L'informazione è il diffondere, il far conoscere quello che qualcuno non vuole che si sappia, il resto è solo propaganda. L'informazione è un diritto. L'informazione come possibilità di scelta.
Con il termine mafia si intende un sistema di potere esercitato attraverso l’uso della violenza e dell’intimidazione per il controllo del territorio, di commerci illegali e di attività economiche e imprenditoriali; è un potere che si presenta come alternativo a quello legittimo fondato sulle leggi e rappresentato dallo Stato.


Un sistema di contro-potere dunque (a volte chiamato anti-Stato proprio per questa sua caratteristica), con una gestione gerarchica e verticistica, basata su regole interne a loro volta fondate sull’uso della violenza e dell’intimidazione.


È questa la vostra politica? Se avete un minimo di cervello usate gli attributi per un confronto Sui programmi. Ma vedo che alla fine usate i soliti mezzucci utilizzando i soliti servi sciocchi meschini e accattoni per cercare di fermare le persone.
Bene sappiate che io vado avanti lo stesso a testa alta e con schiena dritta e che voi siete sot
tocontrollo.



"Bisogna sempre avere il coraggio delle proprie idee e non temere le conseguenze perché l’uomo è libero solo quando può esprimere il proprio pensiero senza piegarsi ai condizionamenti " (Charlie Chaplin).























giovedì 10 maggio 2018

episodi di violenza




Logo 2.jpg



Al Sindaco
Al Presidente del Consiglio Comunale
All’Assessore al Turismo
All’assessore All’ Ambiente
Comune di Isola delle Femmine

Oggetto: interrogazione consiliare

I sottoscritti, consiglieri comunali del gruppo consiliare Rinascita Isolana, ai sensi dell’art. 9 commi 7 e ss. del Regolamento per il funzionamento del Consiglio Comunale,


CHIEDONO


Risposta verbale del Sindaco - da tenersi alla prossima seduta del Consiglio Comunale - in merito al seguente argomento:

Episodi di tensione all’interno della Casa Comunale

È fatto notorio che la scorsa settimana all’interno dei locali del Comune di Isola delle femmine ha avuto luogo un duro scontro – non solo verbale – tra il sindaco ed il sig. Razzanelli, fratello del noto collaboratore di giustizia, alla presenza tra gli altri del Vicepresidente del Consiglio Comunale Vincenzo Dionisi.

È notorio altresì come lo stesso Razzanelli avanzi da mesi richieste di tipo occupazionale all’Amministrazione Portobello, invocando a ragione giustificativa delle stesse il sostegno garantito al gruppo “Progetto Isola” durante la competizione elettorale.

È infine notorio che almeno sino all’estate del 2009 Razzanelli Giovanni fosse – stando alle dichiarazioni riportate sul Giornale di Sicilia – un affiliato di Cosa Nostra e ritenesse Bruno Pietro, zio dell’assessore all’Ambiente Cutino Marcello, in grado di “muoversi” a Isola delle Femmine.


Considerato che il suddetto collaboratore di giustizia è stato ritenuto in larga misura attendibile dalla Magistratura;


Valutata la frequenza degli episodi di protesta e delle richieste di lavoro e sostegno economico rivolte al sindaco dai componenti della task force elettorale della lista “Progetto Isola” e la virulenza delle stesse – come da noi più volte stigmatizzato -;


Ritenuto che l’episodio che ha coinvolto il sindaco e lo stesso Razzanelli sollevi ombre sinistre sulla trasparenza del risultato delle Amministrative 2009, non foss’altro perché il fratello nei mesi della campagna elettorale era un operativo estorsore di Cosa Nostra;

Il sindaco chiarisca:


- Le specifiche ragioni di doglianza del Razzanelli nei suoi confronti;

- Se ha ritenuto opportuno denunciare l’accaduto all’ A.G.;

- Quale ruolo ha ricoperto il Razzanelli durante la campagna elettorale 2009.


Il capogruppo consiliare Rinascita Isolana

I consiglieri comunali Rinascita Isolana

Isola delle Femmine, 19/01/10

Nessun commento: