L'informazione è il diffondere, il far conoscere quello che qualcuno non vuole che si sappia, il resto è solo propaganda. L'informazione è un diritto. L'informazione come possibilità di scelta.
Con il termine mafia si intende un sistema di potere esercitato attraverso l’uso della violenza e dell’intimidazione per il controllo del territorio, di commerci illegali e di attività economiche e imprenditoriali; è un potere che si presenta come alternativo a quello legittimo fondato sulle leggi e rappresentato dallo Stato.


Un sistema di contro-potere dunque (a volte chiamato anti-Stato proprio per questa sua caratteristica), con una gestione gerarchica e verticistica, basata su regole interne a loro volta fondate sull’uso della violenza e dell’intimidazione.


È questa la vostra politica? Se avete un minimo di cervello usate gli attributi per un confronto Sui programmi. Ma vedo che alla fine usate i soliti mezzucci utilizzando i soliti servi sciocchi meschini e accattoni per cercare di fermare le persone.
Bene sappiate che io vado avanti lo stesso a testa alta e con schiena dritta e che voi siete sot
tocontrollo.



"Bisogna sempre avere il coraggio delle proprie idee e non temere le conseguenze perché l’uomo è libero solo quando può esprimere il proprio pensiero senza piegarsi ai condizionamenti " (Charlie Chaplin).























venerdì 17 aprile 2015

CENTRO CARINI CENTRO SPORTIVO, SÌ DELLA REGIONE LAVORI: SI PARTE A FINE MAGGIO

Centro
sportivo, sì della Regione  Lavori: si parte a fine maggio


Giovedì 16 Aprile 2015 - 15:31 di Benedetto
Giardina
 

La conferenza dei servizi ha dato parere positivo. Ora tocca al comune di Carini dare l'assenso definitivo. Ma il sindaco, intervistato da LiveSiciliaSport, assicura: "Entro fine maggio Zamparini potrà avere il via libera per i lavori"

                    CARINI centro-sportivo-palermo-4-624x300

CARINI (PALERMO) - Intoppo superato, il centro sportivo si fa. La proroga chiesta dodici giorni fa dalla Regione è servita per analizzare meglio la situazione legata al progetto per l’impianto che il Palermo vuole costruire a Carini, e adesso è arrivato anche il penultimo ok. Gli Enti hanno dato il benestare alla presentazione del progetto dell’architetto Zavannella in Comune, dunque per il via libera ai lavori è solamente questione di tempo. Un iter enorme, come purtroppo da tradizione burocratica italiana, che volge al termine. Un progetto che inizia a vedere la luce, nonostante un ritardo sulla tabella di marcia.

La conferenza dei servizi tenutasi a Carini è il semaforo verde per l’ultimo passo da compiere prima dell’attuazione del progetto. L’approvazione avuta quest’oggi dovrà adesso trovare un altro via libera, stavolta dal Consiglio Comunale di Carini. Una tempistica ancora da valutare, dato che bisognerà attendere la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale di quanto deliberato nella conferenza di servizi. Dopodiché, dal Consiglio Comunale dovrà arrivare il benestare per il cambio della destinazione urbanistica: il centro sportivo sorgerà in contrada Zucco, a Carini, e col placet dell’amministrazione comunale di potrà iniziare con i lavori. La conferma arriva dal sindaco Giuseppe Agrusa, contattato da LiveSicilia Sport: "Oggi l'Assessore regionale per il Territorio e l'Ambiente ha dato la sua approvazione, dunque abbiamo chiuso la conferenza dei servizi con parere favorevole", ha dichiarato il primo cittadino di Carini, che si è espresso in termini ottimistici anche riguardo all'inizio dei lavori: "Adesso bisognerà passare al Consiglio Comunale, entro un mese dalla pubblicazione in Gazzetta. Entro fine maggio Zamparini potrà avere il via libera per i lavori". 
La realizzazione del nuovo impianto, il cui costo è di circa tredici milioni di euro, è prevista in circa un anno. Gli ultimi sforzi per portare a compimento una delle principali opere dell’era Zamparini: i campi da gioco, di cui uno con tribuna da mille posti, oltre ad uno spazio commerciale, aree per media e ospiti e servizi di ristorazione che potranno portare alla società benefici economici derivanti dalla riduzione dei costi per l’affitto dei campi da gioco, trasporti e pernottamenti in strutture esterne, oltre che nuovi ricavi generati dal punto vendita che sarà situato all’interno del centro sportivo stesso. Una pietra fondamentale, che già dall’estate 2013 è tra i progetti del club, e che potrà fungere anche da biglietto da visita in cerca di nuovi aspiranti soci. Un bene materiale e di proprietà che può portare il club di viale del Fante ad un livello più alto.


Centro sportivo, sì della Regione Lavori: si parte a fine maggio - LiveSicilia Sport

Nessun commento: