasione delle scorse europee 
del 25 maggio. A smascherare l'inghippo è stata l’inchiesta del giovane Ismaele 
La Vardera andata in onda su TeleJato con tanto di registrazione dello “sfogo” 
del consigliere Licciardi.
La Iena Matteo Viviani è andata a scoperchiare il vaso di Pandora riportandolo 
alla ribalta nazionale. Un testimone ha raccontato come è avvenuta l'estrazione
degli scrutatori. A ogni nome è stato associato un numero, poi via via pescato 
dal sindaco o dal consigliere. "Prendevano un numero, ma lo aprivano tanto per 
aprirlo, ma nessuno lo guardava. Poi veniva estratto un numero che gli era 
stato suggerito. Ad esempio veniva preso il "54" e magari veniva detto il 
"621"". Anomalie confermate anche dal vice-segretario Ignazio Tabbone che a 
un certo punto ha anche bloccato la procedura



Potrebbe interessarti:http://www.palermotoday.it/politica/scrutini-truccati-villabate-iene.html
Seguici su Facebook:http://www.facebook.com/pages/PalermoToday/115632155195201
"Scrutatori selezionati col trucco": le Iene a Villabate
"Alla fine dodici-tredici numeri non corrispondevano e all'interno di quella lista 
c'erano genitori o mogli di consiglieri comunali", ha confermato Paolo Corrao, 
consigliere comunale. Ma quei numeri sono stati estratti quando il sindaco non 
c'era? Lui, il primo cittadino ha sempre confermato che il responsabile del 
pasticcio sia uno dei suoi consiglieri, Enzo Licciardi. E qua entra in gioco la 
confidenza fatta dallo stesso Licciardi al giovane La Vardera, poi diventata 
di dominio pubblico grazie a una telefonata registrata. Qua vengono ammessi 
gli errori, con una puntualizzazione: "Se io devo pagare, pago. Ma se io devo 
pagare per te, tu paghi. Era stato concordato come fare lo scrutinio ed erano 
presenti pure gli impiegati e la funzionaria". 
Insomma: tutti sapevano prima cosa "c'era da fare".


"Scrutatori selezionati col trucco": le Iene a Villabate
Anomalie che trovano conferme anche in un verbale ufficiale. Sulla vicenda 
intanto indagano i carabinieri Il sindaco Francesco Cerrito davanti ai 
microfoni ha garantito: "Mai dato numeri a caso, quando è successo tutto io 
non c'ero. Dimissioni? Se cade la maggioranza me ne vado a casa".  
In realtà poche ore prima che il servizio andasse in onda è arrivato il 
clamoroso colpo di scena. Il sindaco e l'intera giunta hanno infatti 
presentato le proprie dimissioni, messe nero su bianco in una nota inviata 
al Segretario generale, al presidente del consiglio comunale e ai carabinieri. 
Troppo facile pensare che i due eventi siano collegati.



Potrebbe interessarti:http://www.palermotoday.it/politica/scrutini-truccati-villabate-iene.html
Seguici su Facebook:http://www.facebook.com/pages/PalermoToday/115632155195201


Potrebbe interessarti:http://www.palermotoday.it/politica/scrutini-truccati-villabate-iene.html
Seguici su Facebook:http://www.facebook.com/pages/PalermoToday/115632155195201

Nessun commento: